Cancro rettale

Sarcoma

Il carcinoma del colon-retto è una malattia oncologica caratterizzata dalla formazione di un tumore maligno nella regione della sezione finale dell'intestino crasso. Va notato che il quadro clinico iniziale è simile alle emorroidi, quindi solo uno specialista qualificato può riconoscere la malattia. È anche degno di nota il fatto che le fasi iniziali del carcinoma del retto possono essere quasi asintomatiche, il che porta spesso a diagnosi tardive e previsioni estremamente negative sulla vita del paziente.

Il trattamento è solo operabile, ma anche con questo metodo di terapia, il rischio di ricaduta non può essere completamente escluso. Per il cancro del colon-retto, la chirurgia è combinata con radiazioni e chemioterapia.

C'è un'opinione secondo cui le emorroidi possono provocare il cancro del retto. In realtà, questo è impossibile a causa delle caratteristiche fisiologiche della struttura dell'organo stesso e della patogenesi di entrambi i disturbi. Tuttavia, le emorroidi, se non trattate, possono trasformarsi in una forma cronica di proctite, che è già un fattore predisponente a questo disturbo..

Secondo la classificazione internazionale delle malattie, questo processo oncologico appartiene alla sezione "formazione maligna del retto". Codice ICD -10 - C20.

Eziologia

Le cause del cancro del colon-retto negli uomini e nelle donne non differiscono e sono rappresentate dai seguenti fattori eziologici:

  • fattore ereditario;
  • la presenza nella storia dei processi tumorali nell'intestino tenue;
  • stile di vita sedentario;
  • contatto con prodotti chimici, metalli pesanti;
  • ipovitaminosi;
  • obesità;
  • alimentazione impropria, che si basa su cibi grassi, ruvidi e pesanti, con quantità insufficienti di fibre e verdure fresche;
  • abuso di alcool
  • fumatori;
  • la presenza di malattie gastroenterologiche croniche;
  • poliposi diffusa;
  • infezione da papillomavirus con localizzazione nell'ano.

Separatamente, si dovrebbe dire che fino alla fine l'eziologia e la patogenesi del processo oncologico non sono state studiate, pertanto i singoli fattori eziologici non possono essere considerati una predisposizione al 100%.

Classificazione

In medicina, è consuetudine utilizzare diversi sistemi di classificazione per questa malattia. Quindi, per natura della localizzazione della malattia, distinguono:

Inoltre, distinguono tale classificazione in base alla localizzazione dei tumori maligni:

  • rettosigmoide;
  • anale;
  • ampollare superiore.

Dal tipo di crescita di neoplasie maligne, si distinguono le seguenti forme:

Considerando il fattore istologico delle neoplasie stesse, utilizzare il seguente sistema di classificazione:

  • adenocarcinoma;
  • membrane mucose
  • il carcinoma a cellule squamose del retto è una delle formazioni più pericolose, poiché esiste un'alta predisposizione a manifestarsi e metastatizzare ad altri organi;
  • solido;
  • fibroso;
  • tipo non specificato.

Per natura del decorso della malattia, possono passare sei fasi. Va notato che nelle prime fasi dello sviluppo, questo disturbo non è praticamente diagnosticato, poiché le manifestazioni iniziali sono praticamente assenti.

A condizione che il processo oncologico venga diagnosticato nel primo o nel secondo stadio, è possibile eseguire solo metodi conservativi. In questo caso, stiamo parlando di chemioterapia per il cancro del colon-retto..

Sintomatologia

I sintomi del carcinoma del colon-retto nelle donne e negli uomini non hanno praticamente differenze cardinali, motivo per cui possono essere rappresentati da un elenco generale.

I primi segni di cancro del colon-retto sono nel seguente quadro clinico:

  • violazione dell'atto di defecazione, che può manifestarsi in frequenti impulsi, a volte falsi. Una piccola quantità di sangue sarà presente nelle feci;
  • perdita di appetito;
  • debolezza, malessere generale.

Con il progredire della malattia, il quadro clinico sarà integrato da tali segni:

  • l'impulso di defecare può essere fino a 10 volte al giorno;
  • escrezione di sangue con le feci o prima dei movimenti intestinali;
  • nausea, vomito, che non porta sollievo;
  • gas e incontinenza fecale;
  • rombo nell'addome, aumento della flatulenza;
  • crampi al dolore addominale;
  • clinica di ostruzione intestinale;
  • un possibile ritardo delle feci per 3-5 giorni;
  • dolore all'ano, che si intensifica durante i movimenti intestinali;
  • scarico dall'ano di essudato purulento e muco, che indicherà lo sviluppo del cancro nelle fasi successive;
  • forte perdita di peso;
  • pallore;
  • debolezza generale, sensazione quasi costante di affaticamento, anche con un riposo lungo e completo;
  • febbre elevata o di basso grado nel carcinoma del colon-retto può essere dovuta a intossicazione generale del corpo e anemia.

A causa del fatto che i segni del cancro del colon-retto nelle donne e negli uomini sono piuttosto non specifici, un medico qualificato può determinare con precisione la diagnosi sulla base dei risultati dei metodi di esame strumentale di laboratorio.

Diagnostica

La diagnostica, in questo caso, si svolge in due fasi. Il primo è un esame fisico approfondito del paziente, durante il quale il medico deve stabilire quanto segue:

  • storia familiare - se ci sono stati casi di diagnosi di malattie tipiche in famiglia;
  • se la storia personale del paziente presenta malattie gastroenterologiche oncologiche o croniche;
  • nutrizione del paziente, presenza di cattive abitudini;
  • quando esattamente cominciarono ad apparire i segni clinici, l'intensità della loro manifestazione;
  • Il paziente entra in contatto con sostanze pericolose?.

Il prossimo passo sarà l'implementazione di metodi di laboratorio e strumentali per l'esame di un paziente, che sono le seguenti manipolazioni:

  • esame digitale del retto o utilizzando uno specchio rettale;
  • sigmoidoscopia;

La diagnostica dettagliata consente di stabilire la diagnosi esattamente il grado e la forma di sviluppo del processo oncologico e, quindi, determinare le tattiche di trattamento più efficaci.

Trattamento

Nella maggior parte dei casi, viene eseguita un'operazione per rimuovere il cancro del colon, poiché oggi è il metodo più efficace. Le fasi precedenti e successive del trattamento saranno le radiazioni o la terapia chimica..

Nel caso in cui la forma e lo stadio della malattia non siano operabili o la chirurgia non sia possibile in base agli indicatori clinici della salute del paziente, viene utilizzata la chemioterapia per il carcinoma del colon-retto.

Può anche essere utilizzata la radioterapia per il carcinoma del colon-retto, le cui indicazioni sono le seguenti:

  • l'impossibilità di un intervento chirurgico o di chemioterapia;
  • nel periodo postoperatorio - il corso inizia 20-30 giorni dopo l'operazione.

Dopo tali corsi di trattamento, il paziente richiede una riabilitazione speciale, il più adatto a questo sarebbe un resort specializzato nel sanatorio.

Indipendentemente da quali tattiche di trattamento verranno prese come base, è richiesta la conformità con uno speciale regime dietetico per il cancro del colon-retto. In generale, l'elenco dei prodotti proibiti e consentiti è determinato rigorosamente dal medico curante, tuttavia esistono diverse regole generali sulla nutrizione. Quindi, una dieta per il cancro al colon prima dell'intervento comporta quanto segue:

  • piccole quantità di cibo;
  • la completa esclusione di prodotti a base di carne grassa e fritta;
  • alcool, caffè e bevande gassate dolci sono completamente vietati;
  • il cibo dovrebbe essere liquido, purea o sotto forma di porridge mucoso;
  • il giorno prima dell'operazione, dovresti rifiutare il cibo, è consentita solo acqua minerale senza gas, tè verde debole.

Dopo l'operazione, la nutrizione del paziente dovrebbe essere basata su tali raccomandazioni:

  • restrizione, ma non una completa esclusione dei prodotti a base di carne;
  • deve essere nella dieta frutta e verdura fresca, cibi ricchi di fibre;
  • cinque pasti al giorno, ma in piccole porzioni;
  • acido e tagliente sono completamente esclusi.

Nella maggior parte dei casi, il paziente dovrebbe attenersi a tale dieta per tutta la vita..

previsione

In questo caso, tutto dipenderà da quale fase verrà avviato il trattamento e da indicatori clinici generali..

Quando si diagnostica il cancro nella prima fase, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è superiore all'80%. Nella seconda, terza e quarta fase - rispettivamente il 75,50,40%.

Tuttavia, si deve comprendere che il rischio di recidiva della malattia non può essere completamente escluso anche se tutte le misure terapeutiche vengono eseguite in modo tempestivo.

Prevenzione

In questo caso, come base possono essere prese solo misure cliniche generali, poiché non esistono metodi specifici:

  • dieta adeguatamente bilanciata;
  • attività fisica, rispetto di un indice di massa corporea ottimale per età;
  • eliminazione di cattive abitudini - fumo e alcolismo.

Le persone che hanno una tipica storia familiare di malattia devono assolutamente visitare un proctologo e un oncologo a scopo preventivo..

Cancro rettale

Il tumore del colon-retto è un tumore maligno situato in una delle sezioni del colon (finale).

Tra le malattie oncologiche associate al tratto digestivo, il cancro del colon-retto occupa un posto di primo piano. Molto spesso, questa malattia viene diagnosticata in pazienti di età compresa tra 45 e 55 anni. Tuttavia, nella pratica medica ci sono casi in cui questa patologia è presente nei pazienti più giovani (20-25 anni).

Per quanto riguarda il genere di predisposizione al carcinoma del colon-retto, si può distinguere che le probabilità di sviluppare il cancro del colon sono approssimativamente uguali per uomini e donne.

Fattori predisponenti

La formazione di un tumore maligno nel retto può contribuire a diversi gruppi di fattori. Questi includono alcuni errori nell'alimentazione, la presenza di malattie croniche delle sezioni finali dell'intestino, l'eredità gravata. L'elenco più completo di fattori è simile al seguente.

Gruppo di fattori predisponentiEsempi
Stile di vita sbagliato.
  • L'alcool ha un effetto inespresso sul retto, ma può essere coinvolto nel processo..
  • Il fumo è un fattore non specifico che non influisce notevolmente sul tratto digestivo..
  • rari pasti abbondanti;
  • la predominanza di alimenti indigeribili e alimenti che possono causare irritazione della mucosa gastrointestinale (cibi salati, piccanti, grassi, prodotti farinacei);
  • carenza o completa assenza nella dieta delle fibre (orzo perlato e granaglie di mais, pane integrale, frutta, verdura).
ereditario.
  • La sindrome di Lynch è una mutazione genetica abbastanza comune che può portare al cancro del colon. Si può sospettare che la malattia si sviluppi in un paziente di età inferiore ai 45 anni. Il 5% di tutti i tipi di tumore del colon-retto è affetto da questa sindrome..
  • La poliposi familiare adenomatosa è una rara malattia genetica in cui viene interrotto il processo di divisione cellulare dell'epitelio. Si verifica con una frequenza di 1 su 11000. Passa comunque al cancro entro 5-10 anni dalla comparsa dei primi segni.
  • La presenza di parenti del paziente con cancro al colon o al retto.
Malattie croniche.
  • Proctite cronica (in assenza di terapia).
  • La malattia di Whipple.
  • Malattie che portano a un movimento alterato del contenuto intestinale (conseguenze della vagotomia dello stelo, sindrome dell'intestino irritabile, discinesia motoria).
  • Morbo di Crohn.
  • Colite ulcerosa non specifica.

Il mito della causa del cancro. Tra la popolazione, si ritiene ampiamente che le emorroidi possano diventare la causa del cancro del colon-retto. È un'illusione. Poiché le emorroidi non fanno parte della mucosa intestinale, non possono influenzare l'epitelio intestinale. Ma vale la pena ricordare che una prolungata mancanza di trattamento per le emorroidi può portare allo sviluppo di proctite cronica, che è un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro del colon.

Il carcinoma del colon-retto non dipende sempre dalla presenza di uno dei suddetti fattori (i polipi rettali e la poliposi familiare adenomatosa sono un'eccezione). Per il rilevamento tempestivo della malattia, la formazione dei sintomi che accompagnano il processo maligno deve essere attentamente monitorata.

Classificazione

Il disturbo in esame è un insieme di cellule maligne di varia natura (la struttura istologica della neoplasia). In alcuni casi, il tumore cresce lentamente, praticamente non si manifesta, in altri cresce rapidamente di dimensioni ed è caratterizzato da un decorso aggressivo. Per un adeguato trattamento del carcinoma del colon-retto, è necessario condurre una serie di esami per determinare il tipo di tumore.

Sulla base delle caratteristiche della struttura cellulare, questa patologia è divisa in diversi tipi.

  1. Adenocarcinoma. Viene spesso diagnosticato nelle persone che hanno superato un traguardo di 50 anni. La base della sua struttura è il tessuto ghiandolare. Esistono diversi gradi di differenziazione dell'adenocarcinoma (differenziazione inferiore - prognosi peggiore). Il tipo di tumore indicato è il più popolare nel quadro del carcinoma del colon-retto.
  2. Carcinoma a cellule cricoidi. Con uno studio microscopico della struttura di questo tumore, puoi vedere un bordo stretto (simile a un potente anello), al centro del quale c'è un lume. Non viene rilevato con frequenza (3%) come adenocarcinoma, ma è caratterizzato da un risultato sfavorevole. L'aspettativa di vita media dei pazienti con questo tipo di tumore del colon-retto spesso non supera i 3 anni.
  3. Carcinoma spinocellulare. È meno comune (2%) rispetto ai due precedenti tipi di tumore del colon-retto. È caratterizzato da una tendenza a metastasi rapide. Il luogo principale di localizzazione di un tumore di questo tipo è la zona del canale anale. Si ritiene che il carcinoma a cellule squamose del retto si verifichi a causa dell'esposizione all'infezione da papillomavirus umano..
  4. Cancro solido. Si forma a causa della fusione di cellule a bassa differenziazione che sono ghiandolari. Determinare l'esatta natura delle cellule tumorali solide è problematico: la disposizione plastoidea di questi componenti della neoplasia maligna è caratteristica.
  5. Cancro di Skirozny. Il componente principale delle neoplasie di questa patologia è la sostanza intercellulare. Il numero di cellule maligne è limitato..
  6. Melanoma. È localizzato nell'area del canale anale. Predisposto alla comparsa precoce di metastasi. Presentato da cellule di pigmento (melanociti).

La direzione di crescita di un tumore del retto può variare.

  1. La formazione maligna può crescere nella cavità del retto (cancro esofitico).
  2. Il tumore può essere localizzato nelle pareti del retto, senza andare oltre (tumore endofitico).
  3. Le cellule tumorali possono essere riparate nel lume, nelle pareti del retto. In tali casi, viene diagnosticata una forma mista di cancro del colon-retto..

Sintomi del cancro del colon-retto

Se parliamo dei sintomi del cancro del retto nelle donne, allora dovrebbero essere divisi in insoliti e caratteristici. I segni non specifici della malattia comprendono principalmente irregolarità mestruali, nervosismo, nausea, riduzione delle prestazioni, percezione distorta di aromi o sapori, una significativa diminuzione dell'appetito e, di conseguenza, perdita di peso.

Parlando di quali sono i segni del cancro del colon-retto, la prima cosa da fare è attribuire quanto segue:

  • movimento intestinale a forma di nastro;
  • nelle feci ci sono elementi costanti (particelle di tumore, muco, pus, sangue);
  • una sensazione di intestino pieno;
  • dolore all'ano, che dà all'osso sacro, al coccige o alla parte bassa della schiena;
  • frequente falso impulso a defecare;
  • incontinenza di urina, feci, gas;
  • costipazione persistente, che può essere accompagnata da flatulenza, gonfiore e pienezza nello stomaco.

0-1 stadio. Assicurati di avere sintomi di disturbi intestinali:

  • costipazione e / o diarrea;
  • flatulenza e gonfiore;
  • incontinenza gassosa, in rari casi - incontinenza fecale;
  • falso impulso a defecare.

2 livelli. La sindrome del dolore è chiaramente pronunciata, che non viene rimossa nemmeno da potenti antidolorifici. Si manifesta intossicazione del corpo: aumento della temperatura corporea, debolezza generale, vertigini, riduzione dell'attenzione, aumento della sudorazione. Tali sintomi possono essere presenti per diversi mesi consecutivi con periodi di esacerbazione e subsidenza..

Con il cancro del colon-retto nel terzo stadio nelle donne, c'è un'uscita di escrementi e gas dalla vagina, la causa di questo fenomeno è la germinazione di un tumore maligno negli organi riproduttivi femminili. Se questo processo colpisce la vescica, allora c'è uno scarico di urina dall'ano.

Parlando dei segni del cancro del retto nelle donne, si dovrebbe notare l'insorgenza della cistite derivante dall'inevitabile infezione. Le sensazioni dolorose nell'addome iniziano a presentare un carattere estremamente forte e duraturo. Con intossicazione prolungata e perdita di sangue in presenza di tumore del colon-retto, il paziente ha la pelle pallida, debolezza generale, uno sguardo molto malato e l'incapacità di eseguire qualsiasi azione.

fasi

Un tumore maligno del retto ha una chiara classificazione in medicina. In primo luogo, esiste una separazione della malattia in questione nel luogo della sua localizzazione nel retto:

  1. Neoplasia in fiale - il cancro progredisce nella parte centrale del retto. Questa è la localizzazione più comune e il primo sintomo caratteristico sarà il sanguinamento dall'ano.
  2. Neoplasia Nadampular - il tumore si trova nella parte superiore del retto, questo tipo di cancro è asintomatico per lungo tempo e viene rilevato quando i pazienti vengono ricoverati in una clinica con ostruzione intestinale acuta.
  3. Neoplasia anorettale - il cancro si sviluppa direttamente sopra lo sfintere, all'ano stesso. Questo tipo di cancro presenta sintomi precoci: ci sono dolori costanti che non possono essere rimossi anche con forti antidolorifici.

In secondo luogo, mentre il cancro si diffonde, verrà aggiunta una classificazione aggiuntiva nello spessore del tessuto rettale. Esistono 5 fasi principali del carcinoma del colon-retto:

  • 0 - le cellule tumorali si trovano solo nello strato mucoso dell'organo;
  • 1 - il tumore inizia a progredire e si diffonde allo strato muscolare del retto;
  • 2 - il cancro cresce attivamente e inizia a penetrare attraverso le pareti del retto, la vescica, la vagina e l'utero nelle donne, la prostata negli uomini può essere colpita;
  • 3 - le cellule tumorali si diffondono in tutto il corpo, le metastasi si trovano nei linfonodi;
  • 4 - Le cellule tumorali si trovano in vari organi e sistemi, anche se si trovano lontano dal retto.

In terzo luogo, i medici classificano il carcinoma del colon-retto in base allo stato delle cellule tumorali - quanto sembrano sane:

  • cellule altamente differenziate - l'esame rivela che circa il 90% delle cellule tumorali ha una struttura normale, non il cancro;
  • medio differenziato - di tutte le cellule, solo il 50% è atipico;
  • basso rango - fino al 90% di tutte le cellule sono atipiche;
  • indifferenziato- le cellule sane non vengono rilevate tra le cellule tumorali.

Meno cellule differenziate nel tumore, più velocemente cresce il cancro e più è difficile da trattare.

Metastasi da carcinoma del colon-retto

Un tumore maligno del retto cresce e il suo tessuto manca di nutrizione. Quindi le cellule tumorali perdono il contatto con il tumore e si staccano da esso. Il flusso di sangue e linfa li trasporta in tutto il corpo. Si stabiliscono nel fegato, nei polmoni, nel cervello, nei reni e nelle ossa, nella LN regionale e remota.

Le metastasi rettali all'inizio appaiono nei linfonodi più vicini. Il sangue scorre anche dalla porzione nadampolare del retto nella vena porta del fegato, interessando le sue cellule. Quindi si verifica un cancro secondario.

Con il deflusso di sangue dalla regione perineale inferiore del retto, esso, insieme agli oncociti, entra nella vena centrale e quindi nei polmoni e nel cuore. Pertanto, le metastasi nel carcinoma del colon-retto compaiono in questi organi, così come nelle ossa e nel peritoneo. Con più metastasi, il cervello soffre.

Le metastasi nel carcinoma del colon-retto potrebbero non presentare sintomi specifici: un leggero aumento della temperatura, debolezza, un gusto perverso, la comparsa di un odore, un basso appetito e una significativa perdita di peso. Oltre ai sintomi caratteristici, poiché il cancro del retto si sviluppa abbastanza rapidamente, le metastasi tendono a crescere rapidamente nelle aree con molte terminazioni nervose, negli organi e nei tessuti più vicini, dove inizia il processo infiammatorio:

  • dolore al sacro, al coccige, lombare, perineo;
  • il rilascio di impurità di natura patologica durante i movimenti intestinali;
  • sanguinamento scarlatto brillante dovuto al gonfiore della zona pranal;
  • sanguinamento scuro con coaguli neri a causa di un tumore nella parte nadampulare del retto;
  • gas e incontinenza fecale a causa di danni ai muscoli che restringono l'ano.

La morte per tumore del colon-retto può verificarsi nel 40% entro 5 anni se il tumore primario e le metastasi non vengono rilevati in tempo. L'entità della cura del cancro del retto dipende da un'adeguata terapia dopo l'intervento chirurgico; la sopravvivenza dipende dallo stadio del tumore e dalla presenza di metastasi.

Se un tumore del retto viene determinato nel quarto stadio, quanti vivono dipendono da dove si verifica la metastasi. Le previsioni sono determinate da studi annuali nelle principali cliniche del paese e al 4 ° stadio hanno una media del 10-20%.

Che aspetto ha il cancro del retto - foto

In questa foto, il carcinoma cresce infiltrativamente, coprendo il muro..

complicazioni

Il cancro del colon-retto si presenta spesso in combinazione con complicanze. L'esame in forma sistematica determina la forma seguente:

  • germinazione di una formazione di tumore agli organi vicini, così come alla regione della parete pelvica, combinata con la formazione di fistole interorganiche (danno alla vagina, vescica);
  • lo sviluppo di processi periferici purulenti-infiammatori, come paraproctite purulenta, flemmone retroperitoneale, cellulite della zona pelvica;
  • perforazione della formazione del tumore dell'area della parte nadampulare dell'intestino con lo sviluppo simultaneo di pelvioperitonite;
  • perforazione della formazione di tumori nell'area del tessuto pararettale con sviluppo di cellulite flemmone o paraproctite purulenta;
  • lo sviluppo di sanguinamento con una forma progressiva di anemia;
  • sviluppo di ostruzione intestinale ostruttiva.

Diagnostica

Solo nel 19% dei pazienti, il cancro viene diagnosticato negli stadi 1-2. Solo l'1,5% dei tumori viene rilevato durante gli esami di routine. La maggior parte delle neoplasie intestinali si verificano nella fase 3. Un altro 40-50% con tumori del colon di nuova diagnosi sviluppa metastasi a distanza.

Nella diagnosi precoce del carcinoma del colon-retto, il posto principale non appartiene ai sintomi della malattia che il paziente stesso nota, ma a segni oggettivi. Pertanto, gli esami medici preventivi sono un metodo davvero efficace per diagnosticare il cancro del retto nelle prime fasi.!

La diagnosi viene fatta dal proctologo medico, dopo l'esame della palla. Può usare le dita per tentare un tumore se si trova vicino all'ano. Altrimenti, viene prescritta la sigmoidoscopia. Questa procedura consente di prelevare un frammento tumorale per la biopsia, che aiuterà a determinare la natura della formazione.

Nello studio delle donne, viene contemporaneamente eseguito un esame vaginale per valutare il grado di coinvolgimento degli organi riproduttivi nel processo tumorale.

Per una diagnosi più accurata, vengono utilizzate altre procedure:

  • esame proctologico completo;
  • una biopsia seguita da esame istologico del campione al microscopio;
  • ultrasuono
  • tomografia computerizzata;
  • radiografia della cavità addominale;
  • irrigografia per valutare le condizioni dell'intestino crasso;
  • scintigrafia;
  • esami del sangue di laboratorio per antigeni e marker tumorali (questo metodo viene utilizzato sia per la diagnosi primaria che per il monitoraggio dell'efficacia del trattamento);
  • laparoscopia diagnostica.

Trattamento

La localizzazione del carcinoma del colon-retto è tale da consentire a tutti i metodi utilizzati nella pratica oncologica di essere utilizzati nel suo trattamento. La scelta di un particolare metodo o combinazione di questi dipende dalla profondità della posizione e dal grado di germinazione del tumore, dallo stadio del processo e dalle condizioni generali del paziente. In ogni caso, un'operazione chirurgica è giustamente considerata il metodo centrale di trattamento. Ma in una versione isolata, può essere utilizzato solo per piccoli tumori di basso grado dello stadio 1-2. In tutti gli altri casi, viene mostrato un approccio integrato..

Un approccio integrato include:

  • Terapia di contatto e radioterapia a distanza nel periodo pre e post-operatorio;
  • Chirurgia;
  • polichemioterapia.

Caratteristiche e possibilità del trattamento chirurgico

La scelta di un tipo specifico di operazione viene effettuata in base all'altezza del sito del tumore.

Le tattiche chirurgiche possono essere le seguenti:

  1. Qualsiasi forma di cancro all'altezza dell'ostruzione intestinale comporta la rimozione di una transversostomia di scarico. Dopo la stabilizzazione delle condizioni del paziente, viene eseguita un'operazione di rimozione del tumore radicale;
  2. Cancro alla flessione rettosigmoide. Una resezione ostruttiva del retto viene eseguita con la rimozione di un ano innaturale sotto forma di un sigmoide piatto. La procedura è meglio conosciuta come "operazione di Hartmann";
  3. Cancro della regione ampollare superiore, a volte medio-ampollare. È indicata una resezione rettale anteriore con dissezione dei linfonodi e rimozione della fibra pelvica. La continuità intestinale viene ripristinata attraverso l'anastomosi primaria. Talvolta si sovrappone la transversostomia preventiva di scarico;
  4. Cancro della parte centrale e inferiore dell'ampullarongo del retto. Viene eseguita l'estirpazione anale peritoneale del retto. In questo caso, viene rimosso quasi l'intero retto con il tumore, rimane solo l'apparato sfintere. Riducendo il colon sigmoideo e fissandolo alla polpa anale, viene ripristinata la possibilità di defecazione naturale;
  5. Tumore della regione anorettale ed eventuali tumori con danno sfinterico. Viene eseguita l'estirpazione peritoneale-perineale del retto (operazione Kenyu-Miles). In questo caso, l'intero retto con un apparato di chiusura e linfonodi viene rimosso. Un ano innaturale con cui il paziente rimane per tutta la vita.

Chemioterapia per il cancro del colon-retto

Un posto importante nella prevenzione della ricaduta del carcinoma del colon-retto è la chemioterapia. Questo metodo di trattamento prevede l'infusione endovenosa di combinazioni di diversi farmaci chemioterapici antitumorali a cui le cellule tumorali del tumore del colon-retto sono sensibili. Tra questi farmaci: 5-fluorouracile, oxaliplatino, leucovorin. La chemioterapia con questi agenti è indicata come unico trattamento quando il tumore non può essere rimosso o in combinazione con un trattamento chirurgico. Se al momento dell'intervento sono state determinate più metastasi nei linfonodi o singole lesioni metastatiche nel fegato, la chemioterapia per il cancro del retto viene eseguita in cicli periodici per un lungo periodo di tempo.

Dieta

Una corretta alimentazione per il cancro del colon-retto richiede una maggiore attenzione. La dieta dovrebbe essere sufficientemente nutriente ed equilibrata in termini qualitativi e quantitativi e non causare irritazione intestinale.

La dieta dopo l'intervento chirurgico all'inizio dovrebbe essere il più delicata possibile, non causare diarrea e gonfiore. Cominciano a mangiare dopo la resezione con brodo di riso, brodo magro, gelatina di bacche senza frutta. Sono ammessi alcuni giorni:

  • Zuppe mucose (questo è un brodo di cereali filtrato).
  • Porridge liquido e ben pulito cotto in acqua. La preferenza è data ai cereali non grossolani di riso, farina d'avena, grano saraceno.
  • Crema (solo in piatti fino a 50 ml).
  • Brodi di semola.
  • Frittata di uova alla coque e proteine.
  • Poco dopo vengono introdotti il ​​purè di pesce e carne.

Osservazione dopo la remissione

Per non perdere il ri-sviluppo della malattia, il paziente deve essere regolarmente monitorato da un oncologo. Attualmente, sono consigliate le seguenti visite:

  • I primi 2 anni dopo la remissione - almeno 1 volta in 6 mesi (consigliato 1 volta in 3 mesi);
  • Dopo 3-5 anni - 1 volta in 6-12 mesi;
  • Dopo 5 anni - ogni anno.

Va ricordato che se un paziente ha lamentele, un esame da un oncologo è programmato non programmato al più presto possibile..

Prevenzione

  1. Alcune malattie del retto danno ragione all'ulteriore sviluppo di un tumore canceroso. Ecco perché non dovresti ritardare il trattamento: emorroidi, fistole, ragadi anali, ecc..
  2. Prevenire la costipazione e consultare un medico se si verificano frequentemente.
  3. Mangia meno carne rossa e cibo spazzatura. Prova a mangiare più alimenti vegetali.
  4. Cerca di smettere di fumare e fumare, oltre che dall'esposizione a sostanze chimiche.
  5. Cerca di muoverti di più e condurre uno stile di vita attivo.
  6. Assicurati di sottoporsi a un controllo con un medico una volta all'anno e fai un esame del sangue generale e biochimico.

Prognosi per il cancro del colon-retto

Fattori che influenzano la prognosi delle neoplasie maligne del retto:

  • stadio della malattia;
  • struttura delle cellule tumorali;
  • il grado di differenziazione delle cellule tumorali (indifferenziato meno favorevole - vedi sopra);
  • la presenza di metastasi nei linfonodi;
  • tipo di trattamento.

Se l'operazione è stata eseguita per rimuovere il tumore senza metastasi, il 70% dei pazienti operati sopravvive per 5 anni. In presenza di metastasi nei linfonodi del retto, nella regione inguinale e ileale, questa cifra è ridotta al 40%.

Quanti vivono con lui? Dipendenza del numero di pazienti che sopravvivono per 5 anni dallo stadio del processo tumorale:

  • Stadio I - 80%;
  • II stadio - 75%;
  • Stadio IIIA - 50%;
  • Stadio IIIB - 40%.

Tuttavia, va ricordato che si tratta di valori medi. Ogni caso di cancro è individuale e l'aspettativa di vita del paziente è determinata da molti fattori, tra cui lo stato del suo corpo e l'atteggiamento psicologico.

Il cancro del colon-retto è una malattia pericolosa che può manifestarsi leggermente nelle fasi iniziali. Il successo del suo trattamento dipende principalmente dalla vigilanza oncologica dei pazienti e dalla diagnosi precoce. Mentre il tumore non si è diffuso in tutto il corpo, c'è una maggiore possibilità di liberarsene per sempre. Nella fase IV, quando si osservano focolai di crescita tumorale in diversi organi, tutti gli sforzi sono volti ad aumentare l'aspettativa di vita del paziente e migliorarne la qualità.

Natasha

Grazie per le informazioni generalmente accessibili alla comprensione e alla conoscenza del lettore. Mia madre è malata, la diagnosi di cancro del colon-retto, in un ospedale ambulatoriale, mentre era sotto esame, il paziente si trovava di fronte a una scelta - chirurgia o rifiuto, non hanno sentito una chiara spiegazione dal medico chirurgo, fatta eccezione per la diagnosi di scarsi test. Nel tuo articolo tutte le risposte alle domande del paziente e dei suoi parenti sono correttamente e chiaramente riflesse, grazie.

Sintomi del cancro precoce

Un tumore maligno, o cancro del retto, è una formazione dannosa di cellule epiteliali della mucosa di una o più sezioni del retto, ha tutti i segni di atipismo cellulare e malignità.

Tale neoplasia si manifesta nelle proprietà di un tumore maligno, vale a dire: rapida crescita infiltrativa con penetrazione nei tessuti di accompagnamento, possibilità di metastasi, frequenti recidive dopo il trattamento.

Gli oncologi si combinano in un gruppo di tumore del colon-retto con una lesione del colon, tutto ciò si riferisce all'oncologia del colon-retto.

Cause del cancro colorettale

Le cause del cancro del colon-retto non sono completamente note. Ma la possibilità di sviluppare un tumore nel retto aumenta con una serie di problemi di salute..

Squilibrio immunitario

In questo caso, le cellule della sorveglianza immunitaria, che sono responsabili dell'eliminazione dei tessuti con portatori di atipismo cellulare, non sono in grado di fornire protezione antitumorale..

Pertanto, le cellule dell'epitelio del retto sono inferiori, sebbene si formino costantemente durante il rinnovamento della mucosa, passano inosservate. Di conseguenza, c'è un'ulteriore diffusione sotto forma di tumore. Una manifestazione simile del cancro del colon-retto nella maggior parte dei casi è combinata con altri fattori..

La presenza di agenti cancerogeni

Questi includono sostanze chimiche, radiazioni ionizzanti, cibi dannosi (la dieta è prevalentemente fast food, piatti a base di carne, grassi animali e colesterolo), virus oncogenici.

Queste sostanze sono progettate in modo tale che ogni sostanza cancerogena causi direttamente uno squilibrio nel materiale genetico delle cellule della mucosa rettale o influisca indirettamente attraverso la manifestazione di prodotti tossici di ossidazione lipidica (perossido).

Il DNA danneggiato nelle cellule del locus p53 del gene che innesca l'apoptosi (morte automatica delle cellule tumorali) si moltiplica come un tumore e diventa immortale.

Genetica

La storia dell'ereditarietà gravata è una delle ragioni principali per la manifestazione dello sviluppo di questa malattia secondo l'oncologia del colon-retto secondo l'oncologia del colon-retto..

Condizioni precancerose della mucosa del canale anale e passaggio diretto dell'intestino. Le cause del cancro del colon-retto includono patologie della zona anorettale:

  • paraproctitis,
  • emorroidi,
  • fistole rettali,
  • ragade cronica anale,
  • proctosigmoidite cronica e proctite e colite ulcerosa.

In questo caso, l'inizio della crescita del tumore comporta una violazione del normale processo di divisione cellulare, che è causato da un danno..

polipi

Grandi singoli polipi o poliposi del retto e del colon, carcinoma del retto. Le escrescenze benigne esistenti della mucosa sotto forma di ispessimenti sono accompagnate da una crescita continua. Vi è un aumentato rischio di malignità dei polipi con successiva trasformazione in cancro

Sintomi del cancro del colon-retto

Ci sono molti segni di cancro colorettale progressivo, ma non sono specifici..

I sintomi del cancro del colon-retto nelle prime fasi includono:

  • Debolezza e affaticamento (lo sviluppo di una neoplasia porta a carenza di ferro, anemia, che fa sentire una persona letargica o stanca).
  • Respiro frequente.
  • Cambiamenti intestinali.
  • L'ostruzione intestinale è causata mentre il flusso sanguigno è disturbato a causa delle dimensioni del tumore. Sensazione che la devastazione del corpo non sia finita.
  • Tali sintomi possono portare a nausea e quindi a vomito..

Sintomi del cancro del colon-retto negli ultimi stadi:

  • La frequenza delle feci è cambiata. Coaguli avvolgenti di sangue rosso molto scuro o luminoso sono visibili nelle feci..
  • Crampi addominali, dolore frequente, gonfiore, disagio.
  • Cambiando la diarrea in costipazione.
  • Perdita di appetito per la perdita di peso.
  • Malessere generale.
  • Sanguinamento del colon-retto durante il vomito.

Stadio del cancro colorettale

La classificazione del carcinoma del colon-retto dipende da sintomi simili:

  1. Dimensione della neoplasia;
  2. Diffusione della neoplasia in relazione al lume e alla parete intestinale;
  3. Coinvolgimento di organi adiacenti nel processo tumorale;
  4. La presenza di metastasi nei linfonodi;
  5. La presenza in organi distanti di metastasi.

Segni simili di cancro del colon-retto coincidono con la classificazione del TNM.

Il palcoscenico parla solo di una combinazione di diversi gradi di indici per ciascuna delle abbreviazioni.

L'assegnazione dello stadio del cancro è sempre intrecciata con le procedure mediche necessarie..

Il primo stadio del cancro del colon-retto

Se la neoplasia al primo stadio è piccola, mobile, occupa un'area chiaramente definita nella mucosa. Non penetra nella profondità dello strato sottomucoso in base al grado di distribuzione. Le metastasi a distanza e regionali nel carcinoma del colon-retto non sono determinate.

Tumore del colon-retto secondo stadio

Uno stadio simile viene determinato se una neoplasia tumorale si estende a un'area dalla metà della circonferenza della mucosa, ma si trova rigorosamente all'interno delle pareti del lume intestinale.

Non vi è alcuna lesione metastatica. Anche il secondo stadio del tumore ha una potenziale differenza; le metastasi sono già presenti nei linfonodi regionali (perienterici). La neoplasia primaria è piuttosto grande.

Terzo stadio

La neoplasia occupa più del 50% della circonferenza dell'organo. La profondità della diffusione è caratterizzata nel processo del tumore dal coinvolgimento dell'intera parete del retto e della fibra peri-rettale.

Nei linfonodi del primo tipo, vengono registrate singole metastasi. La profondità e le dimensioni della diffusione della neoplasia sono qualsiasi. I casi di diffusione delle metastasi negli organi vicini non sono rari..

Quarto stadio del cancro colorettale

È rappresentato da una neoplasia di qualsiasi dimensione con metastasi distanti in presenza di linfonodi negli organi interni o da una neoplasia in decomposizione con la distruzione dell'organo e attraverso i tessuti circostanti dalla germinazione del pavimento pelvico con concomitanti metastasi regionali.

Diagnostica oncologica

La diagnosi di un tumore del retto viene sempre effettuata tenendo conto dei sintomi, include:

  • Conferma della presenza di un tumore nel retto;
  • Esame del dito rettale;
  • Sigmoidoscopia. Con lesioni basse localizzate informative;
  • Fibrocolonoscopy Con il cancro, il rectosigma è più appropriato;
  • Irrigoscopy
  • Esame della presenza di marcatori del cancro del colon-retto nel sangue.

Determinazione della prevalenza del tumore e delle metastasi:

  • Esame transaddominale ad ultrasuoni del bacino e della cavità addominale;
  • Esame radiografico del torace;
  • Esame ecografico transrettale della posizione dell'anca;
  • Imaging a risonanza magnetica o tomografia computerizzata.

Esame del tipo istologico di tumore. Raggiunto durante un esame endoscopico solo mediante biopsia con lo studio al microscopio di un farmaco derivante da una biopsia.

Altri studi. Tale diagnostica del carcinoma del colon-retto include esami del sangue biochimici e generali, ECG, gastroscopia, determinazione della coagulazione del sangue e altri dati che saranno richiesti nella preparazione dei metodi di trattamento.

Metastasi da carcinoma del colon-retto

I tumori oncologici del retto con un maggiore grado di differenziazione cellulare sono i più soggetti a metastasi..

Anche con dimensioni ridotte, la presenza di focolai metastatici a distanza non è esclusa.

Le metastasi in questo caso si svolgono negli organi:

  1. Linfonodi regionali, pelvici e retroperitoneali;
  2. Il fegato;
  3. Pleura e polmoni;
  4. Organi cavi del peritoneo e della cavità addominale;
  5. Il cervello;
  6. Ossa piatte e colonna vertebrale.

Nel 95% dei pazienti, le metastasi primarie distanti iniziano a diffondersi nel fegato.

In questo caso, il corpo diventa più denso e aumenta di dimensioni, che si manifesta con pesantezza nell'ipocondrio giusto e disagio.

A seconda della crescita e dell'aspetto di grandi metastasi, il tessuto epatico viene gradualmente sostituito da loro, questo porta a una violazione delle capacità funzionali del fegato, l'ittero può iniziare.

La sconfitta del peritoneo è la seconda varietà più comune di metastasi a distanza, chiamata anche carcinomatosi.

Le sue capacità funzionali alterate e l'irritazione di conseguenza portano alla formazione di ascite con l'accumulo di una quantità significativa di liquido ascitico.

Cambiamenti simili si verificano nella cavità pleurica, solo nel caso di metastasi pleuropolmonari.

Trattamento del cancro colorettale

Il trattamento chirurgico è considerato il più efficace in qualsiasi fase..

Ad oggi, vengono eseguiti quattro tipi di operazioni, che dipendono dalle dimensioni e dal focus del tumore.

  1. Resezione intraperitoneale del retto;
  2. Procedura di Hartmann;
  3. Resezione anale addominale del retto;
  4. Estirpazione del retto.

Una resezione intra-addominale di un organo è la rimozione di un colon affetto da un tumore, con cuciture delle estremità dell'intestino incrociato.

Ulteriori cuciture dall'estremità vengono eseguite sia manualmente che con l'aiuto di cucitrici professionali, necessario in caso di deterioramento.

Quindi lo specialista mostra la fine dell'intestino sulla parete addominale anteriore - colostomia.

Nel caso dell'operazione di Hartmann, il tumore viene rimosso, la "parte superiore" viene visualizzata sotto forma di colostomia e la fine dell'intestino è "inferiore" - viene suturata.

Questa operazione viene eseguita quando vi è un aumentato rischio di cucitura delle estremità dell'intestino. Successivamente, la colostomia può essere rimossa durante la seconda operazione..

Nel processo di resezione addominale-anale, l'intestino interessato dal tumore viene rimosso e l'estremità "superiore" dell'intestino si estende nella parte "inferiore", ci vuole tempo prima che le estremità crescano insieme, quindi viene tagliato l'eccesso dell'intestino allungato nell'ano.

Il retto viene completamente eliminato durante l'estirpazione insieme all'ano, quindi si forma una colostomia. È impossibile eliminare una colostomia dopo un'operazione simile.

Il metodo di trattamento viene utilizzato quando il tumore è troppo vicino all'ano, quando non c'è una parete intestinale sana sotto il tumore.

In una struttura medica, ogni paziente deve essere dotato di speciali sacchetti monouso per colostomia.

Radioterapia

La radioterapia per il tumore del colon-retto insieme alla chemioterapia o di per sé è ampiamente usata per trattare l'oncologia prima o dopo l'intervento chirurgico.

Un tale metodo non è in grado di sostituire la chirurgia (alcune forme di cancro del canale anale possono fare un'eccezione).

La radioterapia del carcinoma del colon-retto prima dell'intervento viene utilizzata se è in grado di ridurre il tumore per facilitare la sua rimozione, efficace anche per evitare la colostomia.

La conduzione dopo l'intervento chirurgico migliora i risultati del trattamento a causa della riduzione del rischio di una nuova neoplasia (recidiva) nel sito di rimozione.

Chemioterapia per il cancro del colon-retto

La chemioterapia, come per qualsiasi tipo di tumore, viene utilizzata per manipolare le metastasi, in questo caso, il cancro del colon-retto, oltre che profilatticamente..

L'uso di tali procedure garantisce l'aspettativa di vita di una persona con metastasi tumorali, migliorandone la qualità.

Ma per il corpo stesso, la chemioterapia è uno shock importante, poiché colpisce il sistema immunitario.

Nausea, mal di testa, febbre, perdita di capelli. Una persona può perdere conoscenza.

Prevenzione

Prevenire il cancro al colon è abbastanza difficile. Non tutti possono influenzare le cause del cancro..

L'individuazione o la manifestazione tardiva della malattia stessa è associata all'abbandono delle persone.

I sintomi sono quasi gli stessi per le patologie del tratto gastrointestinale.

La gastrite o l'ulcera gastrica, che rimangono senza trattamento, possono svilupparsi in una malattia tumorale:

  • Controllo tempestivo della presenza di malattie del canale anale e del retto (ragadi, emorroidi, fistole, ecc.), Nonché trattamento della condotta;
  • In caso di costipazione, consultare immediatamente uno specialista;
  • Rifiuta l'uso di cibi ad alto contenuto calorico e spazzatura, che è arricchito con fibre, grassi animali;
  • Ridurre al minimo il contatto con sostanze chimiche pericolose;
  • Effettuare regolarmente esami preventivi;
  • Smetti di fumare e alcol.

Prognosi per il cancro del colon-retto

Vengono fornite previsioni su un tumore del retto, dopo il trattamento non c'è sempre una possibilità di recupero:

  1. Le malattie oncologiche dell'ampolla inferiore del retto e del canale anale hanno prognosi deludenti anche nelle prime due fasi, poiché spesso si ripresentano e richiedono un'operazione disabilitante. In tal caso, i pazienti sono costretti a usare sacche per colostomia per tutta la vita;
  2. I tumori di basso grado hanno sempre avuto prognosi più favorevoli rispetto ai tumori con un maggiore grado di differenziazione delle cellule tumorali;
  3. La previsione per la vita e il recupero è gravata dalla vecchiaia, dalle violazioni delle condizioni generali di una persona e dalle malattie concomitanti. Tali fattori non solo limitano la capacità di eseguire la chirurgia radicale, ma aumentano anche la progressione del processo del cancro;
  4. Nelle prime due fasi del cancro, la sopravvivenza dopo l'intervento chirurgico è compresa tra il 60% e l'85%;
  5. La terza fase ha le sue sfumature, poiché le persone con una salute relativamente buona sopravvivono dopo che è stata stabilita una diagnosi per 5 anni, a condizione che venga raggiunto un trattamento radicale qualitativo del 30%;
  6. Le previsioni per la vita sono deludenti nell'ultima fase. Entro 6-8 mesi, quasi tutti i pazienti muoiono.

Cancro colorettale: segni e sintomi

Cos'è il cancro del retto?

Il cancro del colon-retto è una malattia in cui si formano le cellule tumorali nel colon rettale.

Gli adenocarcinomi rappresentano la stragrande maggioranza (98%) dei casi di neoplasie rettali. I tipi più rari di cancro in questa parte dell'intestino comprendono il linfoma (1,3%), i tumori carcinoidi (0,4%) e il sarcoma (0,3%).

Il carcinoma del colon-retto è considerato il secondo tumore del colon (28%) più comune dopo il carcinoma del colon prossimale (42%)

Il cancro del colon-retto, come uno dei principali problemi di salute pubblica, rimane il terzo tumore più comune negli uomini e il secondo nelle donne. È stato anche riferito che è la terza principale causa di morte per cancro negli uomini e nelle donne in Europa.

Cause del cancro colorettale

Non è noto esattamente il motivo per cui si verifica il cancro del retto: le cause di questa malattia non sono state ancora stabilite.

Ma, a quanto pare, questa malattia ha un'origine multifattoriale e comprende fattori ambientali e una componente genetica. La dieta può svolgere un ruolo significativo, in particolare una dieta ricca di grassi..

Circa il 75% dei casi di adenocarcinoma rettale si sviluppa nelle persone senza specifici fattori di rischio. Il restante 25% dei casi si verifica in persone con significativi fattori di rischio - molto spesso, si tratta di una predisposizione ereditaria o della presenza di polipi iperplastici, che sono presenti nel 15-20% di tutti i casi. Altri fattori di rischio significativi sono alcune predisposizioni genetiche, come la poliposi adenomatosa familiare (1%) e la malattia infiammatoria intestinale (1% di tutti i casi).

Il rischio di oncologia rettale è particolarmente elevato negli uomini in sovrappeso e obesi e, paradossalmente, nelle donne magre. Il rischio è stato anche paradossalmente aumentato negli uomini e nelle donne che non bevono alcolici.

Dieta

Una dieta ricca di grassi e povera di fibre può contribuire al cancro del colon-retto. In particolare, le persone che mangiano cibi ricchi di grassi animali saturi e oli vegetali saturi (come mais, cartamo) hanno una maggiore incidenza di adenocarcinomi colorettali..

Il meccanismo con cui queste sostanze sono associate allo sviluppo del cancro del colon non è noto. Le diete a lungo termine ricche di carne rossa o carni trasformate sembrano aumentare il rischio di cancro al colon.

Tabacco

Il fumo, soprattutto quando inizia in giovane età, aumenta il rischio di sviluppare adenocarcinoma colorettale. I possibili meccanismi per lo sviluppo del tumore comprendono la produzione di ammine aromatiche policicliche tossiche e l'induzione di meccanismi angiogenici dovuti al fumo di tabacco.

Gli studi hanno dimostrato che il fumo è anche associato ad un aumento della mortalità dopo la diagnosi di carcinoma del colon-retto, in particolare tra i pazienti con concomitante elevata instabilità dei microsatelliti..

colecistectomia

Dopo la colecistectomia, gli acidi biliari scorrono liberamente, aumentando l'effetto dell'effetto decomposto dei batteri intestinali. Questa esposizione costante aumenta la percentuale di sottoprodotti cancerogeni degli acidi biliari..

Fattori ereditari

Il rischio relativo di cancro del colon-retto aumenta nei parenti di primo grado dei pazienti affetti. Per i posteri, il rischio relativo aumenta di 2,42 volte. Quando è interessato più di un membro della famiglia, il rischio relativo aumenta a 4,25 volte. E se al momento della diagnosi il familiare di primo grado aveva meno di 45 anni, il rischio aumenta ancora di più.

Poliposi adenomatosa familiare (SAP)

La FAP è una sindrome ereditaria autosomica dominante che porta allo sviluppo di oltre 100 polipi adenomatosi e varie manifestazioni al di fuori dell'intestino. Il difetto è nel gene APC. Il processo della malattia provoca la formazione di centinaia di polipi intestinali. Individualmente, questi polipi non sono più suscettibili alla trasformazione maligna dei polipi nella popolazione generale. Un aumento del numero di polipi, tuttavia, predispone i pazienti a un rischio maggiore. Se non trattato, il cancro colorettale si sviluppa in quasi il 100% di questi pazienti entro i 40 anni..

Malattia infiammatoria intestinale (colite)

Il rischio aumenta con la durata della malattia. Dopo 10 anni, l'incidenza del carcinoma del colon-retto con colite ulcerosa (UC) è di circa l'1% all'anno. I pazienti devono essere valutati per i cambiamenti displastici usando una colonscopia annuale. La displasia è una malattia precancerosa e, quando è presente, il rischio di adenocarcinoma è del 30%.

L'incidenza del carcinoma del colon-retto nei pazienti con morbo di Crohn è 4-20 volte superiore rispetto alla popolazione generale. Un tumore maligno si verifica in pazienti con una malattia di almeno 10 anni. L'età media nella diagnosi di oncologia, 46-55 anni, è più giovane che nelle persone sane.

Segni di cancro colorettale

Il sanguinamento è il sintomo più comune di tumore del retto riscontrato nel 60% dei pazienti..

Ma il sanguinamento è spesso associato ad altre cause (ad esempio, emorroidi o crepe nella mucosa rettale). Pertanto, è impossibile considerare il sanguinamento come un segno caratteristico del cancro del colon-retto. In una condizione come l'oncologia del retto, i sintomi sono generalmente non specifici.

Il sanguinamento pesante con lo sviluppo di anemia è raro. Di solito si tratta di una piccola quantità di feci presenti nel sangue rosso o nero. Il sanguinamento può essere accompagnato da muco..

A volte il sanguinamento viene rilevato solo utilizzando l'analisi delle feci di sangue occulto (FOBT) nel 26% di tutti i casi. Il dolore addominale è presente nel 20% dei casi. L'ostruzione parziale del colon può causare crampi addominali e gonfiore.

Cambiamenti nella funzione intestinale sono stati osservati nel 43% dei pazienti. In alcuni casi, questi cambiamenti non sono evidenti, poiché la capacità del serbatoio rettale può mascherare la presenza di piccole lesioni.

Il mal di schiena è di solito un sintomo tardivo causato da un tumore che attira o stringe i tronchi nervosi. I sintomi urinari possono anche verificarsi se un tumore invade o comprime la vescica o la prostata..

Sintomi del cancro del colon-retto in diverse fasi

Sintomi iniziali della malattia

In una fase iniziale di una patologia come il cancro del colon-retto, possono essere assenti sintomi e segni.

Molti casi di questa malattia vengono rilevati accidentalmente durante i test di screening digitali o rettoscopici..

Il primo sintomo è la comparsa di sangue nelle feci. Può essere sia fresco (con un tumore situato nella parte inferiore del retto) sia nero (con un tumore del retto superiore).

Man mano che il tumore cresce, possono comparire gradualmente problemi con i movimenti intestinali. Ma nelle prime fasi non sono anche specifici, ed è difficile sospettare la presenza di un processo maligno dalla loro presenza..

Sintomi in fase avanzata

Nelle fasi successive della malattia, sintomi come

  • tenesmo;
  • evacuazione incompleta di una sedia;
  • riduzione del calibro delle feci;
  • dolore pelvico e rettale.

L'ematochesia (sangue rosso fresco nelle feci) e un cambiamento nella funzione intestinale sono più comuni con un tumore rettale sul lato sinistro. L'anemia sideropenica di origine non riconosciuta è più caratteristica di un tumore del lato destro. Il dolore addominale può verificarsi con entrambi i tumori sinistro e destro. Questo può essere un sintomo di ostruzione parziale, diffusione peritoneale del tumore, perforazione intestinale o persino peritonite. I pazienti affetti da carcinoma del colon-retto metastatico presenteranno anche sintomi clinici correlati alla localizzazione delle loro metastasi..

A causa del deflusso venoso della parte superiore del retto nel sistema portale, il fegato diventa il sito più comune di metastasi ematogene, seguito da polmoni e ossa. Tuttavia, il deflusso di sangue nel retto distale va nella vena rettale inferiore (e quindi nella vena cava inferiore), che può portare a metastasi polmonari primarie.

In casi avanzati, i tumori del retto possono anche portare a ostruzione intestinale, sanguinamento gastrointestinale acuto o peritonite dopo perforazione nella cavità addominale.

Anche nelle ultime fasi del tumore del colon-retto si trovano:

  • formazione di fistole negli organi vicini (come la vescica);
  • febbre di origine sconosciuta;
  • ascessi (dovuti a carcinoma perforato localizzato);
  • batteriemia o sepsi (dovuta a Streptococcus bovis o Clostridium septicum).

Tipi, classificazione

Esistono tre tipi di adenocarcinoma rettale che differiscono nelle loro vie di sviluppo..

  1. Tumore che si sviluppa sullo sfondo della poliposi adenomatosa intestinale (APC). Il suo percorso di sviluppo include diverse mutazioni genetiche, a partire dall'inattivazione del gene APC, che porta alla moltiplicazione cellulare incontrollata. Con un aumento della divisione cellulare, si verificano ulteriori mutazioni, che portano all'attivazione dell'oncogeno KRAS nelle fasi iniziali e alle mutazioni p53 nelle fasi successive. Queste successive mutazioni prevengono l'apoptosi e prolungano la vita della cellula all'infinito. Se la mutazione APC viene ereditata, questo porta alla sindrome da poliposi adenomatosa familiare.
  2. Tumore del colon-retto ereditario non-poliposi (HNPCC). Questa via cancerogena è associata a una mutazione nei geni di riparazione del disadattamento del DNA. Molti di questi geni di riparazione non corrispondenti sono stati identificati, tra cui hMLH1, hMSH2, hPMS1, hPMS2 e hMSH6. La mutazione nei geni di riparazione non corrispondenti influisce negativamente sulla riparazione del DNA. Questo errore di replica si riscontra in circa il 90% dei casi di HNPCC e nel 15% dei casi di carcinoma del colon sporadico.
  3. Adenocarcinoma, sviluppato a causa della displasia della colite ulcerosa. L'infiammazione cronica, come la colite ulcerosa, può portare a cambiamenti genetici, che portano quindi alla displasia e alla formazione di carcinoma. Ma oggi, il meccanismo genetico dettagliato di questo tipo di malignità rimane non rivelato..

Ottieni maggiori informazioni su come il tumore del colon in fase iniziale e tardiva può manifestarsi: scrivici o richiedi una richiamata. Risponderemo a tutte le tue domande.