Come si manifesta e cura il cancro ai testicoli negli uomini?

Melanoma

Il carcinoma del testicolo è un tumore maligno originato dalle cellule epiteliali. La neoplasia si trova principalmente nei giovani. Il carcinoma del testicolo si presta bene alla chemioterapia e all'esposizione alle radiazioni, il che aumenta significativamente le possibilità di un esito favorevole della malattia con tempestiva attenzione medica.

Il carcinoma del testicolo è un tumore maligno originato dalle cellule epiteliali.

Le cause

Secondo le statistiche, il carcinoma del testicolo si verifica principalmente all'età di 20-40 anni. Il picco di incidenza si verifica all'età di 32 anni. Dopo 40 anni, la probabilità di sviluppare la malattia è significativamente ridotta.

Le cause esatte del carcinoma non sono note. Esistono diversi fattori di rischio per lo sviluppo di questa patologia:

  • predisposizione genetica;
  • criptorchidismo;
  • addestramento alle radiazioni;
  • vivere in una zona svantaggiata per l'ambiente.

L'influenza di fattori come: lesioni ai testicoli, interventi strumentali e infertilità non è attualmente dimostrata.

Criptorchidismo: 1 - scroto;
2 - testicolo normale;
3 - testicolo indesiderato

Il criptorchidismo (testicolo indesiderato nello scroto) è considerato uno dei principali fattori di rischio per il cancro ai testicoli. Normalmente, i testicoli dovrebbero scendere nello scroto prima della nascita del bambino o entro due anni dalla sua nascita. I testicoli non possono esistere nello spazio retroperitoneale: una temperatura troppo elevata modifica la struttura dei testicoli e provoca la crescita di un tumore maligno. Per prevenire questo, dopo i 2 anni, i medici suggeriscono un'operazione per abbassare il testicolo nello scroto e alleviare così il ragazzo dal rischio di cancro.

  • Con il criptorchidismo, la probabilità di sviluppare il cancro ai testicoli aumenta di 3-10 volte (secondo varie fonti).
  • Con criptorchidismo unilaterale, un tumore si verifica spesso in un testicolo non sviluppato.
  • Un'operazione per abbassare il testicolo nello scroto riduce il rischio di cancro, ma non elimina completamente questa possibilità.

La predisposizione ereditaria è un'altra causa di cancro ai testicoli. Gli scienziati sono stati in grado di scoprirlo: ci sono alcune sezioni di geni che sono responsabili dell'insorgenza del carcinoma. La presenza di carcinoma del testicolo nel nonno, padre o fratelli è un'occasione per un esame approfondito e un monitoraggio costante delle condizioni dei testicoli.

Classificazione

Per origine, i tumori ovarici sono divisi in diversi gruppi:

  • germinogenico (derivante dall'epitelio seminale);
  • tumori di stroma del cordone genitale;
  • tumori misti.

Nella pratica clinica è importante la separazione delle neoplasie germinogeniche in seminomi e non eminomi. Un tipo di tumore viene rivelato dopo l'esame istologico. Il tipo di tumore determina il tasso di crescita e la probabilità di metastasi a distanza.

Gli oncologi praticanti, nel determinare lo stadio di sviluppo del tumore, usano la classificazione internazionale secondo il sistema TNM. Questo sistema tiene conto delle dimensioni della neoplasia, della presenza di metastasi regionali e distanti. Lo stadio del TNM influenza la scelta del regime terapeutico e determina in gran parte la prognosi della malattia..

Sintomi

Le manifestazioni del cancro ai testicoli includono:

  • la comparsa nello scroto di un tumore palpabile (formazione rotonda, indolore);
  • un aumento delle dimensioni dello scroto (a causa della crescita del tumore);
  • dolore ai testicoli (nelle fasi successive della malattia).

Il cancro ai testicoli si sviluppa da una singola cellula in grado di dividersi in modo incontrollato. Nelle fasi iniziali, il tumore è invisibile e non viene rilevato con metodi noti. Dal momento della nucleazione della prima cellula atipica fino alla comparsa della formazione volumetrica, passano circa 5-7 anni. In futuro, il tumore inizia a crescere rapidamente, aumentando di dimensioni di 2-3 volte ogni 2-3 mesi. Ci sono casi in cui il carcinoma testicolare ha raggiunto dimensioni molto grandi, ha interferito con la deambulazione e ha causato un notevole disagio per la sua mera esistenza.

Se si verifica almeno uno dei sintomi, consultare immediatamente un medico!

Il carcinoma del testicolo è un tumore aggressivo con rapida crescita e comparsa di metastasi a distanza. Con metastasi, le cellule di carcinoma si diffondono con sangue e linfa ad altri organi. Le metastasi si trovano più spesso nei linfonodi e nei polmoni retroperitoneali..

Sintomi associati alle metastasi del cancro ai testicoli:

  • respiro corto, tosse e respiro corto (con danno polmonare);
  • gonfiore degli arti inferiori (a causa della compressione della vena cava inferiore);
  • dolore nella regione lombare (a causa di un aumento dei linfonodi retroperitoneali);
  • colica renale (dovuta alla compressione dell'uretere);
  • danno renale e sviluppo di insufficienza renale;
  • ostruzione intestinale (dovuta alla compressione intestinale da parte dei linfonodi alterati).

La comparsa di metastasi indica una prevalenza significativa di cancro e richiede un approccio speciale al trattamento della malattia..

Diagnostica

I seguenti metodi vengono utilizzati per rilevare il cancro ai testicoli:

Ispezione di un urologo o oncologo

All'esame, il medico valuta le condizioni della pelle, attira l'attenzione sulle dimensioni dello scroto e palpa i testicoli. Necessariamente determinato dalla posizione e dalle dimensioni del tumore, dalla sua relazione con l'epididimo, il cordone spermatico e il grasso sottocutaneo. I linfonodi disponibili nell'area inguinale sono palpati. Secondo i risultati dell'esame iniziale, il medico può identificare un tumore o suggerire la presenza di altre malattie simili (idropisia del testicolo, ematoma, ernia inguinale, epididimite, ecc.).

Qualsiasi formazione di tumore o nodulo nei testicoli è un'indicazione per l'ecografia. Durante l'ecografia, il medico può rilevare un tumore o distinguerlo da altre malattie in quest'area.

La risonanza magnetica può determinare in modo affidabile se un tumore è un'oncologia

Radiologia

L'esame a raggi X dei polmoni aiuta a identificare metastasi a distanza. Secondo le indicazioni, viene eseguita la tomografia computerizzata degli organi del torace e dello spazio retroperitoneale..

Analisi dei marker tumorali

Con il cancro ai testicoli, le seguenti sostanze si trovano nel sangue:

  • AFP (alfa-fetoproteina);
  • b-hCG (subunità b della gonadotropina corionica umana);
  • LDH (lattato deidrogenasi).

Tutte queste sostanze sono comunemente chiamate marker tumorali (marker tumorali). Normalmente, non vengono rilevati nel sangue o rilevati a basse concentrazioni. Il superamento della soglia stabilita parla a favore del cancro ai testicoli. La determinazione dei marker tumorali consente di fare una diagnosi, valutare lo stadio del processo patologico, determinare le tattiche di trattamento e suggerire una prognosi della malattia. Il monitoraggio regolare dei marcatori tumorali aiuta anche a rilevare la ricaduta del cancro nel tempo..

Metodi di trattamento

Il trattamento del cancro ai testicoli inizia sempre con la rimozione del tumore. Ulteriori tattiche dipenderanno dallo stadio del processo, dalla presenza di metastasi e dalla patologia associata..

Chirurgia

L'orchifuniculectomia - un'operazione per rimuovere il testicolo insieme al cordone spermatico - viene eseguita in anestesia generale. Non ritardare la procedura. Prima viene rimosso il tumore, maggiore è la possibilità di un risultato favorevole.

La tecnica dell'operazione dipende dalle dimensioni del tumore. Durante la procedura, vi è un'alta probabilità che le cellule tumorali vengano gettate nel flusso sanguigno e metastatizzate agli organi interni. Per evitare che ciò accada, il chirurgo fascia i vasi sanguigni che alimentano il testicolo e quindi previene la diffusione di cellule alterate. Il tumore viene rimosso, dopo di che il materiale viene inviato per un esame istologico urgente al laboratorio. Il risultato dello studio sarà pronto dopo 15-30 minuti. Se la diagnosi di cancro è confermata, l'operazione si espande fino alla completa rimozione del testicolo insieme al cordone spermatico. Con un tumore benigno, può essere eliminato nei tessuti sani..

Non ritardare l'operazione: il cancro ai testicoli nelle fasi successive comporta la loro rimozione

Il carcinoma del testicolo nelle fasi successive con una lesione dei linfonodi retroperitoneali suggerisce la loro rimozione. Dopo l'escissione dei linfonodi, molti uomini sviluppano una complicazione specifica: l'assenza di eiaculazione durante il normale rapporto sessuale (rapporto a secco). In questa situazione, un uomo non sarà in grado di avere figli. A causa dell'elevato rischio di tali complicanze, molte cliniche offrono crioconservazione del liquido seminale prima dell'intervento chirurgico. Lo sperma in scatola può essere successivamente utilizzato per l'inseminazione artificiale.

Radioterapia

L'esposizione alle radiazioni è indicata per i tumori seminomici del testicolo. Questa forma della malattia è sensibile alla radioterapia. Le neoplasie non seminomiche sono difficili da irradiare. La procedura viene eseguita sia prima dell'operazione che dopo la rimozione del testicolo. L'area di esposizione e la durata del corso di terapia sono determinate dal medico individualmente per ciascun paziente.

Chemioterapia

L'uso di potenti farmaci è indicato con la comparsa di metastasi a distanza. I farmaci usati inibiscono la crescita delle cellule tumorali e contribuiscono al recupero. Il dosaggio dei farmaci e la durata del corso sono determinati in base allo stadio della malattia.

La prognosi del carcinoma testicolare dipende dal tipo di tumore e dallo stadio del processo patologico. Con danno testicolare unilaterale, assenza di metastasi a distanza e basso livello di marker tumorali, la prognosi è abbastanza favorevole. Con un trattamento tempestivo, il tasso di sopravvivenza a cinque anni dei pazienti con carcinoma del testicolo è fino al 90%.

Prevenzione

Non è stata sviluppata la profilassi specifica del carcinoma testicolare. Non conoscendo la causa esatta della malattia, è difficile prendere qualsiasi misura per prevenirla. La prevenzione non specifica si riduce alle seguenti raccomandazioni:

  1. Autoesame regolare dei testicoli.
  2. Una visita all'urologo almeno 1 volta all'anno (anche con benessere completo e assenza di sintomi della malattia).
  3. Trattamento chirurgico tempestivo del criptorchidismo.

Tutti gli uomini sono invitati a testare regolarmente i loro testicoli. Alla palpazione, si dovrebbe prestare attenzione alle dimensioni, alla densità e alla forma dei testicoli, alla loro simmetria e alle condizioni della pelle rispetto ai genitali. I tumori sono spesso localizzati sulla superficie anteriore o laterale del testicolo. Se compaiono lesioni sospette, consultare un medico..

Sintomi di cancro ai testicoli negli uomini, trattamento, conseguenze

Una malattia oncologica dei testicoli non è comune, ma questo non è un fattore attenuante, perché un uomo che ha scoperto il cancro ai testicoli può bruciare entro 3 anni dalla malattia. Per questo motivo, vale la pena trattare la propria salute con la piena responsabilità ed essere in grado di prevenire la malattia in anticipo. Per fare questo, è necessario conoscere i principali sintomi del cancro ai testicoli negli uomini..

Con cosa abbiamo a che fare?

Il carcinoma del testicolo è un tumore maligno che può formarsi in modo imprevedibile. Questo tumore appare nella ghiandola genitale, in futuro può diffondersi in tutto il corpo. Si sviluppa specificamente in organi come il cervello e il midollo osseo, il fegato e i polmoni. Secondo le statistiche, il più delle volte un tumore maligno dei testicoli si trova negli uomini di età compresa tra 15 e 35 anni. La diagnosi si basa sulla diafanoscopia, l'ecografia dello scroto e la biopsia testicolare. Durante il trattamento del carcinoma testicolare, il paziente viene sottoposto a orchifuniculectomia unilaterale o bilaterale, radioterapia e chemioterapia. La previsione della malattia può dipendere dal suo stadio e dal tipo istologico. I sintomi del cancro ai testicoli negli uomini saranno discussi di seguito..

Tipo di cancro

I tumori ai testicoli sono suddivisi nelle seguenti classi:

  • Il tumore a cellule germinali è formato dal seme di un uomo ed è il più comune.
  • Forme tumorali non germinogeniche da stroma testicolare.
  • Un tumore misto può contenere cellule di entrambi i tipi di cui sopra.

Perché il cancro ai testicoli può svilupparsi negli uomini??

I sintomi (le foto sono visibili nel nostro articolo) hanno questa malattia, ma compaiono solo in fase avanzata. Ma cosa causa la patologia?

È difficile dire cosa possa causare esattamente il cancro ai testicoli, ma ci sono alcuni schemi e fattori nell'aspetto di questa terribile malattia:

  • La maggior parte dei malati sono uomini di alta statura e fisico magro..
  • La presenza del virus dell'immunodeficienza può aumentare il rischio di tumore maligno.
  • Spesso i pazienti con carcinoma testicolare sono persone che appartengono alla razza bianca, mentre l'afroamericano o asiatico medio soffre di tale patologia dieci volte meno.
  • Danno dello scroto.
  • Patologia endocrina.
  • Dopo l'esposizione alle radiazioni.
  • Eredità oncologica.
  • Testicoli congeniti sottosviluppati.
  • Testicolo di torsione.
  • L'oncologia si manifesta spesso nei fumatori dipendenti dalla nicotina..
  • Inoltre, la pubertà può provocare la malattia..

Sintomi del cancro ai testicoli negli uomini

Il cancro ai testicoli è spesso causato dalla compattazione del tessuto genitale, che contribuisce al loro allargamento. Tali processi possono verificarsi sia dolorosamente che indolore. In questo caso, il paziente si lamenta di dolore addominale, scroto e gonfiore testicolare. Possono comparire sintomi come letargia, perdita di peso e temperatura intorno ai 37,5 ° C. Lo scroto inizia a gonfiarsi e può aumentare notevolmente di dimensioni. Il paziente può notare una parziale o totale mancanza di attrazione sessuale per il sesso opposto. I sintomi compaiono anche nelle ghiandole mammarie e il loro allargamento, la crescita dei capelli sulla testa e sul corpo è accelerata. Appaiono tosse e respiro corto.

Con una malattia, il cancro ai testicoli negli uomini, i sintomi (le foto degli organi confermano la presenza di patologia) sono diversi:

  • Si manifesta il consolidamento del tessuto degli organi genitali, che non è sempre accompagnato da dolore.
  • Deformità genitale.
  • Gonfiore ai testicoli.
  • Ci sono dolori nella zona del canale spermatico e nella parte inferiore dell'addome.
  • Si osserva dolore nelle regioni dorsale e toracica..
  • Dispnea.

Questi sono i principali segni di cancro ai testicoli negli uomini..

Cos'altro succede con la malattia?

Può anche svilupparsi sanguinamento della necrosi del tessuto tumorale, nel qual caso il dolore può essere molto evidente e ogni decimo uomo che ha il cancro ai testicoli se ne lamenta. Con l'accumulo di metastasi nei linfonodi della regione addominale, si osserva un forte dolore nella parte bassa della schiena. Se la formazione di tumori inizia a diffondere metastasi nel midollo osseo, anche questo è accompagnato da dolore. In quei casi in cui le masse tumorali si trovano all'esterno dell'organo inizialmente infetto, questo cambia le condizioni del paziente nel suo insieme. Questa condizione è espressa da febbre, affaticamento, mancanza di forza. Questa è la manifestazione del cancro del testicolo giusto negli uomini. I sintomi di ogni persona possono essere diversi..

Alcune formazioni nei tessuti si comportano in modo abbastanza aggressivo. Tali manifestazioni possono essere danni a organi come polmoni, fegato, midollo osseo, cervello, pelle e linfonodi..

Auto-esame

L'uomo stesso è in grado di rilevare il cancro ai testicoli nei suoi primi stadi. Questo può essere fatto con la palpazione ordinaria. Se ha iniziato a sembrare in qualche modo diverso, troppo duro o morbido, gonfio, irregolare, ha cambiato forma o dimensione. La malattia stessa può far provare sensazioni dolorose. Al primo sospetto di questa malattia insidiosa, è necessario contattare uno specialista per una diagnosi. Quando un uomo visita la clinica in tempo con il suo problema, allora è molto più facile da risolvere e se ignori i sintomi sospetti della malattia, il risultato può essere abbastanza deplorevole.

I sintomi del cancro ai testicoli negli uomini che abbiamo esaminato, ci occuperemo delle conseguenze.

Quali potrebbero essere le conseguenze?

Quando gli oncologi si manifestano nelle prime fasi, il paziente ha una grande possibilità di riprendersi completamente dalla malattia senza conseguenze.

Ma, sfortunatamente, secondo le statistiche, la maggior parte degli uomini non contatta immediatamente uno specialista, ma solo dopo un po '. In tali situazioni, le possibilità di successo sono notevolmente ridotte. Al paziente può essere offerto di sottoporsi a una procedura di orchiectomia, cioè di rimuovere il testicolo interessato, nel qual caso gli uomini sviluppano un complesso di inferiorità in se stessi. Esternamente, il problema può essere eliminato senza problemi impiantando la protesi al posto dell'organo che è stato rimosso. La rimozione di entrambi i testicoli è accompagnata da infertilità. Alcuni pazienti possono avere un tumore su un altro testicolo. Con la chemioterapia, possono verificarsi complicazioni, inoltre, provoca nausea, vomito, perdita di capelli. Il trattamento della malattia non deve essere ritardato, poiché tende a progredire rapidamente e si diffonde ad altri organi, questo può portare alla morte. Questo è pericoloso per il cancro ai testicoli negli uomini..

I sintomi, le conseguenze della malattia, ovviamente, fanno paura, ma la diagnosi e il trattamento tempestivi sono di grande importanza per la vita umana..

Diagnosi del carcinoma testicolare

La diagnosi del paziente è una delle fasi più importanti sulla strada del trattamento. Dopo un esame di qualità, il medico può fare una diagnosi accurata e dare parole di separazione alle seguenti azioni. Per determinare il carcinoma del testicolo, il medico prima palpa (palpati) l'area dello scroto, indipendentemente dalla semplicità della procedura, fornisce informazioni sufficienti per intraprendere azioni successive.

La diagnosi consente di esaminare e identificare il tessuto interessato e la palpazione aiuta a scoprire qual è la consistenza e le dimensioni del testicolo, nonché la posizione del sito di diffusione del tumore. La palpazione dovrebbe procedere dal lato sano dell'organo. Un tumore maligno molto spesso ha compattazione e indolore dei tessuti, ma con l'infiammazione dell'organo, può ancora verificarsi dolore. Vale sicuramente la pena esaminare i linfonodi, in cui sono più probabili le metastasi. Sentendo lo stomaco, puoi trovare tumori e, se osservato dalle ghiandole mammarie, ginecomastia.

Esiste anche una diagnosi di laboratorio, che include la fase obbligatoria dell'esame del paziente, poiché l'aumento del contenuto nel sangue di un determinato indicatore può indicare non solo l'attività del tumore, ma anche il suo sviluppo dinamico.

Fasi del sondaggio

  • Raccolta di informazioni e conduzione di un'analisi dei disturbi della malattia (da quanto tempo hanno iniziato ad apparire i dolori, dove in particolare compaiono, pesantezza nello scroto, rilevazione di formazioni nel testicolo, aumento delle dimensioni dello scroto).
  • Analisi dell'anamnesi (come viene tollerata la malattia, chirurgia, se ci sono state lesioni nello scroto).
  • L'oncologia può passare per eredità al paziente (individuazione di una malattia simile nei parenti del paziente).
  • Esame tattile, palpazione dell'addome inferiore.
  • Il passaggio degli ultrasuoni (ultrasuoni) dello scroto ti permetterà di ottenere un quadro visivo dell'organo interno e di analizzare eventuali cambiamenti nel corpo.
  • Radiografia del torace.
  • Biopsia (esame microscopico del tessuto genitale) del testicolo.
  • Esame del sangue per il livello di hCG (beta - hCG, gonadotropina corionica umana).
  • Risonanza magnetica (risonanza magnetica, un modo per ottenere un'immagine diagnostica, è sicuro per il corpo umano).
  • CT (tomografia computerizzata, esame a raggi X, che consente di ottenere un'immagine visualizzandola sullo schermo di un computer).
  • Puoi anche consultare un oncologo.

Come trattare?

Abbiamo esaminato quali sono i sintomi del "cancro ai testicoli" negli uomini. Quanti vivono con esso? Se non trattato, l'aspettativa di vita media va da 1 anno a 3.

L'oncologia testicolare può rispondere bene alla terapia anche quando il tumore ha iniziato a diffondere metastasi. Ma è meglio consultare immediatamente un medico se vengono rilevati sintomi della malattia. Ritardando con un viaggio dal medico, puoi aspettare che qualcosa sia troppo tardi per fare all'appuntamento dell'oncologo. Pertanto, prima si vede un medico, maggiore è la probabilità di successo per un pieno recupero.

Il principale metodo di trattamento è la chirurgia. Il tessuto su cui si diffonde il tumore canceroso viene rimosso. Dopo aver rimosso il testicolo, il paziente viene sottoposto a radioterapia (irradiazione del tumore) o chemioterapia (cura del paziente con il supporto di farmaci antitumorali). Pertanto, è così importante identificare il cancro dell'epididimo negli uomini. I sintomi aiuteranno..

Identificare il cancro

È possibile iniziare la terapia solo dopo aver determinato il tipo di tumore. La forma localizzata è curabile nella maggior parte dei casi. Questo modulo è sensibile alla radioterapia. Dopo un po 'di tempo dopo la chemioterapia, la maggior parte delle formazioni nei tessuti scompare gradualmente in pochi mesi. Se dopo un po 'non ci sono cambiamenti e le metastasi non sono completamente scomparse, è necessario sottoporsi a un ciclo di radioterapia o ricorrere all'intervento chirurgico seguito dalla rimozione dell'organo infetto.

Nei casi in cui il carcinoma testicolare non seminomiale o misto viene diagnosticato negli uomini, possono essere prescritti orchiectomia inguinale radicale e monitoraggio mensile. La chemioterapia è prescritta nei casi in cui le deviazioni sono ancora indicate dopo l'analisi. Di solito, tutto viene bypassato con la procedura di chemioterapia standard, ma se ciò dà un risultato insufficiente, viene applicato un regime di trattamento più intenso e viene eseguito il trapianto di midollo osseo autologo. In tal caso, se viene rilevato un carcinoma nei pazienti dopo una biopsia, verrà prescritta la radioterapia, che darà un effetto del 100% e il recupero del paziente.

Se ci sono segni di cancro ai testicoli negli uomini (i sintomi sono descritti sopra), si raccomanda vivamente il ricovero in ospedale e la supervisione medica. L'automedicazione per tale malattia è vietata e può avere gravi conseguenze..

Quali farmaci possono aiutare a curare il cancro ai testicoli??

Il trattamento con pillole e altri medicinali prescritti dal medico, insieme al passaggio delle procedure porta molti più benefici. Durante la terapia, assumere tali farmaci:

In caso di carcinoma del testicolo, è necessario contattare immediatamente medici quali: oncologo, urologo, chirurgo oncologo, endocrinologo. All'inizio del trattamento, il paziente viene sottoposto a una serie di procedure, le principali delle quali sono la raccolta dei tessuti per successive analisi e palpazione dei testicoli. Se è aumentato di dimensioni e ha un sigillo, allora questo è un segnale di avvertimento. Compattazione e gonfiore nello scroto rendono necessario palpare un altro testicolo e altri linfonodi. Se la palpazione è difficile per una diagnosi più dettagliata, al paziente vengono prescritti ultrasuoni e diafanoscopia.

La diagnosi del paziente può anche essere effettuata durante l'intervento chirurgico. Gli studi morfologici urgenti possono spesso essere combinati con l'orchiectomia inguinale radicale, ma non con una biopsia trasversale. Il passaggio di quest'ultimo non è raccomandato, poiché presenta un alto rischio di diffusione locale.

Conclusione

Ora, avendo a disposizione sufficienti conoscenze, un tumore maligno può essere prevenuto quando si manifestano i primi segni della malattia. Se si verifica almeno una delle sindromi, è necessario consultare immediatamente un medico. Se la malattia viene realmente rilevata, è facile eliminarla nelle fasi iniziali dello sviluppo. La tempestività in questo caso è la chiave per la salute!

L'articolo discute una malattia come il cancro ai testicoli negli uomini. Sono anche descritti sintomi, trattamento, conseguenze..

Cancro ai testicoli - sintomi e trattamento

Che cos'è il cancro ai testicoli? Le cause, la diagnosi e i metodi di trattamento saranno discussi nell'articolo del Dr. Lelyavin KB, un urologo con un'esperienza di 27 anni.

Definizione della malattia. Cause della malattia

Il carcinoma del testicolo è una malattia oncourologica in cui si formano cellule maligne (cancerose) nei tessuti di uno o di entrambi i testicoli. Tra le neoplasie maligne che si verificano negli uomini, rappresenta l'1-2% [2]. Ogni anno, oltre 71.000 nuovi casi di neoplasie testicolari sono registrati in tutto il mondo e 9.500 mila uomini muoiono per questa malattia [8].

Il testicolo non è molto comune, ma è un tumore pericoloso: è caratterizzato da una rapida e rapida diffusione del tumore, il più delle volte nei polmoni e nei linfonodi retroperitoneali. La crescita delle metastasi nei linfonodi retroperitoneali può portare allo sviluppo di insufficienza renale e ostruzione intestinale, che diventano frequenti cause di morte dei pazienti. Tuttavia, questo tipo di neoplasia è caratterizzato da una buona sopravvivenza a cinque anni se la malattia è stata rilevata tempestivamente e il paziente è stato sottoposto al trattamento necessario..

Negli ultimi decenni, si è verificato un aumento dinamico dell'incidenza di questo tipo di cancro, specialmente nei paesi industrializzati [15]. In Russia nel 2017, sono stati registrati 1.670 nuovi casi. Il picco di incidenza del cancro ai testicoli in Russia cade nella fascia di età da 45 a 50 anni [1].

Secondo la letteratura straniera, il rischio maggiore di sviluppare il cancro ai testicoli è in due periodi della vita di un uomo: il primo - a 20-30 anni e il secondo - dopo 50 anni [8]. Nel primo periodo (giovane età), i teratomi sono più comuni, in età avanzata - seminomi. Nella struttura generale dell'incidenza di neoplasie maligne del testicolo, i seminomi sono più spesso registrati.

La causa esatta del cancro ai testicoli non è nota. Il rischio di sviluppare questa malattia è presente in pazienti con criptorchidismo (un testicolo che non scende nello scroto), così come ipotrofia e atrofia testicolare. Si nota anche una predisposizione genetica: se il padre o uno dei fratelli ha questa malattia, il rischio di sviluppare il cancro ai testicoli aumenta più volte. Alcuni rischi associati allo sviluppo del carcinoma del testicolo sono gli uomini con infertilità e ridotta fertilità..

L'effetto della lesione testicolare sulla probabilità di un tumore non è confermato. I principali stili di vita sedentari hanno anche un aumentato rischio di cancro di questa localizzazione. Negli ultimi anni è stato indicato un aumento del rischio di sviluppare seminoma in pazienti sieropositivi [5].

Sintomi del cancro ai testicoli

Il carcinoma del testicolo provoca pochi sintomi, soprattutto nelle prime fasi del suo sviluppo. Spesso la malattia può essere asintomatica. Una sensazione di pesantezza o un cambiamento nella dimensione dello scroto / testicolo in alcuni casi è l'unica manifestazione della malattia.

I sintomi della malattia dipendono dalla neoplasia primaria e dalla presenza di metastasi. I sintomi comuni del carcinoma testicolare includono:

  • dolore, pesantezza e disagio nel testicolo;
  • un aumento o un cambiamento nella forma dello scroto;
  • il verificarsi di un sigillo, che viene palpato [2] [5] [8].

In alcuni casi, la consistenza del testicolo può cambiare rispetto a un altro testicolo, questo viene rilevato da un esame indipendente.

Anche una piccola formazione tumorale nel testicolo può produrre metastasi. Le manifestazioni cliniche delle metastasi del carcinoma del testicolo saranno determinate dalla loro zona di localizzazione e dal grado di danno a un particolare organo.

  • la comparsa di dolore improvviso alla schiena (nell'11%) indica la compressione delle radici nervose o il coinvolgimento nel processo patologico del muscolo lombare [8];
  • la comparsa di edema alle estremità inferiori indica la compressione da parte dei linfonodi ingrossati della vena cava inferiore o il blocco completo del tratto linfatico e il flusso linfatico alterato [2] [5];
  • con la compressione dell'uretere, il passaggio dell'urina è disturbato (il passaggio dell'urina attraverso l'uretra), si sviluppa insufficienza renale;
  • se le metastasi si diffondono sopra il diaframma e colpiscono i linfonodi del mediastino e dei polmoni, si verificano mancanza di respiro e tosse nei pazienti;
  • con la diffusione del processo, i linfonodi sopraclaveari aumentano ancora di più.

La malattia metastatica può progredire rapidamente, richiedendo un trattamento di emergenza [11]. Il carcinoma del testicolo può metastatizzare nelle seguenti aree: linfonodi retroperitoneali, polmoni, fegato, linfonodi mediastinici, cervello, ossa. Le metastasi dal testicolo destro si diffondono ai linfonodi situati nelle porte del rene destro. Successivamente, i linfonodi situati nella vena cava inferiore, nell'aorta e nei vasi iliaci destro sono interessati. Le metastasi dal testicolo sinistro influenzano prima i linfonodi lombari sinistri, quindi i linfonodi situati attorno all'aorta e ai vasi iliaci sinistri.

A volte la malattia può manifestarsi sotto la maschera dell'epididimite (infiammazione dell'epididimo) nel 10% dei pazienti.

In alcuni casi, lo sviluppo di un tumore testicolare è accompagnato da disturbi ormonali. Questi includono:

  • ingrossamento del seno (ginecomastia nel 7%);
  • diminuzione della libido;
  • disfunzione erettile negli adulti;
  • ingrossamento precoce del pene e dei peli pubici;
  • mutazione vocale;
  • sviluppo prematuro dei sistemi ossei e muscolari;
  • erezioni frequenti e prolungate nei bambini (la patologia è precisamente la frequenza e la durata, poiché la loro presenza nei maschi è la norma) [14].

Patogenesi del cancro ai testicoli

La causa finale del cancro ai testicoli non è stata ancora stabilita, ma è possibile rintracciare una serie di fattori, la cui presenza aumenta significativamente il rischio di sviluppare la malattia.

Esistono tre gruppi di fattori di rischio: perinatale (associato allo sviluppo intrauterino del feto), post-puberale (correlato al periodo di sviluppo umano dopo la pubertà) e genetico [8].

Fattori perinatali: è stato stabilito che gli estrogeni e le sostanze simili agli estrogeni possono influenzare la formazione intrauterina di gonadi nel feto. Gli ormoni sessuali femminili sono in grado di indurre l'insorgenza di tetraploidia delle cellule germinali (una rara variante di anomalie cromosomiche in cui aumenta il set completo di cromosomi delle cellule germinali). Questo è uno dei segni dello sviluppo fetale del carcinoma in situ (il precursore di tutti i tumori) [2] [5].

Fattori di rischio genetici: è stata descritta la relazione tra i cambiamenti genetici (nel gene soppressore del tumore PTEN) e il rischio di tumori alle cellule germinali testicolari [6].

Il criptorchidismo (testicolo indesiderato) aumenta il rischio di cancro ai testicoli di 5-10 volte [12]. Nell'utero del feto maschio, lo sviluppo dei testicoli avviene nella cavità addominale [13].

Tipicamente, i testicoli scendono nella cavità dello scroto alla nascita o nel primo anno di vita. Se questo processo viene ritardato o i testicoli non scendono nello scroto, si creano condizioni avverse che contribuiscono allo sviluppo di alterazioni degenerative. Più profondo e più a lungo si trova il testicolo nella cavità addominale, più la funzione spermatogenica (riproduttiva) di un uomo è disturbata.

Classificazione e fasi di sviluppo del cancro ai testicoli

Tra i tumori testicolari, le neoplasie (95%) sono di origine germinogenica (embrionale / embrionale), che sono rappresentate da seminomi nel 45% dei casi e teratomi nel 5-10% [7]. Teratoma e seminoma hanno una diversa struttura istologica. Il seminoma è un tumore maligno originato dalle cellule dell'epitelio spermatogenico del testicolo e il teratoma è un tumore che ha una struttura complessa ed è costituito da vari componenti cellulari e organoidi.

Altre forme di neoplasie testicolari, come il cancro embrionale, coriocarcinomi e rare forme di tumori germinogenici, sono molto meno comuni..

Attualmente, la classificazione morfologica dell'Organizzazione mondiale della sanità (2016) è utilizzata nella pratica clinica [7].

1) I tumori a cellule germinali sono dei seguenti tipi:

  • neoplasia delle cellule germinali intracraniche;
  • seminoma (compresi tumori con cellule, sinciziotrofoblasto);
  • seminoma spermatocitico (con o senza componente sarcomatoso);
  • carcinoma embrionale;
  • sacco tuorlo (carcinoma embrionale di tipo infantile, tumore del seno endodermico);
  • coriocarcinoma;
  • Teratoma (maturo, immaturo, con una componente maligna);
  • Tumori misti con più di 1 tipo istologico

2) Tumori dello stroma del cordone genitale / tumori dello stroma gonadico:

  • tumori da cellule di Leydig;
  • tumori maligni da cellule di Leydig;
  • un tumore fatto di Sustentociti (cellule di Sertoli): ci sono lipidi alti, sclerosanti, calcificanti a grandi cellule;
  • tumori maligni da cellule di Sertoli;
  • tumori a cellule di granulosa: tipo adulto o tipo giovanile;
  • tumori del gruppo fibroma tecom;
  • altri tumori dello stroma del cordone genitale o tumori dello stroma gonadico: non completamente differenziati, misti;
  • tumori contenenti cellule germinali e cellule dello stroma del filamento genitale.

3) Diversi tumori stromali non specifici:

  • tumori epiteliali ovarici;
  • tumori dei condotti di raccolta e della rete testicolare;
  • tumori (benigni e maligni) di stroma non specifico.

La stadiazione dei tumori testicolari viene eseguita secondo la classificazione TNM (Tumore - tumore primario, Nodo - metastasi a linfonodi regionali, Metastasi - metastasi a distanza) [7]. I punti chiave sono: il grado di diffusione del tumore primario all'interno del testicolo (categoria T); diffusione ai linfonodi regionali (categoria N); distribuzione ad altri organi (categoria M); marcatori di siero - AFP, CG, LDH.

Le fasi della malattia sono divise in base alla presenza e al grado di aumento della concentrazione di marcatori nel siero del sangue.

Stadio 0. Le cellule con deviazioni della loro struttura (cellule atipiche) si trovano nei tubuli seminiferi contorti (all'interno del testicolo). La concentrazione di marcatori nel siero del sangue rientra nei limiti normali. Nella letteratura scientifica, lo stadio 0 è chiamato neoplasia germinogenica intraduttale.

Stadio I. Le cellule tumorali vengono rilevate. Lo stage è diviso in IA, IB e IS.

Allo stadio IA, il tumore è limitato al testicolo e all'appendice senza diffondersi nel sangue e nei vasi linfatici. La concentrazione di marcatori nel siero entro limiti normali.

Allo stadio IB, il tumore è limitato al testicolo e all'appendice, si diffonde nei vasi sanguigni e linfatici o il tumore cresce attraverso il rivestimento del testicolo. Oppure si diffonde al cordone spermatico con o senza diffusione nei vasi sanguigni e linfatici. In un altro caso, la neoplasia colpisce lo scroto con diffusione ai vasi sanguigni e linfatici, o senza di essa. La concentrazione di marcatori nel siero entro limiti normali.

Nella fase di IS, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico e allo scroto, ma i livelli di marcatori variano da leggermente al di sopra del normale ad alto.

Fase II Il palcoscenico è diviso in IIA, IIB e IIC.

Allo stadio IIA, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico, scroto; ci sono metastasi in uno o più linfonodi fino a due centimetri nella dimensione più grande. La concentrazione di marcatori nel siero è entro limiti normali o leggermente al di sopra del normale.

Allo stadio IIB, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico, scroto; ci sono metastasi in uno o più linfonodi fino a cinque centimetri nella dimensione più grande. La concentrazione di marcatori nel siero è entro limiti normali o leggermente al di sopra del normale.

Nella fase di IIC, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico, scroto; ci sono metastasi nei linfonodi di oltre cinque centimetri nella dimensione più grande. La concentrazione di marcatori nel siero è entro limiti normali o leggermente al di sopra del normale.

Fase III Il palcoscenico è diviso in IIIA, IIIB e IIIC.

Allo stadio IIIA, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico, scroto; ci sono metastasi in uno o più linfonodi da due centimetri e più di cinque; il tumore si diffonde a linfonodi e polmoni distanti. La concentrazione di marcatori nel siero è entro limiti normali o leggermente al di sopra del normale.

Allo stadio IIIB, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico, scroto; ci sono metastasi in uno o più linfonodi di oltre cinque centimetri; il tumore si diffonde a linfonodi e polmoni distanti. Concentrazione del marker sierico moderatamente al di sopra del normale.

Allo stadio IIIC, il tumore si trova all'interno del testicolo, può diffondersi al cordone spermatico, scroto; ci sono metastasi in uno o più linfonodi di oltre cinque centimetri (o ci sono metastasi in uno o più linfonodi di oltre cinque centimetri e il tumore si diffonde a linfonodi e polmoni distanti), mentre la concentrazione di marcatori nel siero del sangue è molto più alta del normale. In alcuni casi, in questa fase, le metastasi colpiscono altri organi (fegato, ossa), mentre il livello dei marker può variare da normale ad alto.

Complicanze del cancro ai testicoli

Oltre alle comuni complicanze associate alla diffusione delle metastasi, circa il 50% degli uomini con carcinoma testicolare presenta un certo grado di spermatogenesi, che può portare alla sterilità [2] [5] [8].

Prima del trattamento, a tutti gli uomini che desiderano mantenere la propria fertilità dovrebbe essere offerta la crioconservazione (congelamento) degli spermatozoi. La crioconservazione dello sperma deve essere eseguita prima di eseguire metodi di ricerca sulle radiazioni al fine di evitare l'esposizione alle radiazioni agli spermatozoi. Dopo la chemioterapia, le concentrazioni di ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti aumentano e la concentrazione di testosterone diminuisce. Ciò porta allo sviluppo di azoospermia, ad es. mancanza di sperma, in alcuni pazienti il ​​processo è reversibile.

Si consiglia ai pazienti di non tentare di concepire un bambino entro 6-12 mesi dopo il trattamento chemioterapico adiuvante (la terapia volta alla distruzione di micrometastasi a distanza viene eseguita dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il tumore) [14].

Diagnosi del carcinoma testicolare

In alcuni casi, gli uomini scoprono da soli il cancro ai testicoli durante l'autoesame degli organi dello scroto. In altri, l'urologo scopre una neoplasia durante un esame fisico di routine. Quando si effettua una diagnosi, è importante considerare che solo nell'1-2% dei casi si verificano danni ai testicoli su entrambi i lati [8]. L'esame dei pazienti con sospetto carcinoma testicolare inizia con una storia medica (anamnesi) e un esame generale. I test di laboratorio e i metodi strumentali per la diagnosi del carcinoma del testicolo sono i seguenti:

  • ultrasuoni (ultrasuoni) dello scroto e dei testicoli, spazio retroperitoneale e organi pelvici. L'esame ecografico dello scroto conferma o esclude un tumore nel secondo testicolo, valuta le condizioni dei linfonodi retroperitoneali e rivela cambiamenti negli organi addominali [5] [8].
  • imaging a risonanza magnetica calcolata (CT e MRI) dello spazio retroperitoneale, degli organi pelvici e della cavità addominale. La risonanza magnetica ha una sensibilità e una specificità più elevate rispetto agli ultrasuoni e consente di eseguire in modo affidabile diagnosi differenziali tra seminoma e tumori non seminomici [9].
  • Radiografia o TAC degli organi toracici, eseguita in due proiezioni con sospetta presenza di metastasi;
  • TC o RM del cervello con danno polmonare metastatico ed elevati livelli di gonadotropina corionica (oltre 50.000 UI / ml);
  • determinazione del livello dei marker sierici (marker tumorali), come α-fetoproteina (AFP), gonadotropina β-corionica (β-CG), lattato deidrogenasi (LDH). I marcatori sierici sono elevati nel 90% dei pazienti con tumori testicolari non seminomici [10]. Gli oncomarker sono fattori prognostici e contribuiscono alla diagnosi, alla determinazione dello stadio e alla prognosi del carcinoma testicolare prima e dopo l'intervento chirurgico di rimozione del tumore. α-fetoproteina e β-corionica gonadotropina sono aumentate rispettivamente nel 50-70% e nel 40-60% dei pazienti [10]. Con il seminoma, il 30% dei pazienti ha un livello elevato di gonadotropina β-corionica. La lattato deidrogenasi è un marker meno specifico, la sua concentrazione è proporzionale alle dimensioni del tumore e può essere aumentata nell'80% dei pazienti con malattia avanzata. È importante ricordare che i livelli negativi di marker marker tumorali sierici non escludono una diagnosi di carcinoma testicolare;
  • una biopsia per il cancro ai testicoli viene eseguita nei seguenti casi: un tumore è localizzato in entrambi i testicoli; un singolo tumore testicolare nel caso in cui il livello degli ormoni e dei marker tumorali sierici non sia cambiato; con sospetta neoplasia maligna del tessuto linfoide.

Trattamento del cancro ai testicoli

Il carcinoma del testicolo può essere curato anche in presenza di malattia metastatica; per il trattamento vengono utilizzati i moderni regimi chemioterapici, la radioterapia, il trattamento chirurgico e le loro combinazioni [2] [3] [5]. Il carcinoma del testicolo è il tipo di tumore più curabile e la prognosi per il suo ulteriore sviluppo è una delle patologie oncologiche più favorevoli..

La tattica standard per il trattamento del carcinoma del testicolo nello stadio I è di eseguire un'orchifuniculectomia (chirurgia per rimuovere il tumore insieme al testicolo), in combinazione con radioterapia e chemioterapia (per seminomi) o due cicli di chemioterapia (per tumori non seminomici) [2] [5] [3].

L'esecuzione dell'orchofuniculectomia (rimozione del testicolo con cordone spermatico) ha diversi obiettivi:

  • rimozione del focus primario sul tumore;
  • verifica patomorfologica della diagnosi. Il tessuto ottenuto a seguito dell'operazione aiuta a ottenere importanti informazioni istopatologiche, sulla base delle quali è possibile prevedere il rischio di metastasi linfatiche e viscerali latenti;
  • determinazione dello stadio del processo oncologico;
  • ulteriore determinazione delle tattiche di trattamento tenendo conto dei risultati di uno studio patomorfologico.

L'orchofuniculectomia viene eseguita attraverso l'accesso inguinale [2] [5]. Pochi giorni (5-7) dopo l'operazione, determinare il livello dei marcatori tumorali sierici. La conservazione di una maggiore concentrazione di marker indica la presenza di metastasi subcliniche (latenti).

Con il seminoma in stadio I dopo l'intervento chirurgico, viene eseguita la radioterapia mirata ai linfonodi paraaortici e ipsilaterali. In alcuni casi, ricorrere alla chemioterapia adiuvante. Quando si esegue la chemioterapia, vengono utilizzati i seguenti farmaci: cisplatino, etoposide, bleomicina, carboplatino, ifosfamide, paclitaxel, gemcitabina, oxaliplatino [4] [14].

Nel trattamento del seminoma comune (stadio IIa e IIb), la radioterapia viene eseguita dopo l'orchofuniculectomia. Allo stadio IIb, sono possibili tre corsi di chemioterapia adiuvanti..

Nel trattamento dei tumori a cellule germinali non seminominali dello stadio I del testicolo, il 70% dei pazienti può essere curato dopo aver eseguito solo orchofuniculectomia. Il 30% dei pazienti presenta metastasi non rilevate, che possono successivamente causare ricadute [14]. In tali casi, ricorrere alla linfoadenectomia retroperitoneale (rimozione dei linfonodi) o alla chemioterapia.

Il trattamento dei tumori a cellule germinali non seminominali della fase II del testicolo inizia con diversi cicli di chemioterapia seguiti da un trattamento chirurgico volto a rimuovere la massa tumorale. Se non è possibile ottenere un effetto positivo, viene eseguita la linfoadenectomia retroperitoneale [2].

I tumori a cellule germinali non seminominali del testicolo con metastasi a distanza vengono trattati con chemioterapia di induzione (preoperatoria), quindi viene eseguita la linfoadenectomia retroperitoneale o mediastinica, nonché la rimozione di tutti i focolai tumorali. Con inefficienza, il regime di chemioterapia è cambiato [2] [5].

Il follow-up e lo screening regolari sono importanti per il trattamento del carcinoma testicolare. Per diversi anni dopo l'operazione, è necessario condurre studi di controllo: analisi AFP (alfa-fetoproteina), hCG (gonadotropina corionica umana), LDH (lattato deidrogenasi), nonché ultrasuoni o TC della cavità addominale e spazio retroperitoneale, radiografia o TC del torace.

Previsione. Prevenzione

La prognosi del carcinoma testicolare è determinata dalla variante istologica della struttura del tumore, dallo stadio del processo oncologico (TNM), dalla concentrazione dei marcatori tumorali sierici (AFP, CG, LDH) e dal livello di localizzazione delle metastasi. La sopravvivenza dei pazienti dopo il trattamento per il cancro ai testicoli è molto alta. Prima viene rilevato il cancro ai testicoli, maggiori sono le possibilità del paziente di sopravvivere cinque anni dopo la diagnosi. Nel 67% dei pazienti, il carcinoma del testicolo viene diagnosticato in una fase precoce e la sopravvivenza a cinque anni con carcinoma del testicolo localizzato (senza metastasi) è del 99,3% [2] [5].

Per la prevenzione e la diagnosi precoce, è importante che gli uomini possiedano le capacità di autoesame dei testicoli, visitino regolarmente un urologo, escludano lesioni allo scroto ed eseguano il trattamento chirurgico del criptorchidismo (testicolo non prescritto) in tempo.

L'autoesame dei testicoli viene eseguito meglio in piedi, dopo o durante una doccia, quando gli organi sono il più rilassati possibile. È necessario prendere con cura lo scroto nelle mani e sentire il testicolo, quindi tenerlo sulla superficie con le dita. Un testicolo normale dovrebbe essere solido al tatto, avere una superficie liscia, senza sigilli e gonfiore. La procedura non dovrebbe causare disagio e dolore. Sul retro di ciascun testicolo, si devono sentire le corde elastiche (epidemia). Di norma, un testicolo (di solito quello sinistro) può essere leggermente più basso dell'altro e variare leggermente di dimensioni, il che è normale. Questa manipolazione mirava alla diagnosi precoce dei tumori, è consigliabile eseguire tutti gli uomini dai 15 ai 40 anni ogni mese e una visita programmata all'urologo è necessaria ogni sei mesi.

Tumori Testicolari

Tempo di lettura: min.

Nome di ServizioPrezzo
Consultazione iniziale dell'urologo andrologo3 190 sfregamenti.
Consultazione iniziale di un urologo2 400 sfregamenti.
Test MAR1 000 sfregamenti.
spermiogramma1 990 rub.
Stimolazione non specifica del complesso spermatogenesi III2 100 sfregamenti.
Biopsia diagnostica del testicolo20 000 rub.
Esperto urologico ad ultrasuoni2 750 sfregamenti.
Studio sulla frammentazione del DNA spermatico SCD7 150 sfregamenti.
Studio sulla frammentazione del DNA degli spermatozoi TUNEL con gradiente8.000 rub.
Studio sulla frammentazione del DNA dello sperma TUNEL senza gradiente8 800 rub.
Urologia ad ultrasuoni con dopplerometria3 300 sfregamenti.
Esperto urologico ad ultrasuoni2 750 sfregamenti.

Descrizione

Il testicolo maschile è costituito da numerosi gusci formati da tutti i tipi di tessuti, ognuno dei quali ha caratteristiche qualitative peculiari. Tumori di diversa origine possono formarsi in qualsiasi tipo di tessuto. Pertanto, l'aspetto di una neoplasia del testicolo e dei tumori maligni è spiegato dalle caratteristiche della complessa struttura dell'organo.

Oggi in medicina esiste una certa classificazione dello sviluppo di tumori testicolari, tutte le informazioni sono fornite in tre sezioni. Prima di tutto, le sezioni prestano attenzione ai tumori dello stroma gonadico (germinogenico) e quindi ad altre varietà meno comuni.

La neoplasia testicolare è una patologia comune, gli uomini dai 15 ai 40 anni sono a rischio. Gli esperti dicono che nella vita di un uomo ci sono diversi periodi speciali in cui la comparsa di un tumore testicolare è estremamente comune:

  • Fino a 10 anni;
  • Dai 20 ai 40 anni;
  • Dopo 60 anni.

Secondo le statistiche, per ogni 100 casi di rilevazione di un tumore nel testicolo, il cancro di questo organo viene diagnosticato in due. I tumori possono essere attribuiti ai "giovani", perché nella maggior parte dei casi si sviluppano nell'adolescenza e nell'età riproduttiva..

Fattori che possono provocare la comparsa di una neoplasia dell'organo del sistema riproduttivo maschile:

Criptorchidismo. La patologia si verifica durante lo sviluppo fetale o immediatamente dopo la nascita di un ragazzo. In altre parole, il criptorchidismo è un testicolo non prescritto. Senza scendere nello scroto, il testicolo "rimane" nella cavità addominale, raramente nel canale inguinale.

È importante notare che con una tale patologia, il rischio di un ulteriore tumore maligno nel testicolo aumenta molte volte. Molto spesso, il carcinoma del testicolo viene diagnosticato in pazienti con la posizione dei testicoli nella cavità addominale (nella posizione medica del sintomo).

Quando un uomo ha entrambi i testicoli all'interno della cavità addominale, il rischio di neoplasia maligna aumenta di almeno il 30 percento.

Spiegare che questa dipendenza è abbastanza semplice. Nello scroto, la temperatura ottimale per le funzioni vitali dei testicoli è inferiore rispetto alla cavità addominale di tre gradi. Con il criptorchidismo, uno o entrambi i testicoli si trovano nella cavità addominale, quindi lì soffrono di febbre. Le mutazioni possono verificarsi a seguito di tali attività vitali; sono proprio questi cambiamenti che possono portare alla comparsa di un tumore canceroso in un breve periodo di tempo.

Un fatto interessante: diversi anni fa, tra i medici, si riteneva che una formazione maligna nel testicolo potesse apparire come conseguenza di un livido. Tuttavia, ora, i medici più esperti sono fiduciosi che un livido sia solo una buona ragione per essere esaminato urgentemente da uno specialista, poiché un tumore del cancro può già "vivere" nell'organo per molto tempo e un uomo non può nemmeno indovinarlo.

Separatamente, vale la pena notare il fattore ereditario. Se c'era una malattia simile nella linea maschile, è estremamente probabile che il bambino sviluppi un cancro ai testicoli.

Sintomi del carcinoma testicolare

Il primo sintomo allarmante, dopo la cui comparsa, l'uomo ha urgentemente bisogno di andare in un istituto medico per l'esame - un tumore nello scroto, che può essere facilmente sentito.

La formazione del tumore viene spesso rilevata per caso. È un peccato che i nostri medici non conducano propaganda chiedendo frequenti esami indipendenti dello scroto - dopo tutto, un tale metodo è considerato uno dei migliori nell'identificazione di una malattia nella fase iniziale di sviluppo.

Nel nostro stato, purtroppo, dicono molto poco che un tumore canceroso del testicolo è una malattia comune del nostro tempo. Ma è stato dimostrato più di una volta che scoprendo un piccolo gonfiore dello scroto o un nodulo nell'organo (anche se è indolore) e contattando un'istituzione medica, l'uomo si è salvato la vita.

Vale la pena sottolineare che in ogni decimo caso di diagnosi di cancro ai testicoli, le manifestazioni primarie della malattia sono associate solo alla comparsa di alcune metastasi chiaramente distanti.

Con una neoplasia maligna del testicolo, compaiono più metastasi nei linfonodi retroperitoneali. Possono comprimere gli ureteri, quindi interferire con il normale passaggio delle urine. Tali fenomeni patologici di solito causano un processo infiammatorio acuto nei reni o portano all'idronefrosi.

Inoltre, le metastasi possono anche trovarsi nei linfonodi che si trovano sul collo. Questa disposizione provoca la compressione del tratto respiratorio superiore, un uomo avverte grave mancanza di respiro, può apparire una tosse soffocante.

Con un tumore maligno del testicolo, possono comparire metastasi nel cervello. In questo caso, il paziente ha uno squilibrio mentale, un disturbo neurologico (dalla paresi alla paralisi).

Un altro organo che può colpire le metastasi nel carcinoma del testicolo è il polmone. Le metastasi molto rapidamente interrompono la funzione respiratoria. Se le metastasi si diffondono al sistema scheletrico, si verifica una sindrome del dolore estremamente pericolosa, che è accompagnata da numerose fratture..

Ci sono casi in cui, nel carcinoma del testicolo, un uomo ha pronunciato ginecomastia (un aumento del volume delle ghiandole mammarie).

È importante per tutti i rappresentanti della forte metà dell'umanità rendersi conto che dopo la comparsa dei segni primari, è necessario visitare immediatamente un medico qualificato. I segni primari includono: gonfiore di uno o entrambi i testicoli, palpazione nell'organo delle foche, forme nodulari.

Diagnosi della malattia

Una diagnosi tipica di malignità si basa su dati clinici esistenti, che includono: un esame completo di un uomo, un esame approfondito e la palpazione dello scroto. Altrettanto importante è l'esame e la palpazione di tutte le aree in cui il tumore potrebbe metastatizzare..

Durante l'esame, viene utilizzata la diagnostica ecografica, vengono esaminati tutti gli organi situati nella cavità addominale. Questo metodo di esame consente di escludere / confermare la presenza di metastasi negli organi interni degli uomini. È inoltre possibile esaminare qualitativamente i linfonodi e gli organi che si trovano all'esterno della cavità addominale per la presenza / assenza di metastasi in essi.

Di grande importanza è un esame ecografico del testicolo stesso, perché a volte ti consente di rilevare gli elementi di collegamento tra il tumore risultante e le neoplasie nello scroto. Al paziente viene spesso chiesto di eseguire una radiografia del torace. Questo tipo di esame può mostrare se c'è o meno metastasi nei polmoni..

Quando si diagnostica una neoplasia maligna del testicolo, viene sempre utilizzato un esame del sangue standard, con il quale è possibile analizzare i marcatori caratteristici che si verificano solo in presenza di un tumore canceroso nel corpo. I marcatori sono sostanze di origine proteica, la loro presenza nel sangue dimostra la presenza di una formazione maligna.

Oltre all'analisi del sangue standard, viene utilizzata anche un'ulteriore analisi, necessaria per lo studio dell'AFP (alfa-fetoproteina), la subunità beta della gonadotropina corionica e della lattato deidrogenasi..

Prevenzione del cancro ai testicoli

La migliore misura preventiva è un autoesame mensile sondando lo scroto. Se durante questo processo compaiono anche dubbi minimi, dovresti consultare immediatamente un medico esperto. Solo con il rilevamento tempestivo di un tumore è possibile recuperare completamente da questa malattia grave e pericolosa.

Come si verifica un esame indipendente dello scroto? Un uomo ha bisogno di stare di fronte a uno specchio. Prima ispeziona visivamente lo scroto, quindi procedi alla palpazione. Se si riscontra un leggero arrossamento sulla pelle dello scroto o se un testicolo aumenta improvvisamente di dimensioni rispetto a un altro, è necessario consultare un medico nel prossimo futuro.

La fase successiva di autoesame è prendere lo scroto in mano, sostenere il testicolo con quattro dita e sentirlo molto lentamente ed estremamente attentamente con il dito libero.

Urgentemente bisogno di contattare uno specialista quando:

  • È stato notato un aumento del volume di almeno un testicolo;
  • Con un esame indipendente, sorgono sensazioni dolorose, anche con una manifestazione debole;
  • Durante il sondaggio, è stato trovato un sigillo sotto forma di tubercolo o nodulo, che non era mai stato in precedenza;
  • C'era una sensazione di pesantezza nello scroto;
  • Costante dolore sordo all'inguine, basso addome;
  • Una miscela di sangue apparve nelle urine;
  • C'è un inaspettato aumento delle ghiandole mammarie in un uomo.

Caratteristiche del trattamento del carcinoma testicolare

Naturalmente, le caratteristiche del trattamento dipendono direttamente da quale stadio della malattia viene diagnosticato. Ad esempio, se viene diagnosticata la fase iniziale del seminoma (la lesione non si è ancora diffusa ai linfonodi), il testicolo interessato viene completamente rimosso, quindi la radioterapia dei linfonodi retroperitoneali e iliaci.

Con una chiamata in ritardo a uno specialista, viene spesso diagnosticata la terza fase avanzata del carcinoma testicolare. In questo caso, il trattamento implica un corso standard (rimozione testicolare, radioterapia) oltre all'uso di una potente chemioterapia.

Le cause

I tumori del testicolo sono la comparsa di neoplasie nel tessuto di un organo. Sono divisi in benigni e maligni. La prevalenza di questa patologia non è elevata, solo 3 uomini su centomila hanno questa patologia. La causa esatta del tumore testicolare non è stata trovata al momento, perché ci sono molte varietà di tumori sia benigni che maligni. Ognuno di essi può essere provocato da molti fattori diversi. Ci sono anche varie cause di un tumore del testicolo destro e di un tumore del testicolo sinistro negli uomini; il trattamento può anche variare a seconda del tipo di tumore. Nella maggior parte dei casi, solo i tumori benigni crescono a grandi dimensioni. Anche la causa esatta di un enorme tumore testicolare negli uomini (puoi vedere la foto in qualsiasi motore di ricerca) non è stata stabilita.

Tumore testicolare negli uomini, cause, foto.

I principali fattori che causano un tumore del testicolo maschile, cause che possono contribuire al loro verificarsi:

  • Indiscensione congenita di uno o entrambi i testicoli (criptorchidismo), in particolare la loro presenza all'interno della cavità addominale. La ricerca di testicoli nell'addome crea un rischio di cancro di circa il 30%. Il prolasso tardivo dei testicoli da solo o operativamente, ovviamente, riduce il rischio di cancro, ma rimane comunque elevato. Con il criptorchidismo, i testicoli si surriscaldano costantemente. Ciò porta alla loro degenerazione, alterata spermatogenesi, mancanza di secrezione ormonale, che crea uno squilibrio ormonale. Tutto ciò porta alla malignità dell'organo che ha perso la sua funzione..
  • La rimozione del tumore a causa del tumore aumenta il rischio di sviluppare un tumore sul testicolo rimanente.
  • La presenza di tali tumori nei parenti di sangue.
  • La presenza nella storia di tumori degli organi dell'area genitale e del sistema genito-urinario.
  • Malattie genetiche (ad es. Sindrome di Kleinfelter).
  • Orchite dopo la parotite.
  • Uso frequente di droghe, alcol. Il sistema riproduttivo è particolarmente influenzato dal forte consumo di prodotti alcolici che contengono fitoestrogeni: questi sono gli ormoni del sistema riproduttivo femminile di origine vegetale. Interrompono il delicato equilibrio ormonale del corpo e, tra tutte le altre malattie, creano un aumentato rischio di sviluppare una tale patologia come un tumore testicolare (è possibile verificare con il proprio medico le ragioni e il trattamento).
  • Nelle persone appartenenti alla razza caucasica, i tumori testicolari si verificano più spesso. Le persone della razza Negroid hanno più difese immunitarie contro l'insorgenza di vari processi tumorali.
  • Vari disturbi ambientali nell'area di residenza permanente. Soprattutto radiazioni e inquinamento chimico. Radiazioni - a causa del fatto che con un aumento dello sfondo di radiazioni, c'è un aumento del contenuto di radicali liberi (prodotti sotto ossidati) nel corpo, sotto l'influenza del quale vi è un cambiamento e una mutazione nel DNA. Prodotti chimici - a causa del fatto che legandosi ai prodotti alimentari e alle molecole all'interno del corpo si formano sostanze cancerogene che, a loro volta, stimolano la mutazione cellulare, causando così tumori.
  • Surriscaldamento costante dei genitali. Lavorare nel negozio caldo, bagni frequenti e saune creano surriscaldamento dei genitali, che può causare gonfiore testicolare (motivi, il trattamento deve essere verificato con il medico). Il costante surriscaldamento dei testicoli porta alla loro degenerazione, alterata spermatogenesi, mancanza di secrezione ormonale, che crea uno squilibrio ormonale. Tutto ciò porta alla malignità dell'organo che ha perso la sua funzione..

Nonostante il fatto che un tumore del testicolo destro negli uomini sia un po 'meno comune, le ragioni e il trattamento non lo fanno.

Dati tutti questi fattori di rischio, puoi proteggerti in anticipo. È necessario fin dall'infanzia sottoporsi a una visita medica annuale, durante la quale è necessario visitare tutti gli specialisti, in particolare il chirurgo e l'urologo. Solo in questo modo, qualsiasi cambiamento nello scroto può essere sospettato durante l'infanzia. In età adulta, non dovresti anche perdere un esame fisico annuale con tutti i test necessari, anche se il datore di lavoro non lo richiede. Questo dovrebbe essere fatto non solo per verificare la presenza di tumori ai testicoli. Ciò ti consentirà di notare lo sviluppo di altre malattie o di rilevare malattie nascoste e i loro sintomi non si sono ancora completamente manifestati. In futuro, questo eviterà difficoltà con trattamenti costosi e persino eviterà un esito fatale..

Hai paura di andare dal dottore? Chiedi a uno specialista online!

Tuttavia, per prevenire l'insorgenza di eventuali problemi oncologici, è necessario assumere vitamine A, E, C. Queste vitamine hanno forti proprietà antiossidanti. Vale soprattutto la pena prenderli in inverno e in primavera, quando la dieta di una persona che vive nella corsia centrale include poche verdure e frutta. Il tè verde e nero, il caffè, hanno deboli proprietà antiossidanti..

Quando si lavora con sostanze nocive, non trascurare ulteriori metodi di protezione..

Sintomi

Tumore testicolare negli uomini: sintomi, foto.

Con una patologia come un tumore testicolare, i sintomi dipendono dal tipo di tumore e dallo stadio della malattia..

  • 1. Seminoma - un tumore maligno. Si manifesta in una crescita lenta, mentre è interessato solo un testicolo. Il testicolo è compatto e aumentato di dimensioni, si osserva l'asimmetria dello scroto. Il tumore è doloroso o moderatamente doloroso, ma sono descritti casi di decorso asintomatico. Quando un tumore cresce in strutture vicine, si verifica un aumento della pressione nello scroto. L'elevata pressione testicolare porta alla formazione di ischemia ed emorragia, che si manifesta con forti dolori taglienti. Pertanto, i sintomi principali sono:
    • L'aumento di un testicolo in termini di dimensioni.
    • Compattazione e indolenzimento del testicolo interessato.
    • Asimmetria dello scroto.
    • Dolore acuto e tagliente con la progressione del processo tumorale con formazione di focolai di ischemia ed emorragia.

    Il seminoma dà metastasi. A seconda di dove cadono le metastasi tumorali, ci saranno tali manifestazioni:

  • Linfonodi inguinali ingranditi.
  • Interruzione dell'intestino (ostruzione intestinale).
  • Dolore addominale e lombare.
  • Gonfiore degli arti inferiori.
  • Violazione del processo di minzione.
  • Epatomegalia (ittero, ascite).
  • Interruzione del sistema broncopolmonare (respiro corto, tosse, emottisi).
  • Grigio della pelle.
  • Dolore osseo.
  • Labilità emotiva.
  • Depressione.
  • Improvvisa perdita di peso.
  • Queste manifestazioni saranno le stesse per tutti i tumori metastatici..

  • 2. Il carcinoma embrionale si manifesta nei seguenti sintomi clinici:
    • Dolore allo scroto e all'inguine di un personaggio che tira, una sensazione di pesantezza e intorpidimento.
    • Sul testicolo interessato dal tumore compaiono aree di compattazione o tuberosità.
    • Ingrandimento scrotale dovuto al gonfiore.
  • 3. Teratoma: un tumore che può essere maturo, immaturo e maligno. Maturo - un tumore benigno, che è caratterizzato dalla presenza nella sua composizione di cellule embrionali in grado di differenziarsi. Quindi, in una sezione, un tumore può contenere tessuto adiposo, unghie, capelli, denti, nonché parti sottosviluppate del corpo (occhio, dito e così via). Mentre il tumore è piccolo, potrebbe non manifestarsi in alcun modo. Man mano che il tumore cresce, il testicolo si stringe, appare disagio o dolore, lo scroto aumenta di dimensioni. Il teratoma acerbo non contiene tessuti differenziati, spesso maligni e metastatizzati.

    Che aspetto ha un tumore testicolare? Le foto possono essere trovate su Internet e puoi vedere non solo la preparazione macro (tumore remoto), ma anche la micro preparazione (struttura istologica).

    L'ecografia di un tumore testicolare è un importante metodo diagnostico che consente di determinare la posizione esatta del tumore, il grado di invasione (germinazione nello stroma e nei tessuti adiacenti) e confermare o confutare la sconfitta del secondo testicolo. Inoltre, l'ecografia viene utilizzata per condurre una diagnosi differenziale di malattie tumorali e altre patologie.

    Tumore epididimale: sintomi.

    Le formazioni tumorali dell'epididimo il più delle volte non presentano manifestazioni cliniche vivide. Le principali manifestazioni cliniche sono la formazione nell'area dell'epididimo di una piccola compattazione indolore. Nel tempo, il tumore aumenta, appare il dolore. Se il tumore è maligno, allora cresce nei testicoli e metastatizza.

    Marcatori tumorali testicolari: una diagnosi che a volte non può essere evitata.

    Per diagnosticare un tumore testicolare, i seguenti marcatori tumorali sono testati nel sangue:

    • AFP - alfa-fetoproteina. Normalmente, il suo valore è fino a 15 ng / ml.
    • HCG - gonadotropina corionica umana (subunità beta). Valori di hCG normali fino a 5 UI / ml.
    • LDH - lattato deidrogenasi. Normale fino a 2000 U / L
    • PSF - fosfatasi alcalina placentare.

    Trattamento

    Come trattare un tumore testicolare negli uomini

    Il trattamento di un tumore testicolare è un compito che richiede un approccio globale. I tumori del testicolo possono crescere da diversi tessuti, con diversi gradi di differenziazione delle cellule tumorali, hanno uno stadio diverso l'uno dall'altro, passare con o senza danni a diversi livelli di linfonodi e organi circostanti o distanti. A seconda di tutti questi parametri, è possibile sia rimuovere il tumore del testicolo sia rimuovere il tumore del testicolo dal punto di vista medico, cioè senza chirurgia. Inoltre, a seconda di quanto il tumore si è diffuso ai tessuti circostanti e al suo grado di malignità, è possibile solo rimuovere il tumore o rimuovere il tumore insieme al testicolo e in presenza di metastasi nei linfonodi circostanti, è anche possibile la rimozione di tutti i linfonodi circostanti..

    Tumore nel testicolo negli uomini, cosa fare?

    Se trovi una formazione incomprensibile nel tuo testicolo, prima di tutto devi prima calmarti e ricordare tutti gli eventi recenti. Potresti essere stato recentemente colpito da uno scroto e si è verificato un gonfiore a seguito di un infortunio. Questo ovviamente richiede anche di andare in ospedale. In ogni caso, è necessario fissare un appuntamento con un urologo nel prossimo futuro. Se vivi in ​​una piccola città e non c'è un urologo nella tua clinica, consulta un chirurgo. All'appuntamento con uno specialista, verrai esaminato, assegnato test e studi. Se sospetti un tumore, verrai indirizzato a un oncologo o al centro di oncologia più vicino. Lì condurranno tutte le ricerche necessarie e stabiliranno sicuramente una diagnosi, spiegheranno tutto e ti diranno le ulteriori azioni necessarie. Non fatevi prendere dal panico in anticipo, un tumore testicolare negli uomini può essere benigno (anche non dovrebbe essere lasciato senza trattamento), ci sono anche molte malattie che, per un laico, possono apparire come un tumore testicolare negli uomini; in questo caso verrà effettuato un trattamento senza chirurgia e in effetti le stesse malattie non suoneranno così spaventose.

    Esistono diversi trattamenti di base e molti altri per i tumori..

    I principali:

    • Chirurgico (rimozione di un tumore da un chirurgo sul tavolo operatorio).
    • Radiazione (esposizione a un tumore con vari tipi di radiazione, utilizzando speciali dispositivi di emissione).
    • Chemioterapico (effetto sul tumore con farmaci che agiscono sulle cellule tumorali e le distruggono).

    Ulteriori:

    • Immunoterapia (introduzione di fondi o stimolazione dell'immunità del corpo o anticorpi pronti contro le cellule di questo tumore).
    • Terapia ormonale: introduzione di ormoni o stimolanti della secrezione ormonale nel corpo, sotto l'influenza della quale il tumore inizia a collassare.
    • Ipertermia locale: la creazione di una temperatura elevata in una determinata area del corpo per distruggere le cellule tumorali. Utilizzato nei casi in cui le cellule tumorali sono soggette a distruzione a causa di una temperatura alla quale le cellule sane non vengono distrutte..
    • Ipotermia locale: la creazione di basse temperature in una determinata area del corpo per distruggere le cellule tumorali. Utilizzato nei casi in cui le cellule tumorali sono soggette a distruzione a temperature alle quali le cellule sane non vengono distrutte..
    • Barotherapy.
    • magnetoterapia.

    Vale la pena notare che un metodo di trattamento viene utilizzato raramente, spesso viene utilizzato un approccio integrato per il trattamento dei tumori.

    Tumore testicolare, operazione

    La prima operazione, che verrà eseguita anche se si sospetta un tumore testicolare prima del trattamento e viene stabilita una diagnosi completa, è una biopsia testicolare. Si riferisce a operazioni minimamente invasive e nella maggior parte dei casi si riduce a una puntura di un tumore con un ago speciale per la raccolta del tessuto tumorale sotto il controllo di un dispositivo ad ultrasuoni. Con il suo aiuto, il medico sarà in grado di determinare con precisione se si tratta di un tumore o meno, il tipo di tumore, un tumore maligno o benigno, da cui cresce il tessuto, il grado di malignità, è un tumore primario o metastasi di un tumore da un altro organo che non si è manifestato (ad esempio, se c'era un tumore fegato, ha metastatizzato, un tumore testicolare sinistro si è formato negli uomini, il trattamento sarà già diretto a un tipo completamente diverso di tumore). A seconda dei dati ottenuti dalla biopsia, verranno sviluppate ulteriori tattiche di trattamento.

    Esistono diverse opzioni per le operazioni. Per i tumori di piccole dimensioni (non visibili a occhio nudo) che non hanno metastasi, i linfonodi circostanti non sono interessati, o per i tumori benigni, viene asportato solo il tessuto tumorale. Con i tumori che sono spuntati attraverso l'intero tessuto del testicolo, ma senza danni ai linfonodi circostanti, viene eseguita una rimozione completa del testicolo e dell'epididimo. In caso di danno tumorale ai linfonodi più vicini, tutti i linfonodi circostanti vengono rimossi insieme al grasso sottocutaneo circostante. È previsto anche un corso di chemioterapia. In quelle situazioni in cui sono interessati i linfonodi distanti, vengono eseguiti diversi cicli di chemioterapia. Se, oltre al danno al testicolo e ai linfonodi, ci sono metastasi in qualsiasi organo, vengono eseguiti diversi cicli di chemioterapia e combinati con la radioterapia.

    Cura il tumore ai testicoli con rimedi popolari.