Fibromi uterini

Melanoma

Fibromi uterini: cos'è e cos'è pericoloso? Sintomi e trattamento

Il mioma è una delle patologie ginecologiche più comuni di natura non infiammatoria, che, secondo molti esperti moderni, non si applica ai tumori veri.

Si tratta di un'iperplasia benigna controllata dall'ormone dello strato muscolare della parete uterina di origine mesenchimale, che si sviluppa a causa della mutazione delle cellule somatiche che si verifica sotto l'influenza di vari fattori dannosi.

Si presenta sotto forma di tumore, costituito da muscoli intrecciati e fibre del tessuto connettivo. Nella pratica clinica si trovano fibromi uterini e fibroidi cervicali.

Cos'è?

Fibromi uterini - un tumore benigno che si verifica nello strato muscolare dell'utero - miometrio. È una delle malattie più comuni nelle donne, raggiungendo una frequenza del 12-25% di tutte le malattie ginecologiche.

La più alta incidenza di fibromi uterini si verifica nel tardo periodo riproduttivo e prima della menopausa. Si ritiene che la vera prevalenza dei fibromi sia molto maggiore e raggiunga oltre il 70% sia in Russia che all'estero.

Cause dei fibromi uterini

Il mioma è una malattia polietiologica, un certo ruolo nello sviluppo del quale può essere giocato dai seguenti fattori di rischio:

  • squilibrio ormonale;
  • patologia infiammatoria della zona genitale femminile;
  • l'uso di contraccettivi intrauterini, ad esempio bobine;
  • corso complicato del lavoro;
  • aborto;
  • adenomiosi;
  • obesità;
  • malattia della tiroide, ghiandole surrenali, organi del sistema ipotalamo-ipofisario.

Il mioma è un tumore ormone-dipendente, come evidenziato dai seguenti fatti:

  • recettori per gli ormoni sessuali si trovano nel tessuto tumorale;
  • di norma, dopo l'inizio della menopausa e un forte calo del livello degli ormoni sessuali, i tumori subiscono uno sviluppo inverso;
  • molto spesso, i fibromi compaiono nelle donne in età riproduttiva, nel cui corpo esiste un alto contenuto di estrogeni;
  • dopo la menopausa, i fibromi possono comparire nelle donne che assumono farmaci contenenti estrogeni.

Classificazione

A seconda della posizione dei fibromi, nella pratica clinica ci sono diversi termini:

  1. Fibromi uterini sulla gamba - non è una gradazione separata, poiché la gamba può avere fibroidi sottomucosi e subsosi. All'interno della definizione, si possono notare le dimensioni della gamba, il mioma su una base larga o stretta.
  2. Fibromi interstiziali o intramuscolari: il tumore si trova nella parete muscolare dell'utero.
  3. Mioma sottomucoso o sottomucoso: il tumore cresce direttamente all'interno dell'utero sotto la mucosa ed entra nel lume uterino.
  4. Mioma sottomarino: la neoplasia si trova all'esterno della superficie dell'utero ed è separata da una membrana che separa l'utero e gli organi addominali.

I primi segni di fibromi uterini

Nella fase iniziale, i fibromi uterini di piccole dimensioni non sono accompagnati da sintomi evidenti. Puoi rilevarlo al prossimo esame ginecologico.

Man mano che i fibromi uterini crescono, possono verificarsi i primi segni:

  • mestruazioni lunghe, pesanti e irregolari;
  • stipsi
  • infertilità;
  • emorragia
  • anemia;
  • minzione frequente
  • pesantezza e dolore costante nell'addome inferiore;
  • avvistamento durante il rapporto sessuale;
  • mal di schiena lombare;
  • un aumento dell'addome non è associato ad un aumento significativo del peso;
  • aborti frequenti.

Cosa sono i fibromi uterini pericolosi sulla gamba? Quando le "gambe" sono attorcigliate, si verificano infiammazione e rottura del tumore. Ciò provoca gravi emorragie, dolore addominale acuto e febbre. Questa condizione può essere fatale..

Sintomi

Con nodi di grandi dimensioni, vi è una violazione della funzione degli organi vicini: costipazione, svuotamento compromesso della vescica, minzione rapida. In alcuni casi, i nodi tumorali possono causare la compressione ureterale con un'ulteriore violazione del deflusso di urina dal rene, che porta alla morte del rene. I sintomi della compressione degli organi vicini appaiono più spesso con grandi dimensioni di nodi e bassa localizzazione dei nodi.

  1. I fibromi uterini interstiziali (con una disposizione intermuscolare dei nodi) portano a mestruazioni più lunghe, più abbondanti e dolorose. In particolare, si osservano mestruazioni abbondanti, lunghe e dolorose con una combinazione di fibromi uterini e adenomiosi. Inoltre, con la crescita intermuscolare del nodo, una parte di esso può crescere verso la cavità uterina. Con questa localizzazione dei fibromi, si notano gli stessi sintomi della crescita sottomucosa del nodo e la loro gravità dipende dalla dimensione del frammento sottomucoso del nodo.
  2. Per la posizione sottomucosa del nodo (mioma sottomucoso), le mestruazioni abbondanti sono più caratteristiche e con grandi dimensioni, quando il nodo inizia ad occupare una vasta area della cavità uterina, lo scarico sanguinante dal tratto genitale perde la sua ciclicità, e talvolta non si ferma affatto. Con questa disposizione del nodo, il paziente sviluppa quasi sempre anemia a causa di un abbondante spotting dal tratto genitale. I fibromi sottomucosi possono causare dolori crampi che si verificano più spesso nei giorni delle mestruazioni. Il nodo sottomesso è una specie di corpo "estraneo" per l'utero, dal quale cerca di liberarsi. A volte tali nodi possono persino essere "nati" da soli. Questo processo è accompagnato da dolori crampi e sanguinamenti molto gravi..
  3. Il mioma subserous (subperitoneale) si manifesta spesso clinicamente come sintomo del dolore. I dolori sono localizzati nella parte inferiore dell'addome e / o nella parte bassa della schiena. Il loro aspetto è associato alla tensione dell'apparato legamentoso dell'utero e alla pressione dei fibromi in crescita sui plessi nervosi della piccola pelvi. In caso di disturbi circolatori nel nodo del dolore sono acuti e molto intensi.

Le sensazioni del dolore accompagnano lo sviluppo di fibromi in ogni terza donna e possono avere origini diverse. Con nodi interstiziali di piccole dimensioni, si nota una mestruazione dolorosa. Si osservano dolori doloranti costanti con una crescita pronunciata dei nodi. Con la necrosi del nodo, la sindrome del dolore è grave, si può notare un aumento della temperatura corporea, fenomeni di intossicazione. Inoltre, può verificarsi un'emergenza se il paziente ha nodi subserous "sulla gamba". Con una "gamba" sottile, si verifica una torsione del nodo; il nodo è disturbato dal potere. Questa situazione si manifesta spesso con una condizione acuta: forte dolore, con possibile sviluppo di peritonite. In tale situazione, è necessario un intervento chirurgico urgente..

Diagnostica

Il processo diagnostico con sospetta formazione miomatosa prevede le seguenti misure:

  1. Storia presa. Particolare importanza viene data ai criteri di età del paziente, poiché una simile patologia miomatosa si trova principalmente nelle donne in età riproduttiva. Di norma, le donne hanno lamentele sulle mestruazioni, che possono diventare più lunghe, più abbondanti, dolorose, irregolari.
  2. La diagnosi ecografica degli organi pelvici aiuta a identificare accuratamente la formazione miomatosa, a determinarne i parametri, la posizione.
  3. Esame ginecologico Viene eseguito su una sedia ginecologica utilizzando gli strumenti necessari. Le dimensioni del corpo uterino, la posizione delle ovaie, la forma e la mobilità del collo, ecc..
  4. Curettage diagnostico. Di solito viene eseguito per determinare i cambiamenti endometriali, nonché per escludere il cancro cervicale o uterino..
  5. Studio isterografico. L'isterografia si riferisce a tecniche radiopache che consentono di vedere visivamente la cavità uterina. Per questo, un farmaco di contrasto viene iniettato nel corpo uterino e quindi viene scattata una foto.
  6. Laparoscopia. Una tecnica simile si applica ai metodi chirurgici. Un laparoscopio viene inserito attraverso le forature nel peritoneo e fornisce un'immagine dell'organo oggetto di studio sul monitor. Durante la procedura, è possibile ottenere biomateriale per istologia o la rimozione di piccoli tumori, ecc..
  7. Esame isteroscopico. Aiuta a visualizzare la cavità uterina. Viene effettuato mediante l'uso di attrezzature speciali che vengono inserite nell'utero. Un metodo simile non è solo diagnostico, ma anche terapeutico. In questo modo, vengono rimossi vari polipi, il biomateriale viene ottenuto per l'esame istologico..

L'approccio al trattamento dei fibromi uterini è determinato in base allo stadio dell'educazione.

Come trattare i fibromi uterini?

Esistono due metodi principali per il trattamento dei fibromi uterini:

  1. Trattamento conservativo - con farmaci e procedure non invasive.
  2. Trattamento chirurgico - attraverso la chirurgia.

La scelta del metodo di trattamento dipende dalla gravità dei sintomi clinici dei fibromi uterini, dalle dimensioni del nodo miomatoso, dall'età della donna, dall'intenzione di avere figli in futuro.

Il metodo conservativo si basa sull'uso di farmaci ormonali all'interno e sull'iniezione, nonché sulla terapia sintomatica (analgesia, trattamento dell'anemia, riduzione della perdita di sangue, ecc.). La terapia conservativa è efficace solo per inibire la crescita del tumore. È conservativamente impossibile eliminare i fibromi uterini. Pertanto, il metodo di trattamento non chirurgico viene utilizzato principalmente nelle donne in età fertile..

Allo stesso tempo, la crescita del tumore è inibita fino all'inizio del periodo della menopausa. In questo momento, un'alta probabilità di auto-riassorbimento del tumore.

Trattamento dei fibromi senza chirurgia

Il trattamento non chirurgico dei fibromi uterini è un insieme di misure, tra cui l'adesione a una dieta appropriata, l'uso di immunomodulatori, fitoterapia, procedure fisioterapiche approvate, farmaci ormonali.

Il corso del trattamento prevede i seguenti passaggi:

  • Terapia antinfiammatoria dei processi infettivi della sfera ginecologica;
  • Attivazione del sistema immunitario con farmaci speciali;
  • Adeguamento di dieta e dieta;
  • Normalizzazione del sistema endocrino;
  • La formazione di uno sfondo persino psico-emotivo;
  • Eliminazione di sanguinamento;
  • Trattamento dell'anemia;
  • Riportare il ciclo mestruale alla normalità.

A casa, il trattamento dei fibromi uterini senza chirurgia consiste nell'uso dei seguenti farmaci:

  1. Antiprogestogens. Come terapia preparatoria prima dell'intervento chirurgico o per il trattamento dei fibromi, viene spesso utilizzato Mifepristone (RU-486). Questo farmaco non solo elimina i sintomi della patologia, ma aiuta anche a ridurre le dimensioni dell'istruzione.
  2. Gonadotropina che rilascia agonisti dell'ormone. I farmaci di questo gruppo includono: triptorelina - (Decapeptil, Diferelin, Decapeptyl Depot), buserelin, goserelin (Zoladex), leuprorelin (Lucrin Depot). Lo svantaggio dell'utilizzo di questi agenti per il trattamento dei fibromi uterini è che dopo la fine della terapia, i nodi possono riprendersi in dimensioni e l'uso a lungo termine di questi farmaci non è consentito, poiché può portare allo sviluppo dell'osteoporosi e altre conseguenze per il corpo femminile a causa della mancanza di estrogeni. Entro sei mesi dall'utilizzo di questi fondi, la dimensione dei fibromi può essere ridotta del 50% e l'intensità dei sintomi dei fibromi può anche diminuire. Spesso, questi farmaci vengono utilizzati per ridurre i fibromi uterini prima dell'intervento chirurgico per ridurre la perdita di sangue durante l'intervento chirurgico.
  3. Contraccettivi orali combinati. Questi includono tali combinazioni: desogestrel con etinilestradiolo (Mercilon, Marvelon, Novinet), etinilestradiolo con norgestrel (Ovidon, Rigevidon). Questi farmaci aiutano efficacemente a ridurre i sintomi dei fibromi uterini, come dolori al basso ventre, sanguinamento. Tuttavia, per il trattamento dei fibromi uterini al fine di ridurne le dimensioni, le compresse di questo gruppo non sono prioritarie, poiché non sempre portano a una diminuzione dei nodi. Sotto l'azione di tale terapia, solo i nodi la cui dimensione iniziale non supera 1,5 cm possono essere ridotti.
  4. Gestageni. L'uso di tali fondi oggi è una questione controversa, poiché alcuni medici ritengono inaccettabile l'uso di tali farmaci, in particolare il dydrogesterone (Dufaston) con fibromi uterini. Altri credono che l'uso di questo farmaco sia giustificato, poiché è la mancanza di progesterone che provoca la crescita dei fibromi. L'efficacia della terapia con agenti come linestrenolo (Orgametril, Escluton), medoxyprogesterone acetato (Provera, Depo-Provera), né-etisterone (Norkolut, Primolut-Nor) per il mioma uterino non è dimostrata Pertanto, molti ginecologi non raccomandano questi farmaci. Tuttavia, l'uso di questi farmaci in combinazione con iperplasia endometriale e fibromi uterini è giustificato. La crescita dei fibromi si verifica non solo da una carenza o sovrabbondanza di qualsiasi ormone, ma piuttosto da uno squilibrio tra ormoni, quindi l'uso di tali farmaci non dovrebbe essere effettuato universalmente, ma se indicato.
  5. Antigonadotropins. Danazol (Vero-Danazol, Danazol, Danoval, Danol, Danogen), gestrinone (Nemestran). Con i fibromi uterini, il trattamento con questi farmaci viene raramente utilizzato, poiché non possono ridurre le dimensioni dei nodi, ma aiutano solo a ridurre l'intensità dei sintomi dei fibromi, inoltre hanno una serie di effetti collaterali indesiderati, come acne, alterazioni della voce, crescita dei peli sul corpo e sul viso. Questi farmaci per il mioma possono essere utilizzati solo con la bassa efficacia di altri trattamenti.

Ablazione FUS di fibromi

Un metodo di trattamento dei fibromi, basato sul riscaldamento dei tessuti dei nodi con ultrasuoni focalizzati ad alta intensità, a causa del trasferimento di una grande quantità di energia in un'area chiaramente localizzata dopo l'applicazione di cui si verifica la distruzione del tessuto del nodo - necrosi termica. Il principio di funzionamento è molto simile alla concentrazione della luce solare con una lente d'ingrandimento. Il culmine dello sviluppo del metodo è la combinazione di una sorgente di ultrasuoni focalizzata (un emettitore montato su tavolo) e un dispositivo MRI. L'ecografia viene eseguita attraverso la parete addominale anteriore. La termocamera MR controlla la localizzazione e, soprattutto, la temperatura di riscaldamento in tempo reale.

Il metodo consente la distruzione di un'area chiaramente definita senza danneggiare i tessuti sani. L'area tra il tessuto “trattato” e il tessuto sano sono solo poche file di cellule. Pertanto, l'ecografia focalizzata oggi è più vicina che mai al concetto di "strumento chirurgico ideale": la procedura non richiede l'introduzione di strumenti nella cavità del corpo, l'anestesia e il ricovero in ospedale, ma è tutt'altro che possibile in tutti i casi e richiede la corretta selezione dei pazienti. Il substrato per l'azione degli ultrasuoni focalizzati è il tessuto connettivo situato nel mioma.

Il tessuto connettivo immagazzina bene l'energia e consente di raggiungere la temperatura necessaria per la necrosi termica. Pertanto, i cosiddetti fibromiomi, che costituiscono il 70% di tutti i miomi, si prestano molto bene al trattamento con FUS. I leiomiomi, o fibromi cellulari, non sono assolutamente adatti al trattamento con FUS a causa della mancanza di substrato per l'esposizione e dell'afflusso di sangue ad alta intensità, che non consente un riscaldamento sufficiente del tessuto.

Durante la sperimentazione del metodo e la sua introduzione nella pratica clinica, la selezione errata dei pazienti è stata la causa di frequenti ricadute ed è stata erroneamente interpretata come l'inefficienza del metodo. Per valutare la possibilità di ablazione FUS del paziente, è necessario sottoporsi a una risonanza magnetica alla quale viene determinato il tipo di fibroma. Recentemente, numerosi lavori di vari autori, basati su studi retrospettivi su pazienti trattati, hanno dimostrato l'elevata efficienza del metodo, non inferiore nelle prestazioni rispetto ad altri metodi di trattamento dei fibromi uterini, a condizione che sia usato correttamente.

Le indicazioni per l'uso dell'ablazione FUS in relazione ai fibromi uterini sono indicazioni standard per il trattamento salva-organo dei fibromi uterini. A seconda delle attività cliniche che il ginecologo imposta, l'applicazione della tecnologia è possibile in quattro opzioni tattiche. 1. Trattamento salva-organo dei fibromi uterini. 2. Prevenzione delle manifestazioni cliniche dei fibromi uterini (che consente di abbandonare la pratica ambulatoriale in attesa della crescita dei nodi miomatosi). 3. Preparazione del nodo mioma per miomectomia transcervicale (a seguito della distruzione del FUS, le dimensioni del nodo e l'intensità del flusso sanguigno sono ridotte, il che riduce significativamente il rischio di possibili complicanze e facilita l'operazione); 4. Per rinviare il trattamento chirurgico.

A differenza di altri metodi, l'ablazione FUS-MRI dei fibromi uterini è un metodo non invasivo, salva-organo, senza ricovero in ospedale, senza dolore, preserva la donna le maggiori possibilità possibili di una gravidanza di successo rispetto ad altri metodi, ha la più bassa percentuale di complicanze tra tutti i metodi usati per trattare i fibromi uterini (attualmente inferiore allo 0,05%). Il metodo ha ottenuto il riconoscimento in molti paesi CE (Europa), FDA (USA), MHLW (Giappone), CFDA (Cina), ANVISA (Brasile), Canada FDA, KFDA (Corea), Russia, Taiwan.

Embolizzazione dell'arteria uterina (EMA)

Questa è l'introduzione di speciali sfere di plastica nelle arterie uterine al fine di arrestare l'afflusso di sangue a determinate sezioni dell'utero e dei fibromi. La procedura EMA ha indicazioni per l'uso molto limitate ed è utilizzata principalmente nelle donne sopra i 40 anni con nodi miomatosi sottomucosi e sanguinamento uterino grave.

L'uso di metodi di embolizzazione dell'arteria uterina nelle donne in età riproduttiva, secondo le raccomandazioni della European and American Society of Obstetrician-Gynecologists, è proibito. In letteratura ci sono un numero enorme di pubblicazioni che illustrano le conseguenze di un'embolizzazione senza successo delle arterie uterine. Di norma, si tratta di giovani donne nullipare di età compresa tra 25 e 35 anni che hanno perso l'opportunità di avere figli a seguito della procedura EMA per i piccoli fibromi che non richiedevano alcun trattamento.

Quando è l'operazione per rimuovere l'utero con mioma?

Indicazioni per il trattamento chirurgico radicale dei fibromi uterini:

  1. Dimensioni del tumore da 12 settimane (un tumore volumetrico comprime organi adiacenti, vasi sanguigni, interferendo con il loro normale funzionamento);
  2. La rapida crescita del nodo miomatoso (da 4 settimane all'anno);
  3. Il mioma è la causa di sanguinamenti massicci;
  4. Sindrome del dolore grave;
  5. Torsione delle gambe e necrotizzazione del nodo miomato;
  6. Nascita di un nodo miomatoso sottomucoso;
  7. La combinazione di endometriosi e fibromi;
  8. Sospetto di malignità dei fibromi.

A seconda delle dimensioni, della posizione e del tipo di fibromi, il medico seleziona il tipo di operazione più conveniente per eliminarlo. La miomectomia oggi viene eseguita in tre modi:

  • laparoscopia: attraverso un piccolo foro nell'addome;
  • attraverso la vagina con uno strumento speciale - isteroscopia;
  • operazione di corsia - in modo aperto, attraverso un'incisione nell'addome inferiore (molto raramente);
  • se le operazioni delicate sono impossibili ed è impossibile arrestare la crescita dei fibromi in altri modi, il trattamento prevede una resezione completa dell'utero - un'isterectomia.

L'isterectomia e la laparotomia sono i metodi più popolari di chirurgia, in quanto hanno una serie di vantaggi: rapido recupero dopo l'intervento chirurgico, conservazione della capacità di rimanere incinta e portare un bambino in futuro e quasi nessun segno di chirurgia.

Prevenzione

La prevenzione dei fibromi uterini è aderire alla dieta, dormire e riposare, ridurre le situazioni stressanti. Un metodo importante per la prevenzione dei fibromi uterini è la gravidanza e il parto tempestivi (fino a 25 anni), nonché gli esami preventivi da un ginecologo.

Fibromi uterini

Vashkevich Irina Vladimirovna

Fibromi uterini (leiomioma o fibromioma) - una massa benigna nel miometrio (lo strato muscolare dell'utero), risultante da insufficienza ormonale. Di solito è rappresentato da diversi nodi di dimensioni diverse, ma ci sono anche singoli tumori. Le piccole neoplasie vengono rilevate accidentalmente durante l'esame, poiché non esiste una sintomatologia grave.

Cause dei fibromi uterini

Il motivo principale per lo sviluppo della malattia è un malfunzionamento delle ovaie, quando iniziano a produrre troppo ormone estrogeno. Il mioma e la sua crescita intensiva possono essere provocati dai contraccettivi con un'alta concentrazione di questo ormone. Inoltre, i fibromi possono verificarsi dopo l'aborto, le complicazioni durante la gravidanza, l'endometriosi, a causa dell'infiammazione delle ovaie, delle tube di Falloppio. A rischio sono le donne nullipare di età superiore ai 30 anni. Spesso la causa della formazione di nodi è l'obesità, la bassa attività fisica, l'interruzione del sistema endocrino, il sistema immunitario, un lungo periodo di insolazione (rimanere alla luce solare attiva). C'è anche un fattore ereditario.

Fattori che promuovono il tumore

Secondo la ricerca, un fattore chiave nella presenza di fibromi è un aumento degli estrogeni nella carenza di progesterone, che è associata a disfunzione ovarica. L'estrogeno favorisce la crescita di alcuni gruppi muscolari dell'utero. Un aumento della produzione dell'ormone femminile è provocato non solo dalle malattie infiammatorie e infettive del sistema riproduttivo, dall'aborto, dai contraccettivi, ma anche dalla malnutrizione. Pertanto, gli alimenti ricchi di carboidrati raffinati, acidi grassi saturi e fibre inadeguate con consumo costante aumentano il rischio di sviluppare tumori.

Il fibromioma può anche verificarsi a seguito di un trauma uterino: trauma durante il parto, curettage, isteroscopia diagnostica, introduzione di uno IUD (dispositivo intrauterino). Le donne in sovrappeso sono soggette a processi tumorali: il tessuto adiposo trasforma gli androgeni in estrogeni. Pertanto, nei pazienti di peso superiore a 70 kg, questa malattia ha una probabilità 3 volte maggiore di manifestarsi. La distribuzione della massa grassa influenza la produzione di estrogeni, quindi le donne con depositi nella parte superiore del corpo e in vita (il tipo di figura è "mela") sono le più sensibili ai fibromi. Ipertensione, sovraccarico psicoemotivo, stile di vita sedentario, fattore regionale, incompatibilità con il partner sessuale influenzano lo sfondo ormonale..

Fibromi uterini e suoi tipi

In base ai siti di posizionamento, si distinguono i seguenti tipi di tumori:

  1. Sottosierosa. Si trova all'esterno dell'utero e si sviluppa all'esterno della cavità pelvica. Non influisce sul lavoro del sistema riproduttivo e sul ciclo mestruale, ma comprime organi e tessuti adiacenti. Pertanto, il dolore nella regione lombare è possibile, con movimenti intestinali, una sensazione di movimento intestinale incompleto.
  2. Intramuscolare (intramurale). Si forma negli strati muscolari medi, provocando un aumento dell'organo. Questo tipo di tumore è il più comune tra i pazienti ed è caratterizzato da un malfunzionamento del ciclo mestruale, dolore, gravità nella zona pelvica.
  3. Sottomucoso (sottomucoso). Si sviluppa sotto la mucosa che copre la cavità uterina, crescendo più in profondità nell'organo e portando a sintomi acuti.
  4. Intramuscolare (interstiziale). I nodi si formano all'interno dello strato muscolare dell'utero. Questo tipo di tumore è caratterizzato da un abbondante flusso mestruale, il dolore appare solo con un'intensa crescita di fibromi, la sua necrosi o edema e soffrono anche gli organi vicini - il retto e l'urea. L'allargamento uterino è uniforme.

Sintomi

Il mioma non ha sempre sintomi pronunciati, di cui i più caratteristici riscontrati nella maggior parte dei pazienti sono i seguenti:

  • violazione, andamento anomalo del ciclo - aumento della durata (8 o più giorni), dolore, coaguli di sangue;
  • dolore nella zona pelvica;
  • una sensazione di pesantezza, pressione nell'area MT (bacino);
  • dolore alle gambe e alla schiena;
  • dolore, disagio durante l'intimità;
  • minzione frequente con un piccolo svuotamento dell'urea, che è associato alla compressione dell'organo;
  • costipazione a causa di intestini spremuti;
  • aumento dell'addome.

Se hai almeno un sintomo, devi consultare urgentemente una clinica prenatale. Se un esame visivo, la palpazione non sarà sufficiente, il medico prescriverà un'ecografia, un esame del sangue, un test delle urine, uno striscio. Ulteriori metodi di esame possono essere utilizzati a seconda del risultato..

Mioma e gravidanza

I pazienti che hanno un tumore sono preoccupati per la possibilità di concepimento e gravidanza. Questo problema è molto rilevante, poiché la principale categoria di età delle madri sono le donne di età superiore ai 30-35 anni, che sono a rischio.

Una neoplasia non è una causa di infertilità, ma causa alcune difficoltà: comprime le tube di Falloppio, interrompe l'ovulazione e riduce la pervietà degli spermatozoi. Pertanto, se la paziente non rimane incinta e vengono rilevati fibromi di grandi dimensioni, si raccomandano farmaci o interventi chirurgici. Con escrescenze ipertrofiche di fibromi e un aumento significativo, deformazione dell'utero, è problematico ripristinare la capacità di sopportare i bambini, a volte è impossibile.

1o trimestre di gravidanza

I problemi sono pieni di contatto del tumore con la placenta, specialmente se il mioma è grande. Con un piccolo tumore, che durante la gravidanza si osserva nel 60% delle donne, sono assenti complicazioni e sintomi, ma c'è un aborto precoce. cause:

  • un aumento del numero di contrazioni uterine;
  • compromissione della circolazione uterina;
  • problemi nel funzionamento del sistema neuroendocrino;
  • infezioni croniche;
  • proliferazione della mucosa uterina dovuta a poliposi, iperplasia.

2o, 3o trimestre

Aumenta il rischio di aborto spontaneo, poiché diminuisce lo spazio richiesto per il feto, aumenta l'intensità delle contrazioni uterine. Un ruolo importante è giocato dal numero, dalle dimensioni, dal posizionamento delle neoplasie, dal loro contatto con la placenta. Se non si verifica un aborto spontaneo, i fibromi possono influenzare negativamente lo sviluppo del feto, causando deformazioni del cranio, altre parti del corpo e organi interni compromessi..

Una neoplasia è spesso la causa di un parto prolungato, spesso i medici decidono di un taglio cesareo. Il tumore stesso non influisce sul processo di nascita, la ragione è che a causa della loro presenza, viene presentata un'anomalia, la posizione del bambino, quando è impossibile dare alla luce naturalmente (posizione pelvica, facciale, trasversale). Inoltre, con taglio cesareo, il chirurgo può rimuovere immediatamente la neoplasia.

La separazione della placenta è di particolare difficoltà, soprattutto se dietro di essa si è formato un tumore. I medici devono tenerne conto durante il parto..

Il mioma è la causa delle complicanze nel periodo postpartum. Sono in anticipo - causano sanguinamento, crescita della placenta e tardi. Questi includono l'involuzione (l'utero non ha le sue dimensioni originali), l'infezione.

Gravidanza, parto e mioma

Durante la gravidanza, vi è una maggiore produzione di estrogeni e progesterone, che influenza lo stato della neoplasia. Insieme ai cambiamenti ormonali, si verificano cambiamenti fisici: il miometrio viene allungato, aumenta di volume. Pertanto, la localizzazione del tumore, la sua dimensione è importante. Un aumento è caratteristico per il 1o e il 2o trimestre, mentre nel 3o mioma diminuisce. In pratica, nella maggior parte dei pazienti con questa malattia, durante la gravidanza e il parto non vi è una crescita intensiva del tumore, non provoca problemi significativi. L'effetto opposto è più comune: distruzione della neoplasia, necrosi. Questo è un cambiamento negativo che può causare sanguinamento, gonfiore e comparsa di cisti. La necrosi del tessuto fibromioma è accompagnata da un aumento della temperatura corporea, un aumento dei globuli bianchi nel sangue, un aumento del livello di VES, dolore nell'area del sito del nodo. Se l'ecografia e i test confermano la diagnosi, la donna incinta viene ricoverata in ospedale e curata in ospedale. Quasi nessuna procedura chirurgica.

Trattamento

La terapia delle neoplasie è medica e chirurgica. Per il trattamento di pazienti in età riproduttiva, di solito vengono utilizzati metodi farmacologici con l'uso di droghe, è estremamente raro che i fibromi vengano rimossi operativamente, poiché questo mette a rischio la possibilità di rimanere incinta in futuro.

La terapia farmacologica prevede l'uso di preparati di ferro, vitamine B, E, A, che influenzano positivamente il funzionamento del sistema endocrino e nervoso, degli acidi folici e ascorbici. Di solito si tratta di complessi bilanciati, integratori alimentari. Un buon effetto si nota dopo la nomina di una dieta speciale volta a ridurre il peso corporeo (spesso il metabolismo lipidico del mioma viene interrotto, provocando aumento di peso). Il paziente regola la dieta, sostituisce i grassi animali con grassi vegetali, limita l'assunzione di carboidrati e include succhi di frutta e verdura. Anche gli ormoni prescritti con un alto contenuto di progesterone, inibendo la crescita dei tumori. Quindi, il trattamento farmacologico viene effettuato nei seguenti casi:

  • età fertile;
  • se il mioma si trova nello strato muscolare;
  • l'utero è piccolo, non ha cambiato forma.

Se il tumore è grande, continua a crescere, viene presa una decisione sull'intervento chirurgico. indicazioni:

  • sanguinamento uterino accompagnato da anemia;
  • grande volume dell'utero;
  • fibromi formati sotto la mucosa;
  • spremitura del retto, urea;
  • crescita della neoplasia postmenopausale;
  • il tumore si trova nella cervice.

Se ci sono prove, viene eseguita una miomectomia (rimozione del fibromioma) o embolizzazione delle arterie uterine per bloccare la nutrizione del nodo, che porta alla sua riduzione. La rimozione completa dell'utero può essere praticata in casi eccezionali, nonché se il paziente ha più di 45 anni.

Guarda il video sul mioma

Cosa succederà se non trattato

Per quanto riguarda la necessità di trattare i fibromi, gli esperti non sono d'accordo. Alcune persone preferiscono guardare, aspettare, poiché ci sono situazioni in cui lo sfondo ormonale è normale e le neoplasie si risolvono. Ciò è particolarmente vero per le giovani donne in età fertile e le ragazze durante la pubertà. Complessi vitaminici, una corretta alimentazione sono prescritti come adiuvanti.

Un'altra categoria di specialisti insiste sul trattamento urgente, compresi i farmaci ormonali, al fine di prevenire un'ulteriore crescita del tumore in modo tempestivo e mantenere la capacità di dare alla luce bambini.

La decisione viene presa dopo una serie di analisi:

Il fatto è che se un fibroma non viene trattato o vengono utilizzati metodi popolari, l'automedicazione può portare a gravi conseguenze: interruzione di altri organi del sistema riproduttivo, organi vicini, sviluppo di altre neoplasie. Dato che nelle fasi iniziali la malattia procede senza sintomi, si raccomanda che le donne ogni anno, due volte l'anno, siano controllate da un ginecologo.

complicazioni

Dopo aver ridotto o rimosso la neoplasia, è necessario prestare attenzione al corpo, essere osservati da un medico al fine di prevenire lo sviluppo o la comparsa di un nuovo tumore. Vari fattori negativi, disturbi ormonali, compresi quelli associati alla ristrutturazione del corpo durante la menopausa, possono portare a questo. Se è stato eseguito un intervento chirurgico, la gravidanza può essere pianificata non prima di sei mesi dopo, dopo aver consultato un medico. Altrimenti, una cicatrice postoperatoria non protetta sull'utero può causarne la rottura durante il parto..

Durante il trattamento medico, si dovrebbe aderire alle raccomandazioni mediche, mantenere uno stile di vita sano, praticare sport, l'intimità regolare e la contraccezione prescritte da un ginecologo sono importanti.

Risposte a domande popolari

Cosa succederà se non tratti i fibromi uterini?
In ogni caso, deve essere osservato. Le indicazioni per il trattamento dei fibromi non sono sempre.

È necessario trattare i piccoli fibromi uterini??
Un fibroma uterino di piccole dimensioni situato per via intramuscolare o subserous, senza manifestazioni cliniche e tendenza alla crescita, è solo necessario osservare regolarmente.

La fecondazione in vitro è possibile con mioma uterino?
Forse se fibromi uterini senza manifestazioni cliniche, di tipo subserous o intramuscolare, e non superi una dimensione totale di 5 cm.

Fibromi uterini

Informazione Generale

I fibromi uterini (la malattia è anche chiamata fibromioma, leiomioma) è un tumore benigno che si manifesta nello strato muscolare dell'utero, chiamato miometrio. Il mioma è un tipo di groviglio in cui le fibre muscolari lisce si intrecciano in modo casuale e, di conseguenza, si forma un nodo arrotondato. Tali nodi a volte raggiungono dimensioni particolarmente grandi e possono persino pesare diversi chilogrammi. Il diametro di tali nodi va da pochi millimetri a una dimensione di diversi centimetri.

Il tumore è dipendente dall'ormone e si verifica nelle donne in età riproduttiva. Molto spesso, le donne dai trenta ai quarantacinque anni imparano cosa sono i fibromi uterini dalla loro stessa esperienza. Di recente, tuttavia, molto spesso si è trattato di ringiovanire questo fenomeno. Oggi, tra tutte le malattie di natura ginecologica, i fibromi uterini sono circa il trenta percento.

Cause dei fibromi uterini

Oggi, gli esperti parlano della teoria ormonale quando si tratta della formazione e dell'ulteriore sviluppo dei fibromi uterini. Cambiamenti morfologici nel miometrio si verificano a causa di malfunzionamenti dell'escrezione, nonché della conversione metabolica degli estrogeni. Inoltre, il rapporto tra le frazioni di estrogeni è importante. Inoltre, l'impeto per la formazione di fibromi uterini è una violazione della reattività immunitaria del corpo, che si verifica spesso in presenza di focolai cronici di infezione. Anche la predisposizione ereditaria a questa malattia è importante. Inoltre, i motivi che innescano l'insorgenza della malattia possono essere l'aborto, le cattive condizioni ambientali, l'adenomiosi, l'infiammazione dell'area genitale, il travaglio complesso.

È dimostrato che i nodi miomatosi possono formarsi già nella fase dello sviluppo embrionale. Le cellule che sono precursori dei fibromi uterini sono in crescita da molti anni. La loro crescita stimola l'attività ovarica risultante dall'esposizione a estrogeni e progesterone. La struttura dei fibromi uterini non è la stessa. Se consideriamo il rapporto tra tessuto connettivo e muscolare, i nodi sono generalmente divisi in fibromi, fibromi e fibromi.

La classificazione in base alla crescita dei nodi e alla loro localizzazione avviene come segue: vengono allocati nodi miomatosi sottomucosi, che si sviluppano e crescono nella cavità uterina, successivamente deformandola, così come nodi sussidiari che crescono verso la cavità addominale. A volte nel processo di crescita del nodo miomato, si forma un legamento uterino. In questo caso, il nodo è chiamato miomatoso intraligamentare. I nodi miomatosi interstiziali crescono dallo strato intermedio del miometrio e si trovano nello spessore del miometrio. Se valutiamo la localizzazione e la larghezza della base dei nodi, nonché la dimensione del componente intramurale, si distinguono anche diversi tipi di fibromi sottomucosi.

Sintomi di fibromi uterini

Se il paziente sviluppa fibromi uterini sottomessi, i sintomi di questa condizione sono espressi in mestruazioni prolungate, che è caratterizzata dalla presenza di coaguli, nonché da metrorragia, che provoca la manifestazione di anemia nel paziente. Inoltre, durante il sanguinamento uterino nelle donne con mioma uterino, si osservano crampi, tirando dolore nell'addome inferiore. In alcuni casi, a causa delle contrazioni uterine, l'espulsione del nodo miomato si verifica in modo arbitrario. Nel processo di uscita del nodo miomato, la donna avverte contrazioni dolorose molto intense. I fibromi uterini sottomessi e la gravidanza molto spesso non possono essere combinati: la sua presenza minaccia l'aborto e, di conseguenza, l'infertilità.

A volte piccoli nodi miomatosi sierosi per molto tempo non si manifestano affatto con determinati sintomi. Tuttavia, nel processo del loro sviluppo e aumento, la nutrizione del tumore è talvolta disturbata e diventa possibile la torsione della gamba del nodo. In questo caso, il paziente inizia a manifestare fibromi uterini manifestati. I sintomi sono simili a quelli sopra descritti: disagio nell'addome inferiore, dolori acuti o che si manifestano periodicamente. Tale dolore può dare alla gamba, al perineo, alla regione lombare. Se la torsione delle gambe del nodo miomato è già avvenuta o si è verificata una zona di necrosi, il dolore si manifesta molto più intensamente. In questo caso, una donna può lamentare i sintomi di un "rigorosamente addome"

Se con il mioma uterino ci sono nodi miomatosi interstizialmente subsosi, tali formazioni sono caratterizzate da una tendenza meno pronunciata a cambiamenti distruttivi. Di conseguenza, tali formazioni potrebbero non manifestarsi per molto tempo. Tuttavia, i nodi crescono gradualmente fino a dimensioni molto impressionanti: possono raggiungere un diametro fino a 25 cm. In questo caso, le donne si lamentano di una sensazione di pesantezza pesante e grave disagio nell'addome inferiore e, man mano che il nodo cresce, l'addome del paziente può aumentare.

Le sensazioni del dolore si manifestano a seguito dell'allungamento del peritoneo dell'utero. Inoltre, i nodi ingrandenti premono sui plessi nervosi nel bacino. Il dolore acuto si verifica in caso di violazione della circolazione sanguigna nei nodi miomatosi. Data la posizione dei nodi, può verificarsi una violazione delle funzioni degli organi situati accanto a loro.

Se il nodo miomatoso cresce anteriormente, il paziente può sviluppare fenomeni disurici. Una donna si lamenta di minzione troppo frequente, mentre la vescica non si svuota completamente. È anche possibile la ritenzione urinaria acuta. A volte la pressione del nodo miomato può interrompere la defecazione. In presenza di nodi miomatosi subsosi, la funzione mestruale viene violata relativamente raramente. Ma se il paziente ha più nodi miomatosi sierosi, la contrattilità del miometrio è compromessa e si verificano meno e metrorragia.

Con i nodi miomatosi interstiziali, l'utero aumenta e le capacità contrattili del miometrio subiscono cambiamenti significativi. Di norma, nelle donne che hanno proprio un tale fibroma uterino, i sintomi della malattia si manifestano in periodi abbondanti e molto lunghi. A volte la scarica dai genitali appare tra le mestruazioni.

Come risultato della costante perdita di sangue nei pazienti con mioma uterino, si verifica l'anemia. Questo fenomeno può verificarsi anche senza forti emorragie durante le mestruazioni. Il fatto è che nell'utero allargato a causa di nodi, il sangue si deposita. Le donne con grandi fibromi uterini lamentano mancanza di respiro e un forte battito cardiaco che si verifica in posizione supina a causa della sindrome della vena cava inferiore. Si verifica anche dolore, lo stomaco aumenta, l'urina può indugiare o può verificarsi idronefrosi..

Le donne con fibromi uterini possono provare dolore durante il rapporto. Inoltre, i pazienti a volte soffrono di costipazione, le donne con mioma spesso sviluppano obesità.

È importante considerare che durante la gravidanza, i fibromi uterini hanno un effetto negativo. Le donne che combinano fibromi uterini e gravidanza soffrono di insufficienza placentare. Spesso hanno il rischio di aborto spontaneo. L'effetto più negativo dei fibromi uterini colpisce se la placenta si trova nella proiezione del nodo miomato. Di conseguenza, la funzionalità e la struttura della placenta sono compromesse e una quantità insufficiente di ossigeno può fluire al feto. Se esiste un rischio molto elevato di complicanze, sia per la donna che per il feto, il problema del mantenimento della gravidanza viene deciso individualmente. Con la conservazione della gravidanza, anche il problema del ricovero in ospedale di una donna e l'uso del taglio cesareo vengono decisi individualmente. Se non ci sono controindicazioni, con mioma uterino, il parto è possibile in modo naturale..

Diagnosi dei fibromi uterini

Attualmente, l'ecografia è considerata il metodo più efficace per diagnosticare i fibromi uterini. Viene inoltre eseguita un'ecografia per stabilire la diagnosi. La posizione topografica dei nodi miomatosi viene determinata utilizzando tomografi a ultrasuoni, con i quali è possibile ottenere un'immagine tridimensionale informativa. Il metodo idrosonografico consente di differenziare i fibromi uterini con un polipo endometriale. Utilizzando questo metodo, è possibile determinare la posizione del nodo sottomucoso e la deformazione della cavità uterina..

Inoltre, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica consentono di differenziare la malattia con altri disturbi: tumori, linfonodi ingrossati..

Il metodo di isteroscopia viene utilizzato per determinare con precisione piccoli nodi sottomucosi.

Il curettage della mucosa uterina e l'esame istologico del raschiamento vengono effettuati al fine di escludere la patologia della mucosa del canale cervicale e dell'endometrio. In alcuni casi, ai pazienti viene anche prescritta la laparoscopia..

Trattamento con fibromi uterini

Se una donna ha rivelato un piccolo fibroma uterino, la domanda sulla necessità di un trattamento viene presa da un ginecologo individualmente. In generale, il trattamento dei fibromi uterini viene effettuato solo nel 10-20% dei casi, in altri casi viene utilizzata una posizione di attesa e di visualizzazione.

Tuttavia, le donne devono sempre visitare un medico regolarmente e monitorare la condizione mediante ultrasuoni almeno una volta all'anno. Inoltre, una donna dovrebbe capire chiaramente cosa sono i fibromi uterini e capire quali metodi per prevenire l'ulteriore sviluppo dei fibromi uterini possono aiutare a rallentare lo sviluppo della malattia.

In questo caso, è necessario limitare l'assunzione di grassi e carboidrati, non mangiare cibi troppo piccanti e salati. Se una donna sviluppa fibromi uterini, esistono controindicazioni per l'esposizione al sole e in un solarium. Con i fibromi uterini, è molto necessario prescrivere sessioni di massaggio, per condurre un trattamento fisioterapico. Inoltre, alle donne viene prescritta l'assunzione di vitamina secondo un programma speciale, che viene determinato dal medico curante. Con i fibromi uterini, esistono controindicazioni per l'uso di contraccettivi ormonali.

Il trattamento conservativo viene utilizzato per fermare la crescita dei fibromi uterini, nonché per il trattamento della menometorragia e dell'anemia. Fondamentalmente, per il trattamento dei fibromi uterini, vengono utilizzati farmaci: derivati ​​dei 19 norteroidi, che aiutano a ridurre i fibromi uterini. Di conseguenza, il sanguinamento diventa meno abbondante, i livelli di emoglobina tornano alla normalità..

Se la malattia influisce in modo significativo sulla qualità generale della vita di una donna, in questo caso è consigliabile rimuovere i fibromi uterini. A seconda della gravità della malattia, viene eseguita la rimozione chirurgica dei fibromi uterini o dell'utero nel suo insieme. Molto spesso viene praticata la chirurgia con accesso laproscopico, che è il meno traumatico. In casi più rari, l'isterectomia viene utilizzata come intervento chirurgico, tuttavia questo metodo è relativamente traumatico.