Dizionario di gergo giovanile - omo

Lipoma

Spesso indicato come il più antico rappresentante di Homo sapiens.

Frammenti di cranio e scheletro facciale.

L'affidabilità della ricostruzione del cranio è altamente dubbia, poiché la connessione della maggior parte dei frammenti è puramente speculativa. Ad esempio, il diametro di altezza ricostruito ba-b di Omo I è di 159 mm, che è molto più del massimo individuale non solo dei pre-paleoantropi, ma anche dell'uomo moderno; quando ricostruita, la larghezza del cranio più grande di 144 mm, questa altezza è estremamente sproporzionata. Il cranio ricostruito è inutilmente "sapientizzato". La ricostruzione dello scheletro facciale di Omo I sulla base dell'osso zigomatico destro e di due piccoli frammenti del bordo alveolare della mascella superiore è completamente inaffidabile.

I segni spesso citati del cranio di Omo I non possono essere considerati affidabili: rotondità dell'arco e della sua grande altezza, posizione della larghezza maggiore del cranio nei tubercoli parietali, posizione verticale dell'osso frontale, scarso sviluppo del superciliare, rigonfiamento significativo delle ossa parietali, rotondità dell'osso occipitale, mancanza e piccole dimensioni l'altezza del viso, l'ortognatismo pronunciato, la bassa altezza delle orbite oculari, la forma moderna del palato e, in particolare, la dimensione e la forma moderne dei denti, poiché quest'ultima non è stata rilevata affatto. Le seguenti caratteristiche sono significative sul cranio di Omo I: significativa sporgenza della regione glabellare in avanti, imponenza della parte laterale della cresta superciliare e processo frontale dell'osso zigomatico, assenza di un solco suprapulmano, appiattimento della parte superiore delle squame dell'osso occipitale e forte flessione della zona nucale, presenza di dimensioni molto grandi moderatamente sviluppate, presenza di dimensioni molto grandi moderatamente sviluppate, presenza di dimensioni molto grandi moderatamente sviluppate, presenza di dimensioni molto medie moderatamente sviluppate e sporgente in fondo al mastoide dell'osso temporale, una grande larghezza superiore del viso, una tendenza a levigare la tacca mascellare.

Volume del cervello - 1400 cm 3

La mascella inferiore di Omo I è spesso descritta come completamente moderna; la presenza di una sporgenza del mento è di solito enfatizzata. Tuttavia, la sicurezza ci consente di dire che la parte inferiore della sinfisi è davvero arrotondata, ma il grado della sua sporgenza in avanti dipende dall'orientamento del frammento, inoltre, non è noto se questa sporgenza fosse morfologicamente identica a quella moderna. L'altezza del corpo della mascella inferiore è eccezionale. Il rilievo esterno dell'angolo della mascella è molto sviluppato e i condili articolari sono enormi.

Le plasmacellule sono apparse nel sangue: cosa significa

Hai superato un esame del sangue generale e hai trovato delle plasmacellule. Cosa significa? La presenza di plasmociti indica una recente malattia infettiva, la presenza di un virus o processi infiammatori. Il terapeuta può determinare la causa che ha innescato la comparsa di plasmociti nel corpo.

Come appaiono le plasmacellule nel sangue

Le plasmacellule non sono elementi estranei nel corpo. Sono prodotti dai linfociti B e sono costantemente presenti nei linfonodi, nella milza e nel midollo osseo rosso. Una funzione importante di questi organi è proprio la produzione di tali cellule..

Il processo di formazione delle plasmacellule avviene in più fasi. Quando si verifica un'infiammazione, il cervello invia un segnale all'accumulo di linfociti B per iniziare la lotta contro l'infezione.

Il cervello riceve un segnale esattamente quale antigene è entrato nel corpo e i linfociti B vengono trasformati in plasmociti. Successivamente, le plasmacellule sintetizzano gli anticorpi verso l'antigene specificato..

La maggior parte dei plasmociti vive non più di 3-4 giorni. Ma alcune cellule non muoiono dopo che il corpo affronta l'infezione, ma passano nella fase di attesa. Tali plasmociti si accumulano nel midollo osseo. Se gli antigeni dello stesso tipo rientrano nel corpo, queste cellule vengono attivate e affrontano rapidamente la malattia, poiché il corpo non dovrà passare il tempo a riconoscere l'antigene. Questo crea immunità a determinate infezioni..

La norma dei plasmociti

Secondo la norma, i plasmociti dovrebbero essere completamente assenti nel sangue periferico negli adulti. Nei bambini è consentito il contenuto di singole plasmacellule.

Il corpo di una persona sana contiene pochissime plasmacellule, nel sangue non ci sono più di 1-2 plasmociti per altre 1000 cellule. Pertanto, in uno studio clinico, quando vengono prese fino a 200 cellule, i plasmociti non rilevano.

Durante la diagnosi, prestano attenzione solo ad un aumento del numero di plasmociti. La diminuzione di queste cellule non viene diagnosticata, poiché questa è la norma e non comporta problemi di salute..

Le plasmacellule vengono rilevate da un esame del sangue generale. Il sangue può essere prelevato da un dito o da una vena. Il primo metodo viene utilizzato più spesso, poiché tale analisi è più semplice ed economica..

Analisi

Un emocromo completo non richiede una preparazione speciale da parte del paziente. Affinché lo studio mostri il risultato corretto, il sangue dovrebbe essere prelevato al mattino a stomaco vuoto. I risultati delle analisi di solito possono essere ottenuti il ​​giorno successivo..

Dopo il prelievo di sangue, l'assistente di laboratorio conta al microscopio il numero di diverse cellule e rivela anche i plasmociti. La decodifica del risultato dovrebbe essere effettuata dal medico. Lo specialista determinerà se tutto è normale e quale trattamento è necessario.

Le plasmacellule vengono ingrandite

Quando si trovano plasmociti nel sangue del paziente, ciò può indicare una malattia recente o esistente. Può essere una malattia virale: morbillo, varicella, rosolia, mononucleosi infettiva.

La presenza di plasmacellule può indicare processi patologici in cui l'antigene è presente nel sangue per lungo tempo. Ciò accade con la tubercolosi, la malattia da siero, le condizioni settiche, le malattie autoimmuni.

I plasmociti possono anche essere un segno di plasmocitoma, sviluppo di tumori oncologici, esposizione a radiazioni ionizzanti.

Se le plasmacellule vengono ingrandite, il medico esaminerà i sintomi e, se necessario, prescriverà ulteriori test per stabilire una diagnosi accurata. Non preoccuparti in anticipo, perché anche dopo un comune raffreddore, le plasmacellule rimangono nel sangue per diversi giorni.

Medicina mondiale

Il citolemma è la membrana biologica che circonda la cellula esterna. Questa è la membrana cellulare più spessa (10 nm) e organizzata in modo complesso. Si basa su una membrana biologica universale rivestita esternamente con un glicocalice, e dall'interno, dal lato del citoplasma, da uno strato sottomembrano (Fig. 2-1B). Il glicocalice (3-4 nm di spessore) è rappresentato da regioni esterne di carboidrati di proteine ​​complesse: glicoproteine ​​e glicolipidi che compongono la membrana. Queste catene di carboidrati svolgono il ruolo di recettori, assicurando che la cellula riconosca le cellule vicine e la sostanza intercellulare e interagisca con esse. Questo strato comprende anche proteine ​​di superficie e semi-integrali, le cui sezioni funzionali sono situate nella zona sopranembrana (ad esempio, immunoglobuline). Nel glicocalice sono presenti recettori per istocompatibilità, recettori per molti ormoni e neurotrasmettitori.

Lo strato corticale sottomembrana è formato da microtubuli, microfibrille e microfilamenti contrattili, che fanno parte del citoscheletro cellulare. Lo strato di sottomembrana fornisce il mantenimento della forma della cellula, la creazione della sua elasticità, fornisce cambiamenti nella superficie della cellula. Per questo motivo, la cellula è coinvolta in endo- ed esocitosi, secrezione, movimento.

Il citolemma svolge molte funzioni:

1) demarcazione (il citolemma separa, delimita la cellula dall'ambiente e ne garantisce la connessione con l'ambiente esterno);

2) riconoscimento da parte di questa cellula di altre cellule e attaccamento ad esse;

3) riconoscimento cellulare della sostanza intercellulare e attaccamento ai suoi elementi (fibre, membrana basale);

4) trasporto di sostanze e particelle dentro e fuori dal citoplasma;

5) interazione con molecole di segnalazione (ormoni, mediatori, citochine) dovuta alla presenza di recettori specifici per loro sulla sua superficie;

6. fornisce il movimento delle cellule (formazione di pseudopodi) a causa della connessione del citolemma con elementi contrattabili del citoscheletro.

Numerosi recettori si trovano nel citolemma, attraverso i quali sostanze biologicamente attive (ligandi, molecole di segnalazione, i primi mediatori: ormoni, mediatori, fattori di crescita) agiscono sulla cellula. I recettori sono sensori macromolecolari geneticamente determinati (proteine, glicoproteine ​​e lipoproteine) incorporati nel citolemma o situati all'interno della cellula e specializzati nella percezione di segnali specifici di natura chimica o fisica. Le sostanze biologicamente attive, quando interagiscono con il recettore, causano una cascata di cambiamenti biochimici nella cellula, trasformandosi allo stesso tempo in una risposta fisiologica specifica (cambiamento nella funzione cellulare).

Tutti i recettori hanno un piano generale di struttura e sono composti da tre parti: 1) etichettati, interagendo con una sostanza (ligando); 2) intrabranch, effettuando il trasferimento del segnale; e 3) intracellulare, immerso nel citoplasma.

Trasporto attraverso il citolemma

Attraverso il citolemma, si verifica un metabolismo tra la cellula e l'ambiente, o con altre cellule. Le sostanze possono attraversarlo in diversi modi: 1) per semplice diffusione e trasferimento passivo (per piccole molecole, dalla regione della loro alta concentrazione alla zona della loro bassa concentrazione, cioè lungo il gradiente di concentrazione); questo metodo è caratteristico di acqua, ossigeno, anidride carbonica e un numero di ioni; 2) mediante trasporto attivo con dispendio energetico, contro il gradiente di concentrazione (per zuccheri, aminoacidi), utilizzando proteine ​​trasportatrici; 3) per mezzo del trasporto facilitato di ioni - un meccanismo per il trasferimento selettivo di alcuni ioni usando proteine ​​transmembrana dei canali ionici.

Un esempio di meccanismi per il trasporto attivo di ioni è la pompa sodio-potassio (rappresentata dalla proteina vettore Na + -K + -ATPase), grazie alla quale gli ioni Na vengono rimossi dal citoplasma e gli ioni K vengono trasferiti contemporaneamente su di esso.

Grandi molecole o particelle possono passare attraverso il citolemma mediante endocitosi (l'ingresso di sostanze nella cellula) o esocitosi (rilascio di sostanze dalla cellula nell'ambiente). L'endocitosi di particelle o microrganismi si verifica attraverso la fagocitosi e sostanze e liquidi disciolti attraverso la pinocitosi. In entrambi i casi, il citolemma viene invaginato nella regione della particella, quindi è circondato da un citolemma, che viene quindi scaricato e la vescicola (fagosoma) entra nella cellula. Successivamente, si fonde con il lisosoma primario e si forma un fagolisosoma, in cui si verifica una distruzione (digestione) della sostanza ricevuta nella cellula (Fig. 2-2).

Figura. 2-2. Il processo di pinocitosi (A) e fagocitosi (B).

L'esocitosi è il processo di escrezione di sostanze dalla cellula, derivante dalla fusione di vescicole secretorie intracellulari con il citolemma e dal successivo rilascio del loro contenuto all'esterno della cellula.

Il citolemma può formare sporgenze, escrescenze e microvilli, che aumentano in modo significativo la superficie della cellula. Ciò è particolarmente importante per le cellule coinvolte nell'assorbimento (Fig. 2-3).

Il citolemma è anche coinvolto nella formazione di strutture speciali - composti intercellulari, contatti, che forniscono una stretta interazione tra cellule adiacenti. Distinguere tra composti intercellulari semplici e complessi. Nei composti intercellulari semplici, il citolemma delle cellule converge a una distanza di 15-20 nm e le loro molecole di glicocalice interagiscono tra loro (Fig. 2-3). A volte la sporgenza del citolemma di una cellula penetra nella cavità della cellula vicina, formando articolazioni dentate e a forma di dito (articolazioni "dal tipo di castello").

Le connessioni intercellulari complesse possono essere di diversi tipi: bloccaggio, adesione e comunicazione (Fig. 2-3). Le connessioni di bloccaggio includono un contatto stretto o una zona di bloccaggio. In questo caso, le proteine ​​glicocaliche integrali delle cellule vicine formano una somiglianza della rete mesh lungo il perimetro delle cellule epiteliali vicine nelle loro parti apicali. Per questo motivo, le fessure intercellulari sono bloccate, delimitate dall'ambiente esterno (Fig. 2-3).

Figura. 2-3. Diversi tipi di composti intercellulari.

1. Connessione semplice.

2. Connessione stretta.

3. Cintura adesiva.

6. Connessione scanalata (comunicazione).

(Secondo Yu. I. Afanasyev, N. A. Yurina).

I composti adesivi e di ancoraggio includono guaina adesiva e desmosomi. La cintura adesiva si trova intorno alle parti apicali delle cellule di un epitelio a strato singolo. In questa zona, le glicoproteine ​​integrali del glicocalice delle cellule vicine interagiscono tra loro e le proteine ​​sottomembrane, compresi i fasci di microfilamenti di actina, sono adatte per loro dal lato del citoplasma. I desmosomi (punti di adesione) sono strutture accoppiate di circa 0,5 micron di dimensioni. In essi, le glicoproteine ​​del citolemma delle cellule vicine interagiscono strettamente e dal lato delle cellule in queste aree, fasci di filamenti intermedi del citoscheletro delle cellule sono intessuti nel citolemma (Fig. 2-3).

Le connessioni di comunicazione includono connessioni simili a fessure (nexuse) e sinapsi. I nexus hanno una dimensione di 0,5-3 micron. In essi, il citolemma delle cellule vicine converge a 2-3 nm e ha numerosi canali ionici. Attraverso di essi, gli ioni possono passare da una cellula all'altra, trasmettendo eccitazione, ad esempio, tra le cellule del miocardio. Le sinapsi sono caratteristiche del tessuto nervoso e si trovano tra le cellule nervose e tra le cellule nervose ed effettrici (muscolo, ghiandolare). Hanno una schisi sinaptica in cui, quando un impulso nervoso passa dalla parte presinaptica della sinapsi, viene rilasciato un neurotrasmettitore che trasferisce l'impulso nervoso in un'altra cellula (per maggiori dettagli vedere il capitolo "Tessuto nervoso").

Cos'è l'omo esame del sangue

Per molti anni lottando senza successo con l'ipertensione?

Capo dell'Istituto: “Sarai stupito di quanto sia facile curare l'ipertensione prendendo ogni giorno.

Di norma, i piccoli vasi (cuore, cervello, reni, arti inferiori) vengono prima intasati con placche di colesterolo. Se un tale processo si verifica nel cuore, si sviluppa un disturbo della circolazione coronarica. Con la patologia dei vasi cerebrali, si sviluppa una violazione della circolazione cerebrale e così via.

Le ragioni per la comparsa di placche non sono completamente comprese, ma ci sono fattori di rischio che possono causare la loro formazione:

I nostri lettori hanno usato con successo ReCardio per curare l'ipertensione. Vista la popolarità di questo prodotto, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

  • Metabolismo dei grassi alterato e colesterolo alto.
  • La presenza di un'infezione virale e batterica (citomegalovirus, clamidia, virus dell'herpes).
  • Uomini di età superiore ai 45 anni e donne di età superiore ai 55 anni. Gli estrogeni nelle donne possono proteggere i vasi sanguigni dalla deposizione di colesterolo.
  • Fattore ereditario.
  • Una storia di alta pressione sanguigna.
  • Metabolismo dei carboidrati alterato e diabete di tipo 1 e di tipo 2.
  • Sovrappeso (obesità).
  • Stile di vita sedentario e mancanza di stress.
  • Squilibrio nella dieta e consumo eccessivo di animali e altri grassi refrattari.

Qual è il pericolo di placche sulle pareti dei vasi sanguigni? Il fatto è che possono essere ricoperti di sostanze proteiche e calcio e la superficie della placca può infiammarsi e ulcerarsi..

In quei casi in cui la dimensione della placca supera la dimensione della nave, può espandersi fino a quando compaiono piccole crepe. In questo caso, il corpo “rattoppa” le crepe per trombosi della nave, aggravando ulteriormente la situazione, poiché in questo caso l'aterosclerosi è complicata dalla comparsa di trombosi.

L'insufficienza vascolare acuta risultante dalla trombosi può causare ischemia di quegli organi in cui vi è trombosi. La malattia coronarica acuta porta a infarto del miocardio e l'ischemia vascolare cerebrale porta all'ictus.

Le placche di colesterolo nei vasi rappresentano un grave ostacolo al flusso sanguigno e pertanto il corpo cercherà in tutti i modi di risolvere autonomamente questo problema. È difficile risolvere il problema dell'ostruzione, ma è possibile e per questo il corpo ha i seguenti metodi, ad esempio, il corpo cercherà di aumentare la pressione sanguigna nel sito di blocco della nave. A sua volta, l'aumento della pressione sanguigna provoca un aumento del carico sul cuore, creando problemi ancora maggiori per i vasi coronarici.

È chiaro che allo stesso modo il corpo non sarà in grado di resistere a lungo e quindi, a un certo momento, inizia il processo di scompenso, che riduce la velocità del flusso sanguigno e provoca carenza di ossigeno e carenza di cellule ancora maggiori.

Esistono abbastanza modi per prevenire l'insorgenza di aterosclerosi e si chiama una sola espressione: uno stile di vita sano. Muoviti di più, abbandona le cattive abitudini, aggiungi più frutta e verdura fresca alla dieta, non essere nervoso e turbato: questo non è un elenco completo di azioni che aiuteranno a evitare l'aterosclerosi e le sue complicanze.

L'ematocrito, o htc, è uno degli indicatori determinati dalla decodifica di un esame del sangue generale. Il suo chiarimento è importante per identificare una serie di diverse patologie. La convenienza del metodo sta nel fatto che questo indicatore viene determinato automaticamente utilizzando un analizzatore.

Il normale hct dipende dal genere e dall'età. La norma per diverse categorie di pazienti si presenta così:

  • uomini dai 18 ai 45 anni - 39–49%;
  • uomini di età pari o superiore a 45 anni - 40-50%;
  • donne dai 18 ai 45 anni - 35–45%;
  • donne dai 45 anni in su - 35–47%;
  • neonati - 33–65%;
  • bambini da 2 settimane a 1 anno - 33–44%;
  • bambini da 1 anno a 5 anni - 32–41%;
  • bambini da 6 a 11 anni - 33–41%;
  • adolescenti dai 12 ai 17 anni: ragazzi - 35–45%; ragazze - 34–44%.

Un aumento di hct è possibile nei seguenti casi:

  1. Ipossia prolungata (mancanza di ossigeno): mentre il corpo cerca di aumentare l'efficienza del trasporto dell'ossigeno attraverso il sistema sanguigno dai polmoni a tutte le cellule del corpo, aumentando la quantità di emoglobina e il contenuto assoluto di globuli rossi (in cui si trova l'emoglobina). Si manifesta in persone che fumano, turisti che hanno viaggiato in alta montagna, persone con malattie dell'apparato respiratorio, montanari.
  2. Disidratazione (disidratazione): si verifica spesso in presenza di malattie infettive del tratto gastrointestinale, peritonite, gravi ustioni.
  3. Tumore del sangue e dei reni: un'eccessiva densità del sangue può indicare la presenza di leucemia o cancro del rene. Allo stesso tempo, aumenta la formazione di eritropoietina. Se si sospettano tali patologie, è necessario eseguire un ulteriore esame..

Il livello di hct in un esame del sangue può aumentare se aumenta il numero di globuli rossi nel sangue. Una condizione simile si osserva con tali malattie e condizioni:

Una diminuzione di hct è meno comune di un aumento di hct. In questi casi è possibile una riduzione di hct:

  1. Grave sanguinamento.
  2. Gravidanza.
  3. Con la lenta formazione di globuli rossi.
  4. La presenza di anemia.
  5. Con un aumento del volume del sangue nel corpo.
  6. Con la rapida morte dei globuli rossi.
  7. Fluidificanti del sangue.

Una diminuzione dell'ematocrito a volte indica la presenza di una patologia come l'anemia ipoplastica..

Iperidratazione non significa che il paziente consuma una maggiore quantità di liquido, ma ne esiste una quantità eccessiva nel sangue. La ragione per lo sviluppo di questa condizione è spesso avvelenamento, insufficienza renale, presenza nel corpo di virus o altri agenti patogeni dell'infezione. Tutti questi fattori portano a una deviazione dell'indice hct dalla norma..

La presenza di iperproteinemia suggerisce che la proteina nel corpo assorbe intensamente i liquidi e questo porta a una diminuzione della densità del sangue. E un aumento della quantità di proteine ​​nel sangue può indicare una malattia del fegato.

Un emocromo completo aiuta a determinare il livello di ematocrito. Tale risultato sarà espresso in percentuale dei componenti uniformi rispetto al volume totale di sangue. Questo indicatore riflette anche il contenuto di globuli rossi nel sangue, poiché queste cellule costituiscono la maggior parte degli elementi formati. A volte l'ematocrito è espresso in litri per litro.

Un ematocrito ridotto nell'analisi dovrebbe attirare l'attenzione speciale dei pazienti, poiché indica una cattiva salute.

Oggi questa analisi viene eseguita in vari centri diagnostici e cliniche specializzate..

Ci sono altri motivi per la riduzione dell'hct:

  1. Una riduzione dell'hct può verificarsi in presenza di processi infiammatori cronici.
  2. Una diminuzione dell'ematocrito può anche indicare l'insorgenza di oncologia..
  3. Spesso, l'indicatore diminuisce con una dieta rigorosa, la fame o una dieta scorretta.
  4. La frequenza può diminuire con un riposo a letto prolungato.
  5. Il valore di hct potrebbe essere al di sotto del normale per malattie cardiache e renali. In presenza di tali malattie, aumenta il volume del plasma circolante, il che porta a una riduzione dell'ematocrito.

In caso di diminuzione del livello di hct, dovrebbe essere eseguito un esame completo del corpo. Una serie di misure diagnostiche aiuterà a stabilire la causa della diminuzione dell'ematocrito e ad identificare tempestivamente lo sviluppo della malattia.

A volte ci sono casi di errata determinazione dell'hct. Quando si decodifica un esame del sangue, tale indicatore viene spesso abbassato. In questo caso, possiamo dire di un falso ematocrito.

In questi casi è possibile una riduzione dell'ematocrito falso:

  1. Quando si preleva il sangue per l'analisi, il paziente si trova in posizione supina.
  2. Con compressione prolungata della vena con un laccio emostatico.
  3. In caso di fluidificazione del sangue. Questa situazione è possibile se il sangue viene prelevato per analisi nel sito di una recente infusione..

L'ematocrito è un indicatore della quantità di emoglobina nel sangue del paziente. Durante la gravidanza, aumenta il numero di globuli rossi nel sangue, poiché aumenta il suo volume totale nel corpo. Quando una donna incinta visita un ginecologo, è obbligatorio un test di ematocrito. Se nella decodifica il suo indicatore è ridotto, ciò può indicare lo sviluppo di anemia. In assenza di malattie durante la gravidanza, il livello di ematocrito aumenta e ritorna normale nell'ultimo trimestre di gravidanza.

Naturalmente, durante la gravidanza, si verificano cambiamenti significativi nel corpo di una donna che influenzano il sistema circolatorio. Durante il parto, una donna può perdere una quantità significativa di sangue. In caso di riduzione dell'ematocrito al momento del parto, una donna potrebbe aver bisogno di una trasfusione di sangue per evitare di minacciare la sua vita.

Una diminuzione di hct può indicare:

  • affaticamento regolare;
  • palpitazioni (tachicardia);
  • pallore della pelle;
  • la presenza di mancanza di respiro;
  • la perdita di capelli.

I segni sono più pronunciati durante la gravidanza e in caso di anemia acuta..

Con un livello ridotto di ematocrito nella decodifica di un esame del sangue, dovresti sbarazzarti della causa di questa condizione. Se una dieta scorretta ha portato a violazioni, al paziente viene prescritto un farmaco contenente ferro, nonché una dieta speciale, incluso il consumo di alimenti ad alto contenuto. Questi alimenti includono: fegato, noci, mele, uova, frutta e carni rosse. Puoi aumentare l'ematocrito con l'aiuto di Hematogen.

Se l'indicatore è diminuito a causa dell'uso di droghe, è necessario abbandonarne l'uso. Durante la gravidanza, una diminuzione del livello di hct non è associata a malattie; per aumentarla, è prescritta la somministrazione di farmaci che contengono ferro.

In generale, sbarazzarsi della patologia comporta il trattamento di malattie che comportano una diminuzione dell'ematocrito. Di conseguenza, il trattamento è prescritto a seconda della causa di questa condizione..

In conclusione, si dovrebbe dire che il livello di ematocrito è un indicatore piuttosto importante nel decifrare l'esame del sangue, le deviazioni dalla norma possono indicare molti disturbi nel corpo. Va ricordato che una diminuzione di hct può significare la presenza di malattie come anemia, sanguinamento e sviluppo di oncologia. Ecco perché è abbastanza importante identificare tempestivamente questa condizione e chiedere aiuto a uno specialista per determinare la causa del suo verificarsi..

Il sangue umano è una sostanza liquida costituita da plasma e elementi sagomati o cellule del sangue che si trovano in sospensione, che costituiscono circa il 40-45% del volume totale. Sono piccoli e possono essere esaminati solo al microscopio..

Tutte le cellule del sangue sono divise in rosso e bianco. I primi sono i globuli rossi, che costituiscono la maggior parte di tutte le cellule, il secondo sono i globuli bianchi.

Le piastrine sono anche considerate globuli rossi. Queste piccole placche di sangue non sono veramente cellule piene. Sono piccoli frammenti, separati da grandi cellule - megacariociti.

I globuli rossi sono chiamati globuli rossi. Questo è il più grande gruppo di cellule. Trasportano ossigeno dal sistema respiratorio ai tessuti e prendono parte al trasporto di anidride carbonica dai tessuti ai polmoni..

Il luogo per la formazione dei globuli rossi è il midollo osseo rosso. Vivono 120 giorni e vengono distrutti nella milza e nel fegato..

Sono formati da cellule progenitrici - eritroblasti, che subiscono vari stadi di sviluppo e si dividono più volte prima di essere convertiti in eritrociti. Pertanto, dall'eritroblasto si formano fino a 64 globuli rossi.

I globuli rossi mancano di un nucleo e assomigliano a un disco concavo su entrambi i lati, il cui diametro è in media circa 7-7,5 micron e lo spessore lungo i bordi è di 2,5 micron. Questa forma aiuta ad aumentare la duttilità necessaria per il passaggio attraverso piccoli vasi e la superficie per la diffusione di gas. I vecchi globuli rossi perdono la loro plasticità, a causa della quale vengono trattenuti in piccoli vasi della milza e lì vengono distrutti..

La maggior parte dei globuli rossi (fino all'80%) ha una forma sferica biconcave. Il restante 20% può avere un altro: ovale, a forma di coppa, sferico semplice, a forma di falce, ecc. Il disturbo di forma è associato a varie malattie (anemia, carenza di vitamina B12, acido folico, ferro, ecc.).

I nostri lettori hanno usato con successo ReCardio per curare l'ipertensione. Vista la popolarità di questo prodotto, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

La maggior parte del citoplasma eritrocitario è l'emoglobina, costituita da proteine ​​e ferro eme, che conferisce al sangue un colore rosso. La parte non proteica è costituita da quattro molecole di eme con un atomo di Fe in ciascuna. È grazie all'emoglobina che l'eritrocita è in grado di trasportare ossigeno e rimuovere l'anidride carbonica. Nei polmoni, un atomo di ferro si lega a una molecola di ossigeno, l'emoglobina si trasforma in ossiemoglobina, che conferisce al sangue un colore scarlatto. Nei tessuti, l'emoglobina emana ossigeno e attacca l'anidride carbonica, trasformandosi in carboemoglobina, di conseguenza il sangue diventa scuro. Nei polmoni, l'anidride carbonica viene separata dall'emoglobina ed escreta dai polmoni verso l'esterno e l'ossigeno in entrata viene nuovamente legato al ferro.

Oltre all'emoglobina, il citoplasma dell'eritrocita contiene vari enzimi (fosfatasi, colinesterasi, anidrasi carbonica, ecc.).

La membrana eritrocitaria ha una struttura abbastanza semplice rispetto alle membrane di altre cellule. È una maglia sottile elastica che fornisce un rapido scambio di gas.

Nel sangue di una persona sana in piccole quantità possono esserci globuli rossi immaturi chiamati reticolociti. Il loro numero aumenta con una significativa perdita di sangue, quando è richiesta una compensazione dei globuli rossi e il midollo osseo non ha il tempo di produrli, quindi rilascia quelli immaturi, che sono comunque in grado di svolgere le funzioni dei globuli rossi per il trasporto di ossigeno.

I globuli bianchi sono globuli bianchi il cui compito principale è proteggere il corpo dai nemici interni ed esterni..

Di solito sono divisi in granulociti e agranulociti. Il primo gruppo è costituito da cellule granulari: neutrofili, basofili, eosinofili. Il secondo gruppo non ha granuli nel citoplasma; i linfociti e i monociti appartengono ad esso..

Questo è il più grande gruppo di globuli bianchi - fino al 70% del numero totale di globuli bianchi. I neutrofili hanno preso il loro nome dal fatto che i loro granuli sono macchiati di coloranti con una reazione neutra. La granularità è piccola, i granuli hanno una tinta viola-brunastra.

Il compito principale dei neutrofili è la fagocitosi, che consiste nella cattura di microbi patogeni e prodotti di decomposizione dei tessuti e nella loro distruzione all'interno della cellula con l'aiuto di enzimi lisosomiali situati nei granuli. Questi granulociti combattono principalmente con batteri e funghi e, in misura minore, con virus. Di neutrofili e i loro residui è pus. Gli enzimi lisosomiali durante la scomposizione dei neutrofili vengono rilasciati e ammorbidiscono i tessuti vicini, formando così un focus purulento.

Un neutrofilo è una cellula nucleare di forma rotonda che raggiunge un diametro di 10 micron. Il nucleo può assumere la forma di un bastoncino o essere costituito da più segmenti (da tre a cinque) collegati da trefoli. Un aumento del numero di segmenti (fino a 8-12 o più) indica una patologia. Pertanto, i neutrofili possono essere pugnalati o segmentati. I primi sono cellule giovani, i secondi sono maturi. Le cellule con un nucleo segmentato rappresentano fino al 65% di tutti i leucociti, pugnalano le cellule nel sangue di una persona sana - non più del 5%.

Nel citoplasma ci sono circa 250 varietà di granuli contenenti sostanze, grazie alle quali il neutrofilo svolge le sue funzioni. Queste sono molecole proteiche che influenzano i processi metabolici (enzimi), molecole regolatrici che controllano il lavoro dei neutrofili, sostanze che distruggono i batteri e altri agenti dannosi.

Questi granulociti si formano nel midollo osseo da mieloblasti neutrofili. Una cellula matura è nel cervello per 5 giorni, quindi entra nel flusso sanguigno e vive qui fino a 10 ore. Dal letto vascolare, i neutrofili entrano nei tessuti dove si trovano per due o tre giorni, quindi entrano nel fegato e nella milza, dove vengono distrutti.

Esistono pochissime di queste cellule nel sangue, non più dell'1% del numero totale di leucociti. Hanno una forma arrotondata e un nucleo segmentato o a forma di bastoncino. Il loro diametro raggiunge i 7-11 micron. All'interno del citoplasma, granuli viola scuro di diverse dimensioni. Il nome è stato ottenuto a causa del fatto che i loro granuli sono colorati con coloranti con una reazione alcalina o basica. I granuli di basofilo contengono enzimi e altre sostanze coinvolti nello sviluppo dell'infiammazione.

La loro funzione principale è il rilascio di istamina ed eparina e la partecipazione alla formazione di reazioni infiammatorie e allergiche, incluso il tipo immediato (shock anafilattico). Inoltre, possono ridurre la coagulazione del sangue..

Si formano nel midollo osseo da mieloblasti basofili. Dopo la maturazione, entrano nel flusso sanguigno, dove si trovano per circa due giorni, quindi entrano nel tessuto. Cosa succede dopo è ancora sconosciuto..

Questi granulociti rappresentano circa il 2-5% del numero totale di globuli bianchi. I loro granuli sono colorati con colorante acido - eosina.

Hanno una forma arrotondata e un nucleo leggermente colorato, costituito da segmenti della stessa dimensione (di solito due, meno spesso tre). Di diametro, gli eosinofili raggiungono i 10-11 micron. Il loro citoplasma diventa blu pallido ed è quasi invisibile in un gran numero di grandi granuli rotondi di colore giallo-rosso..

Queste cellule si formano nel midollo osseo, i loro precursori sono mieloblasti eosinofili. I loro granuli contengono enzimi, proteine ​​e fosfolipidi. L'eosinofilo maturato vive nel midollo osseo per diversi giorni, dopo essere entrato nel sangue è in esso per un massimo di 8 ore, quindi si sposta nei tessuti a contatto con l'ambiente esterno (mucose).

La funzione di eosinofilo, come tutti i leucociti, è protettiva. Questa cellula è in grado di fagocitosi, sebbene non sia il loro compito principale. Catturano i patogeni principalmente sulle mucose. I granuli e il nucleo degli eosinofili contengono sostanze tossiche che danneggiano la membrana dei parassiti. Il loro compito principale è proteggere dalle infezioni parassitarie. Inoltre, gli eosinofili sono coinvolti nella formazione di reazioni allergiche..

Queste sono cellule rotonde con un grande nucleo, che occupa la maggior parte del citoplasma. Il loro diametro è compreso tra 7 e 10 micron. Il nucleo è rotondo, ovale o a forma di fagiolo, ha una struttura ruvida. È costituito da grumi di ossitromatina e basiomatina, che ricordano i grumi. Il nucleo può essere viola scuro o viola chiaro, a volte sono presenti inclusioni leggere sotto forma di nucleoli. Il citoplasma è di colore azzurro, attorno al nucleo è più leggero. In alcuni linfociti, il citoplasma ha una granularità azuropilica, che diventa rossa quando macchiata..

Nel sangue circolano due tipi di linfociti maturi:

  • Plasma stretto. Hanno un nucleo viola scuro grezzo e citoplasma sotto forma di un bordo stretto di colore blu.
  • Broad-plasma. In questo caso, il nucleo ha un colore più chiaro e una forma simile a un fagiolo. Il bordo del citoplasma è abbastanza largo, di colore grigio-blu, con rari granuli ausurophilici.

Dai linfociti atipici nel sangue, puoi rilevare:

  • Piccole cellule con citoplasma appena visibile e nucleo pirocotico.
  • Cellule con vacuoli nel citoplasma o nel nucleo.
  • Cellule con nuclei lobati, a forma di rene, dentellati.
  • Nucleo nudo.

I linfociti si formano nel midollo osseo dai linfoblasti e diverse fasi della divisione passano attraverso il processo di maturazione. La sua piena maturazione avviene nel timo, nei linfonodi e nella milza. I linfociti sono cellule immunitarie che forniscono risposte immunitarie. Distingue tra linfociti T (80% del totale) e linfociti B (20%). Il primo è stato sottoposto a maturazione nel timo, il secondo nella milza e nei linfonodi. I linfociti B hanno dimensioni maggiori rispetto ai linfociti T. La durata di vita di questi leucociti è di 90 giorni. Il sangue per loro è il mezzo di trasporto attraverso il quale entrano nei tessuti dove è richiesto il loro aiuto..

Le azioni dei linfociti T e dei linfociti B sono diverse, sebbene entrambe prendano parte alla formazione delle risposte immunitarie.

I primi sono coinvolti nella distruzione di agenti nocivi, di solito virus, da parte della fagocitosi. Le reazioni immunitarie a cui partecipano sono una resistenza non specifica, poiché le azioni dei linfociti T sono le stesse per tutti gli agenti dannosi.

Secondo le azioni eseguite, i linfociti T sono divisi in tre tipi:

  • T-aiutanti. Il loro compito principale è aiutare i linfociti B, ma in alcuni casi possono agire da assassini.
  • T-killer. Distruggi agenti dannosi: cellule aliene, cancerose e mutate, agenti patogeni.
  • T-soppressori. Inibire o bloccare le reazioni troppo attive dei linfociti B..

I linfociti B agiscono diversamente: contro i patogeni producono anticorpi - immunoglobuline. Ciò accade come segue: in risposta alle azioni degli agenti nocivi, interagiscono con i monociti e i linfociti T e si trasformano in plasmacellule che producono anticorpi che riconoscono gli antigeni corrispondenti e li legano. Per ogni tipo di microbo, queste proteine ​​sono specifiche e sono in grado di distruggere solo un certo tipo, quindi la resistenza che questi linfociti formano è specifica ed è diretta principalmente contro i batteri.

Queste cellule forniscono la resistenza del corpo a determinati microrganismi dannosi, che si chiama immunità. Cioè, avendo incontrato un agente nocivo, i linfociti B creano cellule di memoria che formano questa resistenza. La stessa cosa - la formazione di cellule della memoria - si ottiene con la vaccinazione contro le malattie infettive. In questo caso, viene introdotto un microbo debole in modo che la persona possa facilmente trasferire la malattia e, di conseguenza, si formano cellule della memoria. Possono rimanere per tutta la vita o per un certo periodo, dopo di che è necessario ripetere il vaccino.

I monociti sono il più grande dei globuli bianchi. Il loro numero è compreso tra il 2 e il 9% di tutti i globuli bianchi. Il loro diametro raggiunge i 20 micron. Il nucleo del monocita è grande, occupa quasi l'intero citoplasma, può essere rotondo, a forma di fagiolo, ha la forma di un fungo, una farfalla. Quando macchiato, diventa rosso-viola. Il citoplasma è fumoso, bluastro-fumoso, meno spesso blu. Di solito ha una grana fine azurophilic. Può contenere vacuoli (vuoti), granuli di pigmento, cellule fagocitate.

I monociti sono prodotti nel midollo osseo dai monoblasti. Dopo la maturazione, si trovano immediatamente nel sangue e rimangono lì per un massimo di 4 giorni. Alcuni di questi leucociti muoiono, altri si spostano nel tessuto, dove maturano e si trasformano in macrofagi. Queste sono le cellule più grandi con un grande nucleo rotondo o ovale, citoplasma blu e un gran numero di vacuoli, che le fa apparire schiumose. L'aspettativa di vita dei macrofagi è di diversi mesi. Possono essere costantemente in un posto (celle residenti) o spostarsi (vagare).

I monociti formano molecole ed enzimi regolatori. Sono in grado di formare una reazione infiammatoria, ma possono anche inibirla. Inoltre, partecipano al processo di guarigione delle ferite, contribuendo ad accelerarlo e contribuendo al ripristino delle fibre nervose e del tessuto osseo. La loro funzione principale è la fagocitosi. I monociti distruggono i batteri nocivi e inibiscono la crescita dei virus. Sono in grado di eseguire comandi, ma non sono in grado di distinguere antigeni specifici..

Queste cellule del sangue sono piccole placche prive di nucleare e possono avere una forma rotonda o ovale. Durante l'attivazione, quando si trovano vicino alla parete danneggiata della nave, si formano escrescenze in esse, quindi sembrano stelle. Nelle piastrine ci sono microtubuli, mitocondri, ribosomi, granuli specifici contenenti sostanze necessarie per la coagulazione del sangue. Queste celle sono dotate di una membrana a tre strati..

Le piastrine sono prodotte nel midollo osseo, ma in un modo completamente diverso rispetto al resto delle cellule. Le placche di sangue sono formate dalle più grandi cellule cerebrali: i megacariociti, che a loro volta sono stati formati dai megacarioblasti. I megacariociti hanno un citoplasma molto grande. Dopo la maturazione delle cellule, le membrane compaiono in esso, dividendole in frammenti, che iniziano a separarsi e quindi appaiono le piastrine. Esse escono dal midollo osseo nel sangue, vi rimangono per 8-10 giorni, quindi muoiono nella milza, nei polmoni, nel fegato.

Le placche di sangue possono avere dimensioni diverse:

  • il più piccolo - microformati, il loro diametro non supera 1,5 micron;
  • i normoformi raggiungono 2-4 micron;
  • macroformi - 5 micron;
  • megaloformi - 6-10 micron.

Le piastrine svolgono una funzione molto importante: partecipano alla formazione di un coagulo di sangue, che chiude il danno nel vaso, impedendo così al sangue di fuoriuscire. Inoltre, mantengono l'integrità della parete della nave, contribuiscono al suo recupero più rapido dopo i danni. Quando inizia il sanguinamento, le piastrine aderiscono al bordo della lesione fino a quando il foro non è completamente chiuso. Le placche appiccicose iniziano a rompersi e secernono enzimi che influenzano il plasma sanguigno. Di conseguenza, si formano filamenti di fibrina insolubili che coprono strettamente il sito del danno..

Le cellule del sangue hanno una struttura complessa e ogni specie svolge un lavoro specifico: dal trasporto di gas e sostanze alla generazione di anticorpi contro microrganismi estranei. Finora le loro proprietà e funzioni non sono state completamente studiate. Per la normale vita umana, è necessaria una certa quantità di ogni tipo di cellula. Secondo i loro cambiamenti quantitativi e qualitativi, i medici hanno l'opportunità di sospettare lo sviluppo di patologie. La composizione del sangue è la prima cosa che un medico studia durante il trattamento di un paziente.

Per il normale funzionamento di ciascun organismo, è necessario mantenere la costanza del suo ambiente interno. Questo è fornito da tutti gli organi e sistemi: escretori, cardiovascolari, respiratori e altri.

A sua volta, affinché tutto funzioni correttamente, è necessario un livello sufficiente di ossigeno e sostanze nutritive. Ci fornisce la sostanza più importante del nostro corpo: il sangue.

Il sangue è tessuto e, come tutti i tessuti, è multicomponente. È costituito da cellule (elementi sagomati) e fluido (plasma). Le cellule hanno funzioni molto importanti: il trasferimento di ossigeno, fornendo una risposta immunitaria, ecc. Ma la funzione del plasma, che mantiene la necessaria consistenza del nostro sangue, non è meno importante..

Il plasma è la base dei sistemi di coagulazione e anticoagulanti che devono essere in perfetto equilibrio.

La vite più importante in questo meccanismo è una complessa proteina plasmatica - la protrombina, che si forma nel fegato sotto l'influenza della vitamina K e la sua quantità influenza la coagulazione del sangue, nonché il rischio di sanguinamento o trombosi.

Per determinarlo, viene effettuato uno studio speciale: un coagulogramma del sangue. Indirettamente, il livello di protrombina può essere monitorato in base ai seguenti indicatori:

  • L'indice protrombina (PTI) è il rapporto tra il tempo di coagulazione del plasma del paziente e il tempo di coagulazione del plasma di una persona sana, lo stesso in genere ed età, espresso in percentuale. Valori normali - 80-100%.
  • Tempo di protrombina (PTV): mostra la quantità di plasma che si coagulerà in pochi secondi con uno speciale reagente (miscela tromboplastina-calcio) aggiunto ad esso (normale 11-16 secondi).
  • Relazione internazionale normalizzata (INR).
  • Il livello di protrombina rapida è il rapporto tra l'attività plasmatica e il tempo di coagulazione nel campione di controllo. Valore normale - 78-142%.

Di tutti i valori di cui sopra, il più obiettivo è l'atteggiamento internazionale normalizzato. Vale la pena notare che questo è uno standard per determinare lo stato del sistema di coagulazione del sangue, che non dipende dal metodo per determinare il tempo di protrombina e la sensibilità dei reagenti utilizzati nei laboratori.

L'INR (International Normalized Ratio) è un valore calcolato, un numero assoluto, che mostra il rapporto tra il tempo di protrombina del paziente e il suo valore standard (cioè il tempo di protrombina di una persona sana), ridotto al valore dell'indice di sensibilità internazionale della tromboplastina (MIC).

Questa è l'attività del fattore tissutale nel reagente, indicata dal produttore su ciascuna confezione. INR mostra quante volte la coagulazione del sangue del paziente viene modificata rispetto alla norma. Ad esempio, INR 2.3 significa che i coaguli di sangue 2,3 volte peggio.

Negli adulti, la norma è compresa tra 0,8 e 1,3. La norma nelle donne e negli uomini non è diversa. Ma le donne in gravidanza possono avere un leggero spostamento in entrambe le direzioni, pertanto, durante la gravidanza, il monitoraggio INR deve essere effettuato almeno 1 volta per trimestre e più spesso se indicato.

La tabella seguente mostra i normali valori INR per varie condizioni.

Tabella n. 1: decodifica INR: norma (quanto dovrebbe essere) in varie condizioni.

Persone sane di entrambi i sessiDonne incintePazienti che assumono anticoagulanti diretti (eparina)Pazienti che assumono anticoagulanti indiretti

Pazienti con valvole cardiache protesiche 0,8 - 1,30,8 - 1,20,8 - 1,32,0 - 3,02,5 - 3,5

Questo esame è prescritto per il trattamento con anticoagulanti indiretti - antagonisti della vitamina K (neodicumarin, warfarin, syncumar), che riducono il livello di protrombina nel sangue, diluendo così.

Il monitoraggio regolare dell'indicatore consente di controllare il dosaggio dei suddetti farmaci per evitare il verificarsi di sanguinamento o coaguli di sangue.

In quali situazioni è necessario eseguire regolarmente un esame del sangue per INR e protrombina?

  • Trattamento e prevenzione della trombosi delle vene superficiali e profonde degli arti inferiori;
  • Vene varicose;
  • Sindrome coronarica acuta;
  • Incidente cerebrovascolare acuto (incidente cerebrovascolare acuto);
  • Embolia polmonare (embolia polmonare);
  • Forma permanente di fibrillazione atriale;
  • Cardiopatia;
  • tromboflebite;
  • La presenza di valvole artificiali nel cuore;
  • La presenza di un filtro cava (un filtro in una grande vena del corpo che impedisce l'ingresso di masse trombotiche dalle vene degli arti inferiori e degli organi pelvici al cuore e ai polmoni.

Va ricordato che con l'uso di warfarin e altri anticoagulanti, il livello di INR viene aumentato e deve essere mantenuto tra 2,0 e 3,0 (il valore ottimale è 2,5) e con valvole cardiache protesiche da 2,5 a 3,5. I pazienti con valori INR superiori a 6.0 necessitano di un trattamento di emergenza.

Se una persona non è trattata con anticoagulanti, una deviazione dell'INR dalla norma può essere la causa di gravi cambiamenti patologici nel corpo. Consideriamo in quali situazioni può cambiare il livello di questo indicatore..

Se l'INR è elevato, parla dei seguenti problemi:

  • malattie del fegato (cirrosi, degenerazione grassa, epatite cronica, danno tossico);
  • violazione della sintesi di vitamina K nel corpo;
  • mancanza di alcune proteine ​​plasmatiche;
  • DIC;
  • insufficienza congenita dei fattori del sistema di coagulazione;
  • malattie dello stomaco e dell'intestino, in cui l'assorbimento e la scomposizione dei grassi sono disturbati;
  • massiccia trasfusione di sangue.

Un INR al di sopra della norma è una conseguenza della ridotta coagulazione del sangue, la cosiddetta ipocoagulazione. Questa condizione può causare sanguinamento o emorragia..

Il sanguinamento esterno massiccio può verificarsi con una leggera violazione dell'integrità della pelle (abrasione, graffio) e il sanguinamento interno si sviluppa più spesso sullo sfondo di una malattia esistente (ad esempio, gastrico - con un'ulcera allo stomaco, uterino - con mioma uterino).

Tali condizioni richiedono il ricovero immediato del paziente e la correzione del sistema di coagulazione rotto..

C'è anche la condizione opposta: l'ipercoagulazione, in cui il sangue si coagula. Questa condizione è pericolosa con i coaguli di sangue, che possono ostruire i vasi sanguigni agli organi vitali..

Quindi si verificano condizioni gravi come l'embolia polmonare (embolia (tromboembolia) dell'arteria polmonare), infarto del miocardio, rene, milza, infarto intestinale, incidente cerebrovascolare ischemico acuto.

In genere, le tariffe INR diminuiscono con:

  • disidratazione del corpo (rapida perdita di liquido senza reintegrarlo) - durante l'assunzione di diuretici, ustioni, alterata permeabilità della parete dei vasi sanguigni, quando il fluido li lascia nel tessuto circostante e gli elementi cellulari rimangono nel mainstream;
  • carenza ereditaria di antitrombina III;
  • quando si assumono farmaci ormonali (in particolare contraccettivi orali);
  • malattie infettive, accompagnate da un significativo aumento della temperatura;
  • neoplasie maligne;

Inoltre, gli indicatori possono essere bassi a causa di errori tecnici durante il prelievo o l'analisi del sangue..

I pazienti sottoposti a trattamento con anticoagulanti indiretti in un ospedale passano un'analisi INR secondo il seguente schema:

  • all'inizio, il controllo viene effettuato per 3-4 giorni;
  • quindi 2-3 volte a settimana fino al raggiungimento dei risultati desiderati.

Va ricordato che la dimissione dall'ospedale non è un motivo per annullare i farmaci anticoagulanti (vengono presi a vita), quindi un esame del sangue INR deve essere eseguito all'inizio ogni 6-8 settimane.

Se il paziente è in grado, può venire nel laboratorio della clinica nel luogo di residenza o in un istituto privato e fare i test.

Il prelievo di sangue viene effettuato da una vena, che è la più ottimale e corretta, ma può essere tecnicamente difficile in pazienti con vene povere (obesi, sottoposti a chemioterapia, con cicatrici della pelle degli avambracci e delle mani, ecc.).

Se non è stato possibile ottenere un campione da una vena, il sangue viene prelevato dal dito utilizzando uno scarificatore.

Preparare per l'analisi come segue:

  • prima della consegna, è necessario annullare i farmaci assunti regolarmente per trattare la patologia concomitante;
  • alla vigilia prima di fare il test, rifiuta i cibi grassi;
  • tre giorni prima della consegna, rinunciare a tutti i tipi di alcol;
  • è meglio donare il sangue al mattino a stomaco vuoto;
  • alle donne non è raccomandato donare sangue durante le mestruazioni.

Ma, come tutte le regole, ci sono eccezioni. Le suddette restrizioni non contano in caso di emergenza quando è in gioco la vita di una persona. In tali situazioni, un esame del sangue INR viene eseguito urgentemente senza preparazione, dopo un po 'la consegna viene ripetuta di nuovo.

C'è anche la possibilità di controllare la casa in qualsiasi momento utilizzando un dispositivo speciale, conoscendo qual è la norma dell'INR. Le misure vengono prese contemporaneamente, preferibilmente al mattino.

Si consiglia di tenere un diario con le registrazioni dei risultati..

Un dispositivo utilizzato per misurare INR, comodo e compatto, il risultato sarà pronto in pochi minuti.

L'unico inconveniente è il prezzo piuttosto elevato. Tali misure sono necessarie solo all'inizio del corso della terapia anticoagulante per selezionare il dosaggio più ottimale del farmaco. In futuro, dopo aver raggiunto il livello richiesto di INR, il suo controllo deve essere effettuato secondo le indicazioni.

  • Malattia infettiva acuta (infezione respiratoria, intestinale).
  • Cambiamenti climatici (voli lunghi e lunghi, trasferimenti).
  • Cambiamento del regime di lavoro e riposo, dieta, attività fisica, assunzione di nuovi farmaci. Va notato che quando si assumono nuovi farmaci o si consumano nuovi prodotti, INR non deve essere controllato immediatamente, ma dopo 2-3 giorni. Va ricordato che esiste un elenco di farmaci che aumentano o riducono l'effetto del warfarin.
  • Sanguinamento frequente e prolungato (nasale, gengivale, mestruale, sangue nelle feci, urina, espettorato).
  • Il verificarsi di sigilli e gonfiore delle articolazioni.
  • Prima delle procedure invasive pianificate (estrazione dei denti, gastroscopia)

In conclusione, voglio dire che il rispetto di semplici regole per l'assunzione di anticoagulanti con un monitoraggio regolare dell'INR ti farà risparmiare spese inutili per trattamenti costosi e inappropriati e gravi complicazioni.

Un emocromo completo è forse il metodo più comune di diagnosi di laboratorio. In una moderna società civile, praticamente non c'è nessuno che non debba donare ripetutamente sangue per un'analisi generale.

Dopotutto, questo studio viene condotto non solo per i malati ma anche per le persone completamente sane durante gli esami fisici di routine sul lavoro, negli istituti scolastici e nell'esercito.

Questo esame del sangue include la determinazione della concentrazione di emoglobina, il numero di leucociti e il conteggio della formula dei leucociti, la determinazione del numero di globuli rossi, piastrine, velocità di eritrosedimentazione (VES) e altri indicatori.

Grazie alla corretta interpretazione dei risultati di un esame del sangue generale, è possibile stabilire la causa dell'insorgenza di alcuni sintomi negli adulti, determinare il tipo di malattia del sangue, gli organi interni e selezionare il regime di trattamento corretto.

L'analisi del sangue (dettagliata) generale include:

  1. Emoglobina ed ematocrito.
  2. La velocità di eritrosedimentazione (VES), precedentemente chiamata reazione (ROE).
  3. L'indice di colore calcolato dalla formula, se lo studio è stato effettuato manualmente, senza la partecipazione di apparecchiature di laboratorio;
  4. Determinazione del contenuto di elementi cellulari del sangue: globuli rossi - globuli rossi contenenti il ​​pigmento dell'emoglobina, che determina il colore del sangue, e globuli bianchi che non contengono questo pigmento, quindi sono chiamati globuli bianchi (neutrofili, eosinofili, basofili, linfociti, monociti).

Come puoi vedere, un esame del sangue generale mostra la reazione di questo prezioso fluido biologico a tutti i processi che si verificano nel corpo. Per quanto riguarda la corretta consegna dell'analisi, non ci sono requisiti complicati e rigorosi per quanto riguarda questo test, ma ci sono alcune limitazioni:

  1. L'analisi viene effettuata al mattino. Al paziente è vietato mangiare cibo, acqua 4 ore prima di prelevare un campione di sangue.
  2. Le principali forniture mediche utilizzate per prelevare il sangue sono uno scarificatore, cotone idrofilo, alcool.
  3. Per questo esame, viene utilizzato il sangue capillare, che viene prelevato dal dito. Meno comunemente, come indicato da un medico, possono usare il sangue da una vena.

Dopo aver ricevuto i risultati, viene eseguita una trascrizione dettagliata dell'analisi del sangue. Esistono anche analizzatori ematologici speciali con i quali è possibile determinare automaticamente fino a 24 parametri del sangue. Questi dispositivi sono in grado di visualizzare una stampa con una trascrizione di un esame del sangue quasi immediatamente dopo il prelievo di sangue.

La tabella mostra gli indicatori del numero normale di elementi del sangue. In diversi laboratori, questi valori possono differire, quindi, per scoprire se i parametri dell'analisi del sangue corrispondono alla norma, è necessario scoprire i valori di riferimento del laboratorio in cui è stata eseguita l'analisi del sangue.

Tabella degli indicatori normali di un esame del sangue generale negli adulti:

Analisi:Donne adulte:Uomini adulti:
Emoglobina120-140 g / l130-160 g / l
ematocrito34,3-46,6%34,3-46,6%
piastrine180-360 × 109180-360 × 109
globuli rossi3,7-4,7 × 10124-5,1 × 1012
globuli bianchi4-9 × 1094-9 × 109
ESR2-15 mm / h1-10 mm / h
Indicatore di colore0,85-1,150,85-1,15
reticolociti0,2-1,2%0,2-1,2%
Thrombocrit0,1-0,5%0,1-0,5%
Gli eosinofili0-5%0-5%
basofili0-1%0-1%
linfociti18-40%18-40%
I monociti2-9%2-9%
Il volume medio di globuli rossi78-94 fl78-94 fl
Il contenuto medio di emoglobina nei globuli rossi26-32 pag26-32 pag
Granulociti pugnalati (neutrofili)1-6%1-6%
Granulociti segmentati (neutrofili)47-72%47-72%

Ciascuno degli indicatori dati è importante nel decodificare un esame del sangue, tuttavia, un risultato di ricerca affidabile consiste non solo nel confronto dei dati ottenuti con le norme - tutte le caratteristiche quantitative sono considerate insieme, inoltre, viene presa in considerazione la relazione tra i diversi indicatori delle proprietà del sangue.

Elementi a forma di sangue. Contengono emoglobina, che si trova in ciascuno dei globuli rossi nella stessa quantità. I globuli rossi trasportano ossigeno e anidride carbonica nel corpo..

  • Malattia di Wakez (eritremia) - leucemia cronica.
  • Come risultato di ipoidratazione con sudorazione, vomito, ustioni.
  • Come risultato dell'ipossia nel corpo con malattie croniche dei polmoni, del cuore, del restringimento delle arterie renali e della malattia renale policistica. Un aumento della sintesi dell'eritropoietina in risposta all'ipossia porta ad un aumento della formazione dei globuli rossi nel midollo osseo.
  • Anemia.
  • Leucemia, mieloma - tumori del sangue.

Il livello dei globuli rossi nel sangue diminuisce e nelle malattie che sono caratterizzate da un aumento del decadimento dei globuli rossi:

  • anemia emolitica;
  • carenza nel corpo di ferro;
  • mancanza di vitamina B12;
  • emorragia.

La durata media della vita di un eritrocita è di 120 giorni. Queste cellule si formano nel midollo osseo e vengono distrutte nel fegato..

Cellule del sangue coinvolte nel fornire emostasi. Piastrine nel midollo osseo dalla forma di megacariociti.

Si osserva un aumento della conta piastrinica (trombocitosi) con:

  • emorragia
  • splenectomia;
  • trombocitosi reattiva;
  • trattamento con corticosteroidi;
  • stress fisico;
  • carenza di ferro;
  • neoplasie maligne;
  • emolisi acuta;
  • disturbi mieloproliferativi (eritremia, mielofibrosi);
  • malattie infiammatorie croniche (artrite reumatoide, tubercolosi, cirrosi).

Si osserva una diminuzione della conta piastrinica (trombocitopenia) con:

  • riduzione della produzione di piastrine;
  • DIC;
  • aumento della distruzione piastrinica;
  • sindrome emolitica uremica;
  • splenomegalia;
  • Malattie autoimmuni.

La funzione principale di questo componente del sangue è quella di partecipare alla coagulazione del sangue. All'interno della piastrina contiene la parte principale dei fattori di coagulazione, che vengono rilasciati nel sangue, se necessario (danno alla parete del vaso). A causa di questa proprietà, la nave danneggiata viene ostruita dal trombo in formazione e il sanguinamento si arresta.

Globuli bianchi. Formata nel midollo osseo rosso. La funzione dei globuli bianchi è quella di proteggere il corpo da sostanze e microbi estranei. In altre parole, è immunità.

  • infezioni, infiammazione;
  • allergia;
  • leucemia;
  • condizione dopo sanguinamento acuto, emolisi.
  • patologia del midollo osseo;
  • infezioni (influenza, rosolia, morbillo, ecc.);
  • anomalie genetiche dell'immunità;
  • aumento della funzione della milza.

Esistono diversi tipi di globuli bianchi, pertanto il valore diagnostico è la variazione del numero di singole specie e non tutti i globuli bianchi in generale.

Entrando nei tessuti, si trasformano in mastociti, responsabili del rilascio di istamina - una reazione di ipersensibilità a cibo, droghe, ecc..

  • Aumento: reazioni di ipersensibilità, varicella, ipotiroidismo, sinusite cronica.
  • Diminuzione: ipertiroidismo, gravidanza, ovulazione, stress, infezioni acute.

I basofili sono coinvolti nella formazione di reazioni infiammatorie immunologiche di tipo ritardato. Contengono un gran numero di sostanze che causano infiammazione dei tessuti.

Cellule che sono responsabili di allergie. Normalmente, dovrebbero essere dallo 0 al 5%. Nel caso di un aumento dell'indicatore, indica la presenza di infiammazione allergica (rinite allergica). È importante sottolineare che il numero di eosinofili può essere aumentato in presenza di invasioni di elminti! Questo è particolarmente comune nei bambini. Questo fatto dovrebbe essere preso in considerazione dai pediatri per fare una diagnosi corretta..

Sono divisi in diversi gruppi: giovani, pugnalati e segmentati. I neutrofili forniscono immunità antibatterica e le loro varietà sono le stesse cellule di età diverse. Grazie a ciò, è possibile determinare la gravità e la gravità del processo infiammatorio o il danno al sistema ematopoietico.

Si osserva un aumento del numero di neutrofili nelle infezioni, principalmente batteriche, lesioni, infarto del miocardio e tumori maligni. Nelle malattie gravi, aumentano soprattutto i pugnalati dei neutrofili, i cosiddetti pugnalata a sinistra. In condizioni particolarmente gravi, processi purulenti e sepsi, nel sangue possono essere rilevate forme giovani - promielociti e mielociti, che non dovrebbero essere normali. Inoltre, con processi gravi nei neutrofili, viene rilevata una granularità tossica..

Questo elemento è considerato una variazione dei globuli bianchi in forma di macrofagi, ad es. la loro fase attiva, che assorbe cellule morte e batteri. La norma per una persona sana va da 0,1 a 0,7 * 10 ^ 9 e / l.

Una riduzione del MON è dovuta a operazioni pesanti e all'uso di corticosteroidi, un aumento indica lo sviluppo di artrite reumatoide, sifilide, tubercolosi, mononucleosi e altre malattie di natura infettiva.

I leucociti granulari sono attivatori del sistema immunitario nella lotta contro l'infiammazione, le infezioni e le reazioni allergiche. La norma per una persona va da 1,2 a 6,8 * 10 ^ 9 e / l.

Il livello di GRAN aumenta con l'infiammazione, diminuisce con il lupus eritematoso e l'anemia aplastica.

Riflette il contenuto relativo di emoglobina nei globuli rossi. Utilizzato per la diagnosi differenziale di anemia: normocromico (normale quantità di emoglobina nei globuli rossi), ipercromico (elevato), ipocromico (diminuito).

  • Una riduzione della CP si verifica con: anemia sideropenica; anemia causata da intossicazione da piombo in malattie con ridotta sintesi di emoglobina.
  • Un aumento del CP si verifica con: carenza di vitamina B12 nel corpo; carenza di acido folico; cancro; poliposi dello stomaco.

La norma dell'indicatore di colore (CPU): 0,85-1,1.

Un aumento della concentrazione di emoglobina si verifica con l'eritremia (una diminuzione del numero di globuli rossi), l'eritrocitosi (un aumento del numero di globuli rossi) e anche con l'ispessimento del sangue - a seguito di una grande perdita di liquidi da parte del corpo. Inoltre, l'indice di emoglobina è aumentato con scompenso cardiovascolare..

Se l'indice di emoglobina è maggiore o minore del limite normale, ciò indica la presenza di condizioni patologiche. Quindi, si osserva una diminuzione della concentrazione di emoglobina nel sangue con anemia di varie eziologie e con perdita di sangue. Questa condizione è anche chiamata anemia..

L'ematocrito è una percentuale del volume di sangue testato rispetto al volume occupato dai globuli rossi in esso. Questo indicatore è calcolato in percentuale.

La riduzione dell'ematocrito si verifica con:

  • anemia
  • digiuno;
  • gravidanza
  • ritenzione idrica nel corpo (insufficienza renale cronica);
  • eccessivo contenuto di proteine ​​plasmatiche (mieloma);
  • Bere pesantemente o somministrare un gran numero di soluzioni per via endovenosa.

Un aumento dell'ematocrito al di sopra del normale indica:

  • leucemia;
  • vera policitemia;
  • brucia la malattia;
  • diabete mellito;
  • malattie renali (idronefrosi, policistico, neoplasie);
  • perdita di liquidi (sudorazione eccessiva, vomito);
  • peritonite.

Ematocrito normale: uomini - 40-48%, donne - 36-42%.

La velocità di eritrosedimentazione mostra la velocità con cui il sangue viene diviso in due strati: superiore (plasma) e inferiore (elementi formati). Questo indicatore dipende dal numero di globuli rossi, globuline e fibrinogeno. Cioè, più globuli rossi una persona ha, più lentamente si depositano. Un aumento del numero di globuline e fibrinogeno, al contrario, accelera la sedimentazione dei globuli rossi.

Le ragioni dell'elevato ESR nell'analisi del sangue generale:

  • Processi infiammatori acuti e cronici di origine infettiva (polmonite, reumatismi, sifilide, tubercolosi, sepsi).
  • Lesioni cardiache (infarto del miocardio - danno al muscolo cardiaco, infiammazione, sintesi di proteine ​​della "fase acuta", incluso il fibrinogeno.)
  • Malattie del fegato (epatite), pancreas (pancreatite distruttiva), intestino (morbo di Crohn, colite ulcerosa), reni (sindrome nefrosica).
  • Malattie ematologiche (anemia, linfogranulomatosi, mieloma).
  • Patologia endocrina (diabete mellito, tireotossicosi).
  • Lesioni a organi e tessuti (chirurgia, ferite e fratture ossee) - qualsiasi danno aumenta la capacità dei globuli rossi di aggregarsi.
  • Condizioni accompagnate da grave intossicazione.
  • Avvelenamento da piombo o arsenico.
  • Neoplasie maligne.

ESR al di sotto della norma è tipico per le seguenti condizioni del corpo:

  • Ittero ostruttivo e, di conseguenza, rilascio di una grande quantità di acidi biliari;
  • Alti livelli di bilirubina (iperbilirubinemia);
  • Eritremia ed eritrocitosi reattiva;
  • Anemia falciforme;
  • Insufficienza circolatoria cronica;
  • Diminuzione dei livelli di fibrinogeno (ipofibrinogenemia).

L'ESR, come indicatore non specifico del processo patologico, viene spesso utilizzato per monitorare il suo decorso..

La comparsa di eventuali malfunzionamenti nel corpo è un'occasione per contattare un terapeuta. E di solito la prima cosa con cui il medico inizia l'esame è il rinvio a un esame del sangue clinico. È anche chiamato generale (UAC), perché dà un'idea dello stato dell'organismo nel suo insieme.

Se c'è un processo infiammatorio da qualche parte o si verificano deviazioni dalle norme di base, sarà chiaro dai risultati.

Un esame del sangue clinico è il più comune di tutti gli studi. Può essere fatto in qualsiasi clinica, centro medico a pagamento o ospedale. È conveniente e molto informativo, consente di abbreviare la gamma di ulteriori analisi ed esami e concentrarsi su malattie ben definite.

Quindi, cosa mostra un esame del sangue clinico? Questa analisi rivela se il funzionamento, l'integrità e il numero di cellule del sangue sono normali e dà anche un'idea di altri parametri di base:

  • I globuli rossi sono responsabili del mantenimento di livelli ottimali di ossigeno nel flusso sanguigno..
  • Le piastrine danno al sangue la capacità di coagulare e prevenire il sanguinamento. Se sono meno del normale, c'è un alto rischio di sanguinamento, se di più - c'è un processo di coaguli di sangue sulle pareti venose.
  • I globuli bianchi formano il sistema immunitario umano, quindi un aumento del loro numero indica una diminuzione dell'immunità, la presenza di infiammazione o una malattia del sistema circolatorio come la leucemia.
  • L'ematocrito mostra il rapporto tra le cellule del sangue e il suo plasma. Pertanto, un esame del sangue clinico è così importante.
  • ESR - un indicatore della velocità di eritrosedimentazione, indica direttamente se si sta verificando un processo infiammatorio nel corpo. È studiato con l'aggiunta di anticoagulanti, sostanze che impediscono la coagulazione del sangue.
  • Formula dei leucociti - contando tutti i tipi di leucociti e il rapporto di ciascuno di essi con il numero totale, espresso in percentuale.
  • Il contenuto di emoglobina, che determina la densità del sangue. Una bassa concentrazione di questa sostanza è caratteristica per l'anemia di varie eziologie, una grande concentrazione è per il sangue, che tende ad addensarsi, o un tumore causato da una moltiplicazione troppo rapida dei globuli rossi.
  • Il colore del sangue indica se l'emoglobina è sufficiente nei globuli rossi.

Va tenuto presente che durante l'infanzia, gli indicatori normali differiscono, quindi, decifrando il controllo dell'account utente dei bambini, non è possibile fare affidamento sui dati delle tabelle ordinarie. Per uomini e donne, anche le norme sono leggermente diverse..

La deviazione verso un lato maggiore o minore indica chiaramente la presenza di processi patologici nel corpo. Un medico esperto può fare una diagnosi iniziale in base alla natura dei reclami e al risultato di un esame del sangue clinico, che, tuttavia, deve essere chiarito. Ecco un esame del sangue clinico così informativo. Considereremo gli indicatori in modo più dettagliato..

L'emoglobina ha valori normali di 135-160 g / l per gli uomini e 120-140 g / l per le donne. Se è superiore a questi numeri, possiamo assumere:

  • erythremia;
  • disidratazione.

I numeri sotto la norma indicano:

  • carenza di microelementi di ferro;
  • anemia;
  • eccessiva saturazione delle cellule del sangue con umidità (iperidratazione).

Tutto ciò può rivelare un esame del sangue clinico. La decrittazione viene eseguita da specialisti.

I globuli rossi dovrebbero mostrare 4-5x10 12 / L nei maschi e 3,7-4,7x10 12 / L nelle femmine. L'eccesso è di solito causato da:

  • malattie oncologiche;
  • la nomina di corticosteroidi e steroidi;
  • Sindrome di Cushing (malattia);
  • malattia policistica renale;
  • gravi ustioni, mal di stomaco e feci molli o diuretici danno un leggero aumento dei globuli rossi.

Di solito si osserva un piccolo numero di globuli rossi con:

  • gravidanza
  • emorragia
  • iperidratazione;
  • anemia
  • la distruzione di questi globuli e il basso tasso di formazione di nuovi nel midollo osseo rosso.

Questo è il tipo di informazioni fornite da un esame del sangue clinico..

I globuli bianchi e la loro norma è una per uomini e donne: 4-9x10 9 / l. Cause di leucocitosi:

  • un corso acuto di processi infiammatori e purulenti, avvelenamento del sangue;
  • malattie che causano vari agenti patogeni dell'infezione;
  • neoplasie maligne;
  • condizione dopo un infarto;
  • gli ultimi tre mesi di gestazione;
  • lesioni ai tessuti;
  • periodo di lattazione;
  • attività fisica pesante.

La leucopenia si verifica per i seguenti motivi:

  • conseguenze dell'esposizione alle radiazioni;
  • shock anafilattico;
  • ipoplasia o aplasia del midollo osseo;
  • Malattia di Addison-Birmer;
  • infezione virale;
  • tifo;
  • cambiamenti nelle fibre del tessuto connettivo di varie origini.

Tutto ciò mostrerà il risultato di un esame del sangue clinico..

Anche la conta piastrinica è la stessa per entrambi i sessi - 180-320x10 9 / L. Poiché sono responsabili della coagulazione del sangue e sono in grado di rimanere uniti, il loro aumento suggerisce:

  • oncologia;
  • recente intervento chirurgico o sanguinamento;
  • malattie del sistema circolatorio;
  • disturbi cronici nella fase di esacerbazione, in particolare malattie dello stomaco, dell'intestino, del pancreas, del fegato;
  • malattie e virus infettivi;
  • conseguenze della prescrizione di molti farmaci.

La trombocitopenia è caratteristica di:

  • Malattie autoimmuni;
  • epatite;
  • poliartrite reumatoide;
  • lymphogranulomatosis;
  • malattie emolitiche.

È disponibile un esame del sangue clinico per identificare tutte queste malattie. La decodifica non richiede molto tempo.

ESR ha una vasta gamma di indicatori, da 1 a 15 mm / ora, per età e sesso diversi, il suo ESR è caratteristico. Il superamento della norma si verifica quando:

  • infezioni e processi infiammatori;
  • malattie del fegato e dei reni;
  • violazioni del sistema endocrino;
  • dopo fratture e operazioni;
  • mestruazioni, gravidanza, allattamento al seno;
  • anemia di varie origini;
  • collagenosi.

Un ESR basso può indicare:

  • aumento della produzione di bile;
  • un problema con insufficiente afflusso di sangue a organi e tessuti;
  • aumento della bilirubina nel siero del sangue;
  • coagulazione lenta e assottigliamento del sangue, formazione di coaguli difettosi, incapace di prevenire completamente il sanguinamento.

Un ematocrito che non rientra nell'intervallo 0,39-0,49 indica una mancanza di ferro nel corpo, lo sviluppo di anemia e malattie di questo tipo.

Nella formula dei leucociti, dovrebbe essere presente il rapporto percentuale corretto di tutti e 5 i tipi di leucociti rispetto al loro numero totale:

  • eosinofili: 1-5%, distruggono gli allergeni che entrano nel corpo;
  • pugnalare i neutrofili - 1-6% e segmentati - 47-72%, purificare il sangue da un'infezione batterica e proteggere il corpo dall'ottenerlo;
  • basofili: 0-1%, aiutano i globuli bianchi a riconoscere particelle estranee e neutralizzare l'infiammazione;
  • monociti: 3-9%, rimuove cellule morte e distrutte, batteri, coppie di antigeni con anticorpi;
  • linfociti: 19-40%, supportano l'immunità, proteggono dalle malattie associate a un calo dell'immunità, formano una risposta immunitaria.

La norma dell'indicatore del colore è 0,85-1,15. Aumenta se:

  • mancanza di acido folico e vitamina B12;
  • si sviluppa l'oncologia;
  • ci sono polipi nello stomaco.

Diminuito se diagnosticato con anemia sideropenica e anemia in gravidanza.

Inoltre, se necessario, può essere eseguito un test di coagulabilità, cioè un coagulogramma, che include anche la durata del sanguinamento. Ora è chiaro cosa mostrerà l'esame del sangue clinico.

L'analisi clinica deve essere eseguita rigorosamente a stomaco vuoto, preferibilmente la mattina prima di colazione. In casi estremi, puoi mangiare non oltre 2 ore prima. Il giorno prima non puoi bere alcolici, cibi piccanti, acidi e grassi, a causa dei quali il siero del sangue diventa geloso, cioè nuvoloso, l'assegnazione dei componenti sarà difficile.

Di solito il sangue viene prelevato dal dito, la mano non è importante, ma è necessario l'anulare. Tuttavia, in alcuni casi, il medico consiglia di realizzare una recinzione da una vena. Se si desidera superare diversi test ripetuti, è consigliabile eseguirli contemporaneamente, poiché durante il giorno gli indicatori possono cambiare.

KLA può aiutare a rilevare varie malattie in una fase precoce. Pertanto, per la prevenzione, vale la pena prenderlo almeno una volta all'anno. Nella vecchiaia e nell'infanzia, quando è particolarmente necessario prendersi cura dello stato di salute, è meglio farlo ogni sei mesi. Questo è ciò che mostrerà un esame del sangue clinico.