Il ruolo della nutrizione in oncologia

Carcinoma

L'alimentazione di una persona con neoplasie è caratterizzata da un aumentato fabbisogno di energia e proteine ​​da parte dell'organismo. Il processo di ossidazione con una maggiore formazione di radicali liberi è notevolmente migliorato. Durante il periodo della malattia, è particolarmente importante ottenere i nutrienti necessari per il corpo per supportarlo nella lotta contro la malattia e accelerare il recupero.

Cosa succede con la malnutrizione?

La condizione di carenza nutrizionale (mancanza di nutrienti - proteine, grassi, carboidrati, ecc.) Porta al rilascio delle proprie riserve a causa della distruzione dei tessuti corporei (autocannibalismo). Quasi tutti i tessuti e il sistema immunitario sono coinvolti nel decadimento. Questa condizione si chiama "sindrome di anoressia-cachessia".

Che cos'è la carenza nutrizionale??

Il fenomeno della carenza nutrizionale è uno squilibrio tra i bisogni di nutrienti del corpo e la quantità di nutrienti in arrivo. La condizione di carenza nutrizionale dipende dalla quantità di nutrienti consumati, dai cambiamenti nelle esigenze del corpo per i nutrienti, nonché dalla digeribilità dei nutrienti.

Ho il rischio di sviluppare una carenza nutrizionale??

Una riduzione del peso corporeo di oltre il 5% entro 3 mesi e la presenza di disturbi (perdita di appetito, disturbi digestivi, nausea e vomito) indicano la presenza di carenza nutrizionale. È necessario regolare la dieta e iniziare a prendere la nutrizione terapeutica.

Con una diminuzione del peso corporeo di oltre il 10% in 3 mesi, vale la pena iniziare immediatamente un ulteriore supporto nutrizionale, poiché questa condizione indica l'inizio dello sviluppo della sindrome da anoressia-cachessia.

In quali periodi è particolarmente importante il supporto nutrizionale??

L'alimentazione specializzata è indicata per tutti i pazienti con carenza nutrizionale. Soprattutto nel periodo pre e post-operatorio e durante la chemioterapia e / o la radioterapia.

Se il peso non cambia, hai bisogno di supporto nutrizionale?

Ci sono fattori che possono mascherare la carenza nutrizionale in assenza di perdita di peso.

La terapia farmacologica, in particolare la terapia ormonale, contribuisce all'aumento della massa grassa e all'accumulo di acqua nel corpo. Pertanto, nonostante la perdita di massa muscolare, il peso corporeo totale può rimanere invariato. Inoltre, alcune neoplasie interrompono i normali processi della vita e provocano l'accumulo di liquido nel corpo, che è espresso sia dall'edema che dall'accumulo di liquido all'interno del corpo (ascite, versamento pleurico, ecc.). In questo caso, il peso corporeo può essere aumentato, mentre il corpo soffrirà di una mancanza di nutrienti..

Tutto ciò suggerisce che il supporto nutrizionale è importante per quei pazienti il ​​cui peso non cambia, ma sono in cura per il cancro.

Perché è estremamente difficile soddisfare le esigenze del corpo con una dieta normale?

Durante la malattia, l'assorbimento dei nutrienti è estremamente ridotto, anche a causa di una diminuzione del funzionamento del tratto gastrointestinale. L'alimentazione specializzata per i malati di cancro contiene componenti facilmente digeribili e un complesso completo di micro e macronutrienti, che consente una piccola quantità per dare al corpo tutto il necessario per la vita normale.

Perché l'assunzione di proteine ​​è così importante?

Le proteine ​​sono necessarie per ripristinare i tessuti corporei e compensare il crescente bisogno di esso a causa delle peculiarità del decorso del processo tumorale.

Le proteine, compresi gli aminoacidi che sono insostituibili e non prodotti nel corpo umano, sono necessarie per mantenere l'immunità e garantire il trasporto di proteine, grassi, vitamine, ormoni e altre sostanze necessarie (proteine ​​trasportatrici) nella cellula.

Durante la malattia, le sostanze prodotte dall'organismo non sono sufficienti. È necessario un supporto esterno - per questo, è in fase di sviluppo una dieta speciale per il cancro, arricchita con proteine ​​e aminoacidi.

Perché non è sufficiente bere succhi e tè dolce per soddisfare il fabbisogno energetico del corpo?

I succhi e le bevande zuccherate contengono zuccheri, che portano al rilascio di glucosio nel sangue, che può essere un fattore stimolante per lo sviluppo del prediabete - ridotta tolleranza al glucosio.

Non dovremmo dimenticare che una corretta alimentazione è uno dei componenti del successo del recupero dopo una malattia e deve essere piena ed equilibrata. Solo una dieta correttamente selezionata per l'oncologia può aiutare il corpo a recuperare più velocemente.

Il pericolo di morire di fame?

Con una riduzione critica dell'assunzione di proteine ​​nel corpo, può svilupparsi la sindrome da anoressia-cachessia - un processo irreversibile che porta alla perdita di capacità lavorativa, a una forte riduzione dell'attività fisica, alla progressiva perdita di peso corporeo e all'interruzione di tutti i sistemi di organi nel corpo umano. Per prevenire lo sviluppo di questa condizione, i periodi di fame dovrebbero essere esclusi, se possibile, e se è impossibile (dopo operazioni di volume, specialmente sugli organi del tratto gastrointestinale), condurre una terapia preparatoria con nutrizione specializzata per i malati di cancro, per i quali esiste una dieta specializzata per il cancro

Perché la fame e / o la riduzione dell'assunzione di nutrienti dopo l'intervento chirurgico sono dannose per la salute?

Con una riduzione critica dell'assunzione di nutrienti nel corpo indebolita dopo l'intervento chirurgico, il ripristino dei tessuti e la funzionalità degli organi è più lento, il che aumenta il ricovero dei pazienti e riduce la loro qualità della vita. Il rischio di sviluppare il processo infiammatorio è significativamente aumentato, incluso lo sviluppo di complicanze postoperatorie. Pertanto, discutere con il proprio medico quando è possibile iniziare a nutrire il paziente dopo l'intervento chirurgico e seguire le istruzioni del medico.

Quali macro e micronutrienti sono necessari durante la lotta contro la malattia?

Durante la malattia, è particolarmente importante soddisfare le esigenze del corpo di macro e micronutrienti. In presenza di cancro, i più significativi sono il beta-carotene, un complesso di antiossidanti (vitamine A, E, C) e il selenio.

Perché è necessario l'uso di acidi omega-3-, omega-6-polinsaturi, specialmente durante la malattia?

Gli acidi grassi polinsaturi riducono la risposta infiammatoria nel corpo e stimolano l'appetito, che è estremamente importante per i pazienti con cancro.

Che cosa è sorseggiare cibo??

Sorseggiare cibo (dall'inglese. SIP - bere a piccoli sorsi) sono speciali miscele nutrizionali che sono disponibili in forma pronta da mangiare. L'alimentazione specializzata deve essere consumata in piccoli sorsi, uno che serve per 15-20 minuti.

Quali prodotti nutrizionali medici sono indicati per i malati di cancro?

Nutrizione specializzata - Nutridrink Compact: una formula nutrizionale bilanciata completa ad alta energia. Contiene proteine ​​facilmente digeribili (siero di latte e latte) per compensare la sua perdita nel corpo del paziente. Arricchito con acidi grassi Omega-3-, Omega-6-polinsaturi (eicosapentaenoico e docosaesaenoico) per ridurre la risposta infiammatoria. Inoltre, questi acidi grassi stimolano l'appetito..

Nutridrink Compact contiene il complesso necessario di vitamine e minerali, nonché i carotenoidi, che hanno un potente effetto antiossidante e sono stimolanti naturali del sistema immunitario. In una porzione di nutrizione terapeutica - solo 200 ml, che consente a un paziente con difficoltà alimentari di ridurre al minimo gli sforzi nutrizionali se, ad esempio, viene utilizzata una dieta per il cancro del colon-retto. Nutridrink Compact può essere sia una fonte aggiuntiva che unica di nutrizione per i malati di cancro.

Per una varietà di diete, Nutridrink Compact può essere utilizzato con aromi di fragola, vaniglia o caffè. Questo prodotto ad alto contenuto calorico e ricco di proteine ​​è necessario per ricostituire energia e proteine. Può essere sia una fonte aggiuntiva che unica di nutrizione. Adatto all'alimentazione in una condizione in cui si osserva carenza nutrizionale. Per arricchire la dieta, è possibile utilizzare la miscela secca Nutrizon con un gusto neutro. La miscela ha una composizione più saturata di oligoelementi e minerali. Tutti i prodotti non contengono colesterolo, glutine e lattosio. Presentato in una confezione sterile e può essere utilizzato come alimento per i malati di cancro.

Una dieta per il tumore del colon dovrebbe essere specificamente progettata dal medico! Solo con questo in mente possiamo garantire l'uso corretto della nutrizione nel carcinoma del colon.

Ci sono controindicazioni: età da 0 a 3 anni, aumento del sanguinamento, galattosemia, intolleranza ai componenti del prodotto. Prima dell'uso, consultare uno specialista.

La nutrizione durante la radioterapia è anche una delle aree principali dello sviluppo della nostra azienda.

Nutrizione proteica per i malati di cancro

Le malattie tumorali maligne nella struttura della mortalità nei paesi sviluppati occupano il secondo posto dopo le malattie cardiache e vascolari.

Numerosi studi condotti in molti paesi sono dedicati alla relazione tra carcinogenesi e caratteristiche nutrizionali osservate in pazienti con varie malattie oncologiche. Nel 40% degli uomini e nel 60% delle donne affette da cancro, è stata stabilita una connessione tra lo sviluppo del processo patologico e quelli o altri errori nella nutrizione. Numerosi studi solidi hanno dimostrato che i cibi ricchi di grassi sono associati a tumori al seno, al colon e alla prostata..

D'altra parte, un paziente oncologico ha bisogno di un'organizzazione speciale di nutrizione medica. Un grave problema nello sviluppo del cancro è il fatto che la malattia stessa e i metodi utilizzati per curarla causano l'anoressia. Inoltre, il cancro, la chemioterapia e la radioterapia interferiscono con l'assorbimento di numerosi nutrienti..

I principi della nutrizione per i malati di cancro non sono ancora completamente formati. Da un lato, è necessario fornire al paziente un supporto nutrizionale e, dall'altro, l'alimentazione può stimolare la crescita e la metastasi del tumore.

Per decenni, sono stati fatti tentativi di sviluppare un sistema nutrizionale volto a contrastare la crescita del tumore e rallentarlo. I nutrizionisti che offrono diete speciali per i malati di cancro si basano sul fatto che il tumore utilizza per i suoi nutrienti di crescita dall'esterno e metaboliti endogeni del corpo. Tuttavia, è stato ora dimostrato che la carenza nutrizionale sistemica influenza lo stato del corpo in modo più significativo rispetto al tumore stesso, prendendo in prestito gli elementi mancanti per la propria crescita. Ciò rende difficile creare diete antitumorali speciali..

La maggior parte degli oncologi ritiene che il cibo di un paziente affetto da cancro debba essere bilanciato con nutrienti, vitamine, minerali e acqua essenziali. I pazienti oncologici necessitano di un aumento dell'assunzione di alimenti proteici, specialmente dopo un trattamento chirurgico, una chemioterapia o una radioterapia. Dovresti usare carne magra, tra cui pollame, pesce, latticini, noci, fagioli secchi, piselli, lenticchie e prodotti a base di soia. Per compensare i costi energetici, il paziente è obbligato a consumare una quantità sufficiente di carboidrati (frutta, verdura, pane, cereali e loro prodotti, legumi) e grassi (olio vegetale, noci, olio di pesce). Con una dieta equilibrata, i pazienti, di norma, non necessitano di un'ulteriore somministrazione di vitamine e minerali. Con lo sviluppo di effetti avversi dal trattamento, al paziente possono essere inoltre prescritti farmaci contenenti vitamine, minerali o miscele di nutrienti bilanciate. Se il paziente sviluppa vomito o diarrea come complicazione della malattia e del trattamento, l'assunzione di acqua deve essere regolata per prevenire la disidratazione.

    Carenza di energia proteica nel cancro

La maggior parte dei pazienti con neoplasie maligne sono caratterizzate da progressiva perdita di peso. La cachessia si sviluppa nel 5-25% dei pazienti oncologici; nel 45% dei pazienti ospedalizzati si nota una riduzione del peso corporeo.

Il termine "cachessia tumorale" descrive un gruppo di sintomi e sindromi caratteristici dei pazienti con lesione metastatica, ma si verifica anche in pazienti con un processo tumorale locale. È noto che il volume della neoplasia non è un criterio per lo sviluppo della cachessia. La posizione più importante del tumore, in particolare con le lesioni del tratto gastrointestinale.

  • Cause di cachessia tumorale
    1. Diminuzione dell'assunzione totale di nutrienti da parte dei malati di cancro.
      1. La maggior parte dei tumori è accompagnata da anoressia. Spesso, la perdita di appetito è uno dei principali sintomi che suggeriscono la presenza di un tumore. Alcuni disturbi fisiologici, come un cambiamento nel gusto nei pazienti con cancro, portano anche all'anoressia..
      2. I processi metabolici specifici caratteristici delle malattie oncologiche portano anche a una riduzione dell'assunzione di nutrienti. Sono state identificate una serie di sostanze che si formano nel corpo durante i processi oncologici e portano a una riduzione dell'assunzione di nutrienti. Una tale sostanza, ad esempio, è la cachectina - prodotta da un tumore. La cachectina colpisce i centri ipotalamici, contribuendo allo sviluppo di anoressia e cachessia.
      3. Molti tumori del tratto digestivo e della cavità orale causano disturbi dispeptici, come nausea, vomito, disfagia. Il risultato è una significativa riduzione dell'assunzione di nutrienti..
      4. In alcuni casi, i malati di cancro sviluppano condizioni depressive, portando a una riduzione dell'assunzione di cibo..
    2. Disturbi metabolici Nei pazienti con processi tumorali si osservano numerosi cambiamenti nel metabolismo di proteine, grassi e carboidrati..
    3. Il trattamento antitumorale influenza in modo significativo lo stato nutrizionale dei malati di cancro.
      1. Trattamento chirurgico. L'intervento chirurgico per patologia oncologica aumenta la perdita di azoto nel corpo e aumenta il fabbisogno energetico. L'effetto stress dell'operazione (dolore, danno, emozioni) provoca un aumento del livello di catecolamine, cortisolo e glucagone, portando a ipermetabolismo, perdita di peso, bilancio azotato negativo, disturbi elettrolitici dell'acqua. Inoltre, numerosi interventi chirurgici radicali portano a specifici problemi nutrizionali..
      2. Chemioterapia. Il trattamento chemioterapico ha una serie di effetti negativi sulla nutrizione dei pazienti. La chemioterapia influenza il metabolismo cellulare, la sintesi del DNA e la replicazione cellulare. Il tratto digestivo è particolarmente interessato dal trattamento chemioterapico. Stomatite, ulcere lungo l'intero tratto digestivo, sviluppo di emorragie nella mucosa e riduzione della capacità di assorbimento intestinale. Molti farmaci chemioterapici causano nausea, vomito, diarrea, alterazioni del gusto, avversione al cibo. Tutti questi fenomeni contribuiscono allo sviluppo della carenza di energia proteica..
      3. La radioterapia ha un significativo effetto negativo sul tratto digestivo. Lo sviluppo di effetti collaterali dipende dalla dose di radiazioni e dal volume del tessuto irradiato. Gli effetti negativi della radioterapia sono divisi in precoce e tardivo. Le prime complicazioni comprendono nausea, vomito, diarrea, alterazioni del gusto, avversione al cibo. Complicanze tardive: sviluppo della sindrome da malassorbimento, comparsa di stenosi e fistole intestinali.

  • Disturbi metabolici nei pazienti oncologici (secondo F. Bozzetti, 1992)Consumo di energiaMetabolismo dei grassi
    Disturbi metabolici
    Diminuzione della tolleranza al glucosio
    Aumento / normale glicemia a digiuno
    Insulina normale / bassa
    Diminuzione della risposta all'insulina
    Aumento della gluconeogenesi da alanina, lattato e glicerolo
    Aumentare la produzione e il turnover del glucosio
    Metabolismo proteico
    Diminuzione della sintesi proteica e aumento del catabolismo muscolare
    Aumento della sintesi proteica nel fegato

    Conseguenze nutrizionali della chirurgia radicale (W. W. Lawrence, 1977, modificato)Cavità orale e laringeStomacoColon
    Disturbi Nutrizionali
    Gastrostasi (secondaria alla vagotomia)
    Malassorbimento di grassi
    Cibo attraverso la gastrostomia (in assenza di operazioni ricostruttive)
    Carenza pancreatobiliaria e malassorbimento dei grassi
    Malassorbimento totale
    Malassorbimento di vitamina B. 12 e acidi biliari
    Malassorbimento (grasso, vitamina B 12 )
    Diarrea
    Ipersecrezione gastrica
  • L'aglio e le cipolle contengono anche composti di zolfo organici antitumorali. Studi epidemiologici hanno dimostrato che l'uso di cipolle e aglio aiuta a ridurre il rischio di cancro in molte località, ma, prima di tutto, lo stomaco, il colon e il retto.
    • Principi di prevenzione del cancro nella dieta
      • Riduzione dell'apporto di grassi fino al 30% dell'apporto calorico totale e rifiuto completo di alimenti che contengono molti grassi refrattari.
      • Nutrizione frazionata (almeno cinque pasti).
      • Aumento dell'assunzione di frutta, verdura e cereali.
      • Limitazione raffinata dei carboidrati.
      • Limitare il consumo di carne, specialmente grassa, arrostita e affumicata.
      • Limitare l'uso di cibi salati e pepati.
      • Moderato consumo di alcol.
      • La normalizzazione dell'eccesso di peso corporeo è importante per la prevenzione del cancro.
    • Malattie oncologiche e vegetarismo

      La letteratura speciale discute il ruolo della nutrizione vegetariana nella prevenzione del cancro. Nel sangue dei vegetariani si notano livelli più alti di vitamine antiossidanti, oligoelementi (selenio, zinco, rame). La circostanza più importante che dovrebbe essere presa in considerazione quando si redigono diete vegetariane è l'inferiorità della composizione aminoacidica delle proteine ​​vegetali.

      Dieta anticancro Cornelius Moerman

      Le basi della nutrizione anticancro furono stabilite per la prima volta negli anni '20 del secolo scorso dal medico olandese Cornelius Moerman. Una dieta appositamente sviluppata, da un lato, ha lo scopo di attivare le difese dell'organismo e, dall'altro, limita l'assunzione di sostanze nocive dal cibo.

      Principi dietetici Cornelius Moerman:

      • Tieni basso il livello di glucosio nel sangue. È necessario limitare o escludere dalla dieta carboidrati semplici: zuccheri, nonché dolciumi, miele e prodotti da farina premium.
      • Si consiglia di utilizzare una dieta prevalentemente a base vegetale. È necessario ridurre drasticamente il consumo di proteine ​​animali al fine di creare una carenza di aminoacidi essenziali e quindi ridurre la sintesi proteica da parte delle cellule tumorali.
      • È necessario utilizzare regolarmente prodotti da cereali integrali e crusca. La dieta dovrebbe avere abbastanza fibre e alimenti con specifica attività anticarcinogenica (aglio, tè verde, verdure crocifere, carotenoidi), cibi vitaminici e succhi appena fatti (barbabietola, carota, ribes nero, mela, cavolo). Includere nella dieta vitamine antiossidanti, acido citrico, iodio e zolfo.
      • Per introdurre il calcio nel corpo e correggere la funzione intestinale, è necessario utilizzare costantemente prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi (kefir, yogurt), combinandoli con colture di microrganismi benefici.
      • Per saturare il corpo con acidi ω-3, è necessario consumare noci (3-5 pezzi al giorno), olio di oliva e semi di lino, pesce di mare (almeno 3 volte a settimana).
      • Bevi solo acqua artesiana (preferibilmente sciolta). Dovrebbe preparare tè, decotti, infusi.
      • È necessario limitare il consumo di sale.
      • In assenza di anemia, carne rossa, fegato e preparati contenenti ferro (compresi gli integratori alimentari contenenti ferro) dovrebbero essere esclusi dalla dieta. I complessi contenenti vitamine del gruppo B non possono essere utilizzati in modo incontrollabile. Il superamento delle dosi fisiologiche di questi composti può favorire la crescita tumorale..
      • Dovresti astenersi dal bere caffè e alcol..
    • Dieta Gerzon

      Un approccio originale alla nutrizione nelle malattie oncologiche viene condotto nella dieta Gerzon. Questa dieta si basa sulla completa esclusione del sale dalla dieta, poiché si presume che il sale influisca sull'equilibrio elettrolitico del tumore. Consumo massimo e frequente raccomandato di succhi di frutta e verdura preparati al momento (fino a diversi litri al giorno). I succhi sono fonti di antiossidanti e stimolano la diuresi. La dieta di Gerzon esclude completamente alcuni alimenti dalla dieta: proteine ​​animali, zuccheri raffinati, farina, pane bianco, riso sbucciato lucido. La dieta è personalizzata per ogni paziente, utilizza prodotti specifici, come succo di fegato crudo, succo di patata crudo, prodotti dietetici a base di potassio.

    • Raccomandazioni pratiche per la nutrizione preventiva antitumorale
      • Evitare l'assunzione di grassi in eccesso, in particolare gli animali.
          Evita i grassi rancidi. Non usare grassi che vengono riutilizzati per friggere e surriscaldati durante la cottura. Compra le noci solo con gusci. Non mangiare semi pelati che sono stati conservati per lungo tempo. Acquista olio in bottiglie opache o lattine dure.
        • Limita l'assunzione di sale. Cuocere con un po 'di sale e non aggiungere sale al cibo.
        • Limitare l'assunzione di zucchero e altri carboidrati semplici..
        • Limita il consumo di carne rossa. Sostituire parzialmente la carne con proteine ​​vegetali (legumi), pesce (si preferiscono piccole varietà di acque profonde), uova (non più di 3 alla settimana) e latticini a basso contenuto di grassi. Considera il valore dei prodotti a base di carne. Valore in ordine decrescente: carne bianca magra, coniglio, vitello, pollo a contenuto libero (non griglia), carne rossa magra, carne grassa.
        • Escludere dalla dieta salsicce, salsicce, nonché carne alla griglia, carne affumicata e pesce.
        • Cuocere a vapore cibi, cuocere o cuocere a fuoco lento con una quantità minima di acqua, che viene anche consumata. Non mangiare cibo bruciato.
        • Mangia cereali integrali, prodotti da forno arricchiti con fibre alimentari. Non sbucciare le verdure: basta lavarle accuratamente con un pennello.
        • Usa acqua purificata, difendi l'acqua o puliscila in altri modi. Evita le bibite con additivi artificiali.
        • Non abusare di alcol.
        • Non mangiare troppo, controllare il peso corporeo.

    Nutrizione per i malati di cancro

    Nelle malattie gravi, quei nutrienti che entrano nel corpo con il cibo svolgono un ruolo enorme. L'alimentazione per i malati di cancro dovrebbe essere ipercalorica e preferibilmente proteica. Medici e nutrizionisti raccomandano di includere cibi alcalini nel menu. È questa dieta che aiuta a distruggere le neoplasie maligne o inibire la progressione delle strutture tumorali.

    L'importanza della dieta

    Secondo la conclusione dell'OMS, elaborata sulla base di molti anni di ricerca, per prevenire lo sviluppo del cancro, si raccomanda di rispettare la seguente regola: su un piatto dovrebbero essere sempre 2/3 di prodotti vegetali e non più di 1/3 di proteine.

    La nutrizione per il cancro è raccomandata principalmente per via enterale. Ciò consente di preservare il naturale processo digestivo. Ma se la localizzazione della neoplasia maligna non consente al tratto gastrointestinale di adempiere pienamente alla funzione fisiologica, passa alla nutrizione parenterale attraverso un sondino nasogastrico. Il contenuto liquido di fiale speciali viene consegnato ai pazienti attraverso un tubo posizionato nel naso e trasportato nell'esofago. La nutrizione clinica per i malati di cancro deve essere selezionata tenendo conto del grado di scompenso della patologia principale.

    Principi importanti

    La dieta per l'oncologia dovrebbe essere delicata. Le spezie, i cibi salati, grassi e fritti provocano irritazione delle mucose e stimolano la produzione di tossine che attaccano un corpo indebolito. Viene selezionato un menu speciale tenendo conto dei seguenti principi:

    La nutrizione oncologica ha lo scopo di mantenere il sistema immunitario, quindi dovrebbe contenere molte vitamine.

    • Ricco di vitamine. L'alimentazione fornisce una quantità sufficiente di proteine, grassi, carboidrati, minerali.
    • Tagli delicati. Il giusto menu per il cancro comporta la riduzione al minimo degli effetti meccanici sulle mucose del sistema gastrointestinale.
    • Menu ipercalorico. L'alimentazione specializzata per un malato di cancro dovrebbe contenere una quantità sufficiente di calorie per l'apporto energetico delle cellule e dei tessuti interessati dal processo paraneoplastico.
    Torna al sommario

    Nutrienti benefici

    La dieta per il cancro contiene sempre il seguente elenco di alimenti:

    • Frutta e verdura fresca. Prima dell'uso, vengono macinati su una grattugia o utilizzando i coltelli da taglio di un processore domestico.
    • Succhi appena spremuti. Contengono vitamine, minerali e sostanze biologicamente attive che aumentano l'immunità..
    • Latticini. L'opinione generalmente accettata secondo cui mangiare latte grasso e panna acida è dannosa è falsa in caso di cancro. Il paziente riceve una quantità sufficiente di calcio e lipidi solo a causa del loro contenuto in prodotti lattiero-caseari..
    Torna al sommario

    Quali prodotti sono controindicati?

    Se una dieta alcalina per le malattie oncologiche è benvenuta, è severamente vietato mangiare dolci in presenza di neoplasie maligne nel corpo. L'apparato digerente dovrebbe essere alleviato dalle carni grasse, che includono carne di maiale, carne di tacchino e carne d'oca. Anche i semilavorati con un alto contenuto di conservanti, coloranti, stabilizzanti e esaltatori di sapidità non devono essere consumati. Questi composti aggraveranno solo l'intossicazione di un organismo scompensato.

    Migliorare il benessere dei pazienti con cancro è possibile solo eliminando i cibi proibiti. I dolci sono controindicati perché le cellule tumorali si nutrono principalmente di glucosio mediante glicogenolisi e respirazione anaerobica..

    Menu di esempio

    La dieta per i malati di cancro contiene principalmente alimenti alcalini: cereali, verdure verdi e frutta. Pertanto, a colazione, puoi cuocere nel latte il porridge di grano saraceno, riso o orzo perlato. Occasionalmente, i nutrizionisti possono integrare macedonia senza zucchero. Per pranzo, puoi cucinare polpette di pollo e mousse leggera di frutta per dessert. La sera, il menu dovrebbe includere insalate di verdure condite con olio d'oliva, vinaigrette senza sale.

    10 prodotti antitumorali

    Dicono: "Sei quello che mangi". Da qui una semplice conclusione: la tua salute e le tue malattie derivano da ciò che mangi. Oltre alla farmacologia complessa, gli alimenti convenzionali, che sono l'essenza della vita del corpo umano, aiutano nella lotta contro il cancro.

    L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato un elenco di prodotti che contribuiscono al rafforzamento generale del sistema immunitario, hanno un effetto antidepressivo sulla psiche e aumentano il tono generale del corpo. Ma la caratteristica più notevole di questi prodotti sani è che possono fermare la crescita delle cellule tumorali..

    Gli esperti raccomandano di rispettare la seguente regola: su un piatto dovrebbero sempre essere 2/3 dei prodotti vegetali e non più di 1/3 delle proteine.

    crocifere

    Broccoli, cavolfiori, cavoli, cavoletti di Bruxelles, cavolo cinese, crescione e altre verdure che hanno già guadagnato una reputazione come combattenti contro il cancro.

    Queste verdure contengono indoli che stimolano la formazione di un potente antiossidante, l'enzima glutatione perossidasi. Gli scienziati ritengono che gli indoli inattivino gli estrogeni in eccesso che possono causare il cancro, in particolare i tumori al seno. Queste verdure contengono anche molta vitamina C, un potente antiossidante. Per la massima conservazione degli indoli, si consiglia di consumare queste verdure in forma grezza o dopo un breve trattamento a vapore.

    Soia e prodotti di soia

    La soia e tutti i prodotti a base di soia (tofu, tempeh, miso e salsa di soia) impediscono la crescita di cellule maligne. Inoltre, contengono isoflavoni e fitoestrogeni con attività antitumorale. Inoltre, i prodotti a base di soia riducono gli effetti tossici delle radiazioni e della chemioterapia..

    Cipolle di diversi gradi e aglio

    L'aglio ha proprietà chelanti, cioè la capacità di legare le tossine, incluso, ad esempio, il cadmio potenzialmente cancerogeno dal fumo di sigaretta, e di rimuoverle dal corpo. Attiva anche i globuli bianchi, che assorbono e distruggono le cellule tumorali. Uno dei tipi più comuni di cancro è il cancro allo stomaco, ma l'ingestione regolare di aglio e cipolle riduce la probabilità di questa malattia. L'aglio funge anche da fonte di zolfo, necessaria per consentire al fegato di svolgere una funzione disintossicante..

    Le cipolle agiscono in modo simile, anche se in misura minore. Sia l'aglio che la cipolla contengono allicina, una sostanza contenente zolfo con un potente effetto disintossicante. Dato che il fegato è un organo universale che purifica il nostro corpo da agenti cancerogeni e patogeni, l'importanza delle cipolle e dell'aglio non può essere sopravvalutata.

    Alghe marroni

    Le alghe brune contengono molto iodio, necessario per la ghiandola tiroidea, che regola il metabolismo dello zucchero (energia) nel sangue. È noto che, a partire da circa 25 anni, la ghiandola tiroidea diminuisce gradualmente di dimensioni e in molte persone con età scoprono insufficienza della sua funzione (diminuzione della produzione di ormoni). Se la produzione di energia diminuisce, il metabolismo degli zuccheri nel sangue cambia di conseguenza, il che crea condizioni favorevoli all'insorgenza del cancro. L'alga marrone contiene molto selenio, che è un potente antiossidante..

    Noci e semi di frutta

    Le noci di mandorla contengono leatril, una sostanza naturale che contiene una sostanza simile al cianuro che è mortale per le cellule maligne. Gli antichi greci, romani, egiziani e cinesi mangiarono semi e semi di frutti come le albicocche, credendo di sopprimere lo sviluppo del cancro.

    Semi di lino e semi di sesamo, semi di zucca e girasole contengono lignani nel loro guscio esterno duro. Questi sono i cosiddetti fitoestrogeni (sostanze che imitano gli ormoni estrogeni nella loro azione), che aiutano a rimuovere gli estrogeni in eccesso dal corpo. È noto che l'eccesso di estrogeni stimola lo sviluppo di tumori ormone-dipendenti, in particolare tumori al seno, alle ovaie e all'utero.

    Molti lignani si trovano anche nella soia, nel tofu, nel miso e nel tempeh - forse questo è uno dei motivi per cui i tumori ormono-dipendenti sono meno comuni nei paesi asiatici..

    Funghi giapponesi e cinesi

    I funghi Maitake, Shiitake e Re-si contengono potenti immunostimolanti - polisaccaridi chiamati beta-glucani.

    Nei funghi normali, quindi, non ha senso cercare queste pozioni orientali naturali, anche se essiccate, nei supermercati e nei negozi che vendono cibo cinese. Usali in tutti i piatti in cui vengono aggiunti i funghi..

    Pomodori

    Negli ultimi anni, i pomodori hanno ricevuto particolare attenzione in relazione alla scoperta delle loro proprietà antitumorali. I pomodori contengono licopene, un potente antiossidante

    Pesce e uova

    Sono una ricca fonte di acidi grassi omega-3 che inibiscono la formazione di cellule tumorali. Allo stato attuale, la preferenza per le specie ittiche è data alla passera..

    Agrumi e bacche

    Gli agrumi e i mirtilli contengono bioflavonoidi che supportano e potenziano l'attività antiossidante della vitamina C, di cui questi frutti e bacche sono particolarmente ricchi. Fragole, lamponi e melograni contengono acido ellagico, un potente antiossidante che previene i danni ai geni e rallenta la crescita delle cellule tumorali. Con i mirtilli otteniamo anche sostanze che prevengono i processi ossidativi e rallentano il processo di invecchiamento..

    Condimenti utili

    La curcuma (curcuma) è una polvere giallo brillante dai tuberi di una pianta della famiglia dello zenzero, che è ampiamente usata come condimento. La curcuma ha buone proprietà anticancro, specialmente nel trattamento del cancro del colon e della vescica. È in grado di ridurre la produzione corporea di enzimi speciali associati a processi infiammatori, la cui quantità è anormalmente elevata nei pazienti con alcuni tipi di malattie infiammatorie e cancro..

    Sia il verde che il nero contengono alcuni antiossidanti noti come polifenoli (catechine), che hanno la capacità di inibire la divisione delle cellule tumorali. Il più efficace in questo senso è il tè verde, un po 'meno - il nero e le tisane, purtroppo, non hanno mostrato questa capacità.

    Secondo un rapporto pubblicato nel Journal of Cellular Biochemistry (USA) nel luglio 2001, questi polifenoli, presenti in grandi quantità nel tè verde e nero, vino rosso e olio d'oliva, possono proteggere contro vari tipi di cancro. Le foglie di tè verde secche in peso contengono circa il 40% di polifenoli, quindi il consumo di tè verde può ridurre significativamente il rischio di cancro allo stomaco, all'intestino, ai polmoni, al fegato e al pancreas.

    Esistono prodotti che, al contrario, aumentano il rischio di cancro o peggiorano il decorso della malattia? Tali prodotti esistono e questo è principalmente:

    alcool

    È stato scoperto che l'abuso di alcol aumenta il rischio di sviluppare il cancro del cavo orale, della laringe, della faringe, dell'esofago, del fegato e del torace. Le donne ad alto rischio di sviluppare il carcinoma mammario dovrebbero generalmente evitare di bere alcolici, poiché l'assunzione anche di alcuni drink a settimana aumenta la probabilità di sviluppare questa malattia.

    Carne

    Il consumo di carne per cancro o per un aumentato rischio di insorgenza dovrebbe essere limitato. Secondo diversi studi, tra le persone la cui dieta consiste principalmente di prodotti a base di carne cotti nell'industria culinaria si riscontra un rischio maggiore di cancro al colon e allo stomaco. Forse questo è dovuto all'aggiunta di nitriti, ampiamente usati in cucina come additivi alimentari. Inoltre, la carne contiene colesterolo e il consumo di cibi grassi, ipercalorici e colesterolo porta allo sviluppo dell'obesità, che è associata a un rischio maggiore di sviluppare il cancro (carcinoma mammario nelle donne in postmenopausa, endometrio, colon, cistifellea, esofago, pancreas rene).

    Dati pubblicati di recente da scienziati di Stoccolma. I medici svedesi hanno riassunto le statistiche della ricerca scientifica, a cui hanno preso parte quasi 5 mila persone. Si è scoperto che con un aumento del consumo di prodotti a base di carne trasformati ogni 30 grammi al giorno, il rischio di sviluppare il cancro allo stomaco aumenta del 1538%. Secondo gli scienziati, un aumento del rischio di cancro può essere associato all'aggiunta di nitrati e conservanti a questi prodotti. In grandi quantità, queste sostanze sono cancerogene. Il secondo fattore importante è l'effetto delle sostanze tossiche formate durante il fumo di carne..

    Sale e zucchero

    È stato scoperto che le persone che consumano una grande quantità di alimenti preparati mediante salatura hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro dello stomaco, del rinofaringe e della laringe. Non ci sono prove dei pericoli del sale usato come condimento, ma qui è necessaria anche la moderazione. Il consumo di grandi quantità di zucchero è pericoloso in termini di sviluppo di sovrappeso, che, come già accennato, aumenta il rischio di cancro. Meglio sostituirlo con miele..