Consultazioni

Lipoma

Alle domande risponde il VINCITORE DEL MIGLIORE ONOMOLOGO NOMINATION SKVORTSOV VITALY ALEXANDROVICH, medico di altissima categoria, kmn, mammologo, chirurgo plastico, oncologo GPOD

DOMANDA: Buona sera! Vitaly Aleksandrovich, perché, con una regressione completa del tumore a seguito di chemioterapia non adiuvante, hanno ancora una mastectomia? Grazie Anna.

RISPOSTA: Anna, poiché la regressione completa viene valutata utilizzando un metodo strumentale e deve anche essere esaminata al microscopio e la patomorfosi medica deve essere valutata, questo può essere fatto solo con la rimozione di un tumore sotto forma di mastectomia o qualche altro tipo di operazione radicale, dovresti già guardare. Riassumendo: secondo metodi strumentali può esserci una regressione completa e secondo una ricerca patomorfologica incompleta.

DOMANDA: Caro Vitaly Alexandrovich! Hai mai avuto casi nella tua pratica chirurgica quando un tumore maligno si è trasformato in fibrosi a seguito di chemioterapia inappropriata? Questo ho citato il mio chemioterapista. Sono in perdita, non so come interpretarlo.

RISPOSTA: Ciao! L'obiettivo della chemioterapia neoadiuvante è rendere operativa una donna al fine di ridurre il tumore o rimuovere un processo localmente diffuso. Se il tuo tumore è molto sensibile alla chemioterapia, quindi molto spesso sullo sfondo della chemioterapia c'è un patomorfismo completo del tumore e si trasforma in fibrosi, probabilmente il tuo medico lo intendeva, ma in ogni caso ti viene mostrato un trattamento chirurgico!

DOMANDA: Dottore, sto incontrando sempre più informazioni che anche con il carcinoma mammario in una fase precoce, è meglio fare una terapia non adiuvante, perché, in primo luogo, puoi vedere accuratamente se c'è un patomorfismo del tumore e, in secondo luogo, il tasso di sopravvivenza è aumentato. Qual è la tua opinione su questo? Cordiali saluti, Lina.

RISPOSTA: Lina, cercherò di rispondere semplicemente. Recentemente, sono emerse sempre più prove sull'efficacia della chemioterapia neoadiuvante. Sempre più oncologi sono propensi a condurre la chemioterapia prima dell'intervento chirurgico. In effetti, allora il patomorfismo terapeutico può essere valutato e l'efficacia prevista. Naturalmente, ciò ha più a che fare con le forme rare di cancro al seno: tre volte negativo e HER2neu. È vero, tutto è individuale! È necessario considerare un caso specifico.

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich! Ho 38 anni. T2N0M0 / (stadio 2A), estrogeno-90%, progesterone -70%, her2neu-negativi, KI67-27%. Assegnato 4 corsi di chemioterapia secondo lo schema FAC. Secondo il piano, radiazioni e tamoxifene. Pensi che questo sia sufficiente? E voglio chiarire con te cosa è meglio prendere per non sentirsi male durante e tra i corsi di chemioterapia? Grazie. alla.

RISPOSTA: Alla, ciao! Perché la radioterapia? Che operazione hai fatto? Per combattere la nausea e il vomito, ora c'è un grande arsenale di farmaci in farmacia, devi cambiarli e provarli, è meglio consultare il tuo chemioterapista. Sono d'accordo sul trattamento, oltre al numero di corsi, di solito ce ne sono 6 e la radioterapia, se non è stata eseguita un'operazione sicura, non è necessaria.

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, ciao! Alcuni anni fa il mio amico anziano ha subito 9 cicli di trattamento con capecitabina. Il risultato le è piaciuto: il tumore nella ghiandola mammaria e le mts nei linfonodi ascellari sono scomparsi. Ora ha una progressione del processo. L'oncologo le prescrisse di nuovo la sua capecitabina, ma ora insieme a herceptin.
Dimmi, per favore, ci sono tali raccomandazioni o lo stesso medicinale non dovrebbe essere prescritto di nuovo.
Cordiali saluti, Elena.

RISPOSTA: Ciao, forse hai alcune informazioni incomplete sul tuo amico! Quali sono 9 corsi di capecitabina? Com'è ? Forse non capecitabina, ma un'altra droga! Naturalmente, la capecitabina non viene prescritta di nuovo. E quanto tempo è trascorso dall'ultimo appuntamento? Forse è stato assegnato, come ha recentemente risposto, e ora Herzptin è stato aggiunto. Forse così. Ma mi sembra che tu non sappia qualcosa qui. Si prega di precisare.

DOMANDA: Vitaliy Aleksandrovich, che cosa si sa sui preparati di Halaven e Ikzempra? Possono essere utilizzati nel carcinoma mammario metastatico se non sono stati utilizzati tutti gli agenti chemioterapici tradizionali e noti? O è meglio lasciarli per dopo?
Cordiali saluti, Elena.

RISPOSTA: Ciao! Questi farmaci, in linea di principio, sono noti da tempo e li abbiamo usati in quantità limitate. Tu stesso hai risposto alla tua stessa domanda. Certo, li lasciamo per dopo!

DOMANDA: Se il carcinoma mammario si trova nella mammella sinistra, da quale parte mettere il contagocce durante la chemioterapia, in una vena dal lato del tumore o dall'altra?
Tra i corsi, enterosgel può essere usato per rimuovere sostanze tossiche? Se possibile, poi in quale giorno dopo la chimica prendere il farmaco.

RISPOSTA: Ciao! Devi usare la mano sul lato dove non c'è stato un intervento chirurgico, i contagocce possono anche essere inseriti sul lato malato, se non ci sono vene o non sono adatti per la somministrazione endovenosa. O per eventi urgenti. Anche se questo è tutto individualmente.

DOMANDA: Caro Vitaly Alexandrovich, cosa consigli ai tuoi pazienti durante la chemioterapia per sostenere il corpo, perché soffrono il fegato, il tratto gastrointestinale, le mucose e la pelle. grazie.

RISPOSTA: Ciao! Quando si riceve la chemioterapia, si eseguono esami del sangue ed è chiaramente visibile quali altri organi e sistemi soffrono! Se gli indicatori sono normali, di solito non prescrivo nulla di supporto, dal momento che non ha senso.

DOMANDA: Vitaliy Alexandrovich, in che modo è meglio fare la chemioterapia con paclitaxel - una volta ogni tre settimane o settimanalmente? C'è qualche differenza significativa nell'efficacia di un particolare schema? E in che modo la chemioterapia con i taxani è più semplice?
Con uv. Oksana.

RISPOSTA: Ciao Oksana! L'efficacia di questi schemi è la stessa! Le iniezioni settimanali di paclitaxel sono più facili da tollerare, ma gli effetti collaterali si accumulano uguali e uguali..

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, una grande richiesta, per favore dimmi quale chemioterapia prescriveresti? Stadio 1A, età 37 anni, G2, ER 7 b, PR 7 b, her2neu +++, ki 67 = 14%

RISPOSTA: Ciao! Vorrei prescrivere 6 FAC (doxorubicina, 5 fluoro-uracile, ciclofosfamide) seguiti da 20 mg di tamoxifene!

DOMANDA: Vitaliy Aleksandrovich, Felice Anno Nuovo! Voglio chiederti come aumentare i linfociti e i neutrofili? Intendo rimedi popolari. Molte persone consigliano di bere un bicchiere di birra con panna acida per 2-3 giorni prima della successiva chemioterapia del giorno. grazie.

RISPOSTA: Ciao! Se sei un amante della birra, allora forse questo ti farà crescere uno sfondo emotivo positivo e loro sorgeranno su questo sfondo.) E questa è una sciocchezza! Non aumenta i neutrofili! Un'iniezione sottocutanea di Leukostim la solleverà per te in un giorno!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, ci sono modi per evitare la caduta dei capelli durante la chemioterapia? Ho letto che ci sono alcuni caschi di raffreddamento che vengono indossati durante il contagocce.

RISPOSTA: Ciao! In effetti, ci sono caschi che riducono il grado di perdita dei capelli, ma i capelli cadono ancora e questo è evidente!

DOMANDA: Vitaliy Alexandrovich, che cos'è il rossore dopo la chemioterapia? E perché non tutti lo fanno?

RISPOSTA: Ciao! Che vampata di calore. Di cosa stai parlando? Non c'è vampate di calore, è un termine popolare creato da donne che hanno avuto la chemioterapia.!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, dopo la prima chemioterapia con doxirubicina e ciclofosfamide, mi hanno bruciato la vena. Come posso aiutare in questo caso??

RISPOSTA: Ciao! Sfortunatamente, molto spesso c'è tromboflebite dopo sessioni di chemioterapia! Spesso! Questo è di solito trattato come tromboflebite acuta! Il medico dovrebbe prescrivere un trattamento. C'è una rete venosa vascolare sul braccio e durante l'infusione di chemioterapia, uno di questi rami è intasato dalla tromboflebite! Di solito ci sono altri rami nelle vicinanze, dove è posto un contagocce con droghe! Questo di solito si verifica dopo la chemioterapia a più portate. In generale, nulla può essere fatto! Devi solo venire a patti, se non ci sono navi, viene messo un porto speciale per la somministrazione del medicinale!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, cos'è la chimica rossa per il cancro al seno? Perché si chiama rosso?

RISPOSTA: Ciao! La frase chimica rossa è stata inventata dai pazienti! Implica che il contagocce contenga antracicline e che tutti i regimi chemioterapici contenenti antracicline saranno rossi nel contagocce e ci sono molti!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, sono malato per tutte e tre le settimane - dalla chimica alla chimica. In che modo la chemioterapia è più facile da tollerare? Esistono farmaci che aiutano davvero a evitare la nausea debilitante? grazie.

RISPOSTA: Ciao! Prova tutti i primi tre giorni di ondansetron + Emend in compresse, devi prenderli insieme, nello schema Emenda tutto è chiaramente descritto come prendere! Aiuta i miei pazienti!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, che cos'è la premedicazione? Ed è necessaria una terapia di supporto medico dopo la chimica. Alcuni chemioterapisti ritengono che non sia necessario perché la terapia di mantenimento può ridurre l'efficacia della chemioterapia. La tua opinione? grazie.

RISPOSTA: Ciao! Premedicazione: l'introduzione di farmaci prima della chemioterapia, e talvolta dopo alcuni giorni, mirava a ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia! La terapia di supporto non riduce l'effetto della chemioterapia. È necessario per prevenire l'esacerbazione della patologia concomitante, che può portare alla sospensione delle successive sessioni di chemioterapia! In generale, non è necessario (terapia di mantenimento)! Il corpo stesso farà fronte !

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, è possibile trattare i denti durante la chemioterapia?

RISPOSTA: Ciao! I denti devono essere trattati dopo che la chemioterapia è stata completata, poiché un normale dentista decente non ti porterà per il trattamento, perché ci sono molte complicazioni durante la chemioterapia!

DOMANDA: Buon pomeriggio, dottore! Grazie per la risposta. Ho il cancro al seno del seno destro, T2N2M0, ER240, PR150, Her2 / neo-0, Ki-18%, Cancro invasivo, G2. Non è stata ancora eseguita alcuna operazione. Fatto 4 chemioterapia con taxani e 1 rosso. La tua opinione, devi continuare in rosso o puoi operare? E perché è Her2 / neu -0, è male?

RISPOSTA: Ciao! Secondo gli standard internazionali, è necessario completare tutta la chemioterapia fino a 8 cicli e solo dopo l'intervento chirurgico. HER2NEU - 0 indica che la terapia mirata con trastuzumab non è indicata in questo caso.

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, ciao! Dimmi, per favore, a mia madre è stata prescritta l'herceptin. Ha 63 anni, stadio 2c, il test del pesce è positivo. Aveva un regime 4AC e 4 paclitaxel. E poi herceptin è stato rifiutato. Cosa facciamo adesso?
grazie.

RISPOSTA: Ciao! Devi chiedere a chi lo ha cancellato! Quindi c'è una ragione per questo! Scopri da chi ha nominato perché annullato! Questo è l'unico modo per scoprire il motivo, e quindi, ovviamente, ti viene mostrato!

DOMANDA: Buon pomeriggio, prima della chemioterapia è stato prescritto di fare un'incisione e inserire una staffa (clip) in cui il tumore deve vedere il posto in cui si trovava dopo la chemioterapia in caso di completo patomorfismo. Il medico ha detto che non hanno graffette (fermagli) al centro e farà il markup in modo diverso, sulla pelle. è efficace? Oppure devi richiedere o cercare una parentesi da qualche parte?

RISPOSTA: Ciao! È anche possibile un segno sulla pelle, esiste una tale tecnica, penso che ti basterà per la chemioterapia. Solo un'etichetta a clip è più istruttiva!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, quale farmaco è ancora meglio - docetaxel o paclitaxel? grazie.

RISPOSTA: Ciao! Credo che siano gli stessi, trasferiti in modo diverso, a seconda della modalità di amministrazione!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, come viene eseguita la sedazione prima dell'introduzione dei taxani? Ed è richiesta?

RISPOSTA: Ciao! È obbligatorio ed è effettuato sia per via intramuscolare che orale dagli ormoni ormonali, ad esempio il desametasone. Il medico prescrive il regime farmacologico, il quale ritiene che questo schema sia ottimale per te!

DOMANDA: Buon pomeriggio! Ho un carcinoma mammario in fase 2a. Fu prescritto un ciclo di chemioterapia 1 (8 sistemi): prese la prima chimica (doxorubicina ed endoscan) senza complicazioni, dopo la seconda chemioterapia perse completamente il sonno per cinque giorni, il suo stato era allarmante, nervoso. Il terapista ha diagnosticato un disturbo di adattamento e ha prescritto Theraligen e Brintellix (antidepressivo). È possibile prendere tale chimica con antidepressivi? grazie!

RISPOSTA: Ciao! Sono possibili, ma se è possibile non assumere antidepressivi, è meglio non farlo, poiché possono nascondere le complicazioni della chemioterapia!

DOMANDA: Vitaly Alexandrovich, quanto tempo dopo l'intervento viene prescritta la chemioterapia? Qual è il momento migliore? grazie.

RISPOSTA: Ciao, secondo gli standard internazionali, la chemioterapia dovrebbe essere prescritta dopo l'intervento chirurgico entro 60 giorni!

chi tollera la chemioterapia?

  • oberesneva_01
  • utenti
  • 43 messaggi
  • Borodkyn
  • utenti
  • 57 messaggi

e ho finito la chemioterapia, ora mi sto riprendendo, sono in cura per tutto ciò che ho acquisito

e quando cresceranno i capelli? e riguardo al tamoxifene, per favore, ditelo

  • Veraz
  • utenti
  • 34 messaggi

I capelli inizieranno a crescere 20-30 giorni dopo l'introduzione, molti addirittura si arricciano un po '. Completamente restaurato.

Dirò del tamoxifene che ho sentito: colpisce i vasi sanguigni, ho un amico (35 anni) che indossa anche calze a compressione, al fine di prevenire ogni sorta di effetti indesiderati, ma generalmente lo trasferisce normalmente. Ho sentito che aumenta di peso, ma è individuale, lo so per certo, non tutti. Probabilmente, puoi leggere le istruzioni per il farmaco stesso, ma così tante cose possono essere elencate lì: vai al solito pentalgin, sono elencati molti effetti collaterali.

Guarisci, recupera, buona fortuna!

Effetti collaterali della chemioterapia

La chemioterapia è uno dei principali metodi di trattamento in oncologia. I farmaci chemioterapici hanno diversi meccanismi d'azione, ma si riducono tutti a un principio: il danno dei farmaci e la distruzione rapida delle cellule tumorali..

Poiché i farmaci chemioterapici vengono spesso somministrati per via endovenosa, si diffondono in tutto il corpo e attaccano non solo le cellule tumorali, ma anche le cellule attive che dividono attivamente, in particolare, i follicoli piliferi, il midollo osseo rosso, le mucose (bocca, tratto digestivo, sistema riproduttivo). Per questo motivo, si verificano effetti collaterali. Alcuni farmaci chemioterapici possono danneggiare cuore, reni, vescica, sistema nervoso e cellule polmonari..

Le conseguenze della chemioterapia sono effetti indesiderati più o meno osservati in ciascun paziente.

Gli effetti collaterali della chemioterapia possono essere combattuti, ma ciò richiede un trattamento separato. Gli specialisti della clinica europea compongono un elenco individuale di raccomandazioni e prescrivono procedure moderne che consentono di trasferire il trattamento con il massimo comfort possibile.

Se hai un corso di chemioterapia, molto probabilmente sei preoccupato per gravi effetti collaterali. Ecco cosa devi sapere al riguardo:

  • Non esiste un modo affidabile per prevedere come il corpo risponderà alla chemioterapia. Alcuni pazienti non hanno quasi effetti collaterali, mentre altri sono molto pronunciati.
  • C'è una regola in oncologia: la dose di una chemioterapia dovrebbe essere così alta da uccidere efficacemente le cellule tumorali, ma così bassa da causare un minimo di effetti collaterali. Il medico è sempre alla ricerca di una "via di mezzo".
  • Negli ultimi 20 anni, i medici hanno imparato a prevenire ed eliminare efficacemente molti effetti collaterali dei farmaci chemioterapici.

La terapia di supporto aiuta a trasferire comodamente la chemioterapia. Questo è importante, perché quando la dose viene ridotta o la chemioterapia viene annullata, le possibilità di successo del trattamento vengono ridotte e aumenta il rischio di recidiva. I medici della European Cancer Clinic sanno come tenere sotto controllo gli effetti collaterali.

I principali effetti collaterali della chemioterapia

Usa i collegamenti rapidi per scoprire l'effetto collaterale che ti interessa:

Perdita di capelli (alopecia) con chemioterapia

Questo effetto collaterale della chemioterapia non è dannoso per la salute, ma spesso causa molte preoccupazioni in molti pazienti. I capelli cadono a causa del fatto che la chemioterapia danneggia le loro radici, in cui si verifica la divisione cellulare. L'alopecia non si verifica in tutti i pazienti. A volte i capelli diventano solo più sottili.

Di solito, la caduta dei capelli inizia poche settimane dopo l'inizio della chemioterapia. A volte cadono rapidamente, in gruppi, a volte - gradualmente. Molto spesso, questo effetto collaterale è temporaneo. 3-6 mesi dopo il completamento del trattamento, i capelli ricrescono. Il loro colore e aspetto possono variare leggermente..

La clinica europea di oncologia utilizza tappi di raffreddamento Orbis che aiutano a prevenire la caduta dei capelli. Quando il cuoio capelluto si raffredda, i vasi sanguigni si contraggono, il flusso sanguigno, in cui si trova il prodotto chemioterapico, diminuisce alle radici dei capelli.

Cosa chiedere a un medico?

  • Avrò perdita di capelli durante il trattamento?
  • Come prendersi cura dei tuoi capelli?
  • È possibile utilizzare un tappo di raffreddamento per proteggere i capelli?
  • Con quale velocità cresceranno i capelli dopo un ciclo di chemioterapia?

Anemia chemioterapica

La consegna di ossigeno ai tessuti del corpo viene effettuata dai globuli rossi - globuli rossi. Ognuno di loro vive solo 3-4 mesi, quindi nuovi devono formarsi costantemente nel midollo osseo rosso. I farmaci chemioterapici attaccano le cellule del midollo osseo rosso, il contenuto di globuli rossi e l'emoglobina nel sangue diminuisce, si sviluppa l'anemia.

Manifestazioni di anemia:

  • debolezza;
  • Vertigini
  • mancanza di respiro, sensazione di mancanza d'aria;
  • cardiopalmus.

Informi il medico se si iniziano a manifestare sintomi simili. L'anemia richiede un trattamento immediato. Esistono farmaci che aumentano l'attività del midollo osseo. Nei casi più gravi, è indicata la trasfusione di globuli rossi..

La chemioterapia cambia l'appetito

Di norma, la chemioterapia provoca due tipi di cambiamenti dell'appetito:

  1. Diminuzione dell'appetito, fino a una completa assenza.
  2. Cambia il gusto dei prodotti.

Per un malato di cancro, è importante continuare a mangiare e assumere molti liquidi. Alcuni consigli aiuteranno in questo:

  • Abituati a mangiare sempre allo stesso tempo. Anche se non hai fame, prendi del cibo..
  • Spesso, 5-6 piccoli pasti durante il giorno sono meglio di 3 pasti abbondanti..
  • Prova nuovi piatti.
    Se non hai fame, prendi cibo "per compagnia" con la famiglia e gli amici mentre guardi la TV.
  • Il gusto del cibo può migliorare il condimento. Chiedi al tuo medico quali possono essere utilizzati nel tuo caso..
  • A volte i pazienti avvertono un sapore metallico in bocca. In questo caso, puoi cambiare cucchiaio e forchetta in plastica.
  • Il cibo dovrebbe essere ricco di proteine, ricco di proteine..
  • Sposta di più. L'attività fisica contribuirà ad aumentare l'appetito..
  • Mangia cibi liquidi (brodi, frullati) facili da deglutire.
  • Non bere con il cibo..
  • Tieni un diario alimentare, annota tutto ciò che hai mangiato, segna l'ora. Questo aiuterà te e il tuo medico a vedere quanto mangi bene..

Alimenti ipercalorici raccomandati durante un corso di chemioterapia:

  • Zuppe: fagioli, lenticchie, zuppe di crema.
  • Bevande: latte intero, frullati di frutta, frappè, yogurt da bere.
  • Spuntini: fagioli (nero e rosso), pollo, pesce, uova, cereali, noci, grano germogliato.
  • Dessert: muffin, gelati, crema pasticcera, yogurt, budini.
  • Altri prodotti: margarina, girasole e burro, formaggio a pasta molle, panna acida, ricotta, latte in polvere, sostituti di alimenti liquidi.

Se perdi peso, assicurati di informare il medico!

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali alimenti posso mangiare?
  • Dovrei prendere complessi vitaminici, frullati di proteine?
  • Quanto liquido dovrei bere ogni giorno?
  • Quali esercizi fisici per aumentare l'appetito possono essere eseguiti?
  • Come tenere un diario alimentare, cosa scrivere laggiù?
  • In quali casi è necessario contattare urgentemente un medico?

Chemioterapia per pelle e unghie

Durante i corsi di chemioterapia, possono essere disturbati da: secchezza, prurito, arrossamento, dolore della pelle e maggiore sensibilità alla luce solare. Gli alveari possono apparire sulla pelle. Le unghie diventano fragili, fragili. Tutti questi sintomi devono essere segnalati al medico..

Suggerimenti per la cura della pelle

  • Fai brevi docce e bagni con acqua calda. Non usare acqua calda.
  • Durante il lavaggio, la pelle non deve essere strofinata con un panno, accarezzarlo delicatamente.
  • Usa lozioni e creme, chiedi al tuo medico o all'infermiere come usarli.
  • La crema dovrebbe essere morbida, colpire delicatamente la pelle. In nessun caso non utilizzare prodotti che contengono componenti di profumo e alcool.
  • A volte nell'area delle pieghe della pelle (sotto le ascelle, sotto le ghiandole mammarie, nelle cavità poplitea), dovrebbe essere applicato l'amido di mais. Ciò contribuirà a prevenire irritazioni e pruriti..
  • Se la rasatura provoca disagio, irritazione, la rasatura è meno probabile o non si rade affatto.
  • Proteggi la tua pelle dai raggi solari. Quando esci di casa, indossa abiti e pantaloni a maniche lunghe, usa crema solare e rossetto igienico.
  • Non visitare il solarium.

Suggerimenti per la cura delle unghie

  • Taglia le unghie corte.
  • Durante il lavaggio dei piatti e la pulizia, indossare guanti di gomma sulle mani.

Cosa chiedere a un medico?

  • Come prendersi cura di pelle e unghie? Quali strumenti sono meglio usare?
  • Che sapone, shampoo e lozioni non dovrebbero essere usati?
  • Cosa vale la pena acquistare una crema solare e un rossetto?
  • Quali metodi per elaborare le unghie?
  • È possibile fare la manicure?
  • Cosa fare se la pelle è molto pruriginosa?
  • Come prendersi cura di pelle e unghie dopo il trattamento? Quanto tempo ci vorrà?
  • In quali casi è necessario consultare un medico?

Modifiche alla memoria della chemioterapia

Circa uno su cinque pazienti che ricevono la chemioterapia ha problemi di memoria e di pensiero. Possono essere causati da due motivi:

  1. effetti collaterali dei farmaci chemioterapici;
  2. stanchezza, ansia, stress dovuti a malattia e cure.

Il medico dovrebbe comprendere le ragioni e prescrivere il trattamento. A volte la compromissione della memoria non è pronunciata e non causa problemi speciali, in altri casi interferisce con le attività quotidiane.

Suggerimenti utili per aiutare con problemi di memoria:

  • Pianificare in anticipo. Scrivili in un diario o su adesivi colorati incollati in un posto ben visibile.
  • Le attività più difficili che devi svolgere quando ti senti bene e puoi concentrarti il ​​più possibile.
  • Rilassati di più.
  • Note e scatole speciali, note sul calendario o sul diario ti aiuteranno a prendere la medicina in tempo e correttamente.
  • Sentiti libero di chiedere aiuto a parenti e amici se non fai affari da solo..
  • Chiedi ai parenti di ricordarti i farmaci, le procedure.
  • Se ritieni che la tua condizione sia peggiorata, la tua coscienza è confusa - devi chiamare un medico e chiedere a qualcuno vicino a te di essere costantemente vicino a te.

Cosa chiedere a un medico?

  • Perché la memoria è peggiorata?
  • Quali farmaci possono migliorarlo?
  • Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite?
  • Quanto dureranno queste violazioni??
  • In quali casi è necessario consultare urgentemente un medico?

Costipazione della chemioterapia

Costipazione: una condizione in cui lo sgabello diventa più raro, più denso, si allontana con difficoltà, devi spingere a lungo nel gabinetto.

Quando vedere un dottore?

Informi il medico se è preoccupato per i seguenti sintomi:

  • Non ci sono state feci per più di 2 giorni.
  • Preoccupato per il dolore addominale.
  • Lo stomaco è aumentato di dimensioni.
  • L'appetito diminuisce, si verificano periodicamente nausea e vomito.

Come affrontare la costipazione?

Questi semplici suggerimenti aiutano molte persone:

  • Bevi molti liquidi - almeno 8 bicchieri al giorno. Acqua adatta, frutta in umido, succhi di frutta e verdura, tè, caffè. L'acqua aiuterà ad ammorbidire le feci e ne faciliterà il passaggio..
  • Mangia più cibi ricchi di fibre: semi di girasole, noci, verdure, frutta, pane integrale.
  • Sposta di più. L'attività fisica aiuta ad aumentare la motilità intestinale. Cammina o pedala per 15-30 minuti al giorno. Chiedi al tuo medico quali esercizi puoi fare nel tuo caso..

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali farmaci possono aiutare ad alleviare la costipazione?
  • Cosa c'è di meglio da mangiare e da bere?
  • Quanto liquido dovrei bere ogni giorno?
  • Quali esercizi fisici possono essere eseguiti?
  • Quando è necessario consultare urgentemente un medico?

Stanchezza e debolezza della chemioterapia

L'affaticamento può essere associato a chemioterapia, anemia, stress e depressione, insonnia, dolore cronico. A volte la fatica si verifica solo in un determinato momento, in altri casi persiste tutto il giorno. Assicurati di dire al tuo medico se questo ti rende più difficile far fronte alle attività quotidiane, se la fatica non scompare anche dopo il riposo.

Alcuni consigli aiuteranno a migliorare le tue condizioni:

  • Pianificare in anticipo. Segui prima quelli più importanti quando ti senti bene.
  • Chiedi aiuto ai parenti se non puoi farlo da solo.
  • Se prevedi di continuare a lavorare durante il trattamento, richiedilo in anticipo, impiega meno ore lavorative.
  • È bello tenere un diario. Scrivi ogni giorno come ti senti. Ciò aiuterà il medico a controllare meglio le sue condizioni e a prescrivere il miglior trattamento..
  • Mangia completamente. Cucina quando ti senti bene e congela per il futuro..
  • Meglio 5-6 piccoli pasti durante il giorno rispetto a 3-4 pasti solidi.
  • Bevi almeno 8 bicchieri di liquido al giorno. Puoi prendere piccoli sorsi durante il giorno.
  • Cerca di allenarti almeno 15 minuti al giorno.
  • Rilassati più spesso. Se ti senti stanco, non forzarti e continua a lavorare..
  • Abituati al sonno durante il giorno. Dovrebbe durare almeno un'ora.
  • Vai a letto sempre allo stesso tempo.
  • Prima di andare a letto, prova a rilassarti. Ad esempio, la musica piacevole aiuta..
  • Il sonno notturno dovrebbe durare almeno 8 ore.

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali farmaci aiuteranno a far fronte alla fatica?
  • Cosa sono meglio da mangiare e da bere??
  • Quanto fluido devo bere ogni giorno?
  • Quali esercizi fisici possono migliorare il mio benessere?
  • Come posso controllare il mio benessere? Quali informazioni dovrebbero essere registrate nel diario?
  • In quali casi è necessario consultare urgentemente un medico?

Chemioterapia nausea e vomito

In genere, la nausea e il vomito sono fonte di preoccupazione nei giorni in cui non viene somministrata la chemioterapia. Con questi effetti collaterali, i farmaci e alcune raccomandazioni aiutano a far fronte:

  • Limita i cibi piccanti, dolci, salati, fritti e grassi.
  • Se non riesci a sopportare l'odore del cibo crudo, chiedi ai tuoi cari di cucinarlo per te..
  • Lascia raffreddare il cibo, non mangiarlo caldo.
  • Mangia un po ', ma più spesso. 5-6 piccoli pasti durante il giorno è meglio di tre "grandi".
  • Se trovi difficile bere molto, prendi il liquido durante il giorno a piccoli sorsi.
  • Durante l'introduzione della chemioterapia, devi cercare di rilassarti e respirare profondamente. Quelli vicini possono aiutarti a distrarti.
  • Trova il momento migliore per te. Alcune persone si sentono bene se hanno un piccolo rinfresco prima della procedura. Altri meglio non mangiare nulla.
  • Per almeno un'ora dopo la somministrazione della chemioterapia, non è consigliabile mangiare o bere nulla..
  • L'agopuntura aiuta alcune persone a far fronte alla nausea..

Alimenti e bevande per aiutarti a migliorare la tua condizione:

  • Brodi trasparenti: manzo, pollo, verdure.
  • Succo d'uva o mirtillo rosso.
  • Bibita.
  • Tè.
  • Rehydron e altre soluzioni di sali per la reidratazione.
  • Semolino.
  • Pollo senza pelle cotto o cotto.
  • Fiocchi d'avena.
  • Biscotti, cracker.
  • Patate bollite.
  • Pasta, Noodles.
  • Crostini (dal pane bianco).
  • riso bianco.
  • yogurt.
  • Salsa di mele.
  • Pesche e Pere in scatola.
  • Banane.
  • Sorbetto.
  • Gelato alla frutta.
  • Kissel.

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali alimenti sono consigliati per me da mangiare?
  • Quali prodotti devono essere limitati?
  • Quali prodotti devono essere completamente eliminati?
  • Quanto liquido dovrei bere ogni giorno?
  • La fisioterapia e l'agopuntura possono essere utili nel mio caso? Dove posso trovare esperti?
  • Dove posso trovare un nutrizionista che farà la dieta ottimale?
  • In quali casi è necessario consultare immediatamente un medico?

L'effetto della chemioterapia sulla fertilità femminile

La chemioterapia può portare a livelli più bassi di ormoni sessuali femminili e alla menopausa precoce. Sintomi come:

  • Secchezza, prurito nella vagina, dolore e disagio durante il rapporto sessuale.
  • Vampate di calore.
  • Diminuzione del desiderio sessuale.
  • Debolezza, instabilità emotiva, tendenza alla depressione.
  • Periodi irregolari o loro assenza.
  • Sudorazione di notte.

La terapia ormonale, le tecniche di rilassamento e i lubrificanti artificiali per la vagina aiutano a far fronte a queste manifestazioni. Se le maree ti danno fastidio, porta con te un ventilatore. Indossare indumenti leggeri sotto indumenti caldi in modo che possano essere rimossi con l'alta marea..

Durante la chemioterapia, la contraccezione deve essere utilizzata perché la chemioterapia danneggia le cellule dell'embrione e del feto. Se in futuro hai intenzione di avere un bambino, devi informare l'oncologo in anticipo, consultare uno specialista in salute riproduttiva.

L'effetto della chemioterapia sulla fertilità maschile

Alcuni farmaci chemioterapici causano una diminuzione dei livelli di testosterone negli uomini. Questo porta ad alcuni sintomi:

  • Disfunzione erettile: difficoltà nel creare e mantenere un'erezione.
  • Diminuzione del desiderio sessuale.
  • Fatica.
  • Irritabilità, tendenza alla depressione.
  • A volte vampate di calore, sudorazione.

Alcuni farmaci aiutano a combattere questi disturbi..

Quando un uomo è sottoposto a chemioterapia, dovrebbe usare un preservativo durante i rapporti sessuali, anche se il partner usa altri contraccettivi. I farmaci chemioterapici possono penetrare nel seme e penetrare nel corpo della donna con esso.

Cavità orale e gola

Le cellule della mucosa della bocca e del tratto digestivo si moltiplicano e si rinnovano costantemente, quindi la chemioterapia può danneggiarle. In alcuni pazienti, un processo infiammatorio in bocca, mucosite orale, si verifica 7-10 giorni dopo l'inizio del trattamento. Preoccupazioni di bruciore, come dopo un'ustione con acqua bollente, possono apparire ulcere.

Informi il medico se ha sintomi simili:

  • È diventato difficile mangiare e deglutire.
  • Macchie dolorose, piaghe sulla mucosa orale.
  • Le ferite apparvero sulle labbra e sulle guance all'interno..
  • Hai iniziato a sentire il gusto e l'odore del cibo, degli oggetti in modo diverso.
  • La saliva ha quasi smesso di distinguersi, bocca asciutta e costante.
  • Quando mangi cibi caldi o freddi, si verifica dolore..

Raccomandazioni dei medici della Clinica europea di oncologia:

  • Prenditi cura dei tuoi denti regolarmente. Lavati i denti e la lingua dopo ogni pasto e prima di coricarti.
  • Usa uno spazzolino da denti con setole morbide o bastoncini di cotone.
  • Il dentifricio dovrebbe contenere fluoro - aiuta a rafforzare i denti.
  • Sciacquare la bocca con una soluzione di bicarbonato di sodio (¼ cucchiaino) e sale (1/8 cucchiaino) diluito in un bicchiere d'acqua. Successivamente, sciacquare la bocca con acqua semplice.
  • Idrata il labbro con un rossetto igienico.
  • Bere a piccoli sorsi o attraverso una cannuccia.
  • Preferisci cibi morbidi facili da deglutire.
  • Se sei preoccupato per il dolore in bocca, puoi mangiare uova strapazzate, cereali, purè di patate.
  • Il cibo solido aiuterà a bagnare brodi, sughi, salse.
  • Non mangiare cibi caldi, lasciarlo raffreddare.
  • Non bere succo di agrumi e pomodoro.
  • Non bere alcolici.
  • Non bere soda dolce, limitare gli alimenti che contengono zucchero.
  • Se fumi, prova a smettere..

2 settimane prima dell'inizio della chemioterapia, è necessario visitare un dentista. Se stai trattando i denti, il trattamento deve essere completato..

Cosa devi chiedere a un medico?

  • Quali cibi e bevande dovrei mangiare??
  • Posso sciacquarmi la bocca con una soluzione di sale e soda?
  • Come ridurre il dolore mentre ti lavi i denti?
  • Quale dentifricio è meglio usare?
  • Quali farmaci possono ridurre i miei sintomi?
  • In quali casi è necessario consultare urgentemente un medico?

Diarrea (feci molli) con chemioterapia

A causa della chemioterapia, le feci possono diventare fluide e frequenti. Durante la diarrea, il corpo perde liquido, il che può portare a gravi complicazioni. Alcuni consigli aiuteranno a migliorare le condizioni e compensare la perdita di liquidi:

  • Mangia più spesso: 5-6 piccoli pasti al giorno invece di 3 pasti grandi. Scegli alimenti facili da digerire..
  • Bevi di più - 8-12 bicchieri d'acqua al giorno.
  • Brodi trasparenti, gelatina, soluzione Regidron aiutano a riempire la perdita di liquidi..

Evita i cibi che aumentano la diarrea:

  • Eventuali bevande alcoliche.
  • Caffeina, compreso il tè nero e verde.
  • Cibi grassi, piccanti, fritti.
  • Latticini. Invece, è meglio comprare cibi senza lattosio..
  • Cavoli, broccoli e altri alimenti che aumentano la produzione di gas.
  • Muesli, pane integrale e altri cibi ricchi di fibre.
  • Frutta e verdura cruda. Invece, è meglio mangiare in scatola.
  • La diarrea è esacerbata da alcuni farmaci. Prima di assumere questo o quel farmaco, consultare il medico.

Quando chiamare un medico?

Se la diarrea è accompagnata da alcuni sintomi, ciò indica gravi violazioni. Contatti il ​​medico se:

  • La diarrea e le coliche si preoccupano per più di un giorno.
  • Frequenza delle feci più di 6-7 volte al giorno.
  • vertiginoso.
  • La temperatura è salita sopra i 38 ° C.
  • C'erano dolori nel retto, impurità di sangue nelle feci.

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali farmaci aiuteranno a far fronte alle feci molli?
  • Quanto liquido dovrei bere ogni giorno?
  • Devo prendere soluzioni di reidratazione??
  • Dove posso trovare un nutrizionista che consiglierà una dieta ottimale durante un corso di chemioterapia?

Gonfiore della chemioterapia

Il verificarsi di edema può essere provocato dalla chemioterapia, dai cambiamenti ormonali nel corpo, dalla salute generale (in particolare dal sistema cardiovascolare). Consultare immediatamente un medico se compaiono i seguenti sintomi:

  • Respirazione difficoltosa.
  • La sensazione che il cuore sia intermittente.
  • Gonfiore rapido e improvviso che aumenta rapidamente.
  • Aumento di peso inspiegabile: può anche essere associato a edema..
  • Minzione molto rara, una piccola quantità di urina: ciò indica che il fluido viene trattenuto nel corpo.

Alcuni consigli aiuteranno a migliorare la condizione:

  • Indossa scarpe larghe.
  • Cerca di non resistere a lungo.
  • Quando sei sdraiato o seduto, prova ad alzare le gambe in modo che non siano al di sotto del livello del cuore.
  • Pesati ogni giorno allo stesso tempo, tieni un diario e registra i risultati ogni giorno.
  • Non aggiungere sale e salsa di soia al cibo..
  • Evita i cibi ricchi di sale: prosciutto, patatine, crauti, sottaceti.
  • Quando acquisti prodotti, assicurati di leggere le etichette e controllare quanto sale hanno..

Cosa chiedere a un medico?

  • Quanto sale posso usare al giorno?
  • Dovrei indossare biancheria intima a compressione?
  • A quale aumento di peso devi prestare attenzione?
  • Quali alimenti non vale la pena mangiare?
  • Come ridurre il gonfiore e migliorare la condizione?

Sistema nervoso chemioterapico

La chemioterapia può causare alcuni effetti collaterali a carico del sistema nervoso. Avendoli notati, devi informare immediatamente il medico:

  • Dolore mentre si cammina.
  • Fatica di braccia e gambe, formicolio, bruciore, intorpidimento.
  • Perdita di equilibrio, cadute.
  • Vertigini.
  • Crampi muscolari, crampi, dolori.
  • Deterioramento della mano: è diventato più difficile sollevare e trattenere gli oggetti.
  • Perdita dell'udito.
  • Mal di stomaco.
  • Stipsi.

Suggerimenti utili per le persone con disturbi neurologici:

  • Pulisci o sposta i tappeti di casa per evitare di inciampare.
  • Avvitare i corrimani speciali nel bagno.
  • Metti un tappetino antiscivolo in bagno.
  • Indossa scarpe comode senza suole alte..
  • Usa un bastone.
  • Acquista scarpe comode per la casa.
  • Quando si lavora in cucina o si pulisce, indossare guanti di gomma..
  • Ispeziona regolarmente i piedi con uno specchio, chiedi aiuto ai parenti.
  • Il dolore e il disagio aiutano a ridurre l'impacco di ghiaccio.
  • Quando fai le faccende domestiche, prenditi il ​​tuo tempo e non lavorare troppo.
  • Se hai difficoltà a completare alcune attività, non esitare a chiedere aiuto ai tuoi cari.

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali farmaci possono aiutare a far fronte ai disturbi neurologici?
  • Devo contattare un chiropratico?
  • Quali problemi neurologici posso avere e quando è probabile che ciò accada?
  • Quanto durano questi effetti collaterali??
  • In quali casi è necessario consultare un medico?

Minzione chemioterapia

La chemioterapia può cambiare il colore e l'odore dell'urina. Chiedi al tuo medico quali cambiamenti possono verificarsi. Se compaiono alcuni sintomi, devono essere segnalati al medico:

  • Brividi, febbre superiore a 38 ° C.
  • L'urina divenne rossa, arancione, giallo scuro, verde, nuvoloso, il sangue apparve in esso.
  • La minzione è diventata difficile, durante loro c'è una sensazione di bruciore, dolore.
  • L'urina cominciò ad avere un forte odore.

Alcuni consigli ti aiuteranno:

  • Bevi molti liquidi - almeno 8 bicchieri al giorno. Può essere acqua, succhi di frutta (è meglio diluirli con acqua), bevande alla frutta, frappè, composte, zuppe.
  • Bevi più acqua, anche se urini spesso e spesso - questo aiuterà a normalizzare il tuo corpo.
  • Evita qualsiasi bevanda che contenga alcol, caffeina..

Cosa chiedere a un medico?

  • Di quanto liquido ho bisogno per bere ogni giorno?
  • Quali bevande sono meglio da bere?
  • Che tipo di bevande sono indesiderabili?
  • Quali bevande non dovrebbero essere prese?
  • In quali casi è necessario consultare urgentemente un medico?

Sanguinamento da chemioterapia

La chemioterapia sopprime la produzione di piastrine nel midollo osseo rosso, di conseguenza, il loro livello ematico diminuisce e si verifica un aumento del sanguinamento. Il sanguinamento può iniziare a causa di lievi danni ai tessuti causati dalle attività quotidiane..

Raccomandazioni per i pazienti con sanguinamento aumentato:

  • Non andare a piedi nudi.
  • Utilizzare uno spazzolino a setole morbide (questi vengono somministrati ai pazienti presso la European Cancer Clinic).
  • Non soffiarti molto il naso.
  • Usa solo un rasoio elettrico.
  • Prima di visitare un dentista, assicurati di consultare un medico.
  • Non sollevare pesi.
  • Non prendere alcolici.
  • Evita la costipazione, bevi più liquidi.
  • Non usare clisteri.

Se il sanguinamento è grave, consultare immediatamente un medico.!

Cosa chiedere a un medico?

  • Quali farmaci possono aiutare a ridurre il sanguinamento?
  • Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite?
  • È possibile la trasfusione di piastrine? In quali casi?
  • In quali casi è necessario consultare immediatamente un medico?

Infezione da chemioterapia

Informare immediatamente se si dispone di:

  • Temperatura 38 ° C o superiore. Chiedi al tuo medico come misurare la tua temperatura..
  • Hai un brivido.
  • Tosse o mal di gola.
  • Mal d'orecchie.
  • Mal di testa e dolore nei seni frontali mascellari.
  • Dolore al collo o rigidità.
  • Eruzione cutanea.
  • Ulcere, rivestimento bianco sulla lingua o superficie interna delle guance.
  • Rossore o gonfiore ovunque. Particolarmente importante se si dispone di un catetere.
  • Sangue nelle urine o urine torbide.
  • Dolore o bruciore durante la minzione.

Se non ti senti bene o hai sintomi che prima non c'erano, non aspettare. Chiama immediatamente un medico.

Segui questi suggerimenti per ridurre la possibilità di infezione:

Lavati sempre le mani:

  • Prima di cucinare e mangiare cibo,
  • Dopo il bagno,
  • Dopo essere stato in luoghi pubblici. Lavarsi le mani con acqua calda e sapone..
  • Chiedi ai tuoi cari di lavarsi accuratamente le mani.
  • Parla con il tuo medico dell'uso di un disinfettante per le mani.

Rispettare le norme igieniche:

  • Lavati i denti dopo aver mangiato e prima di andare a letto. Usa uno spazzolino molto morbido.
  • Se hai un catetere, cerca di mantenere questa zona asciutta e pulita. Chiedi alla tua infermiera come prendersi cura di questo posto..

Cerca di evitare lesioni:

  • Usa un rasoio elettrico anziché un normale rasoio.
  • Lavare accuratamente e delicatamente dopo aver usato la toilette. Informi il medico se l'area rettale è dolorante o sanguinante..
  • Non toccare o schiacciare l'acne.

Evitare il contatto con i germi:

  • Stare lontano da persone contagiose, in particolare quelle con raffreddore o influenza. Evita grandi folle.
  • Lavare accuratamente frutta e verdura crude.
  • Lavarsi accuratamente le mani dopo aver maneggiato la carne cruda. Cuocere accuratamente la carne.
  • Cerca di evitare le persone che sono state recentemente vaccinate contro il morbillo, la varicella, la poliomielite.
  • Chiedi a qualcuno di pulire i tuoi animali domestici.

Domande da porre al medico:

1. In quali casi dovrei chiamare un medico?
2. Cos'altro posso fare per evitare l'infezione??
3. Ogni quanto devo misurare la temperatura?
4. In quali casi chiamare un'ambulanza?

cosa aspettarsi dopo la prima procedura?

Pagina 1 di 3 123

Data registrazione: ago 2005 Messaggi: 21 Ringraziato: 0 volte Ringraziato: 0 volte ->

cosa aspettarsi dopo la prima procedura?

Mi rivolgo a coloro che hanno superato la chimica. So che quasi tutti lo sono.
Dillo. Quali sono i sintomi negativi che ci si aspetta in primo luogo e quando. Come decollo per combattere? O è tutto individualmente? Dipende dalla droga?

Data registrazione: Nov 2004 Messaggi: 23 Ringraziato: 0 Ringraziamenti: 0 volte ->

Ciao!
A mia madre è stato dato Navoban per ridurre la nausea. Questo farmaco è stato considerato molto buono 3-4 anni fa. Ora, forse, c'è qualcosa di più efficace. C'era anche "Latran", ma secondo me è peggio. Devi guardare su Internet, quali sono i farmaci nella sezione "farmaci contro il cancro". In linea di principio, quando un medico prescrive una sorta di regime di chemioterapia, deve spiegare cosa fare, cosa aspettarsi e deve anche prescrivere farmaci antiemetici. E assicurati di monitorare l'emocromo! Un basso numero di globuli bianchi dopo la chemioterapia è già una controindicazione per il prossimo corso di chimica. È necessario "aumentare" il livello dei leucociti in modo che il trattamento possa continuare.
Distinti saluti,
Tamara.

Data registrazione: ago 2005 Messaggi: 21 Ringraziato: 0 volte Ringraziato: 0 volte ->

Un messaggio da% 1 $ s ha scritto:

Data registrazione: Nov 2005 Messaggi: 223 Ringraziato: 0 volte Ringraziato: 0 volte ->

I sintomi della nausea in me, ad esempio, sono apparsi più fortemente il 3 ° giorno dopo la somministrazione. Zofran è stato usato come farmaco antiemetico (per via endovenosa e in compresse. Ma ho cercato di non abituarmi alle compresse).
La temperatura dopo l'iniezione e il mal di testa alleviavano il paracetamolo.

Data registrazione: Nov 2004 Messaggi: 23 Ringraziato: 0 Ringraziamenti: 0 volte ->

Caro Lyubava!
Le tue domande, porta via, non stupidità.
Condivido la mia esperienza, sfortunatamente, non sono un medico. Sì purtroppo.
I globuli bianchi devono essere aumentati con i farmaci, ce ne sono molti. È necessario, ancora una volta, guardare le informazioni, ora ho appena dimenticato i nomi. Domani, proverò a scoprirlo, perché Scusa, sto correndo a casa ora, sono al lavoro. Dei prodotti ci hanno consigliato il caviale nero. Davvero non capivo se avesse senso, in più: è molto cara.
I globuli bianchi diminuiscono gradualmente. Ed è necessario, se hai una pausa di 21 giorni tra i corsi di chimica, in modo che al prossimo corso essi (globuli bianchi) siano normali, almeno 3 (tre).
"Navoban" Non hai puntato? Ancora una volta, non so quale schema chimico il medico ti abbia prescritto. "Navoban" ha aiutato molto mia mamma.
Distinti saluti,
Tamara.

Data registrazione: Dic 2005 Messaggi: 230 Ringraziato: 0 Ringraziato: 0 volte ->

lyubava,
per aumentare bene i globuli bianchi con un decotto di orzo.. stai cercando una ricerca per un decotto di orzo.. le ragazze hanno consigliato, e molti qui hanno controllato questo metodo su se stessi

Data registrazione: Nov 2004 Messaggi: 23 Ringraziato: 0 Ringraziamenti: 0 volte ->

Lyubava, di nuovo buona sera!
Ecco cosa ho trovato così lontano dai farmaci con cui puoi combattere la leucopenia (una diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue).
It:
1. "Polydan"
2. Leucogen
3. "Leucovorin"
4. "Derinat": normalizza il numero di leucociti, piastrine, ha un effetto antitumorale.
5. "Galavit" - in combinazione con la chemioterapia come immunomodulatore.
È anche necessario proteggere il cuore, se ci sono prove. Ad esempio, per ridurre la cardiotossicità della chemioterapia, Cardioxan può essere utilizzato. Ma è caro.
Anche il fegato richiede protezione. Possibile utilizzo, "Heptral".
Se ne hai bisogno, allora scrivimi su "ICQ", darò senza soldi.
Ma ripeto, tutto deve essere deciso con il medico curante, quali farmaci usare per ridurre la tossicità della chemioterapia, sia essa: cardiotossicità, ematossicità.
Scusa se ci sono errori.
In fretta (faccende domestiche - cucino la zuppa di cavolo per domani).

Data registrazione: Mar 2005 Messaggi: 419 Ringraziato: 0 volte Ringraziato: 0 volte ->

Aggiunto dopo 11 minuti e 14 secondi
L'ho trovato:
http://www.oncoforum.ru/showthread.p. 3774 # post13774 post 87 o 78.

Data registrazione: Nov 2004 Messaggi: 23 Ringraziato: 0 Ringraziamenti: 0 volte ->

Lyubava, ciao!
"Navoban", di cui ho scritto, è una buona droga e ha davvero aiutato mia madre durante i corsi di chemioterapia. La chemioterapia era secondo lo schema "FAC" - 6 corsi.
Annotazione di "Navoban":
Nome latino: Navoban.
Gruppi farmacologici: antiemetici. Classificazione nosologica (ICD-10): R11 Nausea e vomito
Ingrediente attivo (DCI) Tropisetron (Tropisetron)
Applicazione: Nausea e vomito durante la terapia antitumorale (prevenzione) e nel periodo postoperatorio (prevenzione e trattamento).
Dosaggio e somministrazione: per la prevenzione della nausea e del vomito durante la chemioterapia dei tumori: cicli di 6 giorni. La dose giornaliera per gli adulti è di 6 mg; il primo giorno (poco all'inizio della chemioterapia) iv / flebo o flusso, lentamente; nei prossimi 5 giorni, per via orale, 5 mg (1 caps.) 1 ora prima di colazione, lavati con acqua.

Lyubava, dovresti discutere tutte le questioni di tuo interesse direttamente con il tuo medico. In particolare, per quanto riguarda le possibili spiacevoli conseguenze della chemioterapia. Certo, devi prepararti per un risultato di trattamento positivo! Ma devi anche sapere che la chemioterapia non è un bicchiere d'acqua da bere. Potrebbero esserci momenti spiacevoli, sintomi che devi conoscere e sapere come eliminarli! La chemioterapia ha un effetto su tutto l'organismo e non solo sulle cellule tumorali, quindi è necessario proteggere, se possibile, organi importanti: fegato, reni, cuore. Ogni persona può avere tutto in modo diverso, anche se ci sono statistiche, ci sono alcune regole generali, raccomandazioni generali. Devi sempre tenere tutto sotto controllo, eseguire esami del sangue: generali e biochimici.
Distinti saluti,
Tamara.