Basalioma

Melanoma

Il carcinoma a cellule basali della pelle o carcinoma a cellule basali è una neoplasia dell'epitelio cutaneo caratterizzata da una macchia rosa a fiocchi che si verifica principalmente sul viso.

Un tumore è un singolo nodulo rossastro che sale sopra la superficie della pelle. Il gruppo a rischio comprende persone anziane con pelle chiara e persone che si espongono regolarmente alle radiazioni solari. Tra i bambini e gli adolescenti, la probabilità di carcinoma a cellule basali è quasi eliminata..

Il carcinoma a cellule basali è il più favorevole in termini di cura e successiva sopravvivenza di un tumore della pelle. Una caratteristica distintiva di questa neoplasia maligna è che il tumore non metastatizza, quindi è relativamente ben curato.

Cos'è?

Il carcinoma a cellule basali (carcinoma a cellule basali) è un tumore maligno della pelle che si sviluppa dalle cellule epidermiche..

Ha preso il nome dalla somiglianza delle cellule tumorali con le cellule dello strato basale della pelle. Il carcinoma a cellule basali ha i principali segni di una neoplasia maligna: cresce nei tessuti vicini e li distrugge, si ripresenta anche dopo il trattamento corretto.

A differenza di altri tumori maligni, il carcinoma a cellule basali praticamente non produce metastasi. In relazione al carcinoma a cellule basali, sono possibili trattamenti chirurgici, criodistruzione, rimozione laser e radioterapia. Le tattiche terapeutiche sono selezionate individualmente, a seconda delle caratteristiche della malattia..

Ragioni per lo sviluppo

Nonostante molti anni di studio del carcinoma a cellule basali, le cause dell'evento non sono state definite con precisione. La comparsa di questi tumori è spesso associata a malattie della pelle, la maggior parte delle quali si riscontra più spesso negli anziani (dopo 50 anni). Nell'infanzia e nell'adolescenza sono molto rari e nel caso di una diagnosi di carcinoma a cellule basali nei bambini, questo è solitamente associato ad anomalie congenite, ad esempio la sindrome di Gorlin-Goltz.

I fattori che possono contribuire allo sviluppo di carcinomi a cellule basali includono:

  • radiazioni ultraviolette;
  • Radiazione ionizzante;
  • esposizione prolungata alla luce solare;
  • esposizione a sostanze cancerogene e tossiche;
  • lesioni alla pelle (ustioni, tagli, ecc.);
  • compromissione del funzionamento del sistema immunitario;
  • lesioni da infezioni virali;
  • predisposizione genetica;
  • eredità.

È dimostrato che un'esposizione frequente e prolungata al sole causa spesso la maggior parte delle malattie della pelle e aumenta anche il rischio di sviluppare un carcinoma a cellule basali. Non ignorare il tumore, anche se non causa disagio al paziente, il carcinoma a cellule basali è pericoloso perché nel processo di sviluppo del tumore cresce in strati profondi, distruggendo in tal modo i tessuti molli, della cartilagine e delle ossa.

Classificazione

Questo tipo di carcinoma a cellule basali della pelle può influenzare i tessuti della pelle in varie forme, che hanno il loro stadio di sviluppo..

  1. Forma nodulare. Un tumore canceroso appare sulla pelle sotto forma di un nodulo, la cui dimensione raggiunge i 3-4 cm. Si presenta di colore perlato e forma un'erosione sulla superficie della pelle con una crosta, che può sanguinare quando viene rimosso.
  2. Pigmentato. Il tumore appare sotto forma di un'ulcera con bordi rialzati. Di solito la sua crescita periferica può raggiungere 0,7 cm.
  3. Ulcerosa. Un'ulcera grigio scuro si forma al centro del tumore, lentamente aumentando e approfondendo. Distrugge il tessuto cutaneo sano nelle vicinanze.
  4. Cicatriziale. Questa solida neoplasia maligna ha una tonalità rosa scuro, a differenza di altri tumori, il carcinoma a cellule basali cicatriziali non appare sulla superficie della pelle. Durante lo sviluppo, questo tipo di tumore della pelle è caratterizzato dalla comparsa di erosioni, che sono sfregiate e distruggono molto rapidamente i tessuti, causando dolore insopportabile per il paziente.
  5. Sclerodermia-like. Per il suo aspetto, ricorda una cicatrice atrofica di colore bianco. La formazione maligna è spesso localizzata in varie parti del viso (naso, guance e fronte).
  6. Superficiale. Ha diverse sfumature e cresce sulla superficie della pelle di oltre 10 cm di diametro, coperto da una sottile crosta erosiva. Questo tipo di tumore della pelle è piuttosto difficile da diagnosticare, poiché spesso viene scambiato per eczema o psoriasi..
  7. Metatipico. Questo tumore appare sotto forma di nodo solitario, che si diffonde rapidamente. Questa è l'unica forma di carcinoma a cellule basali che ha la capacità di metastatizzare agli organi interni e ai linfonodi..

Sintomi

I sintomi del carcinoma a cellule basali della pelle (vedi foto) nella fase iniziale compaiono immediatamente dopo l'inizio della crescita della neoplasia.

Luoghi comuni per la comparsa del carcinoma a cellule basali: viso e collo. Piccoli noduli rosa chiaro o color carne sembrano acne, sono indolori e crescono lentamente. Nel corso del tempo, nel mezzo di una piaga così poco appariscente, si forma una crosta grigio chiaro. Il basalioma è circondato da una formazione densa sotto forma di un rullo a struttura granulare.

Se la malattia non viene diagnosticata nella fase iniziale, il processo è ulteriormente aggravato. La comparsa di nuovi noduli e la successiva fusione porta all'espansione patologica dei vasi sanguigni e alla comparsa di "asterischi vascolari" sulla superficie della pelle. Spesso al posto delle ulcere che si formano nella parte centrale del tumore, si formano cicatrici. Man mano che la cellula basale cresce, cresce nei tessuti vicini, inclusi osso e cartilagine, che si manifesta con dolore.

  1. La variante nodulare è considerata la varietà più comune di carcinoma a cellule basali, manifestata dall'apparizione di un piccolo nodulo rosato indolore sulla superficie della pelle. Man mano che il nodulo cresce, è soggetto a ulcerazione, quindi sulla superficie appare un incavo coperto da una crosta. La neoplasia sta lentamente aumentando di dimensioni, è anche possibile la comparsa di nuove strutture simili, che riflette il tipo di superficie multicentrica della crescita tumorale. Nel tempo, i noduli si fondono insieme, formando un denso infiltrato, penetrando più in profondità nel tessuto sottostante, coinvolgendo non solo lo strato sottocutaneo, ma anche cartilagine, legamenti, ossa. La forma nodulare si sviluppa più spesso sulla pelle del viso, della palpebra, nel triangolo nasolabiale.
  2. La forma nodulare si manifesta anche con la crescita di neoplasia sotto forma di un singolo nodo, ma, a differenza della versione precedente, il tumore non è incline a germinare i tessuti sottostanti e il nodo è orientato verso l'esterno.
  3. L'opzione di crescita superficiale è caratteristica delle forme dense a forma di placca del tumore, quando la lesione si estende per 1-3 cm di larghezza, ha un colore bruno-rossastro ed è dotata di molti piccoli vasi dilatati. La superficie della placca è coperta di croste, può essere erosa, ma il decorso di questa forma di carcinoma a cellule basali è favorevole..
  4. Il carcinoma a cellule basali verrucoso (papillare) è caratterizzato da una crescita superficiale, non provoca degradazione dei tessuti sottostanti e sembra un cavolfiore.
  5. La versione pigmentata del carcinoma a cellule basali contiene melanina, che le conferisce un colore scuro e ricorda un altro tumore molto maligno: il melanoma.
  6. Il carcinoma a cellule basali atrofiche cicatriziali (simile a sclerodermia) ricorda una cicatrice esternamente densa situata sotto il livello della pelle. Questo tipo di cancro procede alternando cicatrici ed erosione, quindi il paziente può vedere cicatrici tumorali già formate e fresche erosioni coperte di croste. Mentre l'ulcerazione della parte centrale, il tumore si espande, interessando nuove aree della pelle alla periferia, mentre al centro si formano cicatrici.
  7. La forma ulcerosa del carcinoma a cellule basali è piuttosto pericolosa, poiché tende a distruggere rapidamente il tessuto tumorale sottostante e circostante. Il centro dell'ulcera affonda, coperto da una crosta grigio-nera, i bordi sono sollevati, rosati-perlati, con un'abbondanza di vasi dilatati.

I principali sintomi del carcinoma a cellule basali sono la presenza sulla pelle delle strutture sopra descritte che non danno fastidio per lungo tempo, ma un aumento delle loro dimensioni, anche per diversi anni, che coinvolge i tessuti molli circostanti, i vasi sanguigni, i nervi, le ossa e la cartilagine nel processo patologico è molto pericoloso. Nella fase avanzata del tumore, i pazienti avvertono dolore, compromissione della funzione della parte interessata del corpo, sanguinamento, suppurazione nel sito di crescita della neoplasia, la formazione di fistole negli organi vicini è possibile. Di grande pericolo sono i tumori che distruggono i tessuti dell'occhio, dell'orecchio, penetrano nella cavità del cranio e fanno germogliare le membrane del cervello. La prognosi in questi casi è sfavorevole.

Come appare la cellula basale nelle fasi iniziale e avanzata nella foto:

complicazioni

Un lungo processo tumorale provoca la germinazione nelle profondità del corpo, danneggiando e distruggendo i tessuti molli, la struttura delle ossa e della cartilagine. Il carcinoma a cellule basali è caratterizzato dalla sua crescita cellulare lungo il corso naturale dei rami nervosi, tra gli strati di tessuto e la superficie del periostio..

Non rimosso durante la formazione, successivamente non si limitano solo alla distruzione dei tessuti. Il carcinoma a cellule basali è in grado di deformare e deturpare orecchie e naso, distruggendo la struttura ossea e la cartilagine e aggravando la situazione con un processo purulento, qualsiasi infezione unita è in grado.

  • colpire la mucosa nella cavità nasale;
  • andare nella cavità orale;
  • colpire e distruggere le ossa del cranio;
  • sistemarsi nell'orbita degli occhi;
  • portare alla cecità e alla perdita dell'udito.

Di particolare pericolo è l'impianto intracranico (intracranico) del tumore avanzando attraverso aperture e cavità naturali.

In questo caso, il danno cerebrale e la morte sono inevitabili. Contrariamente al fatto che il carcinoma a cellule basali è indicato come tumore non metastatico, sono noti e descritti più di duecento casi di carcinoma a cellule basali con metastasi..

Diagnostica

Come accennato in precedenza, il carcinoma a cellule basali ha diverse forme, ognuna delle quali può essere simile ad altre malattie. Il riconoscimento corretto e tempestivo di questo tumore è la chiave per una cura efficace..

Di solito, concentrandosi sui suddetti segni clinici di una forma nodulare, è sufficiente sospettare un carcinoma a cellule basali. Tuttavia, nelle fasi iniziali della crescita, quando le dimensioni del tumore non superano i 3-5 mm, è facile confonderlo con una normale talpa (soprattutto se il tumore è pigmentato), mollusco contagioso o iperplasia seborroica senile. I capelli possono crescere da una talpa, cosa che non accade con il carcinoma a cellule basali.

Una caratteristica distintiva del mollusco contagioso e dell'iperplasia seborroica senile è una piccola isoletta di cheratina nella parte centrale. Se il tumore ha croste, può essere confuso con una verruca, cheratoacantoma, carcinoma a cellule squamose della pelle e mollusco contagioso. In questo caso, la buccia deve essere accuratamente esfoliata. Con il carcinoma a cellule basali, questo è più semplice. Dopo che il fondo della ferita è stato esposto, per maggiore sicurezza e conferma scientifica, è necessario fare un'impronta di striscio dal fondo dell'ulcera e determinarne la composizione cellulare.

I carcinomi a cellule basali altamente pigmentati sono facilmente confusi con melanomi maligni. Per evitare ciò, è necessario sapere che i bordi elevati del carcinoma a cellule basali non contengono quasi mai melanina. Inoltre, la colorazione del carcinoma a cellule basali è spesso marrone e il melanoma ha una tinta grigio scuro. La forma piatta del carcinoma a cellule basali può essere confusa con l'eczema, le placche psoriasiche e la malattia di Bowen, ma quando si raschia le squame dal bordo del tumore, viene rivelato il vero quadro della malattia.

Questi segni clinici hanno lo scopo di orientare il medico verso la diagnosi corretta e la sua conferma deve essere effettuata solo dopo una biopsia, citologia o esame morfologico del tumore.

Alla nomina di questi specialisti, al paziente possono essere poste le seguenti domande:

  1. Da quanto tempo appare l'educazione?
  2. Come si è manifestato, sia che fosse presente dolore o prurito?
  3. Esistono tali formazioni in qualsiasi altra parte del corpo? Se è così, dove?
  4. Sia per la prima volta che il paziente lo incontra o hanno già avuto formazioni simili?
  5. Qual è il tipo di attività e le condizioni in cui il paziente lavora?
  6. Quanto tempo trascorre in media il paziente all'aria aperta?
  7. Applica le misure di protezione necessarie in relazione alla radiazione solare?
  8. Il paziente è stato esposto a radiazioni eccessive? In tal caso, dove e approssimativamente qual era la dose totale?
  9. Il paziente ha parenti con il cancro??

Se ci sono squame, vengono delicatamente rimosse su un vetrino, immerse in una soluzione speciale ed esaminate al microscopio. Quando la superficie dell'ulcera viene esposta, viene applicato un vetrino, coperto con un vetrino e anche esaminato al microscopio. Se la pelle sopra il tumore è intatta, l'unico modo per stabilire una diagnosi accurata è una biopsia con la raccolta di materiale tumorale per l'analisi.

Come trattare il carcinoma a cellule basali della pelle?

Il principale metodo di trattamento del carcinoma a cellule basali nella fase iniziale sul naso e in altre parti del corpo era e rimane la rimozione del tumore mediante un intervento chirurgico, dopo di che il tessuto rimosso viene inviato per un ulteriore esame. Lo specialista non solo rimuove il carcinoma a cellule basali, ma anche il tessuto intatto e sano circostante. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente ha bisogno dell'osservazione di un dermatologo specializzato per il rilevamento tempestivo e la rimozione della ricaduta.

Le persone in età (che hanno un carcinoma a cellule basali nell'orecchio o nel naso) possono ricevere la chemioterapia topica (usando un unguento al fluorouracile). Durante la terapia, il verificarsi di arrossamenti gravi non è escluso. È necessario utilizzare l'unguento fino al momento in cui l'area trattata non raggiunge lo stadio di rigenerazione. Può anche essere usato un unguento immunomodulatore, grazie al quale le cellule immunitarie diventano più attive, proteggendo così la pelle più dal tumore.

In caso di rifiuto dell'intervento chirurgico o con una crescita molto attiva della neoplasia, gli specialisti possono consigliare la radioterapia.

Nella fase iniziale della malattia, il trattamento con azoto liquido (crioterapia, criodistruzione del carcinoma a cellule basali) mostra una grande efficacia. Innanzitutto, il tessuto malato viene congelato, quindi la parte caduta viene inviata per l'esame istologico.

Di recente, la popolarità di approcci più moderni sta crescendo: il trattamento secondo il metodo Mohs. Di solito vi ricorrono durante lo sviluppo localizzato sul viso. Durante la terapia, il carcinoma a cellule basali viene rimosso a strati al microscopio. In questo caso, i tessuti intatti non sono interessati, di conseguenza, viene minimizzata la possibilità di ricevere vari difetti cosmetici postoperatori..

Dopo la rimozione del carcinoma a cellule basali (recidiva)

Il carcinoma a cellule basali è un tumore soggetto a recidiva. Ciò significa che dopo la rimozione del tumore, il rischio di carcinoma a cellule basali nella stessa area della pelle dopo un certo periodo di tempo è piuttosto elevato. Inoltre, c'è un alto rischio che si formi su un'altra parte della pelle.

Secondo i risultati di studi e osservazioni moderni su persone che hanno rimosso varie forme di carcinoma a cellule basali, la probabilità di ricaduta entro cinque anni è almeno del 50%. Ciò significa che entro 5 anni dalla rimozione, il tumore si forma di nuovo nella metà delle persone.

Le ricadute sono molto probabilmente se la cellula basale distante è localizzata su palpebre, naso, labbra o orecchio. Inoltre, la probabilità di ricaduta è maggiore quando il tumore era grande.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo del carcinoma a cellule basali, si raccomandano le seguenti misure profilattiche:

  • utilizzare una speciale protezione solare prima di ogni esposizione al sole;
  • nei giorni di sole, indossa un cappello e occhiali da sole;
  • Non visitare il solarium;
  • evitare l'esposizione al sole nella stagione calda a 12-16 ore;
  • prima di andare in spiaggia non usare profumi e deodoranti;
  • esami preventivi da parte di un dermatologo.

previsione

La prognosi per la vita e la salute con carcinoma a cellule basali nella fase iniziale è favorevole, poiché il tumore non fornisce metastasi. Entro 10 anni dalla rimozione del tumore, sopravvive un totale del 90% delle persone. E tra quelli i cui tumori non sono stati rimossi in uno stato trascurato, il tasso di sopravvivenza a dieci anni si avvicina quasi al 100%.

Un tumore è considerato lanciato se ha un diametro superiore a 20 mm o è germogliato in grasso sottocutaneo. Cioè, se il carcinoma a cellule basali al momento della rimozione era inferiore a 2 cm e non cresceva in grasso sottocutaneo, il tasso di sopravvivenza a 10 anni è quasi del 98%. Ciò significa che questa forma di cancro può essere completamente curata..

Cellule basaloidi di cosa si tratta

Carcinoma basocellulare non sclerosante. Un carcinoma a cellule basali infiltranti è un tumore con crescita aggressiva che ha caratteristiche istologiche separate che lo avvicinano alla sclera di un carcinoma a cellule basali guarito. Circa il 5-1% di tutte le cellule basali può essere classificato come infiltrativo e fino al 24% delle cellule basali può avere un componente infiltrativo.

Le varianti infiltrative non sclerosanti del carcinoma a cellule basali differiscono da quelle sclerosanti per la presenza di un componente nodale variabile nelle parti superficiali della formazione. Questi nodi hanno spesso una configurazione angolare a forma di goccia o irregolare, con un angolo acuto diretto in profondità nel derma. La somiglianza con il carcinoma a cellule basali sclerosante si manifesta in presenza di corde allungate aggressive, che costituiscono la maggior parte del tumore. La porzione infiltrante è localizzata alla periferia o alla base della formazione, dove piccoli gruppi e filamenti di cellule basaloidi penetrano tra i fasci di collagene negli strati profondi del derma. Le palizzate periferiche sono minime o assenti e la retrazione stromale di solito non è visibile. Lo stroma nei tipi infiltranti di carcinoma a cellule basali è variabile, può contenere sia un piccolo numero di fibroblasti che essere ricco di fibroblasti, la cui proliferazione è strettamente correlata alla componente invasiva del tumore.

Carcinoma sclerosante (desmoplastico, simile alla morfina) delle cellule basali. Questo è il tipo più aggressivo di carcinoma a cellule basali. La componente infiltrativa in esso è più pronunciata; le formazioni sono scarsamente limitate. C'è un'invasione delle parti profonde del derma, grasso sottocutaneo, tessuto muscolare. È anche possibile l'invasione della cartilagine e dell'osso, soprattutto se il tumore si trova nella zona anatomica corrispondente, ad esempio nel naso, nel padiglione auricolare, nella palpebra, nella regione temporale. Le strie e i piccoli gruppi di cellule tumorali si diffondono in uno stroma fibroso sclerotico denso. I fili cellulari spesso si ramificano, assomigliando alle dita distese. Le stringhe sono di dimensioni e spessore variabili; possono essere formate solo da uno o due strati di celle. La "palizzata" nucleare periferica non è espressa e la retrazione stromale è spesso poco appariscente o assente. L'invasione perineurale è talvolta osservata..

Fibroepithelioma di Pincus

Carcinoma a cellule basali fibroepiteliali (fibroepitelio Pincus). Tumore nodulare elevato, costituito da stretti filamenti anastomosi lunghi di cellule basaloidi situate in uno stroma fibroso a cellule libere. Assomiglia al fibroadenoma intracanalicolare della ghiandola mammaria nella sua struttura. Nelle sezioni profonde del tumore, si possono anche trovare strati solidi caratteristici.

Carcinoma a cellule basali con differenziazione verso le appendici

Queste varietà di carcinoma a cellule basali, insieme a strutture tipiche di carcinoma a cellule basali, contengono aree di differenziazione follicolare, eccrina o sebacea. La presenza di cellule leggere e ricche di glicogeno come l'epitelio follicolare o acrosiringiale può causare confusione morfologica e richiede una diagnosi differenziale con altri tumori cutanei a cellule chiare, in particolare con siringoma e tricoepitelioma.

Carcinoma a cellule basali con differenziazione follicolare. In molti strati di cellule basaloidi esiste un sottile orientamento concentrico delle cellule tumorali, tuttavia, quei tumori in cui è espresso abbastanza chiaramente sono varianti del carcinoma a cellule basali con differenziazione follicolare. Al centro dei letti concentrici, le cellule tumorali sono più grandi, con un citoplasma leggero, a volte si osserva la cheratinizzazione, fino alla formazione di piccole cisti piene di masse compatte di corno lamellare. Possono verificarsi follicoli piliferi acerbi con segni iniziali della formazione di bacchette e, in casi isolati, si formano bacchette.

Carcinoma a cellule basali con differenziazione eccrina. Questa variante del tumore si trova di solito nelle formazioni nodulari, che contengono anche regioni cistiche e adenoidi. Numerose strutture tubolari rivestite con cellule epiteliali cubiche eosinofile, nonché accumuli alveolari di cellule più grandi e più luminose con citoplasma vacuolato, si trovano in complessi tumorali tra cellule a base basale. Queste cellule possono contenere muco. L'immunoistochimica nelle cellule che formano le strutture tubulari rivela un antigene cancro-embrionale, confermando la loro differenziazione ghiandolare.

Carcinoma a cellule basali - che cos'è, cause, sintomi, diagnosi, trattamento e rimozione

Una delle pericolose malattie maligne della pelle è considerata il carcinoma a cellule basali, che prevale al terzo posto dopo il cancro allo stomaco e ai polmoni. Questo tumore patogeno di natura epiteliale si distingue per le sue proprietà non aggressive, che progrediscono lentamente nel corpo senza segni di metastasi. Il basalioma cutaneo deve essere diagnosticato in modo tempestivo, poiché senza una terapia efficace penetra in tutti gli strati della pelle, è difficile un trattamento conservativo con successo.

Cos'è il carcinoma a cellule basali?

Questa malattia oncologica corrisponde al codice secondo ICD-10 C44.3. Inizialmente, il processo patologico è asintomatico, quindi la diagnosi nella fase iniziale è significativamente complicata. Il carcinoma a cellule basali è un carcinoma a cellule basali a crescita lenta senza metastasi che matura nell'epidermide o nei follicoli piliferi; caratterizzato dalla struttura di cellule simili agli elementi base dell'epidermide. Il pericolo è che una neoplasia maligna interrompa nel tempo le funzioni del tessuto muscolare, danneggi l'innervazione e persino l'integrità delle ossa.

Che cosa sembra

Il principale segno di un disturbo caratteristico sono i difetti della pelle nell'area di localizzazione del focus della patologia. Più spesso si tratta di sporgenze rosa di diverse dimensioni, che crescono e si condensano gradualmente e possono persino raggiungere le strutture ossee. L'aspetto del carcinoma a cellule basali è dovuto alla forma e al tipo di processo patologico. In alternativa, ci sono tali caratteristiche specifiche:

  1. Il carcinoma a cellule basali nodulari-ulcerative è rappresentato da sigilli focali dello strato superiore dell'epidermide, che assomigliano a noduli, possono prevalere al plurale.
  2. La forma a grana grossa della malattia si distingue per una singola sporgenza sopra la pelle. Sulla superficie di un tale nodo patogeno sono chiaramente visibili "asterischi vascolari".
  3. La forma cicatriziale-atrofica inizia con un sigillo, sul sito del quale appare un'ulcera fresca con un potenziale rischio di infezione secondaria.

Le cause

La malattia non è aggressiva, ma in assenza di misure di trattamento tempestive progredisce gradualmente. Per interrompere il processo patologico, il primo passo è stabilire ed eliminare la sua causa. Determinare in modo affidabile l'eziologia della patologia è problematico, ma gli specialisti competenti identificano una serie di fattori provocatori che aumentano significativamente il rischio di morbilità. Tra quelli:

  • Radiazione ionizzante;
  • Esposizione ai raggi UV;
  • infezioni virali di lunga durata;
  • esposizione a sostanze tossiche e cancerogene sull'epidermide;
  • danni meccanici e termici alla pelle;
  • fattore ereditario;
  • cambiamenti legati all'età nella struttura dell'epidermide (età avanzata);
  • stati di immunodeficienza del corpo;
  • cambiamenti del tessuto cicatriziale.

È particolarmente importante notare che sono a rischio le persone che visitano regolarmente il solarium o restano sotto l'esposizione prolungata alla luce solare per abbronzarsi. Per tali categorie di cittadini, il rischio di sviluppare l'oncologia cutanea è particolarmente elevato. Più spesso gli adulti sono malati, per i bambini piccoli, questa malattia non è caratteristica. Con una maggiore attività di fattori provocatori, il carcinoma a cellule basali viene diagnosticato nelle fasi da 2 a 4..

Le forme

Se si sospetta una neoplasia benigna della pelle, il paziente va prima a consultare un dermatologo. Conoscere una malattia maligna, deve sottoporsi a una diagnosi dettagliata, determinare in modo affidabile la forma e il tipo di carcinoma a cellule basali. La classificazione di un disturbo caratteristico è presentata di seguito:

  1. Carcinoma a cellule basali solide (nodulare, grosso). La diagnosi più comune è caratterizzata dalla presenza di cellule basaloidi con bordi sfocati che ricordano il sincizio sulla superficie del derma. Il focus della patologia è simile al melanoma, differisce dalla rete vascolare al centro del tumore visivo sulla pelle.
  2. Nodulare-ulcerosa. È caratterizzato da un grande sigillo sotto forma di un nodulo, che in una fase iniziale non differisce nel suo dolore. Successivamente, al centro compaiono contenuti purulenti con formazione di croste necrotiche. Il rischio per la vita del paziente aumenta.
  3. Perforazione. I punti focali della patologia sono quelle aree della pelle che sono più spesso ferite, ad esempio gli arti, lo spazio interdigitale, le aree della pelle visibili. La neoplasia sta crescendo rapidamente, causando la morte dei tessuti vicini.
  4. Warty (papillare, esofitico). Esternamente, la cellula basale assomiglia a una verruca, differisce dalla superficie della pelle in termini di sporgenza caratteristica e iperemia del focus della patologia, non provoca la distruzione dei tessuti sottostanti. La crescita patogena ha la forma di "cavolfiore", una struttura mobile.
  5. Pigmentato. La crescita patogena differisce nel colore dal tono generale dello strato superiore dell'epidermide (contiene melanina in una concentrazione capiente). Nel tempo, la struttura dei tessuti cambia, le aree visibili di danno aumentano di dimensioni..
  6. Sclerodermiform. La crescita patogena differisce dapprima da un colore pallido e bluastro, ma man mano che cresce, si trasforma in una placca piatta e densa con un contorno chiaro e una superficie gonfia. Può essere localizzato su viso, collo, altre aree visibili della pelle..
  7. Cicatriziale-atrofica. Nella parte centrale del tumore predomina la distruzione con la formazione di un'ulcera. I bordi sono ulcerati, una cicatrice visibile è concentrata al centro del carcinoma a cellule basali. C'è iperemia della pelle, coinvolgimento dei tessuti molli nel processo patologico.
  8. Carcinoma a cellule basali superficiali piatte (epitelio pagetoide). Esistono diverse neoplasie, ma tutte hanno un diametro fino a 4 cm. Una cellula basale cresce verso l'alto, ma non verso l'interno (non si osservano cambiamenti negli strati cutanei).
  9. Tumore di Spiegler (tumore "turbante", cilindroma). Sulla superficie del derma si concentrano le teleangectasie di nodi rosa-violetti da 1 a 10 cm di diametro, che sono soggetti ad escissione immediata.

fasi

Il carcinoma basocellulare su viso, collo o altra parte del corpo prevale in una delle quattro fasi, in cui ogni fase successiva aggrava solo la malattia, ritarda il processo di guarigione, anche con la partecipazione di metodi medici e chirurgici. I medici distinguono:

  1. Primo stadio. Il bazalioma ha l'aspetto di un classico "brufolo", non provoca alcun inconveniente, solo un difetto estetico.
  2. Seconda fase. Il tumore raggiunge i 5 cm, supera diversi strati della pelle, non influisce sul tessuto sottocutaneo.
  3. Terzo stadio Il tessuto adiposo sottocutaneo viene distrutto e la neoplasia di diametro raggiunge più di 5 cm.
  4. Quarta tappa. Non solo il tessuto sottocutaneo, ma anche la cartilagine, le ossa sono coinvolte nel processo patologico.

complicazioni

Un tumore caratteristico è caratterizzato da un decorso benigno nel corpo, poiché non fornisce metastasi. Ma la mancanza di un trattamento tempestivo complica solo il quadro clinico, poiché non solo una volta i tessuti molli sani, ma anche la cartilagine, le strutture ossee e il guscio del cervello sono coinvolti nel processo patologico. Una persona senza chirurgia può persino morire. Le complicazioni più comuni sono presentate in questo elenco:

  • danno alla mucosa nasale;
  • la diffusione del processo patologico nella cavità orale;
  • danno alle ossa del cranio;
  • la posizione del tumore nell'orbita degli occhi;
  • cecità progressiva e perdita dell'udito.

Diagnostica

Nella fase iniziale, tale anomalia è indolore, accompagnata da un difetto cosmetico esclusivamente visibile. Pertanto, il paziente non consulta un medico in modo tempestivo e la diagnosi viene notevolmente ritardata a tempo indeterminato. Con sintomi visibili, è necessario condurre immediatamente una serie di esami clinici e test di laboratorio per chiarire la diagnosi finale. La diagnosi differenziale è la seguente:

  • esame citologico (viene presa un'impronta di striscio o raschiando dalla superficie della neoplasia);
  • esame istologico (un frammento del focus della patologia viene utilizzato per stabilire il tipo di neoplasia);
  • Ultrasuoni, TC, radiografia (per rilevare la profondità e l'entità del carcinoma a cellule basali).

La diagnosi differenziale è molto importante, poiché le cellule basali assomigliano a molte malattie della pelle che sono inclini a recidive. In alternativa, è importante distinguere un tumore superficiale piatto dal lupus eritematoso, dalla cheratosi seborroica, dal lichen planus e dalla malattia di Bowen. La forma di sclerodermia ricorda eczema, psoriasi e sclerodermia.

Trattamento del carcinoma a cellule basali

La malattia maligna è raramente congenita, spesso ha una forma acquisita con l'età. Un trattamento efficace e tempestivo dovrebbe essere distinto da un approccio globale, che comprende terapia farmacologica, chirurgia e un lungo periodo di riabilitazione. L'autotrattamento di una talpa sospetta è strettamente controindicato. Ecco alcuni preziosi consigli degli specialisti:

  1. È meglio non usare i rimedi popolari nel quadro clinico in esecuzione, nella fase iniziale è consigliabile usarlo in combinazione con i metodi della medicina ufficiale.
  2. La scelta dell'intervento chirurgico dipende dalla localizzazione del focus della patologia, in modo che sia più facile per il chirurgo raggiungerlo.
  3. Durante l'intera fase del trattamento, è importante evitare di visitare un lettino abbronzante e l'esposizione alla luce solare diretta..
  4. Quando compaiono ulcere, è necessario utilizzare metodi medici di trattamento per escludere l'attaccamento di un'infezione secondaria.
  5. Con una terapia adeguatamente selezionata, l'esito clinico è favorevole, le dinamiche positive prevalgono nel 90% di tutti i quadri clinici..

Trattamento unguento

La terapia conservativa è il metodo principale per rimuovere il carcinoma a cellule basali nella fase iniziale. I medici raccomandano l'uso di unguenti esternamente sotto medicazioni occlusive, il corso del trattamento varia da 2 a 3 settimane senza interruzione. Tali posizioni farmacologiche si sono dimostrate efficaci:

  1. Metvix. Un farmaco fotosensibilizzante con il componente attivo metilaminolevulinato, che dovrebbe essere usato esternamente. È necessario eseguire 2 procedure con una pausa di una settimana tra quelle. Tra i vantaggi vi sono alta efficienza con buona tolleranza, uso a breve termine. Svantaggi: controindicazioni, effetti collaterali.
  2. Curaderm. Questo è un glycoalkoloid con il componente attivo glicoside solasodina, che ha un effetto anticancro. La crema deve essere applicata al centro della patologia e dei tessuti sani di 1 cm, una medicazione deve essere applicata sopra e ci vorranno fino a 3-4 settimane per essere trattate in questo modo. Vantaggi: effetto terapeutico sostenibile, prezzo accessibile. Svantaggi: effetti collaterali, rischio di sovradosaggio.
  3. Solcoseryl. È una preparazione naturale con il componente attivo dell'emodializzato di vitello per un massimo di 3 mesi. Non è consigliabile applicare la composizione terapeutica alle ulcere piangenti e si suppone che il resto strofini il gel nei focolai della patologia tre volte al giorno per 3-4 settimane. Tra le carenze, i medici distinguono un effetto terapeutico selettivo e debole nei singoli quadri clinici..

Criodistruzione

La procedura può fungere da trattamento principale con il metodo chirurgico, è progressiva e presenta un minimo di controindicazioni mediche. La criodistruzione viene eseguita con la partecipazione di azoto liquido, è rapida e indolore, non esclude il verificarsi di recidive ripetute. Nella fase iniziale della malattia, viene eseguita mediante terapia a raggi X a fuoco ravvicinato del focus della patologia, spesso combinata con la terapia a distanza a distanza. Nei quadri clinici trascurati, è combinato con un intervento chirurgico radicale. I principali vantaggi della criodistruzione:

  • effetto cosmetico sostenibile;
  • eseguire la procedura in anestesia locale;
  • breve periodo di riabilitazione;
  • la possibilità di effettuare durante la gravidanza, in età avanzata;
  • metodo chirurgico delicato.

Tra i principali svantaggi della criodistruzione, è necessario individuare un effetto terapeutico selettivo, il rischio di recidive ripetute dopo l'escissione del carcinoma a cellule basali. Questa procedura non viene eseguita gratuitamente e il suo costo finale non è disponibile per tutti i pazienti. È necessario consultare uno specialista individualmente.

Terapia fotodinamica

L'essenza di questo trattamento chirurgico per il carcinoma a cellule basali è la rimozione delle cellule tumorali da parte dei fotosensibilizzanti sotto l'influenza di un flusso luminoso mirato. La terapia fotodinamica viene eseguita in più fasi successive, ecco un breve riassunto per l'ospedale:

  1. Il farmaco con fotoditazina viene iniettato in una vena per accumulare il componente attivo nel sangue (fase di fotosensibilizzazione).
  2. Un basalioma viene esaminato alla luce ultravioletta per definire chiaramente i suoi confini (effetto fluorescenza).
  3. Quindi la neoplasia viene evidenziata con un laser rosso con una lunghezza d'onda di massimo assorbimento del fotosensibilizzatore (fase di esposizione fotografica).
  4. Pertanto, le cellule interessate vengono asportate ed è necessario un periodo di riabilitazione per ripristinare i tessuti molli..
  5. Inoltre, viene prescritta una terapia farmacologica con farmaci locali, che contribuisce alla comparsa di croste e alla guarigione del derma interessato.

Le cellule tumorali sensibili alle radiazioni, ripristinate in modo produttivo, tornano alle loro normali funzioni, integrità. Altri vantaggi di tale trattamento mini-invasivo sono un breve periodo di riabilitazione, un minimo di effetti collaterali e controindicazioni. Lo svantaggio è l'alto costo della procedura, la possibilità di recidiva ripetuta e un attacco acuto di dolore.

Elimina

Se il tumore maligno si trova in luoghi accessibili ai chirurghi, subisce un'escissione produttiva in anestesia locale o anestesia generale. L'operazione è la più comune, fornisce dinamiche positive stabili per un lungo periodo di tempo, ma è caratterizzata da una lunga riabilitazione. Con carcinoma a cellule basali sclerodermiche o esacerbazioni ripetute, è necessario eseguire un'operazione con la partecipazione diretta di un microscopio chirurgico.

Con eccessive controindicazioni, la rimozione del carcinoma a cellule basali viene eseguita con metodi minimamente invasivi, che non garantiscono sempre un completo recupero del paziente. Se il tumore inizia a venire a contatto con organi o sistemi interni, l'operazione è anche pericolosa per la salute. Pertanto, se sospetti il ​​cancro, non esitare a diagnosticare e iniziare un corso intensivo di trattamento. Inoltre, potrebbe essere necessaria la radioterapia per sradicare le cellule tumorali che non sono state completamente asportate durante l'intervento chirurgico.

Rimedi popolari

Il carcinoma a cellule basali sul naso o nello spazio naso-labiale può sfigurare il viso e la chirurgia non è sempre appropriata. Alcune aree sono di difficile accesso e uno strumento chirurgico non può raggiungerle senza rischiare la salute e la vita del paziente. Pertanto, nella fase iniziale del disturbo, i chirurghi scelgono metodi di medicina alternativa in assenza di controindicazioni mediche. Tali ricette popolari sono particolarmente efficaci in un corso completo della durata di diverse settimane:

  1. Un decotto di foglie di celidonia. 1 cucchiaino richiesto materie prime essiccate versare 1 cucchiaio. acqua bollente, insistere e filtrare. Prendi in forma concentrata un terzo di un bicchiere tre volte al giorno. Ogni giorno, si consiglia di preparare una nuova porzione di medicina. In alternativa, si consiglia di strofinare i focolai della patologia con succo di celidonia concentrato più volte al giorno e non risciacquare fino a completa asciugatura. Il corso del trattamento è di diverse settimane, è importante consultare uno specialista.
  2. Unguento terapeutico. Gli ingredienti principali sono foglie di bardana, celidonia, grasso di maiale. Per preparare il medicinale, è necessario mescolare piante medicinali precedentemente essiccate e macinate in un contenitore di vetro, quindi combinare con grasso di maiale fuso e cuocere a fuoco lento per un paio d'ore. Raffreddare la composizione omogenea, quindi conservare in frigorifero e utilizzare esternamente: lubrificare i focolai visibili della patologia per 3-4 settimane. Inoltre, utilizzare i metodi ufficiali raccomandati dal medico.
  3. Unguento anticancro. Prima di tutto, è necessario macinare 100 g di radice di bardana essiccata, quindi bollire e raffreddare, spremere il liquido. Unire la sospensione preparata con 100 ml di olio vegetale, tenere a fuoco per 1,5 ore. Può essere usato come lozioni, compresse o strofinato delicatamente in lesioni visibili. Corso di terapia intensiva - diverse settimane in combinazione con la medicina ufficiale.
  4. Succo di baffi d'oro. Una pianta medicinale fresca, o meglio le sue foglie, devono essere lavate e passate attraverso un tritacarne, quindi frantumate attraverso diversi strati di garza. Il concentrato pronto deve essere inumidito con un tampone, applicato sulla superficie interessata per un giorno. Le dinamiche positive sono osservate quasi immediatamente - dopo la prima procedura. Il corso di terapia intensiva è determinato esclusivamente individualmente.
  5. Tassa di trattamento. Combina 20 g di gemme di betulla, cicuta macchiata, trifoglio di prato, celidonia, radice di bardana. Dopo 3 cucchiai. l versare 150 ml di olio vegetale, su cui la cipolla era precedentemente fritta. La composizione finita deve essere infusa in un luogo caldo per tutto il giorno, utilizzata come impacchi e lozioni per i tumori lubrificanti. Il corso del trattamento dura da 3 a 4 settimane, prima devi assicurarti che non ci siano reazioni allergiche ai componenti delle piante.

La prognosi del carcinoma cutaneo a cellule basali

Il trattamento con una risposta tempestiva ha un esito clinico molto favorevole: è possibile interrompere tempestivamente la mutazione cellulare e l'acquisizione di una tale forma cancerosa. Se non trattato, il tumore continuerà a distruggere i tessuti molli della pelle e degli ulcerati, soccombere a fattori dannosi, aumentare di dimensioni; mentre assomiglia a una voglia infiammata o a un'ustione. Nei quadri clinici trascurati (nella fase avanzata della malattia), il dolore acuto, le ferite aperte non sono esclusi. In generale, dopo un esame e una diagnosi tempestivi, la malattia viene trattata con successo..

Carcinoma delle cellule basali

Una delle malattie tumorali più comuni è il carcinoma a cellule basali della pelle. Occupa oltre l'80-90% di tutti i casi di cancro, quindi molti sono preoccupati quando notano una condensa sul derma. A rischio, uomini di età superiore ai 40 anni, ma recentemente hanno rivelato patologie nei giovani. Di solito malati nei paesi caldi con un'alta radiazione UV media annuale. Il tumore è maligno, ma non metastatizza ad altri tessuti. Dopo aver identificato i primi sintomi della malattia, dovresti contattare immediatamente un chirurgo o un oncologo che ti dirà di cosa si tratta e come trattarla..

Carcinoma a cellule basali di cosa si tratta?

Il carcinoma a cellule basali è un tumore maligno costituito da cellule dello strato basale o follicoli piliferi (codice 10 µB - C44). Alcuni esperti sostengono che la neoplasia può anche essere costituita da cellule epidermiche. Punti importanti riguardanti il ​​carcinoma cutaneo a cellule basali:

  • la neoplasia cresce lentamente e praticamente non è soggetta a metastasi (ad oggi sono noti solo un centinaio di casi);
  • Colpisce le aree aperte del corpo esposte al sole: viso, collo, testa, orecchie;
  • spesso diagnosticato negli uomini dopo 40-50 anni, ma la malattia può svilupparsi nelle donne;
  • di norma, tutti i pazienti hanno la pelle chiara e sottile;
  • ereditato in alcuni casi.

Secondo le statistiche, il carcinoma a cellule basali colpisce ogni 4 donne e 3 uomini. Un effetto aggressivo sul derma può provocare lo sviluppo di un tumore maligno. La paura della malattia è per le persone che sono state esposte al sole per lungo tempo o stanno abusando di un lettino abbronzante. L'irradiazione con la luce solare provoca varie mutazioni nelle cellule, che portano al cancro.

Nonostante il carcinoma a cellule basali del viso o del corpo sia un tumore maligno, non rappresenta una minaccia per la vita umana. La terapia tempestiva può rimuovere definitivamente la formazione, ma non vale la pena curare la malattia da sola. L'assenza di metastasi nel carcinoma a cellule squamose non deve essere confusa con la crescita di un tumore nei tessuti vicini: un cuoio capelluto a cellule basali può danneggiare gli organi adiacenti e persino le ossa.

Pelle cellulare basale e suoi tipi e forme

Esistono quattro tipi di carcinoma a cellule basali e diverse sottospecie; alcune caratteristiche sono caratteristiche di tutte le forme. Ad esempio, il sigillo sulla pelle, indipendentemente dal tipo, può essere biancastro, rosa, scarlatto o bordeaux. La tonalità indica l'attività della neoplasia e il grado di espansione dei vasi. Un tumore spesso cambia colore, dimensione e forma. Una piccola macchia con bordi chiari è più sicura di un tumore con un contorno irregolare. Come appaiono diversi tipi di cellule basali.

Forma nodulare

Il tipo più comune di tumore, caratterizzato da piccole dimensioni (fino a 1 cm) e bordi leggermente inclinati. La struttura è omogenea, il sigillo ha una tinta rosso perlato con una superficie lucida. Se osservi attentamente, è possibile notare vasi danneggiati nel tumore cellulare. Con questa forma di malattia, una persona non si sente a disagio e spesso prende una neoplasia per una semplice talpa. Il cancro della pelle delle cellule basali di solito appare sul viso o sul collo, cresce lentamente nei tessuti profondi, quindi dopo la rimozione non c'è traccia.

Forma micronodulare

I segni clinici del cancro della pelle nelle prime fasi non sono praticamente diversi dal passato. Al microscopio si vedono cellule che vanno oltre la neoplasia maligna. Il basalioma della forma micronodulare più spesso di altri appare ripetutamente.

Forma della superficie

Una placca di medie dimensioni (fino a 4 cm di diametro) di una tonalità rosa con bordi chiari si forma sulla pelle. Si differenzia dalla forma nodale in quanto è localizzato in molte parti del corpo che sono esposte alla luce solare. Molto spesso, i tumori si notano sul petto e sulle gambe. Si sviluppa e cresce lentamente, a causa della quale i pazienti a volte cercano aiuto in una fase avanzata. Il carcinoma cutaneo a cellule basali può essere trattato bene con un rilevamento tempestivo..

Forma piatta

È possibile notare una forma piatta di cancro della pelle sul viso da una placca piuttosto grande, che ha una superficie rossa ruvida. I bordi sono chiari, leggermente sopra il derma. Spesso le squame si allontanano dalla pelle e compaiono piccole ferite sanguinanti. L'attenzione può raggiungere i 15-20 centimetri, a volte i sintomi della cellula basale cheratinizzante assomigliano alla psoriasi o all'eczema.

Forma pigmentata

Il nome parla da solo: sulla pelle appaiono aree pigmentate dipinte nel caffè o nere. Il carcinoma a cellule basali del naso non aumenta e non è quasi diverso dalle aree sane. La superficie del tumore è liscia, densa e presenta una leggera lucentezza. Le macchie ricordano il melanoma e la forma nodulare, ma solo in una tonalità diversa..

Forma sclerodermia

Il cancro della pelle nella fase iniziale si manifesta in una piccola lesione piatta, quindi acquisisce una superficie ruvida. I bordi del tumore sono chiari, il tumore è denso marrone o giallastro.

Forma del tumore

Un altro tipo di malattia che cresce lentamente e non cresce negli strati più profondi della pelle. Una piccola macchia rotonda o papule si forma sul derma, a volte ha una forma irregolare. I bordi sono nitidi e il colore va dal rosa al rosso. Forse lo sviluppo di un carcinoma a cellule basali solide che cresce verso l'esterno e non verso l'interno.

Forma ulcerosa

La forma più grave in cui il tumore colpisce fortemente il tessuto. Il cancro della pelle si trova sul viso, sulla schiena, sulle gambe negli strati profondi del derma, ha un colore rosso con una crosta scura sulla superficie, bordi irregolari. Durante la rimozione della formazione maligna, un fondo notevolmente profondo dell'ulcera è grigio o nero.

Cause e fattori dello sviluppo della malattia

La causa principale del carcinoma della pelle a cellule squamose è la radiazione ultravioletta. Il gruppo a rischio comprende persone che vivono in paesi caldi, lavorano sotto il sole o abusano di un solarium.

I contatti con sostanze tossiche e una violazione dell'integrità dell'epidermide (ferite, ustioni) possono provocare l'insorgenza della malattia. La ridotta funzione protettiva, l'uso prolungato di immunosoppressori o la presenza di patologie croniche aumentano il rischio di cancro.

Sintomi del carcinoma a cellule basali

Nella fase iniziale, è facile perdere un tumore maligno, poiché non ha segni evidenti. Le sensazioni dolorose compaiono solo con la crescita dell'educazione negli strati profondi dei tessuti. Una cellula basale può apparire come un'ulcera, una placca o un nodulo. La macchia ha un colore rosa, rosso o bordeaux, la superficie è generalmente liscia e lucida. Come si manifesta il cancro della pelle negli adulti:

  • cambiare il colore dell'epidermide in rosso o marrone;
  • l'aspetto della compattazione di varie forme e strutture;
  • sensazioni spiacevoli nel sito del difetto (dolore, prurito, bruciore);
  • scarico da un tumore, come sangue o pus.

Si può notare una piccola neoplasia sul viso (fronte, naso, guance), collo o sotto i capelli. Le cellule crescono lentamente e si fondono in una grande lesione, che è un tumore. Molti non capiscono nemmeno di cosa si tratti, quindi non chiedono aiuto. Con un esame approfondito, è possibile notare i vasi sanguigni sul carcinoma a cellule basali. Nel tempo, il processo maligno porta alla distruzione di cellule sane, causando erosione e ulcere, che sono croste dall'alto.

Metodi per la diagnosi del carcinoma a cellule basali

Una diagnosi preliminare può essere fatta da un chirurgo o da un chirurgo oncologico durante un esame esterno del tumore, ma dirà come trattarlo solo dopo l'esame. È importante notare il tumore in tempo e consultare uno specialista. Molte persone prendono il carcinoma a cellule basali per una talpa, motivo per cui non hanno fretta di ricevere. Sono richiesti i seguenti studi:

  • esame del sangue;
  • desquamazione di squame dal tumore ed esame al microscopio;
  • biopsia del materiale tumorale;
  • procedura ad ultrasuoni;
  • TC o risonanza magnetica.

La diagnosi aiuta non solo a stabilire con precisione la diagnosi, ma anche a scoprire informazioni dettagliate sulla neoplasia. Ad esempio, è necessario un esame del sangue per identificare il processo infiammatorio, una biopsia viene utilizzata per caratterizzare il tumore e la dimensione, la struttura e la profondità delle cellule basali vengono determinate mediante TC o RM..

Trattamento del carcinoma a cellule basali

Il metodo di trattamento viene selezionato individualmente per ciascun paziente dopo aver ricevuto i risultati diagnostici. La scelta della terapia è influenzata dalle dimensioni della neoplasia maligna, dalla localizzazione, dal tipo di tumore della pelle e dallo stadio della malattia. Gli specialisti tengono anche conto della lesione o recidiva primaria, dell'età e della salute umana.

Intervento chirurgico

Un modo dimostrato nel corso degli anni efficace per sbarazzarsi del carcinoma a cellule basali sul viso o sul corpo. Viene eseguito in anestesia locale, dopo l'operazione ci vuole tempo per recuperare. L'intervento è necessario per i tumori che si trovano in luoghi sicuri per la rimozione chirurgica. Questo metodo rimuove i carcinomi a cellule basali prima della radioterapia per aumentare l'efficacia del trattamento. Dopo l'intervento chirurgico, la neoplasia deve essere inviata per ulteriori indagini.

Il chirurgo rimuove non solo la pelle colpita dal carcinoma a cellule squamose, ma anche i tessuti sani - questo è necessario per prevenire la ricaduta. Dopo l'intervento, sono necessari tempo e cure affinché la ferita guarisca e non lasci residui..

Radioterapia

La tecnica ha un risultato eccellente se la neoplasia non ha raggiunto grandi dimensioni. Va detto subito che il trattamento richiede molto tempo (da 1 mese) e spesso dà fastidio a una persona. I raggi colpiscono le cellule della pelle maligne e sane, che possono causare varie complicazioni. I più comuni mal di testa, congiuntivite, ulcere. La radioterapia per il carcinoma a cellule basali della pelle può curare molte specie, ma non sclerosante.

Chemioterapia

I carcinomi a piccole cellule basali possono essere trattati con chemioterapia locale, per la quale vengono utilizzati unguenti a base di fluorouracile. La tecnica causa anche varie complicazioni, quindi dovresti essere preparato per il rossore o il prurito dell'area trattata. Il metodo non è adatto per il trattamento di neoplasie vicino agli occhi e all'interno delle orecchie.

Applicare il farmaco per lungo tempo fino a quando la malattia non regredisce completamente. I focolai multipli sono meglio trattati con iniezioni endovenose o intramuscolari di farmaci chemioterapici..

Immunoterapia

L'uso di preparati di interferone leucocitario umano (o CHLI) può essere una terapia separata o complessa. Ad esempio, all'inizio viene eseguita l'immunocorrezione, che consiste in 20 inalazioni di CHLI, e quindi la cellula basale viene rimossa mediante onde radio o altro metodo. Con questo approccio, la guarigione non richiede più di due settimane, praticamente non ci sono tracce e cicatrici.

È anche possibile ricorrere a unguenti dai cellulomi basali del viso, che contribuiscono alla produzione di interferone nel corpo. Non solo aiutano a sconfiggere la malattia, ma ripristinano anche le cellule colpite. L'immunoterapia viene spesso eseguita prima della chemioterapia o dell'asportazione chirurgica..

Distruzione laser

Il laser è uno dei trattamenti più efficaci per il carcinoma a cellule basali. Con esso, è possibile rimuovere le neoplasie negli anziani. Spesso dopo 60 anni, la chirurgia non può essere eseguita a causa dell'elevato rischio di complicanze. La terapia laser consente anche di curare il carcinoma a cellule basali sul viso senza lasciare macchie. Durante la procedura, si nota un dolore tollerabile, il periodo di riabilitazione richiede diversi giorni.

Criodistruzione

Un'altra procedura meno traumatica per il trattamento del carcinoma della pelle squamosa. Il tumore è congelato con azoto liquido o anidride carbonica, di conseguenza, diminuisce di dimensioni e scompare dopo pochi giorni. La tecnica è caratterizzata da indolore e mancanza di sangue. Tuttavia, la crioterapia viene scelta solo per piccoli tumori superficiali, in altri casi l'effetto desiderato non sarà.

Terapia fotodinamica

L'essenza della procedura è di irradiare l'area interessata della pelle, ma prima di ciò il paziente prende un fotosensibilizzatore. Si accumula nei tessuti e distrugge il tumore sotto l'influenza di un laser. Le cellule sane non sono interessate, non c'è periodo di recupero. La terapia fotodinamica può essere utilizzata per trattare il carcinoma a cellule basali in tutte le parti del corpo e in qualsiasi fase..

elettrocoagulazione

L'ultimo modo per rimuovere varie neoplasie, caratterizzato da buone recensioni di persone guarite. Per trattare il carcinoma a cellule basali, viene applicata una corrente che colpisce il tumore. Le cellule maligne muoiono, ma dopo il trattamento rimangono cicatrici e cicatrici. Vari mezzi possono essere usati per prevenire le tracce, ma l'elettrocoagulazione per le neoplasie sul viso non è raccomandata.

Trattamento farmacologico

La rimozione chirurgica, la terapia laser, l'elettrocoagulazione e altri metodi di trattamento danno risultati eccellenti, ma non è sempre possibile usarli. L'uso di medicinali ha un effetto altrettanto positivo..

La maggior parte dei medici non consiglia di ricorrere alla chemioterapia generale con l'uso di citostatici e immunosoppressori. In questo caso, un risultato di trattamento positivo sarà rovinato da gravi effetti collaterali. La chemioterapia locale è prescritta sotto forma di creme o unguenti che non hanno conseguenze così forti. Il trattamento farmacologico viene eseguito se i fuochi hanno una dimensione fino a 7 mm o riappaiono. Diversi unguenti efficaci per questa malattia possono essere trovati nella tabella..

Una drogaCaratteristicheCosto
Cream MetvixLo strumento viene utilizzato per la successiva irradiazione con luce incoerente.Da 13 mila rubli
Unguenti Omain (Omain, Colcemid, Demecolcin)Il medicinale inibisce il sanguinamento e porta alla morte di un tumore al cancroDa 800 a 2 mila rubli
Crema Di CuradermAdatto per il trattamento di tutti i tipi di tumori della pelle diversi dal melanoma.Da 8,5 mila rubli
IruxolUtilizzato come integratore per disinfettare la superficie e guarire più rapidamente le ferite.Da 3,5 mila rubli

I tumori maligni di grandi dimensioni sono difficili da rimuovere senza chirurgia, laser o radioterapia..

Rimedi popolari

È sicuro rimuovere il carcinoma a cellule basali usando ricette non convenzionali. Il massimo che si può fare è rallentare la crescita del tumore, ma in pratica tutto è diverso.

Spesso la situazione rimane invariata o peggiora e la macchia inizia a crescere rapidamente. È consentito l'uso di rimedi popolari, ma solo come aggiunta al trattamento principale. Si dovrebbe prima consultare il proprio medico.

Il più sicuro ed efficace è l'unguento fatto in casa da bardana e celidonia. Mezzo bicchiere di erbe essiccate viene versato con grasso di maiale, posto in un forno preriscaldato a 150 gradi per 2 ore. L'unguento viene raffreddato, insistito per 48 ore e quindi applicato sulla placca con uno spesso strato 3-4 volte al giorno.

Prevenzione e prognosi del recupero

La prognosi è positiva se la malattia è stata rilevata in tempo e viene effettuata una terapia competente. Tuttavia, la patologia ha la capacità di riapparire e in altri luoghi. I pazienti che sono stati sottoposti a rimozione di un tumore maligno devono essere regolarmente esaminati ogni 3-6 mesi. Il pericolo di carcinoma a cellule basali della pelle è noto a molti: la patologia può portare alla crescita di una neoplasia in vaste aree, deformità dei tessuti, funzioni compromesse degli organi interni e persino la morte.

Il rischio di sviluppare un carcinoma a cellule basali aumenta l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti e diete malsane. Per prevenire le malattie, è necessario rivedere la dieta, includendo più frutta e verdura nel menu. Si consiglia di abbandonare il lettino abbronzante e prendere il sole sotto il sole aperto solo durante le ore consentite (fino alle 11 e dopo 16 giorni), usando una crema protettiva o una lozione. I medici consigliano di condurre regolarmente esami per la rilevazione di nuove talpe o altre neoplasie. Per fare questo, è necessario ricordare i sintomi e l'aspetto del cancro della pelle per notare un disturbo nel tempo.

Una talpa inaspettatamente apparsa, che cresce e disturba, si rivela spesso essere pelle basale. Questo è ciò che viene chiamato un tumore maligno; è necessaria la consultazione e il trattamento specialistici. Dopo una terapia di successo, si raccomanda di aderire alle misure preventive e di essere esaminati regolarmente, poiché il cancro ha la proprietà di tornare. La prognosi è favorevole: dopo un trattamento tempestivo, i pazienti vivono più di 10 anni, il che significa una remissione stabile.