Basalioma

Melanoma

Il carcinoma a cellule basali della pelle o carcinoma a cellule basali è una neoplasia dell'epitelio cutaneo caratterizzata da una macchia rosa a fiocchi che si verifica principalmente sul viso.

Un tumore è un singolo nodulo rossastro che sale sopra la superficie della pelle. Il gruppo a rischio comprende persone anziane con pelle chiara e persone che si espongono regolarmente alle radiazioni solari. Tra i bambini e gli adolescenti, la probabilità di carcinoma a cellule basali è quasi eliminata..

Il carcinoma a cellule basali è il più favorevole in termini di cura e successiva sopravvivenza di un tumore della pelle. Una caratteristica distintiva di questa neoplasia maligna è che il tumore non metastatizza, quindi è relativamente ben curato.

Cos'è?

Il carcinoma a cellule basali (carcinoma a cellule basali) è un tumore maligno della pelle che si sviluppa dalle cellule epidermiche..

Ha preso il nome dalla somiglianza delle cellule tumorali con le cellule dello strato basale della pelle. Il carcinoma a cellule basali ha i principali segni di una neoplasia maligna: cresce nei tessuti vicini e li distrugge, si ripresenta anche dopo il trattamento corretto.

A differenza di altri tumori maligni, il carcinoma a cellule basali praticamente non produce metastasi. In relazione al carcinoma a cellule basali, sono possibili trattamenti chirurgici, criodistruzione, rimozione laser e radioterapia. Le tattiche terapeutiche sono selezionate individualmente, a seconda delle caratteristiche della malattia..

Ragioni per lo sviluppo

Nonostante molti anni di studio del carcinoma a cellule basali, le cause dell'evento non sono state definite con precisione. La comparsa di questi tumori è spesso associata a malattie della pelle, la maggior parte delle quali si riscontra più spesso negli anziani (dopo 50 anni). Nell'infanzia e nell'adolescenza sono molto rari e nel caso di una diagnosi di carcinoma a cellule basali nei bambini, questo è solitamente associato ad anomalie congenite, ad esempio la sindrome di Gorlin-Goltz.

I fattori che possono contribuire allo sviluppo di carcinomi a cellule basali includono:

  • radiazioni ultraviolette;
  • Radiazione ionizzante;
  • esposizione prolungata alla luce solare;
  • esposizione a sostanze cancerogene e tossiche;
  • lesioni alla pelle (ustioni, tagli, ecc.);
  • compromissione del funzionamento del sistema immunitario;
  • lesioni da infezioni virali;
  • predisposizione genetica;
  • eredità.

È dimostrato che un'esposizione frequente e prolungata al sole causa spesso la maggior parte delle malattie della pelle e aumenta anche il rischio di sviluppare un carcinoma a cellule basali. Non ignorare il tumore, anche se non causa disagio al paziente, il carcinoma a cellule basali è pericoloso perché nel processo di sviluppo del tumore cresce in strati profondi, distruggendo in tal modo i tessuti molli, della cartilagine e delle ossa.

Classificazione

Questo tipo di carcinoma a cellule basali della pelle può influenzare i tessuti della pelle in varie forme, che hanno il loro stadio di sviluppo..

  1. Forma nodulare. Un tumore canceroso appare sulla pelle sotto forma di un nodulo, la cui dimensione raggiunge i 3-4 cm. Si presenta di colore perlato e forma un'erosione sulla superficie della pelle con una crosta, che può sanguinare quando viene rimosso.
  2. Pigmentato. Il tumore appare sotto forma di un'ulcera con bordi rialzati. Di solito la sua crescita periferica può raggiungere 0,7 cm.
  3. Ulcerosa. Un'ulcera grigio scuro si forma al centro del tumore, lentamente aumentando e approfondendo. Distrugge il tessuto cutaneo sano nelle vicinanze.
  4. Cicatriziale. Questa solida neoplasia maligna ha una tonalità rosa scuro, a differenza di altri tumori, il carcinoma a cellule basali cicatriziali non appare sulla superficie della pelle. Durante lo sviluppo, questo tipo di tumore della pelle è caratterizzato dalla comparsa di erosioni, che sono sfregiate e distruggono molto rapidamente i tessuti, causando dolore insopportabile per il paziente.
  5. Sclerodermia-like. Per il suo aspetto, ricorda una cicatrice atrofica di colore bianco. La formazione maligna è spesso localizzata in varie parti del viso (naso, guance e fronte).
  6. Superficiale. Ha diverse sfumature e cresce sulla superficie della pelle di oltre 10 cm di diametro, coperto da una sottile crosta erosiva. Questo tipo di tumore della pelle è piuttosto difficile da diagnosticare, poiché spesso viene scambiato per eczema o psoriasi..
  7. Metatipico. Questo tumore appare sotto forma di nodo solitario, che si diffonde rapidamente. Questa è l'unica forma di carcinoma a cellule basali che ha la capacità di metastatizzare agli organi interni e ai linfonodi..

Sintomi

I sintomi del carcinoma a cellule basali della pelle (vedi foto) nella fase iniziale compaiono immediatamente dopo l'inizio della crescita della neoplasia.

Luoghi comuni per la comparsa del carcinoma a cellule basali: viso e collo. Piccoli noduli rosa chiaro o color carne sembrano acne, sono indolori e crescono lentamente. Nel corso del tempo, nel mezzo di una piaga così poco appariscente, si forma una crosta grigio chiaro. Il basalioma è circondato da una formazione densa sotto forma di un rullo a struttura granulare.

Se la malattia non viene diagnosticata nella fase iniziale, il processo è ulteriormente aggravato. La comparsa di nuovi noduli e la successiva fusione porta all'espansione patologica dei vasi sanguigni e alla comparsa di "asterischi vascolari" sulla superficie della pelle. Spesso al posto delle ulcere che si formano nella parte centrale del tumore, si formano cicatrici. Man mano che la cellula basale cresce, cresce nei tessuti vicini, inclusi osso e cartilagine, che si manifesta con dolore.

  1. La variante nodulare è considerata la varietà più comune di carcinoma a cellule basali, manifestata dall'apparizione di un piccolo nodulo rosato indolore sulla superficie della pelle. Man mano che il nodulo cresce, è soggetto a ulcerazione, quindi sulla superficie appare un incavo coperto da una crosta. La neoplasia sta lentamente aumentando di dimensioni, è anche possibile la comparsa di nuove strutture simili, che riflette il tipo di superficie multicentrica della crescita tumorale. Nel tempo, i noduli si fondono insieme, formando un denso infiltrato, penetrando più in profondità nel tessuto sottostante, coinvolgendo non solo lo strato sottocutaneo, ma anche cartilagine, legamenti, ossa. La forma nodulare si sviluppa più spesso sulla pelle del viso, della palpebra, nel triangolo nasolabiale.
  2. La forma nodulare si manifesta anche con la crescita di neoplasia sotto forma di un singolo nodo, ma, a differenza della versione precedente, il tumore non è incline a germinare i tessuti sottostanti e il nodo è orientato verso l'esterno.
  3. L'opzione di crescita superficiale è caratteristica delle forme dense a forma di placca del tumore, quando la lesione si estende per 1-3 cm di larghezza, ha un colore bruno-rossastro ed è dotata di molti piccoli vasi dilatati. La superficie della placca è coperta di croste, può essere erosa, ma il decorso di questa forma di carcinoma a cellule basali è favorevole..
  4. Il carcinoma a cellule basali verrucoso (papillare) è caratterizzato da una crescita superficiale, non provoca degradazione dei tessuti sottostanti e sembra un cavolfiore.
  5. La versione pigmentata del carcinoma a cellule basali contiene melanina, che le conferisce un colore scuro e ricorda un altro tumore molto maligno: il melanoma.
  6. Il carcinoma a cellule basali atrofiche cicatriziali (simile a sclerodermia) ricorda una cicatrice esternamente densa situata sotto il livello della pelle. Questo tipo di cancro procede alternando cicatrici ed erosione, quindi il paziente può vedere cicatrici tumorali già formate e fresche erosioni coperte di croste. Mentre l'ulcerazione della parte centrale, il tumore si espande, interessando nuove aree della pelle alla periferia, mentre al centro si formano cicatrici.
  7. La forma ulcerosa del carcinoma a cellule basali è piuttosto pericolosa, poiché tende a distruggere rapidamente il tessuto tumorale sottostante e circostante. Il centro dell'ulcera affonda, coperto da una crosta grigio-nera, i bordi sono sollevati, rosati-perlati, con un'abbondanza di vasi dilatati.

I principali sintomi del carcinoma a cellule basali sono la presenza sulla pelle delle strutture sopra descritte che non danno fastidio per lungo tempo, ma un aumento delle loro dimensioni, anche per diversi anni, che coinvolge i tessuti molli circostanti, i vasi sanguigni, i nervi, le ossa e la cartilagine nel processo patologico è molto pericoloso. Nella fase avanzata del tumore, i pazienti avvertono dolore, compromissione della funzione della parte interessata del corpo, sanguinamento, suppurazione nel sito di crescita della neoplasia, la formazione di fistole negli organi vicini è possibile. Di grande pericolo sono i tumori che distruggono i tessuti dell'occhio, dell'orecchio, penetrano nella cavità del cranio e fanno germogliare le membrane del cervello. La prognosi in questi casi è sfavorevole.

Come appare la cellula basale nelle fasi iniziale e avanzata nella foto:

complicazioni

Un lungo processo tumorale provoca la germinazione nelle profondità del corpo, danneggiando e distruggendo i tessuti molli, la struttura delle ossa e della cartilagine. Il carcinoma a cellule basali è caratterizzato dalla sua crescita cellulare lungo il corso naturale dei rami nervosi, tra gli strati di tessuto e la superficie del periostio..

Non rimosso durante la formazione, successivamente non si limitano solo alla distruzione dei tessuti. Il carcinoma a cellule basali è in grado di deformare e deturpare orecchie e naso, distruggendo la struttura ossea e la cartilagine e aggravando la situazione con un processo purulento, qualsiasi infezione unita è in grado.

  • colpire la mucosa nella cavità nasale;
  • andare nella cavità orale;
  • colpire e distruggere le ossa del cranio;
  • sistemarsi nell'orbita degli occhi;
  • portare alla cecità e alla perdita dell'udito.

Di particolare pericolo è l'impianto intracranico (intracranico) del tumore avanzando attraverso aperture e cavità naturali.

In questo caso, il danno cerebrale e la morte sono inevitabili. Contrariamente al fatto che il carcinoma a cellule basali è indicato come tumore non metastatico, sono noti e descritti più di duecento casi di carcinoma a cellule basali con metastasi..

Diagnostica

Come accennato in precedenza, il carcinoma a cellule basali ha diverse forme, ognuna delle quali può essere simile ad altre malattie. Il riconoscimento corretto e tempestivo di questo tumore è la chiave per una cura efficace..

Di solito, concentrandosi sui suddetti segni clinici di una forma nodulare, è sufficiente sospettare un carcinoma a cellule basali. Tuttavia, nelle fasi iniziali della crescita, quando le dimensioni del tumore non superano i 3-5 mm, è facile confonderlo con una normale talpa (soprattutto se il tumore è pigmentato), mollusco contagioso o iperplasia seborroica senile. I capelli possono crescere da una talpa, cosa che non accade con il carcinoma a cellule basali.

Una caratteristica distintiva del mollusco contagioso e dell'iperplasia seborroica senile è una piccola isoletta di cheratina nella parte centrale. Se il tumore ha croste, può essere confuso con una verruca, cheratoacantoma, carcinoma a cellule squamose della pelle e mollusco contagioso. In questo caso, la buccia deve essere accuratamente esfoliata. Con il carcinoma a cellule basali, questo è più semplice. Dopo che il fondo della ferita è stato esposto, per maggiore sicurezza e conferma scientifica, è necessario fare un'impronta di striscio dal fondo dell'ulcera e determinarne la composizione cellulare.

I carcinomi a cellule basali altamente pigmentati sono facilmente confusi con melanomi maligni. Per evitare ciò, è necessario sapere che i bordi elevati del carcinoma a cellule basali non contengono quasi mai melanina. Inoltre, la colorazione del carcinoma a cellule basali è spesso marrone e il melanoma ha una tinta grigio scuro. La forma piatta del carcinoma a cellule basali può essere confusa con l'eczema, le placche psoriasiche e la malattia di Bowen, ma quando si raschia le squame dal bordo del tumore, viene rivelato il vero quadro della malattia.

Questi segni clinici hanno lo scopo di orientare il medico verso la diagnosi corretta e la sua conferma deve essere effettuata solo dopo una biopsia, citologia o esame morfologico del tumore.

Alla nomina di questi specialisti, al paziente possono essere poste le seguenti domande:

  1. Da quanto tempo appare l'educazione?
  2. Come si è manifestato, sia che fosse presente dolore o prurito?
  3. Esistono tali formazioni in qualsiasi altra parte del corpo? Se è così, dove?
  4. Sia per la prima volta che il paziente lo incontra o hanno già avuto formazioni simili?
  5. Qual è il tipo di attività e le condizioni in cui il paziente lavora?
  6. Quanto tempo trascorre in media il paziente all'aria aperta?
  7. Applica le misure di protezione necessarie in relazione alla radiazione solare?
  8. Il paziente è stato esposto a radiazioni eccessive? In tal caso, dove e approssimativamente qual era la dose totale?
  9. Il paziente ha parenti con il cancro??

Se ci sono squame, vengono delicatamente rimosse su un vetrino, immerse in una soluzione speciale ed esaminate al microscopio. Quando la superficie dell'ulcera viene esposta, viene applicato un vetrino, coperto con un vetrino e anche esaminato al microscopio. Se la pelle sopra il tumore è intatta, l'unico modo per stabilire una diagnosi accurata è una biopsia con la raccolta di materiale tumorale per l'analisi.

Come trattare il carcinoma a cellule basali della pelle?

Il principale metodo di trattamento del carcinoma a cellule basali nella fase iniziale sul naso e in altre parti del corpo era e rimane la rimozione del tumore mediante un intervento chirurgico, dopo di che il tessuto rimosso viene inviato per un ulteriore esame. Lo specialista non solo rimuove il carcinoma a cellule basali, ma anche il tessuto intatto e sano circostante. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente ha bisogno dell'osservazione di un dermatologo specializzato per il rilevamento tempestivo e la rimozione della ricaduta.

Le persone in età (che hanno un carcinoma a cellule basali nell'orecchio o nel naso) possono ricevere la chemioterapia topica (usando un unguento al fluorouracile). Durante la terapia, il verificarsi di arrossamenti gravi non è escluso. È necessario utilizzare l'unguento fino al momento in cui l'area trattata non raggiunge lo stadio di rigenerazione. Può anche essere usato un unguento immunomodulatore, grazie al quale le cellule immunitarie diventano più attive, proteggendo così la pelle più dal tumore.

In caso di rifiuto dell'intervento chirurgico o con una crescita molto attiva della neoplasia, gli specialisti possono consigliare la radioterapia.

Nella fase iniziale della malattia, il trattamento con azoto liquido (crioterapia, criodistruzione del carcinoma a cellule basali) mostra una grande efficacia. Innanzitutto, il tessuto malato viene congelato, quindi la parte caduta viene inviata per l'esame istologico.

Di recente, la popolarità di approcci più moderni sta crescendo: il trattamento secondo il metodo Mohs. Di solito vi ricorrono durante lo sviluppo localizzato sul viso. Durante la terapia, il carcinoma a cellule basali viene rimosso a strati al microscopio. In questo caso, i tessuti intatti non sono interessati, di conseguenza, viene minimizzata la possibilità di ricevere vari difetti cosmetici postoperatori..

Dopo la rimozione del carcinoma a cellule basali (recidiva)

Il carcinoma a cellule basali è un tumore soggetto a recidiva. Ciò significa che dopo la rimozione del tumore, il rischio di carcinoma a cellule basali nella stessa area della pelle dopo un certo periodo di tempo è piuttosto elevato. Inoltre, c'è un alto rischio che si formi su un'altra parte della pelle.

Secondo i risultati di studi e osservazioni moderni su persone che hanno rimosso varie forme di carcinoma a cellule basali, la probabilità di ricaduta entro cinque anni è almeno del 50%. Ciò significa che entro 5 anni dalla rimozione, il tumore si forma di nuovo nella metà delle persone.

Le ricadute sono molto probabilmente se la cellula basale distante è localizzata su palpebre, naso, labbra o orecchio. Inoltre, la probabilità di ricaduta è maggiore quando il tumore era grande.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo del carcinoma a cellule basali, si raccomandano le seguenti misure profilattiche:

  • utilizzare una speciale protezione solare prima di ogni esposizione al sole;
  • nei giorni di sole, indossa un cappello e occhiali da sole;
  • Non visitare il solarium;
  • evitare l'esposizione al sole nella stagione calda a 12-16 ore;
  • prima di andare in spiaggia non usare profumi e deodoranti;
  • esami preventivi da parte di un dermatologo.

previsione

La prognosi per la vita e la salute con carcinoma a cellule basali nella fase iniziale è favorevole, poiché il tumore non fornisce metastasi. Entro 10 anni dalla rimozione del tumore, sopravvive un totale del 90% delle persone. E tra quelli i cui tumori non sono stati rimossi in uno stato trascurato, il tasso di sopravvivenza a dieci anni si avvicina quasi al 100%.

Un tumore è considerato lanciato se ha un diametro superiore a 20 mm o è germogliato in grasso sottocutaneo. Cioè, se il carcinoma a cellule basali al momento della rimozione era inferiore a 2 cm e non cresceva in grasso sottocutaneo, il tasso di sopravvivenza a 10 anni è quasi del 98%. Ciò significa che questa forma di cancro può essere completamente curata..

Carcinoma a cellule basali (carcinoma a cellule basali) - come si presenta, cause, sintomi e metodi di trattamento in una clinica a San Pietroburgo

Sommario

Il carcinoma a cellule basali (carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule basali, epitelioma a cellule basali) è il tumore più comune nell'uomo. È costituito da cellule simili alle cellule dello strato basale dell'epidermide. Si differenzia da altri tumori della pelle per metastasi estremamente rare, ma è capace di una crescita locale estesa, che porta a significativi disturbi estetici e funzionali.

Epidemiologia

Il carcinoma a cellule basali è la neoplasia epiteliale della pelle più comune, rappresentando il 45-90% di tutti i tumori epiteliali maligni di questa posizione. Secondo gli autori nazionali, nella struttura della morbilità oncologica generale stimata sotto esame medico continuo per un follow-up di 10 anni, il carcinoma a cellule basali era dell'86,8%, il melanoma era del 9,4% a, il carcinoma a cellule squamose e altri tumori della pelle maligni erano 3,8 %.

La malattia si verifica principalmente nelle persone di età superiore ai 50 anni, ma si manifesta in età più giovane di 20-49 anni. Il carcinoma a cellule basali si sviluppa ugualmente spesso negli uomini e nelle donne.

Il carcinoma a cellule basali di solito si sviluppa in luoghi aperti soggetti a insolazione: sulla pelle del naso, sulla piega nasolabiale, nelle regioni periorbitale e periauricolare, sui padiglioni auricolari, sul cuoio capelluto, sulla fronte nelle regioni temporali, sul collo.

Meno comunemente, una cellula basale è localizzata sul tronco e sugli arti. Come localizzazioni rare, si notano aree di pieghe ascellari, suole, palme, glutei e ano. La localizzazione "atipica" nel 39% dei casi è stata determinata nel carcinoma basocellulare multiplo primario.

patogenesi

Il carcinoma a cellule basali è un tumore costituito da cellule indifferenziate ma altamente pluripotenti, presumibilmente associate alle cellule del follicolo pilifero..

Il carcinoma a cellule basali può svilupparsi de novo o, meno comunemente, in aree della pelle danneggiate da agenti chimici, termici e di altro tipo. L'insorgenza di un tumore è associata a prolungata insolazione (in particolare di persone con pelle chiara), esposizione a sostanze chimiche cancerogene e radiazioni ionizzanti. Inoltre, il periodo di latenza dopo l'esposizione alle radiazioni ionizzanti è stato di 20-30 anni.

Un certo ruolo nello sviluppo del tumore è assegnato a fattori ereditari e immunologici. Si ritiene che la trasformazione neoplastica della cellula si verifichi a seguito di una serie di anomalie nel suo genoma che portano a una progressiva interruzione del controllo sulla crescita e sulla differenziazione delle cellule. Nel nono cromosoma del genoma umano esiste un gene le cui mutazioni portano allo sviluppo del carcinoma a cellule basali. La probabile causa delle mutazioni è la radiazione ultravioletta (UV). L'UVD porta a diversi tipi di danno genetico, inclusa la formazione di fotodimeri, rotture nella catena del DNA. Le mutazioni puntiformi di un gene sotto l'influenza della radiazione ultravioletta sono rilevate nel 40-56% dei casi di carcinoma a cellule basali.

È noto che il carcinoma a cellule basali cresce lentamente. Sulla base di studi autoradiografici con tag timidina, è stato dimostrato che l'attività mitotica nei carcinomi a cellule basali nodali è osservata principalmente nelle zone periferiche dei complessi tumorali. Nei sottotipi istologici più aggressivi, come un carcinoma a cellule basali infiltrante o mortificante, le figure mitotiche sono più comuni e si trovano in tutta l'area complessa.

In conclusione, va sottolineato che mentre il carcinoma a cellule squamose può svilupparsi quasi ovunque dove è presente il rivestimento epiteliale, non ci sono analoghi del carcinoma a cellule basali cutanee negli organi interni.

Quadro clinico

Le manifestazioni cliniche del carcinoma a cellule basali sono diverse. Le principali forme cliniche sono: carcinoma a cellule basali nodulare, superficiale, simile a sclerodermia e fibroepitelioma di Pincus. La forma del pigmento può essere una sorta di forma nodulare o superficiale, in relazione alla quale, non è pratico considerarla una forma indipendente.

Carcinoma a cellule basali nodulari

Il carcinoma a cellule basali nodulari è la forma "classica", la più comune, che rappresenta il 60-75% di tutte le forme di carcinoma a cellule basali. È caratterizzato dalla formazione di un nodulo arrotondato ceroso, traslucido, al tatto con un diametro di 2-5 mm, il colore della pelle invariata (una varietà micronodale di carcinoma a cellule basali). Per diversi anni, a causa della crescita periferica, il tumore acquisisce una forma piatta, raggiungendo 1-2, meno spesso più di centimetri di diametro. La superficie di un tale nodo è liscia, attraverso una placca traslucida o perlacea di varie dimensioni, i capillari a sangue pieno espansi brillano attraverso (tele-angiectasia).

Come risultato della fusione di diversi elementi nodulari, può formarsi una lesione tumorale smerlata con un bordo a forma di rotolo e una superficie tuberosa (varietà conglobata di carcinoma basocellulare). La parte centrale del nodo è spesso ulcerata e coperta da una crosta emorragica, durante la quale un violento rigetto appare punto sanguinante, quindi la crosta cresce di nuovo, mascherando un'ulcera peptica (ulcera peptica di carcinoma a cellule basali). In alcuni casi, l'ulcerazione diventa più significativa, acquisendo una forma a imbuto, e si forma un processo simile all'ulcus rodens con un denso infiltrato infiammatorio lungo la periferia fino a 0,5-1 cm di larghezza (una varietà infiltrativa di carcinoma a cellule basali). Il carcinoma a cellule basali infiltrative ulcerative può distruggere in modo significativo i tessuti, specialmente se localizzati vicino ad aperture naturali (naso, padiglioni auricolari, occhi) - carcinoma a cellule basali perforante. Quando si trova sulla testa, il carcinoma a cellule basali infiltrative ulcerative può raggiungere proporzioni gigantesche. Tali tipi di carcinoma a cellule basali ulcerative sono difficili da distinguere dal carcinoma a cellule metatipiche e squamose, sono difficili da trattare, ricorrono in modo persistente, possono metastatizzare.

I tumori nodulari possono contenere melanina, che dà la formazione di colore marrone, blu o nero (carcinoma a cellule basali pigmentato). Il tumore può essere pigmentato sia completamente che solo parzialmente. Tali casi richiedono una differenziazione con il melanoma. Tuttavia, un esame approfondito di solito rivela un bordo rialzato perlato caratteristico del carcinoma a cellule basali.

Carcinoma superficiale a cellule basali

Il carcinoma superficiale a cellule basali è la forma meno aggressiva di carcinoma della pelle a cellule basali, solitamente caratterizzato da una singola (raramente multipla) lesione della placca arrotondata di colore rosa con un diametro da 1 a diversi centimetri, sulla cui superficie sono variabili peeling, piccole croste, aree di iper e ipopigmentazione, atrofia che nel complesso, rappresenta un quadro clinico simile a focolai di eczema, micosi, psoriasi. Una caratteristica distintiva del carcinoma basocellulare superficiale è il suo bordo filiforme sporgente, costituito da piccoli noduli traslucidi biancastri lucidi. In alcuni casi, il tumore può essere infettato superficialmente, il che rende difficile la diagnosi differenziale.

Il carcinoma superficiale a cellule basali è solitamente localizzato sul tronco e sulle estremità in aree di moderata insolazione, meno spesso sul viso. La frequenza di questa forma è del 10% di tutti i carcinomi a cellule basali. Questa forma di carcinoma a cellule basali è caratterizzata da una crescita perenne lenta..

Le varietà di carcinoma a cellule basali superficiali includono: carcinoma a cellule basali pigmentato, caratterizzato da un fuoco marrone; Piccolo carcinoma basocellulare autorigenerante, caratterizzato da una pronunciata crescita centrifuga con la formazione di un'atrofia cicatriziale nella zona centrale del tumore nel sito di noduli erosivi cicatrizzanti spontanei, lungo la periferia di cui continua la formazione e la crescita di nuovi siti erosivi. In rari casi, nelle ultime fasi del suo sviluppo, sono possibili infiltrazioni, ulcerazioni del fuoco e formazione di grandi noduli, ad es. trasformazione del carcinoma basocellulare superficiale in varietà più aggressive.

Carcinoma basocellulare simile alla sclerodermia

Il carcinoma basocellulare simile alla sclerodermia (simile alla morfina, sclerosante, desmoplastica) è una rara forma aggressiva di carcinoma basocellulare, caratterizzato dalla formazione di una placca rigida infiltrativa con superficie cerosa giallastra e teleangectasia, simile alla sclerodermia a placche. Il carcinoma a cellule basali simile alla sclerodermia rappresenta il 2% di tutte le forme di carcinoma a cellule basali, non ha una posizione preferita. Questo tipo di carcinoma a cellule basali è caratterizzato da una crescita endofitica primaria, quindi inizialmente una focalizzazione piatta e leggermente crescente può gradualmente diventare depressa, come una cicatrice ruvida. Il tumore è saldato con i tessuti sottostanti, i suoi bordi sono sfocati, le crescite tumorali di solito vanno oltre il bordo clinicamente visibile, invadendo la pelle che lo circonda. Nelle fasi successive, è possibile l'ulcerazione (varietà ulcerosa) del tumore.

Durante l'evoluzione, una zona atrofica può formarsi nella parte centrale di alcune placche, mentre nella parte periferica si possono vedere piccoli noduli tumorali - una varietà atipica di carcinoma a cellule basali..

Fibroepithelioma di Pincus

Il fibroepithelioma del pincus è una forma molto rara di carcinoma a cellule basali, caratterizzato da uno stroma iperplastico, gonfio e ricco di mucoidi, in cui vi sono sottili filamenti anastomosi di cellule basaloidi. Il fibroepitelioma è di solito un singolo, piatto, moderatamente denso, nodo liscio di colore della pelle normale o leggermente eritematoso, simile a dermatofibromia o placca di cheratosi seborroica. Di solito è localizzato sul tronco, più spesso nella parte posteriore, nella zona lombosacrale, meno spesso alle estremità: fianchi, suole. Può essere combinato con cheratosi seborroica, carcinoma a cellule basali superficiali.

Il corso e le previsioni

Il decorso del carcinoma a cellule basali è cronico, il tumore cresce lentamente, raramente metastatizza. Tuttavia, nei casi più gravi, il tumore può portare a una grave distruzione dei tessuti, tra cui la cartilagine, le ossa e anche a seguire un decorso aggressivo. Il decorso più aggressivo è la forma infiltrativa simil-sclerodermica e ulcerosa del carcinoma a cellule basali. Non ulcera nodulare e carcinoma basocellulare superficiale meno aggressivo.

Trattamento del carcinoma a cellule basali

La scelta del trattamento per il carcinoma a cellule basali e la sua efficacia dipendono spesso dalla natura del tumore (primario, ricorrente), dalle sue caratteristiche cliniche e morfologiche, dal numero di focolai e dalla loro posizione, dalle dimensioni del tumore e dalla profondità dell'invasione, dall'età dei pazienti e dalla presenza di malattie concomitanti, ecc..

Nel trattamento del carcinoma a cellule basali, oltre alla rimozione chirurgica, utilizzano la radiografia a fuoco ravvicinato, la criodistruzione, la terapia laser, la fotochemioterapia, l'elettrocoagulazione e il curettage, la chemioterapia, l'immunoterapia e la terapia complessa.

La radioterapia a fuoco ravvicinato viene di solito utilizzata per trattare le dimensioni delle cellule basali solitarie fino a 3 cm. Tuttavia, il tasso di recidiva in questo caso va dall'1,6 al 18% e con la localizzazione del carcinoma basocellulare sul viso, dal 10 al 30% dei casi, specialmente nelle aree anatomicamente difficili (padiglione auricolare, angolo degli occhi, ecc.). A questo proposito, è possibile una combinazione di escissione chirurgica del tumore e radioterapia, ma ciò può portare a significativi difetti estetici..

La criodistruzione più comune, efficace nel 70-98% dei casi con forme limitate di carcinoma a cellule basali.

La terapia laser offre un buon effetto terapeutico e cosmetico con una delicata esposizione locale al tumore in modalità pulsata (laser al neodimio) o continua (laser al biossido di carbonio), causando la coagulazione della necrosi tissutale con confini chiari. La terapia laser viene utilizzata principalmente per le varianti superficiali del carcinoma a cellule basali..

Le recidive del carcinoma a cellule basali con un metodo pulsato di terapia sono dell'1,1-3,8% - con il 4,8-5,6% primario con varianti ricorrenti di carcinoma a cellule basali; con esposizione continua - rispettivamente 2,8 e 5,7-6,9%.

Uno dei nuovi metodi è la terapia fotodinamica, che utilizza la fotosensibilizzazione usando un fotogem seguito da radiazioni luminose con una lunghezza d'onda di 630-670 nm. Questo metodo di trattamento viene utilizzato sia con focolai superficiali sia con forme ulcerative nodulari di carcinomi a cellule basali, sia solitarie che multiple.

Quando si usano elettrocoagulazione e curettage come metodi indipendenti, si osservano recidive tumorali nel 10-26% dei casi.

Degli agenti chemioterapici vengono utilizzati unguenti citostatici: 5% 5-fluorouracile, 5-10% fluorofurico, 30-50% prosidinovaya, ecc. Per 2-4 settimane. di solito y anziani, con molteplici varianti superficiali di carcinoma a cellule basali.

Un metodo complesso di trattamento del carcinoma a cellule basali, inclusa la somministrazione parenterale di prospidina e la successiva criodistruzione del tumore, viene utilizzato per molteplici varianti di carcinoma a cellule basali, grandi dimensioni del tumore, forme ulcerative.

È anche possibile utilizzare nel trattamento e nella profilassi dei basotomi di isotretinoina ed etretinato, farmaci che normalizzano l'attività degli enzimi del sistema ciclasi, nonché schegge di cellule basali con introne-A o interferone-A.

Prevenzione

La prevenzione include la rilevazione attiva del tumore; la formazione di gruppi ad alto rischio e l'identificazione di fattori di rischio; lavoro organizzativo e metodologico tra i medici di medicina generale nella diagnosi precoce del cancro della pelle; educazione sanitaria tra i pazienti.

Quando si formano gruppi di aumentato rischio di cancro, è necessario tenere conto delle caratteristiche degli studi epidemiologici e immunogenetici, che riduce il numero di pazienti che richiedono un aumento della vigilanza sul cancro. È a questi gruppi che si raccomanda di limitare l'insolazione e l'uso di fotoprotettori, nonché il trattamento obbligatorio di dermatosi precancerose.

I pazienti con singole forme di carcinoma a cellule basali senza aggravanti fattori di rischio sono osservati per non più di 3 anni. Questo periodo di osservazione è sufficiente per chiarire la prognosi e identificare una possibile ricaduta della malattia. In questo caso, un esame da un dermatologo viene eseguito 4 volte nel primo anno, 1 volta nei prossimi 2 anni. Si raccomanda che i pazienti con carcinoma basocellulare ricorrente multiplo primario siano immediatamente sottoposti a monitoraggio attivo per tutta la vita..

Ciò è dovuto al fatto che nei pazienti con forme multiple primarie della malattia, il numero di recidive nel sito di trattamento del tumore era 7,8 volte superiore rispetto ai pazienti con un singolo tumore. Le ricadute nel sito di rimozione del carcinoma a cellule basali e nei pazienti con una singola forma della malattia si verificheranno durante i primi 3 anni di osservazione e con più - nei 3 ° e 5 ° anno.

Bazalioma - una malattia oncologica: foto, cause, trattamento

caratteristiche

Un disturbo può apparire su qualsiasi parte della superficie corporea. Più pericolose sono le neoplasie localizzate vicino agli occhi, alla bocca, al naso, alle orecchie. Nel processo di sviluppo della cartilagine delle cellule basali, la base ossea viene distrutta. La fonte della malattia non è stata ancora trovata. Si presume che la maggior parte dei ricercatori sostenga che siano le cellule epidermiche a dare origine allo sviluppo del carcinoma a cellule basali.

Nella foto, il cancro della pelle - carcinoma a cellule basali:

Transizione dal primo al secondo stadio del carcinoma a cellule basali

Questo tipo di oncologia è caratterizzato dall'assenza di metastasi o dal loro verificarsi estremamente raro. Sono stati registrati solo 100 casi di crescita con la formazione di cellule figlie. Questo fatto non significa che questo disturbo sia più facile e meno pericoloso di altri tipi di tumori maligni. Solo a prima vista appare l'impressione di innocuità, perché la malattia non è così aggressiva e non influenza così rapidamente i tessuti. In realtà, tutto è ben lungi dall'essere molto più pericoloso. Una cellula basale può entrare nel cervello e infettarlo, causando la morte di una persona.

Il gruppo a rischio comprende persone di età superiore ai 50 anni, in particolare di carnagione chiara, indipendentemente dal sesso. Ci sono anche accuse che nella trasmissione della malattia da una generazione all'altra, una predisposizione genetica abbia un ruolo. Chi è impegnato in lavori legati all'energia atomica, è costantemente all'aria aperta e / o ama il solarium è anche a rischio..

Quali sono le cause della malattia??

Le cause motivanti sono divise in tipi obbligatori e relativi..

Il primo include tali condizioni precancerose:

  1. Xeroderma pigmentosa.
  2. La malattia di Bowen.
  3. Morbo di Paget.
  4. Eritroplasia di Keir.

Con lo xeroderma di pigmento, che appartiene alla categoria dei disturbi ereditari provocati dall'esposizione alle radiazioni ultraviolette, si verificano processi irreversibili negli strati del derma. Se il corpo non ha un enzima che svolge la funzione di neutralizzare la melanina rilasciata durante le scottature solari, questa è la ragione della formazione di una neoplasia. Per ripristinare la catena di DNA distrutta sotto l'influenza della radiazione solare, un altro importante enzima deve essere presente nel corpo. In caso contrario, una persona è suscettibile al tipo di malattia in esame. Si sconsiglia a queste persone di essere al sole, altrimenti una mutazione graduale delle cellule porterà ad atrofia e si trasformerà in una neoplasia maligna.

La malattia di Bowen è una malattia precancerosa che può colpire le persone, indipendentemente dal sesso. Il provocatore è l'esposizione prolungata alle radiazioni ultraviolette, ai prodotti chimici e al papillomovirus. L'aspetto di un punto con un contorno curvo è il primo segnale per contattare un medico. L'istruzione si sviluppa piuttosto lentamente, trasformandosi gradualmente in una placca. La sua superficie assume una consistenza diversa: liscia, vellutata, rosso cremisi all'inizio dello sviluppo. Quindi diventa ruvido, denso con una tinta ramata. Fiocchi, piaghe, erosione possono apparire sulla superficie..

Morbo di Paget: danno alle ghiandole mammarie nelle persone di 50 anni. All'inizio si osserva arrossamento del capezzolo, il tocco provoca irritazione, la pelle intorno è secca, desquamata. Tutto ciò provoca un prurito incontrollabile. Il sito patologico inizia a ferire, appare una sensazione di bruciore, il fluido sieroso viene rilasciato dal capezzolo. Il capezzolo viene tirato dentro, attorno ad esso la pelle diventa come una buccia di un'arancia. Il tumore si trova in profondità nel derma, che provoca gonfiore del sudore e delle ghiandole sebacee. I linfonodi sono ingrossati e dolorosi..

L'eritroplasia del Keir è una malattia maschile (dai 40 ai 70 anni), colpisce il glande. Questa malattia è un presagio di cancro. Sembra un punto lucido o un grappolo di placca concentrato sul prepuzio. Non c'è dolore, con la palpazione si nota una leggera sporgenza sopra la pelle.

I motivi relativi includono:

  • Cheratoacantoma: un tumore è benigno, appare in aree aperte, a volte cattura i genitali, le mucose del naso, la bocca. Gli uomini soffrono di questa malattia due volte più spesso delle donne. Il diametro dell'area interessata va da 3 a 5 cm, in rari casi può raggiungere i 20 cm. Può scomparire improvvisamente e viceversa, degenerare in una formazione maligna.
  • Le ulcere trofiche non sono una malattia indipendente, ma una conseguenza di altre malattie. Le ragioni del loro aspetto: diabete, vene varicose. Sono ferite non cicatrizzanti ovali o arrotondate, da cui viene rilasciato il contenuto di adesivo. Le ulcere si bagnano costantemente.
  • Cheratosi solare - desquamazione della pelle con l'aspetto di focolai di tonalità rosa-bianco. L'esame istologico rivela cellule alterate (metaplasia e displasia), che è considerato uno stato precanceroso della cellula.
  • Acantoma seborroico - cheratosi senile. La somiglianza di un tumore appare sulle parti chiuse del corpo, sembra un luogo infiammato, coperto di croste oleose. Può aumentare di dimensioni, strapparsi, possono apparire delle crepe. Cresce molto lentamente, entro decenni. Solo nel 7% dei casi di conversione in un tumore del cancro.
  • Ulcere da radiazioni - si verificano quando esposti a radiazioni ionizzanti. Lo sviluppo della malattia è rapido, attraversa diverse fasi: prima il corpo diventa rosso, quindi compaiono le vesciche, che poi si fondono. Dopo una giornata, il corpo è coperto da un'enorme bolla con liquido sieroso. Dopo l'apertura spontanea, si apre il fondo dell'ulcera. In genere, tali formazioni non guariscono, ma si ripetono. Si verifica metaplasia, che nella maggior parte dei casi porta a un carattere maligno..
  • Cicatrici cheloidi: compaiono dopo varie ferite, appaiono come un difetto del tessuto. Basi cellulari: i detriti riempiono la cavità formata durante il danno tissutale. Pertanto, si forma una cicatrice densa. Di per sé, non è invasivo e non si traduce in cancro. Ma a volte cresce verso l'interno ed esercita un effetto urgente sugli organi interni, causando così malattie croniche. A questo proposito, deve essere rimosso.
  • Corno di pelle - una crescita sulla fronte da 2 cm o più con una superficie ruvida densa, a volte elastica. È importante notare che in un quarto dei casi, il corno è un presagio di malignità.
  • Granulomi e gomme con sifilide. Con una significativa complicazione della malattia, quando il livello di indebolimento del corpo è proporzionale al livello di attività degli agenti causali della sifilide - treponemi pallidi aggressivi. Le manifestazioni patologiche della pelle perdono la loro capacità di guarire, compaiono evidenti focolai di metaplasia, che indica una condizione precancerosa.
  • L'ascesso da tubercolosi a freddo si verifica con infezione secondaria o dopo una vaccinazione BCG non professionale. Può apparire sulla spalla o nella colonna vertebrale, un fattore provocante è lo scioglimento caseoso di una singola vertebra. Un ascesso viene incapsulato lontano dal focus principale. All'interno contiene pus sotto forma di briciole o masse di cagliata che escono da un ascesso aperto. Con prolungata non guarigione, si formano ulcere e fistole, che diventano la soglia dell'oncologia. Maggiori informazioni sull'ascesso qui..

La comparsa del carcinoma a cellule basali è molto probabile quando si aggiungono i seguenti motivi alle malattie sopra elencate:

  1. La presenza di lentiggini provoca un eccessivo assorbimento dei raggi ultravioletti.
  2. Un gran numero di talpe, che sono neoplasie benigne, possono portare alla degenerazione in una forma maligna - il melanoma. Questa neoplasia si sta attivamente sviluppando e si sta trasformando in carcinoma a cellule basali..
  3. Ottenere un'abbronzatura solare in eccesso porta a un processo infiammatorio sulla superficie del corpo, aumenta il tasso di attività riparativa. Arriva al punto che la proliferazione del tessuto connettivo diventa terreno fertile per lo sviluppo del cancro.
  4. Interazione con arsenico e derivati ​​di questa sostanza pericolosa. I fumi del veleno si depositano sulla pelle e penetrano anche nel corpo con la respirazione. L'arsenico tende ad accumularsi nelle unghie e nei capelli. Il risultato è un'infiammazione degli strati profondi della pelle. Quindi si forma la displasia e lo stadio successivo è un tumore maligno..

Cancro della pelle - carcinoma a cellule basali

  • Contatto con prodotti petroliferi e di catrame. Le persone appartenenti alla categoria dei lavoratori nelle imprese in cui devono entrare in contatto con tali sostanze sono a rischio di contrarre carcinoma a cellule basali. Di solito, all'inizio la pelle diventa eccessivamente secca, quindi appare l'eczema e quindi i tumori. Una terribile malattia colpisce i polmoni, il derma e persino il cervello.
  • Anche le ustioni o il congelamento sono pieni di conseguenze, perché dopo l'esposizione a temperature elevate o gelo grave, si formano ferite, cicatrici cheloidi. Tutto ciò comporta il processo di malignità..
  • Insufficienza immunitaria: un organismo indebolito, che ha esaurito le risorse protettive, non è in grado di resistere a formazioni oncologiche.
  • Classificazione della malattia

    Secondo ICD-10, la malattia è indicata - C44 - codice cellulare basale della pelle.

    Il carcinoma a cellule basali si manifesta in diversi modi, può assumere le seguenti forme:

    1. nodulare.
    2. colite.
    3. verrucoso.
    4. Superficie.
    5. pigmentato.
    6. Cicatriziale-atrofica.
    7. Turbante.

    Il più problematico è cicatriziale-atrofico, in grado di colpire rapidamente la pelle sana, aumentando di dimensioni. All'interno c'è un processo necrotico.

    Caratteristica ulcerosa della fase avanzata, quando i tessuti del corpo umano sono corrosi fino all'osso.

    La forma del pigmento ha molto in comune con il melanoma, differisce solo per il colore scuro e presenta una caratteristica cresta alla periferia.

    La superficie superficiale deve essere differenziata dalla psoriasi, perché in entrambi i casi compaiono placche e squame.

    Il turbante è un tumore rosso cremisi (possono essercene molti), ha una gamba spessa.

    Crescita delle cellule basali verrucose solo in superficie, simile ai germogli di cavolfiore.

    Sintomi e stadi del carcinoma a cellule basali

    Questo tipo di oncologia differisce nettamente dagli altri nella rara presenza di metastasi, pertanto, quando si considerano gli stadi della malattia, il parametro metastasi non viene preso in considerazione.

    Lo stadio iniziale è una formazione patologica con un diametro fino a 2 cm, sembra un normale brufolo, quindi si trasforma in una bolla con una superficie densa. È indolore, ha una tinta rosa o grigia, si chiama perla. Alla palpazione, mobile, come se separato dalla superficie della pelle.

    Tali formazioni possono essere multiple, dopo un certo tempo si fondono, i vasi sanguigni sono chiaramente visibili sulla sua superficie.

    Nella foto, il passaggio dal primo al secondo stadio del carcinoma a cellule basali:

    Il prossimo - penetrazione negli strati epidermici, raddoppia fino a quando non colpisce il grasso sottocutaneo. Appare l'erosione. Quando si rimuove la crosta con cui è coperto il tumore, una cavità a forma di cratere rimane sul corpo.

    Il terzo stadio di sviluppo è una crescita più profonda della pelle, c'è dolore, forse un aumento dei linfonodi. Questa fase è pericolosa per l'inizio di processi distruttivi nei tessuti profondi. Pertanto, è meglio iniziare il trattamento il più presto possibile..

    L'ultimo stadio: danni ai muscoli, alla cartilagine e al tessuto osseo, nonché ai nervi, che causano forti dolori.

    Caratteristiche del trattamento

    Il trattamento di questo tipo di malattia viene effettuato esclusivamente su base individuale, tenendo conto delle caratteristiche del corpo e del tipo di tumore.

    I metodi principali includono radiazioni e / o chemioterapia. Ci sono casi frequenti in cui è consigliabile utilizzare solo tale trattamento. Ad esempio, un tumore sul viso non può essere rimosso con un intervento chirurgico..

    La radioterapia viene utilizzata per distruggere le cellule patologiche al fine di prevenire un'ulteriore diffusione se la neoplasia ha un diametro fino a 5 cm. Gli interventi chirurgici sono anche controindicati per i pazienti anziani, quindi vengono prescritti farmaci farmacologici e radiazioni.

    Il complesso chemioterapico include l'uso di agenti cistici esterni per lozioni in aree affette da tumore: metatrexato e fluorouracile.

    Recentemente, la fototerapia è stata riconosciuta come la più efficace, il che provoca conseguenze leggermente meno negative delle radiazioni. Questo metodo non influisce sulle cellule sane, agendo esclusivamente su cellule maligne. Sotto l'azione delle radiazioni ultraviolette, una sostanza fotosensibilizzante è diretta alle cellule tumorali, a seguito della quale muoiono.

    I metodi chirurgici sono usati abbastanza spesso. Più precisamente, questa è l'operazione di Moss, quando strato per strato viene rimosso gradualmente fino a quando il tessuto viene liberato dall'ultima cellula cancerosa. Ogni materiale tagliato viene esaminato al microscopio per determinare la natura della massa rimossa..

    Questo metodo non viene sempre utilizzato, ad esempio, è controindicato se il tumore sul viso.

    Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, l'oncologo utilizza i seguenti metodi per rimuovere le neoplasie di piccole dimensioni:

    • Azoto liquido - chirurgia senza dolore e cicatrici.
    • Laser al neodimio o carbonio.
    • Elettrocoagulazione - sotto l'influenza della corrente elettrica.

    Previsione della malattia

    Una caratteristica del carcinoma a cellule basali è il tasso di crescita lenta e un aspetto evidente, a differenza di altre patologie della pelle. Fondamentalmente, le persone riescono a girare in tempo e iniziare un trattamento tempestivo. Per questo motivo, 9 pazienti su 10 riescono a sbarazzarsi di una formazione maligna.

    Prognosi più tristi per i pazienti con l'ultimo stadio, quando la ricaduta ha raggiunto il momento della distruzione di ossa e cartilagine. Il paziente deve sottoporsi a un corso completo di trattamento, ma la garanzia di recupero è estremamente ridotta.

    La conclusione suggerisce se stessa: il carcinoma a cellule basali non è terribile come la sua forma trascurata. Pertanto, i medici raccomandano vivamente: non appena un granello rosso delineato da un bordo infiammato appare sul corpo di un aspetto insolito, è tempo di consultare uno specialista. In nessun caso non cercare di sbarazzartene da solo. In questo caso, il tempo andrà perso e la sua integrità violata, che è irta di crescita accelerata.

    Basalioma: un tipo di tumore della pelle: cause, classificazione, sintomi e fasi, metodi di trattamento e recensioni, foto

    Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

    Il carcinoma a cellule basali è un tumore maligno che si sviluppa da cellule atipiche dello strato basale dell'epidermide e appartiene a uno dei tipi di tumore della pelle. Poiché l'epidermide è una struttura specifica della pelle, le cellule basali possono essere localizzate esclusivamente sulla pelle. In linea di principio, il carcinoma a cellule basali può svilupparsi ovunque sulla pelle, ma molto spesso il tumore è localizzato sul viso e sulla testa (palpebre, naso, labbro superiore, pieghe nasolabiali, guance, padiglione auricolare o cuoio capelluto).

    Il carcinoma a cellule basali è il più favorevole in termini di cura e successiva sopravvivenza di un tumore della pelle. Una caratteristica distintiva di questa neoplasia maligna è che il tumore non metastatizza, quindi è relativamente ben curato.

    Basalioma - una caratteristica generale e un meccanismo di sviluppo del tumore

    Il carcinoma a cellule basali è anche chiamato carcinoma a cellule basali della pelle, corrodendo l'ulcera o la pelle carcinoide. Tutti questi termini sono usati come sinonimi per la stessa patologia, vale a dire tumori della pelle da cellule atipicamente alterate dello strato basale dell'epidermide.

    Attualmente, i carcinomi a cellule basali rappresentano dal 60 all'80% di tutti i tumori della pelle. I tumori si sviluppano principalmente nelle persone di età superiore ai 50 anni. In giovane età, il carcinoma a cellule basali non si verifica quasi mai. In una popolazione, un tumore colpisce più spesso gli uomini. Il rischio totale di sviluppare questo tipo di tumore della pelle per tutta la vita è del 30 - 35% per gli uomini e del 20 - 25% per le donne. Cioè, il tumore è abbastanza comune - ogni terzo uomo e ogni quarta donna.

    Il tumore è specifico per la pelle e nessun altro organo è interessato, cioè i carcinomi a cellule basali possono formarsi esclusivamente sulla pelle..

    Molto spesso, il basalioma è localizzato nelle seguenti aree della pelle:

    • Labbro superiore;
    • Palpebra superiore o inferiore;
    • Naso;
    • Pieghe nasolabiali;
    • Guance;
    • padiglione auricolare;
    • Collo;
    • Cuoio capelluto;
    • Fronte.

    Nel 90% dei casi, il basalioma è localizzato in queste aree della pelle del viso. Nel restante 10% dei casi, può formarsi un tumore sulla pelle del tronco, delle braccia o delle gambe.

    Per natura della crescita, i carcinomi a cellule basali appartengono a tumori maligni, poiché la neoplasia non cresce nella capsula, ma, senza alcun guscio, cresce semplicemente nel tessuto, distruggendo la loro normale struttura. Il basalioma cresce non solo in profondità, ma anche in larghezza, che si manifesta con un'espansione simultanea dell'area del tumore e un aumento del volume dei tessuti sottostanti danneggiati. Cioè, a causa della crescita in larghezza, il basalioma cattura nuove aree sane della pelle situate al confine con il tumore. E a causa della crescita in profondità, il tumore germoglia sequenzialmente prima tutti gli strati della pelle, quindi grasso sottocutaneo. Di norma, le dimensioni esterne del carcinoma a cellule basali sono correlate alla profondità della sua crescita nel tessuto. Cioè, più grande è la superficie della cellula basale sulla pelle, più profonda è germogliata nel tessuto.

    Nonostante la natura aggressiva della crescita, che consiste nella germinazione dei tessuti con una violazione della loro struttura e funzioni, la cellula basale sta lentamente aumentando di dimensioni - di solito non più di 5 mm all'anno. Questo rende il tumore lentamente progressivo, e quindi relativamente curabile..

    Tuttavia, oltre alla crescita invasiva aggressiva, qualsiasi tumore maligno è caratterizzato dalla capacità di metastatizzare, che il carcinoma a cellule basali non ha. Cioè, il carcinoma a cellule basali non si metastatizza ad altri organi e questo lo distingue da altri tumori maligni di varie sedi e origini..

    Poiché il carcinoma a cellule basali ha solo una proprietà obbligatoria di una neoplasia maligna (natura aggressiva della crescita) e la seconda non lo è (la capacità di metastatizzare), viene spesso definita tumore borderline. Ciò significa che il carcinoma a cellule basali ha proprietà tumorali sia benigne che maligne..

    Il basalioma si sviluppa dalle cellule degenerate dello strato basale dell'epidermide. Per capire cosa significhi, è necessario immaginare la struttura della pelle e soprattutto il suo strato superiore: l'epidermide. Quindi, la pelle è composta da ipoderma, derma ed epidermide. Lo strato più in alto che vediamo in ogni persona è l'epidermide, che consiste di cinque strati. Lo strato più basso è chiamato basale o germoglio, seguito da uno strato a punta, quindi granulare e lucido, seguito da uno strato corneo. È lo strato corneo che è esterno e direttamente a contatto con l'ambiente. Il carcinoma a cellule basali è formato da cellule dello strato basale dell'epidermide che hanno subito degenerazione maligna..

    Poiché l'epidermide e, di conseguenza, il suo strato basale è solo sulla pelle, la cellula basale può formarsi esclusivamente sulla pelle. In altri organi, una cellula basale non può mai formarsi..

    Esternamente, il carcinoma a cellule basali è un punto, una talpa o un'elevazione sulla pelle, che aumenta gradualmente di dimensioni, con un approfondimento e una crosta dell'ulcera nella parte centrale. Quando si strappa questa crosta, è visibile una superficie sanguinante ulcerata. Il bazalioma può essere scambiato per una ferita, tuttavia, a differenza di una vera ferita, non guarisce mai completamente. Cioè, l'ulcera al centro del tumore può praticamente guarire, ma poi formarsi di nuovo, ecc. Il carcinoma a cellule basali ulcerate si forma con un'esistenza piuttosto a lungo termine del tumore e nelle fasi iniziali ricorda una normale crescita sulla pelle o sulla talpa.

    Cellula basale, cute facciale e nasale

    I termini "carcinoma a cellule basali della pelle" e "carcinoma a cellule basali della pelle del viso" non sono del tutto corretti, poiché presentano un eccessivo raffinamento in essi. Quindi, un basalioma è sempre localizzato solo sulla pelle, su qualsiasi altro organo, questo tumore non può mai formarsi in nessuna circostanza. Cioè, il carcinoma a cellule basali è sempre solo pelle. Pertanto, il termine "carcinoma a cellule basali della pelle" è una variante di quel raffinamento eccessivo e inutile, che è descritto in modo ampio e figurato dall'espressione "olio di petrolio".

    Nel termine "carcinoma a cellule basali della pelle del viso" c'è anche un chiarimento errato e non necessario del "carcinoma a cellule basali della pelle" ed è inoltre indicato su quale parte del tegumento della pelle si trova il tumore - il viso. Tuttavia, nel 90% dei casi, i carcinomi a cellule basali sono localizzati sulla pelle del viso e i medici specificano sempre punti di riferimento molto più precisi, come l'ala del naso, la piega nasolabiale, ecc. Per chiarire la loro posizione. Pertanto, in sostanza, il termine "pelle della pelle delle cellule basali" contiene anche chiarimento e indicazione completamente imprecisa della posizione del tumore.

    Il termine "carcinoma a cellule basali nasali" è una variante della corretta designazione del tipo di tumore e del chiarimento della sua posizione. La formazione di carcinoma a cellule basali sul naso si verifica abbastanza spesso in persone di sesso ed età diversi. Tuttavia, nel suo corso, varietà cliniche e metodi di trattamento, il carcinoma a cellule basali nasali non è diverso da quello di qualsiasi altra localizzazione, ad esempio il carcinoma a cellule basali delle palpebre o il carcinoma a cellule basali del collo, ecc. Pertanto, non è pratico considerare la cellula basale di ciascuna localizzazione separatamente. Nell'ulteriore testo dell'articolo, presentiamo i dati caratteristici di tutte le cellule basali di qualsiasi localizzazione, e se è necessario enfatizzare qualsiasi caratteristica del tumore nasale, questo sarà fatto.

    Carcinoma delle cellule basali

    Carcinoma delle cellule basali

    Il carcinoma a cellule basali è uno dei tre tipi di cancro della pelle. Oltre ai carcinomi a cellule basali, i seguenti tumori sono attribuiti al cancro della pelle:

    • Carcinoma a cellule squamose della pelle;
    • Melanoma.

    Rispetto al melanoma e al carcinoma a cellule squamose, il carcinoma a cellule basali ha un decorso più benigno, e quindi nell'80 - 90% dei casi può essere completamente guarito, dopo di che una persona vive per un periodo di tempo sufficientemente lungo e muore per altre cause o malattie. Le caratteristiche distintive del carcinoma a cellule basali sono la crescita lenta e l'assenza di metastasi ad altri organi. Il melanoma e il carcinoma a cellule squamose crescono molto più rapidamente e sono caratterizzati da un'alta tendenza alle metastasi, a causa delle quali sono tumori più aggressivi e quindi potenzialmente pericolosi.

    Tuttavia, la lenta crescita del carcinoma a cellule basali e l'assenza di metastasi non significa che non debba essere rimosso, poiché questo tumore è comunque maligno. Il sintomo principale con cui il carcinoma a cellule basali si riferisce a neoplasie maligne è la sua crescita aggressiva, in cui il tumore non ha una membrana e cresce direttamente all'interno dei tessuti, distruggendo completamente la loro struttura. A causa di questa natura di crescita, la cellula basale interrompe completamente la struttura dell'area della pelle su cui è localizzata e quindi deve essere rimossa. Sfortunatamente, dopo la rimozione della cellula basale, si ripresenta nel 50% dei casi, che è anche caratteristica del cancro.

    Basalioma (stadio iniziale e avanzato) - foto

    Questa fotografia mostra un carcinoma a cellule basali superficiale..

    Questa fotografia mostra un carcinoma a cellule basali nodali..

    Questa fotografia mostra il carcinoma a cellule basali nella fase iniziale..

    Questa foto mostra un carcinoma a cellule basali del naso..

    Questa foto mostra il carcinoma a cellule basali del cuoio capelluto..

    Cause della malattia

    Forme di carcinoma a cellule basali (classificazione)

    Attualmente, ci sono due principali classificazioni dei carcinomi a cellule basali, una delle quali si basa sull'aspetto e sulle caratteristiche della crescita del tumore, e la seconda sulla sua struttura microscopica. Di conseguenza, la classificazione dei carcinomi a cellule basali in base al loro tipo e alle caratteristiche di crescita è considerata clinica ed è spesso usata dai professionisti per descrivere il tumore in una formulazione di diagnosi estesa. La classificazione dei carcinomi a cellule basali in base alla loro struttura microscopica viene utilizzata dagli istologi che studiano i tumori rimossi o parti di essi prelevati durante le biopsie. Questa classificazione istologica non è praticamente utilizzata dai medici professionisti, ma è di grande importanza nella ricerca scientifica..

    Secondo la classificazione clinica, si distinguono le seguenti forme di carcinoma a cellule basali:

    • Forma nodulare-ulcerosa;
    • Grossolano-nodulare (nodulare, forma solida);
    • Forma penetrante;
    • Forma verrucosa (papillare);
    • Forma pigmentaria (cicatrice piatta);
    • Forma simile a sclerodermia;
    • Forma superficiale (pagetoide);
    • Cilindroma (tumore di Spiegler).

    Le forme sopra forniscono una descrizione abbastanza dettagliata e accurata di tutte le opzioni per i carcinomi a cellule basali che un medico può incontrare. Tuttavia, molto spesso una persona sviluppa cellule basali nodulari (nodulari-ulcerative o nodulari), superficiali, simili a sclerodermia o piatte. Considera una breve descrizione di tutte le forme di carcinoma a cellule basali..

    Carcinoma basocellulare nodulare-ulcerativo

    Carcinoma a cellule basali solido (nodulare, a grana grossa)

    Carcinoma a cellule basali perforante

    Carcinoma a cellule basali verrucoso

    Carcinoma a cellule basali pigmentato (cicatrice piatta)

    Carcinoma basocellulare simile alla sclerodermia

    Carcinoma superficiale a cellule basali

    Cilindroma (tumore di Spiegler)

    Il cilindro (tumore di Spiegler) si forma sempre solo sul cuoio capelluto. Il tumore è costituito da un gran numero di piccoli noduli emisferici densi che si alzano sopra la superficie della pelle. I nodi sono colorati in viola-rosa e le loro dimensioni possono variare da 1 cm a 10 cm La superficie della cellula basale è completamente ricoperta da vene di ragno..

    Secondo la classificazione istologica, esistono tre varietà di carcinoma a cellule basali:
    1. Carcinoma superficiale multicentrico a cellule basali;
    2. Carcinoma sclerodermico a cellule basali;
    3. Carcinoma a cellule basali fibroso-epiteliale.

    Sintomi della malattia

    Il basalioma è caratterizzato da una crescita lenta ma costante, a seguito della quale in pochi anni il tumore da un piccolo nodulo si trasforma in una formazione di oltre 10 cm di diametro. Nelle fasi iniziali, la cellula basale assomiglia a una bolla grigio-rosata, traslucida che ricorda una perla. Tocca il tumore è denso, coperto da una crosta. La crosta è scarsamente separata dalla superficie del carcinoma a cellule basali. In alcuni casi, il tumore non appare come un nodulo, ma piuttosto come un'erosione pressata che ricorda un graffio.

    Quindi, man mano che il tumore cresce, la sua parte centrale inizia a ulcerare. Inoltre, le piaghe sono coperte di croste, dopo la separazione delle quali diventano visibili le erosioni sanguinanti. Intorno alla crosta o piaga aperta c'è un rullo di piccole bolle - "perle". Nel corso del tempo, l'ulcera diventa più profonda e la sua superficie diventa più densa e ai bordi si forma un rullo. Con la crescita del carcinoma a cellule basali, la sua superficie inizia a staccarsi..

    Il carcinoma a cellule basali può crescere o nell'entroterra. Se il tumore cresce verso l'alto, cioè verso l'esterno, quindi ulcerando, forma una struttura densa e immobile simile a una placca sulla superficie della pelle. Se il tumore diventa più profondo, quindi ulcerante, si approfondisce sempre di più e, alla fine, distrugge i tessuti localizzati in profondità, comprese le ossa.

    Fasi del carcinoma a cellule basali

    Oltre a questa classificazione esatta, ne viene utilizzata un'altra: una più semplice, in base alla quale si distinguono gli stadi iniziale, espanso e terminale del carcinoma a cellule basali.

    Lo stadio iniziale del carcinoma a cellule basali corrisponde agli stadi 0 e I della classificazione esatta. Ciò significa che i carcinomi a cellule basali, che sono un piccolo nodulo di diametro inferiore a 2 cm senza ulcerazione, sono riferiti allo stadio iniziale.

    Lo stadio espanso del carcinoma a cellule basali corrisponde all'II e all'inizio dell'III stadio della classificazione esatta. Cioè, lo stadio espanso del carcinoma a cellule basali è caratterizzato dalla comparsa di un tumore relativamente grande con ulcerazione primaria.

    Lo stadio terminale del carcinoma a cellule basali corrisponde agli stadi III - IV della classificazione esatta. Ciò significa che nella fase terminale il tumore ha una dimensione grande - fino a 10 cm o più, e i tessuti sottostanti sottostanti sono cresciuti, comprese le ossa. In questa fase, si sviluppano numerose complicazioni dovute alla distruzione di organi.

    Conseguenze (complicanze)

    Il carcinoma a cellule basali è la forma meno aggressiva di cancro della pelle che non forma quasi mai metastasi in altri organi. Tuttavia, nonostante ciò, il carcinoma a cellule basali può provocare gravi complicazioni che possono portare non solo alla perdita di funzionalità di alcuni organi, ma anche alla morte.

    Tali complicanze del carcinoma a cellule basali sono causate dalla distruzione dei tessuti profondi da parte di un tumore in crescita. Se il tumore viene lanciato, cioè è cresciuto notevolmente e ha distrutto le ossa, le orecchie, gli occhi o le conchiglie del cervello, quindi gli organi colpiti cessano di funzionare normalmente. Di conseguenza, sono proprio i disturbi visivi e uditivi o le fratture ossee che saranno complicazioni del carcinoma a cellule basali. Quando la crescita delle cellule basali si verifica nel cervello, una persona di solito muore.

    Basalioma - trattamento

    Rimozione del carcinoma a cellule basali

    Operazione con carcinoma a cellule basali

    Rimozione laser

    La rimozione laser del carcinoma a cellule basali presenta numerosi vantaggi rispetto alla chirurgia, come ad esempio:

    • Ridurre al minimo il rischio di ricaduta;
    • Manipolazione indolore;
    • Sterilità, che esclude l'infezione della ferita;
    • Guarigione senza una cicatrice grande e evidente.

    La rimozione laser del carcinoma a cellule basali può essere utilizzata solo con piccole dimensioni del tumore. Inoltre, questo metodo è ottimale quando il tumore è localizzato in luoghi difficili da raggiungere, ad esempio dietro l'orecchio, nell'angolo dell'occhio, ecc..

    A seconda del tipo di laser utilizzato, per la completa rimozione del carcinoma a cellule basali, saranno necessarie da 1 a 3 sessioni.

    Sfortunatamente, la rimozione laser del carcinoma a cellule basali non può essere utilizzata se una persona ha le seguenti malattie o condizioni:

    • Lesioni e danni alla pelle nell'area del carcinoma a cellule basali;
    • Diabete;
    • Malattie infettive acute;
    • Compromissione della funzione tiroidea;
    • Gravidanza;
    • Ipersensibilità alla luce;
    • Grave malattia cardiovascolare.

    Criodistruzione del tumore

    La criodistruzione a cellule basali consiste nel trattamento del tumore con azoto liquido. Sotto l'influenza della bassa temperatura, le cellule tumorali muoiono e collassano, il che consente di rimuovere completamente la neoplasia. La criodistruzione viene eseguita in anestesia locale..

    Il metodo di criodistruzione può essere utilizzato per rimuovere piccoli basalomi situati in aree aperte della pelle, anche sul viso. Dopo la criodistruzione del tumore, rimangono delicate cicatrici poco appariscenti..

    Irradiazione del carcinoma a cellule basali

    elettrocoagulazione

    Chemioterapia locale

    fototerapia

    Metodo combinato di rimozione delle cellule basali

    Il metodo combinato per la rimozione dei carcinomi a cellule basali consiste nell'utilizzare contemporaneamente diversi metodi, ad esempio criodistruzione e chemioterapia locale, ecc. Di solito, il trattamento combinato viene utilizzato per carcinomi a cellule basali con localizzazione in aree difficili da raggiungere o per tumori di grandi dimensioni che sono spuntati in profondità nei tessuti sottostanti..

    La scelta del metodo di rimozione del tumore viene effettuata dal medico curante in base alla profondità e all'area della lesione della pelle e dei tessuti sottostanti, nonché in base alla forma clinica del carcinoma a cellule basali.

    Chirurgia per rimuovere il carcinoma a cellule basali del naso, plastica - video

    Trattamento alternativo

    Una varietà di metodi popolari può rallentare la crescita del carcinoma a cellule basali, ma non è in grado di rimuovere completamente la neoplasia. Pertanto, i metodi di medicina tradizionale dovrebbero essere considerati un complemento buono ed efficace a un metodo chirurgico o conservativo per la rimozione del carcinoma a cellule basali..

    I seguenti metodi alternativi sono più efficaci nel trattamento del carcinoma a cellule basali:

    • Unguento con bardana e celidonia. Per preparare l'unguento, prendi 1/2 tazza di erba schiacciata di bardana e celidonia e versa il grasso di maiale fuso. Quindi mettere la miscela in forno a 150 ° per 2 ore. L'unguento finito viene trasferito in un comodo contenitore e insistito per 2 giorni a temperatura ambiente, dopo di che viene applicato al tumore con uno spesso strato 3 volte al giorno.
    • Succo di celidonia fresca. Per ottenerlo, è sufficiente rompere un ramo di una pianta. Dopo alcuni secondi, apparirà del succo sul difetto, che può essere usato per lubrificare il carcinoma a cellule basali 3-4 volte al giorno..
    • Succo di baffi d'oro. Per ottenere il succo, la pianta dei baffi d'oro viene completamente lavata e passata attraverso un tritacarne. La pianta schiacciata viene raccolta in una garza e succo spremuto in un comodo contenitore. Quindi un batuffolo di cotone viene inumidito con questo succo e applicato sulla cellula basale per un giorno.

    Questi metodi popolari possono essere utilizzati fino a quando non vi è alcun modo per rimuovere il carcinoma a cellule basali al fine di rallentare la crescita del tumore e prevenirne la crescita nei tessuti profondamente distesi..

    Dopo la rimozione del carcinoma a cellule basali (recidiva)

    Il carcinoma a cellule basali è un tumore soggetto a recidiva. Ciò significa che dopo la rimozione del tumore, il rischio di carcinoma a cellule basali nella stessa area della pelle dopo un certo periodo di tempo è piuttosto elevato. Vi è anche un alto rischio che si formi carcinoma a cellule basali in un'altra area della pelle..

    Secondo i risultati di studi e osservazioni moderni su persone che hanno rimosso varie forme di carcinoma a cellule basali, la probabilità di ricaduta entro cinque anni è almeno del 50%. Ciò significa che entro 5 anni dalla rimozione del carcinoma a cellule basali, un tumore si forma nuovamente nella metà delle persone..

    Le ricadute sono molto probabilmente se la cellula basale distante è localizzata su palpebre, naso, labbra o orecchio. Inoltre, la probabilità di recidiva del carcinoma a cellule basali è maggiore, maggiore è la dimensione del tumore rimosso.

    previsione

    La prognosi per la vita e la salute con carcinoma a cellule basali è favorevole, poiché il tumore non fornisce metastasi. Entro 10 anni dalla rimozione del tumore, sopravvive un totale del 90% delle persone. E tra quelli i cui tumori non sono stati rimossi in uno stato trascurato, il tasso di sopravvivenza a dieci anni si avvicina quasi al 100%.

    Un tumore è considerato lanciato se ha un diametro superiore a 20 mm o è germogliato in grasso sottocutaneo. Cioè, se il carcinoma a cellule basali al momento della rimozione era inferiore a 2 cm e non cresceva in grasso sottocutaneo, il tasso di sopravvivenza a 10 anni è quasi del 98%. Ciò significa che questa forma di cancro può essere completamente curata..

    Recensioni sul trattamento del carcinoma a cellule basali

    Quasi tutte le recensioni sul trattamento del carcinoma a cellule basali sono positive, a causa della rapida rimozione del tumore, seguite da un completo recupero e ripristino dell'integrità dei tessuti. Nelle recensioni, le persone indicano che il tumore è stato rimosso con vari metodi, ma in tutti i casi il risultato è stato positivo: dopo un po 'la pelle è completamente guarita e praticamente non c'erano tracce su di esso.

    Le persone che hanno subito la rimozione del carcinoma a cellule basali spesso scrivono di aver provato metodi alternativi di trattamento, ma non hanno aiutato, e quando il tumore è cresciuto, ho dovuto consultare un medico e rimuoverlo chirurgicamente. In tali revisioni, le persone raccomandano di non prendersi tempo, ma appena possibile dopo aver rilevato un carcinoma a cellule basali, consultare un medico e rimuovere il tumore, poiché non c'è nulla di sbagliato in questo.

    Inoltre, le revisioni del trattamento indicano che il carcinoma a cellule basali può essere completamente curato, ma può ripresentarsi. Sulla base di questo, le recensioni contengono raccomandazioni per non aver paura di questo tipo di cancro, ma per rimuovere il tumore il più rapidamente possibile, sia alla prima apparizione che alla ricaduta.

    Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.