Endometrio atrofico - ciò che sta alla base della malattia

Carcinoma

Atrofia della cervice, che cos'è? L'atrofia uterina è la diagnosi che viene fatta più spesso alle donne che hanno raggiunto i cinquant'anni. A questa età, una transizione fisiologica graduale inizia dalla maturità femminile alla fase di rilassamento fisiologico.

A questa età, le funzioni associate al parto svaniscono. Non aggirare i cambiamenti e l'utero, poiché questo corpo è direttamente coinvolto nel portare il bambino. A questo punto, questo organo non è coinvolto e le funzioni ad esso assegnate non sono richieste..

Sullo sfondo dei cambiamenti nell'attività ovarica, si verifica un appassimento graduale dell'utero. Ritorna allo stesso livello che aveva prima della pubertà. I primi segni di atrofia uterina possono diventare evidenti all'età di quarantotto anni. In rari casi, questo processo può essere osservato anche nelle donne più giovani. In rari casi, i cambiamenti legati all'età nell'utero iniziano in età avanzata..

L'intero periodo di estinzione della funzione fertile è diviso in più fasi. Vale a dire, premenopausa, menopausa, postmenopausa. E se in premenopausa i cambiamenti sono solo all'inizio e non sono molto evidenti, allora in menopausa assumono un carattere più globale.

Vale subito la pena notare che tutti i cambiamenti nel corpo della donna sono irreversibili. Più basso è il livello di estrogeni nel sangue, più velocemente si spengono gli organi riproduttivi della donna. E alla fine, arriva un momento in cui il concepimento e il portamento di un bambino diventano impossibili.

Inoltre, altri organi e sistemi di donne stanno subendo importanti cambiamenti. Il processo stesso può avvenire in modo quasi impercettibile, o viceversa, accompagnato da tutta una serie di sensazioni spiacevoli. Molti cambiamenti possono iniziare inaspettatamente per una donna e creare molti problemi..

Definizione

L'atrofia endometriale è una condizione naturale per le donne di una certa età. Cos'è? Questa è una condizione della mucosa della cavità uterina quando diventa più sottile e diminuisce di volume con l'utero. Questo è lo stato normale della mucosa per le donne dopo la menopausa, il loro endometrio è molto sottile e non si aggiorna. Ciò accade gradualmente, sotto l'influenza dello squilibrio ormonale, quando il livello di estrogeni, che è responsabile dell'aggiornamento e della costruzione dell'endometrio, diminuisce. Il processo inizia all'età di 45-50 anni e termina entro 5-10 anni dopo l'ultimo periodo mestruale.

Tuttavia, a volte questa condizione può anche svilupparsi nelle donne in età riproduttiva. In questo caso, è considerata una patologia, che indica un significativo fallimento ormonale. Di solito questo è anche accompagnato da una mancanza di mestruazioni e potenzialmente porta alla sterilità, poiché l'embrione non può attaccarsi completamente alla mucosa atrofizzata. Perché questa condizione richiede un trattamento immediato.

Di solito, il trattamento inizia in modo tempestivo, poiché la condizione ha una sintomatologia abbastanza pronunciata e induce i pazienti a consultare un medico. La prognosi nella maggior parte dei casi è favorevole..

Natura legata all'età dell'atrofia endometriale

Nella perimenopausa, che dura in media circa 2 anni dalla fine dell'ultima mestruazione, la funzionalità dello strato endometriale è completamente persa. La riduzione della produzione di ormoni sessuali porta a cambiamenti fisiologici nell'endometrio, che non può più crescere e aggiornarsi regolarmente, le mestruazioni cessano.

Negli strati uterini, l'intensità del flusso sanguigno diminuisce, la norma dello spessore dell'endometrio uterino con la menopausa è determinata a un livello non superiore a 4-5 mm.

I normali cambiamenti nei tessuti endometriali sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • distribuzione irregolare delle ghiandole nel tessuto endometriale con strutture cistiche arrotondate parziali;
  • la presenza di siti endometriali non funzionali e singoli frammenti con focolai ghiandolari-iperplastici esposti a una piccola quantità di estrogeni;
  • eterogeneità nella densità del tessuto stromale.

L'endometrio dell'utero si trasforma gradualmente da uno stato di epitelio di transizione in atrofico. Si distingue per tali caratteristiche:

  • differisce poco dallo strato basale, poiché non subisce cambiamenti ciclici;
  • ha una struttura densa di natura fibrosa e la presenza di siti di tessuto connettivo;
  • contiene un piccolo numero di ghiandole tubolari costituite da un epitelio cilindrico.

L'atrofia è divisa in diversi tipi. Il suo carattere è influenzato dallo stato dello strato endometriale, che ha preceduto l'inizio della menopausa:

  • Lo sviluppo di una semplice forma di atrofia endometriale viene osservato con processi proliferativi insufficientemente espressi nella prima metà del ciclo mestruale o nella fase secretoria. Quindi il quadro istologico è caratterizzato dalla presenza nel tessuto endometriale di strutture fibrose e un numero limitato di ghiandole.
  • La forma cistica dell'atrofia è più comune in quei casi in cui, nel periodo precedente l'inizio della menopausa, la donna presentava segni di alterazioni displastiche ghiandolari-cistiche. Nel quadro morfologico, si nota l'espansione delle ghiandole a parete sottile sotto forma di piccole cisti.

Con pronunciati cambiamenti nella natura fibrosa, quando il tessuto stromale è saturo di aree fibrose, parlano di segni di trasformazioni degenerative legate all'età del tessuto endometriale.

Se una donna in menopausa ha una scarica sanguinolenta dal tratto genitale, dovresti assolutamente consultare un ginecologo. Spesso in tali casi, una parte dell'epitelio si trova nell'endometrio, che risponde alla debole produzione di estrogeni. Questa opzione è possibile con la formazione di neoplasie nelle appendici o ghiandole surrenali, lo sviluppo dell'oncopatologia. Ignorare le visite a un ginecologo da parte di pazienti di età non è giustificato e può trasformarsi in una situazione in cui si perde molto tempo per condurre una terapia adeguata.

Le cause

Nella stragrande maggioranza dei casi, l'endometrite atrofica si sviluppa a causa di un complesso di fattori interni ed esterni. Inoltre, spesso si formano delle commissioni, che a loro volta diventano un fattore provocatorio. Se sono presenti, l'atrofia progredisce, più veloce è, più aderenze sono disponibili. Pertanto, le cause di questo fenomeno sono le seguenti:

  • Frequenti aborti (meccanici o spontanei) e parto;
  • Curettage endometriale, terapeutico e diagnostico, dopo di che viene mal ripristinato;
  • Squilibrio ormonale, che porta non solo al diradamento della mucosa, ma anche a fermare il suo rinnovamento ciclico;
  • Dispositivi intrauterini (con scarsa qualità del prodotto, installazione imprecisa, predisposizione del paziente, ecc.);
  • Qualsiasi procedura chirurgica sull'utero e sulle tube di Falloppio, indipendentemente dal metodo.

I medici identificano anche diversi gruppi di rischio per questa malattia. I rappresentanti di questi gruppi hanno maggiori probabilità rispetto a tutti gli altri di subire un tale sviluppo di cambiamenti endometriali dopo gli interventi. Queste sono persone con malattie endocrine, in particolare diabete mellito, donne con obesità di tipo morboso, comuni nello spazio post-sovietico, ipertensione.

Come accennato in precedenza, la causa più comune di questa condizione è l'inizio della menopausa. In questo caso, il trattamento non è necessario. E tra le donne in età riproduttiva, questa condizione non è troppo diffusa..

Tipo di striscio atrofico: parakeratosi

Uno striscio di citologia è uno dei più importanti studi ginecologici. Per un ginecologo, questo è il modo più semplice e affidabile per scoprire in quali condizioni si trova la cervice..
Un tipo atrofico di striscio è un modo valido e affidabile per scoprire il rapporto quantitativo di cellule standard e parabasali. Questa analisi consente di ottenere un quadro chiaro delle condizioni della cervice, nonché di scoprire la quantità di ormoni nelle ovaie.

Il tipo atrofico di striscio (che puoi leggere in questo articolo) è considerato il metodo più affidabile per superare i test ginecologici per la citologia. Questo metodo è considerato molto semplice ed economico per tutti i segmenti della popolazione femminile. Con il suo aiuto, è possibile determinare le condizioni della cervice e intraprendere le successive azioni terapeutiche o preventive..

Il tipo atrofico di striscio per citologia ha l'obiettivo principale: identificare cellule innaturali e aliene nel corpo femminile. Di solito, in uno stato normale e sano di una donna, tali cellule sono assenti. Molto spesso sono tali cellule estranee che sono l'inizio della comparsa di tumori maligni.

Se il ginecologo ti informa che il risultato dell'analisi non è soddisfacente, in nessun caso non ritardare il trattamento. Se ci sono deviazioni di qualsiasi tipo, sottoporsi immediatamente a ulteriori ricerche mediche per aiutare a stabilire l'intero quadro. Molto spesso, tali esami aiutano a rilevare il cancro nelle prime fasi. Prima di iniziare il trattamento, maggiori sono le probabilità di successo.

Diagnosticare questa malattia può essere solo un ginecologo dopo l'esame. Per trattare efficacemente questa malattia, si raccomanda di ripristinare lo sfondo ormonale. Lo specialista selezionerà i farmaci in base alla tua analisi. In questo caso, l'ormone estrogeno può entrare nel corpo femminile con l'aiuto di compresse, supposte, cerotti o unguenti. Si consiglia inoltre di assumere vitamine e aumentare il tono vaginale con l'aiuto di esercizi speciali..

La parakeratosi è una malattia della cervice, in particolare la cheratinizzazione del suo strato mucoso. Questo fenomeno è spesso associato a fattori traumatici. Ciò può includere l'intervento medico, nonché la formazione di infezioni. Il papillomavirus umano non è escluso.

Per il trattamento di questa malattia, la mucosa cervicale viene raschiata e ulteriormente studiata per determinare la presenza di cellule estranee. Viene spesso utilizzata la cauterizzazione laser delle aree danneggiate. In nessun caso dovresti trattare questa malattia con metodi alternativi.

Sintomi

L'atrofia endometriale presenta sintomi caratteristici, quindi di solito è ben diagnosticata. I segni tipici di questa condizione sono:

  • Le irregolarità mestruali, di solito espresse nel suo allungamento e accorciamento del periodo di sanguinamento, e con il tempo, le mestruazioni possono scomparire del tutto;
  • Scarico molto scarso durante le mestruazioni;
  • Infertilità prolungata o bassissima probabilità di gravidanza;
  • Frequenti aborti spontanei nel minor tempo possibile (in caso di gravidanza dopo tutto);
  • Nel periodo climaterico, al contrario, può manifestarsi come sanguinamento minore, che normalmente non dovrebbe essere in menopausa;
  • Disagio durante il rapporto sessuale;
  • Grave dolore nell'addome inferiore, a volte acuto, associato o non correlato al ciclo mestruale.

La manifestazione più caratteristica che si verifica con il forte sviluppo della patologia è la completa cessazione delle mestruazioni. Molto spesso, la malattia viene diagnosticata in questa fase. Su di esso, è ancora suscettibile di un trattamento relativamente semplice..

Classificazione

Le sinechie intrauterine sono classificate in base alla struttura istologica.

  1. Film. In questo caso, ai pazienti viene diagnosticata una forma lieve della sindrome di Asherman. Il medico determina il cambiamento patologico mediante isteroscopia.
  2. Sinechia intrauterina fibromuscolare. Dopo la dissezione, tendono a sanguinare, perché sono saldamente saldati alla mucosa endometriale.
  3. Tessuto connettivo. I pazienti hanno una forma grave di sindrome di Asherman. Per far fronte a una tale formazione patologica, i medici raccomandano un intervento chirurgico.

Le aderenze possono coprire diverse aree e aree della cavità uterina, quindi esiste un'alta probabilità di danni alle tube di Falloppio. In assenza di un trattamento adeguato, si sviluppano l'atrofia della mucosa endometriale e altri cambiamenti patologici.

Diagnostica

La condizione viene diagnosticata utilizzando una serie di strumenti e studi. Vengono generalmente utilizzati i seguenti approcci:

  1. Una storia medica, durante la quale il medico scopre i sintomi della malattia, oltre a quanto tempo sono apparsi, ecc., Nonché lo stato riproduttivo, le caratteristiche della vita sessuale di una donna, le malattie ginecologiche (e non solo) in passato, ecc..
  2. L'esame ginecologico con l'aiuto di specchi e colposcopia viene eseguito per escludere altre cause ovvie dello sviluppo di sintomi spiacevoli;
  3. Un esame del sangue per gli ormoni per stabilire le cause indirette dei cambiamenti, a volte anche un esame del sangue generale e / o biochimico;
  4. L'ecografia consente di valutare direttamente lo spessore dell'endometrio;
  5. Isteroscopia per valutazione visiva secondo necessità.

La diagnosi viene effettuata sulla base di una serie di dati ottenuti a seguito dell'esame. Sulla base di questi dati, viene prescritto un trattamento che aiuta a ripristinare l'endometrio atrofico.

Che aspetto ha lo striscio?

Guardando la macchia a occhio nudo, è impossibile capire che qualcosa non va in lui. In effetti, esternamente, non differirà in alcun modo dalla macchia di una giovane donna in buona salute. Pertanto, un esame citologico (tipo atrofico di striscio) può essere eseguito solo con l'aiuto di un microscopio moderno. Le donne dovrebbero prestare attenzione al fatto che questo dovrebbe essere fatto ogni sei mesi per mantenere la loro salute e longevità..

Il tipo atrofico di striscio (cosa significa questo può essere letto in questo articolo) ha l'aspetto di cellule parabasali, che costituiscono la maggior parte della massa cellulare totale. La carenza di estrogeni porta al fatto che il tessuto epiteliale nella vagina non passa in altri tipi di tessuti e questo è il problema principale.

Gli scienziati hanno anche notato che maggiore è l'atrofia progressiva, più aumenta il nucleo delle cellule parabasali. Gli stadi atrofici più profondi consentono di notare che il nucleo diventa così grande da poter spostare tutti gli altri elementi vitali della cellula. Nonostante il fatto che il nucleo aumenti in modo significativo, la cellula stessa rimane la stessa..

complicazioni

Per una donna nella sua età riproduttiva, una tale malattia ha molti pericoli e complicazioni. Porta alle seguenti conseguenze:

  • Una riduzione significativa della probabilità di gravidanza e quindi, nel complesso, infertilità. Ciò è dovuto al fatto che l'embrione non sarà in grado di legarsi a un endometrio così modificato e diluito, e anche se si attacca, si verificherà un aborto al più presto possibile, poiché il potenziale feto non riceverà abbastanza nutrienti dall'endometrio e il suo processo di sviluppo si fermerà;
  • Le aderenze si formano con questa malattia quasi sempre. Di solito, sono localizzati vicino alle tube di Falloppio e nella parte inferiore dell'organo. Possono causare disagio e dolore significativi, ostacolare ancora di più la gravidanza, ecc..

Inoltre, saranno presenti gravi sintomi dolorosi e potrebbe manifestarsi un successivo disagio durante il rapporto.

Eziologia

L'atrofia dell'endometrio uterino si verifica per motivi fisiologici (naturali) e per varie malattie del sistema riproduttivo femminile.

Le cause naturali includono i cambiamenti legati all'età che portano alla menopausa.

I processi atrofici nella mucosa uterina sono strettamente associati a un segno come l'assenza di mestruazioni. Pertanto, le cause e i fattori di rischio includono:

  • sottosviluppo delle ghiandole sessuali;
  • tumori della ghiandola pituitaria e ipotalamo, portando a una stimolazione insufficiente dello sviluppo dell'utero nelle ragazze e nelle ragazze;
  • malnutrizione, malnutrizione;
  • forte stress, attività fisica troppo intensa, grande perdita di proteine;
  • sindrome dell'ovaio esausto, ipoestrogenismo;
  • rimozione delle ovaie con il loro tumore maligno o soppressione della funzione dei farmaci;
  • endometrite cronica sullo sfondo di aborti ripetuti, curettage della cavità uterina.

Terapia

La direzione principale della terapia con questa diagnosi è quella di aumentare l'endometrio, normalizzare le sue condizioni e la frequenza di aggiornamento e ripristinare la funzione riproduttiva della donna. Ma, come già accennato in precedenza, questa condizione deve essere trattata esclusivamente nelle donne in età riproduttiva. I seguenti metodi sono usati per questo:

  • La terapia ormonale viene eseguita con preparazioni di estrogeni, responsabili della crescita dell'endometrio o contraccettivi orali combinati, che hanno due componenti: estrogeno e progesterone. Il farmaco è prescritto in base ai dati di un esame del sangue per gli ormoni. La durata della terapia va da due a quattro mesi;
  • Operazioni isteroscopiche o altre operazioni leggermente invasive, durante le quali il medico gratta l'endometrio patologico, analizza le aderenze, cauterizza i fuochi della distruzione, se sono visibili.

Di solito, questi due metodi sono usati in combinazione e danno un discreto effetto. Pertanto, il corso del trattamento per questa malattia non supera i quattro mesi.

Iperplasia della menopausa

Molte donne durante la menopausa smettono di visitare un ginecologo per un esame di routine e non si preoccupano della loro salute. Eventuali disturbi o sensazione di malessere sono attribuiti allo sfondo ormonale del corpo, quindi non vanno dal medico. È durante la menopausa che le donne spesso sviluppano gravi malattie, alterazioni patologiche, tumori benigni o maligni.

Per questo motivo, gli esperti raccomandano di visitare regolarmente un ginecologo per un esame di routine per determinare le malattie e l'atrofia endometriale nella fase iniziale di sviluppo. Molto spesso, in menopausa, ai pazienti viene diagnosticata l'iperplasia della mucosa. Questa è una proliferazione eccessiva e spontanea di endometrio atrofico, che è accompagnato da un forte sanguinamento. Il motivo principale di questa condizione è un frequente cambiamento nel background ormonale. L'eccesso di peso corporeo, il diabete mellito e le malattie ipertensive portano all'atrofia endometriale durante la menopausa. Se non vieni dal ginecologo per un esame di routine, allora c'è la possibilità di sviluppare tumori cancerosi.

Trattamento in forma semplice

L'atrofia della mucosa endometriale porta spesso alla formazione di tumori cancerosi nella cavità uterina, quindi le donne devono andare regolarmente da un ginecologo per un esame di routine.

Un trattamento tempestivo aiuterà a prevenire lo sviluppo di gravi cambiamenti patologici nel corpo. Se l'iperplasia endometriale è accompagnata da un forte sanguinamento, i medici prima di tutto riducono la quantità di perdita di sangue, prescrivono farmaci antinfiammatori e regolano il ciclo mestruale.

Il trattamento prematuro porta a grave atrofia dell'endometrio. In questo caso, il medico può decidere di ricoverare il paziente in ospedale. Con la progressione di una semplice forma di iperplasia endometriale, si formano polipi sulla mucosa che richiedono la rimozione. Le neoplasie tendono a ripresentarsi, quindi il curettage non può risolvere completamente un problema così grave. Ciò è dovuto al fatto che i polipi hanno una base sotto forma di una gamba fibrosa.

Per eliminare completamente il problema, ai pazienti viene mostrata la rimozione chirurgica dell'endometrio atrofico con lo strato basale. E anche alle donne viene prescritto un trattamento con farmaci ormonali che ripristinano il lavoro dell'endometrio e normalizzano il ciclo. I più efficaci sono considerati contraccettivi combinati, che devono essere assunti solo sotto la stretta supervisione di un medico. I pazienti devono essere esaminati regolarmente per due anni. La durata del trattamento dipende dallo stato di salute e dalla velocità di guarigione della donna.

Misure preventive

Dovrebbe essere riconosciuto che l'iperplasia endometriale è una patologia di fondo per lo sviluppo di processi oncologici. E la principale misura preventiva è il rispetto delle regole degli esami di routine, che aiuteranno a identificare tempestivamente la malattia e iniziare il trattamento.

Puoi prevenire autonomamente lo sviluppo della malattia, osservando per niente regole complesse:

  • usare metodi contraccettivi per escludere l'aborto medico;
  • dare la preferenza alla contraccezione ormonale e abbandonare intrauterino;
  • normalizzare il peso corporeo.

Metodi di trattamento

Durante la diagnosi di iperplasia durante la menopausa, i medici prescrivono diversi metodi di trattamento ai loro pazienti..

  1. Terapia con farmaci ormonali. Il corretto dosaggio dei farmaci viene stabilito dopo un esame completo dell'endometrio atrofico e degli ultrasuoni. Il trattamento con farmaci ormonali aiuterà a prevenire la possibile formazione di tumori e neoplasie cancerose..
  2. Intervento chirurgico. Dopo aver esaminato il paziente e valutato la condizione, il ginecologo decide di eseguire il curettage dell'endometrio atrofico, la cauterizzazione laser o la rimozione dell'utero. Uno di questi metodi di trattamento viene eseguito solo secondo le indicazioni del medico dopo l'esame.
  3. Terapia combinata Questo metodo di trattamento combina l'uso di farmaci ormonali e interventi chirurgici. Dopo il trattamento con farmaci ormonali, il volume delle manipolazioni nella cavità uterina è significativamente ridotto. I medici possono rimuovere facilmente tutte le escrescenze patologiche e i fuochi dell'endometrio ricoperto di vegetazione.

Polipo placentare dopo medabort

L'aborto medico è un metodo di aborto. Viene effettuato in un istituto medico su richiesta del paziente, secondo indicatori medici o sociali..

Rispettare rigorosamente le date stabilite per un aborto medico. Ciò eviterà complicazioni dopo l'aborto, in particolare la formazione di un polipo placentare.

Date e tipi di medabort:

  • Farmaco o farmacia (vedi video)
  • Mini aborto o aspirazione del vuoto dell'uovo fetale.

La durata ottimale dell'intervento chirurgico: fino a 5 settimane di gravidanza (le mestruazioni ritardate non devono superare i 21 giorni).

  • Aborto da curettage della mucosa uterina.

Questo metodo di aborto è consentito per un periodo non superiore a 12-13 settimane. Il momento migliore per il curettage - gravidanza 8 settimane.

Un aborto intempestivo e non professionale crea un rischio di sanguinamento uterino, rimozione incompleta dell'uovo fetale, ritardo nell'utero di residui di corion e formazione di un polipo placentare dopo un aborto medico. Trattamento - curettage della mucosa uterina.

Se il polipo placentare si forma di nuovo dopo il curettage dell'utero, viene trattato da un ripetuto curettage.

Atrofia endometriale postmenopausale

La vaginite atrofica postmenopausale o l'atrofia vaginale è un assottigliamento delle pareti della vagina causato da un ridotto livello di estrogeni. Il più delle volte si verifica dopo la menopausa.

La menopausa è un periodo della vita di una donna che di solito inizia all'età di 45-55 anni, quando le ovaie non producono più ormoni. La donna smette di mestruare.

Le donne con atrofia vaginale hanno maggiori probabilità di infezioni vaginali croniche e problemi con la minzione. Può anche rendere spiacevole la vita sessuale. Secondo l'American Association of Family Physicians, fino al 40% delle donne soffre di atrofia endometriale postmenopausale.

Le cause

La causa della vaginite atrofica è una diminuzione degli estrogeni. Senza questo ormone, il tessuto vaginale diventa più sottile, meno elastico e facilmente feribile. Una diminuzione dell'estrogeno con lo sviluppo dell'atrofia endometriale può verificarsi nei seguenti casi:

    • allattamento;
    • rimozione delle ovaie (menopausa chirurgica);
    • chemioterapia per il trattamento del cancro sviluppata a seguito della terapia ormonale sostitutiva;
    • radioterapia;
    • terapia ormonale per il cancro al seno.

L'attività sessuale regolare aiuta a mantenere la salute del tessuto vaginale. Migliora anche la salute del cuore, ripristina la circolazione sanguigna. Ma quando il sesso postmenopausale diventa più raro, l'assottigliamento del tessuto è più veloce.

Alcune donne hanno maggiori probabilità di avere la vaginite atrofica. Le donne che non hanno mai partorito bambini sono più inclini a questa condizione patologica..

Le donne con alterata circolazione sanguigna, che non fornisce ossigeno alla vagina e ad altri tessuti del corpo, hanno un aumentato rischio di malattia. Inoltre, lo sviluppo della condizione patologica è influenzato dal fumo e dalle bevande alcoliche. Come risultato di tali fattori, la mucosa diventa più sottile e atrofia dell'endometrio.

Sintomi

I sintomi dell'atrofia vaginale possono variare e una donna non li vivrà necessariamente tutti allo stesso tempo. Loro includono:

  • dolore durante il rapporto sessuale o dispareunia;
  • pallore delle labbra;
  • infezioni del tratto genitale più frequenti;
  • secchezza e prurito vaginali;
  • sanguinamento dopo il rapporto sessuale;
  • perdita di libido;
  • sangue nelle urine;
  • incontinenza;
  • aumento della frequenza di minzione;
  • accorciamento vaginale.

Molte donne sono imbarazzate dall'atrofia vaginale. Tuttavia, questa è una condizione molto comune che risponde bene al trattamento. Un medico dovrebbe essere consultato se i sintomi diventano molto pronunciati e interferiscono con la vita di tutti i giorni..

Secondo i medici, quasi la metà delle donne in postmenopausa presenta sintomi di vaginite atrofica. Prendi un appuntamento con un medico se una donna sperimenta rapporti sessuali dolorosi, consentiti con creme idratanti vaginali o lubrificanti a base d'acqua.

complicazioni

La vaginite atrofica aumenta il rischio di infezione delle donne da parte delle donne La condizione patologica provoca cambiamenti nell'ambiente acido della vagina, che facilita lo sviluppo di infezioni, lieviti e altri organismi nocivi..

La malattia aumenta anche il rischio di sviluppare atrofia del sistema urinario. Di conseguenza, c'è una sensazione di bruciore durante la minzione e il dolore, alcune donne soffrono di incontinenza.

Diagnostica

Consultare immediatamente un medico se il rapporto è doloroso, anche con la lubrificazione. Dovresti anche visitare un medico se manifesti insoliti sanguinamenti vaginali, perdite, bruciore o indolenzimento..

Il medico effettuerà un esame, chiederà la storia medica. Dovresti informare il tuo medico sull'uso di compresse o prodotti cosmetici che possono causare o aggravare i sintomi della vaginite atrofica..

Una donna dovrà fare dei test per studiare l'acidità della vagina. Il medico può anche prescrivere un'ecografia in caso di sanguinamento di origine sconosciuta e un test del diabete per escludere questa malattia..

Gli organi pelvici vengono esaminati per patologie infettive, come candidosi, endometrite e vaginosi batterica. L'atrofia endometriale nel periodo postmenopausale rende la vagina più suscettibile alle infezioni da vari funghi, virus e infezioni.

Il ginecologo deve condurre un esame fisico. Durante la diagnosi, il medico palpa gli organi pelvici ed esamina la vagina e la cervice per rilevare le aree danneggiate. Il medico esamina i genitali esterni per rilevare segni fisici di atrofia, vale a dire:

  • rivestimento vaginale pallido, liscio, lucido;
  • perdita di elasticità;
  • mancanza di peli pubici;
  • genitali esterni sottili;
  • distensione del tessuto uterino;
  • prolasso degli organi pelvici (rigonfiamento delle pareti della vagina).

Il medico può ordinare un esame più dettagliato per confermare o escludere le malattie. Uno striscio vaginale è un esame microscopico di un tessuto prelevato dalla biopsia dalle pareti della vagina. Con l'aiuto di uno striscio, il medico può trovare alcuni tipi di cellule e batteri che sono comuni con l'atrofia..

Una striscia indicatrice di carta viene inserita nella vagina per verificare l'acidità. Il medico può anche raccogliere perdite vaginali per questo test..

Trattamento

La terapia ormonale sostitutiva è una delle opzioni di trattamento per la vaginite atrofica. Pillole, gel o unguenti aiutano a riempire il corpo con estrogeni, che è così carente nelle donne in postmenopausa. Gli effetti collaterali e i rischi devono essere discussi con il proprio medico prima di acquistare qualsiasi farmaco..

Le compresse, le creme e gli anelli vaginali possono essere inseriti all'interno della vagina per fornire più rapidamente gli estrogeni nell'area desiderata. L'esercizio fisico regolare è anche importante per migliorare la circolazione del bacino. Per alleviare i sintomi dell'atrofia vaginale aiuteranno i cambiamenti dello stile di vita:

  • Smettere di fumare. Il fumo riduce i livelli di estrogeni e aumenta il rischio di sviluppare atrofia vaginale, nonché altre condizioni come l'osteoporosi.
  • Aumento dell'attività sessuale. I rapporti sessuali regolari aumentano il flusso di sangue ai genitali, il che aiuta a mantenere una buona salute..
  • Non utilizzare prodotti chimici domestici con profumi. I prodotti aromatizzati come polveri, saponi e deodoranti devono essere eliminati. È anche importante notare che alcuni lubrificanti e spermicidi possono irritare la vagina e provocare secchezza..

Come metodi alternativi di trattamento dell'atrofia vaginale, sono stati suggeriti diversi consigli sulla dieta e l'integrazione. L'esclusione di determinati alimenti aiuterà a liberarsi più rapidamente dell'atrofia vaginale..

Il raggiungimento e il mantenimento di un indice di peso corporeo e di peso corporeo sano possono anche aiutare con l'atrofia endometriale. I prodotti contenenti estrogeni vegetali o fitoestrogeni, come semi di soia, semi di lino o soia, dovrebbero essere aggiunti alla dieta..

Uno studio recente mostra che si verifica una diminuzione della secchezza vaginale con fitoestrogeni. Dovresti anche bere molta acqua, limitare la caffeina e l'alcool..

popolare

L'atrofia vaginale di solito risponde bene a procedure relativamente semplici. Sono disponibili diversi rimedi naturali o domestici per farti sentire meglio..

Gli specialisti hanno studiato l'olio di olivello spinoso come possibile alternativa alla terapia estrogenica tradizionale. Questo olio è ricco di acidi grassi essenziali. I partecipanti che hanno assunto questo farmaco hanno notato un miglioramento dell'elasticità dei tessuti vaginali e il ripristino delle aree danneggiate.

Verso la fine dello studio, alcuni partecipanti hanno notato un aumento del dolore alle articolazioni e allo stomaco. Non è ancora noto se ciò sia dovuto all'olio di olivello spinoso o sia il risultato di altri fattori..

La vitamina E, la vitamina A, il beta-carotene, le vitamine del gruppo B e gli acidi grassi omega-3 sono utili per la menopausa, in particolare per l'atrofia endometriale.

Tradizionale

Oltre alle medicine naturali e ai cambiamenti dello stile di vita, esistono diversi medicinali per il trattamento dell'atrofia vaginale. Ecco qui alcuni di loro:

  • Gli oli d'acqua privi di glicerina aiutano a ridurre il disagio durante il sesso.
  • Idratanti vaginali possono essere applicati ogni 2-3 giorni. Il loro effetto dura più a lungo del grasso..
  • La crema topica agli estrogeni applicata direttamente sulla vagina allevia i sintomi più velocemente che se assunta per via orale.
  • I probiotici sono batteri necessari per il corpo umano. Gli studi dimostrano che questi farmaci aiutano ad alleviare i sintomi dell'atrofia vaginale. Alcune donne sono turbate da problemi di minzione e i probiotici rendono più facile questo sintomo..
  • La terapia estrogenica sistemica è molto popolare. Utilizzare cerotti, protesi, compresse o gel per la pelle che vengono applicati direttamente sulla pelle.

Tuttavia, la terapia estrogenica sistemica ha alcuni potenziali effetti collaterali. Questi includono:

  • tenerezza al seno;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • dispepsia;
  • sanguinamento vaginale;
  • dolore addominale.

Potrebbe esserci anche un aumentato rischio di sviluppare coaguli di sangue e cancro al seno con questo tipo di trattamento. Tuttavia, i benefici di solito superano i rischi..

Prevenzione

Una donna può controllare l'atrofia endometriale a casa, apportando semplici cambiamenti nel suo stile di vita. La malattia è curabile. La prognosi è buona se l'atrofia endometriale viene trattata tempestivamente e vengono prevenute nuove ricadute..

L'attività sessuale regolare è una delle migliori misure per proteggere dall'atrofia vaginale. Il sesso aumenta il flusso sanguigno, mantenendo i tessuti sani.

Puoi anche provare a usare creme idratanti. Usandoli prima del rapporto sessuale, puoi eliminare secchezza e bruciore. Inoltre, tali farmaci influenzano perfettamente la mucosa, provocano il corpo a produrre una lubrificazione più naturale..

Atrofia endometriale - la norma in menopausa, patologia che richiede un trattamento, in età riproduttiva

L'atrofia endometriale è la risposta del corpo a uno stato ipoestrogenico. Si manifesta con l'assottigliamento dello strato interno dell'utero e la cessazione della sua crescita e del suo rifiuto ciclici. Questo di solito si verifica dopo la cessazione del sanguinamento mestruale regolare, cioè in menopausa.

Come succede??

Normalmente, i processi ciclici nella mucosa uterina (un aumento dello strato ghiandolare, la preparazione per l'impianto dell'uovo, e quindi il rifiuto dello strato funzionale e l'inizio delle mestruazioni) sono regolati dagli ormoni ovarici - estrogeno e progesterone. Questi cicli regolari delle gonadi si verificano anche sotto l'influenza di segnali ormonali provenienti dall'ipofisi attraverso l'ormone gonadotropina. La sua produzione, a sua volta, è regolata dal fattore di rilascio di gonadotropina, che viene prodotto in un'altra parte del cervello: la ghiandola pituitaria.

Durante la menopausa, la capacità di sopportare i bambini gradualmente svanisce. Come risultato di una diminuzione del livello di stimolazione ormonale, la crescita mensile dello strato ghiandolare cessa di verificarsi. Questo è uno dei motivi per cui è impossibile rimanere incinta dopo la menopausa..

Lo strato interno dell'utero, senza l'effetto stimolante degli ormoni, si ridurrà gradualmente. Si verifica atrofia delle ghiandole endometriali. Gli elementi del tessuto connettivo iniziano a prevalere. Non è accompagnato da sensazioni spiacevoli..

In alcuni casi, con un effetto medicinale o chirurgico sul sistema ormonale o con malattie degli organi genitali, si verifica rispettivamente la menopausa artificiale o precoce. Quindi l'atrofia endometriale si sviluppa in età riproduttiva. Può essere temporaneo o irreversibile ed è accompagnato da infertilità.

Normalmente, il processo descritto inizia all'età di 45-47 anni e continua per circa 10 anni dopo la cessazione delle mestruazioni. Eventi atrofici ben definiti sono caratteristici delle donne anziane.

Sviluppo dell'atrofia dell'endometrio legata all'età

Nell'intervallo tra l'inizio dei primi sintomi della menopausa e il completamento di 2 anni dopo l'ultima mestruazione (cioè nella perimenopausa), lo strato interno dell'utero perde gradualmente le sue proprietà funzionali.

Prima dell'inizio della menopausa, un esame istologico del tessuto endometriale può includere i seguenti sintomi:

  • una combinazione di endometrio non funzionante con iperplasia ghiandolare debolmente espressa, che si sviluppa sotto l'influenza di una piccola quantità di estrogeni;
  • la distribuzione delle ghiandole è irregolare, alcune sono formazioni arrotondate - ingrandimenti cistici;
  • i nuclei epiteliali in alcune ghiandole sono situati in una fila, in alcuni - in diversi;
  • in diverse aree viene determinata la densità irregolare del tessuto principale - lo stroma -.

Questi cambiamenti sono normali nelle donne perimenopausali..

Dopo il completamento delle mestruazioni, l'epitelio di transizione viene prima determinato, quindi atrofico.

Caratteristica dell'epitelio atrofico:

  • esternamente, è quasi indistinguibile dallo strato basale, cioè non subisce cambiamenti ciclici;
  • lo stroma è denso, avvizzito, ricco di fibre del tessuto connettivo e collagene;
  • contiene una piccola quantità di ghiandole, sono allineate in fila con un basso epitelio cilindrico;
  • le ghiandole sembrano condotti a lume stretto.

Lo sviluppo del processo atrofico dipende dalle condizioni dell'endometrio prima dell'inizio della menopausa:

  1. Se durante l'ultimo ciclo sono state osservate insufficientemente fasi di proliferazione (prima metà) o secrezione (seconda metà del ciclo), si sviluppa una semplice atrofia endometriale. Inoltre, a livello microscopico, nel tessuto vengono determinate rare ghiandole allungate rivestite con epitelio sottile e situate in una base fibrosa densa.
  2. L'atrofia cistica dell'endometrio si sviluppa se ci sono stati processi proliferativi irregolari o iperplasia ghiandolare-cistica, cioè processi patologici nello strato interno dell'utero, prima che il livello di estrogeni diminuisse, cioè prima della menopausa. Allo stesso tempo, le ghiandole espanse con pareti sottili sono rivestite con basso epitelio.
  3. In alcuni pazienti, vengono determinati i segni della degenerazione legata all'età: l'espansione cistica delle ghiandole, i nuclei nell'epitelio sono disposti in più file, sono rugosi, non hanno processi di divisione. I cambiamenti fibrosi (fibrosi) sono espressi nel tessuto stromale.

Quest'ultimo tipo di cambiamento viene talvolta scambiato per segni di iperplasia ghiandolare che si verifica nei pazienti in postmenopausa.

Se le mestruazioni si sono fermate a lungo e lo spotting è riapparso, durante lo studio, invece di uno strato mucoso atrofizzato, si può trovare un epitelio con segni di influenza estrogenica su di esso. Questa condizione si verifica con lo sviluppo di tumori delle ovaie o delle ghiandole surrenali..

Eziologia

L'atrofia dell'endometrio uterino si verifica per motivi fisiologici (naturali) e per varie malattie del sistema riproduttivo femminile.

Le cause naturali includono i cambiamenti legati all'età che portano alla menopausa.

I processi atrofici nella mucosa uterina sono strettamente associati a un segno come l'assenza di mestruazioni. Pertanto, le cause e i fattori di rischio includono:

  • sottosviluppo delle ghiandole sessuali;
  • tumori della ghiandola pituitaria e ipotalamo, portando a una stimolazione insufficiente dello sviluppo dell'utero nelle ragazze e nelle ragazze;
  • malnutrizione, malnutrizione;
  • forte stress, attività fisica troppo intensa, grande perdita di proteine;
  • sindrome dell'ovaio esausto, ipoestrogenismo;
  • rimozione delle ovaie con il loro tumore maligno o soppressione della funzione dei farmaci;
  • endometrite cronica sullo sfondo di aborti ripetuti, curettage della cavità uterina.

Atrofia endometriale medica

Con alcune malattie accompagnate da sanguinamento intenso, i medici causano questa condizione artificialmente. Può essere:

  • endometriosi grave;
  • fibromiomi;
  • tumore al seno
  • chirurgia uterina pianificata.

I ginecologi prescrivono farmaci che sopprimono l'effetto estrogenico sullo strato interno dell'utero a diversi livelli. Allo stesso tempo, i processi atrofici si sviluppano per un po '. I principali gruppi di medicinali che causano la menopausa artificiale temporanea:

  • analoghi dell'ormone di rilascio delle gonadotropine (Zoladex, Buserelin Depot, Diferelin, Lucrin Depot, Eligard);
  • inibitori dell'ormone gonadotropina (Danol);
  • progestinici (Byzanne).

Farmaci che sopprimono l'influenza estrogenica sullo strato interno dell'utero

Di solito, dopo il completamento del trattamento nelle donne in età riproduttiva, la mucosa uterina viene ripristinata in modo indipendente o sotto l'influenza di agenti ormonali ulteriormente prescritti..

È interessante l'effetto del farmaco antiestrogenico Tamoxifen, prescritto per le donne anziane con carcinoma mammario e con carcinoma ovarico. Con il suo utilizzo, molto spesso lo spessore dell'endometrio aumenta paradossalmente, nonostante l'assenza di un effetto estrogenico stimolante. In questo momento, l'esame microscopico rivela l'atrofia cistica dello strato funzionale superiore e un aumento dello spessore dello strato profondo, cioè iperplasia stromale. È importante che in questo caso, nonostante un aumento di M-Echo, il curettage non sia indicato per tali pazienti, poiché esiste ancora un processo atrofico dell'endometrio e non la sua iperplasia.

Manifestazioni cliniche

I sintomi dell'atrofia endometriale nella postmenopausa sono gli stessi indipendentemente dalla sua causa - naturale o artificiale:

  • accorciando la durata e diminuendo l'intensità del sanguinamento mestruale, fino a sbavare, ma scarico regolare o mancanza di esso;
  • infertilità o aborto abituale;
  • sono possibili atrofia simultanea delle mucose della cervice, della vagina, dolore durante i rapporti sessuali e spotting durante le lesioni.

Il dolore per questa condizione è insolito. Questo è un processo non infiammatorio, non tumorale, non c'è contaminazione microbica o afflusso di sangue eccessivo.

Il dolore può verificarsi con la formazione di aderenze intrauterine (sinechia) a seguito di un corso prolungato di endometrite cronica atrofica.

Le aderenze nell'utero sono una delle principali complicanze derivanti dai processi atrofici della mucosa. Potrebbero non manifestarsi clinicamente. Tuttavia, queste aderenze rappresentano un certo pericolo, se i processi sono stati causati artificialmente, durante il trattamento di una varietà di malattie ginecologiche. Dopo il ripristino del ciclo mestruale, non scompaiono e possono causare difficoltà con il concepimento. In questo caso, vengono dissezionati durante un esame isteroscopico.

Diagnostica

Il sintomo principale è una diminuzione del segno ecografico "M-echo", che riflette il suo spessore, inferiore a 5 mm. Se una donna ha un'età appropriata, questo non è pericoloso e non può essere curato. Le osservazioni richiedono solo una combinazione di atrofia endometriale con un sierometro: l'accumulo di liquido nella cavità uterina. Tale condizione può essere il primo segno di ulteriore patologia dello strato uterino interno.

Se i cambiamenti atrofici sono determinati nelle donne in età riproduttiva e non hanno ragioni ovvie, è necessario un ulteriore esame:

  • esame ginecologico con una valutazione delle condizioni della cervice, striscio PAP;
  • esami del sangue per il livello di gonadotropina e ormoni sessuali;
  • se necessario - isteroscopia.

Trattamento

Il trattamento dell'atrofia endometriale viene effettuato nelle donne in età riproduttiva. In altri casi, questa condizione non è dannosa per la salute del paziente..

Le principali aree terapeutiche:

  • creazione di un regime protettivo, corretta alimentazione, eliminazione di carichi pesanti;
  • terapia vitaminica, agenti riparatori;
  • fisioterapia, cure termali, bagni di fango e radon in sanatori ginecologici specializzati;
  • terapia ormonale: vengono utilizzati agenti combinati estrogeno-progestinici che ripristinano i processi ormonali ciclici e quindi stimolano la formazione di ghiandole endometriali;
  • dissezione isteroscopica delle sinechie (aderenze) che impediscono il normale corso della gravidanza.

La terapia ormonale del corso di solito dura 3-4 cicli, dopo che i processi nell'utero sono stati ripristinati e una donna può rimanere incinta.

Prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo dell'atrofia endometriale in giovane età, è necessario:

  1. Mangia bene, non esaurirti con l'allenamento fisico o la fame.
  2. Evitare l'aborto e le infezioni genitali.
  3. Osservazione dispensaria regolare da un ginecologo.
  4. Consultazione tempestiva con un medico quando si cambia la natura del ciclo mestruale.

Atrofia endometriale: caratteristiche del corso in età riproduttiva e nelle donne in postmenopausa

Endometrio - mucosa uterina. È costituito da cellule epiteliali e rivestimento dello stroma, che contengono ghiandole secretorie. L'epitelio è penetrato da un numero significativo di capillari..

Il suo spessore varia nelle diverse fasi del ciclo, caratterizza le capacità riproduttive. Normalmente, una donna, a seconda del periodo, è di 0,2-1,8 cm.

Endometrio sano - una condizione indispensabile per l'attaccamento dell'uovo fetale.

Atrofia endometriale - assottigliamento della mucosa uterina. Questo è un processo naturale nella fase pre-menopausa, con una diminuzione dei livelli di estrogeni, il recupero della mucosa rallenta e successivamente si ferma. Questo fenomeno in età riproduttiva è già una patologia dovuta a disturbi ormonali. Conduce alla sterilità, perché l'uovo fetale non è in grado di ottenere un punto d'appoggio sulla parete uterina.

I sintomi distintivi dell'atrofia sono associati a malfunzionamenti del ciclo mestruale, fino alla completa scomparsa.

L'essenza della patologia

Lo strato ghiandolare si ispessisce mensilmente, facilitando l'impianto dell'uovo fetale. Se il concepimento non è arrivato, è respinto. Ciò è dovuto all'attività di ormoni speciali di una donna: estrogeni e progesterone.

Man mano che la menopausa si sviluppa, la loro sintesi diminuisce, la mucosa non si rinnova e si verifica un processo atrofico. Allo stesso tempo, lo strato si assottiglia, diventa una tonalità pallida, attraverso di essa sono visibili capillari espansi e vasi.

In giovane età, un cambiamento nel background ormonale nel corpo o l'assunzione di determinati farmaci porta alla menopausa prematura.

L'endometrio si presenta come segue:

  1. L'iperplasia endometriale ghiandolare è scarsamente sviluppata.
  2. Le ghiandole sono posizionate in modo casuale, alcune trasformate in formazioni arrotondate cistiche.
  3. I nuclei di epitelio sono distribuiti in modo non uniforme.
  4. Variazioni della densità del tessuto, stroma presente (caratteristica rete tridimensionale).
  • fallimento del ciclo mestruale;
  • scarsa leucorrea nei giorni critici o completa assenza;
  • infertilità, aborti spontanei all'inizio del primo trimestre;
  • dolore durante i rapporti sessuali;
  • dolore nell'addome inferiore.

Se si verificano cambiamenti prima dell'inizio della menopausa, alla donna viene diagnosticata una variante cistica dell'atrofia. Il principale segno di patologia sono le ghiandole ingrossate. Allo stesso tempo, vengono rilevati sinechia e atrofia.

Synechiae - proliferazione caotica del tessuto connettivo, condizione aggravante. Ciò porta a una violazione della pervietà delle tube di Falloppio, l'inizio del processo adesivo. C'è dolore, aggravato dalle mestruazioni, scarso scarico. L'amenorrea si sviluppa meno spesso.

Gruppi a rischio

In età riproduttiva, l'endometrio atrofico è una conseguenza della lesione della mucosa durante le seguenti manipolazioni:

  • aborto sotto vuoto, curettage, anche a fini di diagnosi;
  • eliminazione di polipi, cisti e altri tumori benigni;
  • installazione della Marina;
  • chirurgia sui tubi e / o sull'utero.

Il gruppo a rischio comprende donne che hanno sperimentato un calo dei livelli di estrogeni come parte di uno squilibrio ormonale dopo le seguenti procedure:

  • rimozione delle ovaie;
  • chemioterapia
  • radioterapia;
  • terapia ormonale per il cancro al seno.

Questa patologia è più spesso osservata nelle donne nullipare e nei pazienti diabetici obesi. Eccessivo stress fisico ed emotivo, una forte perdita di peso sullo sfondo di diete, cattive abitudini - fumo, alcolismo si riflettono negativamente sullo stato di salute.

Circa il 50% delle donne sopra i 45 anni manifesta sintomi di sviluppo dell'atrofia correlata all'età: disagio durante il rapporto sessuale, secchezza e bruciore nella vagina, sanguinamento dopo il rapporto sessuale e aumento della frequenza della minzione. Hanno un aumentato rischio di infezioni del tratto genitale. La maggior parte di questi problemi può essere risolta scegliendo il trattamento migliore..

Il tipo di malattia dipende dallo stato della funzionalità dello strato endometriale prima dell'inizio della menopausa.

Caratteristiche caratteristiche dell'epitelio atrofico:

  • non soggetto a modifiche in diversi periodi del ciclo;
  • lo stroma è rugoso, compattato, contiene un volume aumentato di fibre e collagene;
  • il numero di ghiandole diminuisce, si trovano in uno strato sottile, acquisiscono la stessa altezza con un epitelio cilindrico;
  • le ghiandole in apparenza sembrano tubi con un lume sottile.

L'endometrio atrofico ha le seguenti varietà:

Il controllo è necessario durante tutte le fasi della menopausa. La menopausa non è un motivo per rifiutare di sottoporsi a regolari esami, tra cui esame, controllo dell'umore, uno striscio, ecografia transvaginale eseguita dall'ugello attraverso la vagina, tubi a raggi X / utero. Dopo aver ricevuto i risultati, il medico selezionerà un ciclo di trattamento, se necessario..

Semplice

L'atrofia endometriale è la reazione del corpo femminile ai cambiamenti nei livelli ormonali. Puoi parlarne se è passato almeno un anno dopo le regole. La stimolazione ormonale diminuisce, la crescita mensile dello strato ghiandolare non si verifica, lo spessore della mucosa diminuisce.

Quando si osserva lo strato uterino al microscopio nei tessuti, si notano le ghiandole di forma allungata, un sottile strato epiteliale. Con la menopausa completa, questo processo non è patologico.

cistica

Le ghiandole espanse sono rivestite con un singolo strato di epitelio cilindrico di spessore inferiore. L'assottigliamento e l'infiammazione causati dalla carenza di estrogeni nelle donne in postmenopausa possono portare al rilascio di sangue di varia intensità.

Le donne che soffrono di ipertensione sono particolarmente inclini a questo..

È necessario scoprire la causa di questo fenomeno, poiché è spesso un segno del verificarsi di neoplasie benigne o malignità delle tube di Falloppio o della cervice. I tumori nelle ovaie di solito si sviluppano nella fase postmenopausale. Se sono maligni, viene eseguita la rimozione chirurgica delle ovaie.

Cambiamenti nell'endometrio durante la menopausa

L'endometrite atrofica nella fase climaterica è la norma. Ma il fenomeno opposto - ispessimento dello strato - può essere un segno di patologia.

L'iperplasia endometriale è sempre un processo patologico, accompagnato da proliferazione della mucosa uterina. Se il suo sviluppo non viene interrotto, colpisce le fibre muscolari. Lo strato normalmente cresce a metà del ciclo e lascia il corpo con delle secrezioni, se non ci fosse il concepimento.

Con lo sviluppo della menopausa, il processo di riproduzione cellulare è disturbato, lo strato basale cresce ulteriormente, non si verifica l'escrezione fisiologica. Vi è un malfunzionamento nell'attività di molti sistemi, possibilmente cellule tissutali maligne.

Varietà di fenomeni iperplastici:

  1. Ghiandolare: le ghiandole situate nell'endometrio crescono e si deformano. Lo spessore è massimizzato.
  2. Cistica - con la crescita dello strato, un foro nella ghiandola di uscita viene bloccato, si forma la cisti. Questo processo è molto pericoloso, può provocare lo sviluppo dell'oncologia..
  3. Basale - un tipo abbastanza raro di malattia, lo strato interno penetra in profondità nell'utero.
  4. Focale (polipo) - la formazione di polipi, escrescenze sulla gamba.
  5. Atipico - causato da un brusco cambiamento insolito nelle cellule endometriali e dalla sua penetrazione in altri tessuti. Questa varietà è molto pericolosa, spesso va in oncologia. La terapia non esiste, l'utero viene rimosso chirurgicamente.
  6. Combinato.

Il sintomo principale della malattia è sanguinamento o sanguinamento dalla vagina, indipendentemente dal loro volume, durata e frequenza di insorgenza.

Ciò è accompagnato da debolezza, affaticamento, salti della pressione sanguigna, ridotta capacità di lavorare e mal di testa. Deve visitare uno specialista due volte all'anno.

Il medico effettuerà un esame sulla sedia, prenderà degli strisci per la presenza di cellule atipiche, se necessario, prescriverà la diagnostica strumentale.

Formazione ipoecogena nell'ovaio

L'ecografia consente di rilevare molte patologie femminili nelle prime fasi. I tessuti con densità diverse danno un'immagine di colore diverso sullo schermo.

La formazione ipoecogena è una parte di un organo che ha una densità acustica inferiore al tessuto circostante. Più spesso si tratta di cisti o tumori: cavità a pareti sottili piene di liquido. La cisti è raramente attaccata all'ovaio o è sulla gamba.

Questa non è una diagnosi, l'educazione può essere:

  • cisti;
  • rigonfiamento
  • cisti echinococcica;
  • follicolo normale nella fase centrale del ciclo.

Durante la diagnosi, il medico imposta le dimensioni, la struttura e i confini dell'inclusione. In una donna in fase fertile, la struttura delle ovaie è eterogenea, a differenza di coloro che stanno vivendo una menopausa.

Le cisti sono classificate in base alla causa della loro formazione:

  1. Follicolare: il follicolo è ingrandito, ha pareti sottili, è pieno di liquido. Superficie liscia, diametro inferiore a 8 cm.
  2. La cisti del corpo luteo è una sfera con un diametro di circa 7 cm con una superficie liscia, riempita con un liquido giallo-rosso.
  3. L'endometrioide (cioccolato) si forma a causa della mutazione delle cellule endometriali. Ha pareti spesse piene di liquido marrone scuro. Questo tipo di patologia è una delle conseguenze dell'endometriosi. I tessuti molli della mucosa uterina e i coaguli di sangue possono portare alla formazione di cavità.
  4. Dermoide - una formazione benigna, dura a lungo con quasi nessun segno evidente.
  5. Mucinoso: multi-camera, incluso muco spesso.

Le cisti ovariche possono crescere di grandi dimensioni, andare in una forma maligna. Se avverti dolore nell'addome inferiore, secrezione marrone dalla vagina, mestruazioni irregolari, devi sottoporsi a una visita medica.

Caratteristiche della menopausa

In premenopausa, l'attività delle ovaie inizia a sbiadire, il numero di uova che possono fertilizzare diminuisce. A causa di una diminuzione dei livelli ormonali, il numero totale di follicoli diminuisce, mentre le uova non maturano completamente. Ci sono cambiamenti notevoli nello strato endometriale in diverse fasi del ciclo, perde la sua capacità di crescere con fluttuazioni dei livelli ormonali.

Lo sviluppo della menopausa (l'ultimo regolamento, dopo il quale la funzione riproduttiva alla fine svanisce) è indicato dalla cessazione delle mestruazioni. La mucosa uterina diminuisce, caratterizzata da cambiamenti atrofici. Dopo aver interrotto le mestruazioni durante l'anno, lo spessore dello strato endometriale nelle donne in postmenopausa rimane costante.

La produzione di ormoni, l'attività delle ovaie e la formazione di ovociti cessano. Il prossimo stadio della vita di una donna sta arrivando: la postmenopausa. Il corpo viene ricostruito, si abitua a vivere in assenza di ormoni sessuali. L'endometrio diventa più sottile, il processo atrofico procede senza intoppi. Lo spessore è di circa 5 mm..

Se lo strato epiteliale continua a crescere, nonostante l'inizio della menopausa, stiamo parlando di iperplasia. Il verificarsi di sanguinamento o scarso scarico dalle labbra è osservato con uno spessore di oltre 8 mm. Per molto tempo, la patologia non si manifesta, ma il processo progredisce, un'educazione benigna può cambiare il suo carattere.

Atrofia durante la menopausa

Il climax è un processo fisiologico naturale associato alla fine del periodo riproduttivo della vita di una donna. Inizialmente, la sintesi di estrogeni diminuisce, il che influenza la regolarità e la natura delle mestruazioni.

Il livello di estrogeni è un fattore decisivo da cui dipende la condizione dell'epitelio della vagina e dell'utero. La menopausa può durare fino a 10 anni, culminando nella menopausa - l'ultima mestruazione. Puoi parlarne se per un anno o più non ci sono mensili.

  • Nella fase successiva, la ristrutturazione ormonale termina, le ovaie cessano la loro attività, il livello di estrogeni è ridotto al minimo.
  • Tutti i genitali cambiano l'aspetto di:
  • l'utero è di dimensioni ridotte;
  • i nuclei nell'epitelio sono disposti in file, è rugoso, il processo di divisione è assente;
  • il tessuto stromale presenta alterazioni fibrose;
  • il lume della cervice diminuisce di dimensioni, il canale cervicale si restringe, in essa può formarsi la sinechia;
  • la vagina secca aumenta, la superficie diventa più sottile;
  • l'arco vaginale è debole, le pieghe sulle pareti sono assenti;
  • sorgono aree senza epitelio o zone sciolte con aderenze;
  • sanguinamento possibile;
  • il volume delle ghiandole mammarie cambia;
  • i peli pubici diminuiscono.

La crescita del tessuto connettivo progredisce e raggiunge il massimo dopo lo sviluppo della menopausa.

Metodi di trattamento

La terapia dell'atrofia endometriale è prescritta alle donne nella fase riproduttiva.

  1. Regime risparmiante, dieta sana, eliminazione di uno sforzo fisico eccessivo.
  2. Mezzi di rafforzamento generali.
  3. Fisioterapia, trattamento termale.
  4. Terapia ormonale. Vengono utilizzati farmaci o OK combinato, inclusi estrogeni e / o progesterone. L'assunzione di ormoni riduce al minimo il rischio di neoplasie. Il trattamento dura 2-4 mesi.
  5. Dissezione isteroscopica di aderenze.

La terapia ormonale è combinata con l'isteroscopia, con un approccio integrato, il recupero avviene in 3-4 mesi. La prognosi è generalmente favorevole, un trattamento adeguato aiuterà a ripristinare le funzioni riproduttive, ridurre il rischio di patologie ginecologiche.

Al fine di prevenire il verificarsi prematuro di tale patologia, è importante mangiare correttamente, evitare uno sforzo fisico pesante, prevenire gli aborti e visitare regolarmente un ginecologo. Il trattamento aiuta a prevenire gravi problemi ginecologici.

Atrofia endometriale postmenopausale

La vaginite atrofica postmenopausale o l'atrofia vaginale è un assottigliamento delle pareti della vagina causato da un ridotto livello di estrogeni. Il più delle volte si verifica dopo la menopausa.

La menopausa è un periodo della vita di una donna che di solito inizia all'età di 45-55 anni, quando le ovaie non producono più ormoni. La donna smette di mestruare.

Le donne con atrofia vaginale hanno maggiori probabilità di infezioni vaginali croniche e problemi con la minzione. Può anche rendere spiacevole la vita sessuale. Secondo l'American Association of Family Physicians, fino al 40% delle donne soffre di atrofia endometriale postmenopausale.

Le cause

La causa della vaginite atrofica è una diminuzione degli estrogeni. Senza questo ormone, il tessuto vaginale diventa più sottile, meno elastico e facilmente feribile. Una diminuzione dell'estrogeno con lo sviluppo dell'atrofia endometriale può verificarsi nei seguenti casi:

    • allattamento;
    • rimozione delle ovaie (menopausa chirurgica);
    • chemioterapia per il trattamento del cancro sviluppata a seguito della terapia ormonale sostitutiva;
    • radioterapia;
    • terapia ormonale per il cancro al seno.

L'attività sessuale regolare aiuta a mantenere la salute del tessuto vaginale. Migliora anche la salute del cuore, ripristina la circolazione sanguigna. Ma quando il sesso postmenopausale diventa più raro, l'assottigliamento del tessuto è più veloce.

Alcune donne hanno maggiori probabilità di avere la vaginite atrofica. Le donne che non hanno mai partorito bambini sono più inclini a questa condizione patologica..

Le donne con alterata circolazione sanguigna, che non fornisce ossigeno alla vagina e ad altri tessuti del corpo, hanno un aumentato rischio di malattia. Inoltre, lo sviluppo della condizione patologica è influenzato dal fumo e dalle bevande alcoliche. Come risultato di tali fattori, la mucosa diventa più sottile e atrofia dell'endometrio.

Sintomi

I sintomi dell'atrofia vaginale possono variare e una donna non li vivrà necessariamente tutti allo stesso tempo. Loro includono:

  • dolore durante il rapporto sessuale o dispareunia;
  • pallore delle labbra;
  • infezioni del tratto genitale più frequenti;
  • secchezza e prurito vaginali;
  • sanguinamento dopo il rapporto sessuale;
  • perdita di libido;
  • sangue nelle urine;
  • incontinenza;
  • aumento della frequenza di minzione;
  • accorciamento vaginale.

Molte donne sono imbarazzate dall'atrofia vaginale. Tuttavia, questa è una condizione molto comune che risponde bene al trattamento. Un medico dovrebbe essere consultato se i sintomi diventano molto pronunciati e interferiscono con la vita di tutti i giorni..

Secondo i medici, quasi la metà delle donne in postmenopausa presenta sintomi di vaginite atrofica. Prendi un appuntamento con un medico se una donna sperimenta rapporti sessuali dolorosi, consentiti con creme idratanti vaginali o lubrificanti a base d'acqua.

La vaginite atrofica aumenta il rischio di infezione delle donne da parte delle donne La condizione patologica provoca cambiamenti nell'ambiente acido della vagina, che facilita lo sviluppo di infezioni, lieviti e altri organismi nocivi..

La malattia aumenta anche il rischio di sviluppare atrofia del sistema urinario. Di conseguenza, c'è una sensazione di bruciore durante la minzione e il dolore, alcune donne soffrono di incontinenza.

Diagnostica

Consultare immediatamente un medico se il rapporto è doloroso, anche con la lubrificazione. Dovresti anche visitare un medico se manifesti insoliti sanguinamenti vaginali, perdite, bruciore o indolenzimento..

Il medico effettuerà un esame, chiederà la storia medica. Dovresti informare il tuo medico sull'uso di compresse o prodotti cosmetici che possono causare o aggravare i sintomi della vaginite atrofica..

Una donna dovrà fare dei test per studiare l'acidità della vagina. Il medico può anche prescrivere un'ecografia in caso di sanguinamento di origine sconosciuta e un test del diabete per escludere questa malattia..

Gli organi pelvici vengono esaminati per patologie infettive, come candidosi, endometrite e vaginosi batterica. L'atrofia endometriale nel periodo postmenopausale rende la vagina più suscettibile alle infezioni da vari funghi, virus e infezioni.

Il ginecologo deve condurre un esame fisico. Durante la diagnosi, il medico palpa gli organi pelvici ed esamina la vagina e la cervice per rilevare le aree danneggiate. Il medico esamina i genitali esterni per rilevare segni fisici di atrofia, vale a dire:

  • rivestimento vaginale pallido, liscio, lucido;
  • perdita di elasticità;
  • mancanza di peli pubici;
  • genitali esterni sottili;
  • distensione del tessuto uterino;
  • prolasso degli organi pelvici (rigonfiamento delle pareti della vagina).

Il medico può ordinare un esame più dettagliato per confermare o escludere le malattie. Uno striscio vaginale è un esame microscopico di un tessuto prelevato dalla biopsia dalle pareti della vagina. Con l'aiuto di uno striscio, il medico può trovare alcuni tipi di cellule e batteri che sono comuni con l'atrofia..

Una striscia indicatrice di carta viene inserita nella vagina per verificare l'acidità. Il medico può anche raccogliere perdite vaginali per questo test..

Trattamento

La terapia ormonale sostitutiva è una delle opzioni di trattamento per la vaginite atrofica. Pillole, gel o unguenti aiutano a riempire il corpo con estrogeni, che è così carente nelle donne in postmenopausa. Gli effetti collaterali e i rischi devono essere discussi con il proprio medico prima di acquistare qualsiasi farmaco..

Le compresse, le creme e gli anelli vaginali possono essere inseriti all'interno della vagina per fornire più rapidamente gli estrogeni nell'area desiderata. L'esercizio fisico regolare è anche importante per migliorare la circolazione del bacino. Per alleviare i sintomi dell'atrofia vaginale aiuteranno i cambiamenti dello stile di vita:

  • Smettere di fumare. Il fumo riduce i livelli di estrogeni e aumenta il rischio di sviluppare atrofia vaginale, nonché altre condizioni come l'osteoporosi.
  • Aumento dell'attività sessuale. I rapporti sessuali regolari aumentano il flusso di sangue ai genitali, il che aiuta a mantenere una buona salute..
  • Non utilizzare prodotti chimici domestici con profumi. I prodotti aromatizzati come polveri, saponi e deodoranti devono essere eliminati. È anche importante notare che alcuni lubrificanti e spermicidi possono irritare la vagina e provocare secchezza..

Come metodi alternativi di trattamento dell'atrofia vaginale, sono stati suggeriti diversi consigli sulla dieta e l'integrazione. L'esclusione di determinati alimenti aiuterà a liberarsi più rapidamente dell'atrofia vaginale..

Il raggiungimento e il mantenimento di un indice di peso corporeo e di peso corporeo sano possono anche aiutare con l'atrofia endometriale. I prodotti contenenti estrogeni vegetali o fitoestrogeni, come semi di soia, semi di lino o soia, dovrebbero essere aggiunti alla dieta..

Uno studio recente mostra che si verifica una diminuzione della secchezza vaginale con fitoestrogeni. Dovresti anche bere molta acqua, limitare la caffeina e l'alcool..

popolare

L'atrofia vaginale di solito risponde bene a procedure relativamente semplici. Sono disponibili diversi rimedi naturali o domestici per farti sentire meglio..

Gli specialisti hanno studiato l'olio di olivello spinoso come possibile alternativa alla terapia estrogenica tradizionale. Questo olio è ricco di acidi grassi essenziali. I partecipanti che hanno assunto questo farmaco hanno notato un miglioramento dell'elasticità dei tessuti vaginali e il ripristino delle aree danneggiate.

Verso la fine dello studio, alcuni partecipanti hanno notato un aumento del dolore alle articolazioni e allo stomaco. Non è ancora noto se ciò sia dovuto all'olio di olivello spinoso o sia il risultato di altri fattori..

La vitamina E, la vitamina A, il beta-carotene, le vitamine del gruppo B e gli acidi grassi omega-3 sono utili per la menopausa, in particolare per l'atrofia endometriale.

Tradizionale

Oltre alle medicine naturali e ai cambiamenti dello stile di vita, esistono diversi medicinali per il trattamento dell'atrofia vaginale. Ecco qui alcuni di loro:

  • Gli oli d'acqua privi di glicerina aiutano a ridurre il disagio durante il sesso.
  • Idratanti vaginali possono essere applicati ogni 2-3 giorni. Il loro effetto dura più a lungo del grasso..
  • La crema topica agli estrogeni applicata direttamente sulla vagina allevia i sintomi più velocemente che se assunta per via orale.
  • I probiotici sono batteri necessari per il corpo umano. Gli studi dimostrano che questi farmaci aiutano ad alleviare i sintomi dell'atrofia vaginale. Alcune donne sono turbate da problemi di minzione e i probiotici rendono più facile questo sintomo..
  • La terapia estrogenica sistemica è molto popolare. Utilizzare cerotti, protesi, compresse o gel per la pelle che vengono applicati direttamente sulla pelle.

Tuttavia, la terapia estrogenica sistemica ha alcuni potenziali effetti collaterali. Questi includono:

  • tenerezza al seno;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • dispepsia;
  • sanguinamento vaginale;
  • dolore addominale.

Potrebbe esserci anche un aumentato rischio di sviluppare coaguli di sangue e cancro al seno con questo tipo di trattamento. Tuttavia, i benefici di solito superano i rischi..

Prevenzione

Una donna può controllare l'atrofia endometriale a casa, apportando semplici cambiamenti nel suo stile di vita. La malattia è curabile. La prognosi è buona se l'atrofia endometriale viene trattata tempestivamente e vengono prevenute nuove ricadute..

L'attività sessuale regolare è una delle migliori misure per proteggere dall'atrofia vaginale. Il sesso aumenta il flusso sanguigno, mantenendo i tessuti sani.

Puoi anche provare a usare creme idratanti. Usandoli prima del rapporto sessuale, puoi eliminare secchezza e bruciore. Inoltre, tali farmaci influenzano perfettamente la mucosa, provocano il corpo a produrre una lubrificazione più naturale..

Atrofia dell'endometrio uterino - endometrite atrofica

Ogni mese, si verificano gli stessi processi nel corpo di una donna. Lo strato ghiandolare nell'utero aumenta in modo che, in caso di fecondazione dell'ovulo, l'embrione possa attaccarsi alla parete dell'organo e iniziare a ricevere la nutrizione necessaria per la crescita e lo sviluppo.

Se ciò non accade, iniziano le mestruazioni: lo strato accumulato dell'endometrio viene scartato come inutile. In queste fasi, il ruolo principale è svolto dagli ormoni sessuali: estrogeni e progesterone.

Grazie ai segnali trasmessi dall'ipofisi, le gonadi funzionano senza problemi. La gonadotropina è responsabile della trasmissione delle informazioni. Con insufficienza ormonale o per altri motivi, quando inizia l'endometrite atrofica, la funzione fertile diminuisce, l'endometrio praticamente non aumenta.

L'atrofia della mucosa uterina si verifica non solo per motivi naturali, ma può anche essere causata da molte malattie. Esiste un gruppo di condizioni in cui l'endometrio si atrofizza a qualsiasi età:

  • sottosviluppo di gonadi;
  • tumori della ghiandola pituitaria e ipotalamo, portando a uno sviluppo insufficiente dell'utero nelle ragazze;
  • malnutrizione, forte stress, esercizio fisico troppo intenso (soprattutto sport di forza), elevata perdita di proteine;
  • sindrome da esaurimento ovarico, quindi non viene secreto abbastanza estrogeni;
  • bassi livelli di estrogeni dovuti al trattamento ormonale;
  • rimozione delle ovaie per neoplasie maligne;
  • endometrite cronica dovuta a aborti ripetuti;
  • cisti uterine.

Ragazza con un bilanciere

L'atrofia endometriale può anche essere innescata da alcuni farmaci, in particolare i citostatici (farmaci antitumorali) e i farmaci prescritti per il sanguinamento intermestruale. Nel secondo caso, il corpo del paziente viene iniettato nella menopausa artificiale..

Malattie che usano tattiche simili:

  • endometriosi grave;
  • fibromi uterini;
  • processi tumorali nelle ghiandole mammarie;
  • pianificazione di chirurgia ginecologica.

Tumore al seno

Elenco di farmaci (raccomandazioni europee) che causano atrofia:

  • Zoladex;
  • Diferelin;
  • Eligard;
  • Lucrin;
  • Buserelin (un gruppo di farmaci basato sul fattore di rilascio della gonadotropina);
  • Vizanne (progestinici);
  • Danol (un farmaco che inibisce la produzione di gonadotropine).

Quando il trattamento con questi farmaci viene interrotto, il ginecologo prescrive altri farmaci ormonali che ripristinano lo strato endometriale, a meno che, naturalmente, il corpo non abbia abbastanza forza per recuperare.

Nelle donne anziane con carcinoma ovarico o mammario diagnosticato, il trattamento è con tamoxifene (linee guida europee). Il principio attivo inibisce (inibisce) la produzione di estrogeni, ma abbastanza spesso, mentre assume questo medicinale, al contrario, l'endometrio inizia a crescere.

Quando si esegue un esame microscopico, viene determinato l'ispessimento dello strato basale e l'endometrio cistico superiore atrofico: questa è iperplasia stromale.

Gruppi a rischio

Categorie di donne che hanno maggiori probabilità di sviluppare atrofia endometriale:

  • Malattia ovarica.
  • Obesità, sempre associata a disturbi metabolici, produzione ormonale.
  • Diabete mellito di primo e secondo tipo. Forma un ambiente favorevole per i processi atrofici nei genitali a causa della microangiopatia (distruzione delle pareti dei microvasi), neurodistruzione.
  • La gamma di cause eziologiche della condizione patologica dell'endometrio comprende un costante aumento della pressione sanguigna. Lo spasmo vascolare provoca cambiamenti locali nel flusso sanguigno, compromettendo l'afflusso di sangue alla mucosa uterina.
  • Trattamento con radiazioni, metodi chemioterapici, ormoni.

Metodi di trattamento

La terapia dell'atrofia endometriale è prescritta alle donne nella fase riproduttiva.

  1. Regime risparmiante, dieta sana, eliminazione di uno sforzo fisico eccessivo.
  2. Mezzi di rafforzamento generali.
  3. Fisioterapia, trattamento termale.
  4. Terapia ormonale. Vengono utilizzati farmaci o OK combinato, inclusi estrogeni e / o progesterone. L'assunzione di ormoni riduce al minimo il rischio di neoplasie. Il trattamento dura 2-4 mesi.
  5. Dissezione isteroscopica di aderenze.

La terapia ormonale è combinata con l'isteroscopia, con un approccio integrato, il recupero avviene in 3-4 mesi. La prognosi è generalmente favorevole, un trattamento adeguato aiuterà a ripristinare le funzioni riproduttive, ridurre il rischio di patologie ginecologiche.

Al fine di prevenire il verificarsi prematuro di tale patologia, è importante mangiare correttamente, evitare uno sforzo fisico pesante, prevenire gli aborti e visitare regolarmente un ginecologo. Il trattamento aiuta a prevenire gravi problemi ginecologici.

Il trattamento dell'atrofia endometriale viene effettuato nelle donne in età riproduttiva. In altri casi, questa condizione non è dannosa per la salute del paziente..

Le principali aree terapeutiche:

  • creazione di un regime protettivo, corretta alimentazione, eliminazione di carichi pesanti;
  • terapia vitaminica, agenti riparatori;
  • fisioterapia, cure termali, bagni di fango e radon in sanatori ginecologici specializzati;
  • terapia ormonale: vengono utilizzati agenti combinati estrogeno-progestinici che ripristinano i processi ormonali ciclici e quindi stimolano la formazione di ghiandole endometriali;
  • dissezione isteroscopica delle sinechie (aderenze) che impediscono il normale corso della gravidanza.

La terapia ormonale del corso di solito dura 3-4 cicli, dopo che i processi nell'utero sono stati ripristinati e una donna può rimanere incinta.

Per le donne di età, con un normale decorso della menopausa, non è richiesta una terapia con questa condizione. Ma il ginecologo aiuterà ad alleviare altri sintomi spiacevoli durante la menopausa. Ad esempio, idratanti non ormonali a lunga durata d'azione vengono utilizzati per eliminare i tratti genitali secchi. Con gravi problemi nell'area genitale, viene selezionata la terapia ormonale sostitutiva.

Il compito di trattare le donne in età riproduttiva è aumentare lo spessore dell'endometrio, normalizzare le sue condizioni e la frequenza di recupero e anche ripristinare la funzione riproduttiva.

Per le giovani donne con diagnosi confermata, il trattamento viene selezionato individualmente, a seconda della causa della condizione.

  • Normalizzazione dello stile di vita. Se possibile, vengono eliminate le cause della patologia, ad esempio la dieta si normalizza, il numero di allenamenti diminuisce, ecc..
  • Trattamento farmacologico non ormonale. Viene effettuato in presenza di infiammazione nell'utero. Non di base.
  • Trattamento con farmaci ormonali che stimolano il ripristino dello strato endometriale. Esistono molte combinazioni di ormoni a basso dosaggio di origine artificiale. L'effetto positivo nascosto di questa terapia è l'effetto profilattico contro il cancro. La terapia ormonale delicata è possibile solo con un'attenta selezione di dosi e tipi di ormoni, nonché con farmaci che migliorano i processi naturali di secrezione dell'ormone nel corpo.
  • Terapia laser La più recente tecnica è il trattamento laser che migliora la rigenerazione della mucosa. Dopo la procedura, i tessuti diventano più elastici e meglio idratati. Il miglioramento si verifica dopo circa 3 mesi.
  • Chirurgia mini-invasiva. Un trattamento comune per endometrio atrofico. Il tipo di intervento è determinato in base alla gravità della malattia. Un ginecologo può semplicemente scartare l'endometrio patologico, rimuovere polipi, cisti, ecc..
  • Isterectomia. Nei casi più difficili, viene utilizzata un'isterectomia: rimozione di organi.

I metodi sopra indicati possono essere combinati. Una corretta terapia ormonale sostitutiva riduce significativamente la quantità di intervento chirurgico. L'uso di farmaci monofasici nel periodo postoperatorio può eliminare completamente la malattia e la diffusione dei fuochi atrofici in futuro.

La durata di qualsiasi tipo di trattamento è determinata dal livello iniziale di salute della donna, dalla gravità della risposta al trattamento. La percentuale di esiti favorevoli della malattia è 80:20.

Ma devi capire che un trattamento efficace è possibile solo nella fase iniziale della patologia. Con l'atrofia completa dell'endometrio, le funzioni degli organi non possono essere ripristinate.

Pertanto, è necessario contattare gli specialisti con questa domanda in tempo.

Certo, puoi sopportare questo processo - in molti casi non è pericoloso per la vita, ma la pratica mostra che sempre più donne usano l'opportunità del trattamento perché non vogliono rinunciare a una vita piena.

Sulla patogenesi dei processi iperplastici endometriali nelle donne in postmenopausa

È noto che una delle cause dello spotting patologico dalla cavità uterina nel periodo postmenopausale possono essere i processi iperplastici endometriali.

Secondo le credenze esistenti, tale condizione dell'endometrio è causata da iperestrogenia assoluta o relativa e i pazienti devono essere trattati con farmaci simili al progesterone. Tuttavia, in alcuni casi, questa terapia non dà l'effetto positivo atteso..

La maggior parte degli autori attribuisce questo a cambiamenti morfologici nelle ovaie..

Ma questa spiegazione non può essere considerata esaustiva, poiché in una parte significativa dei pazienti operati per processi iperplastici dopo una terapia con progesterone inefficace, lo studio del farmaco chirurgico rivela cambiamenti atrofici nelle ovaie che sono appropriati all'età. A questo proposito, ci sembra opportuno considerare altri possibili meccanismi patogenetici dell'insorgenza di processi iperplastici endometriali nelle donne in postmenopausa.

Uno dei segni morfologici importanti dei cambiamenti iperplastici endometriali è la proliferazione dell'epitelio ghiandolare, che, molto probabilmente, può essere causata non solo dall'eccessiva influenza degli esterogeni.

Numerosi autori ritengono che qualsiasi tessuto atrofico sia facilmente suscettibile all'influenza di eventuali stimoli non specifici, in quanto è un tessuto con funzione ridotta o assente. In questo caso, un irritante non specifico porta a iperplasia diffusa dell'epitelio e dello stroma e quindi allo sviluppo di cambiamenti proliferativi focali.

Qualsiasi fattore che può causare infiammazione può essere un irritante non specifico. È chiaro che l'oggetto delle modifiche sopra descritte può essere qualsiasi tessuto che invecchia, compresi endometrio ed endocervice nelle donne in postmenopausa.

Alcuni autori suggeriscono che l'endometrite cronica primaria si verifica spesso dopo la menopausa, poiché l'endometrio sottile atrofico è un buon mezzo per la crescita batterica..

Con una durata sufficiente della malattia, si verificano fibrosi stromale e ialinizzazione delle fibre, mentre le ghiandole in questo caso possono essere dilatate cisticamente a causa del blocco dei dotti escretori. Ciò può dare l'impressione di un endometrio spesso, sebbene l'epitelio della ghiandola di rivestimento sia sottile.

La clinica e la diagnosi di tali cambiamenti non sono ben comprese. Studi dettagliati disponibili sono dedicati all'endometrite cronica non specifica in pazienti in età fertile..

I dati della letteratura e le nostre osservazioni suggeriscono che in pazienti con condizioni simili dell'endometrio, in base al decorso clinico della malattia (spotting ricorrente dall'utero nelle donne in postmenopausa) e ai risultati dell'esame istologico (ghiandole iperplastiche individuali), viene spesso fatta una diagnosi clinica errata dell'iperplasia endometriale ghiandolare e viene spesso eseguita la terapia ormonale tradizionale, che, di regola, è inefficace, il che indica la sua incoerenza con la patogenesi della malattia. Tutto ciò ci ha permesso di supporre che in questa categoria di pazienti, la terapia patogenetica dovrebbe consistere nell'uso di farmaci che non hanno effetti antiestrogenici, ma antinfiammatori, riparativi e anabolici.

Abbiamo esaminato 46 donne in postmenopausa. Tutti i pazienti si sono lamentati della scarsa individuazione del tratto genitale, 10 di loro avevano la leucorrea e 6 avevano dolore. Una combinazione di tutti e tre i sintomi era presente in 2 pazienti.

L'età media dei pazienti era di 60,1 anni, l'età media dell'insorgenza del menarca era di 14,9 anni, vale a dire.

era superiore a quello della popolazione, l'età media della menopausa era di 49,5 anni, il periodo postmenopausale medio al momento dell'indagine era di 11,6 anni.

Il numero medio di gravidanze era 4,2, senza pazienti con infertilità primaria. Nessuno dei pazienti durante la loro vita ha cambiato radicalmente il peso corporeo.

  • Nella storia dei pazienti esaminati, c'erano indicazioni di processi infiammatori dell'endometrio (in 8), dell'endocervice (in 10), delle appendici uterine (in 6), della vagina (in 6), subite in età fertile, numerose manipolazioni intrauterine, in particolare l'interruzione artificiale della gravidanza, la diagnosi curettage, e in 4 pazienti - per il trattamento del sanguinamento uterino disfunzionale secondo la Grammatikati.
  • Sintomi ricorrenti sono stati osservati in 38 pazienti, 12 donne in passato sono state trattate senza successo con 17-alfa-idrossiprogesterone capronato per iperplasia endometriale ricorrente.
  • Delle malattie concomitanti, oltre alla patologia “normale” legata all'età, l'anemia più comune di gravità moderata (26 donne).
  • L'esame clinico non ha rivelato disordini endocrino-metabolici pronunciati nei pazienti: in 24 donne - 0 punti in relazione alla variante patogenetica dei processi iperplastici, in 22–1 punti, in 10 di essi dovuti all'obesità, che era di natura universale, in 12 - mioma uterino interstiziale, la cui dimensione non ha superato la dimensione dell'utero durante una gravidanza di 7 settimane.

In un esame ginecologico, i fibromi uterini sono stati determinati in 12 pazienti, in 6 - un processo di adesione nell'area delle appendici uterine, in 4 - prolasso delle pareti della vagina e della cervice. In altri pazienti con esame ginecologico, la patologia non è stata rilevata. Il sintomo dell '"allievo" era assente in tutti i pazienti. 28 donne avevano anche iperemia e poliposi dell'uretra.

L'esame citologico degli strisci vaginali ha rivelato la reazione I-II dell'epitelio vaginale in tutti i pazienti, ma l'esame citologico di aspirato e vampate dalla cavità uterina ha rivelato la proliferazione dell'epitelio ghiandolare in tutti i 46 pazienti, di cui 10 sono stati pronunciati. Inoltre, in 10 su 46 pazienti, sono stati rilevati segni individuali di atipia cellulare. Nei contenuti della cavità uterina in 16 pazienti, gli elementi dell'infiammazione (macrofagi, istiociti, cellule in uno stato di lisi) sono stati determinati anche in 12 - masse senza struttura ed elementi di decadimento cellulare.

Quando l'isterografia in 28 su 46 pazienti ha ricevuto una radiografia caratteristica del processo iperplastico nell'endometrio - irregolarità, dentellatura dei contorni non ingrandita e talvolta lievemente ridotta cavità uterina. In questo contesto, 8 pazienti hanno mostrato difetti di riempimento più pronunciati.

L'isteroscopia con curettage diagnostico separato è stata eseguita in 32 pazienti. Nel determinare le indicazioni per l'isteroscopia, sono stati presi in considerazione i risultati dei precedenti curettages diagnostici e i nostri studi. Attraverso l'isteroscopia, 24 pazienti hanno rivelato un endometrio sottile su tutta la lunghezza, in 4 piccole escrescenze polipi, in 4 polipi endometriali sullo sfondo della mucosa atrofica.

Data l'assenza di segni clinici e di laboratorio di iperestrogenia, nonché i segni rivelati del processo infiammatorio in 28 pazienti, abbiamo suggerito che in altre donne, la causa della proliferazione dell'epitelio endometriale è il processo infiammatorio cronico dell'endometrio.

A questo proposito, abbiamo eseguito un trattamento locale e generale con tutti i 46 pazienti con farmaci che hanno effetti antinfiammatori, riparativi e anabolici. Per uso topico sotto forma di instillazioni intrauterine, sono stati usati dimexidimetilsolfossido, preparati enzimatici (chimotripsina, lidasi, RNasi, DNasi), idrocortisone.

In assenza di controindicazioni, ai pazienti è stato prescritto prodigiosan per via intramuscolare. Per stimolare i processi anabolici nell'endometrio, sono stati utilizzati steroidi anabolizzanti o terapia di sostituzione ormonale ciclica in conformità con dosaggi corrispondenti al livello di ormoni nel ciclo mestruale naturale.

Il corso del trattamento consisteva in 8 instillazioni intrauterine effettuate a giorni alterni, iniezioni di prodigiosan negli stessi giorni. La ricezione di steroidi anabolizzanti o terapia ormonale ciclica è continuata fino a 3 mesi. L'effetto clinico è stato valutato dopo 2 settimane e 3 mesi dopo la fine dell'instillazione.

Studi di controllo sono stati condotti contemporaneamente: dopo 2 settimane, uno studio citologico dell'aspirato dalla cavità uterina e, dopo 3 mesi, un radioisotopo e uno studio citologico.

Tutti i pazienti hanno ricevuto un effetto clinico positivo..

Al primo studio citologico di controllo sono stati ottenuti i seguenti risultati: la proliferazione dell'epitelio ghiandolare è stata preservata in 16 pazienti, di cui 1 ha avuto un processo iperplastico pronunciato, sono stati trovati segni individuali di atipia cellulare in 4, elementi di infiammazione in 15, masse senza struttura ed elementi di decadimento cellulare in 11 pazienti. Pertanto, durante il primo studio di controllo, è stata osservata una diminuzione della proliferazione e della stabilità dei componenti infiammatori, tuttavia, la frequenza dei segni citologici di decadimento cellulare è aumentata.

Nel secondo studio citologico di controllo sono stati ottenuti i seguenti risultati: proliferazione dell'epitelio ghiandolare è stata preservata in 4 pazienti, elementi di infiammazione sono stati trovati in 6 pazienti, masse senza struttura ed elementi di decadimento cellulare sono stati trovati in 4 pazienti. Segni citologici di grave processo iperplastico non sono stati trovati in nessun paziente. In 32 pazienti con uno studio citologico dell'aspirato dalla cavità uterina, non sono stati osservati cambiamenti patologici.

I nostri risultati ci hanno permesso di suggerire una possibile variante della patogenesi dei processi iperplastici endometriali, che non era ancora stata discussa in letteratura..

Nel periodo postmenopausale, c'è un'atrofia regolare correlata all'età degli organi genitali esterni e interni.

In queste condizioni, tutte o quasi tutte le barriere biologiche che impediscono alle infezioni di entrare negli organi genitali interni sono compromesse o assenti..

Di conseguenza, in alcune donne in postmenopausa, in particolare con una storia ginecologica gravata, lo sviluppo di endometrite cronica ed endocervicite sullo sfondo dell'endometrite atrofica e dell'endocervice diventa abbastanza probabile..

L'ulteriore sviluppo di questo processo, come si può vedere, può andare in diversi modi: un processo infiammatorio purulento distruttivo, spesso con lo sviluppo di piometri, o un processo infiammatorio produttivo di lunga durata con alterazioni degenerative-proliferative, riparazione compromessa e differenziazione delle strutture cellulari.

Non si può escludere che i dati ottenuti da noi e da altri autori sull'attività proliferativa dell'epitelio ghiandolare in una parte significativa dei pazienti in postmenopausa con atrofia endometriale istologicamente stabilita siano spiegati da alterazioni infiammatorie degenerative.

È noto che l'esistenza prolungata di cellule attivamente proliferanti, in questo caso le cellule endometriali, indipendentemente dalla causa della proliferazione, facilita l'implementazione di un ipotetico fattore oncogenico.

È chiaro che la terapia con farmaci con un effetto simile al progesterone può essere efficace solo se la proliferazione è causata dall'iperesterogenia.

Se la proliferazione è causata da un processo infiammatorio sullo sfondo dell'atrofia, la progesinoterapia, a nostro avviso, non è giustificata, poiché aggrava i processi catabolici degenerativi nell'epitelio endometriale.

Sulla base di quanto precede, possiamo ipotizzare le seguenti fasi nello sviluppo dei processi iperplastici postmenopausali sullo sfondo dell'atrofia endometriale: 1) atrofia dell'endometrio e dell'endocervice, 2) endometrite atrofica cronica e endocervicite, in cui gli elementi dell'infiammazione e una certa proliferazione dell'epitelio ghiandolare sono citati citologicamente 3) cambia con la formazione di micropolipi; l'isteroscopia in questi casi rivela atrofia e sezioni polipoidali dell'endometrio, con esame citologico, pronunciata proliferazione dell'epitelio ghiandolare, con isterografia, segni di un processo iperplastico, 4) polipi endometriali o endocervicali.

Secondo S. Ficcavento, la diagnosi citologica di un polipo o poliposi di iperplasia sullo sfondo dell'atrofia endometriale è molto difficile, poiché in questi casi si osserva lo stesso quadro citologico come con endometrite non specifica.

La prova della validità della nostra spiegazione proposta della patogenesi dei processi iperplastici endometriali nelle donne in postmenopausa è l'alta efficacia del nostro trattamento.

Pertanto, in alcune donne in postmenopausa con secrezione sanguinolenta, i segni citologici, radiologici ed endoscopici del processo iperplastico nell'endometrio sono apparentemente dovuti a cambiamenti infiammatori e degenerativi.

La terapia con progesterone non è indicata per tali pazienti, poiché aggrava i processi catabolici degenerativi nell'endometrio..

L'uso di agenti antinfiammatori e riparativi-anabolizzanti è patogeneticamente comprovato ed efficace..

Un trattamento efficace dei processi iperplastici endometriali che si sviluppano sullo sfondo della sua atrofia può essere una prevenzione del cancro uterino.

  1. Bodyazhina V. I. Malattie infiammatorie non specifiche croniche degli organi genitali femminili. - M., 2008.
  2. Bohman Y. V., Samotyya E. E. // Aspetti oncologici dell'anovulazione. - Pskov, 2012. - S. 78–87.
  3. Vikhlyaeva E. M. // Endocrinologia ginecologica. - M., 2010.- p. 396-434
  4. Gabunia M.S., Antonova L.V., Breusenko V.G. // Ostetricia e ginecologia - 2011 - N. 5. - P. 39–42

Termini chiave (generati automaticamente): paziente, epitelio ghiandolare, processo iperplastico endometriale, cavità uterina, elemento infiammatorio, decadimento cellulare, processo iperplastico, cambiamento, postmenopausa, sintomo.