Iperplasia endometriale atipica

Melanoma

Tempo di lettura: min.

Iperplasia endometriale atipica - che cos'è?

Prima di parlare dell'iperplasia endometriale uterina atipica (adenomatosa), determiniamo quale sia la patologia dell'endometrio, l'iperplasia, ciò che è pericoloso e quali sono le conseguenze. Queste sono esagerazioni patologiche dei tessuti della mucosa uterina. Lo spessore dell'endometrio nei processi iperplastici supera la norma.

Cos'è l'iperplasia endometriale uterina atipica

L'iperplasia endometriale atipica è la proliferazione dell'epitelio mucoso della cavità uterina, con una predominanza di cellule atipiche. Per riferimento: le cellule che hanno cambiato la loro struttura morfologica, aspetto e proprietà sono chiamate atipiche..

L'iperplasia endometriale complessa con atipia spesso segnala la degenerazione del tessuto in un tumore dell'endometrio. L'iperplasia della mucosa uterina è un nome comune, la forma atipica è uno dei tipi di questa malattia ginecologica.

Iperplasia endometriale uterina atipica - cause

L'iperplasia endometriale ghiandolare atipica semplice e focale (l'iperplasia locale, come la cistica ghiandolare, può essere innescata dai seguenti fattori:

  • infiammazione cronica dell'utero e delle sue appendici;
  • lesioni meccaniche dell'endometrio durante l'aborto, il parto o la chirurgia;
  • diabete mellito;
  • scarso metabolismo;
  • sovrappeso;
  • menopausa.

Pertanto, le donne anziane con obesità sono principalmente a rischio per la formazione di una patologia come l'iperplasia epiteliale ghiandolare con atipia.

Iperplasia endometriale semplice. L'iperplasia endometriale semplice senza atipia si verifica spesso senza sintomi pronunciati. Il principale segno dello sviluppo della malattia è un ciclo mestruale irregolare. La ragazza ha abbondanti macchie di coaguli e dolori doloranti nell'addome inferiore. Sanguinamento uterino è anche possibile o si notano ritardi mestruali..

Una forma complessa di iperplasia atipica - sintomi

L'iperplasia endometriale atipica complessa si manifesta focale o stretta vicinanza delle ghiandole dello strato mucoso.

Ci sono segni di iperplasia endometriale ghiandolare con atipia.

L'iperplasia adenomatosa complicata della mucosa uterina è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • la proliferazione del tessuto ghiandolare è più pronunciata rispetto alla tipica iperplasia;
  • le ghiandole cambiano, acquisiscono una struttura e una forma non fisiologiche, sono posizionate in modo non uniforme;
  • tra la proliferazione di ghiandole e stroma, si verifica uno squilibrio;
  • le cellule epiteliali diventano multinucleate.

Il rischio di degenerazione dell'iperplasia atipica complessa nel carcinoma uterino è del 25-60%, quindi questa forma di malattia è considerata la più pericolosa per le donne.

L'iperplasia endometriale complessa senza atipia è accompagnata da sintomi simili a una semplice forma di iperplasia endometriale.

Iperplasia endometriale atipica - trattamento

L'iperplasia atipica deve essere trattata a qualsiasi età e con qualsiasi grado di abbandono. I metodi più efficaci sono l'isteroscopia e il curettage diagnostico, che viene eseguito in ospedale. Il curettage può essere pianificato o assegnato urgentemente.

La procedura si svolge sotto la supervisione di un isteroscopio. Nel processo, i polipi e la mucosa uterina invasa vengono rimossi. Il materiale viene inviato per esame istologico, in base ai risultati dei quali è possibile giudicare il tipo di malattia. In conformità con la diagnosi, al paziente viene prescritto un trattamento. Di regola, gli ormoni sono prescritti a una donna, che dovrebbe prevenire un'ulteriore crescita dell'endometrio.

Iperplasia endometriale Codice ICD 10

Esiste un codice microbico per 10 iperplasia?

Secondo la classificazione internazionale delle malattie dell'ICD 10, l'iperplasia endometriale si riferisce alle malattie del sistema genito-urinario (N00-N99).

Iperplasia endometriale ghiandolare ICD codice 10 - N85.0.

Codice iperplasia endometriale atipica (adenomatosa) secondo ICD 10 - N85.1.

Questa sezione N85, altre malattie non infiammatorie dell'utero, ad eccezione della cervice, comprende altre patologie e malattie degli organi genitali femminili, come ipertrofia uterina, inversione uterina, malposizione e sottoinvoluzione dell'utero.

Classificazione dell'iperplasia endometriale

Classificazione: iperplasia endometriale ghiandolare e cistica

La mucosa dell'utero è costituita da un tessuto a due strati chiamato endometrio. Normalmente, lo strato superiore dell'endometrio, sotto l'influenza dei cambiamenti ormonali ciclici, viene desquamato ed escreto insieme al sanguinamento mestruale. Lo strato inferiore, basale, è coinvolto nel restauro mensile dello strato superiore. L'iperplasia endometriale tipica semplice è una proliferazione patologica dell'endometrio, le cui cellule non sono diverse dalla normale. Esistono diversi tipi di malattie dell'iperplasia endometriale uterina:

  1. Iperplasia endometriale ghiandolare. Cos'è? La violazione colpisce principalmente le cellule dell'epitelio ghiandolare, mentre l'espansione cistica delle ghiandole è principalmente assente. La conclusione istologica sarà la conclusione di una semplice iperplasia endometriale ghiandolare senza atipia.
  2. Iperplasia cistica dell'endometrio. Si formano noduli e cisti benigne. Ecco perché questo tipo di patologia è chiamata iperplasia endometriale cistica.
  3. Iperplasia endometriale ghiandolare - cistica. Cos'è? Questa violazione è caratterizzata contemporaneamente dalla crescita dell'epitelio ghiandolare e dalla formazione di neoplasie cistiche.
  4. Iperplasia endometriale polipare ghiandolare.
  5. Iperplasia endometriale polipoidea (poliposi).

Classificazione OMS dell'iperplasia.

Secondo la classificazione dell'OMS, l'iperplasia endometriale è suddivisa in:

  1. Non atipico - l'iperplasia endometriale senza atipia è caratterizzata dall'assenza di cellule mutate. Include una forma semplice e complessa (complessi significa adenomatosi), cioè iperplasia semplice senza atipia, iperplasia complessa senza atipia.
  2. Atipico, che può anche essere semplice (iperplasia con atipia) o complesso (iperplasia endometriale atipica complessa).

Questo gruppo comprende stadi di sviluppo in cui le cellule mutano e diventano atipiche nella struttura. Questo tipo di processo è anche diviso in:

L'iperplasia uterina atipica può essere lieve, moderata e grave. Si riferisce a condizioni precancerose.L'iperplasia endometriale atipica può trasformarsi in cancro.

L'iperplasia endometriale grave atipica differisce dallo stadio iniziale del cancro in quanto non penetra nella piastra che separa lo strato superficiale (epitelio) dal tessuto sottostante (stroma). Pertanto, le cellule atipiche crescono e si moltiplicano nello strato superiore dell'endometrio, senza entrare nel sangue e nei linfonodi.

Distingua le forme focali e diffuse di danno:

  1. Iperplasia endometriale ghiandolare atipica focale. L'iperplasia endometriale atipica focale si sviluppa in un'area limitata, spesso nella regione degli angoli o del fondo dell'utero. Successivamente si manifesta e viene diagnosticato peggio..
  2. L'iperplasia endometriale uterina diffusa cattura l'intera superficie interna dell'utero e causa in anticipo i sintomi della malattia.

Tutte le forme della malattia hanno le stesse cause, segni e conseguenze. Senza cercare assistenza medica, una forma della malattia può portare a un'altra. Secondo le statistiche, la forma mista più comune di iperplasia. Per valutare la probabilità di degenerazione maligna dell'endometrio, è necessario contattare un ginecologo. L'iperplasia endometriale cistica si sviluppa spesso sullo sfondo di altre malattie ginecologiche, fibromi uterini, ovaie policistiche. Per identificare tutte le violazioni, si consiglia di sottoporsi a un esame ginecologico completo. L'iperplasia endometriale ghiandolare può essere accompagnata da endometriosi, dalla diffusione delle cellule endometriali ad altri tessuti e ai terzi organi. Dopo la diagnosi, il trattamento deve essere avviato il più presto possibile per ridurre i danni alla salute..

Eziologia e patogenesi dell'iperplasia endometriale

L'iperplasia endometriale cistica si verifica su uno sfondo di elevati livelli di estrogeni e diminuzione dei livelli di progesterone.

Iperplasia delle cellule epiteliali ghiandolari: fattori di rischio.

I fattori predisponenti per la malattia sono:

  • disturbi nel sistema endocrino;
  • età superiore a 45 anni;
  • obesità, disturbi metabolici;
  • diabete;
  • disfunzione ovarica;
  • aborti chirurgici e medici;
  • contraccezione ormonale selezionata in modo improprio;
  • predisposizione ereditaria.

Gli stessi fattori prendono parte alla formazione dell'iperplasia endometriale ghiandolare. Molto spesso, l'iperplasia endometriale viene diagnosticata nelle donne:

  • durante la pubertà, durante l'instaurazione del ciclo mestruale;
  • in gravidanza;
  • prima della menopausa, dall'età di 45 anni.

I pazienti che hanno già una storia familiare di coloro che hanno sofferto di iperplasia endometriale ghiandolare o cistica dovrebbero prestare particolare attenzione al loro benessere. Ai fini profilattici, si consiglia di sottoporsi a un esame da un ginecologo una volta all'anno, dopo 35 anni, l'esame dovrebbe includere non solo la consegna dei test, ma anche l'ecografia transvaginale.

Iperplasia endometriale dopo il parto: cause

L'iperplasia è caratterizzata da un aumento patologico del tessuto uterino, che diventa molto più spesso. L'iperplasia dopo il parto porta a una violazione della funzionalità del sistema riproduttivo. Quando l'iperplasia si verifica dopo il parto, la donna non può rimanere di nuovo incinta, poiché non si verifica l'ovulazione. In una situazione normale, l'endometrio cresce prima che si verifichi l'ovulazione. Se l'ovulazione non si verifica, allora diminuisce, ma a volte ci sono situazioni in cui la crescita non termina e lo strato di formazioni può essere di diversi centimetri.

Le principali cause di questa patologia sono:

  • Disturbi metabolici che possono verificarsi sullo sfondo di picchi ormonali durante la gravidanza e dopo il parto;
  • Dopo l'aborto e il curettage, può anche verificarsi patologia;
  • Diabete;
  • Malattia del fegato
  • Malattie che colpiscono il background ormonale;
  • Diminuzione dei livelli di progesterone;
  • Aumento dell'estrogeno nel corpo.

Questa è una patologia completamente curabile, che è desiderabile rilevare in modo tempestivo. Dopo il trattamento, la gravidanza è possibile in modo naturale e nei primi cicli dopo il trattamento. Durante il decorso della malattia, la gravidanza non si verifica, anche se si tratta di inseminazione artificiale. Le escrescenze hanno una struttura diversa da quella necessaria e l'ovulo fecondato non sarà in grado di catturare la superficie dell'utero.

Iperplasia endometriale cistica ghiandolare semplice: segni di iperplasia endometriale.

L'iperplasia endometriale ghiandolare cistica è accompagnata da disturbi:

  • su un ciclo mestruale irregolare;
  • l'assenza di mestruazioni;
  • sindrome premestruale dolorosa;
  • sanguinamento mestruale pesante;
  • per allocazione sotto forma di grumi di sangue coagulato;
  • sanguinamento dalle mestruazioni pianificate;
  • sulla ricerca di scariche scariche che compaiono dopo un rapporto sessuale.

Cosa fare dopo con i sintomi di una tale patologia come la semplice iperplasia ghiandolare con endometriosi?

Con la comparsa di questi sintomi di patologia, il ginecologo dovrebbe consultare una semplice iperplasia endometriale ghiandolare-cistica. Al fine di chiarire il quadro clinico, sono prescritte misure diagnostiche:

  • esame fisico;
  • ecografia transvaginale;
  • isteroscopia;
  • istologia;
  • esame del sangue per ormoni sessuali e ormoni tiroidei.

Per decisione del ginecologo, vengono prescritti ulteriori esami. Dopo aver ricevuto i dati sulle condizioni del paziente, i farmaci vengono selezionati per correggere lo sfondo ormonale.

Diagnosi dell'iperplasia endometriale ghiandolare: conseguenze

Le conseguenze della malattia senza assistenza medica:

  • infertilità;
  • sindrome premestruale dolorosa e mestruazioni;
  • degenerazione dei tessuti maligni.

I dati dell'esame istologico forniscono informazioni sulla probabilità di malignità delle cisti e dei nodi endometriali. Per monitorare la malattia in dinamica, è necessario sottoporsi a un esame di routine una volta ogni sei mesi o più spesso su raccomandazione del medico.

Diagnosi di iperplasia

La determinazione tempestiva della patologia nel corpo femminile influisce favorevolmente sul successo del trattamento. La difficoltà nella diagnosi dei processi iperplastici nell'endometrio, i polipi nelle prime fasi sta nel fatto che non manifesta alcun sintomo grave in questa fase. Succede spesso anche che la crescita dello strato endometriale termina in modo indipendente, sotto l'influenza di qualsiasi fattore, spesso sono gli ormoni e la malattia scompare da sola. Tuttavia, quando il paziente va dal medico e viene stabilita la diagnosi di iperplasia endometriale, è possibile determinare di cosa si tratta e come trattarla solo dopo una serie di test, deve essere stabilito se l'iperplasia del corpo uterino benigno o è un processo maligno.

Istologia dell'iperplasia: analisi

Tutto inizia con un esame ginecologico e una storia medica. Le seguenti procedure sono utilizzate come principali procedure diagnostiche che possono essere assegnate per stabilire una diagnosi:

  • Analisi del sangue generale;
  • Biopsia del tessuto uterino;
  • Determinazione del livello di ormoni nel corpo;
  • Analisi del sangue biochimica;
  • Procedura ad ultrasuoni;
  • Ispezione dell'utero mediante strumenti ottici medici che penetrano all'interno.

Tutto ciò aiuta a stabilire ipotesi sull'insorgenza della malattia, in base ai sintomi primari..

Echi di iperplasia endometriale

L'ecografia è un modo abbastanza preciso per diagnosticare l'iperplasia. Durante la procedura, viene utilizzato un sensore speciale, che viene inserito all'interno della vagina e può mostrare echi di iperplasia endometriale sullo schermo del monitor. Nonostante il fatto che gli ultrasuoni possano capire quale endometrio durante i processi iperplastici, o più precisamente, lo spessore del suo strato, non è in grado di determinare dove siano i polipi, nonché i punti focali della diffusione della malattia. Per fare questo, è necessario condurre un'analisi più dettagliata del tessuto della mucosa uterina.

L'ecografia viene utilizzata non solo nelle prime fasi, ma anche in futuro per controllare il ripristino dello strato al suo stato normale. La frequenza della procedura è 1 volta in 3 mesi per notare gravi cambiamenti nel processo..

Iperplasia endometriale istologica: isteroscopia nella diagnosi

Per fare una diagnosi accurata, viene spesso utilizzata l'isteroscopia. L'essenza principale di questo processo è l'introduzione di un dispositivo speciale per la ricerca direttamente nell'utero. È con questa procedura che il curettage diagnostico della cavità uterina può essere eseguito con iperplasia endometriale. Al momento, tra tutti i metodi diagnostici disponibili, questo è il più informativo e fornisce circa il 95% dei dati necessari per la diagnosi. Poiché è molto importante sapere, una semplice forma di iperplasia endometriale ghiandolare è l'iperplasia duttale atipica o il cancro.

Durante uno studio con radioisotopi, una piccola dose di fosforo radioattivo viene iniettata nel corpo attraverso una vena. Di conseguenza, gli isotopi non si accumulano nei tessuti sani, ma nelle aree interessate dell'endometrio. La dose minima di fosforo in questo caso non danneggerà il corpo, ma aiuterà a identificare le aree dannose che dovranno essere combattute.

Iperplasia endometriale, istologia, in quali casi viene fatta la diagnosi

Durante tutti gli studi, uno dei parametri principali con cui viene stabilita la diagnosi di iperplasia è lo spessore dell'utero. Con la crescita dell'endometrio, aumenta in modo significativo e anche qualsiasi deviazione dimensionale individuale in ogni donna non può essere confrontata con quanto lo strato aumenta con la patologia. Se lo spessore è di 1,5 cm o più, è già possibile diagnosticare l'iperplasia. Quando lo spessore supera i 2 cm, possiamo parlare della presenza di tumori. Questa è una malattia più grave che può portare alla rimozione dell'utero..

Classificazione dei processi iperplastici endometriali

Oltre alla necessità di determinare la presenza della malattia stessa, è ancora necessario scoprirne il tipo. I tipi comuni di iperplasia sono:

  • Iperplasia cistica ghiandolare. Questa è iperplasia ghiandolare dell'utero con presenza di formazioni cistiche. Un sinonimo è anche l'iperplasia endometriale adeno-fibrosa;
  • Iperplasia diffusa Anche l'iperplasia endometriale diffusa è un processo benigno;
  • L'iperplasia focale è una semplice iperplasia endometriale focale senza atipia;
  • L'iperplasia ghiandolare è una semplice iperplasia endometriale ghiandolare senza atipia, cioè iperplasia ghiandolare non atipica, benigna;
  • Iperplasia atipica, ad esempio, iperplasia atipica dell'epitelio cilindrico. La forma atipica ha gradi:

iperplasia di 1o grado;

iperplasia di 2 ° grado;

iperplasia di 3 ° grado.

Citologia, iperplasia endometriale: normale

Gli studi citologici dipendono dal ciclo mestruale. Il materiale per lo studio viene ottenuto 5 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni o una settimana dopo l'inizio. È meglio considerare il materiale dopo le mestruazioni, poiché non ci saranno cambiamenti degenerativi che possono fare una diagnosi errata. Esistono diversi modi per ottenere risultati. Questi includono:

  • Lavaggio con soluzione salina;
  • Aspirazione della cavità uterina;
  • Raschiature mucose.

Molto spesso, l'aspirato dalla cavità uterina viene ottenuto usando una siringa da 20 ml. Viene iniettato nella cavità uterina e viene prelevato un campione in quei luoghi in cui si ipotizza un focus sull'iperplasia o sul cancro. Il contatto ravvicinato dell'apertura della siringa con la cavità uterina aiuta ad ottenere il campione desiderato.

Il curettage diagnostico con iperplasia endometriale fornisce anche il materiale necessario per la ricerca. A differenza della procedura di trattamento, solo una piccola parte viene presa per la ricerca, mentre quasi l'intero strato viene pulito lì. Il materiale ottenuto viene esaminato dagli istologi, dopo di che possiamo dire che nell'iperero è presente una semplice iperplasia atipica o, ad esempio, iperplasia endometriale adenomatosa, la cui terapia ha le sue sfumature.

Negli studi citologici, è possibile utilizzare una procedura più sviluppata, che viene eseguita utilizzando il dispositivo Endopap. Questo è un dispositivo speciale sotto forma di una sottile asta di plastica, alla fine della quale ci sono sei rientranze. Su ciascun lato sono presenti tre rientranze per la raccolta del materiale. Endopap è uno strumento unico.

Molti parametri qui dipendono dal contenuto informativo del materiale prelevato. Se nello striscio venissero trovati solo elementi sanguigni e la maggior parte delle cellule in esso appartenenti fosse l'epitelio squamoso stratificato della vagina e della cervice, tale materiale sarà poco informativo. Se prendi il materiale per lo studio nella fase sbagliata del ciclo mestruale, questo può anche portare a una diagnosi errata..

Trattamento e prognosi per il recupero

I contraccettivi orali sono selezionati per correggere lo sfondo ormonale, ad esempio, questo può essere il trattamento dell'iperplasia endometriale ghiandolare-cistica.

La scelta di un farmaco specifico viene effettuata dal medico curante. Iperplasia endometriale ghiandolare grave o neoplasie cistiche sono indicazioni per la nomina di farmaci progesterone. Con emorragie gravi, si previene l'anemia da carenza di ferro. Per facilitare il benessere del paziente durante la sindrome premestruale e durante le mestruazioni, vengono selezionati agenti sintomatici: antispasmodici, antidolorifici. Si tratta di processi benigni..

Il trattamento chirurgico è indicato se il conservatore non dà risultati entro 6 mesi. Con una richiesta tempestiva di aiuto, è possibile normalizzare le condizioni del paziente e interrompere la diffusione della malattia. L'iperplasia endometriale non interferisce con la gravidanza, ma in ogni caso, la decisione di concepire deve essere presa congiuntamente al medico curante.

Qual è il pericolo di proliferazione endometriale?

Con l'iperplasia endometriale, una donna ha una crescita eccessiva dello strato interno dell'utero. Se non rilevate e trattate questa malattia in tempo, allora tutto può finire in infertilità..

Ci sono molte ragioni per questa condizione, mentre le più comuni includono:

  • squilibrio ormonale;
  • infiammazione cronica;
  • altre malattie.

Anche l'iperplasia endometriale ghiandolare tipica può rappresentare una minaccia per una donna.

L'intero pericolo sta nel fatto che se non si fornisce assistenza medica tempestiva, una donna può sviluppare un tumore canceroso o, in altre parole, una malattia oncologica.

Se a una donna viene diagnosticata "iperplasia endometriale", si deve temere l'infertilità, poiché questo è un fattore stimolante: ad esempio, anche l'iperplasia endometriale fibrosa ghiandolare non consente l'impianto dell'embrione normalmente, il che rende impossibile prolungare la gravidanza. Con la forma avanzata della malattia, si possono anche osservare disturbi ormonali e malattie oncologiche..

Quale pericolo è la crescita dell'endometrio?

Quando a una donna viene diagnosticata l'iperplasia endometriale, sorge immediatamente la domanda "qual è il pericolo di questa malattia?" Va notato subito che l'infertilità è la conseguenza più grave. Ciò è dovuto al fatto che a causa di questa patologia, l'ovulo non può attaccarsi alla parete uterina.

Va anche detto che l'iperplasia endometriale è pericolosa non solo per le donne che vogliono avere figli. Se la patologia non viene rilevata in tempo e il trattamento non viene avviato, questo problema può diventare maligno, ad esempio, l'iperplasia cistica ghiandolare focale ordinaria può svilupparsi in una patologia oncologica..

Anche l'iperplasia endometriale ghiandolare complessa richiede molta attenzione. Nel processo di trattamento di una forma avanzata della malattia, tutto il corpo soffre.

Per diagnosticare la crescita dell'endometrio, viene eseguito un esame transvaginale ad ultrasuoni, in particolare questo si applica al processo di iperplasia endometriale basale. Se necessario, il ginecologo prescrive una biopsia uterina.

Iperplasia endometriale - è il cancro o no

I processi iperplastici nell'utero sono una condizione precancerosa. La sindrome metabolica è una condizione specifica del corpo caratterizzata da una diminuzione della capacità del sistema immunitario di infettare e neutralizzare le cellule tumorali. Ciò porta ad un aumentato rischio di processi iperplastici. Questa condizione è accompagnata da una mancanza di ovulazione, sviluppo di diabete e obesità..

Nel 40% dei casi, l'iperplasia endometriale atipica passa in un processo maligno. L'iperplasia endometriale atipica a qualsiasi età è una condizione precancerosa, la probabilità della sua trasformazione maligna dipende dal grado di atipia e varia dal 3 al 40%.

Malattia da ricaduta

Prima di scegliere il tipo di trattamento per l'iperplasia endometriale, è importante considerare il rischio di una ricaduta della malattia. Per questo, di solito viene data preferenza al metodo chirurgico di trattamento, anche se si tratta di iperplasia endometriale ghiandolare complessa. In alcuni casi, anche l'intervento chirurgico non garantisce al 100% che la malattia non inizi a ripresentarsi.

Di norma, tutto dipenderà dal tipo di patologia e dall'età della donna. Se l'iperplasia è caratterizzata da una forma non grave (iperplasia endometriale complessa), viene prescritto un trattamento conservativo.

In tali situazioni, il rischio di restituire la malattia aumenta al 40%.

Se questa patologia è caratterizzata da una forma atipica, quindi per eliminare il problema è consigliabile utilizzare un trattamento ormonale o un intervento chirurgico. In un caso o nell'altro, nessuno è al sicuro dal rischio di ricaduta..

  • Se una donna trova una ricaduta dell'iperplasia endometriale atipica, viene inviata per la diagnosi ecografica per identificare l'area interessata. Fanno anche il curettage e prescrivono un trattamento ormonale. Se dopo aver adottato tali misure la malattia si ripresenta, la donna con il suo consenso rimuove l'utero.
  • Se si verifica una ricaduta di una semplice (iperplasia di tipo proliferativo endometriale, iperplasia moderata), forma cistica o ghiandolare della malattia, alla donna viene mostrato un trattamento con ormoni. Se ha in programma di dare alla luce un bambino in futuro, quindi per il normale concepimento suggeriscono la resezione dell'endometrio, cioè lo strato interno dell'utero viene completamente distrutto. Un metodo elettrochirurgico o laser può essere utilizzato per completare questa procedura. Questa manipolazione viene eseguita in anestesia e con l'uso di un isteroscopio..

Concludendo, vale la pena dire che con frequenti ricadute della proliferazione endometriale, è indicata la rimozione dell'utero. Se la forma della malattia non è molto complessa, alla donna viene offerto di sottoporsi a terapia ormonale e fare un curettage.

Iperplasia endometriale con menopausa

Con l'avvicinarsi della menopausa, aumenta il numero di cicli anovulatori. Normalmente, l'estinzione lenta e sincrona degli ormoni porta a una diminuzione dell'attività dell'endometrio e alla sua successiva atrofia. Tuttavia, vari malfunzionamenti del sistema ormonale dovuti all'obesità, al diabete mellito o ad altre patologie portano ad un aumento relativo dei livelli di estrogeni sullo sfondo di una riduzione relativa del progesterone. Anche la terapia ormonale sostitutiva e l'inizio tardivo della menopausa stimolano lo sviluppo della malattia. Può apparire anche durante la menopausa con ovulazione irregolare, nonché sotto l'influenza di altri motivi..

L'iperplasia endometriale uterina della menopausa è una condizione grave che è un presagio di cancro dell'utero, quindi scoprire le cause e il trattamento dovrebbe essere immediato.

Il sintomo principale dei processi iperplastici endometriali in menopausa è l'individuazione. Possono essere magri o abbondanti. La comparsa di iperplasia endometriale ghiandolare-cistica in menopausa è indicata da sanguinamento iniziato dopo una lunga pausa. In ogni caso, il sanguinamento è un'occasione per consultare un medico.

Iperplasia endometriale atipica

Il corpo femminile è un sistema sorprendentemente snello. I processi metabolici, il lavoro di organi e sistemi sono in un equilibrio unico, che consente a una donna di dare alla luce una nuova vita. Ma i malfunzionamenti nel corpo provocano lo sviluppo di condizioni patologiche. L'iperplasia atipica è una delle malattie derivanti da tale malfunzionamento. Vediamo perché questo accade e quale malattia è pericolosa.

L'endometrio è lo strato interno dell'utero, la mucosa. È a questo strato che l'uovo embrionale è fisso e lo strato stesso è coinvolto nel ciclo mestruale. L'endometrio è riccamente fornito di vasi sanguigni, questo è necessario per una corretta alimentazione del feto.

L'endometrio è costituito da due strati: quello basale (strato inferiore, fissato direttamente allo strato muscolare dell'utero) e funzionale (epiteliale, è quello che viene rifiutato durante il ciclo mestruale). Lo strato basale rigenera (ripristina) il funzionale.

È lo strato funzionale che subisce l'iperplasia (proliferazione). Ciò accade a seguito di una maggiore produzione di estrogeni a causa della mancanza di progesterone. C'è un tale squilibrio ormonale a causa di un malfunzionamento dell'ipotalamo - ipofisi - sistema delle ovaie.

L'ipotalamo è una parte del cervello che regola il funzionamento dei sistemi del corpo. La ghiandola pituitaria è la ghiandola endocrina dominante che regola il sistema endocrino. Le ovaie sono gonadi accoppiate in cui le uova maturano e vengono prodotti ormoni sessuali femminili (estrogeni, progestinici).

Normalmente, gli estrogeni innescano il processo di proliferazione dell'endometrio e il progesterone inibisce questo meccanismo e innesca la fase di secrezione (secrezione). Se la gravidanza non si è verificata, il supporto ormonale diminuisce e si verificano le mestruazioni (lo strato funzionale dell'endometrio viene rifiutato).

Cambiamenti nell'utero con iperplasia endometriale. Fonte: helpdex.ru

Con l'iperplasia endometriale, la fase di secrezione è assente. La mucosa continua a crescere e, con una diminuzione dei livelli di estrogeni, inizia il rigetto dello strato funzionale. Molto spesso, nelle aree si verifica rigetto endometriale, che provoca sanguinamento mestruale pesante prolungato (spesso doloroso).

A poco a poco, si verificano cambiamenti patologici nello strato mucoso - compaiono ghiandole alterate in cui si sviluppano cellule atipiche (irregolari). Questa condizione è chiamata iperplasia endometriale atipica. Durante questo periodo, le cellule atipiche si trovano esattamente nello strato funzionale dell'endometrio. La degenerazione del cancro è indicata dalla situazione in cui questi cambiamenti influenzano lo strato basale..

Le cause

Questa malattia può manifestarsi a qualsiasi età sotto l'influenza di determinati fattori. Tuttavia, le donne a cavallo di 45-55 sono nella zona ad alto rischio. Ciò è dovuto a cambiamenti legati all'età, poiché in questo momento le donne incontrano la menopausa e la menopausa.

Il periodo della menopausa è caratterizzato dall'estinzione delle funzioni riproduttive del corpo, gli organi genitali interni "si seccano", appare uno squilibrio ormonale (salti del livello di estrogeni nel sangue, una graduale diminuzione della produzione di estrogeni da parte delle ovaie). Ma oltre a ciò, ci sono una serie di ragioni per le quali questa patologia può svilupparsi:

  • Aborti frequenti, curettage diagnostico dell'utero, lesioni traumatiche dell'utero durante il travaglio o l'intervento chirurgico.
  • La presenza di numerose nascite.
  • Mancanza di gravidanza e parto.
  • Patologia endometriale (endometrite, endometriosi, adenomiosi, ecc.)
  • La presenza di fibromi, polipi, ecc..
  • Processi metabolici alterati.
  • Diabete mellito, patologia tiroidea.
  • Obesità.
  • Menopausa, menopausa.

Tutte queste condizioni sono le cause più comuni dello sviluppo dell'iperplasia atipica. È importante notare che l'iperplasia endometriale atipica di per sé non è il cancro. Questa è una malattia precancerosa. Una sorta di presagio di una crescente minaccia per il corpo. Se durante il tempo presti attenzione alla tua cattiva salute e ti sottoponi all'esame e al trattamento, puoi evitare la degenerazione dell'iperplasia atipica in un tumore maligno.

Classificazione

A seconda del grado di danno d'organo, si possono distinguere due tipi di sviluppo della malattia:

Forma diffusa. Copre l'intera superficie interna dell'utero (intero endometrio). È caratterizzato da una manifestazione precoce dei sintomi e da una diagnosi abbastanza semplice. I cambiamenti atipici possono svilupparsi sia sull'intera superficie interessata, sia in misura limitata.

Forma focale. La crescita dell'endometrio non comprende grandi volumi, ma è piuttosto concentrata in uno o più punti. I fuochi si trovano nel fondo uterino (il più delle volte). I sintomi per questo tipo di sviluppo della malattia sono generalmente assenti del tutto. Per questo motivo, la forma focale viene diagnosticata molto tardi, spesso per caso (durante l'esame per un altro motivo).

A seconda della gravità della patologia, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • Iperplasia endometriale atipica semplice. In questo caso, la crescita delle cellule endometriali avviene senza il desiderio di atipia dei nuclei cellulari. Il rischio di degenerazione di questo tipo di iperplasia in oncologia è molto basso, in circa 8-15 casi su cento.
  • Iperplasia endometriale atipica complessa (adenomatosi con atipia). La struttura delle forme e dei nuclei delle cellule ghiandolari è disturbata, le caratteristiche distintive sono la presenza di pronunciata proliferazione (crescita) dell'epitelio con comparsa di atipia nelle cellule e nei tessuti. Questa malattia è pericolosa perché è probabile che degeneri in cancro (in circa il 40-58% dei casi).

Sintomi

Il sintomo principale e più importante di questa patologia sarà il sanguinamento mestruale pesante. La maggior parte delle donne con questa patologia sviluppa un ritardo delle mestruazioni fino a tre mesi, seguito da un forte sanguinamento. Questo è ciò che fa girare la maggior parte delle donne all'ufficio ginecologico.

Molto meno spesso con cicli mestruali regolari, si può osservare la menorragia (mestruazioni pesanti, perdita di sangue di oltre 80 ml al giorno) per un periodo superiore a 7 giorni. Forse la comparsa di emorragia in assenza di mestruazioni o tra cicli mestruali. Le giovani donne sviluppano infertilità.

La stragrande maggioranza delle donne a cui viene diagnosticata l'iperplasia atipica è obesa. Assolutamente tutte le donne con una storia di iperplasia hanno malattie infiammatorie croniche del sistema riproduttivo, infertilità, aborti spontanei, endometriosi, mastopatia.

Diagnostica

È quasi impossibile diagnosticare l'iperplasia endometriale atipica mediante visita medica ed ecografia. È necessario prescrivere tutta una serie di studi:

  • Un esame del sangue per determinare il livello di ormoni (estrogeni e progesterone).
  • Procedura ad ultrasuoni. È necessario determinare la presenza di polipi, il tipo e la forma del processo patologico, il grado di crescita e lo spessore dell'endometrio.
  • Isteroscopia e curettage diagnostico separato. Questi tipi di diagnostica sono i più affidabili e forniscono la maggior quantità di informazioni complete e accurate..
  • mammografia.
  • Biopsia di aspirazione, seguita da analisi citologica dell'aspirato. In questo esame, il medico che utilizza un dispositivo speciale cattura un pezzo di tessuto, che viene quindi inviato per esame.

Importante! Se noti che il ciclo mestruale è cambiato (irregolare, troppo raro, abbondante, molto doloroso), contatta il tuo ginecologo. Ogni donna ha bisogno di frequentare una clinica prenatale almeno due volte l'anno. La rilevazione e il trattamento tempestivi delle malattie ti salveranno da complessi processi patologici.

Trattamento

Esiste una scarsa possibilità di autorigenerazione nell'iperplasia: l'inizio della menopausa o l'improvvisa normalizzazione dei livelli ormonali causeranno il degrado dell'endometrio troppo cresciuto. Tuttavia, sperando in questo, puoi perdere l'opportunità di curare e contrarre un cancro complesso.

Nella pratica medica, ci sono due modi per trattare l'iperplasia endometriale atipica:

Farmaco

Include il trattamento della malattia mediante farmaci. Poiché questa è una malattia ormonale-dipendente, è necessario normalizzare il livello di ormoni nel corpo di una donna. Il trattamento dura da tre a sei mesi.

Inizialmente, è necessario fermare l'emorragia. Per questo vengono utilizzati contraccettivi orali monofase e trifase (contraccettivi), questi farmaci vengono combinati (cioè contengono sia estrogeni che gestageni). Allo stesso tempo, potrebbe essere necessario introdurre farmaci emostatici e vitamine del gruppo B, C, acido folico.

Il prossimo passo è normalizzare lo sfondo ormonale. Per questo, vengono utilizzati i gestageni (per ridurre la crescita dell'endometrio), provano a normalizzare i processi metabolici nel corpo. Dopo le misure adottate, resta da normalizzare l'ovulazione, i livelli ormonali e il ciclo mestruale (restituendo così le capacità riproduttive del corpo).

Se una donna è in menopausa, è necessario interrompere i cicli mestruali e tornare alla menopausa persistente. Dopo aver ricevuto il trattamento, una donna deve sottoporsi a regolari esami, curettage diagnostico della cavità uterina.

Come diretto da un medico, assumere complessi vitaminici e contraccettivi orali. Il medico nomina individualmente il trattamento ormonale dopo aver determinato lo sfondo ormonale della donna.

Chirurgico

Il ri-sviluppo dell'iperplasia nelle giovani donne richiede la rimozione dell'utero mantenendo le ovaie. Nelle donne in menopausa, in questo caso, l'utero e le appendici vengono rimossi. Tale intervento viene effettuato solo in caso di minaccia di degenerazione dell'iperplasia atipica nel cancro.

In altri casi, viene eseguita una resezione transcervicale dell'endometrio (cioè la rimozione dello strato interno dell'utero attraverso la cervice) o l'ablazione dell'endometrio (usando un isteroscopio usando correnti ad alta frequenza).

Molto spesso entrambi i metodi di trattamento sono combinati. Dopo il trattamento, tutte le donne vengono registrate su un dispensario nell'ufficio ginecologico. Dopo un trattamento chirurgico per un periodo di 6 mesi e per 6 anni - se è stato utilizzato un metodo di terapia conservativo.

Con la rilevazione tempestiva di questa patologia e il trattamento corretto, la prognosi è favorevole. Sotto forma di prevenzione, dovrebbero essere raccomandate visite regolari dal ginecologo, l'uso corretto dei contraccettivi orali, il trattamento tempestivo e completo delle patologie del sistema riproduttivo emergenti.

Caratteristiche del decorso e del trattamento dell'iperplasia endometriale atipica

L'iperplasia endometriale atipica è una proliferazione progressiva dello strato uterino interno, che porta a cambiamenti nelle cellule mucose. Insieme all'iperplasia e ai polipi convenzionali, si verifica abbastanza spesso. In ginecologia, il termine "adenomatosi diffusa o focale" viene utilizzato per riferirsi a questi processi..

La conseguenza più pericolosa di questa crescita dell'endometrio è il carcinoma ormono-dipendente. In questo caso, la malignità cellulare si verifica sullo sfondo di una diminuzione del livello di alcuni ormoni e di un aumento in altri, che si verifica nella fase riproduttiva e durante la menopausa.

Meccanismo di sviluppo

L'iperplasia atipica si sviluppa gradualmente, quindi è quasi impossibile rilevarla da segni caratteristici, come nel caso di altre malattie.

L'atypia cellulare ha più probabilità di manifestarsi nelle donne dopo 30 anni e in quelle che entrano in menopausa. La patologia si riferisce all'ormone-dipendente, quindi è estremamente rara nelle ragazze e nelle donne nullipare. Si sviluppa due volte meno dell'iperplasia tipica - 20% contro 10-15%. La transizione da una forma tipica a atipica (patologia oncologica) si verifica nel 10% dei casi.

La patologia si forma gradualmente ed è associata a fluttuazioni ormonali. All'inizio del ciclo, gli estrogeni prodotti dalle ovaie stimolano la crescita dell'endometrio, si sta preparando a prendere un uovo. Più vicino all'ovulazione, aumenta la concentrazione di progesterone. Se il concepimento non si verifica, l'endometrio morto viene respinto ed escreto nel sangue. Quando, con una diminuzione della concentrazione di progesterone, aumenta la concentrazione di estrogeni, che spesso si verifica sullo sfondo del ciclo anovulatorio, le cellule cambiano struttura e acquisiscono proprietà anormali.

La mancanza di ovulazione, specialmente in età riproduttiva, ha un effetto dannoso sulla salute delle donne. Questo non solo porta all'interruzione del ciclo mestruale, ma aumenta anche il rischio di proliferazione cellulare, cioè trasformazione maligna.

Forme di patologia

Il tasso di ormoni influenza il grado di danno alla mucosa. La crescita assoluta o relativa degli estrogeni provoca adenomatosi endometriale. A sua volta, l'iperestrogenia si sviluppa a seguito di fluttuazioni legate all'età sullo sfondo degli ormoni, con deficit di progesterone, sindrome dell'ovaio policistico, disfunzione surrenalica, dopo frequenti curettage.

La malattia è caratterizzata da escrescenze lente o veloci, iperplasia sullo strato interno della mucosa uterina. La patologia è suddivisa in tipi in base al tipo di localizzazione, alla progressione del processo, alla struttura e alla presenza di cellule atipiche, nonché a sintomi aggiuntivi, ad esempio la presenza o l'assenza di mestruazioni.

Semplice

L'iperplasia adenomatosa semplice è caratterizzata da tali manifestazioni cliniche:

  • la comparsa di cellule stromali e ghiandolari, una diminuzione del numero di strutture normali dell'endometrio;
  • localizzazione uniforme dei vasi sanguigni nello stroma;
  • aumento e gonfiore dello strato endometriale fino all'espansione cistica;
  • acquisizione da parte di cellule di forma arrotondata, violazione del loro ordine.

Il rischio di degenerazione di questa forma di patologia in una neoplasia maligna è dell'8-20%.

Inoltre, sono possibili disturbi del ritmo mestruale, la comparsa di determinate secrezioni non standard. Nelle prime fasi del danno endometriale, i sintomi sono praticamente assenti, la patologia non si manifesta.

Complesso

L'iperplasia atipica complessa si manifesta come una crescita eccessiva dello strato endometriale, un cambiamento nella sua struttura e disorganizzazione delle cellule. Questo tipo di patologia è considerato il più pericoloso, poiché in quasi il 30% dei casi degenera in cancro.

Nei tessuti ghiandolari della mucosa con un tipo complesso di patologia, appaiono strutture che normalmente non dovrebbero essere, ad esempio, cluster separati (focolai) e il tessuto ghiandolare può coprire l'intero endometrio (tipo diffuso). Le ghiandole non solo acquisiscono una forma irregolare, ma differiscono anche significativamente l'una dall'altra.

Secondo alcuni rapporti, questa patologia porta allo sviluppo del cancro uterino in quasi il 57% dei casi. Durante la diagnosi, la diagnosi è "precancer (non invasiva)". Il trattamento è generalmente più lungo, in questo caso non vengono utilizzate fitopreparazioni o rimedi popolari..

Focal

La forma focale è caratterizzata da escrescenze a forma di dito delle ghiandole, che ricordano visivamente un polipo. Normalmente, non si osserva un cambiamento nella struttura delle cellule, hanno una forma arrotondata.

L'adenomatosi endometriale si verifica esclusivamente dallo strato funzionale, mentre il polipo colpisce solo il basale. In questo caso, i polipi non sono una patologia ormono-dipendente e l'iperplasia risponde sempre alle fluttuazioni del background ormonale.

L'iperplasia è divisa in diversi tipi, ognuno dei quali è il risultato di mutazioni cellulari. È il tipo focale di patologia che si verifica nella stragrande maggioranza dei casi: il danno cellulare atipico ha quasi sempre un focus. Il picco di incidenza si osserva più spesso prima dei 40 anni..

Va ricordato che questa patologia è una condizione precancerosa dell'utero. All'inizio del suo sviluppo, le cellule atipiche hanno una struttura simile a quelle sane, ma se osservate nel processo di istologia, si può vedere una trasformazione: polimorfismo nucleare, un processo di divisione incontrollata.

Il sanguinamento in questa fase è raro. Tuttavia, questa condizione dell'endometrio è già considerata un tumore non invasivo e richiede un attento monitoraggio. La divisione genetica progressiva e la mutazione cellulare sono difficili da trattare.

Le malattie somatiche - diabete, obesità, ipertensione - aumentano ulteriormente il rischio di sviluppare un cancro a tutti gli effetti..

I sintomi di un tipo focale di patologia sono danni all'ovaio, all'utero, alle mestruazioni profonde, alla sterilità, all'anemia in un esame del sangue, alla comparsa di perdite intermestruali.

Diffondere

Iperplasia atipica si riferisce al tipo diffuso quando il processo di danno copre l'intera superficie del tessuto. Le crescite sono localizzate in quasi tutte le parti dell'endometrio, l'intera area è danneggiata.

La patologia è divisa in diversi tipi: iperplasia adenomatosa, ghiandolare-cistica.

Con una variante atipica adenomatosa, le crescite si trasformano in tumori. L'iperplasia può bordare il miometrio, danneggiare lo strato uterino muscolare, causando uno stato precanceroso di cellule che hanno già subito una trasformazione.

Forse non aumenta solo lo sviluppo dell'oncologia, i fibromi, il rischio di altre patologie, il più delle volte endocrine, così come le malattie del fegato. La crescita eccessiva colpisce il fondo dell'utero e le sue pareti. Può essere uniforme in tutte le aree dello strato o irregolare.

La variante atipica diffusa porta a una divisione incontrollata, molto spesso progressiva di cellule e nuclei. In assenza di trattamento ed eliminazione delle malattie concomitanti, il cancro invasivo si sviluppa in 1-13 anni nel 40-50% dei casi.

Diagnostica

L'iperplasia atipica è confermata dopo una diagnosi, i cui metodi principali includono ultrasuoni, istologia, isteroscopia e controllo degli ormoni nel sangue.

L'esame viene effettuato a seconda della fase del ciclo, inoltre, sarà richiesta la consegna di test generali: urina, sangue, determinazione del livello di zucchero, ultrasuoni della cavità addominale e altri esami.

La determinazione precisa del cancro uterino è possibile solo con l'aiuto dell'esame istologico. Il tessuto endometriale, esaminato al microscopio, rivela cambiamenti atipici nelle sue proprietà, la struttura dei nuclei e delle cellule viene determinata con precisione e viene data una caratteristica dello strato interessato. L'identificazione di trasformazioni atipiche durante l'istologia è possibile in quasi il 100% dei casi.

Isteroscopia

Il contenuto informativo di uno studio come l'isteroscopia per determinare la degenerazione cellulare non è superiore al 65-97%. L'iperplasia atipica è determinata dall'ispessimento dell'endometrio. Durante la procedura vengono visualizzate pieghe di diverse altezze, vengono specificati l'ombra dei tessuti, la presenza di gonfiore, l'espansione dei dotti delle ghiandole.

L'immagine con isteroscopia ricorda lo sviluppo dell'endometrio nel periodo di proliferazione iniziale. Se la diagnosi è stata preceduta da sanguinamento prolungato, la parte inferiore dell'utero sarà rivestita con frammenti di frangia dello strato endometriale, che hanno una tonalità rosa chiaro. Il resto è pallido, lo spessore è piccolo.

Con l'iperplasia, l'utero sarà rivestito con escrescenze e vescicole lungo l'intera lunghezza, sinechie endometriali. Lo strato appare irregolare, può avere cisti, fossa, scanalature di varie lunghezze. Di solito il danno più grande si osserva nella parte inferiore e posteriore dell'organo.

Il curettage dell'utero con iperplasia non è lo studio finale per determinare le lesioni cancerose. Il più informativo è considerato un esame istologico del raschiamento della mucosa.

Poiché i criteri caratteristici per rilevare i cambiamenti atipici sono difficili da stabilire mediante l'isteroscopia, questo metodo di esame può essere considerato ausiliario. Più spesso, il curettage viene effettuato per le malattie dell'utero, nonché a fini diagnostici per chiarire le cause del sanguinamento.

Esame citologico

Gli studi citologici consentono la determinazione più accurata della presenza di cellule atipiche, nonché la diagnosi differenziale, lo screening del cancro nelle donne a rischio e il controllo della terapia per escludere ricadute e lo sviluppo di metastasi.

Per studiare le cellule della mucosa dalla cavità uterina, di solito vengono assunte il 6-9 ° giorno del ciclo o non oltre 5 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni. Se il materiale viene rimosso durante o immediatamente prima dell'inizio delle mestruazioni, è possibile una diagnosi errata..

I tessuti vengono rimossi in vari modi: tamponi, raschiature, aspirazione. Molto spesso, le cellule vengono rimosse con una siringa, la cui capacità è di 20 ml.

Con l'iperplasia adenomatosa durante l'esame citologico, insieme alle aree di cellule invariate, vengono rivelati strati dell'epitelio, in cui vi sono segni di atipia. I nuclei di queste cellule sono grandi, polimorfici, con una cromatina omogenea di colore chiaro. I contorni del citoplasma sono sfocati, possono fondersi con lo sfondo generale, il colore è chiaro.

La citologia può solo suggerire lo sviluppo del cancro. In caso di sospetta malignità delle cellule, il materiale viene inviato per istologia.

Viene anche effettuato un esame citologico per differenziare l'iperplasia con mioma uterino, polipi, fibromioma. Oltre a questo metodo, tomografia, ultrasuoni.

Ultrasuoni transvaginali

L'adenomatosi endometriale viene rilevata anche durante l'ecografia transvaginale. Questo metodo di esame consente di valutare la natura, l'uniformità, lo spessore dello strato. Il fatto che l'iperplasia sia un precancer può essere giudicato da uno spessore di oltre 7 mm. Se supera i 20 mm, la questione del processo maligno viene sollevata in modo inequivocabile.

La diagnosi viene eseguita più spesso nella prima fase, il 5-7 ° giorno del ciclo. All'interno della vagina in cui è posizionato un sensore speciale per esaminare l'utero, la cervice. In presenza di emorragie prolungate e sanguinamento, l'esame viene eseguito in qualsiasi giorno..

Trattamento

La terapia della patologia viene eseguita in due modi: conservazione chirurgica e ormonale degli organi.

In termini di terapia chirurgica, il metodo principale è l'isterectomia totale, ovvero la rimozione dell'utero e / o delle appendici.

Nel caso di patologie somatiche e altre controindicazioni alla terapia chirurgica, viene utilizzato il trattamento con farmaci contenenti ormoni (ad esempio Duphaston, Norkolut per l'iperplasia) - vengono utilizzati anche progestinici, antiestrogeni e sistemi di rilascio intrauterino..

La terapia può essere eseguita sia a casa che in ospedale, le donne con sanguinamento continuo, secrezione purulenta e acquosa nella fase riproduttiva o nelle donne in postmenopausa sono soggette a ricovero programmato. Con scarico pesante di sangue, è necessaria assistenza medica di emergenza.

Normalmente, il trattamento è monitorato in base alla somministrazione di farmaci contenenti ormoni. L'isteroscopia e gli ultrasuoni vengono eseguiti urgentemente e, se si sospetta che si manifestino alterazioni maligne, il materiale viene inviato per l'esame istologico.

Se non è necessario preservare la capacità fertile di una donna, viene spesso eseguita la completa rimozione dell'utero e l'ablazione dello strato mucoso insieme al basale senza successivo ripristino dell'endometrio. Dopo la rimozione chirurgica, è necessaria la terapia ormonale, che consente non solo di eliminare l'iperplasia atipica, le ovaie policistiche, ma anche di normalizzare la funzione riproduttiva.

Terapia conservativa

Il più appropriato, specialmente in età fertile e se la donna vuole mantenere la capacità riproduttiva, il trattamento è l'uso di farmaci contenenti ormoni. L'iperplasia adenomatosa risponde bene al trattamento con vari farmaci contenenti estrogeni e progesterone. Il trattamento con progestinici ha lo scopo di prevenire la degenerazione della patologia nel cancro classico. Inoltre, tale terapia migliora la differenziazione strutturale cellulare, riduce il rischio di alterazioni atrofiche dell'endometrio..

La terapia ormonale si svolge in più fasi:

  1. I primi sei mesi, il progestinico viene somministrato almeno tre volte alla settimana (scegliere medrossiprogesterone acetato o oxyprogesterone capronato). I farmaci sono combinati con tamoxifene. Questi agenti consentono di eliminare i cambiamenti atipici nell'epitelio, ridurre la proliferazione cellulare e prevenire il passaggio dell'endometrio alla fase atrofica. Il quadro clinico in questa fase è l'amenorrea persistente, la cessazione del sanguinamento. Il curettage del tessuto interessato viene effettuato dopo 2 mesi di terapia. Se l'iperplasia atipica viene preservata nel materiale, viene discussa la possibilità di un trattamento chirurgico..
  2. Inoltre, se una donna è interessata a una concezione futura, viene stimolata l'ovulazione, viene spesso utilizzato il clomifene citrato. Questo farmaco riduce il rischio di recidiva e consente di annullare i progestinici. In questa fase, in presenza di resezione policistica dell'ovaio viene eseguita per ripristinare il ciclo ovulatorio. La sua durata va da 10 a 12 mesi.

In media, il trattamento ormonale richiede fino a un anno, ma in assenza di effetto o almeno di regressione della malattia dopo 3-6 mesi, i metodi chirurgici vengono alla ribalta. La cosa principale è l'isterectomia (insieme alle appendici o alla loro conservazione nelle donne di età inferiore ai 35 anni).

Chirurgia

L'isterectomia (rimozione simultanea delle appendici e dell'utero) è il modo più radicale di trattare la patologia. Applicare in forme gravi di atipia, in presenza di fibromi, anche per rimuovere i polipi. Curettage diagnostico dell'utero prima del trattamento chirurgico..

Viene utilizzata la terapia ormonale preoperatoria, che mira a ridurre le dimensioni del focus dell'iperplasia. Inoltre, questo metodo è spesso combinato con l'uso di contraccettivi orali combinati, il che aiuta a evitare la ricaduta il più possibile. Il ricevimento degli ormoni dopo la rimozione è necessario solo se le ovaie sono state conservate.

Trattamento alternativo

La terapia con rimedi popolari per HE viene utilizzata solo come adiuvante nell'ambito del trattamento sintomatico. Non vengono utilizzate solo erbe, come ortica, celidonia, pineta, bardana e piantaggine, ma anche irudoterapia, rimedi omeopatici in farmacia.

Le medicine basate su ricette alternative non influenzano la struttura delle ghiandole endometriali, ma possono ridurre il sanguinamento, stabilizzare il ciclo, migliorare la funzione riproduttiva ed equilibrare lo sfondo ormonale.

Prevenzione

Con esami regolari, viene eseguito il sollievo dei focolai infiammatori nel sistema riproduttivo, il rilevamento del sanguinamento uterino, un'adeguata prevenzione dell'età. L'iperplasia adenomatosa richiede un'attenta diagnosi per rilevare i cambiamenti atipici e l'uso obbligatorio della terapia ormonale e / o chirurgica.

Ridurre il rischio di patologia è possibile con il trattamento tempestivo dei disturbi endocrini, il controllo del peso e dello zucchero nel sangue, la regolazione della pressione sanguigna.

Inoltre, l'assenza di un piccolo numero di aborti e curettages diagnostici, la corretta selezione di contraccettivi per la protezione contro il concepimento indesiderato e l'eliminazione di periodi irregolari con l'aiuto di uno IUD o OK riducono la probabilità di patologia.

L'età è considerata un segnale allarmante, richiede un'adeguata terapia, poiché in oltre la metà dei casi passa al cancro dell'utero, soprattutto dopo i 40 anni. Climax, diabete, sovrappeso, disturbi endocrini aumentano ulteriormente il rischio..