Malattie oncologiche

Carcinoma

Gli astrocitomi sono gliomi cerebrali primari. L'incidenza di questo tipo di tumore è di 5-7 persone per 100.000 abitanti all'anno. Il numero principale di pazienti è rappresentato da adulti dai 20 ai 45 anni, nonché bambini e adolescenti. L'astrocitoma cerebrale nei bambini è la seconda causa di morte dopo la leucemia.

Astrocitoma: sintomi e trattamento

Secondo la classificazione internazionale (ICD 10), gli astrocitomi sono neoplasie maligne del cervello. Occupano il 40% di tutti i tumori neuroectodermici originati dal tessuto cerebrale. Dal nome diventa chiaro che si sviluppano astrocitomi da astrociti. Queste cellule svolgono importanti funzioni, tra cui il supporto, la differenziazione e la protezione dei neuroni dalle sostanze nocive, la regolazione dell'attività dei neuroni durante il sonno, il controllo del flusso sanguigno e la composizione del fluido intercellulare.

Un tumore può verificarsi in qualsiasi parte del cervello, più spesso l'astrocitoma cerebrale è localizzato negli emisferi cerebrali (negli adulti) e nel cervelletto (nei bambini). Alcuni di loro hanno una forma nodale di crescita, cioè è possibile tracciare un confine chiaro con tessuto sano. Tali tumori deformano e spostano le strutture cerebrali, le loro metastasi crescono nel tronco o nel ventricolo cerebrale. Si trovano anche varianti diffuse con una natura infiltrativa di crescita. Sostituiscono i tessuti sani e portano ad un aumento delle dimensioni di una parte separata del cervello. Quando il tumore entra nello stadio della metastasi, inizia a diffondersi lungo lo spazio subaracnoideo e i canali del liquido cerebrale.

L'incisione mostra che la densità degli astrocitomi è di solito simile nella densità alla sostanza del cervello, il colore è grigio, giallastro o rosa pallido. I nodi possono raggiungere 5-10 cm di diametro. Gli astrocitomi sono inclini alla formazione di cisti (specialmente nei piccoli pazienti). La maggior parte degli astrocitomi, sebbene maligni, crescono lentamente, rispetto ad altri tipi di tumori cerebrali, quindi hanno buone previsioni.

Il rischio di contrarre questa malattia è nelle persone di qualsiasi età, in particolare i giovani (a differenza della maggior parte dei tipi di cancro, che si verificano principalmente nei cittadini più anziani). La domanda è: come proteggersi dai tumori cerebrali.?

Astrocitoma cerebrale: cause

Gli scienziati non riescono ancora a capire perché si verifica il cancro al cervello. Sono noti solo i fattori che contribuiscono alle trasformazioni patologiche. It:

  • radiazione. L'effetto prolungato delle radiazioni associate a condizioni di lavoro, inquinamento ambientale o addirittura usato per trattare altre malattie, può portare alla formazione di astrocitoma cerebrale;
  • malattie genetiche. In particolare, la sclerosi tuberosa (malattia di Bourneville) è quasi sempre la causa della comparsa di astrocitoma a cellule giganti. Gli studi sui geni che diventano soppressori del tumore hanno rivelato che si sono verificate mutazioni del gene p53 nel 40% dei casi di astrocitoma e nel 70% dei casi di glioblastoma, geni MIAS ed EGFR. L'identificazione di queste lesioni previene le forme maligne di AGM;
  • oncologia in famiglia;
  • gli effetti delle sostanze chimiche (mercurio, arsenico, piombo);
  • fumo e bere eccessivo;
  • immunità indebolita (specialmente per le persone con infezione da HIV);
  • lesioni cerebrali traumatiche.

Naturalmente, se una persona, ad esempio, è stata esposta alle radiazioni, ciò non significa che crescerà necessariamente un tumore. Ma una combinazione di molti di questi fattori (lavoro in condizioni dannose, cattive abitudini, cattiva eredità) può essere un catalizzatore per l'insorgenza di mutazioni nelle cellule cerebrali.

Tipi di astrocitomi cerebrali

La classificazione generale dei tumori cerebrali divide tutti i tipi di tumori in 2 grandi gruppi:

  1. Sottotentoriali. Situato nella parte inferiore del cervello. Questi includono astrocitomi cerebellari, che si trovano molto spesso nei bambini, così come il tronco encefalico.
  2. Sopratentoriali. Situato sopra il segno cerebellare nella parte superiore del cervello.

In rari casi, si verifica un astrocitoma del midollo spinale, che può essere il risultato di metastasi dal cervello.

Il grado del processo maligno

Esistono 4 gradi di malignità degli astrocitomi, che dipendono dalla presenza di analisi istologiche di segni di polimorfismo nucleare, proliferazione di endotelio, mitosi e necrosi.

Il grado 1 (g1) include astrocitomi altamente differenziati, che hanno solo 1 di questi segni. It:

  • Astrocitoma piloideo (pilocitico). Prende il 10% del totale. Questo tipo viene diagnosticato principalmente nei bambini. L'astrocitoma pilocitico, di regola, ha la forma di un nodo. Si trova più spesso nel cervelletto, nel tronco encefalico e nelle vie ottiche..
  • Astrocitoma a cellule giganti sub-dipendente. Questo tipo si verifica spesso in pazienti con sclerosi tuberosa. Caratteristiche distintive: cellule di dimensioni gigantesche con nuclei polimorfici. Gli astrocitomi sub-dipendenti hanno l'aspetto di un nodo tuberoso. Situato principalmente nei ventricoli laterali.

Gli astrocitomi del 2 ° grado di malignità (g2) sono tumori relativamente benigni che presentano 2 segni, generalmente polimorfismo e proliferazione endoteliale. Possono anche essere presenti singole mitosi, che influiscono sulla prognosi della malattia. In genere, i tumori g2 crescono lentamente, ma in qualsiasi momento possono trasformarsi in maligni (sono anche chiamati borderline). Questo gruppo comprende tutte le varianti di astrocitomi diffusi, che si infiltrano nel tessuto cerebrale e possono diffondersi in tutto l'organo. Si trovano nel 10% dei pazienti. Gli astrocitomi cerebrali diffusi spesso colpiscono i dipartimenti funzionalmente significativi, a causa dei quali è impossibile rimuoverli.

Tra loro:

  • Astrocitoma fibrillare;
  • Astrocitoma ematocitico;
  • Astrocitoma protoplasmatico;
  • pleomorphic;
  • Varianti miste (astrocitoma pilomixoid).
  • Le forme protoplasmatiche e pleomorfe sono rare (1% dei casi). Le varianti miste sono tumori con aree di fibrille ed ematociti..

Gli astrocitomi del 3 ° grado di malignità g3 includono anaplastico (atipico o dedifferenziato). Si verifica nel 20-30% dei casi. Il numero principale di pazienti è costituito da uomini e donne dai 40 ai 50 anni. L'AGM diffuso viene spesso trasformato in una forma anaplastica. Ci sono segni di crescita infiltrativa e anaplasia cellulare grave..

L'astrocitoma di grado 4 g4 è il più sfavorevole. Include glioblastomi del cervello. Trovali nel 50% dei casi. Il numero principale di pazienti cade all'età di 50-60 anni. Il glioblastoma può essere la causa della malignità dei tumori del 2 ° e 3 ° grado di malignità. Le sue caratteristiche sono la grave anaplasia, un elevato potenziale di crescita cellulare (crescita rapida), la presenza di siti di necrosi, una consistenza eterogenea.

Una nuova classificazione degli astrocitomi include astrocitomi diffusi e anaplastici al 4 ° grado di malignità a causa dell'impossibilità della loro completa rimozione e della tendenza a trasformarsi in glioblastoma.

Sintomi di astrocitoma cerebrale

L'oncologia cerebrale si manifesta con sintomi cerebrali e focali, che dipendono dalla posizione e dalla struttura morfologica del tumore.

I segni comuni di astrocitoma cerebrale includono:

  • mal di testa. Può essere costante e parossistico in natura, avere intensità diverse. Spesso gli attacchi di dolore si verificano di notte o dopo che la persona si è svegliata. A volte fa male un'area separata, a volte l'intera testa. La causa del mal di testa è l'irritazione del nervo cranico;
  • nausea. Sorgono all'improvviso, senza motivo. Il vomito può iniziare durante un attacco di mal di testa. Può essere la causa dell'impatto del tumore sul centro del vomito, quando si trova nel cervelletto o nel ventricolo 4;
  • vertigini. Una persona non si sente bene, gli sembra che tutto intorno si muova, c'è un rumore nelle orecchie, appare "sudore freddo", la pelle diventa pallida. Il paziente può svenire;
  • disordini mentali. Le neoplasie nel cervello nella metà dei casi causano una varietà di disturbi nella psiche umana. Può diventare aggressivo, irritabile o passivo e letargico. Alcuni iniziano ad avere problemi con la memoria e l'attenzione, diminuiscono le capacità intellettuali. Se la malattia non viene curata, può portare a un disturbo della coscienza. Questi sintomi sono più caratteristici dell'astrocitoma del corpo calloso. I disturbi mentali con formazioni benigne compaiono in ritardo e con maligni, infiltranti - all'inizio, mentre sono più pronunciati;
  • dischi ottici congestivi. Un sintomo presente nel 70% delle persone. Un oculista lo aiuterà;
  • crampi. Questo sintomo non è così comune, ma può essere il primo segnale che indica la presenza di un tumore in una persona. Convulsioni epilettiche con astrocitomi sono comuni, poiché si verificano spesso nelle lesioni del lobo frontale, dove queste formazioni si verificano nel 30% dei casi
  • sonnolenza, affaticamento;
  • depressione.

Mal di testa, nausea, vomito e vertigini sono le conseguenze della pressione intracranica, che prima o poi si verifica in pazienti con OGM. Può essere dovuto all'idrocefalo o semplicemente ad un aumento del volume del tumore. L'astrocitoma maligno del cervello è caratterizzato dalla rapida insorgenza della pressione intracranica, con tumori benigni i sintomi aumentano gradualmente, motivo per cui per lungo tempo una persona non sospetta la sua malattia.

Sintomi focali di astrocitoma

L'astrocitoma del lobo frontale provoca: paresi dei muscoli facciali della metà inferiore del viso, crampi di Jackson, perdita o diminuzione dell'olfatto, afasia motoria, andatura compromessa, paresi e paralisi, aumento, perdita o comparsa di riflessi patologici.

In caso di danno al lobo parietale: alterazione della sensazione spaziale e muscolare nella mano, astereognosi, dolore parietale, perdita di tipi superficiali di sensibilità, autotopnosia, disturbi del linguaggio e della scrittura.

Glioma del lobo temporale: varie allucinazioni, dopo le quali si verificano convulsioni epilettiche, afasia sensoriale o amnestica, emianopsia omonima, compromissione della memoria.

Tumori del lobo occipitale: fotopsia (allucinazioni visive sotto forma di scintille, lampi di luce), convulsioni epilettiche, disturbi visivi, nonché sintesi spaziale e analisi, disturbi ormonali, disartria, atassia, astasia, nistagmo, paresi dello sguardo, posizione della testa forzata, perdita dell'udito e sordità, disturbo della deglutizione, raucedine.

Diagnosi di astrocitoma cerebrale

Reclami per i sintomi sopra descritti vengono generalmente inviati al terapeuta. A sua volta, indirizza i pazienti a un neurologo. Questo specialista sarà in grado di eseguire tutti i test necessari per rilevare segni di cancro. Alcuni sintomi possono persino dire in quale parte del cervello si trova il tumore. Un'ulteriore diagnosi di astrocitoma è volta a confermare la sua presenza ottenendo immagini del cervello e stabilendo la sua natura.

I principali metodi di imaging utilizzati per determinare la presenza di formazioni sono la risonanza magnetica e calcolata. La TC si basa sull'esposizione alle radiazioni radiografiche. Durante la procedura, il paziente viene irradiato e contemporaneamente a più angolazioni, viene eseguita una scansione del cervello. L'immagine entra nello schermo del computer.

Durante la risonanza magnetica, viene utilizzato un apparato che crea un potente campo magnetico. Il paziente viene inserito al suo interno e i sensori sono fissi sulla testa, che raccolgono i segnali e li inviano al computer. Dopo aver elaborato i dati, si ottiene un'immagine chiara di tutte le parti del cervello nella fetta, in modo che la presenza di eventuali deviazioni possa essere determinata con precisione. La risonanza magnetica consente di determinare tumori benigni diffusi e piccoli, il che non è sempre possibile per i dispositivi CT.

Se si applica il contrasto (una sostanza speciale che viene somministrata per via endovenosa), è possibile esaminare contemporaneamente la rete circolatoria, che è molto importante per la scelta di un piano operativo. Le sostanze utilizzate per la TAC hanno molte più probabilità di provocare reazioni allergiche rispetto alle sostanze utilizzate per la risonanza magnetica. Va anche notato la dannosità della tomografia computerizzata a causa dell'uso delle radiazioni. Questi motivi rendono la risonanza magnetica potenziata dal contrasto il metodo diagnostico più preferito per i tumori cerebrali..

Per selezionare il regime di trattamento ottimale, è necessario stabilire il tipo istologico del tumore, poiché tipi diversi rispondono in modo diverso alla chemioterapia e alle radiazioni. Per fare questo, prelevare un campione di tessuto del tumore. La procedura durante la quale si verifica si chiama biopsia. Il metodo più accurato e sicuro è una biopsia stereotassica: la testa di una persona è fissata con un telaio speciale, un piccolo foro viene praticato nel cranio e, sotto il controllo di un apparecchio MRI o CT, viene inserito un ago per la raccolta dei tessuti.

Lo svantaggio è la durata (circa 5 ore). Il vantaggio è il rischio minimo (fino al 3%) di complicanze come infezione e sanguinamento. In alcuni casi, una biopsia stereotassica viene utilizzata come parte del trattamento e sostituisce la normale operazione. In questo caso, verrà rimossa parte della neoplasia, che riduce la pressione intracranica, dopo di che un ciclo di irradiazione.

Inoltre, durante l'intervento chirurgico è possibile ottenere biomateriale per rimuovere il tumore, che si verifica dopo la trepanazione del cranio. Quindi il campione risultante viene inviato al laboratorio per istologia..

A volte i risultati della risonanza magnetica aiutano, oltre alla localizzazione e alla prevalenza del tumore, a determinarne la natura. Ma la diagnosi di astrocitoma fatta in questo modo si è rivelata erronea in molti casi, quindi è preferibile una biopsia, ma se è impossibile eseguire (ad esempio, quando il tumore si trova in parti funzionalmente significative del cervello, che include l'astrocitoma del tronco encefalico), il medico è guidato solo dai risultati di studi non invasivi.

Video informativo: test per la presenza di un tumore nel cervello

Trattamento degli astrociti

La scelta delle tattiche di trattamento dipende dallo stadio dell'astrocitoma, dal suo tipo, posizione, condizione del paziente e, naturalmente, dalla disponibilità delle attrezzature necessarie.

Chirurgia

La rimozione chirurgica dell'astrocitoma è il principale metodo di trattamento. Poiché questi tumori si sviluppano più spesso negli emisferi cerebrali, le operazioni vengono generalmente eseguite con successo. Al fine di ottenere l'accesso alla parte necessaria del cervello, viene eseguita la craniotomia del cranio: il cuoio capelluto viene tagliato, un frammento dell'osso del cranio viene rimosso e la dura madre viene tagliata. Il compito del chirurgo è rimuovere la neoplasia al massimo con una perdita minima di tessuto sano. Gli astrocitomi benigni piccoli subiscono una resezione totale, ma le forme diffuse sono completamente impossibili da tagliare..

Dopo la rimozione dell'astrocitoma, il tessuto cerebrale viene suturato e al posto del difetto osseo viene posizionata una piastra speciale. La craniotomia viene anche utilizzata per la decompressione della pressione intracranica, lo spostamento del cervello e l'idrocefalo. Allo stesso tempo, il sito remoto non viene installato.

La rimozione chirurgica dell'astrocitoma cerebrale è molto pericolosa. Le resezioni radicali e parziali portano alla morte dall'11 al 50% dei pazienti, a seconda della gravità delle condizioni della persona.

Esiste anche il rischio di complicanze:

  • la diffusione delle cellule tumorali quando escise nei tessuti sani;
  • danno al cervello, nervi, arterie, sanguinamento;
  • Edema geneticamente modificato;
  • infezione
  • trombosi.

L'uso di imaging a risonanza magnetica o calcolata durante l'intervento chirurgico aiuta a ridurre al minimo il rischio di conseguenze dopo l'intervento chirurgico. Esistono anche trattamenti alternativi per gli astrociti, ad esempio la radiochirurgia stereotassica, durante i quali il tumore è esposto a un potente flusso di radiazioni. Conduce alla morte delle cellule tumorali e smettono di dividersi. Questa tecnologia viene utilizzata nelle installazioni di coltelli gamma. La procedura può essere eseguita una o più volte. La radiochirurgia è adatta per il trattamento di tumori maligni infiltranti non più di 3,5 cm.

La rimozione della neoplasia può essere eseguita attraverso fori praticati nel cranio. In questo caso, vengono utilizzati dispositivi endoscopici o criochirurgici, dispositivi laser ed ultrasuoni. Gli ultimi tre metodi sono stati inventati non molto tempo fa, si riferiscono a metodi di trattamento minimamente invasivi, quindi possono essere eseguiti da pazienti inoperabili. Un cryoprobe con azoto liquido, un potente laser o ultrasuoni può distruggere le cellule tumorali in luoghi dove non è possibile ottenere un bisturi. Questi metodi sono estremamente precisi, non causano complicazioni come la resezione standard..

Video informativo:

Radiazioni e chemioterapia

Il cancro al cervello viene anche trattato usando radiazioni radioattive, che vengono inviate al punto desiderato e uccidono le cellule tumorali. La radioterapia è al secondo posto dopo l'intervento chirurgico, con il suo aiuto vengono trattati i pazienti inoperabili con astrocitoma. Per il 1 ° grado di malignità, viene raramente utilizzato, ad esempio, se la rimozione del tumore non è stata completata, l'irradiazione aiuterà a rimuovere i suoi resti. In alcuni casi, viene prescritto prima dell'intervento chirurgico per ridurre leggermente la neoplasia e migliorare le condizioni del paziente..

Le metastasi nell'astrocitoma cerebrale vengono trattate irradiando l'intera testa..

Il corso e la dose della radioterapia sono prescritti dal medico sulla base dei dati MRI, che vengono effettuati dopo la resezione e dei risultati di una biopsia. La dose focale totale può variare da 45 Gy a 70 Gy. L'irradiazione viene effettuata 5-6 volte a settimana per 2-3 settimane. Esiste anche un metodo intracavitario per introdurre sostanze radioattive, cioè vengono impiantate nel tumore stesso, aumentando così l'efficacia del trattamento.

La chemioterapia con astrocitoma del cervello viene utilizzata molto meno frequentemente a causa dei bassi risultati di questo metodo. I farmaci chemioterapici sono vari veleni e tossine che vengono assorbiti in misura maggiore dalle cellule tumorali, il che porta a un rallentamento della sua crescita e morte. Prendili sotto forma di compresse o contagocce per via endovenosa. Preparati per il trattamento degli astrocitomi: Carmustina, Temozolomide, Lomustina, Vincristina.

La chemioterapia e le radiazioni hanno un effetto negativo non solo sulle cellule tumorali, ma anche sul corpo nel suo insieme. Pertanto, una persona può soffrire di intossicazione, che si manifesta in nausea e vomito, disturbi gastrointestinali, debolezza generale, perdita di capelli. Dopo la fine del corso della terapia, questi sintomi scompaiono. Ci sono conseguenze più pericolose, come la necrosi tissutale e i disturbi neurologici, quindi quando si sceglie un regime di trattamento, è necessario calcolare accuratamente tutto.

Ricadute e conseguenze dell'astrocitoma

Dopo un trattamento complesso, è possibile una riapparizione del tumore (recidiva). Per identificarlo in tempo, il paziente deve sottoporsi costantemente a un esame preventivo e alla risonanza magnetica. È inoltre necessario prestare attenzione alla comparsa di sintomi cerebrali. Le ricadute con astrocitoma di solito si verificano nei primi due anni dopo l'intervento chirurgico. Richiedono un trattamento ripetuto (questo può essere un intervento chirurgico, radioterapia e chemioterapia), che influisce negativamente sull'aspettativa di vita del paziente.

Le ricadute si verificano più spesso con glioblastomi e astrocitoma anaplastico. Inoltre, la probabilità che un tumore ritorni aumenta se le sue dimensioni erano grandi e la rimozione era parziale. La resezione radicale (in particolare le forme benigne) riduce al minimo questo rischio.

I pazienti con astrocitoma g1 dopo il trattamento possono anche rimanere in grado di lavorare se si è verificato un ripristino completo delle funzioni neurologiche, che si verifica nel 60% dei casi. Per la riabilitazione, è necessario sottoporsi a procedure fisioterapiche, sessioni di massaggio terapeutico ed educazione fisica. A una persona viene insegnato a camminare e muoversi, parlare, ecc...

Spesso non si verifica una regressione completa e il 40% delle persone riceve disabilità a causa delle seguenti conseguenze:

  • disturbi motori, paresi degli arti (nel 25%). Per alcuni, questo porta all'incapacità di muoversi autonomamente;
  • coordinamento alterato, incapacità di eseguire movimenti precisi;
  • peggioramento dell'acuità visiva, restringimento del campo visivo, difficoltà nel distinguere i colori (nel 15% dei pazienti);
  • epilessia (i sequestri di Jackson rimangono nel 17% delle persone);
  • disordini mentali.

Il 6% ha disturbi delle funzioni cerebrali superiori, a causa delle quali una persona non può comunicare, scrivere, leggere, eseguire movimenti semplici.

Queste complicanze possono essere singole o combinate tra loro, hanno intensità diverse (da lievi a molto pronunciate).

Astrocitoma cerebrale: prognosi

In totale, la prognosi dopo l'intervento chirurgico per astrociti cerebrali non è male: l'aspettativa di vita media dei pazienti è di 5-8 anni. Se la completa rimozione della neoplasia è impossibile, la prognosi sarà peggiore. La tendenza dei tumori a diventare più maligni ha un effetto negativo sui tassi di sopravvivenza. Tale trasformazione avviene dal secondo grado al terzo in circa 5 anni e dal terzo al quarto - dopo 2 anni.

Per l'astrocitoma pilocitico cerebrale, i tassi di sopravvivenza sono dell'87% (5 anni) e del 68% (10 anni), a condizione che venga eseguita una resezione del tumore radicale. Se l'operazione non viene completamente rimossa o l'operazione non è possibile, queste cifre diminuiscono di quasi 2 volte. Più incline alla crescita continua di grandi astrocitomi, sottoposti a resezione parziale. Per il cancro anaplastico e il glioblastoma, l'aspettativa di vita media dopo un trattamento complesso è di 3 anni e 1 anno, rispettivamente.

I fattori favorevoli includono la giovane età, la diagnosi precoce del tumore, la possibilità di rimozione radicale e le buone condizioni del paziente al momento della diagnosi.

L'astrocitoma è un tipo comune di tumore al cervello.

Le neoplasie del tessuto gliale del cervello sono tra i tipi più comuni di tumori. L'astrocitoma è un tumore di vari gradi di malignità, che si verifica in qualsiasi parte del cervello e causa la morte umana precoce: è estremamente difficile sconfiggere un tumore al cervello, quindi è importante iniziare il trattamento il più presto possibile dal momento in cui viene rilevato un tumore.

Uno dei tipi più comuni di tumori nella testa è l'astrocitoma.

Astrocitoma - che cos'è

Circa il 40% di tutto il tessuto cerebrale è chiamato neuroglia (un tessuto ausiliario che garantisce il normale funzionamento delle cellule nervose). L'astrocitoma è un tumore benigno o maligno, la cui base sono astrociti (cellule a forma di stella che svolgono molte funzioni utili). Indipendentemente dal tipo di struttura istologica, una neoplasia in crescita mette sotto pressione le strutture cerebrali, creando molti problemi per l'uomo.

Cause della formazione del tumore

Il principale fattore di rischio è una predisposizione ereditaria (genetica): la presenza di casi di oncologia cerebrale in famiglia richiede la vigilanza di parenti stretti (è consigliabile condurre periodicamente un esame per la diagnosi precoce del cancro al cervello). I fattori che forniscono e contribuiscono includono:

  • esposizione alle radiazioni (frequenti radiografie della parte superiore del corpo, essendo al centro delle radiazioni);
  • neuroinfezione virale o batterica (meningite, encefalite);
  • esposizione ad agenti cancerogeni chimici (produzione dannosa);
  • gravi lesioni alla testa;
  • lunga esperienza di fumo;
  • immunodeficienza grave.

È tutt'altro che possibile determinare la causa dell'astrocitoma: è importante consultare il medico il prima possibile se compaiono sintomi negativi associati all'attività cerebrale.

Tipi di astrocitoma

Un tumore nella testa può essere benigno, ma ciò non migliora affatto la prognosi: le dimensioni e la localizzazione della neoplasia sono più importanti per la scelta di un metodo di trattamento. A seconda del grado di malignità dell'astrocitoma, possono esserci 4 tipi:

  1. Pilocitico (circa il 10%, nodo benigno a crescita lenta, più spesso presente nei bambini);
  2. Fibrillare (fino al 10%, tumori borderline a crescita diffusa con minimi segni di malignità);
  3. Anaplastico (circa il 30%, un'opzione sfavorevole con un tipico processo maligno);
  4. Glioblastoma (fino al 50%, tipo di neoplasia estremamente sfavorevole).

Fino all'80% di tutti gli astrociti sono tumori maligni che si verificano nelle persone in età attiva (da 30 a 50 anni). I bambini hanno spesso opzioni benigne, ma secondo le statistiche, l'astrocitoma è la seconda causa (dopo la leucemia) dei bambini che muoiono di oncologia.

Sintomi di disturbi cerebrali

Un tumore è un tumore estraneo nel cervello. Tutti i sintomi sono dovuti ai seguenti fattori principali:

  • pressione del nodo sulle strutture nervose;
  • accumulo di liquido intracerebrale;
  • aumento della pressione intracranica;
  • cambiamento nella conduzione nervosa con la formazione di specifici sintomi neurologici e mentali.

Esistono 2 gruppi di segni:

  1. Generale (mal di testa, nausea, vomito, crampi, vertigini con svenimento, debolezza, sonnolenza, disturbi mentali);
  2. Focale (allucinazioni, visione alterata, udito e olfatto, paresi e paralisi, compromissione della coordinazione, problemi con la parola, attenzione e memoria, disturbi ormonali).

L'astrocitoma è una varietà di sintomi causati dalla posizione del focus del tumore: un neurologo o neurochirurgo esperto, basato su segni tipici, sarà in grado di suggerire dove si trova la neoplasia nel cervello.

Sul tomogramma, il medico vedrà la posizione e le dimensioni della neoplasia

Metodi diagnostici di base

Il cervello è chiuso dalle ossa del cranio, quindi la base per una diagnosi di successo è la tomografia. In presenza di disturbi tipici e manifestazioni neurologiche di disturbi cerebrali, il medico indirizzerà ai seguenti studi:

Dopo aver scoperto una neoplasia, è necessario scegliere l'opzione di trattamento ottimale, che dipende in gran parte dall'istotipo del tumore, quindi, in ogni caso, dovrebbe essere eseguita una biopsia della neoplasia.

Tattiche terapeutiche

L'opzione di trattamento migliore è la rimozione chirurgica del tumore. L'astrocitoma rilevato di piccole dimensioni può essere resecato da un neurochirurgo senza conseguenze per il paziente, ma nessun medico può garantire il 100% del recupero. È ottimale eseguire l'operazione utilizzando il metodo delle onde radio, in cui è possibile rimuovere la neoplasia con un trauma minimo per un tessuto cerebrale sano. Oltre alla chirurgia, vengono utilizzate l'esposizione alle radiazioni e la chemioterapia. Il trattamento del decorso del cancro al cervello è selezionato individualmente per ogni persona.

Previsioni per la vita

L'astrocitoma è un tipo pericoloso di tumore. Fattori prognosticamente favorevoli:

  • giovane età;
  • Fase 1 (pilocitica);
  • piccola dimensione della neoplasia;
  • posizione del focus del tumore lontano dai centri cerebrali vitali.

Con una combinazione di fattori favorevoli, il bambino dopo l'operazione può vivere una vita lunga e felice. Ma nella maggior parte dei casi, la prognosi dell'astrocitoma è sfavorevole: gli adulti con diagnosi di tumore al cervello non vivono più di 2-5 anni. Nella fase 1, la sopravvivenza a 5 anni è di circa l'85%, a 2 - non più del 65%, a 3 - nessuno dei pazienti vive più di 3 anni, a 4 - 1 anno.

Sintomi, metodi di trattamento e prognosi dell'astrocitoma cerebrale

L'astrocitoma è una neoplasia derivante da cellule neurologiche (astrociti), simile agli asterischi. Sono progettati per regolare la quantità di fluido intercellulare. Si forma nel cervello. L'astrocitoma può essere benigno e maligno. La neoplasia ha la stessa densità del midollo..

Descrizione generale e meccanismo dello sviluppo della malattia

Il tumore appare a causa della divisione impropria degli astrociti. Queste sono cellule speciali del sistema nervoso che svolgono importanti funzioni. Proteggono i neuroni da fattori negativi che possono ferirli. Gli astrociti forniscono anche un normale metabolismo all'interno delle cellule cerebrali..

Inoltre, regolano la funzionalità della barriera emato-encefalica, controllano la circolazione sanguigna in entrambi gli emisferi. Le cellule presentate assorbono i prodotti di scarto rilasciati dai neuroni. A causa dell'impatto di fattori negativi esterni o interni, cambiano e normalmente non possono svolgere le loro funzioni.

L'interruzione della funzione delle cellule gliali influisce negativamente sull'attività dell'intero sistema nervoso. Gli astrocitomi cerebrali sono i tumori più comuni. Sono localizzati in quasi tutte le aree del cervello. Negli adulti, la neoplasia si forma più spesso negli emisferi cerebrali, nei bambini - nel cervelletto.

I nodi patologici possono raggiungere grandi dimensioni di 5-10 cm. Le cisti si formano parallelamente all'astrocitoma. Tali tumori sono caratterizzati da una crescita lenta, quindi la prognosi del trattamento è generalmente favorevole. I giovani hanno un rischio maggiore di tale patologia rispetto agli anziani.

Ragioni per lo sviluppo della patologia

Il tumore si sviluppa principalmente negli uomini di età compresa tra 20 e 50 anni, sebbene l'età e il sesso non siano un fattore determinante. Le cause esatte dell'astrocitoma non sono state ancora determinate. Tuttavia, ci sono fattori che contribuiscono alla sua educazione:

  • Prodotti chimici e di raffinazione del petrolio. L'avvelenamento cronico con questi composti porta a un cambiamento nella maggior parte dei processi metabolici..
  • Virus oncogeni elevati.
  • Predisposizione genetica.
  • Esposizione alle radiazioni. Promuove la trasformazione delle cellule sane in maligne.

Elena Malysheva e medici nazionali del programma "Vivere in salute!" parlare delle cause, dei sintomi e dei moderni metodi di trattamento della patologia:

  • Situazione ambientale negativa nell'area di residenza.
  • Cattive abitudini. L'uso cronico di bevande alcoliche e tabacco porta all'accumulo di tossine nel corpo umano. Contribuiscono anche alla comparsa di cellule tumorali..
  • Scarsa immunità.
  • Ferita alla testa.

Classificazione del tumore maligno

Tutto dipende dal fatto che ci siano segni di polimorfismo, necrosi, mitosi e proliferazione endoteliale:

  1. Primo grado (i tumori hanno solo uno dei segni sopra e sono anche caratterizzati da un'alta differenziazione).
  • Astrocitoma piloideo.
  • Subependimale (ha cellule enormi con nuclei polimorfici, assume la forma di un nodo, si trova più spesso nella regione dei ventricoli laterali).
  1. Secondo grado. Queste sono neoplasie relativamente benigne che hanno due segni: necrosi dei tessuti e proliferazione (proliferazione dei tessuti) dell'endotelio. Colpiscono parti del cervello funzionalmente significative..
  • fibrillare.
  • Protoplasmic.
  • Hematocytic.
  • pleomorphic.
  • Misto.
  1. Terzo grado - anaplastico.
  2. Quarto grado - glioblastoma.

Un articolo dettagliato su una delle varietà di un tumore benigno: l'angioma venoso del cervello.

Verme cerebellare dell'astrocitoma peloide alla risonanza magnetica

Un tipo separato di patologia è l'astrocitoma cerebellare. È più comune nei giovani pazienti. I suoi sintomi dipendono dalla posizione della neoplasia.

Caratteristiche dell'astrocitoma piloideo e fibrillare

L'astrocitoma piloideo del cervello è considerato un tumore benigno con confini chiaramente definiti. Molto spesso, è localizzato nel cervelletto o nel tronco encefalico. Questa patologia viene diagnosticata principalmente nei bambini. Se il paziente non ha contattato il medico al momento giusto, nella stragrande maggioranza dei casi, questo tumore degenera in una formazione maligna. Se il trattamento è stato avviato all'inizio dello sviluppo della patologia, allora la prognosi della vita è favorevole. Il tumore cresce molto lentamente e praticamente non si ripresenta dopo la rimozione.

L'astrocitoma fibrillare del cervello è una forma più grave della malattia, che è caratterizzata da malignità predominante. Questo tipo di tumore cresce più velocemente, non ha confini pronunciati. Anche il trattamento chirurgico non fornisce un risultato positivo al 100%. Tale astrocitoma si sviluppa all'età di 20-30 anni e anche dopo l'intervento chirurgico può ripresentarsi.

Leggi anche su glioma del cervello (una delle malattie tumorali più comuni).

Altri tipi di tumori

L'astrocitoma anaplastico del cervello è considerato molto pericoloso. È caratterizzato da una rapida crescita. Il decorso della patologia è rapido e la prognosi è sfavorevole. Poiché la neoplasia cresce principalmente nelle profondità dei tessuti, il trattamento chirurgico non è possibile. Questa forma della malattia si sviluppa nei pazienti di età compresa tra 35 e 55 anni..

I tipi di tumori cerebrali benigni e maligni sono descritti da un neurochirurgo, candidato alle scienze mediche Andrey A. Zuev:

Sintomi di patologia

Nelle prime fasi del suo sviluppo, il tumore potrebbe non apparire affatto. Se c'è una leggera letargia o affaticamento, la persona non consulta immediatamente un medico, poiché non può nemmeno immaginare di sviluppare un tumore nel cervello. Inoltre, il tumore cresce di dimensioni e interrompe il sistema nervoso. Quindi compaiono i seguenti sintomi generali:

  • Mal di testa. È presente costantemente o si manifesta in attacchi periodici. L'intensità e la natura delle sensazioni possono essere diverse. Più spesso il dolore appare al mattino o nel cuore della notte. Per quanto riguarda la localizzazione di sensazioni spiacevoli, si trovano in una parte del cervello o si estendono a tutta la testa.
  • Vomito e nausea. Non ci sono ragioni per il suo aspetto, ma l'attacco stesso si verifica inaspettatamente.
  • Vertigini. Tuttavia, il paziente sembra sudore freddo, la pelle diventa pallida. Spesso il paziente perde conoscenza.
  • Stato depresso.
  • Aumento dell'affaticamento e della sonnolenza.
  • Disordini mentali. Il paziente ha una maggiore aggressività, irritabilità o letargia. Ci sono problemi con la memoria, una diminuzione delle capacità intellettuali. La mancanza di trattamento porta alla completa compromissione della coscienza.
  • Crampi. Questo sintomo è considerato raro, ma indica problemi con il sistema nervoso..
  • Compromissione della vista e del linguaggio.

I sintomi focali della patologia possono anche essere distinti. Tutto dipende da quale parte del cervello è danneggiata:

  1. Astrocitoma cerebellare. Tale violazione è caratterizzata da problemi con il coordinamento dei movimenti, la deambulazione, l'orientamento nello spazio.
  2. Regione temporale sinistra. C'è un deterioramento della memoria, della parola, dell'attenzione, un cambiamento nel gusto, la comparsa di allucinazioni. Anche l'odore e l'udito sono compromessi..
  3. Parte frontale. Il comportamento del paziente cambia completamente e può anche svilupparsi la paralisi delle braccia o delle gambe su una metà del corpo.
  4. La parte parietale. L'astrocyotoma in questa area è accompagnato da compromissione motoria. Il paziente non può scrivere correttamente i suoi pensieri su carta.

Quali sintomi dovrebbero costringerti a vedere un medico e in che modo la medicina moderna risolve il problema dei tumori nel cervello, diranno loro i medici del Research Institute of Neurosurgery. N. N. Burdenko:

Se l'emisfero destro è interessato, i problemi con la funzione muscolare sono più pronunciati sul lato sinistro e viceversa.

Caratteristiche della diagnosi della malattia

La diagnosi tempestiva è la metà del successo. Prima viene rilevata la malattia, maggiore è la probabilità di affrontarla rapidamente. Per una diagnosi corretta, il paziente deve sottoporsi a un esame approfondito, che comprende le seguenti procedure:

  • Esame iniziale e test neurologici. Il medico deve esaminare attentamente la storia medica del paziente, raccogliere una storia medica dettagliata e registrare i reclami del paziente. Un neurologo esegue test di valutazione per rilevare una violazione della funzionalità del sistema nervoso.
  • Tomografia a emissione di RM, TC e positroni. Questi tipi di studi sono considerati il ​​più precisi possibile. Qui puoi determinare la dimensione della neoplasia, il grado della sua malignità, l'esatta localizzazione e l'efficacia del trattamento. Le tecniche diagnostiche strumentali ti consentono di esaminare l'intero cervello a strati. Cioè, c'è una visualizzazione completa dell'organo.

Questa è la procedura per la risonanza magnetica cerebrale

  • Angiografia. Grazie all'agente di contrasto, il medico è in grado di rilevare i vasi che alimentano il tumore.
  • Biopsia. Per questo studio è necessario un frammento della neoplasia. È impossibile fare una diagnosi accurata senza questa procedura..

Funzionalità terapeutiche

L'astrocitoma è considerato una malattia potenzialmente letale che richiede un trattamento tempestivo. Esistono diversi metodi per combattere un tale tumore al cervello:

  1. Chirurgico. Lo specialista deve rimuovere il tessuto interessato con un rischio minimo di complicanze, sebbene sia difficile prevedere qualcosa con il cervello. L'operazione viene eseguita più spesso nelle prime fasi dell'astrocitoma. È il metodo principale per una terapia di successo. Per accedere al tumore, è necessario tagliare la pelle, rimuovere parte del cranio e dividere il guscio duro del cervello. Ma le forme diffuse di patologia non possono essere completamente rimosse. Inoltre, i tessuti molli vengono suturati e viene posizionata una piastra speciale al posto dell'osso tagliato. Dopo l'intervento chirurgico possono verificarsi gravi complicazioni: edema cerebrale, trombosi, infezione, danni ai vasi sanguigni o ai nervi e accelerazione della diffusione delle cellule maligne. Per evitare conseguenze negative, lo stato del cervello durante l'operazione è costantemente monitorato dalla TC o dalla RM.

Informazioni su come viene eseguita la procedura chirurgica, vedere il video in modo più dettagliato:

  1. Radiochirurgia. In questo caso, i raggi radio vengono utilizzati per rimuovere il tessuto interessato. Tuttavia, tale attrezzatura può essere utilizzata solo se la dimensione della neoplasia non supera i 3,5 cm. Per l'operazione sono utilizzate anche tecniche più recenti: gamma-lama, endoscopia, criochirurgia, raggio laser, ultrasuoni.
  2. Terapia chimica e radiologica. Nel secondo caso, le radiazioni vengono utilizzate per uccidere le cellule tumorali. Con l'aiuto della radioterapia, viene effettuato il trattamento di quei pazienti controindicati in chirurgia. Per combattere la patologia di 1 ° grado, questo metodo viene utilizzato estremamente raramente e solo dopo la rimozione del tumore. Per distruggere metastasi di astrocitomi, è necessario irradiare l'intera testa. Per quanto riguarda la chemioterapia, la sua efficacia non è molto elevata, pertanto tale trattamento viene raramente utilizzato..

Qualsiasi trattamento sarà efficace se un tumore al cervello viene rilevato in tempo. Anche se alcuni tipi di astrocitomi portano alla morte rapida.

Le conseguenze e la prognosi della malattia

Dopo che è stato eseguito l'intero complesso di trattamento, il tumore può tornare di nuovo, quindi il paziente dovrebbe sottoporsi periodicamente a esami preventivi. È inoltre necessario consultare urgentemente un medico se una persona presenta nuovamente sintomi generali di patologia. In caso di recidiva, il paziente deve sottoporsi a un secondo ciclo di trattamento..

Molto spesso, la ricomparsa del tumore è caratteristica del glioblastoma e dell'astrocitoma anaplastico. Il rischio di recidiva aumenta se la neoplasia è stata parzialmente rimossa. Più del 40% dei pazienti diventa disabile. A loro vengono diagnosticate le seguenti complicazioni:

  • Disturbi del movimento.
  • Paresi e paralisi, che privano una persona della capacità di muoversi.

Inoltre, il paziente peggiora la coordinazione, la visione (ci sono problemi non solo con l'acuità, ma anche con la discriminazione del colore). La maggior parte dei pazienti sviluppa epilessia e disturbi mentali. Alcune persone sono private dell'opportunità di comunicare, leggere e scrivere, eseguire movimenti semplici. L'intensità e il numero di complicanze possono variare..

Prevenzione

Se non c'è nulla da fare sulla predisposizione ereditaria, allora altri fattori negativi possono essere combattuti. Al fine di ridurre il rischio di sviluppare la malattia, è necessario seguire le raccomandazioni degli specialisti:

  1. Mangia razionalmente. È meglio rifiutare piatti dannosi, prodotti contenenti conservanti, coloranti o altri additivi. È meglio dare la preferenza al cibo cotto a vapore, mangiare più frutta e verdura.
  2. Smetti di bere e fumare.
  3. Usa i complessi vitaminici e tempera il corpo per rafforzare l'immunità.
  4. È importante proteggersi dagli stress che hanno un effetto negativo sul sistema nervoso..
  5. Si consiglia di cambiare il luogo di residenza se la casa si trova in una zona svantaggiata per l'ambiente.
  6. Evitare lesioni alla testa.
  7. Sottoporsi regolarmente a esami preventivi..

Se una persona ha un tumore al cervello (astrocitoma), non cadere immediatamente nella disperazione. È importante prepararsi per un risultato positivo e ascoltare le raccomandazioni dei medici. La medicina moderna può prolungare la vita dei malati di cancro e talvolta alleviare completamente la patologia.

Astrocitoma anaplastico

Cos'è l'astrocitoma anaplastico?

L'astrocitoma anaplastico è un raro tumore maligno del cervello..

Gli astrocitomi sono tumori che si sviluppano da alcune cellule cerebrali stellari chiamate astrociti. Astrociti e cellule simili formano il tessuto che circonda e protegge altre cellule nervose situate nel cervello e nel midollo spinale. Insieme, queste cellule sono conosciute come cellule gliali e i tessuti che formano sono noti come tessuti gliali. I tumori che derivano dal tessuto gliale, compresi gli astrocitomi, sono collettivamente chiamati gliomi..

I sintomi dell'astrocitoma anaplastico variano a seconda della posizione specifica e delle dimensioni del tumore. La causa specifica di questo tumore non è nota..

Gli astrocitomi sono classificati secondo un sistema di classificazione sviluppato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Gli astrocitomi sono di quattro tipi, a seconda del tasso di riproduzione cellulare e della probabilità che si diffondano (penetrano) nei tessuti vicini.

Gli astrocitomi di I o II grado non sono maligni e possono essere chiamati tumori di bassa qualità. Gli astrocitomi di III e IV grado sono maligni e possono essere chiamati astrocitomi di alto grado di malignità. L'astrocitoma anaplastico si riferisce all'astrocitoma di III grado. L'astrocitoma di grado IV è noto come glioblastoma multiforme. I tumori di grado inferiore possono eventualmente trasformarsi in tumori di grado più elevato di malignità..

Segni e sintomi

I sintomi dell'astrocitoma anaplastico variano a seconda della posizione e delle dimensioni esatte del tumore. La maggior parte dei sintomi sono il risultato di una maggiore pressione nel cervello. L'astrocitoma anaplastico di solito si sviluppa lentamente, ma può anche svilupparsi rapidamente..

L'aumento della pressione nel cervello può essere causato dal tumore stesso o dal blocco degli spazi pieni di liquido nel cervello chiamati ventricoli, che porta ad un accumulo anormale di liquido cerebrospinale nel cervello. I sintomi comunemente associati agli astrocitomi anaplastici includono:

  • mal di testa;
  • letargia;
  • sonnolenza;
  • vomito
  • cambiamenti di personalità o stato mentale.

In alcuni casi, potresti anche riscontrare:

  • spasmi
  • problemi di vista;
  • debolezza delle braccia e delle gambe, che porta a problemi di coordinazione.

I sintomi più specifici riguardano l'area del cervello in cui si trova il tumore. Gli astrocitomi anaplastici possono svilupparsi in qualsiasi area del sistema nervoso centrale, sebbene nella maggior parte dei casi si trovino in una grande parte arrotondata del cervello (cervello), che occupa la maggior parte del cranio. Il cervello è diviso in due metà, note come emisferi cerebrali. Gli astrocitomi anaplastici possono svilupparsi nei lobi frontale, temporale, parietale e occipitale del cervello.

Un tumore nel lobo frontale può causare problemi di memoria, cambiamenti di personalità e dell'umore e paralisi (chiamata emiplegia) sul lato del corpo opposto al tumore. I tumori nel lobo temporale possono causare convulsioni, problemi di memoria, coordinazione e linguaggio. I tumori nel lobo parietale possono causare difficoltà di comunicazione attraverso la scrittura (agrafia), abilità motorie fini o anomalie sensoriali come formicolio o bruciore (parestesia). I tumori nel lobo occipitale possono portare alla perdita della vista.

Altri luoghi comuni per gli astrocitomi anaplastici includono la parte del cervello che contiene il talamo e l'ipotalamo (diencefalo), la parte inferiore del cervello vicino alla parte posteriore del collo, che controlla il movimento e l'equilibrio (cervelletto) e il midollo spinale.

I tumori nel diencefalo possono causare mal di testa, affaticamento, debolezza delle braccia e delle gambe, problemi di vista e squilibri ormonali. I tumori nel cervelletto possono causare mal di testa, cambiamenti di personalità o di comportamento e problemi di equilibrio. I tumori del midollo spinale possono causare mal di schiena, disturbi sensoriali come formicolio o sensazione di bruciore (parestesia), debolezza e disturbi dell'andatura.

Cause e fattori di rischio

La causa esatta dell'astrocitoma anaplastico non è nota. I ricercatori suggeriscono che anomalie genetiche e immunologiche, fattori ambientali (ad es. Esposizione ai raggi ultravioletti, determinate sostanze chimiche, radiazioni ionizzanti), dieta, stress e / o altri fattori possono svolgere un ruolo decisivo nella comparsa di alcuni tipi di cancro..

Gli scienziati conducono continue ricerche di base per scoprire di più sui numerosi fattori che possono portare al cancro..

Gli astrocitomi sono più comuni in alcuni disturbi genetici, tra cui neurofibromatosi di tipo I, sindrome di Li-Fraumeni e sclerosi tuberosa. Ad eccezione di queste rare malattie, la stragrande maggioranza degli astrociti non viene trasmessa alla prole con una frequenza maggiore.

I ricercatori ritengono che alcune persone possano avere una predisposizione genetica allo sviluppo di astrocitoma. Una persona che è geneticamente predisposta al disturbo porta il gene (o i geni) della malattia, ma non può essere espressa se non è causata o "attivata" in determinate circostanze, ad esempio a causa di determinati fattori ambientali.

Popolazioni interessate

Gli astrocitomi anaplastici colpiscono gli uomini più spesso delle donne. L'esatta frequenza di questi tumori non è nota. Si stima che l'astrocitoma anaplastico e il glioblastoma multiforme colpiscano 5-8 persone su 100.000 nella popolazione generale. Gli astrocitomi anaplastici sono più comuni negli adulti che nei bambini. Negli adulti, l'astrocitoma anaplastico si sviluppa di solito tra i 30 e i 50 anni. Gli astrocitomi e i tumori correlati (oligodendrogliomi) sono i tumori cerebrali primari più comuni negli adulti.

Nei bambini, l'astrocitoma anaplastico si sviluppa di solito tra i 5 ei 9 anni. I tumori maligni (cioè l'astrocitoma anaplastico e il glioblastoma multiforme) rappresentano circa il 10 percento dei tumori dello stelo del sistema nervoso centrale nei bambini. Gli astrocitomi nel loro insieme rappresentano più della metà di tutti i tumori primari dell'infanzia del sistema nervoso centrale. La maggior parte degli astrocitomi (circa l'80%) nei bambini di basso grado.

Disturbi simili

I sintomi dei seguenti disturbi possono essere simili a quelli dell'astrocitoma anaplastico. I confronti possono essere utili per la diagnosi differenziale..

Altri tumori cerebrali dovrebbero essere distinti dagli astrocitomi anaplastici. Tali tumori includono tumori metastatici, linfomi, emangioblastomi, craniofaringiomi, teratomi, ependimomi e medulloblastomi.

Ulteriori condizioni che possono assomigliare all'astrocitoma anaplastico includono l'infiammazione delle meningi che circondano il cervello e il midollo spinale (meningite) e lo pseudotumore del cervello (ipertensione endocranica benigna).

Diagnostica

La diagnosi di astrocitoma anaplastico si basa su una valutazione clinica approfondita, un'anamnesi dettagliata del paziente e vari metodi di imaging, tra cui tomografia computerizzata (CT) e risonanza magnetica (MRI).

Durante le scansioni TC, un computer e una radiografia vengono utilizzati per creare un film che mostra immagini nel contesto di determinate strutture tissutali.

La risonanza magnetica utilizza un campo magnetico e onde radio per ottenere immagini di sezioni trasversali di singoli organi e tessuti del corpo. Tali tecniche di imaging possono anche essere utilizzate per valutare le dimensioni, la posizione e l'espansione del tumore e per aiutare nelle future procedure chirurgiche..

La rimozione chirurgica e la valutazione microscopica (biopsia) del tessuto dal tumore vengono utilizzate per finalizzare la diagnosi..

Metodi di trattamento standard

La gestione terapeutica dei pazienti con astrocitoma anaplastico può richiedere gli sforzi coordinati di un team di specialisti medici, come medici specializzati nella diagnosi e nel trattamento del cancro (oncologi medici), specialisti nell'uso delle radiazioni per il trattamento del cancro (oncologi radioterapici), chirurghi, neurologi, infermieri oncologici e altri esperti della salute.

Le procedure e gli interventi terapeutici specifici possono variare in base a molti fattori, quali:

  • localizzazione del tumore primario;
  • il grado di tumore primario (stadio) e il grado di malignità;
  • se il tumore si diffonde ai linfonodi o ai siti distanti (cosa rara negli astrocitomi);
  • età umana e salute generale;
  • e così via. fattori.

Le decisioni relative all'uso di interventi specifici dovrebbero essere prese da medici e altri membri del team sanitario in stretta consultazione con il paziente, sulla base di:

  • specifiche del caso;
  • una discussione approfondita di potenziali benefici e rischi;
  • preferenze del paziente;
  • e altri fattori rilevanti.

Le tre principali forme di trattamento per l'astrocitoma anaplastico sono:

  1. Intervento chirurgico;
  2. radioterapia;
  3. chemioterapia.

Questi trattamenti possono essere usati da soli o in combinazione tra loro. Il trattamento iniziale nella maggior parte dei casi è un intervento chirurgico per rimuovere il più possibile il tumore (resezione). A volte, solo una parte di un tumore può essere rimossa in modo sicuro perché le cellule maligne possono diffondersi al tessuto cerebrale circostante..

Poiché l'intervento chirurgico spesso non è in grado di rimuovere completamente il tumore, le radiazioni e la chemioterapia vengono generalmente utilizzate dopo l'intervento per continuare il trattamento..

L'irradiazione postoperatoria per il trattamento di malattie residue note o possibili è spesso utilizzata per gli astrocitomi anaplastici. Se la chirurgia iniziale non è possibile a causa della posizione specifica e / o della progressione del tumore, il trattamento può includere solo le radiazioni.

La radioterapia distrugge o danneggia principalmente le cellule in rapida divisione, principalmente le cellule tumorali. Tuttavia, alcune cellule sane (ad es. Follicoli piliferi, midollo osseo, ecc.) Possono anche essere danneggiate, il che porta a determinati effetti collaterali. Pertanto, durante tale terapia, le radiazioni attraversano il tessuto malato in dosaggi accuratamente calcolati per distruggere le cellule tumorali minimizzando l'esposizione e il danno alle cellule normali. La radioterapia mira a distruggere le cellule tumorali immagazzinando energia che danneggia il loro materiale genetico, prevenendo o rallentando la crescita e la riproduzione delle cellule tumorali..

La terapia con alcuni farmaci antitumorali (chemioterapia) può anche essere usata per trattare le persone con astrocitoma anaplastico. È stato approvato un solo agente chemioterapico per il trattamento degli adulti con astrocitoma anaplastico e non uno è stato approvato per l'uso nei bambini. La maggior parte degli agenti chemioterapici ha mostrato solo un'efficacia limitata nel trattamento delle persone con astrocitoma anaplastico..

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato Temozolomide (Temodar) per il trattamento degli adulti con astrocitoma anaplastico che non risponde ad altre forme di terapia (astrocitoma anaplastico refrattario).

Previsioni: tasso di sopravvivenza e aspettativa di vita

Secondo l'American Cancer Society, la percentuale di persone con astrocitoma anaplastico che vive per 5 anni dopo la diagnosi è:

  • 49 percento per le persone dai 22 ai 44 anni;
  • 29 percento per le persone dai 45 ai 54 anni;
  • 10 percento per le persone dai 55 ai 64 anni.

È importante ricordare che questi sono solo valori medi. Diversi fattori possono influenzare la sopravvivenza, tra cui:

  • dimensione e posizione del tumore;
  • se il tumore è stato rimosso completamente o parzialmente chirurgicamente;
  • se il tumore è nuovo o ricorrente;
  • salute generale del paziente.

Il medico può darti un'idea migliore della prognosi in base a questi fattori..