Ascite nella cirrosi

Carcinoma

La cirrosi epatica si riferisce a una malattia di natura pericolosa e incurabile. Il danno al tessuto epatico sano si verifica con la sostituzione di una cicatrice. Ascite: l'accumulo di liquido nella cavità peritoneale, non è considerato una patologia indipendente. L'ascite con cirrosi epatica provoca un aumento della pressione sanguigna nella vena porta, fibrosi tissutale con un malfunzionamento della sintesi dell'albumina. C'è un'espansione dei vasi sanguigni nella parte anteriore del peritoneo, avvelenamento del corpo, insufficienza cardiaca.

Lo sviluppo del processo oncologico con la compressione dei vasi sanguigni porta anche all'ascite. La prognosi per l'aspettativa di vita non è elevata, a seconda dello stadio di rilevazione della malattia. Spesso i pazienti non vivono a lungo.

Ragioni per lo sviluppo

Un piccolo volume di forme fluide nel peritoneo. Fornisce elasticità dell'intestino, previene l'adesione degli organi. Quantità eccessive vengono assorbite dall'epitelio. Il movimento difficile sullo sfondo dell'ascite del flusso sanguigno attraverso il sistema vascolare porta all'accumulo del componente liquido, a causa del quale esiste un'uscita attraverso la parete del vaso e l'accumulo nella cavità. La manifestazione è caratteristica delle ultime fasi del danno epatico.

La formazione di una cicatrice all'interno dell'organo porta a una diminuzione dei tessuti sani. La superficie della cicatrice appare a causa della morte cellulare. Con la cirrosi, la struttura cellulare viene distrutta sotto l'influenza della necrosi. La malattia attraversa quattro fasi di sviluppo: la prima è caratterizzata da infiammazione con sviluppo necrotico, la seconda si manifesta con la sostituzione del tessuto organico con il tessuto connettivo. Un processo infiammatorio prolungato porta all'accumulo di liquidi, aumenta la superficie alterata del fegato. Il terzo stadio è espresso in sanguinamento, gravi complicazioni, porta una minaccia alla vita. Il quarto stadio porta al coma epatico del paziente, il fegato è completamente deformato.

I seguenti motivi possono provocare l'ascite:

  • eredità;
  • nutrizione squilibrata;
  • abuso di alcol e tabacco;
  • l'uso di droghe con effetti tossici;
  • bassa attività fisica;
  • contatto con tossine, veleni;
  • situazioni stressanti regolari;
  • insufficienza cardiaca;
  • la contrazione vascolare è compromessa.

In medicina, ci sono tre fattori che provocano l'accumulo di liquidi: ipertensione portale, iperaldosteronismo secondario, ipoalbuminemia. Le cause sono considerate comuni e innescano lo sviluppo dell'ascite..

Ipertensione portale

L'inibizione del sangue attraverso la vena porta epatica porta a manifestazioni stagnanti, si osserva un aumento della pressione all'interno del peritoneo. Sono interessati piccoli rami vascolari, in cui aumenta la permeabilità delle pareti. Il fluido passa attraverso la membrana dei vasi e si accumula nella cavità.

Iperaldosteronismo secondario

Il fegato controlla la produzione di sostanze attive, che portano all'espansione dei vasi sanguigni nel sistema sanguigno. A causa di danni alle cellule del fegato (epatociti), aumenta il numero di componenti prodotti nel flusso sanguigno. L'indebolimento dei muscoli vascolari lisci interrompe il movimento del sangue, abbassa la pressione sanguigna.

In questo contesto, sorgono problemi nel lavoro dei reni. Si verifica la produzione di renina, che provoca la comparsa dell'ormone surrenale. C'è un ritardo nell'acqua e nel sodio.

ipoalbuminemia

Il corpo produce una proteina - immunoglobulina. Il fluido trattiene il componente proteico nella membrana dei vasi. La violazione della sintesi ti consente di andare oltre i confini, causando lo sviluppo di ascite.

La cirrosi è una malattia incurabile che si sviluppa sullo sfondo dei fuochi della necrosi con la sostituzione delle regioni morte con la fibrosi. Si osserva deformità epatica, l'attività delle superfici sane viene interrotta. Le cellule sono sostituite da strutture cellulari anormali che inibiscono il funzionamento degli epatociti. Si verifica una carenza nutrizionale dei tessuti, che porta alla morte.

Si formano nuovi vasi sanguigni, il sangue ignora le aree danneggiate del fegato. Cambiamenti cirrotici accelerati, che portano allo sviluppo dell'ipertensione portale. La funzione di filtraggio del fegato diminuisce e si accumulano componenti tossici. Sullo sfondo di manifestazioni avverse, si verificano cambiamenti nella cavità addominale, che portano all'ascite.

Sintomatologia

Il primo stadio è caratterizzato da una piccola quantità di fluido, che riesce a essere distribuito dai vasi del sistema linfatico e circolatorio. A causa del carico aggiuntivo, l'elasticità vascolare viene persa, il componente liquido è all'interno della cavità, il cui volume raggiunge i 10 litri.

I primi sintomi di ascite non sono caratteristici della malattia. Mancanza di respiro, debolezza generale, vertigini. La forma e le dimensioni dell'addome non cambiano. Con la diagnosi di cirrosi, è necessario aderire alla dieta prescritta.

Compaiono anche i seguenti segni clinici:

  • si osserva sanguinamento da vene emorroidali e vasi del tratto digestivo;
  • una sensazione di pesantezza nell'addome, dolore, disagio;
  • bruciore di stomaco, vomito, eruttazione;
  • gli arti si gonfiano;
  • prestazione alterata, memoria;
  • aumento del peso corporeo;
  • Si sente fluttuazione nel peritoneo;
  • respiro rapido, tosse, pelle pallida e labbra blu;
  • dolore sotto le costole sul lato destro;
  • arrossamento dei palmi delle mani;
  • ittero;
  • ingrossamento delle ghiandole mammarie negli uomini, impotenza;
  • nelle donne viene violato il ciclo mestruale, viene rilevata l'infertilità;
  • prurito della pelle, lingua arrossata e gonfia;
  • le vene del ragno appaiono sul viso;
  • aumento di bassa temperatura;
  • la pelle si asciuga, diventa pallida, diventa gialla;
  • l'ombelico sporge, si forma un'ernia ombelicale;
  • garanzia venosa.

La forma e le dimensioni dell'addome cambiano gradualmente. La progressione della cirrosi porta all'atrofia della massa muscolare. L'addome diventa sproporzionato, il volume è aumentato. Si osservano smagliature, la pelle diventa liscia. Con l'ascite, il corpo non può liberarsi del fluido..

La compressione del diaframma porta a insufficienza respiratoria. Il paziente non è in grado di dormire senza un cuscino alto. Disturbi nel lavoro dell'intestino dovuti alla spremitura dell'organo con accumulo di liquidi. Può verificarsi ostruzione intestinale.

C'è pressione sulla vescica, che si manifesta con minzione frequente.

La patologia non porta alla morte del paziente. L'aspettativa di vita è influenzata dalla complicazione causata da idropisia. L'accumulo di liquido porta alla pressione su organi importanti, funzionalità compromessa. Il sistema cardiovascolare è gravemente colpito.

Sullo sfondo dell'ascite, sorgono le seguenti patologie pericolose:

  • peritonite - infiammazione purulenta derivante da agenti patogeni;
  • blocco intestinale;
  • idrotorace: accumulo di liquido nella regione toracica;
  • danno ai reni
  • ernia ombelicale, che appare dopo il trattamento. Possibile ernia addominale linea bianca, inguinale.

Le complicazioni si sviluppano pochi mesi dopo i primi segni di ascite. Consultare un medico e condurre test diagnostici salverà la vita del paziente. Il pericolo della malattia è che non ci siano sintomi pronunciati. Un segno del decorso della malattia si manifesta con sintomi generali. Nelle fasi iniziali, viene raramente determinato, poiché il fegato non ha terminazioni nervose, la sensibilità è bassa.

Fasi dello sviluppo

La comparsa di danni al fegato è provocata da virus, tossine, malfunzionamento del metabolismo e assunzione di farmaci. La sindrome alcolica prolungata porta anche a un indebolimento delle funzioni protettive del corpo. Lo sviluppo della cirrosi passa attraverso quattro fasi. La presenza di fluido si nota nel terzo e nel quarto stadio. Il tessuto cicatriziale copre la maggior parte del fegato, si accumula un componente fluido e lo stomaco si allarga. Il quarto stadio è caratterizzato da gravi sintomi clinici, le condizioni del paziente peggiorano, la prognosi per la vita è scarsa. Caratterizzato da problemi polmonari, difficoltà respiratorie, respiro corto.

La malattia può essere curata nelle fasi iniziali dello sviluppo. Le manifestazioni irreversibili della patologia sono difficili da curare nelle ultime fasi di sviluppo.

Fasi di ascite

L'accumulo di fluido attraversa tre fasi:

  1. Lo stadio iniziale - la quantità non supera i due litri, la regione addominale è leggermente espressa. La prognosi per il trattamento è favorevole, l'aspettativa di vita è alta, soggetta alla prescrizione di un medico.
  2. Il secondo stadio: il volume del fluido formato raggiunge i 5 litri, i segni clinici sono pronunciati, si sviluppa l'insufficienza epatica.
  3. Il terzo (forma refrattaria) - l'addome è di dimensioni notevolmente aumentate, la sostanza liquida raggiunge dieci o più litri. La condizione peggiora bruscamente, mancanza di respiro, gonfiore di tutto il corpo, scompenso cardiaco.

Diagnosi e terapia

Per le malattie degli organi interni, viene eseguito un esame medico utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  1. Addome a percussione. Un paziente viene ruotato da un lato all'altro, viene valutata un'onda di scossone. La tattica può rilevare liquidi di oltre 2 litri. La diagnosi differenziale tiene conto del fatto che la peritonite adesiva, che appare con lo sviluppo della tubercolosi e delle cisti ovariche, è limitata dallo spazio di versamento. Il suono non cambia con le percussioni. In piedi, l'effusione si sposta verso il basso. L'ascite pronunciata è caratterizzata da un suono sordo su tutta la superficie dell'addome..
  2. Palpazione. Utilizzando il metodo, il medico può determinare le dimensioni del fegato, la densità dei tessuti. È possibile rilevare l'infiammazione della cavità addominale (peritonite). Addome teso, duro, doloroso caratterizzato da grave ascite.
  3. In possesso di ultrasuoni. È considerato un metodo innocuo, può essere utilizzato più volte per monitorare le condizioni del paziente. Aiuta a determinare il fluido in piccoli volumi nelle cavità addominali e pleuriche, cambiamenti diffusi nel fegato e nella vena porta. Determina i livelli di perdita di sangue, la causa e il grado di sviluppo della malattia. Si distingue per sicurezza, risultati rapidi, mancanza di intervento invasivo.
  4. MRI L'esame rivela piccoli volumi di effusione in aree difficili da raggiungere che non sono visibili usando altre procedure. È prescritto per confermare la cirrosi epatica, peritonite.
  5. Se la diagnosi non viene confermata, viene eseguita una misura chirurgica e diagnostica (laparocentesi) con uno studio biochimico e citologico. Viene eseguita una puntura della cavità addominale anteriore e viene pompata la quantità richiesta di versamento ascitico. Il metodo è assegnato per identificare:
  • rilevazione di ascite primaria;
  • diagnosi di cirrosi con neoplasia maligna;
  • per escludere la peritonite batterica.

In un liquido, vengono determinati gli indicatori di proteine ​​e frazioni, bilirubina, colesterolo e trigliceridi, cellule atipiche. Si manifestano attività dell'amilasi, reazione dei leucociti, globuli rossi.

Un caso clinico con cirrosi comprende i risultati di studi, la patogenesi delle complicanze.

Inoltre, sono prescritti i seguenti esami:

  • ECG: condotto per valutare lo stato del muscolo cardiaco per determinare i cambiamenti di dimensioni, ritmo, attività;
  • Ecocardiografia: vengono studiate la struttura e le contrazioni del cuore;
  • La radiografia della cavità toracica per determinare l'ascite, elimina le malattie di natura infettiva. La radiografia della cavità addominale rivela un aumento del fegato, ostruzione intestinale, perforazione;
  • dopplerografia: rivela lo stato dei vasi sanguigni.
  • esame del sangue generale - con cirrosi, si nota una diminuzione dei globuli rossi, dell'emoglobina, dei globuli bianchi e delle piastrine. Lo sviluppo della peritonite è caratterizzato da un aumento del numero di leucociti, aumenta la velocità di eritrosedimentazione;
  • studio biochimico del sangue - la cirrosi si manifesta con un aumento della bilirubina, una riduzione delle proteine ​​nel sangue;
  • test delle urine generale - determina la violazione del sistema urinario. Viene rilevato un fallimento della funzione renale, che porta a una grande quantità di urina rilasciata nella fase iniziale della malattia. Il quarto stadio è caratterizzato da una piccola quantità di liquido urinario escreto;
  • studio batteriologico - usato per determinare la peritonite batterica. Sulla base dello studio, vengono selezionati antibiotici;
  • biopsia epatica: consente di confermare la diagnosi.

Terapia

Per curare la patologia, devi scoprire la causa dell'apparenza. L'epatite tossica è causata da danni alle cellule con additivi dannosi in alcool e droghe. L'epatite virale può essere trattata con farmaci moderni. Un trapianto di organo è l'unico modo per rimuovere completamente la cicatrice epatica. Con l'ascite addominale, la terapia è di supporto in natura. Il liquido si accumula a causa di disfunzione epatica.

Quando si accumula un volume del componente liquido superiore a sei litri, viene prescritta la laparocentesi. Viene eseguito se i diuretici non ce la fanno. In un ospedale, l'acqua viene pompata attraverso una puntura della parete addominale. L'assunzione di liquidi è limitata a cinque litri. Un aumento della quantità pompata minaccia di complicazioni, uno stato di shock. La procedura ha un effetto temporaneo. Dopo l'operazione, è necessaria una leggera compressione dell'addome. La laparocentesi non viene eseguita nei seguenti casi:

  • problemi di coagulazione del sangue, sanguinamento è possibile;
  • con malattia adesiva della cavità addominale;
  • lo stomaco è molto gonfio;
  • se esiste il rischio di ferire l'intestino.

Viene anche indicato lo smistamento della vena del colletto. La chirurgia è temporanea, il problema si ripresenterà.

Viene prescritto un alimento dietetico speciale. La dieta esclude l'assunzione di sale (per prevenire l'accumulo di acqua), bevande alcoliche, soda, cibi grassi. Lievito e cibi dolci, burro, maionese vengono rimossi. Verdure, piatti di frutta sono in umido o bolliti, il consumo in forma grezza aumenta la formazione di gas.

Il trattamento farmacologico ha lo scopo di inibire la distruzione del tessuto epatico, per prevenire il deterioramento delle condizioni del paziente. Le pillole non aiuteranno completamente a liberarsi dell'ascite. Viene prescritta una terapia sintomatica, che mira a rimuovere il liquido dalla cavità. Il corso del trattamento comprende:

  • epatoprotettori - ci sono sintetici, vegetali. Mirato a mantenere le strutture cellulari del fegato;
  • i fosfolipidi normalizzano il metabolismo dei grassi;
  • farmaci steroidei con effetto antinfiammatorio per alleviare il dolore;
  • l'albumina aiuta a colmare la mancanza di proteine ​​nel plasma sanguigno;
  • i diuretici (diuretici) rimuovono i fluidi dal corpo.

Per prevenire la peritonite, vengono selezionati gli antibiotici. Il miglioramento del funzionamento dei reni è influenzato dal riposo a letto. Usa i rimedi popolari poiché la terapia principale non ne vale la pena. L'effetto del trattamento può essere evidente quando combinato con la terapia farmacologica. L'uso di cariche medicinali è consentito con il permesso del medico, solo in assenza di reazioni allergiche ai componenti.

Inoltre, è prescritta attività fisica. Dipende dalle condizioni del paziente, dal sistema cardiovascolare e respiratorio. Controindicato in caso di mancanza di respiro senza attività fisica, a riposo. Escursionismo, ginnastica, nuoto sono ammessi. Tutti i tipi di esercizi sono discussi con il medico. Spremitura dei polmoni, gli organi peritoneali non consentono al carico di evitare il deterioramento.

La chirurgia per l'ascite è possibile se la salute del paziente peggiora, determinando la causa dell'accumulo di liquidi. Le operazioni vengono eseguite con tumori epatici per inibire il processo oncologico, oncologia della cavità peritoneale (la rimozione del tumore aiuta a ripristinare i vasi sanguigni), peritonite batterica (l'addome viene aperto per rimuovere le masse purulente). Una forma trascurata di malattia non viene trattata con un intervento chirurgico.

Il paziente può liberarsi della malattia se viene determinata la causa dell'evento.

previsione

L'aspettativa di vita umana dipende dai danni al sistema cardiovascolare, ai reni e al fegato. Nella fase di sviluppo iniziale o compensazione, viene determinata una prognosi favorevole. La diagnosi all'inizio della malattia aiuta a prolungare la vita.

La sconfitta di diversi organi interni non dà un risultato favorevole. Al fine di calcolare la lunghezza del percorso di vita, si dovrebbe tener conto della fascia di età, della conformità dietetica, delle malattie concomitanti e del tasso di sviluppo del processo patologico.

Lo stress dell'ascite è una minaccia per il paziente, una forma moderata può essere curata senza lo sviluppo di complicanze. La comparsa di insufficienza renale porta alla morte entro un mese senza emodialisi. Il trapianto di fegato è considerato l'unico modo per curare l'idropisia. Un intervento chirurgico riuscito dà una prognosi per la vita di oltre dieci anni.

I medici identificano un gruppo a rischio per il quale la comparsa di ascite con gonfiore rappresenta la maggiore minaccia: gli anziani, una persona con ipotensione cronica, i pazienti con oncologia, i pazienti con diabete mellito.

I medici raccomandano di trattare la patologia con farmaci, dieta. L'esistenza di alcune forme della malattia impedisce la terapia competente e allevia i sintomi clinici. È impossibile per tali pazienti prolungare la loro vita.

Le misure preventive di ascite della cavità addominale comprendono il trattamento tempestivo delle malattie del fegato. L'aspetto della cirrosi è facilitato dal processo infiammatorio del tessuto epatico (epatite), che è stato osservato per lungo tempo. Diagnosi nelle prime fasi di sviluppo, il trattamento effettuato eviterà danni alle cellule del fegato e preserverà l'organo.

Ascite nella cirrosi

Sotto l'influenza di fattori aggressivi (alcool, tossine, virus dell'epatite), il tessuto epatico viene distrutto. Le cellule muoiono gradualmente, vengono sostituite dal tessuto connettivo. La cessazione dell'esecuzione delle sue funzioni da parte dell'organo provoca gravi conseguenze che non dipendono dalle cause dello sviluppo della malattia. L'ascite con cirrosi epatica è un accumulo di liquido nella cavità addominale, una grave complicazione della malattia, che peggiora gravemente la prognosi della vita del paziente. Il cuore e i reni possono essere colpiti. Molto spesso, l'accumulo di liquidi provoca la crescita addominale.

Che cos'è l'ascite

L'ascite è un accumulo di liquido nell'addome che si verifica a causa della cirrosi epatica. Ciò accade a causa di un aumento della pressione venosa, ristagno di sangue. Con una diminuzione del numero di cellule epatiche sane, il sangue pulisce peggio, si accumulano sostanze nocive, causate da una produzione insufficiente di proteine ​​ed enzimi. Le pareti vascolari riducono la produttività. L'equilibrio dei fluidi è disturbato, che si accumula gradualmente nel peritoneo.

La patologia viene diagnosticata nel 50-60% dei pazienti con cirrosi entro 10 anni dal rilevamento del disturbo di base. La complicanza peggiora significativamente il decorso della malattia. L'efficacia del trattamento di questa malattia dipende da quanto tempo è stato rilevato un cambiamento nella struttura dei tessuti e più dagli sforzi del paziente per combattere la malattia.

Le statistiche mediche forniscono dati sull'aspettativa di vita con ascite:

  • con una forma compensata di cirrosi - da 10 anni, poiché il fegato continua a funzionare;
  • stadio di scompenso senza trapianto - 80% dei decessi nei primi 5 anni;
  • con una tendenza alla ricaduta, resistenza alla terapia - fino a un anno.

Le cause

La maggior parte dei casi di accumulo di liquidi provoca una produzione proteica insufficiente. Attraverso le pareti dei vasi sanguigni, il fluido entra nel peritoneo. L'incapacità del fegato danneggiata dalla cirrosi di neutralizzare le tossine provoca un aumento dei livelli di sodio, che mantiene ulteriormente l'umidità nel corpo.

Altre cause di ascite nella cirrosi:

  • carenza del sistema linfatico;
  • aumento della permeabilità dei vasi epatici;
  • compromissione della funzionalità renale.

Tutti questi fattori rallentano il flusso sanguigno, aumentando la pressione sanguigna. I setti epatici interlobulari contengono molte vene e arterie. La crescita del tessuto patogeno li stringe, interrompendo l'intero sistema circolatorio. La violazione del deflusso linfatico provoca l'accumulo di linfa nel fegato, da dove penetra nella cavità pelvica.

In una persona sana, lo stomaco contiene fino a 200 ml di acqua. Con l'ascite, il volume è fino a diversi litri.

Fase di complicazione

L'ascite è determinata anche nelle fasi iniziali della cirrosi mediante ultrasuoni o laparoscopia. Esistono tali fasi di accumulo di liquidi:

Ascite nella cirrosi

Qual è l'ascite nella cirrosi?

L'ascite con cirrosi epatica è un accumulo di liquido nella cavità addominale e un aumento del suo volume, che si verifica a causa del ristagno di sangue e di un aumento della pressione nel sistema venoso. L'ascite non è una malattia indipendente, ma una complicazione della cirrosi, che aggrava significativamente il decorso della malattia e peggiora la prognosi per il recupero.

A causa del fatto che la principale malattia che causa l'ascite è diffusa e occupa una posizione di spicco tra le cause di morte per malattie gastrointestinali, l'ascite stessa non è rara nella cirrosi epatica. Le statistiche indicano che l'ascite si verificherà nel 50% dei pazienti entro 10 anni dalla diagnosi di cirrosi.

Quanti vivono con l'ascite nella cirrosi?

Dovrebbe essere chiaro che l'ascite stessa è estremamente rara nel causare la morte. Per dare una prognosi per la sopravvivenza, è necessario disporre di informazioni su come procede la malattia di base..

Tuttavia, esistono i seguenti dati:

I pazienti con una forma compensata di cirrosi e ascite possono vivere per più di 10 anni, poiché le funzioni dell'organo rimangono intatte;

Meno del 20% dei pazienti vivrà più a lungo di cinque anni con ascite con una forma scompensata di cirrosi senza una condizione di trapianto di organi;

Più della metà dei pazienti muore entro un anno se ha una forma di ascite resistente al trattamento (refrattaria), con una tendenza alla ricaduta.

Inoltre, lo stile di vita del paziente influenza se riceve un trattamento adeguato, se la parete addominale è stata perforata in modo tempestivo, se assume diuretici secondo uno schema ben progettato, ecc. In alcuni casi, questo aiuta i pazienti a vivere 10 anni o più. Tuttavia, l'ascite è spesso considerata una complicazione avversa della cirrosi ed è la causa della mortalità nel 50% dei pazienti entro due anni..

Cause di ascite nella cirrosi

La cirrosi in sé è la causa principale dell'ascite..

Ciò è dovuto ai seguenti fattori:

Con la malattia, si verifica la morte degli epatociti (cellule epatiche), che attiva il meccanismo di eccessivo ripristino dei tessuti degli organi, a seguito del quale si formano nodi di rigenerazione, costituiti da epatociti invasi. La struttura di questi nodi differisce dalla struttura del normale tessuto epatico, che porta a una violazione della circolazione sanguigna e alla compressione della vena porta. Ciò provoca l'accumulo di liquido nella cavità addominale;

Un altro motivo per lo sviluppo di complicanze è la sostituzione degli epatociti con tessuto fibroso. Maggiore è il processo, minore è la capacità funzionale del fegato. Ciò provoca lo sviluppo della sua insufficienza e una diminuzione della quantità di proteine ​​del sangue. Di conseguenza, un calo della pressione oncotica plasmatica e la sua uscita nella cavità addominale dai vasi sanguigni;

A causa della perdita di plasma, il volume totale del sangue circolante è ridotto. Il corpo risponde a questo disturbo avviando una serie di processi, incluso un aumento del rilascio dell'ormone aldosterone. Contribuisce alla ritenzione di liquidi e sodio. Di conseguenza, un aumento della pressione idrostatica ed esacerbazione dell'ascite;

Con tutto ciò, il cuore subisce un carico aggiuntivo, che provoca lo sviluppo di insufficienza cardiaca. Si verifica un ulteriore aumento del volume del liquido ascitico..

Sintomi di ascite nella cirrosi

Se si accumulano volumi insignificanti di liquido nella cavità addominale, ciò non causa preoccupazione per il paziente.

Tuttavia, mentre la malattia progredisce, una persona inizia a soffrire di:

Ingrandimento addominale in volume. Entro pochi giorni, può crescere in modo significativo. La pelle diventa liscia, a volte compaiono strisce rosa, si osservano vene dilatate. Quando il paziente è in piedi, lo stomaco si inclina leggermente e, quando giace, le pareti laterali sporgono formando uno "stomaco di rana";

Il paziente lamenta disagio e dolore nel peritoneo, ingrassando;

Sintomo di fluttuazioni o fluttuazioni nella cavità addominale a causa del suo riempimento con liquido;

Disturbi del sistema respiratorio a causa della pressione del fluido sul diaframma e una diminuzione del volume polmonare. Ciò si manifesta con l'insufficienza del respiro, la respirazione rapida, l'insoddisfazione dell'ossigeno. Questo sintomo è particolarmente acuto in posizione orizzontale. Pertanto, una persona cerca di prendere una posizione seduta o in piedi con enfasi sull'elevazione. Tra gli altri segni di insufficienza respiratoria, labbra blu, tosse;

Disturbi digestivi. La pressione sullo stomaco porta a una saturazione più rapida durante i pasti e, con minori quantità di cibo, a una sensazione di pesantezza, bruciore di stomaco, eruttazione. A volte si osserva il vomito di cibo non digerito, che si verifica quando viene pizzicata la giunzione del passaggio del cibo nell'intestino. Dall'intestino possono verificarsi ostruzione intestinale, costipazione, diarrea, vomito del contenuto intestinale o bile;

Violazioni della vescica, che si manifestano in frequenti impulsi di urinare, cistite e pielonefrite;

Gonfiore nella regione degli arti inferiori, a causa del difficile deflusso della linfa;

L'ombelico sporge in avanti, spesso il paziente ha un'ernia ombelicale.

I primi sintomi si possono notare quando la quantità di liquido ha superato 1 litro. Il suo massimo contenuto nella cavità addominale con ascite può raggiungere i 25 litri. Inoltre, prima che compaiano i primi sintomi di ascite, il paziente sarà disturbato dai segni della malattia di base, cioè dalla cirrosi epatica. Tra questi, aumento della debolezza e dell'affaticamento, dolore localizzato nell'ipocondrio destro.

Come trattare l'ascite nella cirrosi

Dopo aver confermato la diagnosi, i medici procedono al trattamento dell'ascite. Ma poiché è una conseguenza della malattia del fegato, la terapia mira principalmente ad eliminare la cirrosi.

Il trattamento farmacologico è ridotto all'assunzione dei seguenti gruppi di farmaci:

Gli epatoprotettori sintetici, ad esempio l'acido ursodesossicolico, che protegge il corpo dagli effetti dannosi degli acidi biliari, abbassa il colesterolo, migliora il flusso sanguigno e previene la morte degli epatociti;

Gli epatoprotettori di origine vegetale, ad esempio Carsil e Allohol, che danno un effetto coleretico, aumentano la motilità intestinale;

I fosfolipidi essenziali, ad esempio Essential e Phosphogliv, che ripristinano i fosfolipidi danneggiati, normalizzano il metabolismo dei grassi e dei carboidrati, alleviano l'intossicazione, stimolano la crescita degli epatociti;

Aminoacidi epatoprotettivi, ad esempio ornitina e metionina. Hanno un effetto protettivo, stimolano i processi metabolici nel corpo;

Farmaci antivirali, tra cui Pegasis (potenzia il sistema immunitario, combatte l'epatite C e B), Ribavirina (aiuta a combattere il virus dell'epatite C), Adefovir (distrugge le cellule dell'epatite B);

Farmaci antinfiammatori steroidei, ad esempio prednisone. Si raccomanda l'uso in cirrosi causata da processi autoimmuni;

L'albumina, appartenente al gruppo dei preparati proteici, che contribuisce alla normalizzazione della pressione colloidale, reintegra la carenza di proteine ​​nel sangue;

Diuretici di vari gruppi, ad esempio Aldactone, Spirix, Lasix, Diacarb e altri. Sono, innanzitutto, la prevenzione dell'ascite..

Inoltre, il paziente deve aderire a una dieta. I medici raccomandano la tabella numero cinque. Il volume di liquidi bevuti dovrebbe essere ridotto a 1,5 litri al giorno.

Il paziente deve aderire al riposo a letto, poiché in posizione orizzontale migliora la filtrazione del sangue grazie all'aumentata funzionalità renale.

Se la terapia conservativa non ha avuto l'effetto desiderato, al paziente viene prescritta una misura operativa. Si chiama "laparocentesi" quando si utilizza un ago speciale dalla cavità del peritoneo, il liquido in eccesso viene rimosso. Di norma, i medici non puliscono più di 5 litri alla volta, poiché esiste il rischio di sviluppare uno stato collasso. Tali manipolazioni possono ridurre significativamente il dolore e migliorare il benessere del paziente, tuttavia esiste un alto rischio di complicanze.

Nei casi più gravi, è richiesto il trapianto di organi.

Dieta per la cirrosi con ascite

La dieta è limitata non solo all'acqua, ma anche al sale da tavola. È vietato cuocere cibi ricchi, piatti fritti e affumicati, dolci, conserve, funghi, carne grassa, margarina, maionese, caffè e, naturalmente, alcool.

Allo stesso tempo, al paziente sono ammessi avena, grano saraceno e porridge di riso, verdure fresche, kefir e ricotta, carne a basso contenuto di grassi, brodo di cinorrodo, pane di segale, albume d'uovo e alcuni altri prodotti.

Menu di esempio

Un menu approssimativo di un paziente con ascite può apparire così:

Per colazione, puoi mangiare una frittata proteica, una fetta di pane di segale e berlo con un brodo di rosa canina;

Come primo spuntino, sono ammessi biscotti con pasta non commestibile e tè debole con latte;

A pranzo, puoi cucinare un'insalata di cetrioli, cavoli e piselli con l'aggiunta di olio d'oliva, zuppa con pasta e tacchino, nasello zrazy, gelatina di ciliegie;

Come secondo spuntino, è permesso mangiare cracker con miele e tè al limone;

Per cena, puoi cucinare zuppe di riso e cotolette di tacchino con purè di patate, una composta di frutta secca e bevande;

Puoi concludere la giornata con un piccolo bicchiere di kefir.

È importante calcolare il volume del liquido in modo che durante il giorno non superi 1,5 litri, comprese zuppe e altri piatti liquidi. La dieta può variare leggermente, a seconda della gravità della malattia di base e del grado di ascite. Maggiori informazioni su cosa si può mangiare e cosa non si può fare con la cirrosi?

Autore dell'articolo: Kuzmina Vera Valerevna | Endocrinologo, nutrizionista

Formazione scolastica: Diploma della Russian State Medical University dal nome N. I. Pirogov, specialità "Medicina generale" (2004). Residenza presso l'Università statale medica e dentistica di Mosca, diploma in "Endocrinologia" (2006).

Essere in sovrappeso è un rischio aggiuntivo.!

11 alimenti più dannosi per il diabete

La malattia ha una prognosi diversa. Con un trattamento adeguato, che è stato avviato in modo tempestivo, è possibile interrompere la progressione del processo patologico. Anche la presenza di malattie concomitanti, complicanze, stile di vita di una persona e lo stadio della cirrosi gioca un ruolo. Con funzionalità preservata.

Oggi la cirrosi non è considerata una malattia assolutamente fatale, pur mantenendo lo stile di vita giusto e subendo il corso ottimale del trattamento (il più delle volte è un trattamento permanente), una persona può vivere fino a tarda età, senza provare molto disagio.

Con la cirrosi epatica, le dimensioni, la forma, la densità e la struttura interna dell'organo cambiano. Le fibre fibrose penetrano e comprimono il fegato e gli epatociti sopravvissuti si moltiplicano intensamente, cercando di compensare la carenza. Di conseguenza, il fegato diventa piccolo, duro e irregolare, ma questo non è il peggiore.

Esistono diverse dozzine di moderni tipi di epatoprotettori che vengono prescritti in base alle loro proprietà: mantenere il fegato durante il trattamento con farmaci dannosi per esso, prevenire disturbi dopo operazioni o una malattia e anche per ripristinare cellule e tessuti.

Con la cirrosi epatica, la dieta n. 5 è spesso prescritta. La sua essenza è l'esclusione dalla dieta di cibi dannosi per il fegato. Sono sostituiti da tratti digestivi e parenchima epatici più utili, non irritanti. Il corpo deve essere arricchito con sostanze nutritive, mentre il carico è attivo.

L'aspettativa di vita di un paziente con cirrosi biliare dipende dallo stadio in cui è stata diagnosticata la malattia. Spesso le persone asintomatiche convivono con questa malattia fino a 20 anni o più e non sospettano nemmeno di avere una cirrosi biliare. Dopo l'inizio dei primi sintomi clinici, l'aspettativa di vita è di circa.

Prevedere quanto può vivere una persona con una malattia simile è abbastanza problematico, poiché dipende dallo stato del corpo nel suo insieme, dal funzionamento del sistema immunitario, dalla presenza di malattie concomitanti, ecc. Tuttavia, la prognosi è precisamente con la cirrosi alcolica..

Ascite addominale con cirrosi

Il fegato umano è uno degli organi più vulnerabili, che può perdere le sue funzioni sotto l'influenza di una serie di fattori negativi. È influenzato da tossine, virus, alcool, metalli pesanti che penetrano all'interno. Tutti loro distruggono gli epatociti e contribuiscono alla sostituzione della necrosi con tessuto fibroso. Di conseguenza, il paziente inizia a sviluppare la cirrosi. Questa è una malattia grave che sta studiando l'epatologia. Nella fase finale, la patologia è praticamente non trattabile e porta allo sviluppo di complicanze, una delle quali è l'ascite. Nelle persone è ancora consuetudine chiamarlo idropisia, perché è caratterizzato dalla presenza di liquido libero nel peritoneo.

Caratteristica della cirrosi

La condizione patologica del fegato, derivante da gravi malfunzionamenti nella circolazione sanguigna dell'organo, e che è caratterizzata da un persistente danno tissutale, è chiamata cirrosi. Non solo minaccia la qualità della vita del paziente, ma spesso provoca anche la morte, quindi è impossibile trattarlo a casa con rimedi popolari. Il paziente è tenuto a rispettare le istruzioni del medico, sottoporsi a regolari esami e comportamenti corretti. E in alcuni casi, non è possibile rinunciare alla chirurgia del trapianto di organi..

L'epatite può provocare la comparsa di cirrosi. A sua volta, provoca lo sviluppo di una serie di patologie gravi, come insufficienza epatica, ascite, ipertensione portale. Le complicanze negative sono spesso il risultato di una condizione avanzata della malattia e parlano di una prognosi sfavorevole.

Che cos'è l'ascite?

Le cellule del fegato muoiono gradualmente, ma irreversibilmente. Al loro posto si formano giunti fibrosi. Interferiscono con il normale movimento del sangue attraverso i vasi, quindi il sistema non affronta il compito completamente e non lo pulisce dalle tossine. Il corpo umano è inquinato dalle tossine, il liquido fuoriuscito si accumula gradualmente nella cavità addominale e non ha il tempo di essere espulso naturalmente con flussi linfatici. Quindi l'ascite inizia con la cirrosi. Questa complicazione è una delle più comuni. La patogenesi della malattia è divisa in più fasi:

  1. Transient. Nella regione addominale non si osservano più di 400 g di liquido.
  2. Moderare. È caratterizzato da un piccolo accumulo di liquido nell'addome, il volume non supera i 3-4 litri. In questa fase, viene eseguita una puntura per determinare la composizione qualitativa del trasudante. In assenza di sangue, la prognosi per il recupero sarà ottimista.
  3. Teso. Il paziente ha un abbondante accumulo di liquido (da 10 a 20 litri) nell'addome, una grande cavità addominale con pelle sottile e traslucida. Ci sono lamentele di insufficienza respiratoria, problemi di memoria, concentrazione dell'attenzione, affaticamento, ombelico gonfio (che ricorda un'ernia), gonfiore del corpo.

La presenza di una piccola quantità di liquido nel peritoneo è normale. È necessario prevenire l'adesione degli organi ed eliminare l'attrito tra di loro. Ma è costantemente aggiornato e non si accumula in grandi quantità, se una persona è sana. Solo una patologia grave può contribuire a tale violazione.

Attenzione! L'ascite si osserva principalmente con la cirrosi (nel 75% dei casi), non si sviluppa da sola. Il più pericoloso è il terzo grado, che è spesso la causa della morte..

Le cause della complicazione

Il trattamento dell'ascite nella cirrosi inizia con una ricerca della causa del suo aspetto. Come già accennato, si sviluppa sullo sfondo di un'altra malattia, quindi il medico ha sempre il compito di determinare i principali fattori che hanno causato l'accumulo di liquido. Possono essere:

  • Lo sviluppo della trombosi venosa epatica.
  • Malattie dello stomaco o dell'intestino.
  • Oncologia degli organi interni.
  • Congestione venosa.
  • Insufficienza cardiaca.
  • Diabete.
  • Lo sviluppo della carcinosi peritoneale.
  • Peritonite.

L'accumulo di liquidi nell'addome nelle donne non è un sintomo di una grave malattia in determinati giorni del ciclo mestruale. Questo è un processo naturale e si risolve gradualmente da solo, senza danneggiare la salute del paziente. Pertanto, se si sospetta lo sviluppo dell'ascite, il gentil sesso, oltre a sottoporsi alle procedure diagnostiche di base, deve consultare un ginecologo aggiuntivo ed escludere la probabilità di problemi con il sistema riproduttivo. Il taglio cesareo, le infezioni del tratto riproduttivo, l'endometriosi possono anche provocare ascite..

Negli uomini, la patologia si sviluppa più spesso sullo sfondo della malnutrizione, dell'abuso di bevande forti e dell'uso di droghe iniettabili. L'idropisia appare non solo a causa della cirrosi, ma anche a causa dell'ingresso di cellule atipiche nel peritoneo, nell'artrite reumatoide, nel lupus eritematoso o nell'uremia.

Come si manifesta la malattia

La sintomatologia della malattia dipende direttamente dal tasso di accumulo di liquidi. In alcuni pazienti, i primi segni compaiono immediatamente, mentre altri non esistono da mesi. Le principali manifestazioni cliniche della patologia sono:

  • Ingrandimento addominale visibile.
  • Forme venose venose.
  • Un forte aumento del peso corporeo.
  • La comparsa di un "grembiule" nell'addome inferiore.
  • Gonfiore delle gambe o del viso.
  • La comparsa di respiro corto e tachicardia.
  • Nausea, perdita di appetito, costipazione.
  • Rallentatore.

Un rapido aumento dell'addome indica che il sistema linfatico non resiste o che i singoli vasi sono fortemente compressi. Una grande quantità di acqua colpisce gli organi digestivi, non permettendo loro di far fronte al compito. I pazienti si lamentano spesso di eruttazione, bruciore di stomaco, flatulenza e altre manifestazioni spiacevoli. Pertanto, una dieta è obbligatoria per la cirrosi epatica con ascite, che consente di ridurre il carico sul tratto gastrointestinale.

Ricerca diagnostica

Il paziente consulta un medico con i segni caratteristici di una patologia nel corpo. Dopo aver condotto un esame visivo, la palpazione dell'addome, l'ascolto con un fonendoscopio e la raccolta di un'anamnesi, lo specialista prescrive un esame diagnostico. Non sarà difficile per il medico determinare il problema, poiché la patologia si manifesta con fluttuazioni dell '"onda" durante la palpazione del peritoneo.

Per confermare la diagnosi, sono prescritti i seguenti metodi strumentali:

  • ultrasuoni per rilevare un aumento dell'accumulo di liquidi;
  • laparoscopia per valutare i cambiamenti nello stato degli organi interni;
  • laparocentesi (viene praticata una puntura per rimuovere l'acqua libera);
  • TAC;
  • radiografia del torace;
  • Risonanza magnetica;
  • angiografia (se la causa della comparsa di problemi vascolari).

Nei casi più gravi, la diagnosi e il trattamento della cirrosi con ascite vengono effettuati in ospedale. Viene prescritto un esame del sangue biochimico che consente di determinare il livello di proteine, creatina, urea e potassio. Dopo lo studio, in base ai risultati del protocollo, il medico prende una decisione sulla scelta di una particolare tattica.

I principali metodi di trattamento

È impossibile riprendersi dall'ascite da soli a casa, poiché il problema è un grave pericolo. Lo smaltimento completo è possibile con il contatto tempestivo con un istituto medico e il superamento del corso completo prescritto.

Il trattamento viene effettuato in combinazione con la correzione della malattia che ha causato lo sviluppo di idropisia. Viene eseguito in uno dei seguenti modi:

  1. Terapia farmacologica. Implica l'assunzione di farmaci volti a normalizzare il fegato, eliminare l'infiammazione e rafforzare il corpo nel suo insieme. Sono selezionati in base ai sintomi presenti nel paziente. In genere si tratta di diuretici (furasemide, acido etacrinico, spironolattone), epatoprotettori (Essentiale, Heptral).
  2. Laparocentesis Se le raccomandazioni per il trattamento conservativo non hanno dato il risultato desiderato, lo specialista prescrive una puntura del peritoneo. La tecnica ti consente di eliminare il liquido in eccesso e ridurre il rischio di complicanze. Il muro è forato con un ago nell'ombelico, dopo di che viene rimossa l'acqua accumulata.
  3. Bypass. Viene creato un messaggio tra le vene epatiche e del colletto. Ti consente di ridurre la pressione sanguigna, che porta alla normalizzazione del deflusso del fluido.
  4. Trapianto. Questo metodo è considerato il più radicale, in quanto consente di risolvere immediatamente i problemi con cirrosi e ascite. Ma viene effettuato a condizione che il paziente non abbia controindicazioni (disturbi mentali, patologie cardiache).

Il principale metodo di trattamento è la terapia farmacologica. Il medico seleziona il complesso individualmente, tenendo conto del tasso di perdita di liquidi e dello stadio di sviluppo della patologia. Ma non dovremmo dimenticare la necessità di regolare la dieta. I rimedi popolari sono usati solo sotto la supervisione di un medico. Molto spesso, si consiglia il cardo mariano. Questa erba ha un effetto positivo sul tessuto epatico e rallenta la progressione della cirrosi..

Dieta per ascite

Una corretta alimentazione per la cirrosi con ascite è la base per una terapia di successo. Ti permette di ridurre il carico sul sistema digestivo e alleviare le condizioni del paziente. Gli alimenti che contengono una grande quantità di grassi, sale e conservanti dannosi vengono completamente rimossi dal menu. Marinate, sottaceti e salsicce sono esclusi.

Il cibo dovrebbe essere composto dai seguenti alimenti:

  • Carni magre di pollame, coniglio, tacchino.
  • Riso, farina d'avena, cereali da diversi cereali sull'acqua.
  • Olio vegetale e semi.
  • Pesce Magro.
  • Spezie (chiodi di garofano, prezzemolo, maggiorana, cumino).
  • Pepe, aglio, cipolla.
  • Latticini.

Se l'ascite si è sviluppata sullo sfondo della cirrosi, al paziente viene assegnata la tabella n. 5. Questa dieta è abbastanza equilibrata da ottenere tutti i componenti utili necessari nel corpo, senza sovraccaricare il tratto digestivo. Nella dieta dovrebbero essere presenti molte fibre e ridotto apporto di grassi e carboidrati. Gli alimenti dietetici possono essere aggiunti solo in piccole quantità. Idealmente, il sale dovrebbe essere completamente abbandonato.

Rimedi popolari

La terapia complessa è spesso integrata con erbe e piante medicinali. Possono ridurre la manifestazione di sintomi spiacevoli e contribuire a un rapido recupero. I seguenti strumenti si sono dimostrati efficaci:

  • Decotto di prezzemolo. È preparato con foglie fresche, che vengono versate con acqua bollente e insistono per mezz'ora. È necessario assumere il farmaco in mezzo bicchiere ogni ora al mattino. Tre giorni sono sufficienti per alleviare la condizione.
  • Bean Husk. L'ingrediente principale bolle per 10 minuti, dopo di che l'acqua viene drenata e infusa. 20 minuti sono sufficienti. È necessario prendere i fondi ricevuti al mattino, la prossima volta - mezz'ora prima di colazione e gli stessi 30 minuti prima di pranzo. L'ultimo appuntamento è previsto per le 20:00.

Non puoi curare la malattia da solo. Pertanto, la medicina tradizionale è coinvolta solo con le medicine convenzionali. Per escludere la comparsa di effetti collaterali, prima di prenderlo vale la pena consultare un medico.

Possibili complicazioni

La risposta alla domanda su quanto tempo il paziente vivrà con l'ascite sullo sfondo della cirrosi epatica, dipende in gran parte dalla tempestività di andare dal medico. La stessa malattia è una scompenso, cioè una complicazione di una patologia già esistente, quindi la mancanza di cure competenti spesso porta alla morte.

Le possibili conseguenze sono:

  • La comparsa di sanguinamento di diversa localizzazione.
  • Lo sviluppo dell'encefalopatia epatica.
  • Coaguli di sangue nella milza o nella vena del colletto.
  • Infiammazione nel peritoneo.
  • Sindrome epotoreana.

È importante saperlo! La malattia minaccia il paziente, quindi contattare un medico nella fase primaria è estremamente importante. Ciò consentirà allo specialista di prescrivere la terapia necessaria, eliminare le complicanze e aumentare l'aspettativa di vita.

Prognosi per il recupero e misure preventive

Nessun medico può determinare con precisione per quanto tempo sopravviverà un paziente con idropisia dell'addome e cirrosi epatica. Tutto dipende dall'età del paziente e dallo stadio della malattia. La previsione nelle persone con più di 60 anni è complicata dalla presenza di gravi disturbi cronici. Nella metà dei casi sono malati, in alcuni, oltre all'ascite, c'è insufficienza renale, cancro al fegato, diabete mellito o ipertensione. Tali pazienti, di regola, non vivono più a lungo di due anni..

L'ascite può essere prevenuta solo eliminando la probabilità di sviluppare malattie che la provocano. È anche importante mangiare bene, non bere alcolici, praticare sport e sottoporsi a regolari esami medici. Non esiste una cura universale per questo, quindi mantenere la salute del paziente dipende da un buon stile di vita.

L'ascite è una grave complicazione, il che suggerisce che la malattia è già stata iniziata e la probabilità di un pieno recupero è estremamente piccola. Pertanto, non automedicare o trascurare le raccomandazioni di un medico.

L'approccio giusto, un'alimentazione dietetica di alta qualità e moderni metodi di trattamento danno speranza per il ripristino della salute e una maggiore aspettativa di vita.

Ascite nella cirrosi

L'ascite con cirrosi epatica è una delle complicazioni più caratteristiche della malattia, che si verifica a causa di un aumento della pressione nel sistema venoso portale e si manifesta con un accumulo di effusione libera nella cavità addominale con un forte aumento del volume dell'addome. L'ascite non è un'unità nosologica separata, ma solo un sintomo che indica la progressione della patologia e lo sviluppo delle sue complicanze a causa dell'esaurimento del potenziale dei meccanismi compensativi.

Secondo studi statistici, con danno al fegato cirrotico, l'ascite si sviluppa in ogni secondo paziente che è stato malato per 7-10 anni. Nella maggior parte dei casi clinici, questa complicazione della malattia di base indica scompenso del processo patologico e porta alla morte in 2-5 anni dalla comparsa dei suoi primi segni.

Perché si sviluppa il processo patologico??

L'accumulo di liquido nella cavità addominale durante la cirrosi è facilitato da diversi processi che accompagnano questa patologia:

  • la degenerazione degli epatociti e la violazione dell'architettura del fegato portano ad un aumento della pressione nella vena porta, che peggiora significativamente il flusso sanguigno nel sistema dei vasi addominali e contribuisce all'accumulo di liquidi;
  • l'ascite nella cirrosi si sviluppa anche a causa della sostituzione dei normali epatociti con tessuto fibroso, che provoca una diminuzione della loro funzione principale - la sintesi delle proteine ​​del sangue, portando a una diminuzione della pressione osmotica del plasma e alla sua uscita nella cavità addominale;
  • il processo patologico contribuisce allo sviluppo dell'insufficienza cardiaca e ad un aumento del volume del liquido libero;
  • una diminuzione del volume del plasma porta ad un aumento del rilascio dell'ormone aldosterone, che trattiene i liquidi nel corpo e porta ad un aumento dei sintomi dell'ascite.

Caratteristiche del quadro clinico

Di norma, un leggero accumulo di essudato nella cavità addominale non viene visualizzato sulle condizioni generali e sul benessere del paziente. I primi sintomi dell'ascite compaiono quando la quantità di liquido nell'addome raggiunge un litro..

In pratica, l'ascite si manifesta con un forte aumento dell'addome nei volumi dovuto all'accumulo di essudato nella cavità addominale, la cui quantità può raggiungere i 20-25 litri. Le smagliature fresche appaiono sulla parete anteriore dell'addome allargato, la pelle diventa più sottile e attraverso di essa si possono vedere vene dilatate. Un sintomo di un addome ascitico è un sintomo di fluttuazioni (fluttuazioni patologiche), nonché di significativi disturbi digestivi: nausea, vomito frequente, disturbi delle feci, gonfiore e flatulenza.

Sullo sfondo di gonfiore, compaiono disagio e dolore lungo l'intestino, si può formare un'ernia inguinale e le estremità inferiori si gonfiano. I pazienti con ascite lamentano mancanza di respiro, che è il risultato di insufficienza respiratoria causata dalla compressione dei polmoni da parte del diaframma. L'ascite porta anche a disfunzione pelvica, quando vengono rilevati disturbi della vescica e degli organi genitali interni.

Punti salienti dell'alimentazione dietetica: cose da cercare

Con l'ascite e la cirrosi epatica, il regime e la natura della nutrizione di una persona malata sono molto importanti. La mancata osservanza di una dieta con tali danni al fegato può esacerbare in modo significativo il processo patologico e portare allo sviluppo di gravi complicanze che lo accompagnano.

La nutrizione per la cirrosi epatica con ascite si basa su una forte limitazione dell'assunzione di liquidi e cloruro di sodio. In dietetica, questo regime alimentare noto come tabella dietetica numero 5. Gli esperti raccomandano ai loro pazienti di mangiare solo prodotti naturali con un contenuto minimo di conservanti, stabilizzanti o coloranti. Per quanto riguarda i liquidi, i medici avvertono fortemente dei pericoli che una persona che trascura le regole di base nel limitare la quantità di bevande consumate può superare (il volume del liquido non deve superare i 2 litri al giorno).

Una dieta con ascite con cirrosi epatica vieta categoricamente l'uso dei seguenti alimenti:

  • affumicati, salsicce, salsicce e conserve;
  • cibi fritti, in particolare carne;
  • alimenti preparati sulla base di grassi animali;
  • prodotti a base di burro, dolci, pasticcini;
  • funghi in qualsiasi forma;
  • maionese e salse piccanti;
  • margarina;
  • bevande contenenti caffeina;
  • alcool.

In molti schemi nutrizionali per l'ascite, ci sono prodotti come:

  • ricotta a basso contenuto di grassi, kefir, latte, panna acida;
  • pane di segale, crusca;
  • avena, grano saraceno, porridge di riso;
  • brodo di rosa selvatica e gelatina di bacche fresche (mirtilli rossi, ciliegie);
  • carne di pollame, manzo;
  • bianco d'uovo;
  • pesce.
  1. colazione - frittata al vapore, un pezzo di pane con crusca, tè debole;
  2. pranzo - zuppa leggera con polpette di riso e pollo, purea di piselli con pesce al vapore, insalata di verdure ed erbe, brodo di rosa selvatica;
  3. tè pomeridiano - purè di patate e crocchette di pesce, gelatina di ciliegie;
  4. cena - zuppa di pasta, crackers con miele, kefir.

Come spuntino puoi usare biscotti di farina d'avena, banana, tè al latte o limone.

Approcci terapeutici moderni

Poiché l'ascite è una complicazione della cirrosi, il suo trattamento deve essere incluso nel regime di trattamento del principale processo patologico. In pratica, il trattamento dell'ascite nella cirrosi viene effettuato dal punto di vista medico e chirurgico, nonché utilizzando una terapia dietetica speciale volta a rimuovere il liquido in eccesso dal corpo.

I farmaci per la cirrosi epatica con ascite includono l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • epatoprotettori sintetici, la cui azione è volta a migliorare il flusso sanguigno locale e creare un'ulteriore barriera protettiva per gli epatociti;
  • epatoprotettori di origine naturale, che proteggono in modo affidabile il tessuto ghiandolare dalla progressiva distruzione e sostituzione di epatociti sani con siti di fibrosi;
  • aminoacidi che hanno un effetto epatoprotettivo;
  • farmaci coleretici che migliorano il deflusso della bile e ne impediscono l'ingresso nel flusso sanguigno;
  • fosfolipidi, che riducono le manifestazioni della sindrome da intossicazione e migliorano il metabolismo di grassi, carboidrati;
  • preparati di albumina che compensano la quantità mancante di proteine ​​nel plasma sanguigno e normalizzano la pressione osmotica;
  • ormoni steroidei che riducono le manifestazioni dei processi autoimmuni innescati dalla cirrosi;
  • agenti antivirali che è consigliabile utilizzare per la cirrosi epatica di eziologia virale;
  • diuretici che aiutano a rimuovere il liquido in eccesso dal corpo e prevenire l'accumulo di ascite.

Gli esperti preferiscono trattare l'ascite con il metodo chirurgico in casi estremi, quando tutti i metodi conservativi erano completamente inefficaci e non apportavano al paziente un miglioramento delle condizioni generali. L'operazione per pompare il liquido in eccesso dalla cavità addominale si chiama laparocentesi. La tecnica prevede la rimozione dell'essudato attraverso una puntura eseguita con un ago speciale. La procedura viene eseguita sotto la stretta supervisione del medico curante..

Un tempo, il paziente non deve essere rimosso per più di 5 litri di liquido, poiché esiste sempre il rischio che il paziente sviluppi uno stato di collasso e persino la morte improvvisa.

Previsioni e aspettativa di vita dei pazienti con ascite.

Sfortunatamente, la cirrosi epatica e le sue complicanze sono tra le malattie che non possono essere completamente curate. Ecco perché è la causa di morte più comune nei pazienti del dipartimento gastroenterologico. Quanti vivono con la cirrosi epatica dopo l'inizio dell'ascite? I medici devono ascoltare una domanda simile ogni giorno. Proviamo a trovare risposte ad esso.

Diversi fattori influenzano l'aspettativa di vita dei pazienti con ascite:

  • il modo di vivere corretto di una persona;
  • dieta;
  • caratteristiche individuali del corpo del paziente;
  • l'adeguatezza e la tempestività del trattamento del disturbo di base;
  • stadio della malattia per quanto riguarda la sua compensazione;
  • rapidità del processo patologico.

Studiando la domanda su quanto convivono con l'ascite nella cirrosi epatica, gli scienziati sono stati in grado di stabilire il fatto che i pazienti con forme compensate della malattia e sindrome dell'ascite lieve possono vivere più di 10 anni a condizione che i sintomi patologici siano trattati correttamente e tempestivamente, così come le complicazioni siano prevenute.

Sfortunatamente, secondo le statistiche, in molti pazienti con ascite, viene diagnosticata la forma scompensata di cirrosi. Con questa variante del decorso della malattia, le previsioni per una persona malata non sono le migliori. Di norma, i pazienti muoiono per complicanze della malattia di base entro 2-5 anni dalla comparsa dei primi segni di accumulo di liquidi nella cavità addominale.