Tipi di radioterapia

Lipoma

La radioterapia (o radioterapia) è il trattamento delle radiazioni ionizzanti (AI). A tale scopo, a seconda della posizione del processo patologico e della sua natura, vengono utilizzate varie fonti di radiazioni ionizzanti. Le radiazioni gamma possono penetrare nei tessuti a qualsiasi profondità e persino passare attraverso tutto il corpo, mentre le particelle beta possono penetrare nei tessuti solo a una profondità di 2-5 mm e le particelle alfa fino a una profondità fino a 100 micron. La radiografia differisce dalla radiazione gamma per una lunghezza d'onda più lunga e la radioterapia, rispettivamente, per un potere di penetrazione inferiore. Recentemente, nuove direzioni come la terapia con neutroni, la terapia con protoni e la terapia con pi-mesoni sono considerate promettenti..

Figura. 1: Dose comparativa di esposizione effettiva all'irradiazione dei tessuti con radiazioni elettromagnetiche, particelle alfa, protoni e neutroni (è visibile il picco di Bragg per particelle e protoni alfa).

A seconda del tipo di radiazione ionizzante utilizzata, si distinguono i seguenti tipi di radioterapia.

La terapia alfa è un tipo di radioterapia in cui il trattamento viene effettuato mediante esposizione al corpo della radiazione alfa. Per la terapia alfa vengono utilizzati alcuni isotopi di breve durata o ad emissione rapida (radon, prodotti derivati ​​da Thoron). La terapia alfa viene eseguita sotto forma di bagni di radon (generali e locali), acqua potabile di radon, microclysters, irrigazione, inalazione di aria arricchita con radon, nonché applicazione di medicazioni radioattive (applicatori di garza con prodotti secondari di thoron) o pomate e soluzioni su determinate aree della pelle del paziente. con torio.

Le procedure terapeutiche alfa hanno una vasta gamma di usi. Quindi, hanno un effetto benefico sul sistema nervoso centrale e autonomo, sulle ghiandole endocrine e sul sistema cardiovascolare. Hanno un effetto sedativo, analgesico e antinfiammatorio. Tuttavia, la terapia alfa è controindicata nei tumori maligni, nella tubercolosi, in alcune malattie del sangue, durante la gravidanza. In Russia, la terapia alfa viene utilizzata, ad esempio, nei resort di Pyatigorsk.

La beta terapia è anche uno dei metodi di radioterapia, il cui effetto terapeutico si basa sull'effetto biologico delle particelle beta assorbite nei tessuti patologicamente alterati. Come fonti di radiazioni vengono utilizzati vari isotopi radioattivi, il cui decadimento è accompagnato dall'emissione di particelle beta. La beta terapia può essere interstiziale, intracavitaria e di applicazione. Quindi l'applicazione della beta terapia viene utilizzata per gli angiomi capillari e per alcune malattie infiammatorie croniche degli occhi. Per fare questo, gli applicatori vengono applicati alle aree interessate, su cui gli isotopi radioattivi di fosforo (P32), tallio (Tl204), ecc. Vengono distribuiti uniformemente..

Con tumori radioresistenti, è indicata la beta terapia interstiziale. La beta terapia interstiziale viene effettuata introducendo nei tessuti da irradiare, soluzioni radioattive colloidali di oro (Au188), ittrio (Y90), argento (Ag111) o perni di 3-4 mm di lunghezza con l'isotopo Au198 o Y90.

Il metodo della beta terapia intracavitaria è più comune nelle lesioni tumorali primarie o secondarie della pleura o del peritoneo. Con questo metodo, le soluzioni colloidali di Au198 vengono introdotte nella cavità addominale o pleurica.

Terapia a raggi x. In questo tipo di radioterapia, i raggi X con energie da 10 a 250 keV vengono utilizzati a scopi terapeutici. In questo caso, con un aumento della tensione sul tubo a raggi X, l'energia delle radiazioni aumenta e, insieme a questo, aumenta la sua capacità di penetrazione nei tessuti.

Pertanto, la radioterapia a corto raggio o a corto raggio con energie di radiazione da 10 a 60 keV viene utilizzata per l'irradiazione da brevi distanze (fino a 6-7,5 cm) e il trattamento di lesioni relativamente superficiali della pelle e delle mucose. Terapia a raggi X profonda o a lunga distanza con energia di radiazione da 100 a 250 keV - per irradiazione da una distanza di 30 a 60 cm di focolai patologici localizzati in profondità. La terapia a raggi X a media distanza viene utilizzata principalmente per malattie di natura non tumorale.


Gamma Therapy. Le gamme di energia dei raggi X e della radiazione gamma si sovrappongono in una vasta gamma di energie. Entrambi i tipi di radiazione sono radiazioni elettromagnetiche e alla stessa energia del fotone sono equivalenti. La differenza sta nella modalità di occorrenza: i raggi X vengono emessi con la partecipazione di elettroni (in atomi o liberi), mentre la radiazione gamma viene emessa nei processi di deeccitazione dei nuclei atomici.

Questo tipo di radioterapia viene utilizzato nel trattamento di tumori sia maligni che benigni (meno spesso). A seconda del tumore (posizione, istologia), possono essere utilizzati come contatti (i farmaci radioattivi entrano in contatto con i tessuti; in particolare, tali metodi includono la terapia gamma di applicazione, in cui una speciale piastra con farmaci radioattivi disposti in un certo ordine viene applicata al tumore), entrambi i metodi remoti (l'irradiazione viene effettuata a distanza).

Una delle aree della gamma terapia è il coltello gamma. Qui non stiamo più parlando della terapia attuale, ma piuttosto di un intervento chirurgico, poiché il tumore è completamente distrutto (da qui il nome - gamma coltello). Con questo tipo di terapia gamma, vengono utilizzate fonti di radiazioni gamma ad alta intensità. Quindi, tali fonti sono, ad esempio, potenti pistole di cobalto, la cui fonte di radiazione è un radionuclide 60 Co. L'uso di radiazioni gamma ad alta energia consente di erogare dosi significativamente più elevate a tumori localizzati in profondità rispetto all'uso di radiazioni a raggi X.

La terapia con neutroni è un tipo di radioterapia effettuata utilizzando radiazioni di neutroni. Il metodo si basa sulla capacità dei neutroni di essere catturati dai nuclei atomici con la successiva trasformazione ed emissione di α-, β- e γ-quanta, che hanno un effetto biologico. Nella terapia con neutroni vengono utilizzati anche l'irradiazione remota, intracavitaria e interstiziale..

Le radiazioni remote si riferiscono, ad esempio, alla cosiddetta terapia di cattura dei neutroni. In questo caso, l'effetto terapeutico si manifesta a seguito della cattura di neutroni termici o intermedi (energia inferiore a 200 keV) da parte dei nuclei di isotopi stabili precedentemente immagazzinati nel tumore (ad esempio, 10 V), che subiscono il decadimento sotto l'influenza dei neutroni catturati.

La terapia con neutroni è il metodo più promettente per il trattamento di pazienti con forme radioresistenti gravi (cioè resistenti, insensibili agli effetti delle radiazioni ionizzanti). Tali forme includono, ad esempio, tumori comuni della testa e del collo, comprese ghiandole salivari, sarcomi dei tessuti molli, tumori ricorrenti e metastatici, alcune forme di tumori cerebrali.

La terapia protonica è un tipo di radioterapia a distanza basata sull'uso di protoni accelerati ad alte energie (50-1000 MeV) su sincrofasotroni e sincrotroni.

A differenza di altri tipi di radiazioni utilizzate nella radioterapia, i fasci di protoni forniscono una distribuzione della profondità unica della dose. La dose massima è concentrata alla fine della corsa (cioè nel fuoco patologico irradiato - il bersaglio), e il carico sulla superficie del corpo e lungo il percorso verso il bersaglio è minimo. Inoltre, il carico di radiazioni dietro il bersaglio è completamente assente. E infine, non c'è quasi nessuna dispersione di radiazioni nel corpo del paziente.

Questo tipo di terapia consente di irradiare una lesione patologica di piccole dimensioni (oncologia oftalmica, neurochirurgia radio). Inoltre, grazie a questo metodo, è diventato possibile irradiare le neoplasie situate quasi vicino agli organi e alle strutture radiosensibili critiche, riducendo significativamente la loro esposizione.

La terapia con Pi-mesone è l'ultimo metodo di radioterapia basato sull'uso di pi-mesoni negativi - particelle nucleari generate in strutture speciali. I mesoni P hanno una distribuzione della dose favorevole, nonché una maggiore efficacia biologica per dose unitaria. L'uso clinico di pi-mesoni viene effettuato negli Stati Uniti e in Svizzera..

Radioterapia

La radioterapia è un modo diffuso per combattere il cancro. Nel corso degli anni, la tecnica è stata utilizzata intensivamente in oncologia e distrugge efficacemente il tipo maligno di cellule, indipendentemente dalla posizione e dal grado di sviluppo del tumore. Secondo le statistiche, i risultati positivi della radioterapia radicale in combinazione con altri metodi di trattamento sono stati osservati in oltre il 50% dei casi di cancro riportati, i pazienti guariscono e guariscono. La proprietà indicata della procedura riflette l'importante vantaggio dell'utilizzo della radioterapia rispetto ad altre tecnologie..

Indicazioni e controindicazioni

Le indicazioni generali per la radioterapia si basano sulla presenza di tumori maligni. Le radiazioni, come la chimica, agiscono come metodo universale per il trattamento delle neoplasie. La terapia viene utilizzata come misura indipendente o ausiliaria. In combinazione con altre procedure, la radioterapia viene eseguita dopo la rimozione chirurgica dei tessuti patologici. L'irradiazione viene eseguita con il compito di distruzione e distruzione dei residui dopo l'operazione di cellule atipiche. Il metodo è combinato con o senza chemioterapia (chemioterapia) e si chiama procedura di chemioradioterapia.

Come terapia separata, viene utilizzato il percorso radiologico:

  • per l'escissione di formazioni piccole e in via di sviluppo attivo;
  • con un tumore di un tipo inoperabile del sistema nervoso;
  • come terapia palliativa per ridurre le dimensioni della crescita, alleviare e alleviare i sintomi spiacevoli nei pazienti senza speranza.

La radioterapia è prescritta per il cancro della pelle. La tecnologia aiuta a prevenire la formazione di cicatrici sulla zona interessata quando si utilizza un intervento chirurgico tradizionale. La procedura di trattamento rivela le sue controindicazioni. Tra le restrizioni e i divieti centrali sull'attuazione della procedura, si segnalano i seguenti fattori:

  • intossicazione pronunciata del corpo;
  • complicate condizioni generali e cattiva salute del paziente;
  • sviluppare la febbre;
  • cachessia;
  • il periodo di decadimento di escrescenze cancerose, apparso emottisi e sanguinamento;
  • cancro esteso delle cellule, molteplicità nelle metastasi;
  • approfondimento della formazione maligna nei vasi sanguigni ingrossati;
  • pleurite causata dallo sviluppo di un tumore;
  • malattie causate dall'esposizione alle radiazioni;
  • patologie somatiche e croniche esistenti nella fase di scompenso - infarto del miocardio, insufficienza del sistema respiratorio, insufficienza del cuore e dei vasi sanguigni, linfonodi, diabete;
  • compromissione del funzionamento degli organi ematopoietici - anemia complicata, peikopenia con leucemia;
  • temperatura corporea elevata, la cui natura deve essere identificata ed eliminata;
  • Elenco di malattie gravi.

Con una valutazione e una verifica approfondite e approfondite delle informazioni ricevute nella fase di preparazione della procedura, è possibile rilevare le controindicazioni elencate. Quando vengono identificati dei limiti, l'oncologo seleziona i regimi e le tecnologie terapeutiche appropriate..

Tipi e schemi di radioterapia

In campo medico, sono stati creati molti schemi e tecniche per l'irradiazione delle cellule tumorali. I metodi moderni si differenziano per l'algoritmo di implementazione e per il tipo di radiazione che colpisce le cellule. Tipi di radiazioni dannose:

  • radioterapia protonica;
  • radioterapia ionica;
  • terapia del fascio di elettroni;
  • terapia gamma;
  • radioterapia.

Terapia del fascio di protoni

La tecnica protonica viene eseguita attraverso l'azione dei protoni sui focolai tumorali interessati. Entrano nel nucleo di una crescita cancerosa e distruggono le cellule del DNA. Di conseguenza, la cellula cessa di moltiplicarsi e diffondersi su strutture vicine. Il vantaggio della tecnica è la relativa debole capacità dei protoni di disperdersi nella sfera circostante..

Grazie a questa proprietà, è possibile focalizzare i raggi. Agiscono intenzionalmente sul tumore e sul tessuto tumorale, anche con una posizione profonda della crescita nelle strutture di qualsiasi organo. I materiali vicini, comprese le cellule sane, attraverso le quali le particelle penetrano nel cancro, rientrano nel dosaggio minimo delle radiazioni. Di conseguenza, si osserva un danno insignificante alle strutture nei tessuti normali..

Terapia del fascio ionico

L'algoritmo e il significato della procedura sono simili alla terapia protonica. Ma in questa tecnologia vengono utilizzati ioni pesanti. Usando tecniche speciali, queste particelle sono accelerate ad una velocità che si avvicina a quella della luce. Una grande quantità di energia viene accumulata nei componenti. Quindi i dispositivi sono configurati per consentire agli ioni di passare attraverso le cellule sane direttamente nell'area interessata, indipendentemente dalla profondità del tumore negli organi.

Saltando attraverso le cellule normali a una velocità maggiore, gli ioni pesanti non danneggiano i tessuti. Allo stesso tempo, durante l'inibizione che si verifica quando gli ioni entrano nel tumore, l'energia immagazzinata all'interno viene rilasciata. Di conseguenza, le cellule del DNA nei tumori vengono distrutte e il cancro muore. La mancanza di tecnologia è la necessità di utilizzare enormi attrezzature: un tiratrone. L'uso di energia elettrica è costoso.

Terapia del fascio di elettroni

La terapia fotonica ed elettronica comporta l'esposizione dei tessuti ai fasci di elettroni. Le particelle vengono caricate con un volume di energia. Passando attraverso i gusci, l'energia degli elettroni arriva al dipartimento genetico delle cellule e di altri materiali intracellulari, a causa dei quali i fuochi colpiti vengono distrutti. Una caratteristica distintiva della tecnologia elettronica nella capacità degli elettroni di penetrare nella struttura superficiale.

Spesso i raggi penetrano nel tessuto non più di un paio di millimetri. Pertanto, la terapia elettronica viene utilizzata esclusivamente nel trattamento delle neoplasie formate più vicino alla superficie della pelle. La procedura è efficace per il trattamento del cancro della pelle, dei tessuti mucosi, ecc..

Terapia dei raggi gamma

Lo schema di cura viene effettuato mediante radiazione con raggi gamma. Una caratteristica unica di questi raggi è il possesso di una maggiore proprietà penetrante e la capacità di penetrare negli strati profondi delle strutture. In condizioni standard, i raggi possono strisciare attraverso l'intero corpo umano, agendo su quasi tutti i gusci e gli organi. Durante la penetrazione attraverso i materiali, i raggi gamma agiscono sulle cellule, come altri schemi di radiazione.

Nei tessuti, l'apparato genetico, così come gli strati intracellulari, vengono distrutti e danneggiati, provocando un'interruzione nel corso della separazione cellulare e la morte delle formazioni tumorali. Il metodo è indicato nella diagnosi di tumori di grandi dimensioni, con la formazione di metastasi sulle strutture di diversi organi e tessuti. La tecnica è prescritta se la procedura con metodi di alta precisione è impossibile.

Terapia a raggi x

La terapia a raggi X prevede l'azione sul corpo dei raggi X. Sono in grado di distruggere i tessuti oncologici e sani. La radioterapia viene utilizzata per rilevare escrescenze tumorali in superficie e per distruggere tumori maligni avanzati. Tuttavia, vi è un marcato aumento dell'irradiazione delle cellule sane vicine. Pertanto, la tecnica è prescritta in rari casi.

Gli algoritmi di raggi gamma e raggi X sono diversi. Il processo di implementazione dei metodi dipende dalle dimensioni, dalla posizione e dal tipo di tumore. La risorsa di radiazione viene posizionata a una distanza specifica dal fuoco interessato, oppure in prossimità e in contatto con l'area di irradiazione. Secondo la posizione della fonte dei raggi (topometria), la radioterapia è divisa in tipi:

  • a distanza;
  • messa a fuoco ravvicinata;
  • contatto;
  • endocavitaria;
  • interstiziale.

Radioterapia a distanza

La terapia a distanza ha una risorsa di raggi (raggi X o raggi gamma) lontano dal corpo del paziente. La distanza tra il dispositivo e la persona è superiore a 30 cm dalla pelle del corpo. La radioterapia a distanza è prescritta quando la crescita si trova in profondità nella struttura. Durante la DLT, le particelle che escono attraverso una risorsa ionizzante penetrano attraverso materiali organici sani, vengono inviate al sito tumorale ed esercitano il loro effetto distruttivo. Poiché gli svantaggi di questa tecnica sono considerati una maggiore esposizione dei tessuti che si frappongono ai raggi.

Terapia di radiazione del fuoco vicino

La messa a fuoco ravvicinata implica la posizione della risorsa del raggio a una distanza inferiore a 7,5 cm dalla pelle interessata dal processo oncologico. A causa della posizione, è possibile focalizzare la direzione di irradiazione nella parte selezionata del corpo selezionata. Ciò riduce l'effetto pronunciato delle radiazioni sulle cellule normali. La procedura è prescritta per la posizione superficiale delle neoplasie - cancro della pelle e dei tessuti mucosi.

Radioterapia da contatto

Il significato della tecnologia è nel contattare la risorsa di radiazioni ionizzanti direttamente nelle vicinanze della regione cancerosa. Questo promuove l'uso dell'azione massima e intensa di dosaggi irradianti. Per questo motivo, la probabilità aumenta e ci sono possibilità di recupero e recupero del corpo del paziente. Si osserva anche un effetto ridotto delle radiazioni sui tessuti sani vicini, che riduce il rischio di complicanze.

La terapia di contatto è divisa in varietà:

  • Intracavitaria: la fonte dei raggi va direttamente nell'area dell'organo danneggiato (dopo la rimozione dell'utero, della cervice, del retto e di altri organi).
  • Interstiziale - piccole particelle del componente radioattivo (in forma sferica, a forma di ago o simile a un filo) penetrano nella parte immediata del focus del cancro, nell'organo, alla distanza più vicina possibile alla crescita o direttamente nella struttura del tumore (carcinoma prostatico - viene misurato il livello di PSA).
  • Intraluminale: la risorsa di raggi entra nel gap dell'esofago, della trachea o dei bronchi ed esercita un effetto terapeutico sugli organi.
  • Superficiale: il componente radioattivo viene applicato direttamente sulle cellule tumorali situate sulla superficie della pelle o sui tessuti delle mucose.
  • Intravascolare: la fonte di radiazioni si trova direttamente nei vasi sanguigni e viene fissata all'interno del vaso.

Radioterapia stereotassica

Il regime di precisione stereotassica è considerato il più nuovo metodo di trattamento che consente l'irradiazione a un tumore canceroso indipendentemente dalla sua posizione. In questo caso, i raggi non hanno un effetto negativo e distruttivo sulle cellule sane. Alla fine di uno studio, un'analisi a tutti gli effetti e dopo aver stabilito una posizione specifica della neoplasia, il paziente viene posto su un tavolo speciale e fissato con appositi telai. Ciò garantisce la completa immobilità del corpo del paziente durante il trattamento.

Dopo aver fissato il corpo, viene installata l'attrezzatura necessaria. Allo stesso tempo, l'apparato viene regolato in modo tale che dopo l'inizio della procedura, l'emettitore ionico ruoti attorno al corpo del paziente, irradiando raggi dal tumore da diverse traiettorie - la differenza tra le distanze focali. Tale radiazione garantisce il massimo effetto e il più forte effetto delle radiazioni sulle cellule tumorali. Di conseguenza, il cancro viene distrutto e distrutto. La tecnica prevede un dosaggio minimo di irradiazione di cellule normali. I raggi vengono distribuiti e inviati a diverse cellule situate attorno alla circonferenza del tumore. Dopo la terapia, esiste una probabilità minima di effetti collaterali e lo sviluppo di complicanze.

Radioterapia conforme 3D

Conforme nella terapia 3D si riferisce alle moderne tecnologie di trattamento che consentono con la massima precisione di influenzare le neoplasie con i raggi. In questo caso, le radiazioni non cadono sul tessuto sano del corpo del paziente. Durante l'esame e la consegna dei test, il paziente determina la posizione del processo oncologico e la forma dello sviluppo dell'educazione. Durante l'implementazione della procedura di radiazione, il paziente rimane in una posizione immobilizzata. Un dispositivo ad alta precisione è regolato in modo tale che la radiazione in uscita acquisisca la forma indicata della crescita cancerosa e agisca intenzionalmente sulla lesione. La precisione del raggio è di pochi millimetri.

Preparazione alla radioterapia

La preparazione alla radioterapia consiste nel chiarire la diagnosi, selezionare il regime di trattamento corretto e appropriato e un esame completo del paziente per rilevare malattie concomitanti o croniche, nonché processi patologici che possono influenzare e modificare i risultati della terapia. La fase preparatoria comprende:

  • Chiarimento della posizione del tumore: il paziente viene sottoposto a ultrasuoni (ultrasuoni), tomografia computerizzata e risonanza magnetica (risonanza magnetica). Le misure diagnostiche elencate offrono l'opportunità di visualizzare le condizioni del corpo dall'interno e notare la posizione della neoplasia, le dimensioni della crescita e la forma.
  • Determinare la natura della neoplasia: un tumore è costituito da molti tipi di cellule. Il tipo di ogni singola cellula consente di chiarire l'esame istologico. Durante l'esame, parte del materiale canceroso viene prelevata ed esaminata al microscopio. A seconda della struttura cellulare, viene determinata e valutata la radiosensibilità della crescita. Con una forte sensibilità del tumore alla radioterapia, l'implementazione di diverse sessioni terapeutiche porterà a un recupero completo e finale del paziente. Se si identifica la stabilità dell'educazione durante la radioterapia per ulteriori trattamenti e si migliora l'effetto della procedura, si dovrà aumentare la dose di radiazioni. Tuttavia, il risultato finale non è sufficientemente espresso. Gli elementi e le particelle del tumore rimangono anche dopo cicli avanzati di terapia utilizzando la massima quantità consentita di radiazioni. In tali situazioni, è necessario utilizzare la radioterapia combinata o ricorrere ad altri metodi terapeutici.
  • Anamnesi: questo passaggio prevede la consultazione del paziente con un medico. Il medico intervista il paziente su malattie patologiche esistenti, interventi chirurgici, lesioni, ecc. È particolarmente importante rispondere onestamente alle domande poste dal medico senza nascondere fatti importanti. L'esito positivo del trattamento futuro dipende dalla preparazione del piano d'azione corretto, basato sui fatti ottenuti dalla persona e dagli studi di laboratorio dei test..
  • Raccolta di test di laboratorio e di ricerca: i pazienti vengono sottoposti a un esame del sangue generale, un esame del sangue biochimico per valutare il funzionamento degli organi interni e analisi delle urine per valutare la funzionalità dei reni, metastasi nel fegato. Sulla base dei risultati diagnostici, è possibile determinare la probabilità che il paziente trasferisca il prossimo corso di radioterapia. È importante valutare il rischio di processi complicati - è pericoloso per la vita.
  • Consultazione e discussione con il paziente di tutti gli aspetti e gli aspetti della radioterapia e il consenso del paziente alla terapia: prima dell'inizio, il medico descrive completamente il regime di trattamento imminente, riferisce sulle possibilità di una guarigione riuscita, parla delle alternative di trattamento e dei metodi di trattamento. Il medico informa inoltre la persona delle reazioni avverse esistenti e probabili, delle conseguenze e delle complicazioni che si sviluppano durante la radioterapia o dopo il completamento. Con il consenso del paziente firma i documenti pertinenti. Quindi i medici procedono alla procedura di radioterapia..

Nutrizione durante la radioterapia

Un posto chiave durante il trattamento è la nutrizione del paziente sottoposto a radioterapia. L'appetito cambia, appare la nausea, a causa della quale ci sono problemi con il mangiare. In un periodo difficile per il corpo, gli organi richiedono nutrienti. In assenza di fame, devi mangiare con la forza, forzandoti.

Durante il trattamento, puoi limitare notevolmente la dieta. I medici sono autorizzati a consumare dolci, carne e prodotti ittici, frutta e verdura, nonché succhi e bevande alla frutta non sono pericolosi. Alla dieta viene prescritto un alto contenuto calorico, saturo di tutti gli oligoelementi richiesti. Quando si mangia, si dovrebbero considerare le raccomandazioni del medico:

  • La dieta è ricca di piatti ipercalorici. Non puoi negarti il ​​gelato, il burro e altri prodotti.
  • La dose giornaliera di cibo è divisa in più parti. Si consiglia di mangiare in piccole porzioni, ma spesso. Ciò ridurrà il carico sul tratto digestivo..
  • È importante riempire la dieta con un grande volume di liquido. Tuttavia, devono essere prese in considerazione le controindicazioni alla radioterapia in presenza di malattie renali o gonfiore. Si consiglia di consumare più succhi di frutta appena spremuti, è consentito mangiare prodotti lattiero-caseari fermentati e yogurt.
  • Lascia che i tuoi prodotti preferiti siano nelle vicinanze, secondo le regole e le condizioni di conservazione dei prodotti consentiti nella clinica. Biscotti, cioccolatini e dolci aiutano a mantenere un umore positivo e un'energia positiva nel paziente. Se lo si desidera, è possibile mangiare rapidamente il prodotto desiderato senza problemi..
  • Per migliorare e un pasto più piacevole, si consiglia di aggiungere musica calma, attivare un programma interessante o leggere il tuo libro preferito.
  • Alcune cliniche consentono ai pazienti di bere un bicchiere di birra mentre mangiano per migliorare l'appetito. Pertanto, è importante chiarire le domande relative alla dieta e alla nutrizione in consultazione con il proprio medico..

Fasi della radioterapia

Durante il trattamento di qualsiasi malattia mediante radioterapia, ogni fase terapeutica è importante. Il rispetto delle fasi è associato alle difficoltà che si presentano durante la procedura e al benessere del paziente prima e dopo la sessione. Non perdere o sottoperformare le azioni prescritte dal medico. Esistono tre fasi della radioterapia.

Primo passo

Il primo stadio è il periodo di preradiazione. Prepararsi alla terapia è importante nella lotta contro il cancro. Il paziente viene esaminato attentamente, le analisi vengono esaminate per le malattie croniche esistenti in cui è consentito eseguire una procedura di trattamento. La pelle è accuratamente studiata, poiché la radioterapia richiede l'integrità della pelle e le sue condizioni normali.

Successivamente, l'oncologo, il radioterapista, il fisico e il dosimetrista calcolano il dosaggio delle radiazioni usato in futuro e scoprono attraverso quali aree del tessuto passerà l'investimento. La precisione della distanza calcolata dalla neoplasia raggiunge un millimetro. Per la radioterapia e per il calcolo dell'indicatore, viene utilizzata la più recente attrezzatura ad alta precisione, in grado di fornire un quadro tridimensionale delle strutture interessate. Al termine delle misure preparatorie prescritte, i medici designano le aree sul corpo del paziente in cui verranno eseguite le radiazioni nei siti del cancro. La designazione avviene mediante l'uso della marcatura di aree specifiche. Il paziente viene a conoscenza delle regole di comportamento, impara a comportarsi correttamente prima e dopo la terapia per preservare i marker fino a una procedura futura.

Seconda fase

La fase intermedia è considerata la più importante e responsabile. La radioterapia (IMRT) viene eseguita qui. Il numero di sessioni, il numero di procedure necessarie si basa su singoli fattori. A seconda della situazione, dei risultati dell'analisi e della diagnosi, la durata del corso varia da uno a due mesi.

Se la radioterapia funge da procedura preparatoria per un paziente per interventi chirurgici, il periodo è ridotto a 14-21 giorni. Una sessione standard viene eseguita per cinque giorni. Quindi entro due giorni il paziente viene ripristinato. Una persona viene inviata in una stanza speciale con tutte le attrezzature necessarie, dove riposa in posizione sdraiata o seduta.

Una fonte di radiazione viene posizionata nella parte del corpo indicata dal marker. Al fine di preservare e non danneggiare materiali sani, le aree rimanenti sono coperte con tessuti protettivi. Quindi i dottori lasciano la stanza, dopo aver consultato una persona. Il contatto con i medici viene effettuato utilizzando attrezzature speciali. Dopo la chemioterapia, la procedura differisce dalle radiazioni in assenza di indolenzimento..

Terza fase

La fase finale è il periodo post-radiazione, l'inizio del corso di riabilitazione. Durante il trattamento, il paziente viene sottoposto a procedure complesse, incontra difficoltà ed è esposto agli effetti negativi della radioterapia. Di conseguenza, una persona sente una notevole stanchezza fisica e affaticamento emotivo e si manifesta un umore letargico. È importante per i parenti circostanti fornire al paziente un'atmosfera confortevole a livello emotivo..

Riposo importante, alimentazione corretta e sana. Si raccomanda di frequentare regolarmente eventi culturali, mostre, assistere a spettacoli teatrali, atmosfera museale. È necessario vivere un'attività a tutti gli effetti, per condurre una vita sociale. Ciò contribuirà a un rapido recupero con acceleratori e recupero e aiuta anche a guarire le conseguenze. Su un acceleratore lineare, è possibile dividere un singolo raggio in più segmenti. Ma lineare può essere sostituito da un apparato tradizionale. Quando viene sottoposto al metodo di trattamento remoto, è importante monitorare le condizioni della pelle e proteggere dalle radiazioni ultraviolette.

Alla fine della radioterapia, è richiesto un esame regolare da parte di un medico. Il medico monitora le condizioni del corpo e il benessere del paziente per prevenire complicazioni. Se la condizione peggiora, è necessario cercare urgentemente l'aiuto di uno specialista.

Periodo di riabilitazione

Migliorare l'efficacia della radioterapia e ridurre al minimo gli effetti negativi dei raggi sul corpo, nonché recuperare rapidamente ed eliminare spiacevoli conseguenze contribuirà al rispetto delle regole e delle seguenti raccomandazioni mediche:

  • Dopo ogni sessione, il riposo è richiesto per almeno 4-5 ore.
  • È necessario correggere la dieta e regolare il menu. La nutrizione deve essere riempita con una quantità sufficiente di vitamine, minerali e minerali sani. Il cibo e i piatti dovrebbero essere facilmente assorbiti dall'organismo, poiché gli organi dopo la terapia sono significativamente indeboliti e il carico esercitato dovrebbe essere ridotto. Dovresti mangiare frazionalmente, in piccole porzioni più volte al giorno. I prodotti centrali di tutti i piatti sono frutta e verdura fresca..
  • Bevi una quantità sufficiente di liquido, non trascurare il regime di consumo raccomandato. Per un rilascio completo e finale di elementi tossici e per rimuovere le radiazioni dal corpo, il volume consumato dovrebbe essere di almeno 2-2,5 litri al giorno.
  • La biancheria intima deve essere realizzata con materiali naturali. L'abbigliamento dovrebbe far passare l'aria, permettendo al corpo di "respirare". È preferibile scegliere la biancheria da cotone naturale e lino..
  • Rispettare rigorosamente le regole di igiene. Ogni giorno devi dedicare tempo alla componente igienica della vita. Si consiglia di lavare con acqua calda e non calda (temperatura confortevole) utilizzando una soluzione di sapone neutro senza additivi chimici non necessari. È meglio scartare la salvietta e la spugna mentre si lava il corpo..
  • Per l'intero corso della terapia è vietato l'uso di profumi. Un luogo esposto alle radiazioni richiede protezione dalla luce solare diretta. I raggi ultravioletti sono dannosi per la pelle debole.
  • Ogni giorno, i pazienti fanno esercizi di respirazione. Esercizio satura tessuti e cellule di organo con ossigeno.
  • Usa un dentifricio in gel, una spazzola morbida. L'uso di protesi dovrebbe essere temporaneamente abbandonato..
  • Cammina spesso all'aria aperta e innamorati di brevi passeggiate per almeno 2-3 ore ogni mattina e sera.
  • Rifiuta liquidi e prodotti contenenti tabacco contenenti alcol.

Il medico crea e dipinge i migliori complessi di terapia riabilitativa, individualmente adatti a ciascun paziente. Durante la compilazione dell'algoritmo, la pianificazione del programma, vengono presi in considerazione fattori speciali: l'oncologia rilevata nel paziente, il numero totale di sessioni e corsi di radioterapia, l'indicatore di età, le patologie croniche e somatiche esistenti. La riabilitazione non richiede molto tempo. Il paziente recupera rapidamente e ritorna al suo solito stile di vita..

Conseguenze e reazioni avverse

La radioterapia ha molti aspetti positivi e affronta efficacemente la distruzione delle cellule tumorali. Tuttavia, l'esposizione alle radiazioni provoca conseguenze ed effetti collaterali che influenzano le condizioni e il benessere del paziente:

  • Disturbo della salute mentale e instabilità del background emotivo: la procedura di radioterapia è considerata un trattamento innocuo. Tuttavia, al termine del trattamento, i pazienti mostrano apatia e depressione. La comparsa di emozioni negative può portare a conseguenze negative. È importante seguire le regole stabilite dopo la radioterapia e seguire rigorosamente le raccomandazioni prescritte dal medico.
  • Durante la procedura, si osservano cambiamenti nella struttura del sangue. È possibile aumentare i globuli bianchi, il numero di globuli rossi e piastrine. C'è il rischio di sanguinamento. I medici studiano sistematicamente un esame del sangue. Quando si modificano gli indicatori standard della norma, il medico adotta misure per stabilizzare il livello di elementi nel sangue.
  • Calvizie, grave perdita di capelli, fragilità e fragilità della lamina ungueale che danno alle ossa, diminuzione o mancanza di appetito, nausea e vomito dopo radiazioni. Tuttavia, durante il periodo di riabilitazione, le manifestazioni negative scompaiono e gli indicatori si stabilizzano. All'inizio, il paziente avrà bisogno dell'aiuto di psicologi per prevenire l'insorgenza della depressione.
  • Un'ustione della pelle è parte integrante e inevitabile della radioterapia. Il problema si verifica con una maggiore sensibilità della pelle o la presenza di una malattia concomitante - il diabete. Si raccomanda di trattare le aree danneggiate, con o senza penetrazione nelle ossa, con soluzioni speciali prescritte da un medico.
  • Danno alla mucosa della cavità orale (con cancro della lingua), mascella superiore, gola (cancro dell'orofaringe), ghiandola tiroidea, gonfiore della laringe. Le conseguenze derivano dall'irradiazione di parti del cervello e della regione cervicale. Per alleviare i sintomi e alleviare le condizioni del medico si consiglia vivamente di abbandonare l'uso di alcol e prodotti del tabacco. È importante cambiare il pennello con un altro modello con setole ammorbidite e sciacquare regolarmente la bocca con infusi di erbe che hanno un effetto curativo sulle mucose e sulla proprietà per facilitare il processo.
  • Dopo le radiazioni alla colonna vertebrale, all'addome e al bacino, ci sono problemi con i tessuti mucosi dell'intestino, dello stomaco, delle ovaie, della vescica negli uomini e nelle donne e con la struttura delle ossa.
  • Tosse, dolore nell'area della ghiandola mammaria sono conseguenze concomitanti della radioterapia del torace.
  • In alcuni casi, la radioterapia combinata impedisce la probabilità del paziente di rimanere incinta. Tuttavia, la prognosi per il concepimento di un bambino è favorevole. Un paio di anni dopo la terapia e il completamento delle misure di riabilitazione, sei mesi dopo la donna è in grado di sopportare e dare alla luce un bambino senza problemi di salute.
  • La costipazione e le emorroidi si verificano dopo la procedura con oncologia rettale. Per ripristinare il tratto digestivo, il medico prescrive una dieta speciale.
  • Edema epiteliale, pigmentazione della pelle e dolore accompagnano la radioterapia mammaria.
  • La procedura a distanza provoca forte prurito, desquamazione della pelle, arrossamenti e piccole vesciche.
  • L'impatto sulla testa e sul collo provoca lo sviluppo di alopecia focale o diffusa e compromissione della funzione uditiva e oculare.
  • Mal di gola, dolore mentre si mangia, voce rauca.
  • La manifestazione di tosse improduttiva, aumento della mancanza di respiro, dolore nel sistema muscolare.
  • Se esposto al tratto gastrointestinale, si osserva una significativa riduzione del peso corporeo, l'appetito scompare, si notano impulsi di nausea e vomito, si verifica gastralgia.

La tolleranza alle radiazioni varia individualmente nei singoli pazienti. Il risultato è influenzato dalla dose di radiazioni, dalle condizioni della pelle, dalla categoria di età del paziente e da altri fattori. Gli effetti collaterali scompaiono dopo un tempo dal completamento del trattamento. Il paziente riprende rapidamente conoscenza, la dose è tollerata normalmente, il corpo viene ripristinato. Il trattamento di oncologia è offerto da pochi centri di oncologia in Russia. Potrebbe essere necessario andare all'estero.

Radioterapia

La radioterapia (o radioterapia, radioterapia) è un metodo di trattamento del cancro con l'aiuto di radiazioni ionizzanti. Si riferisce a tipi di effetti locali sul tumore. La radioterapia viene eseguita su apparecchiature speciali sotto forma di un acceleratore lineare medico, che alimenta un flusso diretto di particelle elementari in un'area di influenza predefinita.

L'essenza della radioterapia

Sotto l'influenza di un flusso di particelle elementari, la struttura del DNA delle cellule maligne aggressive viene irreversibilmente distrutta, il che impedisce la loro ulteriore divisione. Sono le cellule tumorali attive a rapida divisione che sono più sensibili alla ionizzazione e muoiono più rapidamente a causa delle radiazioni rispetto ai tessuti sani. Anche il DNA delle cellule tumorali viene disturbato indirettamente durante la radioterapia, a causa della radiolisi dell'acqua e dei cambiamenti nel citoplasma cellulare incompatibili con le sue funzioni vitali.

Le moderne apparecchiature mediche consentono di migliorare l'efficacia della terapia grazie a una direzione del fascio concentrato più stretta, più accurata e potente con particelle di ioni nell'area colpita dal cancro, che consente di massimizzare la conservazione dei tessuti sani.

Tipi di radioterapia

A seconda dello scopo del trattamento e delle caratteristiche individuali della malattia, è possibile utilizzare i seguenti tipi di radiazioni ionizzanti:

  • radiazione alfa;
  • radiazione beta;
  • radiazione gamma;
  • raggi X;
  • radiazione di neutroni;
  • radiazione protonica;
  • radiazione di pi-mesone.

Esistono tre modi per influenzare un tumore con un raggio:

  1. A distanza. Sotto il controllo di ultrasuoni, TC o risonanza magnetica, i raggi vengono indirizzati a distanza verso il nodo attraverso la pelle, passando attraverso i tessuti sani e combinando un fascio di particelle elementari sul tumore.
  2. Contatto. Un metodo più traumatico, poiché è necessario introdurre un ago, un filo o una capsula nell'area interessata per l'effetto diretto del flusso di radiazioni sulle cellule tumorali. Il vantaggio è che possono essere impiantati a lungo. Inoltre, l'irradiazione da contatto n = può essere effettuata durante un'operazione chirurgica. Con questo metodo, i tessuti sani sono meno esposti alle radiazioni rispetto al remoto. L'esposizione per contatto è chiamata brachiterapia..
  3. Terapia con radionuclidi. Con metastasi ossee, un radiofarmaco viene iniettato nel sangue del paziente, che ha un accumulo selettivo nei focolai ossei con metabolismo minerale patologicamente migliorato.

Regime di radioterapia

Il regime di trattamento dipende dallo stadio, dal tipo, dalla posizione del tumore e dallo scopo della procedura. Il ciclo iniziale di trattamento di solito dura da 2 settimane a 7 settimane con la procedura fino a 5 volte a settimana. La stessa sessione di irradiazione dura da pochi minuti a 45 minuti. Nel caso di trattamento ausiliario per tumori non operabili o in aggiunta ad altri tipi di trattamento (chemioterapia o chirurgia), possono essere prescritte procedure una tantum. La radioterapia può essere eseguita come misura preventiva..

indicazioni

La radioterapia viene utilizzata nel trattamento delle neoplasie di varie eziologie. Ad esempio, con tumore al cervello, al seno, alla cervice, allo stomaco, alla laringe, ai polmoni, al pancreas, alla prostata, alla colonna vertebrale. Abbandonati a tumori della pelle e sarcoma dei tessuti molli. Può essere trattato con linfoma a raggio radio e leucemia.

Effetti collaterali e complicanze

A causa dell'irradiazione, possono soffrire tessuti sani e possono verificarsi reazioni locali. Tali effetti dell'esposizione sono chiamati locali.

Questi includono: secchezza e desquamazione della pelle, aumento della fragilità dei vasi sanguigni nel sito di irradiazione, piccole emorragie focali, ustioni da radiazioni della pelle fino alla formazione di ulcere.

Le conseguenze sistemiche sono dovute al decadimento del tumore dopo irradiazione e intossicazione generale del corpo con prodotti di decadimento. In questo caso compaiono debolezza, affaticamento, nausea e vomito, i capelli spesso cadono, le unghie diventano fragili, i conteggi del sangue cambiano, la formazione del sangue viene inibita. Tutte le manifestazioni sono temporanee e passano mentre il corpo recupera..

Gli effetti collaterali e le spiacevoli conseguenze della radioterapia possono essere ridotti al minimo se si rispettano attentamente le raccomandazioni dei medici, si osservano le abitudini alimentari e alimentari, si indossano abiti larghi realizzati con tessuti naturali, ecc..

Dispositivo di irradiazione oncologica

Informazioni sul lavoro e programma

Cure ospedaliere altamente qualificate

Servizi del centro per la medicina riabilitativa

Diagnostica moderna: un'opportunità per prevenire la malattia

Consultazioni online per medici su casi pratici complessi

Occupazione in LRT FGAU

Standard e procedure per la fornitura di assistenza medica

Conduzione di un esame etico di studi clinici, studi medici

Articoli e presentazioni



Capo Dipartimento, Medico Radioterapista, Ph.D.

Solchak Chayana Togus-Oolovna

Krymsky Alexey Viktorovich


Khakimov Ilnur Albertovich

Il dipartimento radiologico dell'Istituto autonomo statale “Centro di trattamento e riabilitazione” è dotato di attrezzature uniche e all'avanguardia per l'addestramento di preradiazione e la radioterapia. L'apparecchiatura è stata prodotta dai principali produttori di tali apparecchiature - Varian ed Elekta AB.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento dei tumori richiede un approccio integrato mediante chirurgia, radioterapia e chemioterapia. Il successo del trattamento è determinato da molti fattori, tra cui i principali sono le qualifiche del personale medico e le attrezzature tecniche della clinica.

La base dell'attrezzatura medica del nostro dipartimento è costituita dagli acceleratori lineari. Ce ne sono due nel dipartimento di radiologia. Questo è Clinac-2100 (Varian) ed Elekta Infinity. L'hardware consente a qualsiasi patologia di eseguire la cosiddetta "radioterapia conforme", ovvero creare un campo di irradiazione che segue i contorni della neoplasia. Queste capacità sono assicurate dalla presenza di collimatori multilobali e micromultilobali che consentono l'irradiazione precisa di una formazione patologica con un impatto minimo o nullo sui tessuti sani che la circondano. Consentono di aumentare la dose nel focus patologico e ridurre il rischio di reazioni locali e generali del corpo alle radiazioni.

La qualità della radiazione è garantita dai sistemi di addestramento pre-radiazione: moderni tomografi a raggi X e risonanza magnetica, simulatori di raggi X e laser, sistemi automatizzati di pianificazione dose-anatomica e sistemi di controllo per la dose di radiazione erogata.

Come in ogni azienda, la base per un lavoro di successo è il personale. Il dipartimento di radiologia impiega specialisti esperti che sono stati formati e addestrati nelle principali cliniche occidentali - nell'ospedale Charite in Germania, cliniche universitarie a Bruxelles, Amburgo, Monaco, Erlangen, Erfurt e altri. Medici e fisici sono certificati da Elekta AB e Varian

La radioterapia viene utilizzata nel trattamento di varie patologie oncologiche. Questo vale non solo per i tumori maligni, ma anche per i tumori benigni. Viene effettuato dopo la rimozione chirurgica del tumore e indipendentemente, senza chirurgia. Questo metodo di trattamento è efficace in alcune malattie non tumorali, quando altri metodi non portano sollievo..

Nel reparto di radiologia vengono utilizzati due metodi per la radioterapia a distanza: la radioterapia convenzionale e la radiochirurgia / radioterapia stereotassica. Questi metodi consentono a una vasta gamma di scegliere un programma di trattamento per ogni malattia specifica e per ogni paziente specifico..

Le possibilità della radioterapia

L'hardware utilizzato nel reparto consente a qualsiasi patologia di eseguire la cosiddetta radioterapia conforme, ovvero creare un campo di irradiazione che ripete i contorni della neoplasia.

Le condizioni per tale irradiazione sono create da un collimatore multi-petalo, che cambia i suoi contorni secondo i contorni di una formazione patologica. Ciò riduce al minimo l'irradiazione eccessiva dei tessuti normali, riduce le reazioni avverse e protegge dalle complicazioni. Anche nell'arsenale dei medici esistono metodi efficaci per affrontare le reazioni avverse, inclusi farmaci, terapia laser e ossigenazione iperbarica. Se necessario, i pazienti ricevono un corso di riabilitazione presso il Centro di medicina riparativa e riabilitazione.

Prima dell'inizio della radioterapia, i pazienti sono sottoposti a preparazione preradiazione, che include la fabbricazione di un dispositivo di fissazione individuale per radioterapia o radioterapia stereotassica, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, in alcuni casi, ultrasuoni e angiografia.

I dati di tutti gli studi sono riassunti nel sistema di pianificazione dose-anatomica. Il sistema consente di tenere conto della densità di tutti i tessuti nell'area di irradiazione, portare la dose terapeutica necessaria al fuoco patologico e proteggere i tessuti normali dalla sovraesposizione. L'accuratezza del centraggio del raggio di radiazione viene verificata mediante tomografia computerizzata laser e simulatori di raggi X..

Attrezzatura del dipartimento

L'ultimo acceleratore digitale di ultima generazione Electa Imfinity consente di portare il trattamento a un nuovo livello di precisione e ridurre i tempi delle procedure. Il sistema si basa su tecnologie digitali di settima generazione, oggi è il più efficace tra dispositivi di radioterapia simili, consente di eseguire l'impatto in modo ancora più preciso e rapido, selezionando in modo estremamente accurato le singole impostazioni per ciascun paziente. È usato con successo per il trattamento di pazienti con tumori del sistema nervoso centrale, affetti da tumore del pancreas, fegato, anche con metastasi solitarie del fegato e del polmone, ossa della colonna vertebrale. Inoltre, uno dei vantaggi di questo dispositivo per i pazienti è la fornitura di un elevato grado di sicurezza dell'esposizione a causa di dosi ultra basse di esposizione alle radiazioni.

Simulatore di raggi x

DISPOSITIVO GAMMA TERAPEUTICO PER CONTATTO IRRADIAZIONE MULTISORAGGIO HDR CON CONTROLLO RAGGI X PER PIANIFICAZIONE INSTALLAZIONE ENDOSTAT 3D-4D

Kopychev Yuri Evgenievich
Radiologo (terapeuta), Ph.D. miele. delle scienze

La durata del corso di radioterapia dipende dalle caratteristiche della malattia, dalla dose e dal metodo di esposizione utilizzato. Il corso della gamma terapia richiede generalmente da 6 a 8 settimane (da 30 a 40 sessioni). Nella maggior parte dei casi, la radioterapia è ben tollerata dal paziente e non è necessario il ricovero in ospedale. Con alcune indicazioni, la radioterapia viene eseguita in un ospedale.

DIPENDENTI
ANIKEEVA OLGA YURYEVNA, Capo Dipartimento, Radiologo, MD
CRIMEAN ALEXEY VIKTOROVICH, radiologo
TEVS KORNEY SERGEEVICH, radiologo
KHAKIMOV ILNUR ALBERTOVICH, radiologo
MARTYNOVA MARGARITA VALERIEVNA, capo del gruppo di fisici esperti
Povero Igor Vitalievich, fisico medico
Fisico medico MOISEEV ALEXEY NIKOLAEVICH
SAFONOVA EKATERINA ANATOLIEVNA, infermiera senior
KHARLASHKINA IRINA ALEKSANDROVNA, sorella-amante
BRIGIDA NATALIA YURIEVNA, infermiera
LAKOMSKAYA ELENA VALERYEVNA, infermiera
ZHEREBTSOVA NATALYA VLADIMIROVNA, infermiera
PETLEVA GALINA BORISOVNA, infermiera
LUNGO EVGENY GENNADIEVICH, fratello medico
DROZDOVA OLGA ALEXANDROVNA, registrar medico

Appuntamento per il trattamento e documenti necessari

Tutte le consultazioni sono rigorosamente su appuntamento per telefono 8 (495) 730-98-89

Per visitare la consultazione devi avere con te :

  • passaporto
  • copia della polizza assicurativa sanitaria
  • SNILS
  • cartelle cliniche disponibili

Quando si applica per il trattamento, è necessario disporre di:

  • Consultazione oncologica
  • Estratto dalla storia medica.
  • Dati di metodi di ricerca strumentale (TC, risonanza magnetica, ultrasuoni, endoscopia, radiografia) con una descrizione e la fornitura di un formato di ricerca elettronica (dischi CD, schede flash con studi)
  • Conclusione patologica (istologica).
  • Rapporto del terapista che indica malattie croniche concomitanti.
  • Elettrocardiografia (ECG) con una descrizione.
  • Esame del sangue generale (prescrizione fino a due settimane).
  • Analisi delle urine (fino a due settimane fa).
  • Esame del sangue biochimico (1 mese di età)
  • Marcatori di epatite B, C, PB, HIV (per un periodo non superiore a 4 settimane).
  • Consultazione di altri specialisti, se necessario
  • Passaporto.
  • Copia della polizza assicurativa sanitaria.
  • SNILS
  • Certificato di invalidità esteso alla data di ricovero

ATTENZIONE! Quando si rilascia un certificato di incapacità lavorativa presso gli "LRT" della FSAI, si prega di indicare il nome esatto e completo dell'organizzazione (luogo di lavoro)

Radioterapia del cancro: tipi, indicazioni e principi di azione

Attualmente, la radioterapia per il cancro è prescritta per quasi la metà dei malati di cancro: considerare i tipi di radioterapia, indicazioni e aspetti biologici del trattamento.

Negli ultimi anni, sono stati compiuti progressi significativi nella comprensione dei meccanismi di sviluppo, dei metodi per diagnosticare e curare il cancro.

Con un aumento del tasso di incidenza, l'oncologia continua ad essere il principale problema medico del 21 ° secolo..

I trattamenti moderni includono la rimozione chirurgica di tumori, radioterapia, chemioterapia, immunoterapia, terapia mirata e ormonale.

La radioterapia, che viene ricevuta dal 50% dei malati di cancro, rimane una componente essenziale del trattamento del cancro nel mondo..

Secondo gli esperti britannici, fornisce in media il 40% dell'efficacia clinica totale.

L'obiettivo della radioterapia è quello di privare le cellule tumorali del loro potenziale riproduttivo..

Sono trascorsi più di 100 anni da quando Marie Curie ha ricevuto il secondo premio Nobel per la ricerca sul radio. Nel corso di questo secolo, i progressi costanti nella radioterapia e nella comprensione della biologia dei tumori hanno contribuito a un aumento multiplo della sopravvivenza dei malati di cancro e alla riduzione al minimo degli effetti collaterali del trattamento.

I rapidi progressi sono dovuti ai progressi nell'imaging medico, nei sistemi di pianificazione computerizzata e negli apparecchi di radioterapia.

In questo articolo discuteremo i principi, le varietà e le indicazioni per la radioterapia..

I principi della radioterapia

Le radiazioni sono un agente fisico utilizzato per uccidere le cellule tumorali..

Le radiazioni ionizzanti hanno ricevuto questo nome perché forma ioni (particelle caricate elettricamente) e rilascia energia nelle cellule dei tessuti attraverso le quali passa. Questa energia depositata può uccidere le cellule tumorali o causare cambiamenti genetici che portano alla loro morte successiva..

Le radiazioni ad alta energia danneggiano il materiale genetico delle cellule (acido desossiribonucleico, DNA) e ne bloccano la capacità di condivisione.

Ma le radiazioni danneggiano sia le cellule normali che quelle tumorali.

Pertanto, l'obiettivo della radioterapia è di massimizzare la dose di irradiazione di cellule anormali, riducendo al minimo l'effetto su cellule sane che sono adiacenti direttamente al tumore o che si trovano sul percorso dei raggi ionizzanti.

Le cellule normali possono recuperare più velocemente delle cellule tumorali e sono in grado di mantenere il normale stato funzionale dopo le radiazioni.

Le cellule tumorali sono molto più sensibili alle radiazioni ionizzanti e i loro meccanismi interni sono peggiori nel riparare i danni al materiale genetico..

La radioterapia può essere utilizzata con successo sia nella terapia curativa (per curare il cancro) sia nella terapia palliativa (per alleviare i sintomi causati dalla malattia).

Per aumentare l'efficacia del trattamento, sono state sviluppate strategie combinate che combinano le radiazioni con metodi chirurgici, chemioterapia e immunoterapia.

Se utilizzato prima dell'intervento chirurgico (terapia neoadiuvante), le radiazioni saranno volte a ridurre il tumore.

Se utilizzato dopo l'intervento chirurgico (terapia adiuvante), le radiazioni distruggeranno le microscopiche cellule tumorali residue rimaste dopo l'intervento chirurgico.

Le principali indicazioni per la radioterapia

È noto che i tumori differiscono nella sensibilità alle radiazioni..

Le principali indicazioni per la radioterapia per il cancro sono elencate di seguito..

Tipi di tumore che possono essere trattati solo con la radioterapia nelle fasi iniziali:

• Carcinoma della pelle squamoso
• Carcinoma cutaneo a cellule basali
• Cancro alla prostata
• Linfomi di Hodgkin e non Hodgkin
• Carcinoma polmonare non a piccole cellule
• Cancro alla testa e al collo
• Cancro cervicale.

I tipi di cancro che possono essere trattati con radioterapia in combinazione con altri metodi:

• Sarcomi dei tessuti molli
• Cancro mammario
• Cancro del retto e del canale anale
• Carcinoma cervicale localmente avanzato
• Carcinoma della testa e del collo localmente avanzato
• Linfomi in stadi avanzati
• cancro alla vescica
• tumore endometriale
• cancro al cervello.

Esistono molte altre malattie in cui la radioterapia può essere di beneficio clinico. Questo elenco è attualmente in espansione con l'introduzione di regimi di trattamento combinato più efficaci..

Tipi di radioterapia per il cancro

Esistono due modi sostanzialmente diversi di fornire radiazioni nell'area di localizzazione del tumore: la radioterapia interna ed esterna.

La radioterapia esterna agisce dall'esterno del corpo, dirigendo i raggi ad alta energia (fotoni, protoni o particelle di radiazioni) nel tessuto tumorale. Questo è il metodo più semplice e utilizzato di frequente nella pratica clinica reale..

La radioterapia interna, o brachiterapia, si basa sulla consegna di fonti radioattive che vengono sigillate in cateteri o granuli erogati direttamente al tumore. La brachiterapia è ampiamente usata nel trattamento dei tumori ginecologici e delle neoplasie maligne della ghiandola prostatica..

L'obiettivo di qualsiasi radioterapia è quello di fornire la massima dose possibile al tumore mantenendo tessuti sani. I progressi tecnologici, tra cui nuove tecniche di imaging, computer più potenti, software e acceleratori lineari avanzati, aiutano a raggiungere questo obiettivo..

Radioterapia frazionata

La radioterapia eseguita in modalità frazionata si basa sulla differenza nelle proprietà radiobiologiche del tumore e delle cellule normali.

Questo è un regime in cui la sopravvivenza delle cellule sane è assicurata da un'esposizione più delicata e subletale a diverse piccole dosi di radiazioni.

Le cellule del corpo normali si dividono relativamente lentamente rispetto alle cellule tumorali in rapida proliferazione e quindi hanno più tempo per riparare il danno al DNA prima della replicazione.

Le prime osservazioni sugli effetti della radioterapia frazionata risalgono agli anni '20. Dopo studi a lungo termine, sono stati proposti regimi di radioterapia con dosi diverse, numero di sedute e tempo totale di trattamento..

Le modalità moderne si basano su una formula lineare quadratica avanzata che tiene conto del tempo e dei fattori di dose per diversi tipi di tumori e tessuti normali del corpo umano.

Un tipico regime di radioterapia attualmente consiste in frazioni giornaliere con dosi da 1,5 a 3 Gy prescritte per diverse settimane.

Radioterapia 3D conforme (3D-CRT)

La radioterapia 2D che utilizza campi rettangolari basati sull'imaging a raggi X è stata sostituita dalla radioterapia 3D basata su dati CT. 3D-CRT individua con precisione il tumore e le strutture vitali degli organi sani per un posizionamento e una schermatura ottimali del fascio.

La linea di fondo è quella di fornire radiazioni al volume totale del tumore (GTV) con un margine per l'espansione microscopica del tumore - questo è chiamato volume clinico di radiazione target (CTV). In questo caso, dovrebbero essere prese in considerazione le incertezze dovute al movimento del corpo e i cambiamenti nelle impostazioni - questo è chiamato volume target pianificato (PTV).

Intensity Modulated Radiation Therapy (IMRT)

L'IMRT consente al medico di impostare aree di irradiazione di forma irregolare che corrispondono alla geometria del tumore, mentre si piegano intorno agli organi adiacenti.

La radioterapia a modulazione di intensità richiede due componenti:

• Software per la pianificazione inversa
• Modulazione computerizzata dell'intensità di diversi raggi.

Attualmente, IMRT è disponibile nella maggior parte dei centri clinici nel mondo che sono dotati di acceleratori lineari con collimatori a fogli multipli statici o dinamici o dispositivi di tomoterapia..

Ciò ha migliorato il rapporto terapeutico per diversi tipi di tumori situati in diverse parti del corpo. L'IMRT è particolarmente efficace per il cancro alla testa e al collo, il cancro ginecologico e il cancro alla prostata..

Terapia della radiazione del controllo visivo (IGRT)

Man mano che i bordi dell'esposizione diventano sottili e conformi, il rischio di perdere il tumore a causa del movimento degli organi e dei cambiamenti nelle impostazioni del dispositivo aumenta.

Quando le strutture critiche sono vicine al tumore, un piccolo errore nella posizione del corpo può portare a un'esposizione involontaria agli organi normali.

IGRT consente di rilevare tali errori dalle informazioni ottenute dalla visualizzazione immediatamente prima della sessione di esposizione. Una fonte di dati è una scansione CT giornaliera con un raggio conico prima di ogni sessione..

La maggiore precisione ha permesso di aumentare significativamente la dose di radiazioni e migliorare il rapporto terapeutico per il tumore alla testa e al collo e al carcinoma prostatico e una serie di altre neoplasie maligne.

Radioterapia stereotassica (SBRT)

I progressi tecnologici di cui sopra hanno portato allo sviluppo del metodo SBRT, che con elevata precisione eroga alte dosi individuali di radiazioni in poche frazioni, consentendo di rimuovere piccoli tumori primari o oligometastatici chiaramente definiti in qualsiasi parte del corpo.

A causa dell'elevata dose di radiazioni, qualsiasi tessuto direttamente adiacente ai tumori potrebbe essere potenzialmente danneggiato. Tuttavia, poiché il volume del tessuto normale nell'area ad alte dosi è piccolo, la tossicità clinicamente significativa è minima..

Questo tipo di radioterapia ha mostrato risultati eccellenti nel trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellule in una fase precoce in pazienti non idonei all'intervento chirurgico.

La SBRT è adatta per il trattamento del carcinoma prostatico, dei tumori della testa e del collo, del carcinoma epatocellulare, del carcinoma renale, del pancreas e dei tumori del SNC.

Tipi di radiazioni: raggi X e raggi gamma

I raggi X e i raggi gamma, ampiamente utilizzati nella pratica clinica, sono radiazioni ionizzanti rarefatte. Tutti questi sono raggi elettromagnetici a basso trasferimento di energia lineare, costituiti da particelle prive di massa (fotoni).

I raggi X sono generati da un dispositivo che eccita gli elettroni (ad esempio, tubi a raggi catodici e acceleratori lineari) e i raggi gamma risultano dal decadimento di sostanze radioattive (ad esempio, cobalto-60, radio e cesio).

Elettroni, protoni e neutroni

I fasci di elettroni sono spesso usati nella radioterapia..

Sono particolarmente utili per il trattamento dei tumori vicino alla superficie del corpo, perché non penetrano abbastanza in profondità negli oggetti biologici..

La radioterapia esterna viene eseguita anche con particelle pesanti:

• neutroni generati da generatori di neutroni e ciclotroni;
• protoni creati da ciclotroni e sincrotroni;
• ioni pesanti (elio, carbonio, azoto, argon, neon) prodotti da sincrociclotroni e sincrotroni.

I raggi di protoni sono una forma relativamente nuova di radiazione utilizzata in oncologia. La terapia del cancro al protone offre una migliore distribuzione della dose grazie a un profilo di assorbimento dei tessuti unico noto come picco di Bragg.

L'essenza di questo fenomeno è che i protoni emettono la massima energia distruttiva a una profondità rigorosamente definita all'interno del tumore, riducendo al minimo il danno ai tessuti sani lungo il loro percorso.

I raggi di neutroni vengono generati all'interno dei generatori di neutroni dopo la deflessione dei raggi di protoni verso il bersaglio. Hanno un elevato trasferimento di energia lineare (LET) e possono causare più danni al DNA rispetto ai fotoni.

I limiti della terapia con neutroni sono associati principalmente alla complessità della generazione di particelle di neutroni, nonché alla costruzione di acceleratori del tipo corrispondente.

La radioterapia con particelle cariche pesanti è caratterizzata dal fatto che le particelle hanno una LET più elevata e un'alta efficienza biologica. Pertanto, le particelle pesanti possono essere più efficaci nelle malattie oncologiche radioresistenti come sarcoma, melanoma e glioblastoma.

L'attrezzatura per la radioterapia con particelle cariche pesanti è molto più costosa rispetto all'irradiazione con fotoni (raggi X e raggi gamma).

Tuttavia, la potenziale efficacia di questo metodo supporta il crescente interesse dei ricercatori. I ciclotroni a basso costo probabilmente porteranno a un maggiore uso di protoni e particelle pesanti in futuro.

Aspetti biologici della radioterapia

L'efficacia biologica della radioterapia del cancro (uccisione cellulare) dipende dal trasferimento di energia lineare, dalla dose totale, dal frazionamento e dalla radiosensibilità delle cellule o dei tessuti bersaglio.

Le radiazioni con LET basso forniscono una quantità relativamente piccola di energia, mentre le radiazioni con LET elevato forniscono energia più elevata alle cellule tumorali..

Sebbene l'irradiazione abbia lo scopo di uccidere la cellula tumorale, anche i tessuti normali non cancerosi che circondano il tumore sono danneggiati dalle radiazioni..

L'obiettivo della radioterapia è di massimizzare la dose per le cellule tumorali con il minor effetto possibile su cellule sane normali..

Gli effetti biologici della radioterapia possono essere diretti o indiretti:

• Azione diretta: radiazione - danno al DNA - morte cellulare.
• Azione indiretta: radiazione - rilascio di radicali liberi - danno ossidativo al DNA - morte cellulare.

Pertanto, le radiazioni possono o destabilizzare direttamente il materiale genetico delle cellule tumorali o avviare danni al DNA da parte dei radicali liberi a causa della ionizzazione e dell'eccitazione del componente acquoso delle cellule.

Le rotture di DNA a doppio filamento sono irreparabili e più pericolose per la cellula rispetto alle rotture di DNA a filamento singolo. Questo è un danno fatale, per la maggior parte delle cellule tumorali e per le cellule normali che circondano il tumore..

L'obiettivo principale della radioterapia è quello di privare le cellule tumorali del potenziale di riproduzione con conseguente inevitabile morte. Le cellule il cui DNA è danneggiato senza possibilità di restauro (riparazione), smettono di dividersi e presto muoiono.

Tuttavia, i meccanismi della morte cellulare nella radioterapia sono complessi, diversi e non completamente compresi a livello molecolare..

La determinazione della variante della morte cellulare indotta da radiazioni e altri meccanismi coinvolti è importante per migliorare i risultati della radioterapia.

Opzioni per morte cellulare per irradiazione

La radioterapia, come la maggior parte dei tipi di trattamento antitumorale, ottiene un effetto terapeutico inducendo la morte cellulare..

Allo stesso tempo, le cellule tumorali non muoiono immediatamente. Ci vogliono ore, giorni e settimane di trattamento prima che inizino a morire, dopo di che il processo di distruzione del tumore continua per settimane o addirittura mesi dopo la fine del corso.

Opzioni per la morte delle cellule tumorali sotto l'influenza delle radiazioni:

L'apoptosi

La morte cellulare programmata, o l'apoptosi, è il meccanismo principale per la distruzione del tumore in radioterapia.

L'apoptosi è caratterizzata da una diminuzione delle cellule e dalla formazione di corpi apoptotici. I mitocondri svolgono un ruolo guida in questo processo. L'apoptosi cellulare accompagna la frammentazione delle cellule del DNA con blebbing.

L'induzione dell'apoptosi nelle cellule tumorali svolge un ruolo chiave nella radioterapia.

Disastro mitotico

Questo tipo di morte cellulare si verifica durante o dopo la mitosi aberrante (divisione cellulare) ed è causata da un'anomala segregazione cromosomica, che porta alla formazione di cellule giganti con morfologia nucleare aberrante e nuclei multipli.

Le cellule hanno uno o più micronuclei. Dopo l'irradiazione, la morte delle cellule tumorali solide si verifica a seguito di eventi mitotici aberranti..

I due suddetti tipi di morte cellulare formano la base dell'effetto biologico causato dalle radiazioni ionizzanti.

Necrosi tumorale

Le cellule hanno una forma a nucleo atipico con vacuolizzazione, cromatina non condensata e organelli cellulari disintegrati. Sono caratterizzati da gonfiore mitocondriale e rottura della membrana plasmatica con conseguente perdita di contenuto intracellulare.

Dopo la radioterapia, la necrosi è meno comune, ma si verifica in alcune linee o tessuti di cellule tumorali sperimentali..

Invecchiamento cellulare

L'invecchiamento si riferisce alla perdita permanente e irreversibile della capacità di divisione cellulare. Le cellule che invecchiano sono vitali, ma non si dividono, smettono di sintetizzare il DNA, aumentano di dimensioni e si appiattiscono, aumentano la granularità.

È stato riferito che l'invecchiamento è osservato nelle cellule tumorali dopo un grave stress cellulare. Ciò può verificarsi a causa di danni al DNA causati dalle radiazioni. Successivamente, le cellule muoiono principalmente a causa dell'apoptosi..

L'autofagia

Questo fenomeno è stato descritto relativamente di recente. L'autofagia è una variante della morte cellulare in risposta alle radiazioni. L'autofagia è una morte cellulare programmata geneticamente regolata in cui la cellula si digerisce..

Questo processo comporta un compartimento autofagico / lisosomiale. È caratterizzato dalla formazione di vacuoli a doppia membrana nel citoplasma, che isolano organelli, cromatina nucleare condensata e ribosomi.

È stato riferito che diversi geni e vie intracellulari (p53, caspasi, TNF-alfa, mTOR) sono coinvolti in varie varianti di morte delle cellule tumorali indotta da radiazioni.

Tuttavia, i ricercatori hanno ancora molto da capire riguardo ai percorsi di morte cellulare che causano l'oncogenesi e la resistenza alla radioterapia..

Negli ultimi anni, le conoscenze sui percorsi molecolari interni coinvolti nella morte cellulare dopo l'irradiazione sono cresciute rapidamente..

Di particolare interesse sono i meccanismi per la risposta e la riparazione del danno al DNA, la segnalazione intracellulare in risposta a una radiazione singola o frazionata, nonché gli effetti delle radiazioni sul microambiente tumorale.

I nuovi progressi nel sequenziamento del genoma aprono strategie di radioterapia del cancro più mirate a livello molecolare per il prossimo decennio.

Video: fasi della radioterapia in oncologia

Konstantin Mokanov: Master in Farmacia e traduttore medico professionista