Come determinare il cancro mediante analisi? Analisi generali in oncologia, metodi diagnostici strumentali

Sarcoma


Nell'oncologia moderna, una diagnosi precoce del processo tumorale svolge un ruolo enorme. L'ulteriore sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti dipende da questo. La vigilanza oncologica è molto importante, poiché il cancro può manifestarsi negli ultimi stadi o mascherare i suoi sintomi per altre malattie.

Gruppi a rischio per neoplasie maligne

Esistono molte teorie per lo sviluppo del cancro, ma nessuna di esse fornisce una risposta dettagliata, perché si presenta comunque. I medici possono solo supporre che l'uno o l'altro fattore acceleri la carcinogenesi (crescita delle cellule tumorali).

Fattori di rischio del cancro:

  • Predisposizione etnica e razziale - Gli scienziati tedeschi hanno stabilito una tendenza: nelle persone dalla pelle bianca, il melanoma si verifica 5 volte più spesso rispetto ai neri.
  • Violazione della dieta: la dieta umana deve essere bilanciata, qualsiasi cambiamento nel rapporto tra proteine, grassi e carboidrati può portare a disturbi metabolici e, di conseguenza, al verificarsi di neoplasie maligne. Ad esempio, gli scienziati hanno dimostrato che un consumo eccessivo di alimenti che aumentano il colesterolo porta al cancro del polmone e un consumo eccessivo di carboidrati facilmente digeribili aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno. Inoltre, l'abbondanza di additivi chimici negli alimenti (esaltatori di sapidità, conservanti, nitrati, ecc.), Alimenti geneticamente modificati aumenta il rischio di oncologia..
  • Obesità - Secondo studi americani, il sovrappeso aumenta il rischio di cancro del 55% nelle donne e del 45% negli uomini.
  • Fumo: i medici dell'OMS hanno dimostrato che esiste una relazione causale diretta tra fumo e cancro (labbra, lingua, orofaringe, bronchi, polmoni). Nel Regno Unito, è stato condotto uno studio che ha dimostrato che le persone che fumano 1,5-2 pacchetti di sigarette al giorno sono inclini a sviluppare un cancro ai polmoni 25 volte superiore rispetto ai non fumatori.
  • Eredità: esistono alcuni tipi di tumore ereditati da un tipo autosomico recessivo e autosomico dominante, ad esempio il carcinoma ovarico o la poliposi intestinale familiare.
  • Esposizione alle radiazioni ionizzanti e ai raggi ultravioletti - le radiazioni ionizzanti di origine naturale e industriale causano l'attivazione dei carcinomi tiroidei pro-oncogeni e l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti durante l'insolazione (abbronzatura) contribuisce allo sviluppo di melanoma maligno della pelle.
  • Disturbi immunitari: una diminuzione dell'attività del sistema immunitario (immunodeficienze primarie e secondarie, immunosoppressione iatrogena) porta allo sviluppo di cellule tumorali.
  • Attività professionale: le persone che entrano in contatto con agenti cancerogeni chimici (resine, coloranti, fuliggine, metalli pesanti, carboidrati aromatici, amianto, sabbia) e radiazioni elettromagnetiche rientrano in questa categoria.
  • Caratteristiche dell'età riproduttiva nelle donne: le prime mestruazioni precoci (di età inferiore ai 14 anni) e la menopausa tardiva (di età superiore ai 55 anni) aumentano il rischio di carcinoma mammario e ovarico di 5 volte. In questo caso, la gravidanza e il parto riducono la tendenza alla comparsa di neoplasie degli organi riproduttivi

Sintomi che possono essere segni di oncologia

  • Lunghe ferite curative, fistole
  • L'escrezione di sangue nelle urine, sangue nelle feci, costipazione cronica, forma di feci a forma di nastro. Disfunzione della vescica e dell'intestino.
  • Deformazione delle ghiandole mammarie, comparsa di gonfiore di altre parti del corpo.
  • Perdita di peso drammatica, riduzione dell'appetito, difficoltà a deglutire.
  • Cambia il colore e la forma di talpe o segni di nascita
  • Sanguinamento uterino frequente o secrezione insolita nelle donne.
  • Tosse secca prolungata, non suscettibile di terapia, raucedine.

Principi generali per la diagnosi di neoplasie maligne

Dopo essere andato dal medico, il paziente deve ottenere informazioni complete su quali test indicano il cancro. È impossibile determinare l'oncologia mediante un esame del sangue, non è specifico in relazione alle neoplasie. Gli studi clinici e biochimici sono principalmente volti a determinare le condizioni del paziente con intossicazione da tumore e studiare il lavoro di organi e sistemi.
Un esame del sangue generale per l'oncologia rivela:

  • leucopenia o leucocitosi (globuli bianchi elevati o ridotti)
  • spostamento dei leucociti a sinistra
  • anemia (emoglobina bassa)
  • trombocitopenia (piastrine basse)
  • aumento dell'ESR (ESR costantemente elevato di oltre 30 in assenza di gravi reclami - causa di allarme)

L'analisi generale dell'urina in oncologia è piuttosto istruttiva, ad esempio con il mieloma nelle urine viene rilevata una specifica proteina Bens-Jones. Un esame del sangue biochimico consente di giudicare lo stato del sistema urinario, il metabolismo del fegato e delle proteine.

Cambiamenti nell'analisi biochimica per varie neoplasie:

IndiceRisultatoNota
Proteine ​​totali
  • Norma - 75-85 g / l

è possibile sia il suo eccesso che la sua diminuzione

Le neoplasie di solito migliorano i processi catabolici e la disgregazione proteica, inibendo non specificamente la sintesi proteica.
iperproteinemia, ipoalbuminemia, rilevazione della paraproteina (gradiente M) nel siero del sangueTali indicatori consentono di sospettare il mieloma (plasmocitoma maligno).
Urea, creatinina
  • tasso di urea - 3-8 mmol / l
  • norma della creatinina - 40-90 μmol / l

Aumentano i livelli di urea e creatinina

Ciò suggerisce una maggiore scomposizione proteica, un segno indiretto di intossicazione da cancro o una riduzione non specifica della funzione renale.
L'urea aumenta con la normale creatininaDecadimento del tessuto tumorale.
Fosfatasi alcalina
  • norma - 0-270 PEZZI / l

Fosfatasi alcalina aumentata oltre 270 unità / l

Parla della presenza di metastasi nel fegato, nel tessuto osseo, nel sarcoma osteogenico.
Crescita enzimatica sullo sfondo di AST e ALT normaliInoltre, i tumori embrionali delle ovaie, dell'utero, dei testicoli possono isoenzima placentare ectopico fosfatasi alcalina.
ALT, AST
  • norma ALT - 10-40 PEZZI / l
  • Norma AST - 10-30 U / l

Aumento dell'enzima al di sopra del limite superiore della norma

Indica il decadimento non specifico delle cellule del fegato (epatociti), che può essere causato da processi infiammatori e cancerosi..
Colesterolo
  • la norma del colesterolo totale è 3,3-5,5 mmol / l

La diminuzione è inferiore al limite inferiore del normale

Parla di neoplasie maligne del fegato (poiché il colesterolo si forma precisamente nel fegato)
Potassio
  • norma di potassio - 3,6-5,4 mmol / l

Un aumento dei livelli di elettroliti a livelli normali di Na

Cachessia da cancro

Un esame del sangue per l'oncologia comprende anche uno studio del sistema emostatico. A causa del rilascio di cellule tumorali e dei loro frammenti nel sangue, è possibile aumentare la coagulazione del sangue (ipercoagulazione) e la microtrombosi, che impediscono il movimento del sangue lungo il letto vascolare.

Oltre ai test per determinare il cancro, ci sono una serie di studi strumentali che aiutano a diagnosticare le neoplasie maligne:

  • Rilievo radiografico in proiezione diretta e laterale
  • Radiografia a contrasto (irrigografia, isterosalpingografia)
  • Tomografia computerizzata (con e senza contrasto)
  • Imaging a risonanza magnetica (con e senza contrasto)
  • Metodo con radionuclidi
  • Ultrasuoni Doppler
  • Esame endoscopico (fibrogastroscopia, colonscopia, broncoscopia).

Cancro allo stomaco

Il cancro gastrico è il secondo tumore più comune nella popolazione (dopo il cancro ai polmoni).

  • Fibroesofagastroduodenoscopia - è un metodo d'oro per la diagnosi del cancro gastrico, è necessariamente accompagnato da un gran numero di biopsie in diverse aree della neoplasia e mucosa gastrica invariata.
  • Radiografia dello stomaco mediante contrasto orale (miscela di bario): il metodo era abbastanza popolare prima dell'introduzione degli endoscopi in pratica, consente di vedere sulla radiografia un difetto di riempimento nello stomaco.
  • Esame ecografico degli organi addominali, TC, risonanza magnetica - utilizzato per la ricerca di metastasi nei linfonodi e in altri organi dell'apparato digerente (fegato, milza).
  • Esame del sangue immunologico - mostra il cancro gastrico nelle prime fasi quando il tumore stesso non è ancora visibile all'occhio umano (CA 72-4, CEA e altri)
Studia:Fattori di rischio:
da 35 anni: esame endoscopico una volta ogni 3 anni
  • eredità
  • gastrite cronica a bassa acidità
  • ulcera gastrica o polipi

Diagnosi del cancro al colon

  • Esame delle dita del retto: determina il cancro a una distanza di 9-11 cm dall'ano, consente di valutare la mobilità del tumore, la sua elasticità, la condizione dei tessuti vicini;
  • La colonscopia - l'introduzione di un video endoscopio nel retto - visualizza il cancro infiltrato fino al lembo di bauginio, consente una biopsia di aree sospette dell'intestino;
  • Irrigoscopia: radiologia dell'intestino crasso mediante doppio contrasto (contrasto-aria);
  • Ultrasuoni degli organi pelvici, TC, risonanza magnetica, colonscopia virtuale: visualizza la germinazione del cancro del colon e le condizioni degli organi adiacenti;
  • Determinazione dei marcatori tumorali - CEA, C 19-9, Sialosyl - TN
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per il retto e il colon:
Dai 40 anni:
  • una volta all'anno esame rettale digitale
  • Saggio immunologico occulto nelle feci una volta ogni 2 anni
  • colonscopia una volta ogni 3 anni
  • sigmoidoscopia una volta ogni 3 anni
  • oltre 50 anni
  • adenoma del colon
  • poliposi familiare diffusa
  • colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • carcinoma genitale femminile o mammario precedente
  • carcinoma del colon-retto nei parenti di sangue
  • poliposi familiare
  • colite ulcerosa
  • colite spastica cronica
  • polipi
  • costipazione con dolicosigma

Carcinoma mammario

Questo tumore maligno occupa un posto di primo piano tra le neoplasie femminili. Tali statistiche deludenti sono in parte dovute alla scarsa qualifica dei medici che stanno esaminando in modo non professionale le ghiandole mammarie..

  • Palpazione della ghiandola: consente di determinare la tuberosità e il gonfiore dello spessore dell'organo e sospettare il processo del tumore.
  • La radiografia del seno (mammografia) è uno dei metodi più importanti per la rilevazione di tumori non palpabili. Per un maggiore contenuto informativo, viene utilizzato il contrasto artificiale:
    • pneumocistografia (rimozione di liquido dal tumore e introduzione dell'aria in esso) - consente di identificare le formazioni parietali;
    • ductografia: il metodo si basa sull'introduzione di un mezzo di contrasto nei dotti lattiginosi; visualizza la struttura e i contorni dei condotti e le formazioni anormali in essi.
  • Ecografia al seno e dopplerografia: i risultati degli studi clinici hanno dimostrato l'elevata efficienza di questo metodo nel rilevare il carcinoma intraduttale microscopico e tumori abbondanti di afflusso di sangue.
  • Computer e risonanza magnetica: consentono di valutare la germinazione del carcinoma mammario negli organi vicini, la presenza di metastasi e danni ai linfonodi regionali.
  • Test immunologici per carcinoma mammario (marker tumorali) - CA-15-3, antigene embrionale tumorale (CEA), CA-72-4, prolattina, estradiolo, TPS.
Ricerca:Fattori di rischio:
  • da 18 anni: 1 volta al mese autoesame del carcinoma mammario
  • da 25 anni: una volta all'anno esame clinico
  • 25-39 anni: ultrasuoni una volta ogni 2 anni
  • 40-70 anni: mammografia una volta ogni 2 anni
  • eredità (carcinoma mammario materno)
  • prima nascita in ritardo
  • inizio tardivo e precoce delle mestruazioni
  • assenza di bambini (non c'era lattazione)
  • fumo
  • obesità, diabete
  • oltre 40 anni
  • disfunzione ovarica
  • mancanza di vita sessuale e orgasmo

Cancro ai polmoni

Il cancro al polmone è tra le neoplasie maligne negli uomini ed è il quinto tra le donne al mondo..

  • Radiografia del torace
  • TAC
  • Angiografia RM e RM
  • Ultrasuoni transesofagei
  • Broncoscopia con biopsia: il metodo consente di vedere con i propri occhi la laringe, la trachea, i bronchi e di ottenere materiale per l'esame utilizzando una macchia, una biopsia o un rossore.
  • Citologia dell'espettorato - la percentuale di rilevazione del cancro nello stadio preclinico usando questo metodo è del 75-80%
  • Puntura tumorale percutanea - indicata per il cancro periferico.
  • Esame a contrasto dell'esofago per valutare lo stato dei linfonodi della biforcazione.
  • Video toracoscopia diagnostica e toracotomia con biopsia dei linfonodi regionali.
  • Esame del sangue immunologico per carcinoma polmonare
    • Tumore a piccole cellule - NSE, REA, Tu M2-RK
    • Cancro a grandi cellule - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Carcinoma a cellule squamose - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Adenocarcinoma - REA, Tu M2-RK, CA-72-4
Ricerca:Fattori di rischio:
  • 40-70 anni: una volta ogni 3 anni, una TC spirale a basso dosaggio degli organi toracici nelle persone a rischio - rischi professionali, fumo, malattie polmonari croniche
  • fumare più di 15 anni
  • inizio precoce del fumo da 13 a 14 anni
  • malattie polmonari croniche
  • di età superiore ai 50-60 anni

Cancro cervicale

Il cancro cervicale viene rilevato in circa 400.000 donne all'anno in tutto il mondo. Il più delle volte diagnosticato in fasi molto avanzate. Negli ultimi anni, c'è stata una tendenza a ringiovanire la malattia - si verifica spesso nelle donne di età inferiore ai 45 anni (cioè prima della menopausa). Diagnosi del cancro cervicale:

  • Esame ginecologico negli specchi: rivela solo forme visibili di cancro in uno stadio avanzato.
  • L'esame colposcopico - l'esame del tessuto tumorale al microscopio, viene effettuato utilizzando sostanze chimiche (acido acetico, soluzione di iodio), che consentono di determinare la posizione e i confini del tumore. La manipolazione è necessariamente accompagnata da una biopsia del tessuto canceroso e sano dell'utero cervicale e dall'esame citologico.
  • TC, risonanza magnetica, ultrasuoni degli organi pelvici - viene utilizzato per rilevare la germinazione del cancro negli organi vicini e il grado della sua prevalenza.
  • La cistoscopia - utilizzata per l'invasione del cancro cervicale nella vescica, consente di vedere la sua mucosa.
  • Analisi immunologiche per carcinoma cervicale - SCC, CG, alfa-fetoproteina; si raccomanda lo studio dei marcatori tumorali in dinamica
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per altra oncopatologia ginecologica:
  • da 18 anni: esame ginecologico ogni anno
  • 18-65 anni: Pap test ogni 2 anni
  • da 25 anni: ultrasuoni degli organi pelvici una volta ogni 2 anni
  • molti aborti (conseguenze)
  • molte nascite
  • molti partner, frequenti cambi di partner
  • erosione cervicale
  • inizio precoce dell'attività sessuale
  • carcinoma ovarico - ereditarietà, irregolarità mestruali, infertilità
  • carcinoma uterino - in ritardo (dopo 50 anni, menopausa, obesità, ipertensione, diabete mellito

Ricerca sul cancro uterino

  • Palpazione del corpo uterino ed esame vaginale bimanuale: consente di valutare le dimensioni dell'utero, la presenza di protuberanze e protuberanze in esso, la deviazione dell'organo dall'asse.
  • Curettage diagnostico della cavità uterina - il metodo si basa sul curettage utilizzando uno strumento speciale - una curette - il rivestimento interno dell'utero (endometrio) e il suo successivo esame citologico per le cellule tumorali. Lo studio è piuttosto informativo, in casi dubbi può essere eseguito più volte in dinamica.
  • TC, risonanza magnetica - eseguita per tutte le donne con l'obiettivo di impostare lo stadio e il grado del processo del cancro.
  • Ultrasuoni (transvaginale e transaddominale) - a causa della sua non invasività e facilità di esecuzione, la tecnica è stata ampiamente utilizzata per rilevare il cancro dell'utero. Una ecografia identifica tumori fino a 1 cm di diametro, consente di esaminare il flusso sanguigno del tumore, il cancro che germoglia negli organi adiacenti.
  • Isteroscopia con una biopsia mirata - si basa sull'introduzione di una fotocamera speciale nella cavità uterina, che visualizza un'immagine su un grande schermo, mentre il medico può vedere ogni area del rivestimento uterino e condurre una biopsia di formazioni dubbie.
  • Test immunologici per carcinoma uterino - malondialdeide (MDA), gonadotropina corionica, alfa-fetoproteina, antigene embrio-tumorale.

Diagnosi del cancro alla vescica

  • Palpazione dell'organo attraverso la parete addominale anteriore o bimanalmente (attraverso il retto o la vagina) - quindi, il medico può determinare solo tumori di dimensioni sufficientemente grandi.
  • Ultrasuoni degli organi pelvici (transuretrale, transaddominale, transrettale): rivela la proliferazione del cancro della vescica oltre i suoi limiti, danni ai linfonodi vicini, metastasi agli organi adiacenti.
  • Cistoscopia: un esame endoscopico che consente di esaminare la mucosa della vescica e la biopsia di un'area tumorale.
  • Cistoscopia mediante spettrometria: prima dell'esame, il paziente prende un reagente speciale (fotosensibilizzatore), che contribuisce all'accumulo di acido 5-aminolevulinico nelle cellule tumorali. Pertanto, durante l'endoscopia, la neoplasia emette un bagliore speciale (fluorescenza).
  • Citologia dei sedimenti urinari
  • CT, risonanza magnetica - i metodi determinano il rapporto tra carcinoma della vescica e sue metastasi in relazione agli organi vicini.
  • Oncomarker - TPA o TPS (antigene polipeptidico tissutale), BTA (antigene tumorale della vescica).

Cancro alla tiroide

A causa dell'aumento delle radiazioni e dell'esposizione umana negli ultimi 30 anni, l'incidenza del carcinoma tiroideo è aumentata di 1,5 volte. I principali metodi per diagnosticare il cancro alla tiroide:

  • Ultrasuono + Dopplerografia della ghiandola tiroidea - un metodo piuttosto informativo, non invasivo e non trasporta l'esposizione alle radiazioni.
  • Imaging a risonanza magnetica e calcolata: vengono utilizzati per diagnosticare la diffusione del processo tumorale oltre la ghiandola tiroidea e identificare le metastasi negli organi vicini.
  • La tomografia a emissione di positroni è una tecnica tridimensionale, il cui uso si basa sulla proprietà del radioisotopo, per accumularsi nei tessuti della ghiandola tiroidea.
  • La scintigrafia con radioisotopi è anche un metodo basato sulla capacità dei radionuclidi (più precisamente, iodio) di accumularsi nei tessuti della ghiandola, ma a differenza della tomografia, indica la differenza nell'accumulo di iodio radioattivo in tessuti sani e tumorali. L'infiltrato di cancro può assumere la forma di un focus "freddo" (che non assorbe lo iodio) e "caldo" (che supera l'assorbimento di iodio).
  • Biopsia per aspirazione con ago sottile: consente una biopsia e il successivo esame citologico delle cellule tumorali, rivela marcatori genetici speciali del carcinoma tiroideo hTERT, EMC1, TMPRSS4.
  • Determinazione della proteina galectina-3 correlata alla lectina. Questo peptide partecipa alla crescita e allo sviluppo dei vasi del tumore, alle sue metastasi e alla soppressione del sistema immunitario (inclusa l'apoptosi). L'accuratezza diagnostica di questo marker nelle neoplasie maligne della ghiandola tiroidea è del 92-95%.
  • La ricaduta del carcinoma tiroideo è caratterizzata da una diminuzione dei livelli di tireoglobulina e da un aumento della concentrazione dei marker tumorali EGFR, HBME-1

Carcinoma esofageo

Il cancro colpisce principalmente il terzo inferiore dell'esofago, generalmente preceduto da metaplasia intestinale e displasia. Il tasso di incidenza medio è del 3,0% per 10.000 abitanti..

  • Studio sul contrasto dei raggi X dell'esofago e dello stomaco usando solfato di bario - raccomandato per chiarire il grado di pervietà dell'esofago.
  • Fibroesofagogastroduodenoscopia: consente di vedere il cancro con i propri occhi e una tecnica videoscopica avanzata visualizza un'immagine del cancro esofageo su un grande schermo. Durante lo studio, una biopsia della neoplasia è obbligatoria con successiva diagnosi citologica.
  • Imaging a risonanza magnetica e calcolata: visualizza il grado di crescita del tumore negli organi vicini, determina lo stato dei gruppi regionali di linfonodi.
  • Fibrobronchoscopia - deve essere eseguita quando si schiaccia il cancro dell'esofago dell'albero tracheobronchiale e consente di valutare il grado di diametro delle vie aeree.

Oncomarker: diagnosi immunologica delle neoplasie

L'essenza della diagnosi immunologica è il rilevamento di antigeni o marker tumorali specifici. Sono abbastanza specifici per tipi specifici di cancro. Un esame del sangue per i marcatori tumorali per la diagnosi primaria non ha alcun uso pratico, ma consente di determinare l'occorrenza precoce della ricaduta e prevenire la diffusione del cancro. Esistono più di 200 tipi di marcatori tumorali nel mondo, ma solo circa 30 hanno un valore diagnostico..

I medici hanno tali requisiti per i marcatori tumorali:

  • Deve essere altamente sensibile e specifico.
  • Il marker tumorale deve essere assegnato solo dalle cellule tumorali maligne e non dalle cellule del corpo
  • Il marker tumorale deve indicare un tumore specifico
  • L'emocromo per i marcatori tumorali dovrebbe aumentare con lo sviluppo del cancro

Classificazione dei marker tumorali

Tutti i marker tumorali: fare clic per ingrandire

Per struttura biochimica:

  • Oncofetale e oncoplacentare (CEA, CG, alfa-fetoproteina)
  • Glicoproteine ​​associate al tumore (CA 125, CA 19-9. CA 15-3)
  • Cheratoproteine ​​(UBC, SCC, TPA, TPS)
  • Proteine ​​enzimatiche (PSA, enolasi neurone-specifica)
  • Ormoni (calcitonina)
  • Altra struttura (ferritina, IL-10)

Per valore per il processo diagnostico:

  • Il principale - è inerente alla massima sensibilità e specificità per un tumore particolare.
  • Minore - ha una piccola specificità e sensibilità, viene utilizzato in combinazione con il principale marker tumorale.
  • Ulteriore: rilevato con una varietà di neoplasie.

Esami del sangue per sospetta oncologia: decifrare la norma di deviazione

Le malattie oncologiche sono il flagello dell'umanità. Oggi l'oncologia è al secondo posto dopo le malattie cardiovascolari nell'elenco delle cause di mortalità. La situazione è complicata dal fatto che non è stato ancora sviluppato un metodo per il trattamento delle neoplasie maligne, sebbene la comunità scientifica mondiale stia compiendo ogni sforzo per risolvere questo problema..

E, sebbene la diagnosi di cancro sembri una condanna a morte, in alcuni casi può essere trattata con successo, soprattutto se il tumore viene rilevato nelle prime fasi. Ma qui c'è un ostacolo: spesso non è possibile determinare l'insorgenza della malattia, poiché può essere completamente asintomatica.

Sintomi che indicano la presenza di oncologia:

I sintomi dipendono in gran parte dalla posizione, dalle dimensioni e dal tipo di tumore e, come menzionato sopra, potrebbero non verificarsi affatto, se stiamo parlando delle fasi iniziali. Pertanto, il punto chiave nella diagnosi del cancro sono gli esami preventivi tempestivi da parte di uno specialista.

I seguenti sintomi comuni aiuteranno a sospettare la presenza di un tumore:

  • Tosse frequente;
  • emorragia
  • Cambiamenti di colore e dimensione delle talpe;
  • Disturbi del sistema escretore;
  • Guarnizioni e gonfiore sul corpo;
  • Perdita di peso inspiegabile;
  • Fatica.

Diagnosi del cancro

I moderni metodi per la diagnosi del cancro includono:

  • Metodo di ricerca ad ultrasuoni;
  • Metodo di esame endoscopico;
  • Risonanza magnetica;
  • Esame radiografico;
  • Ricerca di laboratorio;
  • Metodi cito-istologici (biopsia).

Esami del sangue come metodo per rilevare il cancro

Prima di tutto, vale la pena notare che non è possibile determinare la presenza di una neoplasia maligna mediante esami del sangue o delle urine, poiché tale studio non è specifico rispetto alle neoplasie. Ma in ogni caso, le deviazioni dalla norma indicano un processo patologico nel corpo, che fornisce una seria ragione per ulteriori esami medici.

Analisi del sangue generale

L'analisi generale comprende lo studio di tutti i tipi di globuli: globuli rossi, globuli bianchi, piastrine, loro composizione quantitativa e qualitativa, determinazione della formula dei leucociti (percentuale di diversi tipi di leucociti) ed ematocrito (volume dei globuli rossi), misurazione del livello di emoglobina.

Il prelievo di sangue per analisi viene effettuato al mattino rigorosamente a stomaco vuoto. Il giorno prima dell'analisi, si consiglia di rifiutare di accettare cibi grassi e pesanti, altrimenti questo può portare a indicatori errati. Per la ricerca, viene prelevato sangue capillare, di solito dall'anulare, utilizzando un ago monouso sterile. In alcuni casi, il sangue può essere prelevato da una vena. Un esame del sangue generale è il test più comune e spesso prescritto, quindi non è difficile farlo - basta contattare la clinica più vicina.

Durante la decodifica dell'analisi del sangue generale, il medico attira prima l'attenzione su indicatori come:

  • La velocità di eritrosedimentazione (VES);
  • Emoglobina;
  • globuli bianchi.

Il tasso di VES per gli uomini è di 1-10 mm / ora, per le donne - 2-15 mm / ora. La deviazione da questi indicatori indica un processo infiammatorio e un'intossicazione generale del corpo. Il superamento di questo indicatore oltre i 60 mm / ora indica la rottura dei tessuti nel corpo e, di conseguenza, la presenza di neoplasie maligne. Va notato che il livello di VES dipende da molti fattori fisiologici e patologici e non è una conferma diretta della presenza di un tumore canceroso..

L'emoglobina è un composto chimico complesso di proteine ​​e ferro. È la presenza di atomi di ferro nel sangue che determina il suo colore rosso. La funzione principale è il trasferimento di ossigeno dal sistema respiratorio ai tessuti. Normalmente, il livello di emoglobina è: nelle donne - 120-150 g / l (durante la gravidanza - 110-155 g / l), negli uomini - 130-160 g / l. Una brusca diminuzione dell'emoglobina agli indicatori di 70-80 g / l, nonché un forte aumento di essa, può verificarsi con varie malattie oncologiche.

I globuli bianchi o globuli bianchi svolgono una funzione protettiva nel corpo. Purificano il sangue dalle cellule morte, combattono virus e infezioni. In media, il numero di leucociti nel sangue di una persona sana non supera un valore di 4 - 9 x 109 / l. Il contenuto di globuli bianchi nel sangue non è una costante e può variare durante il giorno. Ad esempio, questo indicatore aumenta leggermente dopo i pasti, nonché dopo lo stress fisico ed emotivo. Una forte riduzione o viceversa - un aumento dei globuli bianchi, come nel caso dell'emoglobina, può indicare lo sviluppo dell'oncologia, in particolare, varie forme di leucemia.

Chimica del sangue

L'analisi biochimica consente di analizzare il lavoro degli organi interni e di ottenere informazioni sul metabolismo. L'analisi viene eseguita rigorosamente a stomaco vuoto, pertanto, prima di visitare il laboratorio, si consiglia di rifiutare l'assunzione di cibo per 8-12 ore ed eliminare completamente l'uso di bevande alcoliche in due settimane. Dalla vena del gomito del paziente vengono prelevati circa 5 ml di sangue per analisi.

Decodifica degli indicatori di analisi biochimica:

Proteina C-reattiva (CRP) - come ESR, indica un processo infiammatorio nel corpo. Norma - 0 - 5 mg / l. La deviazione dalla norma si verifica con malattie autoimmuni, infezioni fungine, batteriche o virali, con tubercolosi, meningite, pancreatite acuta, neoplasie maligne con metastasi.

Il glucosio è il livello di "zucchero nel sangue". La norma è 3,33-5,55 mmol / l. I valori che superano la norma indicano lo sviluppo del diabete mellito, neoplasie maligne del pancreas.

Urea: il prodotto finale del metabolismo delle proteine ​​nel corpo, escreto dai reni. La norma è 2,5 - 8,3 mmol / l. Un aumento dell'indicatore indica deviazioni nel lavoro degli organi escretori.

La creatinina - come l'urea, è un indicatore della funzionalità renale. Norma 44-106 mmol / l.

La fosfatasi alcalina è un enzima presente in quasi tutti i tessuti del corpo. Norma - 30-120 unità / litro. Una maggiore concentrazione può indicare tumori nel tessuto osseo.

Gli enzimi AST (norma - 0-31 U / L nelle donne, 0-41 U / L negli uomini) e ALT (7-41 UI / L). Un aumento di questi indicatori è la prova della compromissione della funzionalità epatica..

Proteine ​​(albumina e globulina) - svolgono un ruolo importante nei processi metabolici. Standard: albumina - 35-50 g / l, globulina - 2,6-4,6 g / decilitro. La deviazione dal noma su o giù indica i processi patologici nel corpo.

Marcatori tumorali

Gli oncomarker sono proteine ​​specifiche prodotte da cellule di neoplasie maligne. Normalmente, tali proteine ​​sono assenti nell'uomo o sono contenute in piccole quantità. Ogni organo ha il suo marker tumorale, considera quelli più comunemente identificati:

Oncomarker CA 12, norma -

Quali test mostrano l'oncologia: diagnostica di laboratorio

La diagnosi tempestiva svolge un ruolo decisivo nel trattamento delle patologie tumorali (cancro). Per stabilire con precisione la presenza di cancro, è necessaria una serie di misure diagnostiche. Tuttavia, test elementari su sangue, feci o urine, che possono essere effettuati in qualsiasi laboratorio, spesso avvertono di cambiamenti pericolosi nel corpo. Se ci sono deviazioni negli indicatori, il medico svilupperà un programma di esame individuale e determinerà quali test passare all'oncologia per dissipare o confermare i sospetti.

Analisi delle urine

Il cancro del sistema urinario si manifesta come sangue nelle urine. L'urina può contenere anche corpi chetonici, che indicano la rottura del tessuto. Tuttavia, questi sintomi accompagnano anche malattie non correlate all'oncologia, ad esempio indicano la presenza di calcoli nella vescica o nei reni e il diabete.

Per la diagnosi di altri tipi di cancro, l'analisi delle urine non è informativa. Non può essere giudicato dalla presenza di cancro, ma le deviazioni dalla norma indicano problemi di salute. Se le deviazioni sono gravi e sono confermate dai risultati di altri test di base, questa è un'occasione per condurre test speciali per determinare il cancro.

Un'eccezione è il mieloma multiplo, in cui viene rilevata una specifica proteina Bence-Jones nelle urine..

Per la ricerca, l'urina del mattino viene raccolta in un contenitore sterile, che può essere acquistato in farmacia. Per prima cosa devi fare una doccia.

Analisi fecale

Il sangue può anche essere contenuto nelle feci ed è quasi impossibile notarlo visivamente. Le analisi di laboratorio aiuteranno a identificarne la presenza..

La presenza di sangue nelle feci è un segno di cancro dell'intestino (molto spesso il colon), ma è un sintomo e molte malattie del tratto gastrointestinale di natura benigna. I polipi nell'intestino possono sanguinare. Inoltre, va ricordato che i polipi tendono a degenerare in un tumore maligno. In ogni caso, la presenza di sangue nelle feci è un'occasione per sottoporsi a una diagnosi più profonda, per superare i test per rilevare il cancro.

Le feci vengono anche raccolte in un contenitore sterile al mattino.

Che esame del sangue mostra oncologia

Molti pazienti sono convinti che sia possibile determinare il cancro mediante un esame del sangue. In effetti, ci sono diversi tipi di questa procedura diagnostica, che inizia con un'analisi generale e termina con un'analisi dei marker tumorali. I seguenti tipi di diagnostica del cancro si distinguono per l'analisi del sangue con vari gradi di informazione:

  • analisi generale;
  • analisi biochimiche;
  • test di coagulazione del sangue;
  • esame del sangue immunologico (per marcatori tumorali).

Anche se il tumore non si è ancora manifestato come sintomi dolorosi, si stanno già verificando cambiamenti negativi nel corpo, che un esame del sangue può registrare. Quando un tumore maligno cresce, distrugge le cellule sane che servono per la crescita del corpo e rilascia sostanze tossiche. Questi cambiamenti sono evidenti anche con un esame del sangue generale, ma possono anche essere un segno di dozzine di malattie non correlate al cancro..

La più informativa è l'analisi dei marcatori tumorali - sostanze specifiche che vengono rilasciate nel sangue a seguito dell'attività delle cellule tumorali. Tuttavia, dato che i marker tumorali sono contenuti nel corpo di qualsiasi persona e il loro numero aumenta con l'infiammazione, questa analisi non dimostra al 100% la presenza di cancro. Diventa solo un'occasione per superare test più affidabili per determinare l'oncologia.

Il cancro mostrerà un emocromo completo

Questa analisi non fornisce informazioni complete sulla presenza di un tumore nel corpo. Tuttavia, questo è uno degli studi di base che aiuta a rilevare il cancro in una fase precoce, quando non si manifesta ancora come sintomi. Pertanto, se si determinano i test da superare per i test del cancro, è necessario iniziare con esso.

I seguenti cambiamenti nella struttura del sangue possono indicare processi maligni nel corpo:

  • diminuzione del numero di linfociti;
  • aumento o diminuzione del numero di leucociti;
  • diminuzione dell'emoglobina;
  • piastrine basse;
  • aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES);
  • un aumento del numero di neutrofili;
  • la presenza di cellule del sangue immature.

Se il paziente, in presenza di uno o più dei sintomi elencati contemporaneamente, manifesta debolezza, si stanca rapidamente, perde appetito e peso, è necessario sottoporsi a un esame più dettagliato.

Il sangue viene somministrato a stomaco vuoto o almeno 4 ore dopo un pasto. La recinzione viene eseguita dal dito.

Vuoi che ti richiamiamo?

Chimica del sangue

Il metodo identifica anomalie che possono essere un segno di cancro. Va tenuto presente che gli stessi cambiamenti sono caratteristici di molte malattie non oncologiche, pertanto è impossibile interpretare chiaramente i risultati.

Il medico analizza i seguenti indicatori:

  • Proteine ​​totali. Le cellule tumorali si nutrono di proteine ​​e se il paziente non ha appetito, il suo volume è significativamente ridotto. Con alcuni tumori, il volume proteico, al contrario, aumenta.
  • Urea, creatinina. Il loro aumento è un segno di scarsa funzionalità renale o intossicazione, in cui la proteina nel corpo si rompe attivamente..
  • Zucchero. Molti tumori maligni (sarcoma, tumore del polmone, fegato, utero, seno) sono accompagnati da segni di diabete mellito con alterazioni della glicemia, poiché l'organismo non produce bene l'insulina.
  • Bilirubina. Un aumento del suo volume può essere un sintomo di danno epatico maligno..
  • Enzimi ALT, AST. Aumento del volume - evidenza di un possibile tumore al fegato.
  • Fosfatasi alcalina. Un altro enzima, un aumento del quale può essere un segno di alterazioni maligne delle ossa e del tessuto osseo, della cistifellea, del fegato, delle ovaie, dell'utero.
  • Colesterolo. Con una significativa riduzione del volume, si può sospettare un cancro al fegato o metastasi in questo organo.

Il prelievo di sangue viene effettuato da una vena. Devi prenderlo a stomaco vuoto.

Test della coagulazione del sangue

Con le malattie oncologiche, la coagulabilità del sangue aumenta e possono formarsi coaguli di sangue in vasi grandi e piccoli (fino ai capillari). Se i risultati dell'analisi mostrano queste deviazioni, saranno richiesti ulteriori esami per l'oncologia..

Anche il sangue per questa analisi viene prelevato da una vena..

Esame del sangue immunologico: marcatori tumorali

Se parliamo di quali test mostrano l'oncologia, allora questo esame è abbastanza informativo e ti consente di determinare la presenza di cancro. Viene anche utilizzato per rilevare la ricaduta dopo il trattamento..

Gli oncomarker sono tipi speciali di proteine, enzimi o prodotti di scomposizione delle proteine. Sono secreti da tessuto maligno o tessuto sano in risposta alle cellule tumorali. Ora oltre 200 specie sono scientificamente provate..

Esistono un numero limitato di marker tumorali nel corpo di una persona sana, il loro volume è moderatamente aumentato, ad esempio con raffreddore, così come nelle donne durante la gravidanza, negli uomini con adenoma prostatico. Tuttavia, l'aspetto in un grande volume di alcune specie specifiche è caratteristico di alcuni tumori. Ad esempio, marcatori tumorali CEA e CA-15-3 possono segnalare il cancro al seno, mentre CA 125 e HE-4 possono segnalare il cancro alle ovaie. Per ottenere il risultato più obiettivo, si consiglia di effettuare un'analisi per diversi marker tumorali..

Aumentando il livello di un marcatore tumorale particolare, è possibile determinare quale organo o sistema è interessato da un tumore. Inoltre, questa analisi è in grado di dimostrare che una persona è a rischio di sviluppare il cancro. Ad esempio, negli uomini, un aumento del marker tumorale del PSA è un presagio di cancro alla prostata.

L'analisi immunologica viene eseguita a stomaco vuoto, il sangue viene prelevato da una vena. Inoltre, i marcatori tumorali sono determinati dall'analisi delle urine..

Esame citologico

Questo è il tipo più informativo di esame di laboratorio che determina accuratamente la presenza o l'assenza di cellule maligne..

L'analisi prevede l'assunzione di una piccola porzione di tessuto sospettata di avere un tumore canceroso, con ulteriore esame al microscopio. Le moderne tecnologie endoscopiche consentono di prelevare biomateriale da qualsiasi organo: pelle, fegato, polmoni, midollo osseo, linfonodi.

La citologia studia la struttura e la funzione cellulare. Le cellule tumorali tumorali sono significativamente diverse dalle cellule tissutali sane, quindi, in uno studio di laboratorio, la malignità del tumore può essere determinata con precisione.

Per studi citologici utilizzando i seguenti biomateriali:

  • stampe dalla pelle, mucose;
  • fluidi sotto forma di urina, espettorato;
  • tamponi di organi interni ottenuti mediante endoscopia;
  • campioni di tessuto ottenuti mediante puntura con un ago sottile.

Questo metodo diagnostico viene utilizzato per esami preventivi, chiarendo la diagnosi, pianificando e monitorando il trattamento, per identificare le ricadute. È semplice, sicuro per il paziente e i risultati possono essere ottenuti entro 24 ore..

Diagnostica strumentale

Se si sospetta un tumore o viene rilevata una neoplasia maligna, il paziente deve sottoporsi a esami più dettagliati per determinare la posizione del tumore, il suo volume, il grado di danno ad altri organi e sistemi (presenza di metastasi) e anche per sviluppare un programma di trattamento efficace. Per fare ciò, utilizzare una serie di esami strumentali. Include vari tipi di diagnosi, a seconda del sospetto di una particolare malattia.

Le cliniche moderne offrono i seguenti tipi di esami strumentali:

  • imaging a risonanza magnetica (con o senza agente di contrasto);
  • tomografia computerizzata (con e senza l'uso di sostanze radiografiche a contrasto);
  • radiografia di rilievo in una proiezione diretta e laterale;
  • radiografia a contrasto (irrigografia, isterosalpingografia);
  • Ultrasuoni Doppler
  • esame endoscopico (fibrogastroscopia, colonscopia, broncoscopia);
  • diagnostica dei radionuclidi (scintigrafia e tomografia ad emissione di positroni combinata con tomografia computerizzata).

Questi tipi di esami possono identificare accuratamente i tumori.

Screening per sospetto cancro presso il centro di oncologia "SM Clinic"

Tutti i necessari esami di laboratorio e strumentali per sospetto cancro possono essere superati presso il Centro di Oncologia "SM Clinic". Prendi un appuntamento con uno specialista del centro oncologico che determinerà quali test devi eseguire per determinare l'oncologia nel tuo caso. I medici qualificati diagnosticano tutti i tipi di tumore in tutte le fasi dello sviluppo, anche al più presto.

Il centro di oncologia ha un proprio laboratorio, dotato di moderne apparecchiature automatizzate, che aiuta gli specialisti a identificare le patologie del cancro prima dell'inizio dei primi sintomi pericolosi. Offre ai pazienti non solo esami del sangue generali, ma anche test genetici di alta precisione. La ricerca è conforme agli standard internazionali di qualità.

Anche nel laboratorio del centro oncologico, è possibile sottoporsi a test preventivi che determinano il rischio di sviluppare una malattia maligna. Per registrare, lasciare una richiesta sul sito o chiamare +7 (495) 777-48-49.

Esame del sangue oncologico

11 minuti, pubblicato da Lyubov Dobretsova 1156

Un esame del sangue si riferisce a una diagnosi di laboratorio primaria. Per studiare il fluido corporeo principale, vengono utilizzati vari metodi di laboratorio per identificare:

  • cambiamenti nei processi biochimici e composizione del sangue;
  • guasti funzionali di organi e sistemi interni;
  • la presenza di agenti patogeni;
  • anomalie genetiche.

Secondo i risultati della microscopia del sangue, vengono determinati la localizzazione dei disturbi organici, la necessità di ulteriori esami e le tattiche terapeutiche. Il valore della ricerca di laboratorio sta nella capacità di rilevare (o suggerire) la presenza di patologie nel periodo iniziale del loro sviluppo.

Ciò è particolarmente importante nella diagnosi del cancro, il cui rilevamento tempestivo di solito costa una vita a una persona. Con lo sviluppo di neoplasie maligne, la composizione del sangue cambia. La differenza stabile tra determinati indicatori e valori di riferimento è un'indicazione per condurre diagnosi di laboratorio avanzate ed esami hardware (RM, TC, ecc.).

È impossibile nominare specificamente quale esame del sangue mostra l'oncologia con una precisione del 100%. In misura maggiore, l'attività dei processi tumorali si manifesta nell'analisi dei marker tumorali. In misura minore - nei risultati di studi clinici e biochimici.

Analisi cliniche generali (OKA) e analisi biochimiche del sangue

Un esame del sangue generale esamina la composizione fisica e le proprietà chimiche del sangue. Le deviazioni scoperte di indicatori indicano una violazione dei processi biochimici nel corpo e il possibile sviluppo di una malattia. La biochimica determina malfunzionamenti funzionali in organi e sistemi specifici.

  • nella gestione dei reclami per malessere (per stabilire la causa);
  • nell'ambito di esami medici programmati (visita medica, IHC, screening durante la gravidanza, ecc.);
  • prima di interventi chirurgici;
  • per controllare le dinamiche della terapia in corso.

L'ematologia clinica valuta la composizione quantitativa dei globuli rossi (globuli bianchi e globuli rossi), la loro percentuale e lo stato plasmatico. Uno studio biochimico studia elementi organici e inorganici nel sangue.

Analisi cliniche

Per condurre OKA, il sangue capillare (dal dito) viene campionato in condizioni di laboratorio al mattino. Puoi conoscere i risultati il ​​giorno successivo. Con lo sviluppo dell'oncopatologia, i valori degli indicatori dell'analisi del sangue clinica si spostano verso un aumento o una diminuzione dalla norma accettata.

IndiceDefinizione e funzioniTasso medio
emoglobina (HB)una proteina bicomponente che fa parte dei globuli rossi. Fornisce l'erogazione di ossigeno dai polmoni alle cellule del corpo e il trasporto di anidride carbonica nella direzione oppostauomini 140 g / l
donne 120 g / l
globuli rossi (RBC)globuli rossi che mantengono la costanza dello stato acido-basemaschi 4-5,1 (* 10 12 / l) femmine 3,7-4,7 (* 10 12 / l)
velocità di eritrosedimentazione (VES)indica la presenza (o l'assenza) del processo infiammatorio e il rapporto tra le frazioni proteiche nel plasmada 1,5 a 15 mm / ora
piastrine (PLT)piastrine nel sangue responsabili della coagulazione del sangue e della protezione vascolare180,0-320,0 (10 9 celle / L)
reticolociti (RT)globuli rossi immaturinegli uomini 0,8 - 1,2% nelle donne 0,2 - 2%
emocrita (HCT)riflette il grado di saturazione dei globuli rossi in%dal 40 al 45%
thrombocrit (PCT)determina la percentuale di piastrinedallo 0,22 allo 0,24%
globuli bianchi (WBC)le cellule del sangue incolore del sistema immunitario sono i principali difensori del corpo. Include cinque varietà che compongono un leucogramma4-9 (109 cellule / l)
Formula dei leucociti (leucogramma)
linfociti (LYM)differenziare ed eliminare virus e batteri19,4-37,4%
monociti (MON)inibire l'attività delle cellule tumorali, sono coinvolti nella produzione di interferone3,0-11,0%
eosinofili (EOS)riconoscere e cercare di distruggere i parassiti infestati, formare un'immunità antiparassitaria0,5-5,0%
basofili (BAS)sono marcatori di manifestazioni allergiche0,1-1,0%
neutrofili (NEU): pugnalata / segmentatafornire protezione anticancro e antibatterica1,0-6,1 / 46,8-66,0%

È possibile assumere lo sviluppo di processi maligni mediante analisi del sangue con i seguenti cambiamenti:

  • HB basso. Quando l'emoglobina diminuisce, viene diagnosticata l'anemia (anemia). Uno dei motivi di questa condizione è l'assorbimento attivo delle proteine ​​da parte di un tumore in crescita..
  • Eritrocitosi (aumento dei globuli rossi). Si verifica a causa della comparsa di globuli rossi patologici simili a speroni (echinociti) e di un aumento del numero di globuli rossi immaturi. Si osserva una produzione anormale di reticolociti da parte del midollo osseo con lo sviluppo di un tumore in esso. L'eritropenia (indicatori di abbassamento) può indicare lo sviluppo di cambiamenti maligni nel sistema di ematopoiesi o la presenza di metastasi (focolai secondari di cancro).
  • Trombocitosi o trombocitopenia (PLT aumentato o ridotto). Lo squilibrio delle piastrine accompagna i processi oncoematologici - tumore del sangue (leucemia) e tumore del tessuto linfoide (linfogranulomatosi).
  • Aumento dell'ESR. Un segno clinico di disturbi infiammatori. Valori elevati persistenti possono indicare intossicazione cronica con prodotti tossici secreti da un tumore maligno (di qualsiasi posizione). Le malattie ematologiche sono una lesione cancerosa dei sistemi circolatorio e linfatico..
  • Leucocitosi o leucopenia (aumento o diminuzione del numero di leucociti). L'analisi del sangue riflette il tasso complessivo di variazione del numero di globuli bianchi in un leucogramma. L'attività del cancro può indicare una deviazione dei risultati in entrambe le direzioni..
  • Neutrofilia (crescita delle cellule NEU). Molto spesso causato da processi infettivi-purulenti e necrotici nel corpo. Se non si concentra l'infiammazione acuta, un aumento dei neutrofili può essere causato dalla presenza di un tumore maligno negli organi interni o nel sistema circolatorio. La neutropenia (bassa conta dei neutrofili) è caratteristica delle malattie croniche protratte, inclusa la malignità delle neoplasie benigne esistenti.
  • Potenzia LYM. La linfocitosi si manifesta quando il sistema immunitario non è in grado di far fronte all'invasione di anti-agenti nel corpo. Le infezioni batteriche e virali sono in forte espansione. Un'altra causa di linfocitosi è la leucemia linfocitica (tumore del sangue), che è più comune nei bambini. La linfopenia (deficit di linfociti) dovuta all'eritropenia (una diminuzione del numero di globuli rossi) si manifesta con lo sviluppo di linfogranulomatosi (degenerazione maligna del tessuto linfatico) o con oncologia, precedentemente diagnosticata con chemioterapia.
  • Monocitosi, eosinofilia e basofilia. Un aumento del MON indica patologie autoimmuni o attivazione delle cellule tumorali. Un aumento di EOS significa la presenza di cellule estranee. Un aumento del numero di cellule BAS viene registrato durante le reazioni allergiche, ma con lo sviluppo del cancro, i basofili iniziano a mantenere l'attività del tumore oncologico. Valori anormalmente elevati di tutti e tre gli indicatori riflettono lo sviluppo di malattie ematologiche.

Indipendentemente da ciò che mostra l'analisi clinica generale sull'oncologia, questa non è la base per la diagnosi del cancro. I cambiamenti negli indicatori sono considerati segni indiretti che devono essere confermati da ulteriori esami..

Biochimica del sangue

La composizione biochimica è valutata dal sangue venoso. L'intervallo di tempo di analisi è di un giorno. La presenza nel corpo di una neoplasia maligna si riflette nella composizione organica del fluido biologico. Un esame del sangue biochimico rivela deviazioni nella norma di quegli indicatori da cui dipende il funzionamento stabile di un particolare organo.

Pertanto, i risultati della biochimica possono determinare la posizione del tumore. Un esame del sangue biochimico per il cancro dovrebbe mostrare una quantità anormale di composti organici complessi:

  • proteine ​​totali e frazioni proteiche (albumina e globuline);
  • prodotto finale del metabolismo delle proteine ​​dell'urea;
  • enzimi ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), SF (fosfatasi alcalina), alfa-amilasi pancreatica;
  • bilirubina del pigmento biliare;
  • glucosio.

Cambiamenti nella composizione quantitativa dei composti organici:

  • Albumina e globuline. Le proteine ​​sono prodotte dagli epatociti (cellule epatiche). Il contenuto di albumina negli adulti è compreso tra 40 g / le 50 g / l, che rappresenta il 60% del plasma. Per garantire la propria crescita, un tumore canceroso deve essere dotato di proteine. Pertanto, con una neoplasia maligna nel fegato, gli indicatori delle frazioni proteiche nel sangue si riducono drasticamente. L'ipoalbuminemia (riduzione della concentrazione di albumina) è anche caratteristica del cancro allo stomaco e della leucemia.
  • ALT. La parte principale dell'enzima si trova nel fegato, i residui sono distribuiti tra pancreas, reni, muscoli (incluso il miocardio). Valori di riferimento: per uomo - 45 unità / litro, per donna - 34 unità / litro. Il rilascio di una grande quantità di ALT nel sangue è un segno determinante di una violazione dell'integrità dei tessuti di organi e dello sviluppo di gravi patologie (cirrosi, cancro al fegato).
  • AST. In misura maggiore, l'enzima è localizzato nel muscolo cardiaco, in misura minore nel fegato. La velocità massima di contenuto è di 40 unità / litro. Con aumento dei valori, si assume il cancro primario del fegato o dei dotti biliari, leucemia mieloide, metastasi epatiche.
  • Fosfatasi alcalina. La posizione dell'enzima è il fegato, il tessuto osseo. È presente in piccole quantità nei reni. Valori standard per le donne - fino a 100 unità / litro, per gli uomini - fino a 125 unità / litro. Valori elevati di fosfatasi alcalina indicano possibili tumori al fegato, tumori ossei, linfogranulomatosi.
  • Bilirubina. Si forma durante la distruzione dell'emoglobina e dei globuli rossi nel fegato. I valori normali per la bilirubina totale sono 5,1-17 mmol / L. Tassi elevati indicano il blocco dei dotti biliari, sulla base dei quali è possibile diagnosticare l'oncopatologia degli organi del sistema epatobiliare.
  • Glucosio. I valori di riferimento del glucosio a digiuno vanno da 3,3 a 5,5 mmol / L. L'iperglicemia stabile (glicemia alta) è un segno non solo del diabete mellito, ma anche della distruzione delle cellule pancreatiche che sintetizzano l'insulina (l'ormone è un conduttore del glucosio nelle cellule del corpo). Lo zucchero alto è una ragione per sospettare il cancro del pancreas.
  • Alfa-amilasi pancreatica L'enzima viene prodotto dal pancreas, filtrato ed escreto dall'apparato renale. Normalmente, da 25 a 125 U / L è presente nel flusso sanguigno. L'aumento eccessivo dell'attività dell'alfa-amilasi mostra carcinoma pancreatico, pancreatite acuta e cronica. Tassi bassi sono registrati nei tumori del fegato.
  • Urea. Si forma negli epatociti a causa della disgregazione proteica, escreta dai reni. Il contenuto di sangue varia tra 2,5 - 8,32 mmol / L. La determinazione di un'alta concentrazione di urea significa una violazione del processo di filtrazione, caratteristica dell'insufficienza renale cronica e oncologia renale. Valori inferiori al normale possono indicare un tumore nel fegato..

È impossibile determinare il cancro in base a deviazioni nei valori dei composti organici. Un cambiamento completo in tutti gli indicatori è la base per una diagnosi dettagliata.

Ricerca sui marker tumorali

Gli oncomarker sono composti molecolari la cui concentrazione nelle urine e nel sangue aumenta con la progressione dei processi maligni. Gli indicatori del cancro sono derivati ​​dalle cellule tumorali. Appaiono nei fluidi corporei prima dei sintomi somatici delle malattie.

Nella microscopia clinica, vengono utilizzate circa due dozzine di indicatori che possono mostrare il cancro nella fase iniziale del suo sviluppo. A seconda della posizione del tumore, alcuni tipi di marcatori tumorali corrispondono ad esso. Esistono indicatori specifici che rilevano il cancro in un solo organo o sistema e non specifici, che indicano un'ampia gamma di processi maligni.

Viene prescritto un esame del sangue per le cellule tumorali:

  • per la diagnosi della presunta malattia;
  • per prevenzione (con predisposizione ereditaria, impiego in lavori pericolosi, ecc.);
  • monitorare il trattamento e le condizioni postoperatorie del paziente.

Per le persone con dipendenza da nicotina e alcol, si raccomanda di donare regolarmente sangue per antigeni associati al tumore..

Designazione del marcatoreLimite contenutoLa posizione più caratteristica del tumore
AFP (alfa-fetoproteina)15 ng / mlfegato
CA 19-937 unità / mlpancreas, intestino, cavità uterina, ghiandole sessuali accoppiate (ovaie)
CA 15-32 unità / mlil petto
CA 72-44 unità / mlorgani del tratto gastrointestinale (in misura maggiore, il pancreas)
PSA≤ 40 anni - 2,5 ng / ml, di età superiore ai 40 anni - fino a 4 ng / mlprostata (negli uomini)
CA 12535 unità / mlendometrio (mucosa uterina interna), ovaie
CYFRA 21012,3 ng / mlpolmoni
SCC2,5 ng / mlesofago, cervice
HCG (gonadotropina corionica umana)5 UI / ml (per donne che non si aspettano un bambino e uomini adulti)ghiandole sessuali maschili accoppiate (testicoli)
S 105 ng / mlpelle (una patologia chiamata melanoma)
CA 24230 UI / mlstomaco, retto, pancreas
CYFRA 21-13,3 ng / mlsistema urinario
CEA (antigene embrionale del cancro)3 ng / mlcolon e intestino tenue del tratto digestivo

Quando si diagnosticano patologie mortali, sorge sempre la domanda, l'analisi può mostrare risultati errati? L'affidabilità della microscopia raggiunge il 90%. I falsi indicatori si verificano più spesso quando il paziente viola le regole di preparazione per l'analisi. In caso di risultati dubbi, lo studio dei marker deve essere ripetuto..

Una biopsia è una tecnica di esame strumentale, che consiste nel prendere un frammento di tessuto di una neoplasia rilevata. Il metodo diagnostico determina la stadiazione della malattia e la natura del tumore (benigno o maligno) con una precisione del 100%.

Inoltre

Se si sospetta una patologia tumorale, viene prescritto un coagulogramma aggiuntivo: un'analisi del sangue venoso per determinare il tasso di coagulazione. Un'indicazione diretta per un coagulogramma è la trombocitosi, che si trova nell'OCA. Lo scopo dello studio è valutare il rischio di trombosi in piccoli vasi (capillari), vene e arterie.

Regole per la preparazione per l'analisi

Per ottenere i risultati più informativi e accurati, è necessario prepararsi per la procedura di prelievo del sangue. Il paziente deve rispettare le seguenti condizioni. Tre giorni prima della consegna del biofluido, è necessario alleggerire la dieta eliminando cibi pesanti dal menu giornaliero (carne grassa, funghi, salse a base di maionese, cibi affumicati, ecc.).

Per 2-3 giorni, escludere l'uso di bevande gassate e alcoliche. Alla vigilia della procedura per ridurre lo sport e altre attività fisiche. È importante osservare il regime di digiuno per 8-10 ore prima di assumere il biofluido (il sangue per tutti i test viene somministrato rigorosamente a stomaco vuoto). Un'ora prima dello studio, devi rinunciare alla nicotina.

Sommario

Nella diagnosi del cancro, vengono utilizzati numerosi esami di laboratorio, strumentali e hardware del corpo. Gli esami del sangue si riferiscono a metodi di laboratorio, tra cui:

  • analisi cliniche generali;
  • microscopia biochimica;
  • ricerca sui marker tumorali;
  • coagulogram.

La presenza di un processo tumorale in misura maggiore o minore riflette i risultati di tutti questi test. Nell'OCA, la quantità di emoglobina e gli elementi formati del biofluido (globuli rossi, piastrine, globuli bianchi) cambiano. La biochimica determina le deviazioni nella composizione organica del sangue (indicatori anormali di enzimi, proteine, pigmenti, glucosio). L'elevata coagulabilità è fissa nel coagulogramma.

Il più informativo è un controllo per i marcatori tumorali. Si tratta di bio-sostanze specifiche, che rappresentano un insieme di molecole, la cui attività e concentrazione aumenta nettamente con lo sviluppo di processi oncologici. Gli indicatori del cancro determinano la posizione del tumore e lo stadio di sviluppo della malattia.

A seconda dei risultati (se l'analisi mostrerà il cancro o meno), al paziente viene assegnato un esame esteso su un tomografo (TC, risonanza magnetica) e una procedura di biopsia strumentale dell'organo in cui è potenzialmente presente la formazione maligna.

Puoi donare sangue ai marker tumorali a Mosca, San Pietroburgo e in altre grandi città della Federazione Russa. OCA e biochimica vengono eseguiti in qualsiasi istituto medico (ospedale e clinica, centro di diagnosi clinica presso il luogo di residenza del paziente).