Cosa indica oncologia

Lipoma

Per diagnosticare il cancro, è necessario affrontare questo problema in modo completo. Questa condizione è dovuta al fatto che il cancro non ha sintomi specifici che indicano chiaramente un processo maligno nel corpo e dovrebbe essere distinto da altre patologie che hanno manifestazioni simili..

Inoltre, il cancro inizia e procede a livello cellulare: anche la presenza confermata di una neoplasia in qualsiasi organo non significa che sia maligna. E per determinare l'origine del tumore, è necessario studiare le sue cellule, che possono essere benigne (non cancerose) o maligne. Pertanto, per stabilire una diagnosi accurata, viene applicato un approccio integrato che tiene conto di tutti gli aspetti del cancro. Grazie a ciò, è diventato possibile identificare i processi maligni nelle prime fasi, valutare il loro grado di aggressività e formulare strategie terapeutiche per ciascun paziente individualmente. Il complesso d'esame può comprendere varie procedure e manipolazioni e le loro varie combinazioni. Dipende dalla posizione del tumore sospetto o già rilevato, dalla storia e da altre circostanze. Ma i più informativi sono i seguenti metodi di ricerca..

Ricerche di laboratorio

Lo studio di materiali biologici al microscopio o l'utilizzo di qualsiasi reagente è uno dei metodi più accurati per confermare o eliminare il cancro.

Analisi del sangue generale. Un esame del sangue generale è molto importante, in base al quale è possibile identificare lo sviluppo di un disturbo spiacevole. A quali indicatori dovresti prestare attenzione?

  • ESR Se la velocità di eritrosedimentazione è al di sopra del normale, ciò indica un processo infiammatorio nel corpo del paziente. Se il tasso aumenta del 30% o più, allora c'è la possibilità di sviluppare il cancro.
  • Aumento o diminuzione del numero di globuli bianchi. In caso di cancro, si possono osservare entrambi i fenomeni..
  • Una diminuzione dell'emoglobina. Se, parallelamente a questo, la conta piastrinica diminuisce, anche questo può indicare il cancro.
  • Un gran numero di cellule immature. Questo fenomeno si osserva spesso nel carcinoma del midollo osseo..
  • Un gran numero di leucociti immaturi e granulari.
  • Conta dei linfociti aumentata.

Chimica del sangue. Un esame del sangue biochimico è uno dei più accurati, può mostrare lo sviluppo di un tumore. Utilizzando questo metodo diagnostico, è possibile rilevare i primi sintomi della formazione di cellule maligne. Sono allo studio i seguenti indicatori:

  • Proteine ​​totali, albumina. Le cellule maligne usano proteine ​​in grandi quantità. Per questo motivo, questo indicatore nel corpo del paziente diminuirà. Allo stesso tempo, il paziente perde il suo appetito, il peso, perché le proteine ​​sono considerate il materiale da costruzione principale.
  • Urea. Questo indicatore a volte supera la norma, che può indicare un deterioramento della funzionalità renale. Inoltre, un tratto simile può indicare una scomposizione attiva delle proteine..
  • Alto tasso di zucchero nel sangue. Un aumento di questo indicatore indica lo sviluppo di diabete mellito, sarcoma, oncologia epatica e altri disturbi oncologici.
  • Bilirubina. Il livello di questo indicatore aumenta in caso di danni al fegato. Il cancro non fa eccezione..
  • Alat. L'indicatore supera la norma per il cancro al fegato. Un segno può anche indicare lo sviluppo di altri disturbi.
  • Eccessiva fosfatasi alcalina. Questo indicatore segnala un tumore maligno esistente localizzato sul tessuto osseo. Inoltre, questo sintomo indica metastasi. Esistono anche altri metodi per diagnosticare il cancro, ma questi sono i più semplici e accurati..

Esami del sangue per marcatori tumorali. Questo è un metodo di ricerca specifico che ti consente di identificare proteine ​​specifiche e vari composti chimici, il cui livello aumenta con il cancro. Tali sostanze possono essere prodotte dalle neoplasie maligne stesse, svolgere il ruolo di anticorpi contro le cellule tumorali o svolgere altre funzioni. Ma un aumento della loro quantità nel sangue indica un'alta probabilità di sviluppare il cancro. Oggi sono in corso analisi per determinare i vari tipi di marker tumorali: ognuno di essi è caratteristico dei singoli processi maligni. Il tipo di analisi di cui il paziente ha bisogno è determinato dai risultati di altri test, reclami dei pazienti, anamnesi e altri fattori.

Analisi delle urine Se c'è un sospetto di processi maligni nel corpo, viene eseguita l'analisi delle urine, tra le altre cose. Sebbene i cambiamenti nelle urine non siano atipici per le malattie oncologiche, gli studi ci consentono di indirizzare ulteriori diagnosi nella giusta direzione. Una quantità anomala di proteine, creatinina, urea, fosfatasi, ecc., Che indica il cancro o altri danni agli organi interni, richiede ulteriori ricerche.

Test fecali Questa analisi, come l'analisi delle urine, viene utilizzata come metodo ausiliario. Quando si contatta un medico con sintomi che indicano danni al sistema digestivo, viene prescritto uno studio delle feci per il sangue occulto. Questo indicatore può indicare non solo sanguinamento in varie sezioni del tratto gastrointestinale, ma anche lo sviluppo del cancro. Pertanto, quando si rivela sangue nascosto e la presenza di sintomi caratteristici di processi maligni, viene effettuata un'ulteriore diagnosi in questa direzione.

Studi citologici Per questo studio, sono necessari materiali prelevati direttamente da una lesione o un sito patologico o "dubbio". Questi campioni vengono esaminati al microscopio per valutare le condizioni delle cellule. Sono anomalie nella struttura e nella divisione delle cellule che spesso diventano decisive per la formazione del cancro. Pertanto, un esame citologico consente di determinare la natura della neoplasia o del focus (benigno o maligno) e aiuta a identificare non solo il cancro che si è già sviluppato, ma anche le condizioni precancerose.
Per l'analisi citologica può essere utilizzato:

  • raschiature e impronte digitali prelevate dalla superficie della mucosa (cavità orale, vagina, cervice, ecc.);
  • espettorato dal tratto respiratorio;
  • scarico dalle ghiandole mammarie;
  • urina;
  • secrezione prostatica;
  • materiali ottenuti durante l'esame endoscopico di stomaco, intestino, cavità uterina, ecc.;
  • materiali ottenuti durante la puntura (puntura) delle cavità - articolari, addominali, toracici, ecc.;
  • liquido cerebrospinale e altri.

Nella maggior parte dei casi, il campionamento per l'esame citologico non provoca dolore o disagio al paziente e viene effettuato durante altre procedure diagnostiche (ad esempio, esame ginecologico o proctologico). Ma a volte è necessario un intervento minimamente chirurgico per ottenere tali materiali.

Diagnostica hardware

Le moderne apparecchiature diagnostiche consentono di rilevare il cancro nelle prime fasi, quando la malattia non si è ancora manifestata con alcun sintomo. A tale scopo vengono utilizzati i seguenti metodi di ricerca hardware:

Radiologia Questo metodo è considerato uno dei più affidabili nell'identificazione del tumore osseo. Lo studio utilizza macchine a raggi X che generano raggi che penetrano in modo diverso attraverso diversi tipi di tessuto. Pertanto, su una radiografia, i tumori appaiono come atipici per un determinato organo o sito, oscuramento o neoplasia con confini chiari. Per aumentare il contenuto informativo dello studio, è possibile eseguire la radiografia con contrasto. Le sostanze che non trasmettono i raggi X vengono iniettate nel flusso sanguigno del paziente e rendono quindi più chiara e contrastata l'immagine dei tessuti molli. Questo metodo viene anche utilizzato per rilevare metastasi e valutare la loro diffusione in tutto il corpo..

ultrasuono L'esame ecografico è uno dei metodi più sicuri che possono essere utilizzati anche nella diagnosi di donne in gravidanza e bambini. Tuttavia, sebbene le moderne apparecchiature a ultrasuoni abbiano un'alta risoluzione e consentano di visualizzare chiaramente organi e tessuti interni, vengono utilizzate principalmente nella fase iniziale dell'esame. Quindi, durante un'ecografia, una densità anormale, può essere stabilita la struttura dei tessuti di qualsiasi organo, il che indica la necessità di ulteriori studi per stabilire la natura di tali cambiamenti.
Il cancro può anche essere indicato da un cambiamento nelle dimensioni dell'organo, il rilevamento di aree compattate, sciolte, eterogenee su di esso, il rilevamento di neoplasie di origine sconosciuta. In tutti questi casi, la presenza di un processo maligno è confermata solo da metodi di laboratorio..

MRI La risonanza magnetica è uno dei metodi più accurati per la diagnosi del cancro hardware. Questo studio consente di rilevare una neoplasia maligna delle dimensioni più piccole (da 0,1-0,3 mm) nel cervello, nei reni, nel fegato, nella laringe e in qualsiasi altro organo. Questo metodo è considerato preferibile, poiché consente di ottenere informazioni accurate e dettagliate sullo stato di salute umana e, quando viene rilevato un processo maligno, procedere al trattamento senza perdere tempo.

Tutti i metodi hardware per la diagnosi del cancro richiedono una serie di studi aggiuntivi, in particolare di laboratorio.

Inoltre, i metodi di cui sopra sono utilizzati non solo per identificare il cancro e valutarne lo stadio, il grado di aggressività, ecc., Ma anche per controllare l'efficacia del trattamento.

Quali test dovrebbero essere eseguiti se si sospetta il cancro

Quali test e ricerche hardware sono necessari in un caso particolare, decide il medico.

I suoi appuntamenti si basano sui seguenti dati:

  • con quali lamentele il paziente ha consultato un medico;
  • Ha qualche storia familiare di cancro?
  • Da quanto tempo sono stati osservati i sintomi
  • quale organo può essere considerato una fonte di problemi;
  • se è già stata effettuata una diagnosi e cosa ha rivelato esattamente;
  • Esistono fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare il cancro e quali (fumo, abuso di alcol, vivere in un ambiente svantaggiato per l'ambiente, impiego in lavori pericolosi, assunzione di farmaci che sopprimono il sistema immunitario, ecc.).

Sul nostro portale è possibile ordinare telefonicamente una consulenza gratuita di un oncologo. Lo specialista risponderà alle tue domande riguardanti la diagnosi e il trattamento del cancro come parte di una consultazione preliminare.

Per ottenere informazioni dettagliate rilevanti in modo specifico per il tuo caso, per sottoporsi ad esame e trattamento, devi visitare personalmente un medico.

Per fare questo, chiama: i dipendenti del nostro call center ti aiuteranno a scegliere l'ora e la data più convenienti per visitare un medico specializzato nel campo di cui hai bisogno (oncoginecologia, oncourologia, ecc.).

Come determinare il cancro mediante analisi? Analisi generali in oncologia, metodi diagnostici strumentali


Nell'oncologia moderna, una diagnosi precoce del processo tumorale svolge un ruolo enorme. L'ulteriore sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti dipende da questo. La vigilanza oncologica è molto importante, poiché il cancro può manifestarsi negli ultimi stadi o mascherare i suoi sintomi per altre malattie.

Gruppi a rischio per neoplasie maligne

Esistono molte teorie per lo sviluppo del cancro, ma nessuna di esse fornisce una risposta dettagliata, perché si presenta comunque. I medici possono solo supporre che l'uno o l'altro fattore acceleri la carcinogenesi (crescita delle cellule tumorali).

Fattori di rischio del cancro:

  • Predisposizione etnica e razziale - Gli scienziati tedeschi hanno stabilito una tendenza: nelle persone dalla pelle bianca, il melanoma si verifica 5 volte più spesso rispetto ai neri.
  • Violazione della dieta: la dieta umana deve essere bilanciata, qualsiasi cambiamento nel rapporto tra proteine, grassi e carboidrati può portare a disturbi metabolici e, di conseguenza, al verificarsi di neoplasie maligne. Ad esempio, gli scienziati hanno dimostrato che un consumo eccessivo di alimenti che aumentano il colesterolo porta al cancro del polmone e un consumo eccessivo di carboidrati facilmente digeribili aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno. Inoltre, l'abbondanza di additivi chimici negli alimenti (esaltatori di sapidità, conservanti, nitrati, ecc.), Alimenti geneticamente modificati aumenta il rischio di oncologia..
  • Obesità - Secondo studi americani, il sovrappeso aumenta il rischio di cancro del 55% nelle donne e del 45% negli uomini.
  • Fumo: i medici dell'OMS hanno dimostrato che esiste una relazione causale diretta tra fumo e cancro (labbra, lingua, orofaringe, bronchi, polmoni). Nel Regno Unito, è stato condotto uno studio che ha dimostrato che le persone che fumano 1,5-2 pacchetti di sigarette al giorno sono inclini a sviluppare un cancro ai polmoni 25 volte superiore rispetto ai non fumatori.
  • Eredità: esistono alcuni tipi di tumore ereditati da un tipo autosomico recessivo e autosomico dominante, ad esempio il carcinoma ovarico o la poliposi intestinale familiare.
  • Esposizione alle radiazioni ionizzanti e ai raggi ultravioletti - le radiazioni ionizzanti di origine naturale e industriale causano l'attivazione dei carcinomi tiroidei pro-oncogeni e l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti durante l'insolazione (abbronzatura) contribuisce allo sviluppo di melanoma maligno della pelle.
  • Disturbi immunitari: una diminuzione dell'attività del sistema immunitario (immunodeficienze primarie e secondarie, immunosoppressione iatrogena) porta allo sviluppo di cellule tumorali.
  • Attività professionale: le persone che entrano in contatto con agenti cancerogeni chimici (resine, coloranti, fuliggine, metalli pesanti, carboidrati aromatici, amianto, sabbia) e radiazioni elettromagnetiche rientrano in questa categoria.
  • Caratteristiche dell'età riproduttiva nelle donne: le prime mestruazioni precoci (di età inferiore ai 14 anni) e la menopausa tardiva (di età superiore ai 55 anni) aumentano il rischio di carcinoma mammario e ovarico di 5 volte. In questo caso, la gravidanza e il parto riducono la tendenza alla comparsa di neoplasie degli organi riproduttivi

Sintomi che possono essere segni di oncologia

  • Lunghe ferite curative, fistole
  • L'escrezione di sangue nelle urine, sangue nelle feci, costipazione cronica, forma di feci a forma di nastro. Disfunzione della vescica e dell'intestino.
  • Deformazione delle ghiandole mammarie, comparsa di gonfiore di altre parti del corpo.
  • Perdita di peso drammatica, riduzione dell'appetito, difficoltà a deglutire.
  • Cambia il colore e la forma di talpe o segni di nascita
  • Sanguinamento uterino frequente o secrezione insolita nelle donne.
  • Tosse secca prolungata, non suscettibile di terapia, raucedine.

Principi generali per la diagnosi di neoplasie maligne

Dopo essere andato dal medico, il paziente deve ottenere informazioni complete su quali test indicano il cancro. È impossibile determinare l'oncologia mediante un esame del sangue, non è specifico in relazione alle neoplasie. Gli studi clinici e biochimici sono principalmente volti a determinare le condizioni del paziente con intossicazione da tumore e studiare il lavoro di organi e sistemi.
Un esame del sangue generale per l'oncologia rivela:

  • leucopenia o leucocitosi (globuli bianchi elevati o ridotti)
  • spostamento dei leucociti a sinistra
  • anemia (emoglobina bassa)
  • trombocitopenia (piastrine basse)
  • aumento dell'ESR (ESR costantemente elevato di oltre 30 in assenza di gravi reclami - causa di allarme)

L'analisi generale dell'urina in oncologia è piuttosto istruttiva, ad esempio con il mieloma nelle urine viene rilevata una specifica proteina Bens-Jones. Un esame del sangue biochimico consente di giudicare lo stato del sistema urinario, il metabolismo del fegato e delle proteine.

Cambiamenti nell'analisi biochimica per varie neoplasie:

IndiceRisultatoNota
Proteine ​​totali
  • Norma - 75-85 g / l

è possibile sia il suo eccesso che la sua diminuzione

Le neoplasie di solito migliorano i processi catabolici e la disgregazione proteica, inibendo non specificamente la sintesi proteica.
iperproteinemia, ipoalbuminemia, rilevazione della paraproteina (gradiente M) nel siero del sangueTali indicatori consentono di sospettare il mieloma (plasmocitoma maligno).
Urea, creatinina
  • tasso di urea - 3-8 mmol / l
  • norma della creatinina - 40-90 μmol / l

Aumentano i livelli di urea e creatinina

Ciò suggerisce una maggiore scomposizione proteica, un segno indiretto di intossicazione da cancro o una riduzione non specifica della funzione renale.
L'urea aumenta con la normale creatininaDecadimento del tessuto tumorale.
Fosfatasi alcalina
  • norma - 0-270 PEZZI / l

Fosfatasi alcalina aumentata oltre 270 unità / l

Parla della presenza di metastasi nel fegato, nel tessuto osseo, nel sarcoma osteogenico.
Crescita enzimatica sullo sfondo di AST e ALT normaliInoltre, i tumori embrionali delle ovaie, dell'utero, dei testicoli possono isoenzima placentare ectopico fosfatasi alcalina.
ALT, AST
  • norma ALT - 10-40 PEZZI / l
  • Norma AST - 10-30 U / l

Aumento dell'enzima al di sopra del limite superiore della norma

Indica il decadimento non specifico delle cellule del fegato (epatociti), che può essere causato da processi infiammatori e cancerosi..
Colesterolo
  • la norma del colesterolo totale è 3,3-5,5 mmol / l

La diminuzione è inferiore al limite inferiore del normale

Parla di neoplasie maligne del fegato (poiché il colesterolo si forma precisamente nel fegato)
Potassio
  • norma di potassio - 3,6-5,4 mmol / l

Un aumento dei livelli di elettroliti a livelli normali di Na

Cachessia da cancro

Un esame del sangue per l'oncologia comprende anche uno studio del sistema emostatico. A causa del rilascio di cellule tumorali e dei loro frammenti nel sangue, è possibile aumentare la coagulazione del sangue (ipercoagulazione) e la microtrombosi, che impediscono il movimento del sangue lungo il letto vascolare.

Oltre ai test per determinare il cancro, ci sono una serie di studi strumentali che aiutano a diagnosticare le neoplasie maligne:

  • Rilievo radiografico in proiezione diretta e laterale
  • Radiografia a contrasto (irrigografia, isterosalpingografia)
  • Tomografia computerizzata (con e senza contrasto)
  • Imaging a risonanza magnetica (con e senza contrasto)
  • Metodo con radionuclidi
  • Ultrasuoni Doppler
  • Esame endoscopico (fibrogastroscopia, colonscopia, broncoscopia).

Cancro allo stomaco

Il cancro gastrico è il secondo tumore più comune nella popolazione (dopo il cancro ai polmoni).

  • Fibroesofagastroduodenoscopia - è un metodo d'oro per la diagnosi del cancro gastrico, è necessariamente accompagnato da un gran numero di biopsie in diverse aree della neoplasia e mucosa gastrica invariata.
  • Radiografia dello stomaco mediante contrasto orale (miscela di bario): il metodo era abbastanza popolare prima dell'introduzione degli endoscopi in pratica, consente di vedere sulla radiografia un difetto di riempimento nello stomaco.
  • Esame ecografico degli organi addominali, TC, risonanza magnetica - utilizzato per la ricerca di metastasi nei linfonodi e in altri organi dell'apparato digerente (fegato, milza).
  • Esame del sangue immunologico - mostra il cancro gastrico nelle prime fasi quando il tumore stesso non è ancora visibile all'occhio umano (CA 72-4, CEA e altri)
Studia:Fattori di rischio:
da 35 anni: esame endoscopico una volta ogni 3 anni
  • eredità
  • gastrite cronica a bassa acidità
  • ulcera gastrica o polipi

Diagnosi del cancro al colon

  • Esame delle dita del retto: determina il cancro a una distanza di 9-11 cm dall'ano, consente di valutare la mobilità del tumore, la sua elasticità, la condizione dei tessuti vicini;
  • La colonscopia - l'introduzione di un video endoscopio nel retto - visualizza il cancro infiltrato fino al lembo di bauginio, consente una biopsia di aree sospette dell'intestino;
  • Irrigoscopia: radiologia dell'intestino crasso mediante doppio contrasto (contrasto-aria);
  • Ultrasuoni degli organi pelvici, TC, risonanza magnetica, colonscopia virtuale: visualizza la germinazione del cancro del colon e le condizioni degli organi adiacenti;
  • Determinazione dei marcatori tumorali - CEA, C 19-9, Sialosyl - TN
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per il retto e il colon:
Dai 40 anni:
  • una volta all'anno esame rettale digitale
  • Saggio immunologico occulto nelle feci una volta ogni 2 anni
  • colonscopia una volta ogni 3 anni
  • sigmoidoscopia una volta ogni 3 anni
  • oltre 50 anni
  • adenoma del colon
  • poliposi familiare diffusa
  • colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • carcinoma genitale femminile o mammario precedente
  • carcinoma del colon-retto nei parenti di sangue
  • poliposi familiare
  • colite ulcerosa
  • colite spastica cronica
  • polipi
  • costipazione con dolicosigma

Carcinoma mammario

Questo tumore maligno occupa un posto di primo piano tra le neoplasie femminili. Tali statistiche deludenti sono in parte dovute alla scarsa qualifica dei medici che stanno esaminando in modo non professionale le ghiandole mammarie..

  • Palpazione della ghiandola: consente di determinare la tuberosità e il gonfiore dello spessore dell'organo e sospettare il processo del tumore.
  • La radiografia del seno (mammografia) è uno dei metodi più importanti per la rilevazione di tumori non palpabili. Per un maggiore contenuto informativo, viene utilizzato il contrasto artificiale:
    • pneumocistografia (rimozione di liquido dal tumore e introduzione dell'aria in esso) - consente di identificare le formazioni parietali;
    • ductografia: il metodo si basa sull'introduzione di un mezzo di contrasto nei dotti lattiginosi; visualizza la struttura e i contorni dei condotti e le formazioni anormali in essi.
  • Ecografia al seno e dopplerografia: i risultati degli studi clinici hanno dimostrato l'elevata efficienza di questo metodo nel rilevare il carcinoma intraduttale microscopico e tumori abbondanti di afflusso di sangue.
  • Computer e risonanza magnetica: consentono di valutare la germinazione del carcinoma mammario negli organi vicini, la presenza di metastasi e danni ai linfonodi regionali.
  • Test immunologici per carcinoma mammario (marker tumorali) - CA-15-3, antigene embrionale tumorale (CEA), CA-72-4, prolattina, estradiolo, TPS.
Ricerca:Fattori di rischio:
  • da 18 anni: 1 volta al mese autoesame del carcinoma mammario
  • da 25 anni: una volta all'anno esame clinico
  • 25-39 anni: ultrasuoni una volta ogni 2 anni
  • 40-70 anni: mammografia una volta ogni 2 anni
  • eredità (carcinoma mammario materno)
  • prima nascita in ritardo
  • inizio tardivo e precoce delle mestruazioni
  • assenza di bambini (non c'era lattazione)
  • fumo
  • obesità, diabete
  • oltre 40 anni
  • disfunzione ovarica
  • mancanza di vita sessuale e orgasmo

Cancro ai polmoni

Il cancro al polmone è tra le neoplasie maligne negli uomini ed è il quinto tra le donne al mondo..

  • Radiografia del torace
  • TAC
  • Angiografia RM e RM
  • Ultrasuoni transesofagei
  • Broncoscopia con biopsia: il metodo consente di vedere con i propri occhi la laringe, la trachea, i bronchi e di ottenere materiale per l'esame utilizzando una macchia, una biopsia o un rossore.
  • Citologia dell'espettorato - la percentuale di rilevazione del cancro nello stadio preclinico usando questo metodo è del 75-80%
  • Puntura tumorale percutanea - indicata per il cancro periferico.
  • Esame a contrasto dell'esofago per valutare lo stato dei linfonodi della biforcazione.
  • Video toracoscopia diagnostica e toracotomia con biopsia dei linfonodi regionali.
  • Esame del sangue immunologico per carcinoma polmonare
    • Tumore a piccole cellule - NSE, REA, Tu M2-RK
    • Cancro a grandi cellule - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Carcinoma a cellule squamose - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Adenocarcinoma - REA, Tu M2-RK, CA-72-4
Ricerca:Fattori di rischio:
  • 40-70 anni: una volta ogni 3 anni, una TC spirale a basso dosaggio degli organi toracici nelle persone a rischio - rischi professionali, fumo, malattie polmonari croniche
  • fumare più di 15 anni
  • inizio precoce del fumo da 13 a 14 anni
  • malattie polmonari croniche
  • di età superiore ai 50-60 anni

Cancro cervicale

Il cancro cervicale viene rilevato in circa 400.000 donne all'anno in tutto il mondo. Il più delle volte diagnosticato in fasi molto avanzate. Negli ultimi anni, c'è stata una tendenza a ringiovanire la malattia - si verifica spesso nelle donne di età inferiore ai 45 anni (cioè prima della menopausa). Diagnosi del cancro cervicale:

  • Esame ginecologico negli specchi: rivela solo forme visibili di cancro in uno stadio avanzato.
  • L'esame colposcopico - l'esame del tessuto tumorale al microscopio, viene effettuato utilizzando sostanze chimiche (acido acetico, soluzione di iodio), che consentono di determinare la posizione e i confini del tumore. La manipolazione è necessariamente accompagnata da una biopsia del tessuto canceroso e sano dell'utero cervicale e dall'esame citologico.
  • TC, risonanza magnetica, ultrasuoni degli organi pelvici - viene utilizzato per rilevare la germinazione del cancro negli organi vicini e il grado della sua prevalenza.
  • La cistoscopia - utilizzata per l'invasione del cancro cervicale nella vescica, consente di vedere la sua mucosa.
  • Analisi immunologiche per carcinoma cervicale - SCC, CG, alfa-fetoproteina; si raccomanda lo studio dei marcatori tumorali in dinamica
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per altra oncopatologia ginecologica:
  • da 18 anni: esame ginecologico ogni anno
  • 18-65 anni: Pap test ogni 2 anni
  • da 25 anni: ultrasuoni degli organi pelvici una volta ogni 2 anni
  • molti aborti (conseguenze)
  • molte nascite
  • molti partner, frequenti cambi di partner
  • erosione cervicale
  • inizio precoce dell'attività sessuale
  • carcinoma ovarico - ereditarietà, irregolarità mestruali, infertilità
  • carcinoma uterino - in ritardo (dopo 50 anni, menopausa, obesità, ipertensione, diabete mellito

Ricerca sul cancro uterino

  • Palpazione del corpo uterino ed esame vaginale bimanuale: consente di valutare le dimensioni dell'utero, la presenza di protuberanze e protuberanze in esso, la deviazione dell'organo dall'asse.
  • Curettage diagnostico della cavità uterina - il metodo si basa sul curettage utilizzando uno strumento speciale - una curette - il rivestimento interno dell'utero (endometrio) e il suo successivo esame citologico per le cellule tumorali. Lo studio è piuttosto informativo, in casi dubbi può essere eseguito più volte in dinamica.
  • TC, risonanza magnetica - eseguita per tutte le donne con l'obiettivo di impostare lo stadio e il grado del processo del cancro.
  • Ultrasuoni (transvaginale e transaddominale) - a causa della sua non invasività e facilità di esecuzione, la tecnica è stata ampiamente utilizzata per rilevare il cancro dell'utero. Una ecografia identifica tumori fino a 1 cm di diametro, consente di esaminare il flusso sanguigno del tumore, il cancro che germoglia negli organi adiacenti.
  • Isteroscopia con una biopsia mirata - si basa sull'introduzione di una fotocamera speciale nella cavità uterina, che visualizza un'immagine su un grande schermo, mentre il medico può vedere ogni area del rivestimento uterino e condurre una biopsia di formazioni dubbie.
  • Test immunologici per carcinoma uterino - malondialdeide (MDA), gonadotropina corionica, alfa-fetoproteina, antigene embrio-tumorale.

Diagnosi del cancro alla vescica

  • Palpazione dell'organo attraverso la parete addominale anteriore o bimanalmente (attraverso il retto o la vagina) - quindi, il medico può determinare solo tumori di dimensioni sufficientemente grandi.
  • Ultrasuoni degli organi pelvici (transuretrale, transaddominale, transrettale): rivela la proliferazione del cancro della vescica oltre i suoi limiti, danni ai linfonodi vicini, metastasi agli organi adiacenti.
  • Cistoscopia: un esame endoscopico che consente di esaminare la mucosa della vescica e la biopsia di un'area tumorale.
  • Cistoscopia mediante spettrometria: prima dell'esame, il paziente prende un reagente speciale (fotosensibilizzatore), che contribuisce all'accumulo di acido 5-aminolevulinico nelle cellule tumorali. Pertanto, durante l'endoscopia, la neoplasia emette un bagliore speciale (fluorescenza).
  • Citologia dei sedimenti urinari
  • CT, risonanza magnetica - i metodi determinano il rapporto tra carcinoma della vescica e sue metastasi in relazione agli organi vicini.
  • Oncomarker - TPA o TPS (antigene polipeptidico tissutale), BTA (antigene tumorale della vescica).

Cancro alla tiroide

A causa dell'aumento delle radiazioni e dell'esposizione umana negli ultimi 30 anni, l'incidenza del carcinoma tiroideo è aumentata di 1,5 volte. I principali metodi per diagnosticare il cancro alla tiroide:

  • Ultrasuono + Dopplerografia della ghiandola tiroidea - un metodo piuttosto informativo, non invasivo e non trasporta l'esposizione alle radiazioni.
  • Imaging a risonanza magnetica e calcolata: vengono utilizzati per diagnosticare la diffusione del processo tumorale oltre la ghiandola tiroidea e identificare le metastasi negli organi vicini.
  • La tomografia a emissione di positroni è una tecnica tridimensionale, il cui uso si basa sulla proprietà del radioisotopo, per accumularsi nei tessuti della ghiandola tiroidea.
  • La scintigrafia con radioisotopi è anche un metodo basato sulla capacità dei radionuclidi (più precisamente, iodio) di accumularsi nei tessuti della ghiandola, ma a differenza della tomografia, indica la differenza nell'accumulo di iodio radioattivo in tessuti sani e tumorali. L'infiltrato di cancro può assumere la forma di un focus "freddo" (che non assorbe lo iodio) e "caldo" (che supera l'assorbimento di iodio).
  • Biopsia per aspirazione con ago sottile: consente una biopsia e il successivo esame citologico delle cellule tumorali, rivela marcatori genetici speciali del carcinoma tiroideo hTERT, EMC1, TMPRSS4.
  • Determinazione della proteina galectina-3 correlata alla lectina. Questo peptide partecipa alla crescita e allo sviluppo dei vasi del tumore, alle sue metastasi e alla soppressione del sistema immunitario (inclusa l'apoptosi). L'accuratezza diagnostica di questo marker nelle neoplasie maligne della ghiandola tiroidea è del 92-95%.
  • La ricaduta del carcinoma tiroideo è caratterizzata da una diminuzione dei livelli di tireoglobulina e da un aumento della concentrazione dei marker tumorali EGFR, HBME-1

Carcinoma esofageo

Il cancro colpisce principalmente il terzo inferiore dell'esofago, generalmente preceduto da metaplasia intestinale e displasia. Il tasso di incidenza medio è del 3,0% per 10.000 abitanti..

  • Studio sul contrasto dei raggi X dell'esofago e dello stomaco usando solfato di bario - raccomandato per chiarire il grado di pervietà dell'esofago.
  • Fibroesofagogastroduodenoscopia: consente di vedere il cancro con i propri occhi e una tecnica videoscopica avanzata visualizza un'immagine del cancro esofageo su un grande schermo. Durante lo studio, una biopsia della neoplasia è obbligatoria con successiva diagnosi citologica.
  • Imaging a risonanza magnetica e calcolata: visualizza il grado di crescita del tumore negli organi vicini, determina lo stato dei gruppi regionali di linfonodi.
  • Fibrobronchoscopia - deve essere eseguita quando si schiaccia il cancro dell'esofago dell'albero tracheobronchiale e consente di valutare il grado di diametro delle vie aeree.

Oncomarker: diagnosi immunologica delle neoplasie

L'essenza della diagnosi immunologica è il rilevamento di antigeni o marker tumorali specifici. Sono abbastanza specifici per tipi specifici di cancro. Un esame del sangue per i marcatori tumorali per la diagnosi primaria non ha alcun uso pratico, ma consente di determinare l'occorrenza precoce della ricaduta e prevenire la diffusione del cancro. Esistono più di 200 tipi di marcatori tumorali nel mondo, ma solo circa 30 hanno un valore diagnostico..

I medici hanno tali requisiti per i marcatori tumorali:

  • Deve essere altamente sensibile e specifico.
  • Il marker tumorale deve essere assegnato solo dalle cellule tumorali maligne e non dalle cellule del corpo
  • Il marker tumorale deve indicare un tumore specifico
  • L'emocromo per i marcatori tumorali dovrebbe aumentare con lo sviluppo del cancro

Classificazione dei marker tumorali

Tutti i marker tumorali: fare clic per ingrandire

Per struttura biochimica:

  • Oncofetale e oncoplacentare (CEA, CG, alfa-fetoproteina)
  • Glicoproteine ​​associate al tumore (CA 125, CA 19-9. CA 15-3)
  • Cheratoproteine ​​(UBC, SCC, TPA, TPS)
  • Proteine ​​enzimatiche (PSA, enolasi neurone-specifica)
  • Ormoni (calcitonina)
  • Altra struttura (ferritina, IL-10)

Per valore per il processo diagnostico:

  • Il principale - è inerente alla massima sensibilità e specificità per un tumore particolare.
  • Minore - ha una piccola specificità e sensibilità, viene utilizzato in combinazione con il principale marker tumorale.
  • Ulteriore: rilevato con una varietà di neoplasie.

Esami del sangue per sospetta oncologia: decifrare la norma di deviazione

Le malattie oncologiche sono il flagello dell'umanità. Oggi l'oncologia è al secondo posto dopo le malattie cardiovascolari nell'elenco delle cause di mortalità. La situazione è complicata dal fatto che non è stato ancora sviluppato un metodo per il trattamento delle neoplasie maligne, sebbene la comunità scientifica mondiale stia compiendo ogni sforzo per risolvere questo problema..

E, sebbene la diagnosi di cancro sembri una condanna a morte, in alcuni casi può essere trattata con successo, soprattutto se il tumore viene rilevato nelle prime fasi. Ma qui c'è un ostacolo: spesso non è possibile determinare l'insorgenza della malattia, poiché può essere completamente asintomatica.

Sintomi che indicano la presenza di oncologia:

I sintomi dipendono in gran parte dalla posizione, dalle dimensioni e dal tipo di tumore e, come menzionato sopra, potrebbero non verificarsi affatto, se stiamo parlando delle fasi iniziali. Pertanto, il punto chiave nella diagnosi del cancro sono gli esami preventivi tempestivi da parte di uno specialista.

I seguenti sintomi comuni aiuteranno a sospettare la presenza di un tumore:

  • Tosse frequente;
  • emorragia
  • Cambiamenti di colore e dimensione delle talpe;
  • Disturbi del sistema escretore;
  • Guarnizioni e gonfiore sul corpo;
  • Perdita di peso inspiegabile;
  • Fatica.

Diagnosi del cancro

I moderni metodi per la diagnosi del cancro includono:

  • Metodo di ricerca ad ultrasuoni;
  • Metodo di esame endoscopico;
  • Risonanza magnetica;
  • Esame radiografico;
  • Ricerca di laboratorio;
  • Metodi cito-istologici (biopsia).

Esami del sangue come metodo per rilevare il cancro

Prima di tutto, vale la pena notare che non è possibile determinare la presenza di una neoplasia maligna mediante esami del sangue o delle urine, poiché tale studio non è specifico rispetto alle neoplasie. Ma in ogni caso, le deviazioni dalla norma indicano un processo patologico nel corpo, che fornisce una seria ragione per ulteriori esami medici.

Analisi del sangue generale

L'analisi generale comprende lo studio di tutti i tipi di globuli: globuli rossi, globuli bianchi, piastrine, loro composizione quantitativa e qualitativa, determinazione della formula dei leucociti (percentuale di diversi tipi di leucociti) ed ematocrito (volume dei globuli rossi), misurazione del livello di emoglobina.

Il prelievo di sangue per analisi viene effettuato al mattino rigorosamente a stomaco vuoto. Il giorno prima dell'analisi, si consiglia di rifiutare di accettare cibi grassi e pesanti, altrimenti questo può portare a indicatori errati. Per la ricerca, viene prelevato sangue capillare, di solito dall'anulare, utilizzando un ago monouso sterile. In alcuni casi, il sangue può essere prelevato da una vena. Un esame del sangue generale è il test più comune e spesso prescritto, quindi non è difficile farlo - basta contattare la clinica più vicina.

Durante la decodifica dell'analisi del sangue generale, il medico attira prima l'attenzione su indicatori come:

  • La velocità di eritrosedimentazione (VES);
  • Emoglobina;
  • globuli bianchi.

Il tasso di VES per gli uomini è di 1-10 mm / ora, per le donne - 2-15 mm / ora. La deviazione da questi indicatori indica un processo infiammatorio e un'intossicazione generale del corpo. Il superamento di questo indicatore oltre i 60 mm / ora indica la rottura dei tessuti nel corpo e, di conseguenza, la presenza di neoplasie maligne. Va notato che il livello di VES dipende da molti fattori fisiologici e patologici e non è una conferma diretta della presenza di un tumore canceroso..

L'emoglobina è un composto chimico complesso di proteine ​​e ferro. È la presenza di atomi di ferro nel sangue che determina il suo colore rosso. La funzione principale è il trasferimento di ossigeno dal sistema respiratorio ai tessuti. Normalmente, il livello di emoglobina è: nelle donne - 120-150 g / l (durante la gravidanza - 110-155 g / l), negli uomini - 130-160 g / l. Una brusca diminuzione dell'emoglobina agli indicatori di 70-80 g / l, nonché un forte aumento di essa, può verificarsi con varie malattie oncologiche.

I globuli bianchi o globuli bianchi svolgono una funzione protettiva nel corpo. Purificano il sangue dalle cellule morte, combattono virus e infezioni. In media, il numero di leucociti nel sangue di una persona sana non supera un valore di 4 - 9 x 109 / l. Il contenuto di globuli bianchi nel sangue non è una costante e può variare durante il giorno. Ad esempio, questo indicatore aumenta leggermente dopo i pasti, nonché dopo lo stress fisico ed emotivo. Una forte riduzione o viceversa - un aumento dei globuli bianchi, come nel caso dell'emoglobina, può indicare lo sviluppo dell'oncologia, in particolare, varie forme di leucemia.

Chimica del sangue

L'analisi biochimica consente di analizzare il lavoro degli organi interni e di ottenere informazioni sul metabolismo. L'analisi viene eseguita rigorosamente a stomaco vuoto, pertanto, prima di visitare il laboratorio, si consiglia di rifiutare l'assunzione di cibo per 8-12 ore ed eliminare completamente l'uso di bevande alcoliche in due settimane. Dalla vena del gomito del paziente vengono prelevati circa 5 ml di sangue per analisi.

Decodifica degli indicatori di analisi biochimica:

Proteina C-reattiva (CRP) - come ESR, indica un processo infiammatorio nel corpo. Norma - 0 - 5 mg / l. La deviazione dalla norma si verifica con malattie autoimmuni, infezioni fungine, batteriche o virali, con tubercolosi, meningite, pancreatite acuta, neoplasie maligne con metastasi.

Il glucosio è il livello di "zucchero nel sangue". La norma è 3,33-5,55 mmol / l. I valori che superano la norma indicano lo sviluppo del diabete mellito, neoplasie maligne del pancreas.

Urea: il prodotto finale del metabolismo delle proteine ​​nel corpo, escreto dai reni. La norma è 2,5 - 8,3 mmol / l. Un aumento dell'indicatore indica deviazioni nel lavoro degli organi escretori.

La creatinina - come l'urea, è un indicatore della funzionalità renale. Norma 44-106 mmol / l.

La fosfatasi alcalina è un enzima presente in quasi tutti i tessuti del corpo. Norma - 30-120 unità / litro. Una maggiore concentrazione può indicare tumori nel tessuto osseo.

Gli enzimi AST (norma - 0-31 U / L nelle donne, 0-41 U / L negli uomini) e ALT (7-41 UI / L). Un aumento di questi indicatori è la prova della compromissione della funzionalità epatica..

Proteine ​​(albumina e globulina) - svolgono un ruolo importante nei processi metabolici. Standard: albumina - 35-50 g / l, globulina - 2,6-4,6 g / decilitro. La deviazione dal noma su o giù indica i processi patologici nel corpo.

Marcatori tumorali

Gli oncomarker sono proteine ​​specifiche prodotte da cellule di neoplasie maligne. Normalmente, tali proteine ​​sono assenti nell'uomo o sono contenute in piccole quantità. Ogni organo ha il suo marker tumorale, considera quelli più comunemente identificati:

Oncomarker CA 12, norma -

Esame del sangue oncologico

Molte malattie oncologiche si sviluppano quasi asintomaticamente, il che complica la loro diagnosi nelle prime fasi. Un esame del sangue per l'oncologia è un'opportunità per identificare lo sviluppo cellulare anormale. Test di laboratorio simili vengono utilizzati per determinare la malattia nelle fasi iniziali..

Indicazioni per la diagnosi

Con lo sviluppo delle cellule tumorali, è necessaria una maggiore quantità di nutrienti, che vengono assorbiti dalle cellule tumorali e avvelenati dai prodotti delle loro funzioni vitali. Questo processo provoca alcuni cambiamenti nel benessere del paziente: debolezza generale, affaticamento, perdita di appetito e peso. Se inizi a preoccuparti dei dolori forti e incessanti di un certo organo che non possono essere fermati dagli antidolorifici, si sviluppa l'infiammazione, le malattie croniche peggiorano, la temperatura aumenta senza motivo - questo dovrebbe servire come base per i test, per verificare e scoprire se ci sono focolai cancerosi nel corpo.

Un'indicazione obbligatoria per la trasmissione di un'analisi generale è il controllo sanitario preventivo annuale. Per la donazione di sangue per l'analisi biochimica e per i test a livello di proteine ​​sintetizzate dalle cellule tumorali, l'indicazione è una predisposizione al cancro a livello genetico e se si supera la soglia di età di 40 anni.

Cliniche leader in Israele

Quali esami del sangue mostrano il cancro

Il sospetto di cancro può derivare da studi generali e specifici. I processi patologici che si verificano sotto forma di cambiamenti nella composizione del sangue e nelle sue proprietà possono essere visti in:

  • Analisi generale;
  • Analisi biochimiche;
  • Analisi del marker tumorale.

Ricorda! Ma nessuna di queste analisi fornisce una garanzia al 100% di assenza o disponibilità, anche il più informativo è il marker tumorale. Tutti questi indicatori necessitano di conferma..

KLA - esame del sangue generale

Con i processi tumorali nel sangue, la composizione qualitativa e il livello dei leucociti (globuli bianchi) cambia. C'è un aumento del livello dei leucociti a causa di forme giovani. Quali indicatori indicano pre-cancro?

I globuli bianchi aumentano maggiormente (aumento delle proteine) in caso di carcinoma ematopoietico. Nel sangue possono essere rilevati precursori di linfociti e neutrofili - linfoblasti e mieloblasti. La formula dei leucociti rivela il rapporto tra i diversi tipi di leucociti nel sangue, che viene utilizzato per decodificare l'analisi.

Inoltre, nella maggior parte dei casi, nel sangue viene determinato un livello elevato di VES, ovvero la velocità di eritrosedimentazione. Questo indicatore caratterizza indirettamente il contenuto di proteine ​​plasmatiche. Né i farmaci antibatterici né antinfiammatori portano a una riduzione di questo indicatore..

Una diminuzione dell'emoglobina nel sangue può indicare la presenza di un processo tumorale nel sangue. Questa proteina è responsabile della consegna di ossigeno agli organi interni dai polmoni e viceversa - l'anidride carbonica. Se il paziente non ha perdita di sangue in assenza di operazioni, lesioni, mestruazioni e un aumento dell'emoglobina è impossibile, anche con la normalizzazione della nutrizione, questo dovrebbe allertare. Spesso si verifica una rapida diminuzione dell'emoglobina in presenza di oncologia dell'intestino e dello stomaco..

Con alcuni tipi di leucemia e oncologia del fegato, oltre a ridurre la VES, può esserci un basso livello di conta piastrinica e un aumento della coagulazione del sangue. Nel cancro dell'intestino crasso, l'analisi può mostrare anemia dovuta a sanguinamento latente. Con le metastasi tumorali, l'emoglobina diminuisce a causa di ripetuti danni al midollo osseo.

Analisi biochimiche

Lo scopo di un esame del sangue biochimico è quello di ottenere informazioni sul lavoro degli organi, la presenza nella giusta quantità di vitamine e minerali. Questo studio aiuta a trarre conclusioni sulla presenza di tumori cancerosi nel corpo, una deviazione di determinati valori dalla norma indica questo..

L'oncologia può essere sospettata se i seguenti parametri non sono normali:

  • Albumina e proteine ​​totali. Con lo sviluppo del cancro, la proteina prodotta viene attivamente consumata dalle cellule tumorali e ciò riduce significativamente la sua quantità totale nel sangue. Se il fegato è affetto da cancro, allora si nota una carenza di proteine ​​anche con una buona alimentazione;
  • Bilirubina, AlAT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi) e LDH (lattato deidrogenasi) possono aumentare con danni al fegato. Il blocco dei dotti biliari nei tumori del tratto biliare aumenta il livello di bilirubina;
  • Glucosio. Con i tumori riproduttivi (principalmente il sistema femminile), i polmoni e il fegato, compaiono i sintomi del diabete (aumento del livello di zucchero). Inoltre, c'è un cambiamento nel livello di glucosio nel carcinoma del pancreas, l'ormone pancreatico - l'insulina è responsabile della produzione di glucosio;
  • Fosfatasi alcalina. Questi valori aumentano con metastasi e tumori nelle ossa. Inoltre, un aumento dell'indicatore può verificarsi con il cancro del fegato o della cistifellea;
  • Urea. Un indicatore aumentato indica una patologia d'organo o c'è una rottura della proteina nel corpo, che è tipica per l'intossicazione del tumore;
  • Acido urico;
  • Gamma globulina;
  • CRP. Se l'indicatore è aumentato, è possibile: cancro ai polmoni, prostata, stomaco, ovaie;
  • Creatinina. Parla di ridotta attività renale, ma non è un indicatore altamente informativo.

Ricorda! Se si sospetta il cancro, i risultati di un'analisi biochimica non possono essere utilizzati come conferma della diagnosi. Anche se ci sono partite su tutti i fronti, dovrebbero essere condotte ulteriori ricerche..

La decrittografia dei dati deve essere eseguita da un medico competente in grado di riconoscere correttamente i valori dalle analisi dettagliate e trarre conclusioni.

Analisi di base

Le analisi generali e biochimiche creano solo un quadro generale della presenza di processi anormali nel sangue e il risultato dell'analisi per le cellule tumorali (chiamati marker tumorali) consente di determinare la posizione del tumore maligno. L'analisi oncologica rivela specifici composti prodotti dal tumore stesso o dall'organismo in sua presenza.

Sebbene ci siano circa 200 marcatori tumorali, ne vengono utilizzati in gran parte circa 20. Alcuni di questi marcatori tumorali sono specifici, rilevano la presenza di alcuni tipi di cancro, altri vengono rilevati in vari tipi di cancro (l'alfa-fetoproteina si trova in quasi il 70% dei pazienti oncologici). Pertanto, per diagnosticare il tipo di tumore, vengono esaminate le combinazioni di marcatori tumorali generali e specifici:

  • Proteina S100 - cancro della pelle;
  • HCE, proteina S-100 - cancro al cervello;
  • SCC, CEA, NSE, CYFRA 21-1 - cancro ai polmoni, alla gola, alla lingua;
  • CEA, CA 19-9, CA 242– cancro dello stomaco e del pancreas;
  • CEA, CA-72-4 - cancro intestinale;
  • CA 19-9, AFP, CA-125 - cancro al fegato;
  • PSA - cancro della prostata (ghiandola prostatica);
  • AFP, hCG - carcinoma del testicolo;
  • CEA, CA-72-4, A-15-3 - carcinoma mammario;
  • Alfa-fetoproteina, SCC - cancro cervicale;
  • AFP, hCG, CA-125 - carcinoma ovarico.

Ma anche con tali analisi oncologiche, le informazioni sono preliminari. La presenza di antigeni può essere innescata da processi infiammatori e altre malattie e alcuni marcatori tumorali non vengono rilevati nei pazienti oncologici (il CEA è sempre più elevato del normale nei fumatori). Per questo motivo, la diagnosi deve essere confermata da studi strumentali..

Non perdere tempo a cercare un prezzo impreciso per il trattamento del cancro.

* Solo se si ottengono dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

È possibile determinare l'oncologia in modo affidabile da un esame del sangue?

I risultati degli studi di queste analisi possono solo indicare lo sviluppo della malattia; per una diagnosi accurata sono necessari studi più dettagliati. È impossibile diagnosticare la presenza del cancro solo mediante esami del sangue. Va inoltre tenuto presente che, a seconda dell'età e del sesso, gli indicatori possono cambiare, ci sono ragioni fisiologiche per aumentare o diminuire i dati. I segni di cancro per emocromo sono indiretti e devono essere confermati.

Preparazione per la consegna

Per l'affidabilità dei risultati di un esame del sangue, la preparazione del materiale deve essere adeguatamente preparata. La donazione di sangue è necessaria a stomaco vuoto - l'ultimo pasto e bere acqua dovrebbe essere mezza giornata prima della donazione di sangue. Si consiglia di donare il sangue stesso fino alle 11 del mattino. Pochi giorni prima della donazione di sangue, è necessario limitare l'uso di cibi grassi, fritti e piccanti, escludere alcol, droghe. Pochi giorni prima del test, non sovraccaricare fisicamente e mentalmente. Smetti di fumare 3-4 ore prima della consegna.

Se sei testato per un marker di cancro alla prostata, allora rinuncia al sesso una settimana prima del campionamento. Per un'analisi più affidabile, dovresti prima curare tutte le infezioni esistenti, in quanto possono macchiare il quadro della malattia..

Il sangue per il test dell'antigene viene prelevato da una vena, la risposta è di solito pronta in pochi giorni.

Ricorda! Un esame del sangue non può fornire una garanzia del 100% di affidabilità nella diagnosi del cancro. Non trarre conclusioni affrettate e non fare una diagnosi da solo.

Tassi di cancro nelle donne

Il sistema riproduttivo femminile è ad alto rischio di cancro, in particolare le ghiandole mammarie, e l'epitelio cervicale è soggetto a degenerazione maligna. È necessario considerare attentamente gli esami e prestare attenzione ai seguenti risultati degli studi clinici:

  • Aumento del glucosio (diventa un presagio di cancro dell'utero e delle ghiandole mammarie);
  • La presenza simultanea di alfa-fetoproteina e SCC indica un rischio di cancro cervicale, la glicoproteina CA 125 indica una minaccia di cancro endometriale. HCG, CA 125 e AFP - possibile carcinoma ovarico, una combinazione di marcatori tumorali CA 72-4, CA 15-3 e CEA - il tumore può trovarsi nelle ghiandole mammarie.

Misure preventive: l'autoesame del seno, una visita a un ginecologo aiutano a diagnosticare il cancro nelle fasi iniziali, non trascurare questo.

Una buona analisi è possibile con l'oncologia?

Se i risultati positivi dei marcatori tumorali non sono una conferma al cento per cento della presenza di cancro, può essere il contrario - i test non mostrano lo sviluppo del cancro, ma è presente? Sì, e questo è possibile. Questi risultati possono essere influenzati dalle piccole dimensioni del tumore o da alcuni farmaci che il paziente sta assumendo. Ciò significa che quando si eseguono esami del sangue, è importante avvertire il medico di assumere determinati farmaci.

Anche con buone analisi e la mancanza di dati sull'oncologia con diagnostica strumentale, ma con lamentele del dolore, l'oncologia può essere presente. Potrebbe essere un tumore extraorganico. Ad esempio, una varietà retroperitoneale di un tale tumore viene rilevata già in 4 fasi. Anche l'età del paziente è importante, poiché nel corso degli anni il metabolismo rallenta e gli antigeni entrano nel sangue tardi.

Video correlato:

Domanda risposta

Perché, quando si esegue un esame del sangue, viene gocciolato su un bicchiere?

Il sangue sul vetro si asciuga, dopo che è stato macchiato in modo speciale e la leucoformula è contata al microscopio.

Che cos'è un esame del sangue rapido? Come è diverso dal solito?

Nell'analisi espressa, la velocità è importante. Il sangue prelevato viene immediatamente prelevato per l'elaborazione e la risposta non deve attendere un paio di giorni. Ciò consente di risparmiare tempo e allo stesso tempo aiuta a identificare la patologia il più rapidamente possibile..