Tutto su marcatore tumorale CEA

Melanoma

Il cancro è la peggiore malattia del nostro tempo. Non per niente fu inizialmente chiamato la peste del 20 ° secolo e ora del 21 ° secolo. Nessuno è al sicuro da questa malattia mortale, ma solo le prime fasi di questa malattia offrono una possibilità di guarigione. Il problema è che all'inizio il cancro spesso non dà sintomi evidenti, e quindi i pazienti cercano un aiuto medico troppo tardi. Ecco perché dovrebbe essere periodicamente in caso di dubbio o sospetto donare sangue al marcatore tumorale CEA (antigene embrio-canceroso), che consente di determinare rapidamente le condizioni di molti organi.

A volte c'è un altro nome per questo marker tumorale - CEA. In effetti, il marcatore tumorale CEA è un'abbreviazione inglese per il nome di antigene carcinoembriotico, cioè "Antigene carcinoembryonic" che è tradotto in russo e significa CEA.

Cancro: pericolo, conseguenze, cause

La malattia, comunemente nota come "cancro", è una neoplasia maligna che si sviluppa quando le cellule normali iniziano a degenerare e mutare. Nel tempo, il tumore cresce in tessuti sani del corpo, formando metastasi e, in assenza di un trattamento tempestivo, è in grado di "catturare" l'intero corpo. Questa malattia attraversa quattro fasi e solo all'ultimo, quarto, compaiono metastasi, che è quasi impossibile far fronte.

Con metastasi, i fuochi di un tumore canceroso si diffondono in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno o attraverso la linfa. Questo processo è irreversibile e la terapia può solo alleviare leggermente le condizioni del paziente e prolungare brevemente la sua vita. Se una piccola parte dei tessuti è interessata dalle metastasi, possono essere rimosse chirurgicamente e i tessuti sani adiacenti vengono solitamente rimossi per prevenire una ricaduta della malattia. La chemioterapia viene spesso utilizzata per il trattamento, questo tipo di trattamento consente di interrompere o rallentare la diffusione delle metastasi..

Se si sottopone regolarmente a un esame fisico preventivo e si eseguono i test necessari (compresi i marcatori del cancro), è possibile rilevare il cancro in una fase precoce e questo offre un'altissima possibilità di recupero. Se compaiono sintomi fastidiosi, consultare immediatamente un medico per un esame. L'analisi sul marker tumorale CEA consentirà di determinare la presenza di un tumore maligno nel corpo, lo stadio della malattia, oltre a prevenire l'insorgenza e lo sviluppo della malattia.

Cause di cancro

Fino ad ora, medici e scienziati stanno lottando con la domanda su quale sia esattamente la principale causa di cancro, perché persone di tutte le età, stato sociale e che vivono in condizioni diverse soffrono di questa malattia. A volte anche mantenere uno stile di vita sano non salva una persona da un tumore maligno. Ad oggi, ci sono una serie di fattori esterni che possono scatenare l'insorgenza del cancro:

  • fisico (questi includono radiazioni UV, radiazioni);
  • prodotto chimico (il cancro può verificarsi a seguito dell'uso di vari agenti cancerogeni contenuti in droghe, sigarette, alcool);
  • biologico (principalmente virus e effetti delle malattie virali).

Inoltre, si può distinguere un fattore interno che porta a un indebolimento dell'immunità e dà un impulso alla degenerazione delle cellule - questo è lo stress. Esistono statistiche su cui la maggior parte dei malati di cancro ha subito gravi stress psicologici prima dell'inizio della malattia. Pertanto, è molto importante proteggersi dalle emozioni negative e cercare di condurre uno stile di vita sano. Ciò aumenterà significativamente le possibilità che una terribile malattia passi..

Cosa mostrano gli oncomarker?

Durante la degenerazione di cellule sane, vengono secrete sostanze speciali proteiche - i marcatori tumorali. Anche le cellule tumorali li secernono. Nel corpo di qualsiasi persona, questi marker tumorali lo sono, ma non puoi preoccuparti se il loro numero non va oltre la norma. In alcuni casi, e nelle persone sane, aumenta il numero di marker tumorali nel sangue. Le ragioni sono diverse: raffreddore, gravidanza, fumo. Ma per capire la ragione di questo comportamento dei marker tumorali, è necessario un esame completo.

Gli scienziati hanno identificato oltre duecento varietà di marker tumorali, di cui solo venti sono necessari per diagnosticare il cancro. È importante sapere cosa indica ciascuno di essi una malattia che si sviluppa in un particolare organo. Ad esempio, un marcatore tumorale elevato del PSA può indicare lo sviluppo del cancro alla prostata. Con questa malattia, il tumore è localizzato nei dotti della prostata e occasionalmente nei canali uretrali. Per confermare o confutare la diagnosi, è necessario prendere il tessuto prostatico per la biopsia. Dopo il trattamento corretto, il valore dell'indicatore di questo marker tumorale dovrebbe diventare zero. Se continua a salire, ciò indica una possibile ricaduta della malattia.

Per le donne, importanti tipi di marker tumorali a cui prestare attenzione sono CA 15-3, CA 27 e CA 29, che, se superati, possono indicare il cancro al seno. Ma in alcuni casi, un aumento dei loro indicatori indica una gravidanza, quindi questo fattore deve essere escluso. Il carcinoma ovarico è indicato da livelli elevati di CA 125.

Il marcatore tumorale CEA può indicare tumori maligni in vari organi: stomaco, polmoni, prostata, utero, ghiandola mammaria, retto e colon, ecc. Se una persona è sana, il suo corpo praticamente non produce questo antigene, quindi la sua presenza nel sangue è un'occasione sottoporsi al test per malattie come l'epatite o l'insufficienza renale.

I concorrenti come CA 19 e CA 242 aumentano con tumori maligni nel colon e nel retto, così come nel pancreas. Con il cancro al polmone, che si trova spesso nei fumatori, i valori di CYFRA 21-1 e TPA saranno elevati e il cancro alla vescica porterà ad un aumento dell'NMP22. Se il paziente ha un rischio di tumori nel sistema endocrino o nervoso, vale la pena prestare attenzione all'indicatore di cromogranina A.

Pertanto, i test per vari marcatori tumorali offrono l'opportunità non solo di riconoscere il cancro e la fonte del tumore nel tempo, ma anche di determinare il gruppo di rischio del paziente.

Cosa significa marcatore tumorale CEA??

L'interpretazione del nome "marcatore tumorale CEA" significa "agente cancerogeno-embrionale". La sua produzione avviene principalmente nei tessuti dell'embrione, cioè nel processo di sviluppo fetale. Dopo la nascita del bambino, questo marker praticamente cessa di essere prodotto nel suo corpo, quindi il livello di CEA diminuisce. Se un adulto è fisicamente sano, nell'analisi CEA il suo valore è generalmente zero o molto piccolo. In generale, se questo marker tumorale è stato trovato nel sangue, è necessario considerare attentamente i risultati del test e sottoporsi a un esame più approfondito..

Norma CEA e alcuni altri marker tumorali comuni:

  • CEA: se una persona non fuma, l'indicatore non deve superare 2,5 ng / ml e, se fuma, il valore non deve superare 5 ng / ml. Se il CEA viene aumentato a 10 ng / ml, ciò può indicare la presenza di un tumore benigno o che il soggetto soffre di fumo. Dal primo al quarto stadio del cancro, il valore dell'indicatore è aumentato in modo equivalente dal 30 al 65%.
  • HCG - durante la gravidanza, la placenta secerne questo ormone, se il suo valore è troppo alto, questo potrebbe indicare un tumore dell'embrione o della madre.
  • AFP - la normale alfa-fetoproteina è 0-10 UI / ml, nei neonati e nelle donne in gravidanza, il suo valore può essere aumentato.
  • PSA - la norma di questo marker tumorale è inferiore a 4 ng / ml, il suo aumento può indicare malattie della ghiandola prostatica, incluso il cancro.
  • CA 125 - i valori normali per questo marker sono 0-35 U / ml. Il superamento della norma può indicare il cancro al seno, alle ovaie, all'utero o all'intestino..

Quando il marker del cancro parla di cancro?

Anche se il valore del marker tumorale aumenta e supera la norma, questo non è un motivo per la diagnosi al 100% di un tumore maligno. Questo di solito è il caso, ma ci sono altri motivi per la crescita di questo indicatore. Le neoplasie benigne portano anche ad un aumento dell'agente cancro-embrionale.

È abbastanza semplice distinguere tra un tumore maligno e benigno: una neoplasia benigna è sempre racchiusa in una membrana che impedisce al tumore di diffondersi ai tessuti e agli organi vicini, grazie al quale è possibile rimuovere chirurgicamente l'intero tumore insieme alla sua membrana. Un tumore maligno, cioè il cancro, non ha una tale membrana, quindi le metastasi possono diffondersi rapidamente dalla fonte della malattia in tutto il corpo.

Anche il CEA aumenta con una ridotta immunità e un corpo indebolito. Pertanto, è importante prestare attenzione a tutti i sintomi allarmanti, in particolare i seguenti:

  • il tumore è visibile o è palpabile;
  • turbato da mancanza di respiro e tosse;
  • aumento della temperatura corporea;
  • fatica cronica;
  • sudorazione di notte;
  • perdita di appetito e problemi con le feci;
  • rapida perdita di peso senza motivo apparente;
  • la comparsa di un gran numero di talpe in breve tempo;
  • sanguinamento che si verifica frequentemente e la causa non può essere determinata;
  • le ferite guariscono troppo a lungo;
  • dolori doloranti.

Questa sintomatologia è comune per tutti i tipi di malattie oncologiche, pertanto, se viene rilevato uno dei suddetti sintomi, è necessario consultare un medico il più presto possibile per l'esame. Ricorda, i primi stadi del cancro sono curabili, ma ogni giorno conta..

Tra le cause non oncologiche di un aumento del marker tumorale CEA (S-CEA), si possono distinguere malattie come:

  • cirrosi epatica;
  • epatite cronica;
  • polmonite;
  • pancreatite
  • bronchite;
  • colite ulcerosa;
  • fibrosi cistica;
  • insufficienza renale;
  • enfisema polmonare;
  • polipi nel retto, ecc..

Come viene eseguita l'analisi REA??

L'analisi del marker tumorale CEA viene eseguita al mattino a stomaco vuoto. È necessario prepararsi adeguatamente affinché i risultati dello studio siano quanto più precisi possibile:

  • prima dell'analisi, non è necessario mangiare 12 ore o più;
  • 1-2 settimane prima del giorno dell'esame, interrompere l'assunzione di tutti i medicinali;
  • evitare un maggiore sforzo fisico;
  • escludere cibi fritti e grassi, bevande alcoliche al giorno;
  • se possibile, eliminare o limitare severamente il fumo.

Per analisi, viene prelevato sangue venoso o, in alcuni casi, urina. Grazie a questo studio, è possibile determinare la dinamica con cui si sviluppano i tumori, il luogo della loro dislocazione, lo stadio della malattia e anche rilevare il rischio di diffusione delle metastasi nei tessuti ancor prima che appaiano. Di solito, i risultati dell'analisi del marker tumorale CEA sono pronti in 1-3 giorni.

Prevenzione e cura del cancro

Al fine di ridurre il rischio di sviluppare il cancro, oltre a ridurre i livelli sovrastimati di CEA, è necessario condurre uno stile di vita sano, camminare spesso all'aria aperta, evitare situazioni stressanti e sottoporsi regolarmente a visite mediche. Inoltre, dovresti seguire una dieta speciale, che comprende piante verdi, frutta e verdura con proprietà anti-cancro (agrumi, ananas, pesche, pomodori, zucchine, carote, aglio), brodo di rosa canina e tè verde.

Per il trattamento del cancro, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • Intervento chirurgico - adatto solo per le fasi iniziali del cancro, quando le metastasi non si sono diffuse ad altri organi e tessuti, rimuove i tessuti interessati e intere aree, non ci sono effetti collaterali gravi.
  • Chemioterapia: con l'aiuto di sostanze chimiche speciali, il processo di metastasi viene rallentato o completamente interrotto, ma l'effetto negativo si verifica anche su cellule sane.
  • Radioterapia - irradiando i tessuti malati.
  • Terapia ormonale - un metodo aggiuntivo per il trattamento del cancro del sistema riproduttivo.

Il cancro può essere curato se viene rilevato in tempo e viene avviata la terapia appropriata..

Marcatore tumorale Rea: che significa e mostra la norma nelle donne

Gli antigeni nella diagnostica oncologica svolgono un ruolo importante, in particolare il marker tumorale CEA. La determinazione della presenza di questa proteina è necessaria per identificare un tumore maligno, un tumore di natura benigna, per prevedere la malattia con lo sviluppo di metastasi. Con l'aiuto dell'analisi sulla diagnostica delle ricadute CEA viene effettuata.

Questo metodo di ricerca aiuta a determinare lo stadio della patologia e nella selezione della terapia antitumorale. Per un esame completo, insieme a uno studio sul livello del marker tumorale CEA, i medici spesso prescrivono uno studio per altri marker tumorali, nonché ulteriori misure diagnostiche, come imaging a risonanza magnetica calcolata, radiografia, ultrasuoni, biopsia.

Cos'è il CEA

Il marcatore tumorale CEA è un composto proteico specifico ed è ampiamente usato in oncologia, perché in una persona sana un tale antigene è quasi sempre assente, ad eccezione della gravidanza. Il fatto è che un antigene canceroso (più precisamente, un cancro-embrionale) viene prodotto in un embrione dai tessuti del suo pancreas e del tratto gastrointestinale, stimolando la divisione cellulare. Alcune parti di una specifica proteina possono anche entrare nel flusso sanguigno della madre. Quando nasce un bambino, il suo corpo interrompe la produzione di questo antigene o lo sintetizza in una quantità molto piccola.

  1. MARE - antigene sarcomoembryonic;
  2. KEA - antigene carcinoembryonic.

Molti non capiscono cosa significhi questa o quell'abbreviazione, ma dal nome tutto diventa chiaro. Ad esempio, il marcatore tumorale CEA significa che una persona ha il sarcoma, CEA si riferisce al carcinoma. Queste designazioni sono usate molto raramente, poiché ulteriori studi, come una biopsia con istologia e citologia, sono necessari per determinare la struttura istologica del tumore..

Cosa mostra il marker tumorale

Molto spesso, sono necessari esami del sangue per CEA per determinare la presenza di una lesione cancerosa nel corpo, principalmente nel colon e nel retto. Oltre alle neoplasie del retto e del colon, il marker tumorale CEA aumenta con il cancro al seno con metastasi ad altri organi, in particolare con la diffusione di metastasi nel tessuto osseo. Inoltre, i marcatori tumorali CEA sono allo studio nella diagnosi di tumore ai polmoni, alle ghiandole mammarie, all'utero, alle appendici, alla prostata, al fegato.

Un aumento del contenuto di antigene embrionale-cancro (CEA) può verificarsi non solo con il cancro, ma anche con malattie in diversi organi e sistemi, come:

  • pancreatite grave;
  • polmonite;
  • colite ulcerosa;
  • tubercolosi;
  • cirrosi epatica.

L'analisi CEA può mostrare un risultato positivo se una persona fuma, consuma molto alcol, ha malattie autoimmuni e neoplasie di un decorso benigno. Se la quantità di CEA è aumentata troppo bruscamente, questo è solitamente associato precisamente alla crescita attiva delle neoplasie maligne o alla diffusione delle metastasi. Durante il cancro, la maggior parte dell'antigene si trova nel sangue del paziente, ma può anche essere presente nell'effusione di ascite, nel liquido pleurico, nelle urine e nella secrezione gastrointestinale. Lo sviluppo della recidiva utilizzando questo studio può essere rilevato sei mesi prima che compaiano i primi segni..

Indicazioni per l'analisi

È necessario un esame del sangue per CEA durante lo screening di routine delle persone a rischio per:

  • Morbo di Crohn;
  • lavorare con prodotti chimici in industrie pericolose;
  • predisposizione ereditaria;
  • colite ulcerosa.

Uno studio del marcatore CEA è condotto per identificare l'efficacia del trattamento oncologico, nonché per determinare il verificarsi di una ricaduta in modo tempestivo. Uno studio è in corso su questo antigene quando compaiono i sintomi del cancro. Il quadro clinico, a seconda della posizione del processo tumorale, può essere variato, ma i sintomi comuni includono:

  1. Perdita improvvisa e significativa del peso corporeo;
  2. Crescente debolezza, bassa capacità lavorativa;
  3. Aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES) in un esame del sangue clinico generale.

Se il marker è positivo, è necessario un esame completo, compresi i metodi diagnostici strumentali e di laboratorio.

Preparazione per il test

Un esame del sangue per i marcatori tumorali viene eseguito al mattino a stomaco vuoto. Il prelievo di sangue sul marker tumorale CEA viene eseguito dalla curva del gomito del paziente e lo studio stesso viene condotto con il metodo immunochemiluminescent. Affinché i risultati siano corretti, è necessario prepararsi adeguatamente allo studio del CEA (antigene embrio-tumorale):

  • il giorno prima dell'analisi, non mangiare fritto, affumicato e grasso e otto ore per escludere completamente il cibo;
  • alla vigilia dello studio, è consentito bere acqua pura e prima del prelievo del sangue stesso si consiglia di bere un paio di bicchieri d'acqua per prevenire la coagulazione del sangue nella beuta;
  • trenta minuti prima di arrivare all'analisi, non è necessario sovraccaricare fisicamente e proteggersi dalle esplosioni emotive;
  • il giorno prima dello studio, escludere i farmaci e, se ciò non è possibile, comunicare al medico il nome del farmaco, la dose e l'ora dell'ultima dose;
  • bere alcolici pochi giorni prima che l'analisi sia inaccettabile;
  • Puoi fumare entro e non oltre un giorno prima dell'analisi.

Se segui tutti questi consigli, il livello del marker tumorale sarà vero e la violazione di almeno un divieto può dare un risultato falso positivo..

Caratteristiche del marker tumorale

Il marcatore tumorale CEA ha la più alta specificità per il cancro gastrointestinale. Con l'aiuto dell'analisi del sangue CEA, è possibile rilevare la presenza di patologia molto prima della comparsa dei primi segni. Una delle caratteristiche di questo antigene è che il fumo influisce sul suo livello. Quindi nelle persone che fumano, la concentrazione del marker è maggiore rispetto a quelle che non fumano. Inoltre, gli uomini hanno tassi leggermente più alti rispetto alle donne. Un oncomarker viene utilizzato per diagnosticare il cancro, ma poiché può essere rilevato nel corpo delle persone non solo con un tumore, ma anche nei pazienti con raffreddore, anche con un risultato positivo, è necessario ripetere l'analisi e sottoporsi a un esame aggiuntivo.

Decifrare i risultati

La decrittazione del marker tumorale CEA deve essere eseguita esclusivamente dal medico. L'antigene viene calcolato in nanogrammi per millilitro di sangue e presenta una leggera differenza di livello negli uomini e nelle donne (nel sesso più forte, il tasso di CEA è leggermente più alto). L'analisi è decifrata come segue:

  1. Un indicatore superiore a 20 ng / ml indica molto probabilmente il cancro;
  2. L'indicatore è inferiore a 10, ma superiore a 5,5 ng / ml può indicare neoplasie benigne e malattie somatiche (a condizione che la persona non fumi).

È inaccettabile tentare autonomamente di decifrare l'analisi sul CEA e, sulla base di ciò, farsi delle diagnosi.

norme

Il tasso di marcatore tumorale CEA nelle donne è leggermente inferiore:

  1. Nei fumatori - da 0,75 a 8 ng / ml;
  2. Nei non fumatori - da 0,1 a 6 ng / ml.

Per gli uomini che fumano, la norma del marcatore tumorale CEA va da 0,85 a 9 ng / ml, mentre i non fumatori hanno una norma da 0,15 a 6,5 ​​ng / ml. Un aumento temporaneo di CEA nel sangue di una donna incinta è considerato normale, così come un aumento del livello di proteine ​​nel sangue di una donna di età superiore ai 50 anni, che è associato alla ristrutturazione ormonale. La tabella delle norme è la stessa per tutti i laboratori, ma il livello di antigene stesso può essere leggermente diverso se si conducono ricerche in diversi laboratori. Per questo motivo, il riesame deve essere effettuato nello stesso posto della prima volta, in modo che il medico possa tenere traccia delle dinamiche. Un basso livello di antigene nel sangue non significa una completa assenza di patologia, poiché alcune persone potrebbero essere insensibili ad esso.

Ragioni per l'aumento

Le ragioni dell'aumento del livello di questo indicatore dipendono dalla sua quantità. Quindi, con indicatori non superiori a 10 ng / ml in una persona, è possibile diagnosticare una neoplasia benigna o malattie somatiche. Un aumento del marker tumorale CEA è possibile con:

  • insufficienza renale;
  • tubercolosi;
  • pancreatite;
  • fibrosi cistica;
  • enfisema;
  • polmonite e bronchite;
  • cirrosi epatica;
  • Sindrome di Crohn;
  • ulcera del colon;
  • emangioma epatico;
  • poliposi, fibroma, lipoma o neuroma dell'intestino.

Se il CEA è aumentato in modo significativo e l'aumento stesso si è verificato bruscamente, allora questo indica un tumore maligno o le sue metastasi. Il marker è più informativo per il cancro del retto e del colon, il sistema bronco-polmonare, la pleura, lo stomaco, nonché per le metastasi del processo del cancro nell'osso. In misura minore, il livello di antigene aumenta con l'oncologia della cervice, delle ovaie, della ghiandola mammaria e tiroidea, dell'esofago o della vescica. Per confermare la diagnosi, lo studio viene eseguito più volte nello stesso laboratorio. La diagnosi deve essere integrata da altri metodi con i quali è possibile identificare un tumore, le sue metastasi in altri organi e altre malattie.