Nefrologo sul perché i reni falliscono e su come riconoscere la malattia mediante analisi

Carcinoma

Olga Valovik, nefrologo del Centro repubblicano per la riabilitazione medica e la balneoterapia di Minsk, ha studiato in dettaglio le malattie renali durante la sua carriera professionale. Sull'esempio dei suoi pazienti, vede che non ci sono situazioni senza speranza. Oggi, le persone che ricevono la terapia renale sostitutiva studiano, lavorano, viaggiano, la loro vita continua, ma con alcuni cambiamenti nel loro solito ritmo e stile di vita. La dialisi "ammorbidisce" le manifestazioni di insufficienza renale e un trapianto di rene restituisce alle persone una vita piena.

In un'intervista con TUT.BY, Olga Valovik ha parlato del motivo per cui i reni fanno male, quali sintomi indicano insufficienza renale e a cosa devi prestare attenzione nelle analisi delle urine e del sangue..

Olga Valovik si è laureata in medicina presso la Minsk State Medical University. Lavora presso il Centro repubblicano per la riabilitazione medica e la balneoterapia a Minsk. È la principale specialista freelance in nefrologia e terapia renale sostitutiva del Comitato sanitario del Comitato esecutivo della città di Minsk. È stata addestrata e addestrata in nefrologia, trapianto, terapia renale sostitutiva nelle principali cliniche in Bielorussia, la clinica britannica (Churchill Hospital, Oxford) e la Germania (Campus Charite Mitte, Berlino)

"Elevata creatinina nel sangue - un motivo per sospettare insufficienza renale"

- A causa della quale i reni spesso fanno male?

- Molto spesso ciò accade in un processo infiammatorio acuto, ma in questo caso molto probabilmente una persona avrà febbre alta e cambiamenti infiammatori nell'analisi generale del sangue e delle urine: il numero di leucociti e globuli rossi è aumentato. In questo caso, anche la perdita di proteine ​​nelle urine può aumentare - oltre 0,15 grammi al giorno.

Non esiste un processo infiammatorio nel rene con una buona analisi delle urine. Se il test delle urine è normale, non c'è febbre e il paziente dice che ha una sindrome del dolore - i problemi non sono con i reni.

È necessario prestare attenzione all'analisi del sangue generale. Nel processo infiammatorio, il numero di leucociti sarà superiore a 9 e il numero di pugnalata sarà superiore al 6%.

- Aumenterà anche la VES nel sangue?

- La velocità di ESR è fino a 15 mm / ora. Nel processo infiammatorio, l'ESR di solito aumenta. Tuttavia, è importante capire che un leggero aumento della VES in assenza di altri segni del processo infiammatorio nel corpo non è sempre un segno di patologia. Esiste una sindrome da tasso di sedimentazione eritrocitaria accelerata.

- Come fanno male i reni?

- Se questo è un processo infiammatorio acuto, allora la parte bassa della schiena fa male. Per valutare la sindrome del dolore, i medici usano la tecnica del "colpire". Il paziente ci gira le spalle, ci mette la mano e il secondo la bussiamo. Se il paziente non reagisce in alcun modo a questo, di solito non ha un'infiammazione acuta nei reni.

- La pielonefrite può verificarsi a causa del fatto che si è seduto su un raffreddore?

- Sì. Con l'ipotermia locale, può verificarsi un'infezione del tratto urinario inferiore, "sollevarsi" con lo sviluppo di pielonefrite acuta. In generale, un'infezione del tratto urinario inferiore (cistite, uretrite) è la causa più comune di pielonefrite acuta.

La pielonefrite ematogena è molto rara - è trasportata dal sangue. Ciò si verifica nelle persone con ridotta immunità (contro l'HIV, l'uso di farmaci immunosoppressori) con lo sviluppo della sepsi, cioè un'infezione generalizzata.

È molto importante trattare le infezioni del tratto urinario nelle donne in gravidanza e nei pazienti con diabete. Se ciò non viene fatto, aumenta il rischio di sviluppare pielonefrite con varie complicazioni.

- La pielonefrite può essere cronica?

- Può essere. In genere, la pielonefrite cronica si sviluppa una seconda volta in pazienti con una patologia del tratto urinario già esistente: urolitiasi, malattia renale policistica, malformazioni congenite del tratto urinario.
Se non vi è alcun motivo per il deflusso urinario alterato dai reni, è improbabile lo sviluppo di pielonefrite cronica.

- Con il sospetto di quali malattie i terapeuti indirizzano i pazienti a un nefrologo?

- La principale patologia che i nefrologi fanno è la malattia renale cronica. Si sviluppa a causa di glomerulonefrite, diabete mellito, ipertensione arteriosa, patologia ereditaria dei reni, malattie genetiche, anomalie congenite del tratto urinario, malattie reumatologiche e patologia renale nelle donne in gravidanza.

I nefrologi sono indicati a causa di elevati livelli di creatinina e urea nel sangue, presenza di proteine ​​o globuli rossi nelle urine, infezione del tratto urinario cronico e ipertensione che non possono essere trattati, con alterazioni dei reni visibili agli ultrasuoni, a causa dell'uso prolungato di non steroidei antinfiammatorio, diuretico, durante la pianificazione di una gravidanza, se durante le gravidanze precedenti una donna ha avuto problemi ai reni.

La creatinina è un prodotto del metabolismo della massa muscolare. Il suo livello sarà più basso se una persona ha paresi o paralisi, quando alcuni muscoli non funzionano. Con uno sforzo fisico significativo, ad esempio, negli atleti e nelle persone che sono attivamente coinvolti nel fitness, i livelli di creatinina saranno leggermente più alti. Inoltre, un numero maggiore di creatinina può essere nelle persone obese..

"I reni filtrano circa 1.500 litri di sangue al giorno"

- Cosa causa l'insufficienza renale??

- Una causa comune di insufficienza renale acuta è l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei. Soprattutto se presi insieme agli ACE-inibitori, questi farmaci sono prescritti per abbassare la pressione sanguigna. E questa combinazione è abbastanza pericolosa. Questi farmaci colpiscono i vasi renali: alcuni sull'arteria in arrivo e il secondo sull'esterno. La pressione nelle arterie è livellata, i reni smettono di filtrare il sangue e possono verificarsi insufficienza renale acuta.

Sì, possono esserci rigide indicazioni mediche per questi medicinali, quindi possono essere assunti - ma solo come prescritto dal medico e sotto la sua supervisione, con il monitoraggio del livello di creatinina nel sangue. E succede che le persone bevono queste pillole, cercando di far cadere la febbre, tre pezzi al giorno, mentre il medico non le prescrive. Il risultato di tale "trattamento" può essere un'insufficienza renale acuta, specialmente in condizioni di disidratazione su uno sfondo di temperatura corporea elevata.

Nelle persone anziane, l'insufficienza renale acuta si verifica spesso a causa del fatto che bevono poca acqua. Norm - 30 ml per 1 kg di peso corporeo al giorno. Le eccezioni possono essere solo per le persone con problemi cardiaci, quando il cuore non riesce a far fronte e appare un gonfiore. In questo caso, la quantità di acqua per il paziente deve essere limitata dal medico curante.

Succede anche che riceviamo pazienti con insufficienza renale a causa di avvelenamento. C'è stata una storia in cui un uomo e sua moglie hanno dipinto le pareti di una cantina e sono stati avvelenati dal vapore di toluene. È contenuto in una normale vernice..

- Perché i reni hanno fallito a causa di questo??

- Un rene è un lavoratore d'organo. Filtra e visualizza tutto ciò che una persona ha mangiato, bevuto e respirato. I reni lavorano tutto il giorno e circa 1.500 litri di sangue vengono filtrati al giorno. Gli aminoacidi e altre sostanze benefiche vanno all'organismo e tutto il resto - urea, creatinina, basi azotate e prodotti di scarto - viene escreto nelle urine.

Questa coppia di sposi respirava toluene e i reni non potevano farcela. Per quanto ne so, l'uomo si è già ripreso e sua moglie è ancora in clinica.

- L'insufficienza renale può essere cronica. Come si sviluppa?

- Ora usiamo il termine "malattia renale cronica". Ha cinque fasi. I primi due procedono senza compromissione della funzionalità renale e, a partire dal terzo stadio, insufficienza renale cronica.

Abbiamo già discusso le principali cause della malattia renale cronica, ma è importante notare che oggi, come in tutto il mondo, le cause più comuni dello sviluppo della malattia renale cronica sono danni renali secondari nei pazienti con ipertensione e diabete mellito..

- Cosa succede ai reni a causa di diabete e ipertensione??

- L'ipertensione arteriosa e il diabete mellito colpiscono i vasi renali, il flusso sanguigno nei filtri renali è disturbato e la loro funzione diminuisce gradualmente.

Calcoli renali formati a causa dell'acqua di rubinetto

- Da dove compaiono calcoli di corallo nei reni?

- Può essere influenzato da un fattore ereditario, una violazione dei processi metabolici nel corpo.

Esiste ancora una condizione endocrinologica come l'iperparatiroidismo. Questa è la produzione in eccesso di ormone paratiroideo da parte di una ghiandola paratiroidea ingrossata. Di conseguenza, lo scambio di calcio e fosforo viene interrotto. Di conseguenza, aumenta il livello di calcio nel sangue, che può essere depositato nei reni sotto forma di pietre di corallo. Una persona viene curata per l'urolitiasi, e poi si scopre che la causa dei calcoli renali era l'iperparatiroidismo, ed era necessario trattarlo prima.

- La formazione di pietre dipende da ciò che mangi.?

- Pietre di corallo, di regola, - no, ma quelle ordinarie - forse.

Le pietre possono verificarsi con determinate preferenze alimentari, anche a causa dell'acqua che bevi. Avevo una famiglia con ossaluria, cioè avevano ossalati nelle urine.

Si è scoperto che questa famiglia beve acqua di rubinetto, e contiene molti sali di calcio, e in seguito si sono formati calcoli da questi sali. L'acqua dura deve essere filtrata.

- L'insufficienza renale può portare all'emodialisi?

"Lei conduce a lui." E sebbene sia impossibile arrestare completamente l'insufficienza renale, il processo di morte glomerulare può essere completamente inibito e, di conseguenza, ritardare l'insorgenza della dialisi. Con l'aiuto del consiglio di un nefrologo, molte persone stanno riconsiderando il loro stile di vita, le loro abitudini e iniziano a vivere in un modo nuovo. Inoltre, prima i medici rilevano la malattia, più è probabile che il processo possa essere interrotto.

- Che tipo di cibo amano i reni??

- Mangiare sano. Ai reni non piacciono le sostanze estrattive, i conservanti, perché devono filtrare tutto. Dalla mia pratica, posso dire che le persone che cucinano cibi fatti in casa non mangiano cibi pronti, piatti culinari, salsicce, salsicce, cibo in scatola, carni affumicate e la malattia ha un corso migliore e più favorevole.

"Una persona potrebbe anche non sentire come i reni hanno fallito"

- Quanti pazienti in dialisi in Bielorussia?

- La prevalenza dello stadio terminale della malattia renale cronica, che richiede la dialisi - 350 persone per 1 milione di abitanti. Esistono diversi centri per l'emodialisi a Minsk e centri satellite sono situati in tutto il paese. Di norma, la dialisi viene eseguita tre volte a settimana per quattro ore. Non pensare che le persone in dialisi conducano uno stile di vita solitario: molti di loro viaggiano per il mondo e subiscono la dialisi nel paese in cui vanno. Ora il mondo è cambiato molto, c'è sempre l'opportunità di condurre il tuo solito stile di vita.

Oggi i pazienti in dialisi sono sostanzialmente "vecchi". Nel 2007, quando andai nel Regno Unito per uno stage, fummo portati al dipartimento di dialisi e fui sorpreso che lì c'erano pazienti anziani. A quel tempo, avevamo quasi un giovane in dialisi. Ora abbiamo la stessa foto del Regno Unito, ma sono passati solo 12 anni. L'età media dei pazienti in dialisi in Bielorussia tra gli uomini è di 50 anni, le donne di 58-60 anni.

Tutti i pazienti in dialisi sono potenziali candidati al trapianto di rene. Il trapianto di rene può migliorare significativamente la qualità e aumentare l'aspettativa di vita di una persona con uno stadio terminale della malattia renale cronica.

- Cosa prova una persona quando i reni iniziano a fallire?

- Forse non sento niente. Il rene è un organo con enormi capacità di riserva. Anche quando danneggiati, i reni cercano di fornire la loro funzione per eliminare le sostanze tossiche. I segni della malattia possono comparire in alcuni casi solo con una diminuzione della funzionalità renale inferiore al 30%.

A causa del prolungato decorso asintomatico della malattia renale, le persone spesso cercano aiuto nelle fasi successive dell'insufficienza renale cronica. Nella mia pratica, c'era un caso in cui un ragazzo stava per arruolarsi nell'esercito: durante l'esame, ha rivelato un basso livello di emoglobina ed è stato inviato a un gastroenterologo. Ma si è scoperto che i suoi reni praticamente non funzionavano, rimaneva solo il cinque percento della loro normale funzione. Lo abbiamo portato urgentemente in dialisi.

E allo stesso tempo, il giovane non era preoccupato. Il corpo si è adattato a questa condizione..

- Capisco che il cancro del rene è un argomento per gli oncologi, ma i nefrologi lo incontrano nella loro pratica?

- A volte lo identifichiamo prima dai risultati di un esame ecografico e inviamo i dati del paziente agli oncologi.

- I reni con il cancro possono ferire?

- Di norma, no, ma se il tumore è apparso nella pelvi del rene e il deflusso di urina è compromesso, questo è possibile.

- Cosa deve essere fatto in modo che non ci siano problemi ai reni?

- Per la prevenzione, devi mangiare bene, smettere di fumare, muoverti di più, controllare il peso, la pressione sanguigna, il livello di zucchero, evitare l'uso incontrollato di farmaci tossici per i reni: antidolorifici e antibiotici.

Se una persona ha ipertensione arteriosa o diabete mellito e questi sono fattori di rischio per lo sviluppo della patologia renale, è consigliabile eseguire un esame delle urine generale, analisi delle urine per l'albuminuria una volta all'anno, un esame del sangue biochimico con una valutazione di glucosio, colesterolo, creatinina e calcolo della velocità filtrazione glomerulare.

Esami delle urine e del sangue per il carcinoma renale: metodi diagnostici

Il cancro del rene è una delle patologie più comuni. La formazione di cellule atipiche richiede molto tempo, quindi i pazienti spesso non sanno di essere portatori di una terribile malattia. Un aumento del numero di pazienti affetti da cancro e un aumento del tasso di mortalità rendono i medici "in grado di allarmare": secondo le statistiche, oltre il 68% dei pazienti va in clinica solo nelle fasi III e IV del cancro, il che rende l'operazione inefficace. I metodi terapeutici forniscono una remissione stabile solo nel 10% dei casi, i restanti pazienti muoiono. Ecco perché è importante diagnosticare la patologia in una fase iniziale di sviluppo. A cosa servono i diversi metodi di esame?.

Diagnosi della malattia: metodi e possibilità

Come la maggior parte dei tumori maligni, il carcinoma renale non presenta sintomi pronunciati ed è quindi estremamente difficile da identificare nelle fasi iniziali. Combinando le varianti della trasformazione neoplastica maligna del tessuto renale nel quadro istologico, la patologia viene rivelata dai sintomi renali: dolore, ematuria, tumore ed è integrata da manifestazioni di natura generale. I metodi che includono la diagnosi di carcinoma renale sono i seguenti:

  1. Test di laboratorio. Il prelievo di sangue e urine non può garantire la presenza di cancro, indicare solo informazioni preliminari sulla presenza della malattia, valutare le condizioni generali e fornire un quadro della diffusione della metostasi ad altri organi.
  • L'analisi delle urine è parte integrante di qualsiasi esame di laboratorio. La recinzione viene eseguita per esame chimico e microscopico, durante il quale diventano chiari i cambiamenti nella composizione dell'urina, la presenza di globuli rossi o cellule tumorali. In quest'ultimo caso, la diagnosi è confermata al 100%.
  • Un esame del sangue è un test che mostra la composizione cellulare del sangue. Nel caso dell'oncologia in fase avanzata, ci sono deviazioni significative dalla norma. Le modifiche riguardano una diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina (anemia), un aumento del contenuto di globuli rossi e dell'emoglobina (policitemia), un alto contenuto di leucociti e piastrine.
  • Un esame del sangue biochimico fornirà un quadro completo degli enzimi: urea, creatinina: un contenuto aumentato indica una diminuzione della funzionalità renale. Indicatori troppo alti spesso segnalano lo sviluppo di metastasi nel fegato e un livello costantemente alto è un segno di distruzione del tessuto osseo, il che significa che le metastasi sono già andate alle ossa.
  1. Visualizzazione di studi. Questi sono vari sistemi diagnostici strumentali: ultrasuoni, raggi X, campi magnetici e / o sostanze radioattive. La visualizzazione ti consente di:
  • Scopri se un tumore è benigno o maligno.
  • Determina la dimensione del tumore, la dinamica dello sviluppo e la diffusione agli organi, ai tessuti vicini.
  • Identificare la presenza e la diffusione delle metastasi.
  • Valutare il grado di malattia e confermare l'efficacia di un particolare tipo di trattamento.

E ora un po 'di più sulla ricerca strumentale. Perché sono preferite queste opzioni? Il fatto è che la presenza di carcinoma renale può essere rilevata senza una complessa e dolorosa procedura di biopsia. Una buona immagine dell'educazione e delle conoscenze speciali è sufficiente non solo per fare la diagnosi corretta con un'accuratezza del 100%, ma anche per conoscere il quadro clinico completo. A volte è sufficiente un solo tipo di studio, ma per chiarire i dettagli, possono essere necessarie tutte le possibili opzioni come la radiografia del torace o una scansione completa della struttura ossea.

CT (tomografia computerizzata)

Questo è un esame del paziente per mezzo di una radiografia, grazie alla quale si ottiene un'immagine delle sezioni trasversali. Pertanto, al posto di un'immagine, ce ne sono molte e su ciascuna è visibile un tumore, che consente di conoscere i più piccoli dettagli della malattia con una precisione unica. Uno studio viene condotto nella posizione del paziente mentre giace in una capsula speciale, viene spesso utilizzato un mezzo di contrasto iniettato attraverso una vena e se il paziente è allergico ad alcune sostanze iodate, il medico deve essere avvisato in anticipo. La TAC è indolore, rapida e, soprattutto, non si sposta, per non sporcare l'immagine.

Risonanza magnetica (risonanza magnetica)

Come la TC, la risonanza magnetica fornisce un'immagine completa dei tessuti molli e degli organi interni del paziente. Ma lo studio viene condotto con il metodo delle onde radio usando campi magnetici, che fornisce immagini più dettagliate, ma per il paziente una risonanza magnetica è leggermente meno conveniente di una TAC. Sdraiati più a lungo, il dispositivo stesso assomiglia a un tubo stretto, che può causare un attacco di claustrofobia, i suoni di sottofondo possono essere fastidiosi, ma per tutte le caratteristiche, la risonanza magnetica è un metodo efficace per riconoscere i tumori del cancro, la loro posizione, lo stadio di sviluppo, la presenza e la diffusione delle metastasi e offre una migliore qualità dell'immagine. Pertanto, vale la pena un po 'di inconveniente per ottenere una diagnosi accurata e di alta qualità, da cui dipendono il trattamento e la vita..

Importante! La risonanza magnetica è sempre prescritta quando è impossibile eseguire una TAC. Le ragioni possono essere: un'allergia al contrasto introdotto, una funzionalità renale estremamente ridotta.

Ultrasuoni (ultrasuoni)

L'immagine in questo studio è ottenuta attraverso l'uso di onde ultrasoniche riflesse dai tessuti sotto forma di segnali di eco. Il sensore percepisce i segnali e li converte in un'immagine visibile sul monitor. Essendo lo studio più indolore e confortevole per il paziente, l'ecografia viene eseguita senza l'introduzione di un mezzo di contrasto, non c'è esposizione alle radiazioni e suoni di sottofondo spiacevoli.

Inoltre, il quadro clinico è molto dettagliato e di alta qualità. In particolare, un'ecografia mostrerà:

  • la presenza di patologie nel rene;
  • tenuta della formazione, pienezza con liquido;
  • fase di sviluppo del tumore.

Nonostante il fatto che gli ultrasuoni con una precisione unica diano un'immagine della formazione, non si può dire se sia maligno. Ecco perché l'analisi richiede spesso metodi di ricerca aggiuntivi..

PET (tomografia a emissione di positroni)

Il metodo è il migliore per rilevare il cancro e la presenza di metastasi. Richiede l'introduzione di una sostanza radioattiva nella vena del paziente, ma la quantità di composizione è così piccola che il paziente non ha motivo di preoccuparsi. Le cellule tumorali sono un accumulatore intensivo di radiazioni, che consente allo scanner di mostrare la localizzazione della formazione con certezza e accuratezza. Sembra uno sfondo di luce intensa, che non riflette piccoli dettagli. Ma allo stesso tempo, il PET rivela metastasi, l'area della loro distribuzione e posizione. Questo fatto è particolarmente importante nel caso dell'assunzione della presenza di metastasi, ma l'impossibilità di confermare la loro TC o RM.

angiografia

Uno dei tipi di diagnostica a raggi X eseguita utilizzando un mezzo di contrasto. Fornisce un'immagine di una rete di approvvigionamento di sangue vascolare. È usato per determinare l'efficacia delle operazioni di rimozione di reni e tumori..

Radiografia del torace

Il metodo di esame viene utilizzato per escludere la diffusione di metastasi ai polmoni. Le formazioni che si sviluppano nelle fasi successive del cancro spesso penetrano nel tessuto polmonare, il che aggrava il decorso della malattia. Se il medico sospetta la metastasi, può prescrivere una TAC..

Scintigrafia

Metodo per la diagnostica dei radionuclidi di tumori cancerosi. È richiesto l'uso di isotopi radioattivi assorbiti dalle cellule di formazione, il che fornisce un'immagine chiara della localizzazione degli oggetti tumorali e della loro distribuzione. Ai fini della diagnosi di metastasi in alcuni organi, è consentito l'uso di isotopi di diversa natura. La scintigrafia è necessaria per valutare le funzioni dell'organo, l'efficacia del trattamento selezionato e la dinamica della malattia.

Biopsia

Per esaminare le cellule tumorali al microscopio, viene prescritta una biopsia per il paziente: la rimozione di un piccolo pezzo di tessuto tumorale. Il metodo è usato raramente, poiché in oncologia del tessuto renale ci sono abbastanza tecniche visive. Ma in caso di inesattezza o insufficienza delle analisi, è necessaria una biopsia. Il tessuto viene campionato mediante puntura con un ago speciale nella regione lombare, la colonna di tessuto viene rimossa ed esaminata. Il processo è monitorato dagli ultrasuoni, quindi è esclusa la probabilità di un errore medico.

Il metodo viene talvolta chiamato biopsia da puntura, ma esiste anche una biopsia da aspirazione, in cui i frammenti di tessuto malato vengono aspirati con una siringa speciale. In ogni caso, il campione risultante viene inviato per istologia, in cui il morfologo determina lo stato della malattia mediante segni cellulari e dà le proprie conclusioni. La diagnosi di questo tipo non solo rivela il cancro con un'accuratezza del 100%, ma determina anche il tipo di cancro, il grado della malattia e molto altro..

Le tecniche diagnostiche per determinare il carcinoma renale sono numerose, ma ognuna di esse fornisce un quadro leggermente più chiaro o diverso. Pertanto, se il medico prescrive tutti i metodi al paziente, non "estorta denaro", ma cerca solo di stabilire la diagnosi nel modo più accurato possibile, determinare il trattamento e salvare la vita del paziente.

Quali test per il carcinoma renale prendere?

Il rischio di sviluppare il cancro nei reni è piuttosto elevato. Questa malattia occupa il terzo posto nell'elenco delle patologie del sistema urinario. Negli uomini, questo tipo di cancro si verifica 2-3 volte più spesso, ma ciò non significa che le donne siano assicurate contro il suo sviluppo. L'efficacia del trattamento di tali patologie dipende direttamente dal grado di diffusione e dallo stadio della malattia. Ecco perché, i test sul cancro del rene sono così richiesti nella medicina moderna e svolgono un ruolo importante nella diagnosi e nel trattamento..

Quali sono i test più oggettivi per il carcinoma renale oggi??

Per eventuali disturbi fastidiosi dai reni, è necessario visitare un nefrologo. Al primo appuntamento, conduce un esame esterno, identifica tutti i reclami, scopre i fattori che predispongono allo sviluppo di processi oncologici. Dopo aver chiarito tutti questi punti, vengono assegnati i test di laboratorio necessari per la diagnosi. Questi includono:

  • analisi generali e biochimiche;
  • test delle urine;
  • sangue per marcatori tumorali;
  • analisi della predisposizione genetica;
  • esame istologico di tessuti ottenuti mediante biopsia renale.

In biochimica e un esame del sangue generale per neoplasie maligne nei reni, vengono rilevati i seguenti cambiamenti:

  • elevata velocità di eritrosedimentazione;
  • deviazioni significative nel numero di globuli rossi in entrambe le direzioni;
  • un aumento di creatinina e urea;
  • alto contenuto di calcio.

Quando i tumori si metastatizzano ad altri organi (fegato, linfonodi, ossa), cambieranno anche i parametri degli enzimi responsabili del loro lavoro.

L'esame delle urine con sospetto carcinoma renale può mostrare la presenza di globuli rossi (globuli rossi) con struttura normale o alterata, comparsa di cellule atipiche. Questi test potrebbero non essere specifici per il cancro, poiché il sangue nelle urine può apparire anche con altre malattie. Tuttavia, questi studi mostrano il grado di disfunzione degli organi interni.

Gli oncomarker sono alcuni composti proteici che compaiono in concentrazioni significative nel sangue dei pazienti con tumori degli organi interni. Alcuni di essi sono presenti in quantità microscopiche negli afidi di una persona sana, ma la crescita dei loro indicatori indica chiaramente lo sviluppo di processi di scarsa qualità. È importante non giudicare i problemi di salute dopo la prima analisi, ma monitorare la dinamica dei valori dei marker tumorali a intervalli di tempo.

Se si sospetta una lesione cancerosa del tessuto o della pelvi dei reni, di solito vengono studiate la presenza e l'aumento delle seguenti proteine: Ti M2-PK e SCC. Sono anche utilizzati nel monitoraggio del risultato dopo un trattamento chirurgico o chemioterapico.

L'uso di un esame del sangue per identificare la predisposizione ereditaria di una persona al cancro viene utilizzato come ulteriore metodo di esame. Non può indicare esattamente se il tumore si svilupperà o meno, ma determina il grado del suo rischio e la probabilità di trasmettere questo DNA ai bambini. Di tutti i tumori dei reni, solo il tumore di Wilms è considerato ereditario. Questa patologia nella stragrande maggioranza dei casi si verifica nei bambini di età inferiore ai 5 anni. Di solito, altre anomalie nello sviluppo dei reni e del tratto urinario lo accompagnano. Nei laboratori, ci sono metodi per determinare i cambiamenti nel genotipo, ma non sono usati nei laboratori moderni.

Una biopsia consiste nel prelevare un pezzo di tessuto dalla lesione. Viene eseguito con l'uso dell'anestesia in sala operatoria. Usando un ago spesso sotto il controllo degli ultrasuoni, viene rimosso un pezzo di tessuto renale e la sua ulteriore indagine nel reparto patoanatomico. Con l'aiuto di tale analisi, viene stabilita con precisione una diagnosi, viene determinato il grado di degenerazione cellulare. Questo metodo diagnostico consente di diagnosticare e selezionare accuratamente il trattamento appropriato..

Oltre ai test di laboratorio, vengono eseguiti altri esami per i tumori maligni. Questi includono la diagnostica ecografica, i raggi X e la tomografia usando agenti di contrasto, lo studio dei vasi sanguigni nell'area interessata mediante dopplerografia e angiografia e studi con radioisotopi. Solo dopo aver eseguito tutti i test, è possibile trarre delle conclusioni sul grado di diffusione del cancro e sulla prognosi per il suo trattamento.

Sintomi richiesti per assegnare dati di analisi

Le fasi iniziali dello sviluppo di questa grave malattia il più delle volte non causano lamentele o manifestazioni cliniche. Con l'ulteriore crescita del tumore, iniziano a comparire i sintomi:

  • mal di schiena lombare;
  • colorazione delle urine con sangue;
  • un aumento dei confini dei reni, determinato dalla palpazione o visivamente.

Questi sintomi compaiono non solo con le neoplasie nei reni. Appaiono anche con idropisia dei reni, insufficienza delle loro funzioni o processi infiammatori. Pertanto, è molto importante passare attraverso tutti i tipi di test prescritti in tempo, poiché i reni sono organi molto importanti e qualsiasi loro patologia può portare a gravi problemi di salute e cambiare la vita normale di una persona.

Inoltre, i test per il cancro del rene dovrebbero essere prescritti per altri cambiamenti strutturali o funzionali identificati durante l'esame. In alcuni casi, i processi maligni nei reni nelle prime fasi si trovano nella diagnosi di altre malattie. Un tale sviluppo di eventi, sebbene difficile per lo stato morale del paziente, facilita notevolmente il trattamento e migliora significativamente la probabilità di un esito positivo di questo processo..

Come prepararsi per i test del cancro del rene? Cosa hai bisogno di sapere?

Per tutti gli esami del sangue, esistono requisiti di preparazione speciali e non complicati per la loro consegna. Di solito includono il divieto di mangiare cibo, caffè forte o zucchero immediatamente prima di assumere il materiale. 2 giorni prima, dovresti limitare il forte stress fisico e psicologico, evitare di mangiare cibi grassi, alcool e, se possibile, interrompere l'assunzione di farmaci. Ogni analisi del sangue viene eseguita al meglio la mattina, poiché in questo momento tutti gli indicatori hanno i valori più corretti.

Per donare sangue per marcatori tumorali, biochimica e un'analisi generale, è necessario osservare tutti i requisiti di cui sopra. Non è necessaria alcuna formazione aggiuntiva.

Dal momento che una biopsia renale viene eseguita in ospedale, il medico curante deve immediatamente spiegare come verrà condotta questa analisi, quanto tempo ci vorrà per ottenere i suoi risultati e come prepararsi. Prima di questa procedura, è necessario annullare i fluidificanti del sangue e gli antidolorifici..

Il costo dei test per i marcatori tumorali in varie cliniche varia da 800 a 1500 rubli (Russia) e 150 grivna (Ucraina), rispettivamente.

Ora, la maggior parte delle cliniche e dei laboratori commerciali può offrire ai propri clienti l'identificazione degli antigeni più comuni dei processi maligni. Nei laboratori statali delle cliniche oncologiche, questi test possono essere eseguiti gratuitamente nell'ordine di priorità nella direzione del medico..

Quando vedere un dottore?

Le ragioni per contattare uno specialista in patologia renale possono essere abbastanza diverse. Questi includono segni come:

  • aumento persistente della pressione sanguigna;
  • indolenzimento nella regione lombare;
  • perdita di peso acuta e non dietetica;
  • mancanza di appetito;
  • persistente aumento della temperatura;
  • colica renale;
  • gonfiore del viso e delle gambe.

Con la comparsa di metastasi in altri organi, possono comparire altri segni: aumento della fragilità ossea, sciatica, lombalgia dolorosa in vari punti, dolore e aumento dei bordi del fegato, ittero e altri. La comparsa di eventuali segni di problemi nel corpo dovrebbe essere una buona ragione per una visita urgente dal medico. Per questo non è necessario cercare segni di processi oncologici. Meglio ancora, sottoporsi a esami preventivi annuali di specialisti e fare esami del sangue e delle urine generali.

risultati

Sebbene le neoplasie maligne siano considerate gravi disturbi, non dovresti avere paura di questa diagnosi. Molti tipi di cancro hanno una prognosi favorevole con un trattamento tempestivo, la cui condizione principale è l'umore per un risultato positivo del paziente. Non aver paura delle malattie e perdi tempo a temere di ascoltare una diagnosi oncologica. Tutti i test del carcinoma renale prescritti potrebbero non essere confermati. Spesso la paura di screening e rilevazione di malattie maligne diventa la causa principale del deterioramento delle condizioni generali e porta a un trattamento più lungo e doloroso.

Analisi delle urine per appendicite, oncologia o diabete

Durante l'insorgenza dei sintomi iniziali nel corpo, che possono indicare l'insorgenza di una malattia, vale la pena sapere quali misure applicare

Analisi delle urine per il diabete

I test delle urine per cancro, oncologia, malattie renali, polmonite, oncologia, diabete, epatite, ARVI o appendicite sono i tipi più comuni di diagnosi. Il medico può diagnosticare accuratamente il 90% della diagnosi corretta e prescrivere il trattamento in tempo. Tutti i dati dei test sono obbligatori in condizioni di laboratorio in presenza di uno specialista.

L'urina durante l'analisi di cancro, malattie renali, cancro, polmonite, epatite, diabete o appendicite può fornire al medico quasi tutte le informazioni sulle patologie che si verificano nel corpo del paziente, nonché mostrare informazioni sullo sviluppo di processi infiammatori in vari organi del corpo.

Quindi il medico, per la diagnosi, può fare un test delle urine per cancro, malattie renali, oncologia, polmonite, epatite, diabete o appendicite e può eseguire diversi tipi di test delle urine. Può essere un test chimico o biologico..

Quindi un medico con cancro, malattie renali, oncologia, polmonite, epatite, diabete o appendicite esegue esami delle urine, durante i quali valuta:

  1. Caratteristiche fisiche dell'urina. È importante identificare il colore normale, l'odore, l'acidità del materiale. È anche determinata la presenza di sedimenti. In alcuni casi, possono essere presenti in piccole quantità..
  2. Caratteristiche chimiche. Questo include l'acidità. Inoltre, utilizzando questo indicatore, il medico può farsi un'idea generale dei processi e del lavoro degli organi nel corpo.
  3. Peso specifico. Può essere determinato come funzionano i reni durante il decorso del cancro, malattie dei reni stessi, oncologia, polmonite, diabete, appendicite.
  4. Zucchero, proteine ​​e acetone. In caso di cancro, rene, polmonite, diabete, appendicite, il medico analizza l'urina per determinare se contiene tutti i componenti di cui sopra. Ad esempio, un'analisi delle urine con appendicite aiuterà a determinare il grado di infiammazione di un determinato organo e un'analisi delle urine con oncologia mostrerà lo stadio dello sviluppo del tumore. Se il medico ritiene che la comparsa di questi elementi nelle urine sia insufficiente per effettuare una diagnosi finale, può prescrivere ulteriori test che ripareranno finalmente la presenza di una particolare malattia.

Inoltre, il medico può determinare dal sedimento urinario con l'uso di attrezzature moderne come procede la malattia renale, la polmonite o il diabete nel corpo.

Indicazioni per l'analisi delle urine per varie malattie del corpo

Tra tali medici, si notano i seguenti punti:

  1. Monitorare in modo pianificato lo stato di salute umana e il decorso di una malattia nel corpo.
  2. Al primo rilevamento di alcuni sintomi e l'insorgenza dello sviluppo della malattia. Questo può essere rilevato quando una persona visita l'ospedale con sintomi gravi o durante un esame generale. Nel secondo caso, la presenza di una malattia può essere rilevata per caso.

Leggi anche sull'argomento.

Al momento, ogni persona può condurre autonomamente test in laboratorio, anche se non ha sintomi vividi che indicherebbero la presenza di una malattia. È anche importante consultare prima il medico, che trarrà una conclusione sulla base di un test delle urine. Informazioni sulla presenza o assenza di una malattia in un paziente.

In questo caso, ogni paziente deve conoscere alcune regole per la raccolta e la consegna del materiale in modo che le analisi possano essere decifrate il più accuratamente possibile. Più in dettaglio su tali regole, il medico lo dirà durante una visita.

Va ricordato che prima di iniziare la raccolta di materiale 3-4 giorni prima, vale la pena smettere di assumere farmaci che aumentano il deflusso di urina dal corpo. Dovresti anche astenervi dal mangiare cibi che possono cambiare il colore delle urine, come barbabietole o carni affumicate..

Raccogliere l'urina è in contenitori puliti, che è possibile acquistare per un caso del genere in farmacia. Se si tratta di una raccolta giornaliera di materiale, ogni volta dovresti raccogliere l'urina in un contenitore pulito, quindi versarlo in uno comune. È necessario conservare in frigorifero sullo scaffale centrale in modo che l'urina non si congeli. Vale anche la pena astenersi dal raccogliere la prima e l'ultima urina, cioè è necessario raccogliere solo quella centrale e scaricare la prima e l'ultima in bagno.

Regole di base per la raccolta di urina a casa

Prima di raccogliere il materiale, è importante eseguire procedure igieniche: vale la pena lavare il perineo con sapone e quindi risciacquare con acqua calda. Successivamente, il cavallo dovrebbe essere pulito con un asciugamano asciutto. Quando si raccoglie il materiale, assicurarsi che la carne non tocchi il bordo del contenitore. Vale la pena raccogliere solo l'urina del mattino, se questa non è una tariffa giornaliera. Questo dovrebbe essere fatto il giorno prescritto dal medico. Successivamente, il materiale deve essere consegnato al laboratorio per 3-4 ore per la decodifica.

Se una persona ha una malattia nella fase iniziale e inoltre non ci sono sintomi pronunciati, allora l'analisi delle urine non dovrebbe differire dai test di una persona perfettamente sana. Il medico deve fare attenzione, così come il paziente, poiché le regole di cui sopra possono influenzare direttamente i risultati della decrittazione. Se non si aderisce a questi, i risultati del test potrebbero essere errati e, pertanto, sarà necessario sottoporsi a test aggiuntivi per fare una diagnosi.

Quando vengono rilevati cambiamenti nel materiale che differiscono dalla norma, il medico può prescrivere un esame aggiuntivo. Fornire indicazioni agli ultrasuoni, alla tomografia, ecc. Per effettuare la diagnosi corretta. Inoltre, non dare per scontato che se c'è un cambiamento nelle urine, questo potrebbe essere un segno di una certa malattia. La cosa è un brusco cambiamento nelle norme della propria alimentazione, con grandi carichi sul corpo, con stress e altri momenti che possono anche influenzare negativamente lo stato del materiale.

Quando i risultati di ciò che è stato diagnosticato inizialmente durante la prima analisi delle urine sono confermati da test ripetuti, il medico determina il grado di sviluppo della malattia. Allo stesso tempo, prescrive un trattamento con l'uso di determinati farmaci. Successivamente, dovresti essere costantemente monitorato da un medico e consultare lui. Questo è l'unico modo per sbarazzarsi della malattia nella fase iniziale passando, ad esempio, un test delle urine per l'oncologia. Conoscendo questi punti, sarà più facile evitare il verificarsi di un decorso cronico della malattia.

Diagnosi del carcinoma renale: metodi di laboratorio e strumentali

Come molti tumori maligni, il cancro del rene è asintomatico per lungo tempo. Più recentemente, questo tumore in un circolo ristretto è stato chiamato "cancro dei medici alle prime armi": a causa della comparsa tardiva di lamentele, il paziente è venuto a uno specialista in una fase in cui anche un medico alle prime armi ha potuto vedere il sangue nelle urine e sentire il tumore. Ora questa patologia può essere chiamata "cancro degli specialisti dell'ecografia": nella metà di tutti i casi, la diagnosi del carcinoma renale inizia con il rilevamento di una neoplasia dell'ecografia durante un esame fisico, quando il paziente stesso non è a conoscenza di alcun problema.

Da un lato, questa situazione ha portato ad un aumento della morbilità. D'altra parte, è diventato finalmente possibile identificare il problema nelle prime fasi (l'85% dei tumori di nuova diagnosi sono forme localizzate) e curare con successo.

Le raccomandazioni cliniche domestiche offrono le seguenti misure diagnostiche:

  • esami del sangue generali e biochimici;
  • coagulogram;
  • analisi generale delle urine;
  • TAC dell'addome e del bacino;
  • radiografia del torace o TC.

Se necessario, sono prescritti altri studi..

Metodi diagnostici di laboratorio

La classica triade di sintomi della patologia oncologica del rene: dolore al fianco, sangue nelle urine e palpabile formazione volumetrica ora non sono praticamente trovati. Ma una notevole quantità di sangue nelle urine (e talvolta coaguli sotto forma di "vermi") è ancora abbastanza comune. Purtroppo, anche un'evidente mescolanza di sangue nelle urine non può sempre far visitare un medico dal paziente: di solito questa situazione appare una volta e potrebbe richiedere un anno o più prima del prossimo episodio. Una piccola quantità di sangue nelle urine, la cosiddetta microematuria, si verifica nel carcinoma renale solo nel 3,2% dei casi. Tuttavia, un'analisi delle urine generale è inclusa nel minimo clinico degli esami per sospetto carcinoma renale.

I reni sintetizzano molte sostanze biologicamente attive che regolano il metabolismo del calcio, l'assegnazione di acqua in eccesso, la creazione di nuovi globuli rossi e altre importanti funzioni. Le cellule tumorali producono queste sostanze in quantità patologiche e i cambiamenti che si verificano si riflettono, anche nell'analisi clinica e biochimica generale del sangue.

A causa dell'eccessiva produzione della forma attiva di vitamina D e di un peptide simile all'ormone paratiroideo, il livello di calcio aumenta (ipercalcemia ≥ 2,6 mmol / L si verifica in circa il 20% dei casi).

L'eritropoietina sintetizzata dalle cellule tumorali aumenta il numero di globuli rossi e il numero di altre cellule del sangue rimane normale (l'eritrocitosi è considerata significativa se superiore a 8 x 10 9 / l.).

Nei tessuti dei reni, il livello dell'enzima lattato deidrogenasi (LDH) è elevato, mentre nel sangue non è sufficiente: si osserva un aumento della concentrazione di questo metabolita in circa un terzo delle donne con carcinoma renale e in un quinto degli uomini.

Le sostanze simili all'ormone secrete dal tumore interrompono la funzionalità epatica (epatopatia nefrogenica): il livello di fosfatasi ematica alcalina aumenta, la quantità di proteine ​​- l'albumina nel sangue diminuisce e il tasso di proteine ​​- globuline (questo si chiama disproteinemia), la concentrazione di bilirubina, transaminasi (AST e ALT), interleuchina -6. In un coagulogramma (test della coagulazione del sangue), il tempo di protrombina viene allungato.

Gli oncomarker non vengono utilizzati per la diagnosi di routine del carcinoma renale. Studi scientifici analizzano l'influenza del livello di fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), fattori angiogenici (CAF), tumore M2-piruvato chinasi (TuM2PK) sull'efficacia di vari farmaci e sulla prognosi della malattia, ma tali analisi sono tutt'altro che possibili ovunque in Russia.

Cambiamenti di laboratorio

Quindi, per un po 'di tempo, gli unici sintomi possono essere test alterati per il cancro del rene. L'importo è in aumento:

  • globuli rossi;
  • lattato deidrogenasi;
  • fosfatasi alcalina;
  • bilirubina;
  • transaminasi;
  • globulina
  • il tempo di protrombina si allunga;
  • la quantità di albumina diminuisce.

Questi cambiamenti possono essere gli unici sintomi del cancro del rene per lungo tempo e scomparire dopo la rimozione dell'organo. Se i cambiamenti biochimici persistono anche dopo il trattamento, questo può essere un segno di una ricaduta della malattia..

Metodi diagnostici strumentali

Procedura ad ultrasuoni

Molto spesso, l'ecografia preventiva rivela prima un tumore. Il carcinoma renale ad ultrasuoni si presenta come nodi di media ecogenicità di una struttura eterogenea. Il contenuto informativo dello studio è del 100% per le neoplasie con un diametro superiore a 3 cm, i tumori di dimensioni da 1,5 a 3 cm si trovano nell'80% dei casi, in situazioni in cui il diametro dell'oncologia è inferiore a 1,5 cm, le possibilità per la diagnostica ecografica sono limitate.

Metodi di radiazione e risonanza magnetica

La tomografia computerizzata con contrasto può rilevare un tumore con un diametro superiore a 0,5 cm nel 90-97% dei casi. Oggi è lo standard di riferimento per la diagnostica. Ti permette di determinare non solo il tumore primario, ma anche le metastasi, incluso nel cervello, nel torace e così via..

Studio sui radioisotopi. A volte è necessario quando alla TC la densità e la struttura della neoplasia non differiscono dai tessuti normali, ed è necessario determinare se il problema è causato da una forma anormale congenita del rene o se esiste davvero un tumore maligno. Una sostanza chiamata tecetio glucoeptonato, che si accumula nelle cellule con un metabolismo attivo e in particolare le cellule tumorali, viene iniettata nel sangue del paziente. Quindi ripetere la tomografia computerizzata. L'aumento dell'accumulo di isotopi nel sito della neoplasia indica la sua malignità.

La radiografia del torace viene utilizzata per rilevare possibili metastasi (se la TC non è possibile).

La risonanza magnetica viene utilizzata quando è impossibile eseguire una scansione TC con contrasto (ad esempio, a causa dell'intolleranza del mezzo di contrasto). La risonanza magnetica è anche prescritta se è necessario diagnosticare un tumore della vena cava inferiore.

La scansione ossea (scintigrafia) viene utilizzata per alti livelli di fosfatasi alcalina nel sangue o per disturbi del dolore osseo.

Metodi morfologici

L'analisi delle urine viene eseguita se la formazione volumetrica è più vicina al centro del rene al fine di identificare un possibile tumore del bacino renale. A differenza di altri test delle urine, è meglio raccogliere materiale per citologia non al mattino immediatamente dopo il risveglio, ma nel pomeriggio, perché le cellule della vescica possono essere distrutte dall'urina durante la notte.

L'esame istologico nella fase preoperatoria viene eseguito raramente. Di solito viene prescritto se si pianifica un intervento minimamente invasivo, ad esempio l'ablazione con crio - radiofrequenza. In altri casi, il materiale per la verifica istologica della diagnosi viene prelevato già durante l'operazione stessa.

Diagnosi differenziale

Elenco delle principali patologie con cui è possibile "confondere" il carcinoma a cellule renali:

Cisti

Molto spesso, devi differenziare il cancro del rene con una cisti. I principali segni di malignità della neoplasia:

  • contorni irregolari;
  • maggiore densità;
  • contenuti eterogenei (a causa di necrosi, calcificazione e altri processi patologici all'interno del tumore);
  • pareti multicamera, ispessite, architravi.

Idronefrosi renale

Con questa malattia, come con il cancro, si avverte una formazione voluminosa nell'ipocondrio. Ma con l'idronefrosi non c'è sangue nelle urine. e l'educazione stessa è liscia. Gli ultrasuoni aiutano a risolvere il problema..

Malattia policistica renale

Può essere confuso con il cancro quando si sviluppa in un solo organo: si sente una massa tuberosa densa unilaterale. La malattia è spesso accompagnata da ematuria. A differenza del cancro, l'idronefrosi è caratterizzata da manifestazioni di insufficienza renale. Con la pielografia, si notano un aumento ramificato bilaterale del calice, allungamento e compressione del bacino.

Carbuncolo o ascesso renale

Spesso accompagnato da febbre, malessere generale, mal di testa e altri segni di intossicazione, che possono verificarsi anche con il cancro. Con l'urografia escretoria, la deformazione del sistema pielocaliceale è possibile sia con un tumore che con un carbonchio. L'immagine scintigrafica sembra la stessa, poiché il focus dell'infiammazione accumula anche isotopi radioattivi. L'arteriografia dei reni chiarisce il quadro: si formano nuovi vasi sanguigni (neoangiogenesi) per l'apporto di sangue al tumore, che sull'arteriogramma sembrano "pozzanghere" o "pozzanghere".

Tubercolosi renale

Segni di intossicazione generale, lieve mal di schiena sono caratteristici. Nelle urine - microematuria. Quando si esamina con il contrasto del rene tubercolare, si rivelano una pelvi moderatamente dilatata e un uretere superiore, sono possibili strutture di calice non affilate, "corrose", sono possibili stenosi (restringimento patologico) dell'uretere. Sono visibili le caverne: cavità di forma rotonda irregolare. L'esame batteriologico delle urine rivela il bacillo tubercolare.

Angiomiolipoma renale

Neoplasia benigna contenente vasi, tessuto adiposo e cellule muscolari lisce. A differenza del cancro, ha isolotti di grasso nella sua struttura e non contiene mai calcificazioni. In un terzo dei casi, è necessaria una biopsia per la diagnosi finale..

Il numero di globuli rossi con oncologia nelle urine

Se esaminiamo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, sarà possibile scoprire che sono proprio i vari processi oncologici che sono più spesso di altre patologie che portano alla morte. Il cancro è una malattia abbastanza insidiosa e pericolosa, perché col tempo può progredire in modo asintomatico..

Nelle fasi iniziali, l'oncologia può essere gestita dal punto di vista medico o con un intervento chirurgico minimo. Sfortunatamente, negli ultimi stadi, quasi tutti i trattamenti sono esclusivamente di supporto e il margine di sopravvivenza a cinque anni è estremamente basso. Molti esperti prescrivono un test delle urine per l'oncologia, considera perché questo è necessario.

Quando eseguono uno studio di laboratorio sulla composizione delle urine, gli specialisti hanno l'opportunità di determinare il funzionamento dei reni, del cuore e dei vasi sanguigni e anche in quale stato si trova il sistema immunitario. Ad esempio, con una tonalità giallo chiaro di biomassa, è possibile diagnosticare diabete o ipervolemia..

Se l'urina ha una tonalità giallo scuro, il paziente non può essere escluso da disidratazione, insufficienza cardiaca, colelitiasi e patologie epatiche. Nel cancro, un'analisi delle urine indicherà che il fluido corporeo ha una tonalità rossastra. Ciò è dovuto al fatto che una certa quantità di sangue vi penetra.

Il colore delle urine cambia a seconda dello stadio dell'oncologia. Fonte: urology.propto.ru

Quando ci sono troppi globuli rossi nelle urine, l'urina assomiglierà al colore delle gocce di carne. Tuttavia, questo parametro può anche indicare che il paziente stava assumendo determinati farmaci, ha un'urolitiasi o una glomerulonefrite sta progredendo..

Inoltre, le persone che eseguono un test delle urine per l'oncologia possono notare che il fluido biologico ha una certa torbidità. Ciò è dovuto al fatto che la composizione contiene molti globuli bianchi, globuli rossi, batteri, proteine, epitelio. Di conseguenza, la densità o il peso specifico saranno necessariamente aumentati..

Affinché il cancro si sviluppi, ci deve essere un certo fattore che contribuisce. Se un organo o sistema interno non funziona correttamente, allora c'è un'alta probabilità che il processo oncologico inizi a progredire. In questo caso, un test delle urine mostrerà anche una maggiore concentrazione di sali, bilirubina, corpi chetonici, glucosio.

Tutti questi parametri, che sono stati descritti sopra, possono essere presenti non solo nei pazienti con patologia tumorale. Ecco perché un esame delle urine generale può solo capire che ci sono problemi nel corpo. Di conseguenza, se uno specialista ha nominato un'analisi, deve essere eseguita.

Il cancro può essere diagnosticato solo se viene eseguita un'analisi delle urine per determinare i marker tumorali, che indicano anche condizioni precancerose. Se esiste un'oncologia della vescica, il marker tumorale urinario UBS viene determinato nelle urine. Questo frammento fa parte della proteina. Si può parlare della progressione di una malattia pericolosa solo quando la sua norma viene superata 150 volte.

L'area di localizzazione del tumore da marcatori tumorali identificati. Fonte: medik.expert

La ricerca per determinare il cancro è raramente veloce. Quindi, ad esempio, quando si identificano i marker tumorali, saranno necessari dai 5 ai 7 giorni per ottenere risultati. Per quanto riguarda le regole per la raccolta di materiale biologico, sono standard e il paziente deve completare tutte le fasi della preparazione, come prima della normale analisi delle urine.

Vale la pena notare che il marker tumorale UBS può indicare la presenza di un tumore nel sistema mammario e pancreas, broncopolmonare e riproduttivo, nell'intestino e nel fegato. Nella maggior parte dei casi, se il processo patologico colpisce il tessuto polmonare, viene determinato un marker tumorale come CYFRA 21-1. Un aumento dei valori conferma la malattia, ma la sua assenza non significa che non vi sia alcun cancro.

Il processo di identificazione e conferma del cancro è piuttosto complesso e lungo. Per rilevare il problema e determinare l'area di localizzazione, è necessario un approccio integrato. Pertanto, l'analisi delle urine nel cancro è sempre integrata da altri metodi diagnostici di laboratorio e strumentali.

Nella maggior parte dei casi, lo studio del biofluido può diagnosticare il cancro alla vescica o la presenza di neoplasie negli organi del sistema riproduttivo in una fase iniziale di sviluppo. Ciò è dovuto al fatto che l'urina inizia a cambiare il suo colore, poiché un gran numero di globuli rossi vi entra, cioè si sviluppa l'ematuria.

Tuttavia, in quelle situazioni in cui il paziente sta progredendo di 1 o 2 gradi di carcinoma prostatico, questo sintomo sarà assente. Nelle urine, il sangue inizierà a essere rilasciato solo quando la patologia raggiunge il 3-4 ° stadio di sviluppo. Il paziente in questo stato si sente molto male, perché le strutture e gli organi circostanti sono coinvolti nel processo oncologico.

Se consideriamo le principali indicazioni per le quali è necessario eseguire un test delle urine per identificare l'oncologia, si tratta di lamentele dei pazienti relative a un deterioramento della loro salute, ad esempio: mancanza di desiderio sessuale, diminuzione della potenza, aumento della minzione, dolore nel perineo e all'inguine, mancanza di appetito e perdita di peso.

Un'analisi delle urine può anche confermare o confutare il cancro del rene e della vescica. Il paziente ha bisogno di andare in ospedale in quelle situazioni quando nota una certa violazione del processo di minzione. Spesso si tratta di un aumento di urgenze, incontinenza, svuotamento incompleto della vescica. Se il tumore cresce nel lume del canale, appariranno strisce di sangue nelle urine.

Come affermato all'inizio, vari processi oncologici possono progredire in modo asintomatico per lungo tempo. Pertanto, alcuni pazienti potrebbero non notare alcun cambiamento nel loro stato di salute fino a quando non viene rivelato un sanguinamento grave che è difficile da interrompere..

Il carcinoma renale è un tumore grave causato da una mutazione delle cellule sane del tessuto renale e dalla loro riproduzione incontrollata. Di conseguenza, appare un tumore e cresce nell'organo. Nel tempo, le cellule tumorali si diffondono attraverso il corpo attraverso i sistemi linfatici o sanguigni, il che porta alla comparsa di metastasi - focolai secondari in altri tessuti e organi.

In termini di prevalenza, questo tipo di oncologia è al 3 ° posto, in secondo luogo solo per il cancro alla prostata - n. 1 e il cancro alla vescica - n. 2. Gli uomini, rispetto alle donne, sono molto più disposti a questo disturbo - circa 2,5 o 3 volte più, la maggior parte delle patologie rivelate ricade su persone di una fascia di età matura e anziana.

A seconda del tipo di cellule colpite dal tumore e della natura del suo sviluppo, si distinguono tre principali tipi di carcinoma renale:

  • Sarcoma Wilms. Questa specie viene rilevata principalmente nei bambini di età inferiore ai 5 anni - oltre il 90%. Inoltre, il tumore di Wilms è ogni tumore della seconda infanzia di tutti identificati;
  • Adenocarcinoma. Le cellule tumorali colpiscono la pelvi renale - la patologia si verifica nel 7% dell'oncopatologia renale;
  • Hypernefrom. Il tumore cresce dalle cellule parenchiali dell'organo. Un altro nome è carcinoma a cellule renali..

Al minimo sospetto di cancro ai reni, il medico effettua un primo sondaggio, raccogliendo un'anamnesi:

  • Ciò che ha allarmato il paziente;
  • Cosa e quando sono comparsi i primi sintomi;
  • La sequenza delle singole manifestazioni patologiche, la loro frequenza.

Assicurati di scoprire lo stile di vita del paziente per identificare i fattori che contribuiscono all'insorgenza e allo sviluppo della malattia. Successivamente, al paziente viene prescritto un esame completo, che include una serie di misure:

  • Laboratorio: esami del sangue, esami delle urine e diagnosi differenziale;
  • Test - oncomarker di cellule atipiche;
  • Strumentale;
  • Hardware.

Quest'ultimo include la ricerca:

  • Raggi X;
  • Ultrasuoni - ultrasuoni;
  • Tomografia - imaging a risonanza magnetica e calcolata.

Solo dopo aver eseguito una gamma completa di procedure diagnostiche, l'oncologo può confutare i sospetti sorti e, se viene rilevata una malattia, fare un quadro chiaro delle condizioni del paziente e, sulla base di ciò, sviluppare individualmente un complesso di terapia terapeutica.

Questo metodo è il più vecchio, ma non ha ancora perso la sua rilevanza a causa della sua semplicità e alta efficienza. Per la diagnosi del cancro, vengono utilizzati quattro tipi di tali studi:

  • Urografia escretoria a contrasto. Per migliorare l'affidabilità della testimonianza, prima del quadro, viene iniettato uno speciale agente di contrasto nel sangue del paziente, che viene distribuito in tutto il sistema circolatorio, rispettivamente, e nei reni, che sono molto densamente intrappolati nelle vene e nei capillari. Il contrasto evidenzia le aree problematiche e diventano chiaramente visibili nell'immagine. Questo studio fornisce informazioni dettagliate sulla funzionalità del tratto urinario e dei reni;
  • Angiografia. Il suo principio è lo stesso di quello dell'urografia del tipo di estrettore, ma l'agente di contrasto viene iniettato direttamente nel rene attraverso l'aorta, che gli fornisce sangue. La procedura viene eseguita utilizzando una sonda speciale. Il contrasto colora abbondantemente il sangue dell'organo e consente di identificare anche il tumore più piccolo nella foto;
  • Radiografia dei polmoni. Questa procedura è necessaria per il carcinoma renale, perché molto spesso fornisce metastasi ai polmoni ed è necessario rilevarli in tempo;
  • Studio sui radionuclidi. Insieme alla nefroscintigrafia, consente di identificare il sito di crescita del tumore del rene. I tessuti di un parenchima sano e un tumore canceroso sono visualizzati in modo diverso nell'immagine, il che consente una localizzazione precisa del problema;
  • Studio radioisotopico dello scheletro. Per rilevare focolai secondari nel tessuto osseo, vengono introdotte nel corpo sostanze in grado di concentrarsi e rimanere in luoghi con un metabolismo patologicamente elevato, tipico delle aree colpite da un tumore osseo.

L'ultimo studio deve essere condotto per i pazienti che lamentano dolore allo scheletro e, se i test hanno mostrato una maggiore concentrazione di fosfatasi alcalina.

L'ecografia è assolutamente sicura, economica e molto efficace, che ha portato al suo uso diffuso per un'ampia diagnosi di malattie, compresi i reni. Per informatività, il metodo ultrasonico non è inferiore a quello radiologico. Ti permette di determinare:

  • Localizzazione del focus del tumore;
  • Le sue dimensioni, forma e struttura;
  • Il grado di crescita nei tessuti e negli organi vicini.

Ultrasuoni moderni e avanzati, con un ampio esame, trovano e classificano con successo le lesioni cancerose secondarie - metastasi, quasi ovunque nel corpo.

Questo metodo è di gran lunga il più efficace in termini di dettagli del sondaggio e affidabilità dei suoi risultati. Si distinguono due tipi di tomografia:

  • Computer - CT. Con l'aiuto della radiazione a raggi X controllata, viene eseguito uno studio dettagliato strato per strato dei tessuti problematici o un esame approfondito per rilevare i fuochi delle metastasi. In questo caso, le informazioni in una forma conveniente per il medico vengono visualizzate sul monitor di un computer;
  • Risonanza magnetica - MRI. Come la TC, la risonanza magnetica si riferisce a dispositivi altamente sensibili che consentono di studiare i tessuti a livello micro. L'unica differenza è nella radiazione di scansione: nella risonanza magnetica vengono utilizzati campi elettromagnetici o magnetici ad alta energia.

Nonostante la più alta qualità di tali studi, il loro uso diffuso è limitato dall'elevato costo delle attrezzature e dalla procedura stessa. Sfortunatamente, la TC e la risonanza magnetica non sono disponibili in tutte le cliniche e non sono disponibili per tutti..

Questi studi sono condotti principalmente per valutare le condizioni generali del paziente e consentire di determinare l'intensità necessaria delle misure terapeutiche. In poche parole, è necessario capire se il paziente può tollerare terapie radiologiche, chimiche e interventi chirurgici..

Eppure, nonostante la natura generale di questi studi, a volte si possono trarre preziosi risultati diagnostici dalle urine e dall'emocromo.

Gli oncomarker sono composti la cui maggiore concentrazione nel sangue e nelle urine, con un alto grado di probabilità, indica lo sviluppo di un certo tipo di cellule tumorali. Tale analisi, se il marker è correttamente selezionato, può rilevare malfunzionamenti nel corpo nella fase in cui nessun altro, anche lo studio più dettagliato può rilevare le cellule tumorali. Spesso, dopo un test positivo per il marker tumorale, la concentrazione del tumore può essere rilevata dopo 3-4 mesi e talvolta anche dopo sei mesi. E questo all'esame più approfondito.

I marcatori tumorali possono essere:

  • ormoni;
  • enzimi;
  • Metabolismo
  • Anticorpi associati.

Ciascuno di questi marker è associato a un tipo specifico di tumore, pertanto funziona solo se il marker corrisponde ad esso. In larga misura, un tale test dipende dalla buona fortuna: il giusto marker, che è molto difficile, perché nelle prime fasi della malattia, quando il focus non è localizzato, il tipo di tumore non può essere determinato con precisione.

Alla luce di quanto sopra, si deve comprendere che un test negativo non è ancora una garanzia di salute.

Un esame del sangue generale per il carcinoma renale è più efficace per diagnosticare il carcinoma renale. Molto spesso, i risultati dello studio mostrano una concentrazione molto bassa di globuli rossi nel sangue, meno spesso, il loro livello è troppo alto.

Il cancro del rene, già nelle prime fasi dello sviluppo, porta al rilascio nel sangue di alcuni elementi atipici o porta a un cambiamento significativo nella concentrazione della norma, senza motivo apparente. Un forte aumento della concentrazione di enzimi renali nel sangue o un aumento del livello di calcio può parlare dello sviluppo dell'oncologia renale. In quest'ultimo caso, è molto probabile che il processo del cancro abbia già generato metastasi nei tessuti dello scheletro.

Cambiamenti tipici correlati al cancro del rene:

  • Alto livello di ESR;
  • leucocituria;
  • proteinuria;
  • Squilibrio enzimatico.

È anche caratteristico un aumento dei livelli ematici di trombossani, renina, insulina, hCG e prostaglandine.

Ad un certo stadio, si sviluppa emoglobinuria o ematuria, come si può vedere nell'analisi delle urine. Nel primo caso, solo l'emoglobina viene rilevata nelle urine in grandi quantità e nel secondo, i test mostrano anche un aumento significativo della concentrazione di globuli rossi nelle urine, la cui quantità normale non deve superare - 2 nel campo visivo.

Se si sospetta ematuria, è possibile utilizzare strisce reattive da una farmacia, ma a differenza di un test di laboratorio, non consentono di determinare separatamente la concentrazione nelle urine di emoglobina e globuli rossi.

A seconda della forma della malattia, l'ematuria può essere:

  • Glomerulare. I globuli rossi rilevati nelle urine hanno una forma atipica: sono più piccoli del solito e variano notevolmente in forma e dimensioni. Il sanguinamento con questa forma di ematuria si trova davanti alla membrana del filtro renale, spremendo attraverso il quale i globuli rossi vengono feriti e si lisciviano - privi di emoglobina, quindi non hanno colore;
  • Postglomerular. In questo caso, i globuli rossi hanno normali parametri morfologici, poiché non vengono feriti quando entrano nelle urine. Il sito del sanguinamento si trova dopo il filtro renale glomerulare - oltre la sua membrana e le cellule del sangue penetrano liberamente nei canali dell'uretere.

In considerazione di ciò, dal numero e dalle condizioni delle cellule del sangue nell'analisi delle urine, si può determinare con successo il luogo di crescita del tumore, il grado del suo sviluppo e la natura del danno ai tessuti interni dell'organo.

Questa analisi è uno studio di laboratorio di una sezione del tessuto tumorale. È l'unico che può determinare con certezza al 100%:

  • La natura dello sviluppo del processo è maligna o no;
  • L'affiliazione istologica del tumore a un gruppo specifico;
  • Differenziazione delle cellule tumorali.

Il grado di aggressività del tumore dipende da quest'ultimo: il tasso di sviluppo e tendenza alle metastasi.

Se necessario, condurre una biopsia di un tumore renale, nella fase iniziale del suo sviluppo, la procedura viene eseguita con una sonda ad ago, sotto controllo visivo visivo - utilizzando ultrasuoni, TC o risonanza magnetica.

Vale la pena dire che questa procedura è abbastanza dolorosa e può causare gravi complicazioni:

  • Sanguinamento addominale;
  • Infezione, seguita da infiammazione;
  • Trasferimento di cellule tumorali con un ago in tessuto sano.

A causa di quanto sopra, e anche per il fatto che quasi sempre, il cancro del rene viene trattato con metodi chirurgici, raramente viene prescritta una biopsia. Di norma, tale studio viene utilizzato quando non ci sono segni evidenti di malignità: sotto tutti i criteri, il tumore è benigno e è necessario confermarlo con precisione

Anche con un trattamento tempestivo e di successo, nessuno è al sicuro dalla ricaduta: la malattia spesso ritorna sotto forma di metastasi in crescita e possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo. Pertanto, dopo il trattamento, il paziente è condannato al monitoraggio per tutta la vita da un oncologo - un urologo. Se segui la regolarità delle procedure raccomandate, anche in caso di ricaduta, viene rilevato in modo tempestivo e rapidamente interrotto. In questo caso, le previsioni sono più favorevoli.

Per quanto riguarda le previsioni generali, lo stadio della malattia in cui è iniziato il trattamento è considerato il fattore determinante nella sopravvivenza dei pazienti. Quindi, se inizi la terapia nella fase iniziale del processo, quando il tumore è piccolo e non si è metastatizzato, la prognosi è spesso positiva. Nove su dieci di questi pazienti vivono almeno 5 anni. Il trattamento della fase 2, lascia una possibilità solo per metà dei pazienti, e il cancro ai reni di 3 e l'ultimo, 4 fasi è previsto estremamente difficile e ambiguo. Molto dipende dall'istologia delle cellule tumorali, dalle dimensioni e dal tipo di crescita del tumore, dal numero e dalla posizione dei fuochi delle metastasi.

In ogni caso, le fasi avanzate forniscono previsioni negative: la sopravvivenza a cinque anni è osservata in non più di un quinto dei pazienti.

Non c'è quasi nessuno che non abbia mai donato sangue da un dito per il test. Viene emesso un emocromo completo per quasi tutte le malattie. Quindi qual è il suo valore diagnostico e quali diagnosi può suggerire? Analizza in ordine.

I principali indicatori a cui un medico presta attenzione quando decodifica un esame del sangue generale sono emoglobina e globuli rossi, VES, globuli bianchi e conta dei globuli bianchi. Il resto è più probabilmente ausiliario.

Molto spesso, viene prescritto un esame del sangue generale per capire se ci sono infiammazioni e segni di infezione nel corpo e, in caso affermativo, di quale origine - virale, batterica o altro.

Inoltre, un esame del sangue generale può aiutare a stabilire l'anemia - anemia. E se ci sono segni nel sangue, vengono prescritti ulteriori test per stabilire le cause.

Un altro esame del sangue generale viene prescritto in caso di sospetto di un processo oncologico, quando vi sono una serie di sintomi allarmanti e sono necessari indizi. In questo caso, il sangue può suggerire indirettamente in quale direzione andare avanti..

Altre indicazioni sono di solito ancora meno comuni..

Ora sui moduli con il risultato dell'analisi, viene utilizzato principalmente l'inglese. abbreviazioni. Esaminiamo gli indicatori principali e vediamo cosa significano.

Si tratta di informazioni più dettagliate sullo stesso WBC del blocco precedente..

I globuli bianchi sono molto diversi. Tutti sono generalmente responsabili dell'immunità, ma ogni singola specie ha direzioni diverse nel sistema immunitario: per la lotta contro batteri, virus, parassiti, particelle estranee non specifiche. Pertanto, il medico esamina sempre prima il conteggio globale dei leucociti dall'elenco sopra, quindi la formula dei leucociti, al fine di capire quale legame di immunità è compromesso.

Si noti che questi indicatori di solito vanno in due dimensioni: assoluto (ass.) E relativo (%).

Quelle assolute mostrano quante parti di cellule sono entrate nel campo visivo e quelle relative - quante di queste cellule compongono il numero totale di leucociti. Questo può rivelarsi un dettaglio importante - ad esempio, in cifre assolute, i linfociti sembrano rientrare nell'intervallo normale, ma sullo sfondo di una diminuzione generale in tutti i leucociti, il loro numero relativo è molto più alto del normale. Quindi formula leucocitaria.

Ora esaminiamo ciascuno di questi indicatori e analizziamo il loro significato..

L'emoglobina è una proteina che trasporta l'ossigeno in tutto il corpo e lo trasporta nei tessuti giusti. Se non è abbastanza, le cellule iniziano a morire di fame e si sviluppa un'intera catena di sintomi: debolezza, affaticamento, vertigini, perdita di capelli e unghie fragili, convulsioni negli angoli delle labbra e altri. Questi sono sintomi di anemia..

Il ferro entra nella molecola dell'emoglobina e la vitamina B12 e l'acido folico svolgono un ruolo importante nella sua formazione. Se non ce ne sono abbastanza, la sintesi dell'emoglobina è disturbata nel corpo e si sviluppa l'anemia..

Esistono anche forme ereditarie di anemia, ma si verificano molto meno frequentemente e meritano un'analisi separata..

Normalmente, l'emoglobina è 120-160 g / l per le donne e 130-170 g / l per gli uomini. Devi capire che in ogni caso, le norme dipendono dal laboratorio. Pertanto, è necessario esaminare i valori di riferimento del laboratorio in cui è stata superata l'analisi.

L'aumento del numero di emoglobina si verifica più spesso a causa dell'ispessimento del sangue, se una persona suda eccessivamente durante il calore o assume diuretici. Gli alpinisti e le persone che si trovano spesso in montagna possono anche avere un'emoglobina più alta - questa è una reazione compensativa alla mancanza di ossigeno. L'emoglobina può anche aumentare a causa di malattie dell'apparato respiratorio - quando i polmoni funzionano male e il corpo è costantemente carente di ossigeno. In ogni caso, devi trattare separatamente.

Una diminuzione dell'emoglobina è un segno di anemia. Il prossimo passo è capire quale.

I globuli rossi sono globuli rossi che trasportano l'emoglobina e sono responsabili dei processi metabolici di tessuti e organi. È l'emoglobina, o meglio, il suo ferro, che tinge queste cellule in rosso.

Norme per uomini - 4.2-5.6 * 10 * 9 / litro. Per le donne - 4-5 * 10 * 9 / litro. Che dipende ancora dal laboratorio.

I globuli rossi possono aumentare a causa della perdita di liquidi con sudore, vomito, diarrea, quando il sangue si addensa. C'è anche una malattia chiamata eritremia, una rara malattia del midollo osseo che produce troppi globuli rossi..

Una diminuzione delle prestazioni è generalmente un segno di anemia, più spesso carenza di ferro, meno spesso un'altra.

Norma - 80-95 per gli uomini e 80-100 per le donne.

Il volume dei globuli rossi diminuisce con l'anemia sideropenica. E aumenta - con carenza di vitamina B12, epatite, diminuzione della funzionalità tiroidea.

Questo indicatore aumenta raramente, ma una diminuzione è un segno di anemia o una diminuzione della funzione tiroidea.

Un aumento dei valori indica quasi sempre un errore hardware e una diminuzione indica l'anemia sideropenica.

Questa è la percentuale di cellule del sangue al suo volume totale. L'indicatore aiuta il medico a differenziare a cosa è associata l'anemia: perdita di globuli rossi, che indica una malattia, o con eccessiva diluizione del sangue.

Questi sono gli elementi del sangue responsabili della formazione di un coagulo trombotico durante l'emorragia. Il superamento dei valori normali può indicare stress fisico, anemia, processi infiammatori e può parlare di problemi più gravi nel corpo, inclusi cancro e malattie del sangue.

Una diminuzione della conta piastrinica negli ultimi anni indica spesso l'uso continuato di agenti antipiastrinici (ad esempio acido acetilsalicilico) al fine di prevenire l'infarto del miocardio e l'ictus ischemico del cervello.

Una riduzione significativa può essere un segno di malattie ematologiche del sangue, fino alla leucemia. Nei giovani - segni di porpora trombocitopenica e altre malattie del sangue. Può anche apparire durante l'assunzione di farmaci antitumorali e citotossici, ipotiroidismo.

Questi sono i principali difensori del nostro corpo, rappresentanti del legame cellulare dell'immunità. Un aumento del numero totale di globuli bianchi indica più spesso la presenza di un processo infiammatorio, principalmente di natura batterica. Può anche essere un segno della cosiddetta leucocitosi fisiologica (sotto l'influenza di dolore, freddo, sforzo fisico, stress, durante le mestruazioni, abbronzatura).

Le norme negli uomini e nelle donne di solito vanno da 4,5 a 11,0 * 10 * 9 / litro.

Una diminuzione dei globuli bianchi è un segno di soppressione dell'immunità. Il motivo più spesso sono le infezioni virali passate, l'assunzione di alcuni farmaci (inclusi antinfiammatori non steroidei e sulfamidici), la perdita di peso. Molto meno spesso: immunodeficienze e leucemia.

Il più grande pool di leucociti, che comprende dal 50 al 75% della popolazione totale di leucociti. Questo è il collegamento principale dell'immunità cellulare. I neutrofili stessi sono divisi in pugnalate (forme giovani) e segmentati (maturi). Un aumento del livello dei neutrofili dovuto a forme giovani è chiamato spostamento della formula dei leucociti a sinistra ed è caratteristico dell'infezione batterica acuta. Una diminuzione può essere un segno di un'infezione virale e una riduzione significativa può essere un segno di malattie del sangue..

Il secondo dopo pool di neutrofili di leucociti. È generalmente accettato che durante un'infezione batterica acuta, il numero di linfociti diminuisce e con un'infezione virale e dopo che aumenta.

Una significativa riduzione dei linfociti può essere osservata con l'infezione da HIV, con leucemia, immunodeficienze. Ma questo accade estremamente raramente ed è solitamente accompagnato da sintomi gravi..

Rappresentanti rari di globuli bianchi. Un aumento del loro numero si riscontra nelle reazioni allergiche, comprese le allergie ai farmaci, è anche un segno caratteristico dell'invasione elmintica.

La più piccola popolazione di leucociti. Il loro aumento può indicare allergie, malattie parassitarie, infezioni croniche, malattie infiammatorie e oncologiche. A volte un aumento temporaneo dei basofili non può essere spiegato..

I maggiori rappresentanti dei globuli bianchi. Questi sono macrofagi che consumano batteri. Un aumento dei valori indica più spesso la presenza di un'infezione: batterica, virale, fungina, protozoaria. E anche sul periodo di recupero dopo di loro e sulle infezioni specifiche: sifilide, tubercolosi. Inoltre, può essere un segno di malattie sistemiche: l'artrite reumatoide e altri.

Se raccogli il sangue in una provetta e parti per un po 'di tempo, le cellule del sangue inizieranno a cadere nei sedimenti. Se prendiamo un righello in un'ora e misuriamo quanti millimetri di globuli rossi precipitano, otteniamo il tasso di sedimentazione degli eritrociti.

Normalmente, va da 0 a 15 mm all'ora negli uomini e da 0 a 20 mm nelle donne.

Può aumentare se i globuli rossi sono appesantiti da qualcosa, ad esempio proteine ​​che sono attivamente coinvolte nella risposta immunitaria: in caso di infiammazione, reazione allergica, malattie autoimmuni - artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico e altri. Può aumentare con il cancro. C'è anche un aumento fisiologico dovuto alla gravidanza, alle mestruazioni o alla vecchiaia.

In ogni caso, un ESR elevato richiede sempre ulteriori esami. Anche se è un indicatore non specifico e allo stesso tempo può parlare molto, ma si dice poco.

In ogni caso, è quasi impossibile fare una diagnosi accurata usando un esame del sangue generale, quindi questa analisi è solo il primo passo nella diagnosi e una sorta di faro per capire dove andare dopo. Non cercare di trovare segni di cancro o HIV nelle tue analisi, molto probabilmente non ci sono. Ma se noti cambiamenti nell'analisi del sangue, non ritardare la visita dal medico. Valuterà i tuoi sintomi, raccoglierà una storia e ti dirà cosa fare con questa analisi..

Abbiamo notato che nei commenti ci sono molte domande sulla decodifica delle analisi, a cui non abbiamo tempo di rispondere. Inoltre, per dare buoni consigli, è importante porre domande chiarenti per scoprire i sintomi. Abbiamo ottimi terapisti nel servizio che possono aiutare con la decodifica dei test e rispondere a qualsiasi tua domanda. Per la consultazione, seguire il collegamento.

Una delle malattie oncourologiche più comuni e pericolose - il cancro ai reni inizia a disturbare i pazienti nelle fasi successive quando ci sono già metastasi a distanza. Tuttavia, eseguendo regolarmente test del sangue e delle urine, è possibile ottenere una diagnosi tempestiva del carcinoma renale. È possibile identificare la vera oncologia nel tempo, prevenire conseguenze potenzialmente letali, complicazioni.

I metodi per diagnosticare il carcinoma renale e il trattamento di un tumore vengono costantemente migliorati, ma la rilevazione dei tumori nelle prime fasi è abbastanza rara. Più spesso, i pazienti vanno dal medico per danni agli organi situati a distanza, cioè in situazioni avanzate.

La visita medica, il controllo, il colloquio e l'esame sono prescritti 2 volte all'anno o più. La molteplicità dei test dipende dalla presenza dei seguenti fattori di rischio per il carcinoma renale:

  • se qualcuno in famiglia ha un processo oncologico;
  • la presenza di malattie accompagnate da danni al cervelletto, agli occhi e alla pelle - farcomatosi ereditarie;
  • gli uomini hanno il cancro ai reni più spesso delle donne;
  • fumo, obesità.

Per cercare il carcinoma renale, è necessario prestare attenzione ai seguenti 5 principali cambiamenti nelle analisi:

  1. analisi delle urine - globuli rossi;
  2. esame del sangue generale - aumento della velocità di eritrosedimentazione con normale conta dei leucociti e assenza di infiammazione nel corpo;
  3. Esame del sangue clinico: si osserva gradualmente un aumento del livello dei globuli rossi, successivamente delle piastrine; i leucociti sono gli ultimi a reagire;
  4. nelle fasi avanzate, si sviluppa anemia non motivata;
  5. nello studio degli elettroliti al plasma, viene determinato un aumento dei livelli di calcio.

Oltre all'analisi clinica del sangue e delle urine, viene prescritta un'analisi biochimica e il sistema di coagulazione viene regolarmente monitorato. Le analisi dovrebbero essere prese a stomaco vuoto in modo che gli indicatori siano informativi, interpretati correttamente.

I pazienti prestano attenzione alla loro salute solo nelle fasi di intossicazione paraneoplastica, che si sviluppa a causa dell'avvelenamento da prodotti di decomposizione delle cellule tumorali, tra cui:

  • sintomi di ipertensione arteriosa;
  • perdita di peso;
  • avversione al cibo a base di carne;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolore alla colonna vertebrale, ossa dello scheletro;
  • tosse con espettorato macchiato di sangue;
  • amiloidosi degli organi parenchimali, funzionalità compromessa;
  • danno del nervo non infiammatorio manifestato da sindromi dolorose di varia localizzazione.

Oltre agli esami del sangue, l'urina, tali metodi di diagnosi del carcinoma renale sono utilizzati come:

  1. ultrasuono Il carcinoma renale agli ultrasuoni deve essere differenziato dalle cisti, che è facilmente realizzabile quando si esegue la dopplerografia dei vasi renali durante l'esame ecografico.
  2. Tomografia computerizzata con contrasto, che consente di differenziare il tumore dalla cisti, per studiare le fonti del suo apporto di sangue, che è fondamentale quando si esegue un intervento chirurgico. L'immagine vascolare mostra se il tumore germoglia i tronchi venosi principali, si diffonde o no al di fuori del rene, consente di vedere lo stato delle ghiandole surrenali.
  3. La risonanza magnetica nell'angiografia consente uno studio dettagliato del flusso sanguigno. È indicato per i pazienti con reazioni allergiche al contrasto, per le donne in gravidanza. Di tanto in tanto, è possibile vedere la presenza di metastasi, un cambiamento nel tessuto linfoide, la reazione dei linfonodi regionali.
  4. L'angiografia, che consente di valutare la fase arteriosa e venosa, viene eseguita se si pianifica la resezione renale, l'embolizzazione dell'arteria renale.
  5. Tomografia ad emissione di positroni.
  6. Per escludere metastasi al cervello, viene eseguita la TC o la RM..
  7. Per verificare fratture vertebrali patologiche, metastasi nell'osso scheletro, è possibile utilizzare la radiografia, la TC, la risonanza magnetica.
  8. Scintigrafia ossea scheletro.
  9. CT della cavità toracica.
  10. Biopsia renale.

Va ricordato che la comparsa di sintomi clinici del processo tumorale è possibile solo nelle fasi avanzate della malattia. Inizialmente, una piccola quantità di globuli rossi appare nelle urine, che non sono visibili ad occhio nudo e non causano ansia al paziente. Quando viene rilevata l'urina macchiata di sangue, esiste la possibilità che il tumore germogli grandi vasi.

Le fratture della colonna vertebrale e delle ossa sono patologiche, perché per una violazione dell'integrità delle ossa, devono essere distrutte dal tumore. Il dolore alla colonna vertebrale si verifica quando la funzione è gravemente compromessa. I pazienti spesso associano il dolore a lesioni degenerative-distrofiche della colonna vertebrale, si auto-meditano e consultano un medico tardi.

L'identificazione di metastasi polmonari distanti, il cervello, la colonna vertebrale indica l'ultimo stadio della malattia, rende molto seria la prognosi per il recupero. Per diagnosi tempestive, trattamenti radicali, aumento della durata, qualità della vita, è necessario consultare un medico in modo pianificato. Dopo 40 anni, in assenza di fattori di rischio per l'insorgenza del processo tumorale, i test devono essere eseguiti due volte l'anno, un'ecografia degli organi interni deve essere eseguita.

Il trattamento principale per il carcinoma renale è chirurgico. L'ambito dell'operazione, i successivi trattamenti con radiazioni, la nomina della chemioterapia dipende dallo stadio, dai segni del processo, dalla prevalenza, dalle dimensioni, dalla presenza di metastasi nei linfonodi regionali, dagli organi distanti.

La resezione è usata per trattare il carcinoma renale delimitato. In altri casi, viene eseguita una nefrectomia, cioè la rimozione del rene. Controindicazioni alla rimozione del rene è la presenza di un singolo rene.

La resezione del carcinoma renale è un'operazione meno traumatica rispetto alla rimozione di un tumore. Il metodo di trattamento, il volume della chirurgia dipende anche dalla presenza nel paziente di malattie concomitanti che il paziente ha.

L'aumento dei globuli rossi nella maggior parte dei casi indica lo sviluppo di una malattia grave che può essere curata solo in una fase precoce..

L'aumentato contenuto di globuli rossi nelle urine indica spesso lo sviluppo di patologie. Progettato per fornire ossigeno al corpo e proteggerlo dalle tossine, il loro significativo aumento delle urine è spesso uno degli indicatori importanti che indicano gravi violazioni del corpo.

Normalmente, negli uomini e nelle donne adulti, i globuli rossi non devono superare le 2 unità. Ma ciò non significa che questi indicatori siano invariati rispetto alla norma. In effetti, la loro presenza nelle urine è facoltativa. Infatti, in molte persone con salute, non vengono rilevate nelle urine e questo vale anche per la norma..

Vale la pena sapere che un aumento dei globuli rossi non significa sempre lo sviluppo di una malattia. Il loro numero può essere aumentato per motivi non legati alla salute..

Nonostante il fatto che i medici, un aumento del numero di globuli rossi è principalmente considerato come un sintomo che indica lo sviluppo della malattia. Un aumento del contenuto di globuli rossi nelle urine può essere innescato da ragioni completamente diverse:

  • Abuso di acido ascorbico;
  • Assunzione frequente di succhi acidi ad alta concentrazione;
  • Intenso sforzo fisico;
  • Uso frequente di alimenti contenenti molte spezie e sale.

Questi motivi possono provocare un aumento dei globuli rossi nelle urine di un adulto e di un bambino. I globuli rossi nelle urine diventano elevati e possono se si assumono determinati farmaci per lungo tempo, sotto forma di sulfonamide o antibiotici. Pertanto, in modo che il risultato non sia errato, si consiglia di sostituire i farmaci prima di eseguire il test con quelli che non influenzano il contenuto di globuli rossi nelle urine. A volte, anche in una persona sana, i globuli rossi nelle urine possono essere elevati, ma il loro eccesso è insignificante e temporaneo.

A seconda di quanti di essi sono stati trovati, il medico determina innanzitutto il tipo di ematuria:

  • Microematuria, ciò significa che non si verifica un aumento del contenuto di globuli rossi. cioè, nelle urine, il colore e la trasparenza rimangono invariati;
  • Macroematuria, si manifesta nel colore dell'urina, dandogli una tinta rossa o marrone. Nello studio di tale analisi, i globuli rossi rilevati potrebbero non essere nemmeno numerabili..

La macroematuria si trova più spesso nelle persone di età superiore ai 40 anni. Nella maggior parte dei casi, il suo aspetto è accompagnato non solo dall'urina che ha cambiato colore, ma anche dal dolore nelle aree in cui si verifica il processo infiammatorio. Ci sono 3 motivi, suddivisi condizionatamente in specie per le quali si verifica lo sviluppo della macroematuria:

somaticoRidotta coagulazione del sangue, avvelenamento da tossine, malattie infettive. In queste situazioni, i reni sono solo elementi sensibili che sono indirettamente coinvolti in malattie che non sono correlate a loro..
AffittiRelativo ai reni. Tumori, urolitiasi, malattie renali.
postrenaleSistema genito-urinario.

Vale la pena sapere che gli stessi sintomi di ematuria, manifestati in donne e uomini, possono indicare lo sviluppo di malattie completamente diverse, i motivi di questa differenza risiedono nelle loro caratteristiche anatomiche e fisiologiche.

Quindi nelle donne, i globuli rossi elevati possono significare:

  • Lesione alla vescica, reni;
  • Sanguinamento uterino;
  • Erosione cervicale. In questo caso, vengono rilevati un aumento dei globuli rossi nelle urine a causa dell'integrità dei vasi che si verificano durante questa malattia, di conseguenza, il sangue entra nelle urine durante la minzione;
  • mestruazioni;
  • Intossicazione da alcol. Nelle donne, questo tipo di avvelenamento può anche causare ematuria..

In un maschio adulto, i globuli rossi elevati vengono rilevati se:

  • Sanguinamento che si apre nel canale urinario;
  • Cancro alla prostata e malignità nel canale urinario;
  • Uretrite trascurata;
  • In un uomo, i polipi hanno iniziato a formarsi nella vescica e nel canale.

Nonostante questi punti distintivi, ci sono malattie che possono verificarsi in qualsiasi adulto:

  • Infiammazione dei reni, sviluppo di tumori in essi, trauma;
  • Propagazione di batteri nella vescica, questo si verifica se il ristagno di urina si verifica costantemente in essa;
  • Emofilia. A causa della scarsa coagulabilità, il sangue può penetrare nelle urine di uomini e donne;
  • Malattia da urolitiasi;
  • glomerulonefrite;
  • Malattie cardiache;
  • Malattie virali acute;
  • Vaiolo, febbre.

Indipendentemente da chi sviluppa ematuria negli uomini o nelle donne, i sintomi in entrambi i casi sono invariati. Ci sono 7 segni in totale, ognuno dei quali si manifesta in un adulto può significare un eccesso di globuli rossi nelle urine:

  1. Oligoanuria. Una forte diminuzione del volume di urina giornaliera o addirittura la sua assenza;
  2. Affaticabilità rapida. Costante debolezza, affaticamento, ridotta capacità di lavorare;
  3. Fiato corto;
  4. Dolore nella parte bassa della schiena, nella parte inferiore dell'addome;
  5. Sete frequente;
  6. Diminuzione dell'appetito;
  7. Vomito, nausea frequente.

La causa della comparsa dell'ematuria adulta è l'angina. Per ridurre la probabilità di un aumento significativo dei globuli rossi, è possibile in questa situazione solo mediante analisi delle urine regolari. Ma se l'ematuria non può essere evitata, il medico sta rivedendo il suo piano di trattamento, con aggiustamenti che aiuteranno a ridurre il numero di globuli rossi.

Vale la pena sapere, nonostante ci siano diversi tipi di sintomi che indicano microematuria, ciò non significa che i globuli rossi elevati nelle urine siano una malattia. La microematuria è solo un sintomo che non deve essere combattuto, ma per identificare la malattia che provoca il suo aspetto.

Ci sono molte ragioni per la comparsa di ematuria e tutte sono associate allo sviluppo di malattie gravi. Ciò significa che non dovresti auto-medicare, anche se conosci la diagnosi esatta. Poiché il trattamento dell'ematuria in ogni caso avviene secondo un piano individuale elaborato da un medico, a seconda della malattia identificata. Ciò significa che qualsiasi automedicazione non può solo provocare macroematuria, ma anche portare a una forma acuta della malattia stessa, che ha provocato un aumento dei globuli rossi.

Secondo l'OMS, la patologia oncologica è una delle principali cause della mortalità mondiale. Negli ultimi 3 anni sono stati segnalati più di 14 milioni di malattie tumorali di nuova diagnosi. Sulla base delle previsioni dell'OMS, entro il 2035 questo importo potrebbe aumentare del 70%.

I metodi più efficaci per prevenire la progressione della malattia sono la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo della patologia. I metodi diagnostici prevedono l'uso di tecniche di laboratorio e strumentali.

Quindi, a seconda della posizione della neoplasia, sono ampiamente utilizzati:

La diagnosi di laboratorio si basa su uno studio sui fluidi corporei. Viene spesso eseguito un esame del sangue, in cui viene conteggiato il numero di globuli rossi e bianchi, viene determinata la formula dei leucociti, ESR. Sulla base dei risultati, vengono valutati il ​​livello della risposta immunitaria del corpo, il lavoro dei germogli ematopoietici e la presenza di agenti batterici e virali. Tuttavia, in questo articolo analizzeremo più attentamente l'analisi delle urine, senza la quale nessun esame in un istituto medico può fare.

Sulla base di un'analisi generale delle urine, è possibile studiare la funzione renale, il lavoro dei sistemi cardiovascolare e immunitario.

La colorazione giallo chiaro indica ipervolemia, diabete, disfunzione della concentrazione renale.

Il colore giallo scuro indica disidratazione, insufficienza cardiaca. In presenza del colore della "birra" vale la pena pensare a malattie del fegato, colelitiasi.

L'urina nel cancro ha una tonalità rossastra quando si osserva ematuria. Con un massiccio apporto di globuli rossi nelle urine, si nota il colore delle "polpette". Inoltre, tale colorazione è possibile con IBD, glomerulonefrite, assunzione di determinati farmaci.

L'opacizzazione delle urine si verifica quando vi è un gran numero di leucociti, globuli rossi, batteri, proteine, epitelio, che aumenta anche la sua densità.

Lo sviluppo del cancro può essere osservato sullo sfondo della disfunzione d'organo esistente, quindi, oltre al sangue nelle urine, esiste un alto rischio di rilevare una grande quantità di proteine, glucosio, corpi chetonici, bilirubina, leucociti, comparsa di batteri, cilindri, sali.

Oltre a uno studio generale, un test delle urine per il cancro può mostrare la presenza di marcatori tumorali, indicando lo sviluppo del processo oncologico, nonché le condizioni pre-tumorali.

Il tumore più comune della vescica nelle urine è l'UBS oncomarker. Questo frammento proteico indica un aumento del numero di cellule tumorali nella vescica. Non fatevi prendere dal panico se si trova nelle urine, perché la cosa principale è la sua quantità. Un segno sicuro sarà un aumento di 150 volte.

I risultati dell'analisi sono ottenuti il ​​5-7 ° giorno dopo la consegna del materiale. La raccolta delle urine deve essere effettuata al mattino dopo un'accurata toilette del tratto genitale. Lo studio dovrebbe essere condotto entro e non oltre 2 ore dalla raccolta.

A volte UBS può anche essere rilevato con cancro del sistema bronco-polmonare, ghiandole (mammarie, pancreas), sistema riproduttivo, intestino, fegato.

CYFRA 21-1 è più spesso rilevato nelle lesioni maligne del tessuto polmonare. Il suo livello elevato conferma la presenza di patologia, tuttavia, se non viene trovato, ciò non garantisce l'assenza di cancro.

L'analisi del marker tumorale non dovrebbe essere l'unico test di laboratorio. È necessaria una diagnosi completa che tenga conto dei reclami del paziente, dell'esame obiettivo, dei risultati di un laboratorio esteso e dell'esame strumentale.

Oltre alle analisi di cui sopra, a volte viene utilizzato lo studio di una proteina dell'apparato mitotico nucleare come componente della matrice nucleare, la determinazione dell'antigene mediante microscopia a fluorescenza e la proteina dell'epatoma..

La sensibilità di ciascun metodo dipende dallo stadio del processo oncologico..

Vale la pena notare che è la localizzazione di una neoplasia maligna nel tratto genito-urinario che uno dei primi sintomi include cambiamenti nelle urine (ematuria).

Separatamente, vale la pena notare che con una lesione della ghiandola prostatica, il tumore è localizzato nei tessuti, quindi il sangue nelle urine può apparire solo nelle 3, 4 fasi della malattia.

L'ematuria in questo caso indica la crescita della neoplasia all'esterno della capsula, che germoglia e coinvolge le strutture circostanti, gli organi (vescica, intestino, vescicole seminali) nel processo patologico.

Le indicazioni per il passaggio di un'analisi delle urine dovrebbero includere la presenza di disturbi caratteristici, ad esempio, deterioramento della potenza, sensazione di bruciore durante la minzione, dolore nel perineo, inguine con radiazioni nella regione lombare.

Per quanto riguarda il cancro del rene e la vescica, la disfunzione urinaria (svuotamento incompleto della vescica, urgenze frequenti, incontinenza) può diventare una ragione per andare in ospedale. Quando un tumore cresce nella cistifellea, solitamente nelle urine compaiono strisce (gocce) di sangue scarlatto fresco. Il dolore in questo caso può essere assente. Si verifica anche lo sviluppo di sanguinamento con il rilascio di coaguli..

Al fine di diagnosticare e prescrivere correttamente un trattamento adeguato, è necessario condurre un esame completo e sviluppare una definizione delle tattiche di gestione del paziente. Quindi, nel 60% dei casi, dopo la resezione della vescica, vengono registrate ricadute. A questo proposito, è richiesto un approccio integrato con l'implementazione di interventi chirurgici, corsi di radiazioni e chemioterapia.

Senza un test di laboratorio sulle urine, nessun tipo di diagnosi può fare. Questo semplice test aiuta a rilevare il cancro. Solo un medico può decifrare correttamente il risultato dello studio, quindi non è necessario impegnarsi nell'autodiagnosi. Suggeriamo di scoprire cosa mostra l'analisi delle urine per il cancro.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, l'oncologia rimane una delle principali cause di morte. Negli ultimi 3 anni, sono stati diagnosticati 14 milioni di casi di malattie maligne nella popolazione. E le previsioni dell'OMS rimangono deludenti - secondo gli scienziati, si prevede che entro il 2035 questa cifra salirà al 70%.

I metodi che impediscono con successo la progressione del cancro o del carcinoma nell'uomo sono la diagnosi precoce e il trattamento della malattia. La diagnosi della malattia può essere strumentale e di laboratorio. Quest'ultimo consiste nello studio degli ambienti biologici del paziente, uno dei quali è l'urina. Uno studio generale dimostra chiaramente il funzionamento dei reni e il sistema genito-urinario, il cuore, l'immunità, mostra il livello di zucchero, acetone e altri criteri nel corpo che sono attualmente presenti.

Esistono diverse indicazioni per eseguire un test delle urine se si sospetta un processo maligno. Questi includono:

  • sensazione di bruciore durante la minzione;
  • svuotamento incompleto della vescica e il frequente impulso associato alla toilette;
  • incontinenza urinaria, cistite;
  • dolore nella regione pelvica con irradiazione nella parte bassa della schiena;
  • problemi di potenza.

Pertanto, una trascrizione dell'analisi può essere uno dei criteri per una diagnosi oncologica precoce. Identifica i problemi reali nella fase iniziale, il che aiuta a evitare complicazioni in futuro..

Marcatori tumorali specifici. Oltre alle caratteristiche generali, un test delle urine in oncologia può dimostrare la presenza di marcatori tumorali, che a loro volta confermano lo sviluppo di un processo maligno nel corpo o condizioni pre-tumorali. Parliamone di più sul tavolo.

Nome del marcatoreDescrizione
UBC - ANTIGENO CANCRO AL BLADDERÈ più spesso rilevato nel cancro della vescica. Questa è una proteina che indica la crescita delle cellule tumorali nel corpo. Non c'è bisogno di andare nel panico se viene rilevato questo marker tumorale: non è importante la sua presenza, ma la concentrazione. Nei processi oncologici, viene preso in considerazione solo un aumento di 150 volte dell'UBC!

Lo studio dura un giorno. La raccolta delle urine viene effettuata al mattino dopo un'accurata toilette dei genitali esterni. Il biomateriale deve essere consegnato al laboratorio entro le 2 ore successive. Oltre al cancro alla vescica, il marker tumorale UBC può indicare un danno maligno ai polmoni, al sistema renale, al seno, al fegato, all'intestino e alla prostata. Tra le altre patologie, si nota un aumento dell'antigene UBC nel diabete mellito e nella cirrosi.

CYFRA 21-1 - ANTIGENO DI CANCRO AL POLMONE NON A PICCOLA CELLA E ALCUNE ALTRE MALATTIE MALIGNANTIDi solito viene diagnosticato un processo oncologico nei tessuti del tratto respiratorio. Un aumento del livello di questo marker tumorale conferma la presenza di cancro nel corpo, ma questo risultato non dovrebbe essere l'unica analisi di laboratorio - la diagnosi è complessa, il che significa che è importante tenere conto delle lamentele del paziente e includere altri studi avanzati. Oltre al cancro ai polmoni, può indicare un processo oncologico nell'intestino, nello stomaco, nel fegato, nella cervice e nella prostata. Tra i disturbi non oncologici, si nota un aumento dell'antigene CYFRA 21-1 per problemi con reni e tumori benigni nel fegato.NMP22 - PROTEINA DELLA MATRICE NUCLEAREUn antigene specifico presente nelle persone con carcinoma della vescica. Consente di rilevare un processo maligno nella fase iniziale prima dei primi sintomi della malattia. Assegnato per la ricerca in combinazione con altri marcatori tumorali.TPS - POLIPEPTIDE DI TESSUTO (CYTOKERATIN 18)Antigene non specifico trovato durante lo sviluppo di tumori a cellule epiteliali nel corpo. Può indicare il cancro della vescica, del seno, dell'ovaio, della prostata. La concentrazione trascendentale di TPS viene diagnosticata con metastasi. Pertanto, lo studio è obbligatorio prima del trattamento chirurgico e dopo per valutarne l'efficacia.

La sensibilità di ciascun antigene dipende direttamente dallo stadio del cancro..

Sulla base dell'analisi delle urine, si possono trarre conclusioni sul funzionamento del sistema immunitario, vascolare e di altri sistemi corporei. Cosa può dire il suo specialista della colorazione?

Tonalità chiara di giallo. Parla di patologie come il diabete e il disturbo della concentrazione renale..

Tonalità scure di giallo saturo. Indicare problemi con il sistema cardiovascolare o la disidratazione. Se l'urina assomiglia alla birra in apparenza, c'è motivo di consultare un medico per le malattie del fegato e del tratto gastrointestinale.

Colore torbido delle urine. Parla della presenza nella composizione di un'eccessiva concentrazione di proteine, cellule epiteliali, globuli bianchi, flora patogena. Tutto ciò influisce in modo significativo sulla sua densità..

La formazione di un processo maligno di solito si verifica sullo sfondo della disfunzione di un organo affetto da un tumore, quindi, oltre all'ematuria, è possibile rilevare componenti come glucosio, bilirubina, corpi chetonici, sali, cilindri in aumento della concentrazione.

Cancro alla vescica Questa lesione maligna è una patologia comune che, come altre malattie oncologiche, è curata con successo con una diagnosi tempestiva. Per identificare un disturbo nella fase iniziale, è necessario sottoporsi a un esame completo con il minimo sospetto di esso.

Un esame delle urine generale per un processo oncologico nella vescica indica la presenza di sangue o ematuria. Se ci sono pochi globuli rossi, la colorazione del fluido biologico non viene praticamente osservata, il che significa microematuria. Il colore scarlatto delle urine di solito indica la crescita progressiva del tumore, la crescita dei suoi tessuti nei vasi dell'organo, che sanguinano.

L'ematuria può anche essere una conseguenza di glomerulonefrite, calcoli nel tratto urinario, polipi della vescica.

Oltre all'analisi generale, viene prescritto un test delle urine per i marker tumorali UBC, NMP22 e TPS. Il più sensibile in questo gruppo per il cancro alla vescica è l'antigene UBC..

Tumore all'intestino. Con una lesione maligna di questo organo, l'urina acquisisce un aspetto torbido e nei risultati della diagnosi si nota un aumento del livello di proteine, globuli bianchi e globuli rossi. Per i concorrenti, l'analisi è raramente prescritta, di solito è un complesso di CYFRA 21-1 e UBC.

Cancro allo stomaco. Con il cancro dell'apparato digerente, in particolare lo stomaco, nell'analisi delle urine viene determinata un'aumentata concentrazione di proteine ​​e globuli rossi - proteinuria ed ematuria. Questi sintomi si verificano anche nelle prime fasi del cancro, con il sospetto di un possibile processo maligno. Pertanto, non possono essere ignorati.

Si raccomanda anche lo studio dei marcatori tumorali - UBC e CYFRA 21-1. Questi antigeni indicano la patologia del tratto gastrointestinale.

Tumore del sangue (leucemia, leucemia). Un test delle urine per la leucemia consente di diagnosticare precocemente danni al fegato e ai reni. In questo caso, vengono generalmente rilevati glucosuria, albuminuria ed ematuria..

Tumore ai polmoni. Un test delle urine generale per il cancro del tratto respiratorio non è informativo, poiché non può indicare direttamente la presenza di una malattia, ma può rilevare disturbi della funzione escretoria dei reni associati a intossicazione da cancro generale del corpo. In questo caso, nei risultati dello studio si determinano moderata cilindruria, albuminuria, azotemia ed ematuria..

Carcinoma mammario L'analisi delle urine per il carcinoma mammario è poco istruttiva in termini di diagnosi della malattia di base. I cambiamenti riscontrati in esso possono indicare disturbi del sistema genito-urinario dovuti a intossicazione da cancro cronico. In questo caso, nei risultati dello studio verrà rilevata una maggiore concentrazione di corpi chetonici, ematuria e leucocitosi..

Si raccomanda anche il test delle urine per gli antigeni UBC e TPS. È la loro presenza in un esame completo che può confermare un sospetto di cancro al seno.

Carcinoma renale Con lo sviluppo di un processo maligno nel tessuto renale già in una fase precoce della malattia, nell'analisi delle urine compaiono segni di ematuria ed emoglobinuria. Nel primo caso, viene rilevato un aumento del contenuto di globuli rossi - più di 3 nel campo visivo, nel secondo - viene rilevata l'emoglobina. Le cellule del sangue in questo caso hanno una forma atipica, cioè sono più piccole del solito a causa di danni meccanici da parte del sistema di filtrazione dell'organo interessato. In questo caso, i globuli rossi non hanno colore a causa della perdita di emoglobina. Dalla concentrazione e dalle condizioni di questi criteri nell'analisi, è possibile determinare la posizione del tumore, la sua crescita e natura.

Cancro dell'utero, ovaie, cervice. A causa della stretta vicinanza della vescica e degli organi riproduttivi della donna, un test di laboratorio può indicare una serie di complicanze specifiche, vale a dire cambiamenti infiammatori di natura locale, ristagno di urina e idronefrosi. Nei risultati dell'analisi, le condizioni elencate si manifesteranno sotto forma di una maggiore concentrazione di proteine, globuli rossi e globuli bianchi..

Dovresti prestare attenzione alla natura della minzione - con l'oncologia della cervice, l'organo e le ovaie più genitali, l'incontinenza urinaria, i segni di cistite, lo svuotamento incompleto della vescica e la minzione frequente sono noti. I marcatori tumorali del sistema riproduttivo femminile diventano CYFRA 21-1 e TPS.

Cancro alla tiroide. In caso di degenerazione maligna dei tessuti degli organi endocrini, nell'analisi delle urine viene quasi sempre rivelato un segno: leucocitosi persistente. È necessario un esame completo per confermare la diagnosi..

Cancro al fegato. Questa lesione oncologica è caratterizzata da sanguinamento interno e processi infiammatori nel parenchima degli organi, che porta all'oscuramento delle urine - diventa rosso-marrone. I risultati dell'analisi rivelano ematuria, proteinuria e leucocitosi. Il tumore interferisce con la normale escrezione della bile dai dotti del fegato, che provoca lo sviluppo di ittero, che influisce anche sull'aspetto delle urine: diventa ancora più scuro e le feci, al contrario, sono scolorite.

Carcinoma esofageo L'analisi delle urine per il cancro del tratto gastrointestinale superiore - l'esofago - è considerata non informativa. Non può indicare la presenza di un processo maligno nell'organo nella fase iniziale della malattia. Solo più tardi, ci sono alcuni cambiamenti nello studio delle urine associati a intossicazione da cancro generale, ad esempio un aumento della concentrazione di globuli rossi e proteine.

Cancro al pancreas Le malattie del pancreas sono evidenziate da un cambiamento nel colore, nella densità e nella composizione chimica delle urine. Con i tumori degli organi, stiamo parlando di oliguria, cilindruria e proteinuria. L'urina diventa torbida e diventa scura, la quantità di minzione è ridotta. Appare il gonfiore.

Cancro alla prostata I parametri di analisi per un tumore maligno nella prostata sono anche uno dei criteri per la diagnosi. Con lo sviluppo della malattia, vengono rilevate le seguenti deviazioni: un aumento del numero di globuli bianchi, globuli rossi ed emoglobina. La leucocitosi è caratteristica di tutti i cambiamenti infettivi e infiammatori nel tratto urogenitale maschile (ad esempio, con prostatite), ma in combinazione con una maggiore concentrazione di emoglobina e colorazione delle urine in un colore marrone scuro a causa della presenza di cellule del sangue, la patologia di solito indica il cancro. Per confermare la diagnosi, viene prescritto un test delle urine per il marker tumorale UBC, che è un segno del 100% di danno maligno alla prostata, se i suoi risultati differiscono dalla norma di 150 o più volte.

Considera la tabella seguente, quali criteri sono valutati nell'analisi delle urine e se sono gli stessi per i pazienti di diverse fasce d'età.

indicatorinorme
COLOREDalla paglia al giallo intenso
ODOREBlando
TRASPARENZAPieno
PESO SPECIFICO (DENSITÀ)Bambini sotto i 4 anni - 1007-1016 g, bambini 5-11 anni - 1011-1021 g, adolescenti e adulti - 1018-1026 g.
PROTEINAMancante o fino a 0,24 g / l in adulti e bambini, fino a 0,33 g / l in donne in gravidanza
GLUCOSIONon determinato fino a 2,8 mmol / L.
EMOGLOBINANo
ORGANISMI DI CHETONENo
EritrocitiManca o fino a 3 nel campo visivo nei bambini e negli adulti, fino a 7 nei neonati
I leucocitiFino a 3 in vista negli uomini, fino a 6 nelle donne, fino a 7 nei ragazzi, fino a 10 nelle ragazze durante l'infanzia (fino a 16 anni)
Cellule epitelialiNo
CILINDRINo
BATTERINo

Bambini. I parametri di analisi delle urine del bambino sono quasi completamente identici dal punto di vista biochimico con pazienti adulti, ma ci sono ancora alcune differenze nelle varianti della norma. L'urina dei bambini ha un colore più chiaro, trasparenza e un odore meno pronunciato rispetto all'adulto. Per quanto riguarda gli indicatori quantitativi nello studio, ovvero le norme sui globuli rossi, i globuli bianchi e altri criteri, non ci sono differenze.

Gravidanza e allattamento Un normale test delle urine per donne in gravidanza e in allattamento sarà leggermente diverso dagli altri pazienti. Crescita attiva del feto, causando lo spostamento degli organi del tratto genito-urinario, il recupero nel periodo postpartum: tutto ciò influisce sulla composizione biochimica delle urine. Tuttavia, queste deviazioni sono insignificanti e non riguardano fattori importanti: globuli rossi, globuli bianchi, corpi chetonici, ecc. Il medico dovrebbe occuparsi della loro decodifica. Deviazioni significative dalla norma sospettano qualsiasi processo patologico nel corpo, inclusi i tumori maligni.

Prima di condurre un test delle urine, si raccomanda di seguire alcune regole che aiuteranno a garantire l'accuratezza della diagnosi. Questi includono:

  1. 3 giorni prima del test, è consigliabile abbandonare eventuali cattive abitudini - fumare e bere.
  2. È importante mangiare correttamente ed equilibrato. Almeno temporaneamente escludere diete, cibi grassi, piccanti e salati.
  3. Il giorno prima dello studio, dovresti evitare i rapporti sessuali o qualsiasi manipolazione genito-urinaria (ad esempio, esame su una sedia ginecologica, presa di uno striscio, posizionamento di un catetere).
  4. Alcuni giorni prima dell'analisi, è necessario rifiutare di assumere farmaci, se ciò non è possibile, è importante avvisare il medico di questo.
  5. Mantieni la calma psico-emotiva, elimina eventuali fattori di stress.

Materiale impropriamente preparato per la ricerca interferisce con una diagnosi accurata. Molto spesso, i seguenti fattori influenzano il risultato errato:

  • contenitore insufficientemente pulito per analisi;
  • raccogliere l'intera porzione di urina mattutina;
  • conservazione a lungo termine del fluido biologico - più di 2 ore;
  • mancanza di una toilette degli organi genitali esterni;
  • raccogliere la prima porzione di urina dopo il risveglio;
  • bere molta acqua prima dello studio;
  • bere alcolici prima di fare il test;
  • intensa attività fisica alla vigilia della diagnosi;
  • rimanere del contenitore con l'urina raccolta in condizioni inadatte - a temperature troppo alte o, al contrario, basse.

Dopo aver eliminato tutti questi errori, puoi contare sul risultato più informativo, che è estremamente importante nella diagnosi di malattie gravi come il cancro.

Molti oncologi raccomandano di sottoporsi a uno studio ripetutamente o in dinamica, se il primo ha mostrato risultati che differiscono dalla norma. Di solito, insieme all'analisi delle urine in caso di sospette malattie maligne, viene prescritta un'intera gamma di test diagnostici, che insieme tra loro possono confermare o negare la presenza di un processo oncologico nel corpo.

L'analisi delle urine viene eseguita in qualsiasi laboratorio. Molti pazienti si chiedono quali criteri scegliere un istituto diagnostico affidabile per evitare possibili errori nello studio. Devi prestare attenzione a diversi punti chiave:

  • reputazione clinica;
  • capacità professionali dei dipendenti;
  • la disponibilità di attrezzature moderne;
  • feedback positivo da altri pazienti;
  • comfort, posizione comoda da casa, velocità di ricerca.

Come accennato in precedenza, l'urina non è un materiale biologico che può essere conservato a lungo anche in condizioni refrigerate. Pertanto, l'accuratezza dei test diagnostici dipende dalla qualità dei servizi forniti dal laboratorio e dalle sue attrezzature tecniche. In Russia, da un punto di vista professionale, la rete di laboratori Invitro si è affermata con successo. Qui è possibile trovare la conformità con tutti i criteri di cui sopra.

Nella sola città di Mosca e San Pietroburgo operano oltre un centinaio di laboratori Invitro. Consideriamo alcuni indirizzi.

Mosca, st. Baumanskaya, 50/12.

  • Analisi delle urine - 345 sfregamenti.
  • Antigene UBC - 1775 sfregamenti.
  • CYFRA 21-2 - 1240 sfregamenti.

San Pietroburgo, sesta linea VO, 43.

  • Analisi delle urine - 300 sfregamenti.
  • Antigene UBC - 1860 rubli.
  • CYFRA 21-2 - 1120 sfregamenti.

Nizhny Novgorod, 1a Kirova Avenue..

  • Analisi delle urine - 250 sfregamenti.
  • Antigene UBC - 1880 rubli.
  • CYFRA 21-2 - 950 rub.

Poiché il laboratorio medico Invitro è considerato un istituto indipendente, i risultati di un test delle urine generale sono generalmente pronti entro poche ore, i test per i marker tumorali richiedono fino a 2 giorni.

Grazie per aver dedicato del tempo per completare il sondaggio. L'opinione di tutti è importante per noi..