Come determinare il cancro mediante analisi? Analisi generali in oncologia, metodi diagnostici strumentali

Lipoma


Nell'oncologia moderna, una diagnosi precoce del processo tumorale svolge un ruolo enorme. L'ulteriore sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti dipende da questo. La vigilanza oncologica è molto importante, poiché il cancro può manifestarsi negli ultimi stadi o mascherare i suoi sintomi per altre malattie.

Gruppi a rischio per neoplasie maligne

Esistono molte teorie per lo sviluppo del cancro, ma nessuna di esse fornisce una risposta dettagliata, perché si presenta comunque. I medici possono solo supporre che l'uno o l'altro fattore acceleri la carcinogenesi (crescita delle cellule tumorali).

Fattori di rischio del cancro:

  • Predisposizione etnica e razziale - Gli scienziati tedeschi hanno stabilito una tendenza: nelle persone dalla pelle bianca, il melanoma si verifica 5 volte più spesso rispetto ai neri.
  • Violazione della dieta: la dieta umana deve essere bilanciata, qualsiasi cambiamento nel rapporto tra proteine, grassi e carboidrati può portare a disturbi metabolici e, di conseguenza, al verificarsi di neoplasie maligne. Ad esempio, gli scienziati hanno dimostrato che un consumo eccessivo di alimenti che aumentano il colesterolo porta al cancro del polmone e un consumo eccessivo di carboidrati facilmente digeribili aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno. Inoltre, l'abbondanza di additivi chimici negli alimenti (esaltatori di sapidità, conservanti, nitrati, ecc.), Alimenti geneticamente modificati aumenta il rischio di oncologia..
  • Obesità - Secondo studi americani, il sovrappeso aumenta il rischio di cancro del 55% nelle donne e del 45% negli uomini.
  • Fumo: i medici dell'OMS hanno dimostrato che esiste una relazione causale diretta tra fumo e cancro (labbra, lingua, orofaringe, bronchi, polmoni). Nel Regno Unito, è stato condotto uno studio che ha dimostrato che le persone che fumano 1,5-2 pacchetti di sigarette al giorno sono inclini a sviluppare un cancro ai polmoni 25 volte superiore rispetto ai non fumatori.
  • Eredità: esistono alcuni tipi di tumore ereditati da un tipo autosomico recessivo e autosomico dominante, ad esempio il carcinoma ovarico o la poliposi intestinale familiare.
  • Esposizione alle radiazioni ionizzanti e ai raggi ultravioletti - le radiazioni ionizzanti di origine naturale e industriale causano l'attivazione dei carcinomi tiroidei pro-oncogeni e l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti durante l'insolazione (abbronzatura) contribuisce allo sviluppo di melanoma maligno della pelle.
  • Disturbi immunitari: una diminuzione dell'attività del sistema immunitario (immunodeficienze primarie e secondarie, immunosoppressione iatrogena) porta allo sviluppo di cellule tumorali.
  • Attività professionale: le persone che entrano in contatto con agenti cancerogeni chimici (resine, coloranti, fuliggine, metalli pesanti, carboidrati aromatici, amianto, sabbia) e radiazioni elettromagnetiche rientrano in questa categoria.
  • Caratteristiche dell'età riproduttiva nelle donne: le prime mestruazioni precoci (di età inferiore ai 14 anni) e la menopausa tardiva (di età superiore ai 55 anni) aumentano il rischio di carcinoma mammario e ovarico di 5 volte. In questo caso, la gravidanza e il parto riducono la tendenza alla comparsa di neoplasie degli organi riproduttivi

Sintomi che possono essere segni di oncologia

  • Lunghe ferite curative, fistole
  • L'escrezione di sangue nelle urine, sangue nelle feci, costipazione cronica, forma di feci a forma di nastro. Disfunzione della vescica e dell'intestino.
  • Deformazione delle ghiandole mammarie, comparsa di gonfiore di altre parti del corpo.
  • Perdita di peso drammatica, riduzione dell'appetito, difficoltà a deglutire.
  • Cambia il colore e la forma di talpe o segni di nascita
  • Sanguinamento uterino frequente o secrezione insolita nelle donne.
  • Tosse secca prolungata, non suscettibile di terapia, raucedine.

Principi generali per la diagnosi di neoplasie maligne

Dopo essere andato dal medico, il paziente deve ottenere informazioni complete su quali test indicano il cancro. È impossibile determinare l'oncologia mediante un esame del sangue, non è specifico in relazione alle neoplasie. Gli studi clinici e biochimici sono principalmente volti a determinare le condizioni del paziente con intossicazione da tumore e studiare il lavoro di organi e sistemi.
Un esame del sangue generale per l'oncologia rivela:

  • leucopenia o leucocitosi (globuli bianchi elevati o ridotti)
  • spostamento dei leucociti a sinistra
  • anemia (emoglobina bassa)
  • trombocitopenia (piastrine basse)
  • aumento dell'ESR (ESR costantemente elevato di oltre 30 in assenza di gravi reclami - causa di allarme)

L'analisi generale dell'urina in oncologia è piuttosto istruttiva, ad esempio con il mieloma nelle urine viene rilevata una specifica proteina Bens-Jones. Un esame del sangue biochimico consente di giudicare lo stato del sistema urinario, il metabolismo del fegato e delle proteine.

Cambiamenti nell'analisi biochimica per varie neoplasie:

IndiceRisultatoNota
Proteine ​​totali
  • Norma - 75-85 g / l

è possibile sia il suo eccesso che la sua diminuzione

Le neoplasie di solito migliorano i processi catabolici e la disgregazione proteica, inibendo non specificamente la sintesi proteica.
iperproteinemia, ipoalbuminemia, rilevazione della paraproteina (gradiente M) nel siero del sangueTali indicatori consentono di sospettare il mieloma (plasmocitoma maligno).
Urea, creatinina
  • tasso di urea - 3-8 mmol / l
  • norma della creatinina - 40-90 μmol / l

Aumentano i livelli di urea e creatinina

Ciò suggerisce una maggiore scomposizione proteica, un segno indiretto di intossicazione da cancro o una riduzione non specifica della funzione renale.
L'urea aumenta con la normale creatininaDecadimento del tessuto tumorale.
Fosfatasi alcalina
  • norma - 0-270 PEZZI / l

Fosfatasi alcalina aumentata oltre 270 unità / l

Parla della presenza di metastasi nel fegato, nel tessuto osseo, nel sarcoma osteogenico.
Crescita enzimatica sullo sfondo di AST e ALT normaliInoltre, i tumori embrionali delle ovaie, dell'utero, dei testicoli possono isoenzima placentare ectopico fosfatasi alcalina.
ALT, AST
  • norma ALT - 10-40 PEZZI / l
  • Norma AST - 10-30 U / l

Aumento dell'enzima al di sopra del limite superiore della norma

Indica il decadimento non specifico delle cellule del fegato (epatociti), che può essere causato da processi infiammatori e cancerosi..
Colesterolo
  • la norma del colesterolo totale è 3,3-5,5 mmol / l

La diminuzione è inferiore al limite inferiore del normale

Parla di neoplasie maligne del fegato (poiché il colesterolo si forma precisamente nel fegato)
Potassio
  • norma di potassio - 3,6-5,4 mmol / l

Un aumento dei livelli di elettroliti a livelli normali di Na

Cachessia da cancro

Un esame del sangue per l'oncologia comprende anche uno studio del sistema emostatico. A causa del rilascio di cellule tumorali e dei loro frammenti nel sangue, è possibile aumentare la coagulazione del sangue (ipercoagulazione) e la microtrombosi, che impediscono il movimento del sangue lungo il letto vascolare.

Oltre ai test per determinare il cancro, ci sono una serie di studi strumentali che aiutano a diagnosticare le neoplasie maligne:

  • Rilievo radiografico in proiezione diretta e laterale
  • Radiografia a contrasto (irrigografia, isterosalpingografia)
  • Tomografia computerizzata (con e senza contrasto)
  • Imaging a risonanza magnetica (con e senza contrasto)
  • Metodo con radionuclidi
  • Ultrasuoni Doppler
  • Esame endoscopico (fibrogastroscopia, colonscopia, broncoscopia).

Cancro allo stomaco

Il cancro gastrico è il secondo tumore più comune nella popolazione (dopo il cancro ai polmoni).

  • Fibroesofagastroduodenoscopia - è un metodo d'oro per la diagnosi del cancro gastrico, è necessariamente accompagnato da un gran numero di biopsie in diverse aree della neoplasia e mucosa gastrica invariata.
  • Radiografia dello stomaco mediante contrasto orale (miscela di bario): il metodo era abbastanza popolare prima dell'introduzione degli endoscopi in pratica, consente di vedere sulla radiografia un difetto di riempimento nello stomaco.
  • Esame ecografico degli organi addominali, TC, risonanza magnetica - utilizzato per la ricerca di metastasi nei linfonodi e in altri organi dell'apparato digerente (fegato, milza).
  • Esame del sangue immunologico - mostra il cancro gastrico nelle prime fasi quando il tumore stesso non è ancora visibile all'occhio umano (CA 72-4, CEA e altri)
Studia:Fattori di rischio:
da 35 anni: esame endoscopico una volta ogni 3 anni
  • eredità
  • gastrite cronica a bassa acidità
  • ulcera gastrica o polipi

Diagnosi del cancro al colon

  • Esame delle dita del retto: determina il cancro a una distanza di 9-11 cm dall'ano, consente di valutare la mobilità del tumore, la sua elasticità, la condizione dei tessuti vicini;
  • La colonscopia - l'introduzione di un video endoscopio nel retto - visualizza il cancro infiltrato fino al lembo di bauginio, consente una biopsia di aree sospette dell'intestino;
  • Irrigoscopia: radiologia dell'intestino crasso mediante doppio contrasto (contrasto-aria);
  • Ultrasuoni degli organi pelvici, TC, risonanza magnetica, colonscopia virtuale: visualizza la germinazione del cancro del colon e le condizioni degli organi adiacenti;
  • Determinazione dei marcatori tumorali - CEA, C 19-9, Sialosyl - TN
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per il retto e il colon:
Dai 40 anni:
  • una volta all'anno esame rettale digitale
  • Saggio immunologico occulto nelle feci una volta ogni 2 anni
  • colonscopia una volta ogni 3 anni
  • sigmoidoscopia una volta ogni 3 anni
  • oltre 50 anni
  • adenoma del colon
  • poliposi familiare diffusa
  • colite ulcerosa
  • Morbo di Crohn
  • carcinoma genitale femminile o mammario precedente
  • carcinoma del colon-retto nei parenti di sangue
  • poliposi familiare
  • colite ulcerosa
  • colite spastica cronica
  • polipi
  • costipazione con dolicosigma

Carcinoma mammario

Questo tumore maligno occupa un posto di primo piano tra le neoplasie femminili. Tali statistiche deludenti sono in parte dovute alla scarsa qualifica dei medici che stanno esaminando in modo non professionale le ghiandole mammarie..

  • Palpazione della ghiandola: consente di determinare la tuberosità e il gonfiore dello spessore dell'organo e sospettare il processo del tumore.
  • La radiografia del seno (mammografia) è uno dei metodi più importanti per la rilevazione di tumori non palpabili. Per un maggiore contenuto informativo, viene utilizzato il contrasto artificiale:
    • pneumocistografia (rimozione di liquido dal tumore e introduzione dell'aria in esso) - consente di identificare le formazioni parietali;
    • ductografia: il metodo si basa sull'introduzione di un mezzo di contrasto nei dotti lattiginosi; visualizza la struttura e i contorni dei condotti e le formazioni anormali in essi.
  • Ecografia al seno e dopplerografia: i risultati degli studi clinici hanno dimostrato l'elevata efficienza di questo metodo nel rilevare il carcinoma intraduttale microscopico e tumori abbondanti di afflusso di sangue.
  • Computer e risonanza magnetica: consentono di valutare la germinazione del carcinoma mammario negli organi vicini, la presenza di metastasi e danni ai linfonodi regionali.
  • Test immunologici per carcinoma mammario (marker tumorali) - CA-15-3, antigene embrionale tumorale (CEA), CA-72-4, prolattina, estradiolo, TPS.
Ricerca:Fattori di rischio:
  • da 18 anni: 1 volta al mese autoesame del carcinoma mammario
  • da 25 anni: una volta all'anno esame clinico
  • 25-39 anni: ultrasuoni una volta ogni 2 anni
  • 40-70 anni: mammografia una volta ogni 2 anni
  • eredità (carcinoma mammario materno)
  • prima nascita in ritardo
  • inizio tardivo e precoce delle mestruazioni
  • assenza di bambini (non c'era lattazione)
  • fumo
  • obesità, diabete
  • oltre 40 anni
  • disfunzione ovarica
  • mancanza di vita sessuale e orgasmo

Cancro ai polmoni

Il cancro al polmone è tra le neoplasie maligne negli uomini ed è il quinto tra le donne al mondo..

  • Radiografia del torace
  • TAC
  • Angiografia RM e RM
  • Ultrasuoni transesofagei
  • Broncoscopia con biopsia: il metodo consente di vedere con i propri occhi la laringe, la trachea, i bronchi e di ottenere materiale per l'esame utilizzando una macchia, una biopsia o un rossore.
  • Citologia dell'espettorato - la percentuale di rilevazione del cancro nello stadio preclinico usando questo metodo è del 75-80%
  • Puntura tumorale percutanea - indicata per il cancro periferico.
  • Esame a contrasto dell'esofago per valutare lo stato dei linfonodi della biforcazione.
  • Video toracoscopia diagnostica e toracotomia con biopsia dei linfonodi regionali.
  • Esame del sangue immunologico per carcinoma polmonare
    • Tumore a piccole cellule - NSE, REA, Tu M2-RK
    • Cancro a grandi cellule - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Carcinoma a cellule squamose - SCC, CYFRA 21-1, CEA
    • Adenocarcinoma - REA, Tu M2-RK, CA-72-4
Ricerca:Fattori di rischio:
  • 40-70 anni: una volta ogni 3 anni, una TC spirale a basso dosaggio degli organi toracici nelle persone a rischio - rischi professionali, fumo, malattie polmonari croniche
  • fumare più di 15 anni
  • inizio precoce del fumo da 13 a 14 anni
  • malattie polmonari croniche
  • di età superiore ai 50-60 anni

Cancro cervicale

Il cancro cervicale viene rilevato in circa 400.000 donne all'anno in tutto il mondo. Il più delle volte diagnosticato in fasi molto avanzate. Negli ultimi anni, c'è stata una tendenza a ringiovanire la malattia - si verifica spesso nelle donne di età inferiore ai 45 anni (cioè prima della menopausa). Diagnosi del cancro cervicale:

  • Esame ginecologico negli specchi: rivela solo forme visibili di cancro in uno stadio avanzato.
  • L'esame colposcopico - l'esame del tessuto tumorale al microscopio, viene effettuato utilizzando sostanze chimiche (acido acetico, soluzione di iodio), che consentono di determinare la posizione e i confini del tumore. La manipolazione è necessariamente accompagnata da una biopsia del tessuto canceroso e sano dell'utero cervicale e dall'esame citologico.
  • TC, risonanza magnetica, ultrasuoni degli organi pelvici - viene utilizzato per rilevare la germinazione del cancro negli organi vicini e il grado della sua prevalenza.
  • La cistoscopia - utilizzata per l'invasione del cancro cervicale nella vescica, consente di vedere la sua mucosa.
  • Analisi immunologiche per carcinoma cervicale - SCC, CG, alfa-fetoproteina; si raccomanda lo studio dei marcatori tumorali in dinamica
Ricerca:Fattori di rischio:Fattori di rischio per altra oncopatologia ginecologica:
  • da 18 anni: esame ginecologico ogni anno
  • 18-65 anni: Pap test ogni 2 anni
  • da 25 anni: ultrasuoni degli organi pelvici una volta ogni 2 anni
  • molti aborti (conseguenze)
  • molte nascite
  • molti partner, frequenti cambi di partner
  • erosione cervicale
  • inizio precoce dell'attività sessuale
  • carcinoma ovarico - ereditarietà, irregolarità mestruali, infertilità
  • carcinoma uterino - in ritardo (dopo 50 anni, menopausa, obesità, ipertensione, diabete mellito

Ricerca sul cancro uterino

  • Palpazione del corpo uterino ed esame vaginale bimanuale: consente di valutare le dimensioni dell'utero, la presenza di protuberanze e protuberanze in esso, la deviazione dell'organo dall'asse.
  • Curettage diagnostico della cavità uterina - il metodo si basa sul curettage utilizzando uno strumento speciale - una curette - il rivestimento interno dell'utero (endometrio) e il suo successivo esame citologico per le cellule tumorali. Lo studio è piuttosto informativo, in casi dubbi può essere eseguito più volte in dinamica.
  • TC, risonanza magnetica - eseguita per tutte le donne con l'obiettivo di impostare lo stadio e il grado del processo del cancro.
  • Ultrasuoni (transvaginale e transaddominale) - a causa della sua non invasività e facilità di esecuzione, la tecnica è stata ampiamente utilizzata per rilevare il cancro dell'utero. Una ecografia identifica tumori fino a 1 cm di diametro, consente di esaminare il flusso sanguigno del tumore, il cancro che germoglia negli organi adiacenti.
  • Isteroscopia con una biopsia mirata - si basa sull'introduzione di una fotocamera speciale nella cavità uterina, che visualizza un'immagine su un grande schermo, mentre il medico può vedere ogni area del rivestimento uterino e condurre una biopsia di formazioni dubbie.
  • Test immunologici per carcinoma uterino - malondialdeide (MDA), gonadotropina corionica, alfa-fetoproteina, antigene embrio-tumorale.

Diagnosi del cancro alla vescica

  • Palpazione dell'organo attraverso la parete addominale anteriore o bimanalmente (attraverso il retto o la vagina) - quindi, il medico può determinare solo tumori di dimensioni sufficientemente grandi.
  • Ultrasuoni degli organi pelvici (transuretrale, transaddominale, transrettale): rivela la proliferazione del cancro della vescica oltre i suoi limiti, danni ai linfonodi vicini, metastasi agli organi adiacenti.
  • Cistoscopia: un esame endoscopico che consente di esaminare la mucosa della vescica e la biopsia di un'area tumorale.
  • Cistoscopia mediante spettrometria: prima dell'esame, il paziente prende un reagente speciale (fotosensibilizzatore), che contribuisce all'accumulo di acido 5-aminolevulinico nelle cellule tumorali. Pertanto, durante l'endoscopia, la neoplasia emette un bagliore speciale (fluorescenza).
  • Citologia dei sedimenti urinari
  • CT, risonanza magnetica - i metodi determinano il rapporto tra carcinoma della vescica e sue metastasi in relazione agli organi vicini.
  • Oncomarker - TPA o TPS (antigene polipeptidico tissutale), BTA (antigene tumorale della vescica).

Cancro alla tiroide

A causa dell'aumento delle radiazioni e dell'esposizione umana negli ultimi 30 anni, l'incidenza del carcinoma tiroideo è aumentata di 1,5 volte. I principali metodi per diagnosticare il cancro alla tiroide:

  • Ultrasuono + Dopplerografia della ghiandola tiroidea - un metodo piuttosto informativo, non invasivo e non trasporta l'esposizione alle radiazioni.
  • Imaging a risonanza magnetica e calcolata: vengono utilizzati per diagnosticare la diffusione del processo tumorale oltre la ghiandola tiroidea e identificare le metastasi negli organi vicini.
  • La tomografia a emissione di positroni è una tecnica tridimensionale, il cui uso si basa sulla proprietà del radioisotopo, per accumularsi nei tessuti della ghiandola tiroidea.
  • La scintigrafia con radioisotopi è anche un metodo basato sulla capacità dei radionuclidi (più precisamente, iodio) di accumularsi nei tessuti della ghiandola, ma a differenza della tomografia, indica la differenza nell'accumulo di iodio radioattivo in tessuti sani e tumorali. L'infiltrato di cancro può assumere la forma di un focus "freddo" (che non assorbe lo iodio) e "caldo" (che supera l'assorbimento di iodio).
  • Biopsia per aspirazione con ago sottile: consente una biopsia e il successivo esame citologico delle cellule tumorali, rivela marcatori genetici speciali del carcinoma tiroideo hTERT, EMC1, TMPRSS4.
  • Determinazione della proteina galectina-3 correlata alla lectina. Questo peptide partecipa alla crescita e allo sviluppo dei vasi del tumore, alle sue metastasi e alla soppressione del sistema immunitario (inclusa l'apoptosi). L'accuratezza diagnostica di questo marker nelle neoplasie maligne della ghiandola tiroidea è del 92-95%.
  • La ricaduta del carcinoma tiroideo è caratterizzata da una diminuzione dei livelli di tireoglobulina e da un aumento della concentrazione dei marker tumorali EGFR, HBME-1

Carcinoma esofageo

Il cancro colpisce principalmente il terzo inferiore dell'esofago, generalmente preceduto da metaplasia intestinale e displasia. Il tasso di incidenza medio è del 3,0% per 10.000 abitanti..

  • Studio sul contrasto dei raggi X dell'esofago e dello stomaco usando solfato di bario - raccomandato per chiarire il grado di pervietà dell'esofago.
  • Fibroesofagogastroduodenoscopia: consente di vedere il cancro con i propri occhi e una tecnica videoscopica avanzata visualizza un'immagine del cancro esofageo su un grande schermo. Durante lo studio, una biopsia della neoplasia è obbligatoria con successiva diagnosi citologica.
  • Imaging a risonanza magnetica e calcolata: visualizza il grado di crescita del tumore negli organi vicini, determina lo stato dei gruppi regionali di linfonodi.
  • Fibrobronchoscopia - deve essere eseguita quando si schiaccia il cancro dell'esofago dell'albero tracheobronchiale e consente di valutare il grado di diametro delle vie aeree.

Oncomarker: diagnosi immunologica delle neoplasie

L'essenza della diagnosi immunologica è il rilevamento di antigeni o marker tumorali specifici. Sono abbastanza specifici per tipi specifici di cancro. Un esame del sangue per i marcatori tumorali per la diagnosi primaria non ha alcun uso pratico, ma consente di determinare l'occorrenza precoce della ricaduta e prevenire la diffusione del cancro. Esistono più di 200 tipi di marcatori tumorali nel mondo, ma solo circa 30 hanno un valore diagnostico..

I medici hanno tali requisiti per i marcatori tumorali:

  • Deve essere altamente sensibile e specifico.
  • Il marker tumorale deve essere assegnato solo dalle cellule tumorali maligne e non dalle cellule del corpo
  • Il marker tumorale deve indicare un tumore specifico
  • L'emocromo per i marcatori tumorali dovrebbe aumentare con lo sviluppo del cancro

Classificazione dei marker tumorali

Tutti i marker tumorali: fare clic per ingrandire

Per struttura biochimica:

  • Oncofetale e oncoplacentare (CEA, CG, alfa-fetoproteina)
  • Glicoproteine ​​associate al tumore (CA 125, CA 19-9. CA 15-3)
  • Cheratoproteine ​​(UBC, SCC, TPA, TPS)
  • Proteine ​​enzimatiche (PSA, enolasi neurone-specifica)
  • Ormoni (calcitonina)
  • Altra struttura (ferritina, IL-10)

Per valore per il processo diagnostico:

  • Il principale - è inerente alla massima sensibilità e specificità per un tumore particolare.
  • Minore - ha una piccola specificità e sensibilità, viene utilizzato in combinazione con il principale marker tumorale.
  • Ulteriore: rilevato con una varietà di neoplasie.

Analisi delle urine in oncologia

I batteri probiotici modificati aiutano a rilevare metastasi epatiche cancerose.

Molti tipi di tumore, incluso il pancreas e alcuni tumori intestinali, specialmente se metastatizzati, si arrampicano nel fegato. Non è necessario spiegare ciò che questo minaccia, ma i problemi possono essere evitati se il focus canceroso secondario viene rilevato in tempo e si sbarazza di esso. Il fegato si rigenera bene e quindi può facilmente subire un intervento chirurgico e la rimozione di un pezzo di tessuto malato. È importante rilevare una formazione maligna il più presto possibile - perché prima lo tagliano fuori dal fegato, meglio è per il paziente.

Un modo abbastanza semplice per diagnosticare precocemente il cancro - usando un probiotico e un'analisi delle urine - è descritto in un articolo su Science Translational Medicine da dipendenti del Massachusetts Institute of Technology. Ricordiamo che i probiotici sono chiamati microrganismi utilizzati a fini terapeutici, ad esempio per ripristinare la microflora intestinale.

D'altra parte, è noto da tempo che i batteri amano i tumori cancerosi: in primo luogo, ci sono molti nutrienti lì, e in secondo luogo, le cellule maligne cercano di ingannare, indebolire il sistema immunitario in cui vivono, il che è di nuovo benefico per i microbi. Ma per il tumore stesso, i batteri sono un ospite completamente indesiderabile e, anche 200 anni fa, i medici hanno notato che l'infezione può ridurre un tumore canceroso o persino alleviare completamente il paziente dal cancro. Non molto tempo fa, abbiamo scritto degli esperimenti dei ricercatori della Johns Hopkins University, che sono riusciti a sopprimere lo sviluppo di tumori in diversi cani oncologici e una persona con l'aiuto del clostridio del suolo Clostridium novyi.

Nel loro lavoro, Sangeeta Bhatia e i suoi colleghi hanno utilizzato Escherichia coli con un gene lacZ modificato. L'enzima codificato da lacZ scinde il lattosio disaccaride in glucosio e galattosio monosaccaride, ma questa volta avrebbe dovuto scindere il galattosio accoppiato alla proteina luminosa luciferina. I batteri, spaccando una molecola chimerica simile, liberarono la luciferina, che presto apparve nelle urine, dove poteva essere facilmente rilevata usando l'enzima luciferasi: ossidava la luciferina con l'emissione di luce.

Il test è abbastanza semplice: al giorno d'oggi non sorprende nessuno con batteri modificati e la reazione della luciferasi è diventata una delle procedure di laboratorio più comuni, i reagenti per questo sono economici e convenienti. Sono rimaste due domande: come introdurre i batteri nel corpo e come si comporteranno in esso. Fu deciso che la preparazione batterica doveva essere tale da essere ingerita, come un normale probiotico, per il quale veniva usato un ceppo di E. coli, che viene spesso usato per problemi al tratto gastrointestinale.

Esperimenti con topi hanno mostrato che l'E. Coli modificata non prestava attenzione non solo agli organi sani, ma anche ai tumori, a meno che non fossero nel fegato. Ci sono entrati, ovviamente, direttamente dal tratto digestivo, attraverso la vena porta. Ciò non significa che non esistessero batteri da nessun'altra parte, semplicemente adoravano i tumori del fegato e ce n'erano così tanti che potevano produrre abbastanza proteine ​​luminescenti che venivano escrete nelle urine. (Ancora una volta, sottolineiamo che in un fegato sano, le cellule di E. coli non si sono accumulate.)

Se i topi dopo che sono stati alimentati con batteri, è stata introdotta la molecola del rivelatore e successivamente non hanno visto alcun segnale nelle urine, significa che non c'erano metastasi nel fegato e se l'urina ha iniziato a brillare nella reazione della luciferasi, significa che i tumori secondari sono comparsi nel fegato. Accadde così che i batteri probiotici diventarono un test specifico per il cancro al fegato. E la risposta alla domanda posta nel titolo ("Posso determinare il cancro mediante analisi delle urine"), suona così: è possibile se si tratta di cancro al fegato e se il paziente viene alimentato con microbi speciali.

I batteri e la reazione della luciferasi consentono di rilevare formazioni maligne delle dimensioni di un millimetro cubo, il che rende questo metodo il più sensibile di quelli esistenti (né il computer né l'imaging a risonanza magnetica, quando si tratta del fegato, non possono vedere tumori così piccoli). Nel prossimo futuro, cercheranno di verificare i dati ottenuti negli studi clinici con pazienti affetti da cancro. Tuttavia, altri ricercatori esortano gli autori del lavoro a non fermarsi qui: ad esempio, Andrea Califano della Columbia University suggerisce di aggiungere ulteriori modifiche ai batteri che consentirebbero loro di distruggere le cellule tumorali - in modo che E. coli aiuti non solo a rilevare il cancro, ma anche distruggilo.

Analisi generale delle urine negli indicatori oncologici

Diagnosi di tumori cancerosi - un esame completo che utilizza specifici metodi strumentali e di laboratorio. Viene eseguito secondo le indicazioni, tra cui le violazioni identificate da un esame del sangue clinico standard..

Le neoplasie maligne crescono molto intensamente, mentre consumano vitamine e minerali, oltre a rilasciare prodotti della loro attività vitale nel sangue, portano a una significativa intossicazione del corpo. I nutrienti sono presi dal sangue, anche i prodotti della loro lavorazione arrivano lì, il che influisce sulla sua composizione. Pertanto, è spesso durante gli esami di routine e i test di laboratorio che vengono rilevati segni di una malattia pericolosa.

Il cancro può essere sospettato dai risultati di studi standard e speciali. Con i processi patologici nel corpo, i cambiamenti nella composizione e nelle proprietà del sangue si riflettono in:

  • esame del sangue generale;
  • ricerca biochimica;
  • marcatori tumorali.

Tuttavia, è impossibile determinare in modo affidabile il cancro mediante un esame del sangue. Le deviazioni di qualsiasi indicatore possono essere causate da malattie che non sono in alcun modo collegate all'oncologia. Anche l'analisi specifica e più informativa dei marker tumorali non fornisce una garanzia al 100% della presenza o dell'assenza di una malattia e necessita di conferma.

Questo tipo di test di laboratorio dà un'idea del numero di elementi sagomati di base che sono responsabili delle funzioni del sangue. Una diminuzione o un aumento di qualsiasi indicatore è un segnale di difficoltà, inclusa la presenza di neoplasie. Un campione di dito viene prelevato (a volte da una vena) al mattino, a stomaco vuoto. La tabella seguente mostra le principali categorie di un esame del sangue generale o clinico e i loro valori normali.

Quando si interpretano le analisi, è necessario tenere conto del fatto che, a seconda del genere e dell'età, gli indicatori possono variare e ci sono anche ragioni fisiologiche per aumentare o diminuire i valori.

Nome, unitàDescrizionequantità
Emoglobina (HGB), g / lComponente dei globuli rossi, trasporta l'ossigeno120-140
Globuli rossi (RBC), cellule / lToro rosso4-5x10 12
Indicatore di coloreDiagnostico per l'anemia0,85-1,05
Reticolociti (RTC). %globuli rossi0,2-1,2%
Piastrine (PLT), cellule / LFornire emostasi180-320x10 9
ESR (ESR), mm / hLa velocità di sedimentazione plasmatica degli eritrociti2-15
Globuli bianchi (WBC), cellule / lSvolgere funzioni protettive: mantenere l'immunità, combattere gli agenti estranei e rimuovere le cellule morte4-9x10 9
Linfociti (LYM),%Questi elementi sono componenti del concetto di "globuli bianchi". Il loro numero e rapporto è chiamato la formula dei leucociti, che ha un importante valore diagnostico in molte malattie25-40
Gli eosinofili,%0.5-5
Basofili,%0-1
I monociti,%3-9
Neutrofili: pugnalata1-6
segmentato47-72
mielociti
metamielociti

Quasi tutti questi emocromi cambiano in oncologia in direzione di diminuzione o aumento. A cosa fa esattamente il medico prestando attenzione quando studia i risultati dell'analisi:

  • ESR La velocità di eritrosedimentazione del plasma è superiore al normale. Fisiologicamente, questo può essere spiegato dalle mestruazioni nelle donne, dall'aumentata attività fisica, dallo stress, ecc. Tuttavia, se l'eccesso è significativo ed è accompagnato da sintomi di debolezza generale e febbre di basso grado, si può sospettare il cancro..
  • Neutrofili. Il loro numero è aumentato. Particolarmente pericoloso è la comparsa di nuove cellule immature (mielociti e metamilocociti) nel sangue periferico, caratteristiche dei neuroblastomi e di altre malattie oncologiche..
  • linfociti Questi parametri oncologici sono più elevati del normale in oncologia, poiché è questo elemento ematico responsabile del sistema immunitario e combatte le cellule tumorali..
  • Emoglobina. Diminuisce se ci sono processi tumorali di organi interni. Ciò è spiegato dal fatto che i prodotti di scarto delle cellule tumorali danneggiano i globuli rossi, riducendo il loro numero.
  • Globuli bianchi. Il numero di globuli bianchi, come dimostrato dai test con oncologia, è sempre ridotto se il midollo osseo viene metastatizzato. La formula dei leucociti si sposta quindi a sinistra. Le neoplasie di una diversa localizzazione portano ad un aumento.

Va tenuto presente che la diminuzione dell'emoglobina e il numero di globuli rossi è caratteristica dell'anemia ordinaria causata dalla mancanza di ferro. Un aumento dell'ESR è osservato nei processi infiammatori. Pertanto, tali segni di oncologia mediante analisi del sangue sono considerati indiretti e devono essere confermati.

Lo scopo di questa analisi, condotta annualmente, è ottenere informazioni sul metabolismo, sul lavoro di vari organi interni, sull'equilibrio di vitamine e minerali. Un esame del sangue biochimico per l'oncologia è anche informativo, poiché una modifica di alcuni valori consente di trarre conclusioni sulla presenza di tumori cancerosi. Dalla tabella puoi scoprire quali indicatori dovrebbero essere normali.

Un esame del sangue biochimico può sospettare il cancro se i seguenti valori non sono normali:

  • Albumina e proteine ​​totali. Caratterizzano la quantità totale di proteine ​​nel siero del sangue e il contenuto di quella principale. Una neoplasia in via di sviluppo consuma attivamente proteine, quindi questo indicatore è significativamente ridotto. Se il fegato è interessato, quindi anche con una buona alimentazione, si osserva una carenza.
  • Glucosio. Il cancro del sistema riproduttivo (soprattutto femminile), fegato, polmoni influenza la sintesi di insulina, inibendola. Di conseguenza, compaiono i sintomi del diabete, che riflette un'analisi biochimica del sangue nel cancro (il livello di zucchero aumenta).
  • Fosfatasi alcalina. Aumenta, prima di tutto, con tumori ossei o metastasi in essi. Può anche indicare oncologia della cistifellea, del fegato.
  • Urea. Questo criterio consente di valutare il funzionamento dei reni e, se elevato, esiste una patologia dell'organo o un'intensa decomposizione delle proteine ​​nel corpo. Quest'ultimo fenomeno è caratteristico dell'intossicazione da tumore..
  • Bilirubina e alanina aminotransferasi (AlAT). Un aumento del numero di questi composti informa sui danni al fegato, incluso il cancro.

Se si sospetta il cancro, un esame del sangue biochimico non può essere utilizzato come conferma della diagnosi. Anche se c'è una coincidenza sotto tutti gli aspetti, saranno richiesti ulteriori test di laboratorio. Per quanto riguarda la donazione diretta di sangue, viene prelevato da una vena al mattino ed è impossibile mangiare e bere (è consentito l'uso di acqua bollita) della sera precedente.

Se un esame del sangue biochimico e generale per l'oncologia fornisce solo un'idea generale della presenza di un processo patologico, uno studio dei marker tumorali consente persino di determinare la posizione di una neoplasia maligna. Questo è il nome dell'analisi del sangue per il cancro, in cui vengono rilevati composti specifici prodotti dal tumore stesso o dall'organismo in risposta alla sua presenza.

In totale, sono noti circa 200 marker tumorali, ma poco più di venti sono utilizzati per la diagnosi. Alcuni di essi sono specifici, cioè indicano una lesione di un organo specifico, mentre altri possono essere rilevati in diversi tipi di cancro. Ad esempio, l'alfa-fetoproteina è un marker tumorale comune per l'oncologia, presente in quasi il 70% dei pazienti. Lo stesso vale per il CEA (antigene embrio-tumorale). Pertanto, per determinare il tipo di tumore, il sangue viene esaminato utilizzando una combinazione di marcatori tumorali generali e specifici:

  • Proteina S-100, NSE - il cervello;
  • CA-15-3, CA-72-4, CEA - la ghiandola mammaria è interessata;
  • SCC, alfa-fetoproteina - la cervice;
  • AFP, CA-125, hCG - ovaie;
  • CYFRA 21–1, CEA, NSE, SCC - polmoni;
  • AFP, CA 19-9, CA-125 - il fegato;
  • CA 19-9, CEA, CA 242 - stomaco e pancreas;
  • CA-72-4, CEA - intestini;
  • PSA - ghiandola prostatica;
  • HCG, AFP - testicoli;
  • Protein S-100 - Pelle.

Ma con tutta l'accuratezza e il contenuto informativo, la diagnosi di oncologia mediante analisi del sangue per i marcatori tumorali è preliminare. La presenza di antigeni può essere un segno di processi infiammatori e altre malattie e il CEA è sempre elevato nei fumatori. Pertanto, senza conferma da studi strumentali, la diagnosi non viene effettuata.

Questa domanda è logica. Se i risultati scarsi non confermano l'oncologia, può essere il contrario? Sì, è possibile. Il risultato dell'analisi può essere influenzato dalle dimensioni ridotte del tumore o dalla somministrazione di farmaci (dato che per ciascun marker tumorale esiste un elenco specifico di farmaci che può portare a risultati falsi positivi o falsi negativi, il medico curante e il personale di laboratorio devono essere informati dei farmaci assunti dal paziente).

Anche se gli esami del sangue sono buoni e la diagnostica strumentale non ha dato risultati, ma ci sono lamentele soggettive di dolore, possiamo parlare di un tumore extraorganico. Ad esempio, la sua varietà retroperitoneale viene rilevata già in 4 fasi, prima delle quali non ha quasi mai permesso di conoscere se stessa. Anche il fattore età è importante, perché il metabolismo rallenta nel corso degli anni e gli antigeni entrano nel flusso sanguigno troppo lentamente.

Il rischio di ammalarsi di cancro è approssimativamente lo stesso per entrambi i sessi, ma la metà giusta dell'umanità ha un'ulteriore vulnerabilità. Il sistema riproduttivo femminile è ad alto rischio di cancro, in particolare le ghiandole mammarie, che porta il cancro al seno al 2 ° posto in frequenza di insorgenza, tra tutte le neoplasie maligne. L'epitelio cervicale è anche soggetto a degenerazione maligna, quindi le donne dovrebbero essere responsabili degli esami e prestare attenzione ai seguenti risultati del test:

  • L'OCA in oncologia mostra una diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina, nonché un aumento della VES.
  • Analisi biochimiche: un aumento del glucosio è motivo di preoccupazione qui. Tali sintomi del diabete sono particolarmente pericolosi per le donne, poiché spesso diventano precursori del seno e del cancro uterino.
  • Quando testato per marcatori tumorali, la presenza simultanea di antigeni SCC e alfa-fetoproteina indica un rischio di danno cervicale. Glicoproteina CA 125 - una minaccia di cancro endometriale, AFP, CA-125, hCG - ovaie e la combinazione di CA-15-3, CA-72-4, CEA suggerisce che il tumore può essere localizzato nelle ghiandole mammarie.

Se qualcosa è allarmante nelle analisi e ci sono segni caratteristici di oncologia nella fase iniziale, una visita dal medico non deve essere rinviata. Inoltre, è necessario visitare un ginecologo almeno una volta all'anno e ispezionare regolarmente il torace da soli. Queste semplici misure preventive spesso aiutano a rilevare il cancro nelle prime fasi..

L'esame dovrebbe essere effettuato con un prolungato deterioramento del benessere sotto forma di debolezza, bassa temperatura costante, affaticamento, perdita di peso, anemia di genesi poco chiara, linfonodi ingrossati, comparsa di sigilli nelle ghiandole mammarie, scolorimento delle talpe, cambiamenti nel funzionamento del tratto gastrointestinale, accompagnati da scarico di sangue dopo defecazione, tosse intrusiva senza segni di infezione, ecc..

Ulteriori motivi sono:

  • età superiore ai 40 anni;
  • oncologia nella storia familiare;
  • andare oltre la norma degli indicatori di analisi biochimica e controllo dell'account utente;
  • dolore o disfunzione prolungata di qualsiasi organo o sistema, anche in piccola parte.

L'analisi non richiede molto tempo, aiutando nel contempo a identificare una malattia potenzialmente letale nel tempo e curarla nei modi meno traumatici. Inoltre, tali esami dovrebbero diventare regolari (almeno una volta all'anno) per coloro che hanno parenti con oncologia o che hanno superato il limite di quarant'anni.

Il sangue per il test dell'antigene viene donato da una vena al mattino. I risultati vengono emessi entro 1-3 giorni e per essere affidabili, è necessario seguire alcuni consigli:

  • non fare colazione;
  • non assumere farmaci e vitamine alla vigilia;
  • tre giorni prima di fare una diagnosi di cancro mediante un esame del sangue, escludere l'alcol;
  • non mangiare cibi grassi e fritti il ​​giorno prima;
  • un giorno prima dello studio per escludere un intenso sforzo fisico;
  • non fumare il giorno della consegna al mattino (il fumo aumenta CEA);
  • in modo che i fattori di terze parti non distorcano gli indicatori, in primo luogo curare tutte le infezioni.

Dopo aver ricevuto i risultati, non si dovrebbero trarre conclusioni indipendenti e fare diagnosi. Questo esame del sangue per il cancro non è affidabile al 100% e richiede una conferma strumentale.

Se esaminiamo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, sarà possibile scoprire che sono proprio i vari processi oncologici che sono più spesso di altre patologie che portano alla morte. Il cancro è una malattia abbastanza insidiosa e pericolosa, perché col tempo può progredire in modo asintomatico..

Nelle fasi iniziali, l'oncologia può essere gestita dal punto di vista medico o con un intervento chirurgico minimo. Sfortunatamente, negli ultimi stadi, quasi tutti i trattamenti sono esclusivamente di supporto e il margine di sopravvivenza a cinque anni è estremamente basso. Molti esperti prescrivono un test delle urine per l'oncologia, considera perché questo è necessario.

Quando eseguono uno studio di laboratorio sulla composizione delle urine, gli specialisti hanno l'opportunità di determinare il funzionamento dei reni, del cuore e dei vasi sanguigni e anche in quale stato si trova il sistema immunitario. Ad esempio, con una tonalità giallo chiaro di biomassa, è possibile diagnosticare diabete o ipervolemia..

Se l'urina ha una tonalità giallo scuro, il paziente non può essere escluso da disidratazione, insufficienza cardiaca, colelitiasi e patologie epatiche. Nel cancro, un'analisi delle urine indicherà che il fluido corporeo ha una tonalità rossastra. Ciò è dovuto al fatto che una certa quantità di sangue vi penetra.

Il colore delle urine cambia a seconda dello stadio dell'oncologia. Fonte: urology.propto.ru

Quando ci sono troppi globuli rossi nelle urine, l'urina assomiglierà al colore delle gocce di carne. Tuttavia, questo parametro può anche indicare che il paziente stava assumendo determinati farmaci, ha un'urolitiasi o una glomerulonefrite sta progredendo..

Inoltre, le persone che eseguono un test delle urine per l'oncologia possono notare che il fluido biologico ha una certa torbidità. Ciò è dovuto al fatto che la composizione contiene molti globuli bianchi, globuli rossi, batteri, proteine, epitelio. Di conseguenza, la densità o il peso specifico saranno necessariamente aumentati..

Affinché il cancro si sviluppi, ci deve essere un certo fattore che contribuisce. Se un organo o sistema interno non funziona correttamente, allora c'è un'alta probabilità che il processo oncologico inizi a progredire. In questo caso, un test delle urine mostrerà anche una maggiore concentrazione di sali, bilirubina, corpi chetonici, glucosio.

Tutti questi parametri, che sono stati descritti sopra, possono essere presenti non solo nei pazienti con patologia tumorale. Ecco perché un esame delle urine generale può solo capire che ci sono problemi nel corpo. Di conseguenza, se uno specialista ha nominato un'analisi, deve essere eseguita.

Il cancro può essere diagnosticato solo se viene eseguita un'analisi delle urine per determinare i marker tumorali, che indicano anche condizioni precancerose. Se esiste un'oncologia della vescica, il marker tumorale urinario UBS viene determinato nelle urine. Questo frammento fa parte della proteina. Si può parlare della progressione di una malattia pericolosa solo quando la sua norma viene superata 150 volte.

L'area di localizzazione del tumore da marcatori tumorali identificati. Fonte: medik.expert

La ricerca per determinare il cancro è raramente veloce. Quindi, ad esempio, quando si identificano i marker tumorali, saranno necessari dai 5 ai 7 giorni per ottenere risultati. Per quanto riguarda le regole per la raccolta di materiale biologico, sono standard e il paziente deve completare tutte le fasi della preparazione, come prima della normale analisi delle urine.

Vale la pena notare che il marker tumorale UBS può indicare la presenza di un tumore nel sistema mammario e pancreas, broncopolmonare e riproduttivo, nell'intestino e nel fegato. Nella maggior parte dei casi, se il processo patologico colpisce il tessuto polmonare, viene determinato un marker tumorale come CYFRA 21-1. Un aumento dei valori conferma la malattia, ma la sua assenza non significa che non vi sia alcun cancro.

Il processo di identificazione e conferma del cancro è piuttosto complesso e lungo. Per rilevare il problema e determinare l'area di localizzazione, è necessario un approccio integrato. Pertanto, l'analisi delle urine nel cancro è sempre integrata da altri metodi diagnostici di laboratorio e strumentali.

Nella maggior parte dei casi, lo studio del biofluido può diagnosticare il cancro alla vescica o la presenza di neoplasie negli organi del sistema riproduttivo in una fase iniziale di sviluppo. Ciò è dovuto al fatto che l'urina inizia a cambiare il suo colore, poiché un gran numero di globuli rossi vi entra, cioè si sviluppa l'ematuria.

Tuttavia, in quelle situazioni in cui il paziente sta progredendo di 1 o 2 gradi di carcinoma prostatico, questo sintomo sarà assente. Nelle urine, il sangue inizierà a essere rilasciato solo quando la patologia raggiunge il 3-4 ° stadio di sviluppo. Il paziente in questo stato si sente molto male, perché le strutture e gli organi circostanti sono coinvolti nel processo oncologico.

Se consideriamo le principali indicazioni per le quali è necessario eseguire un test delle urine per identificare l'oncologia, si tratta di lamentele dei pazienti relative a un deterioramento della loro salute, ad esempio: mancanza di desiderio sessuale, diminuzione della potenza, aumento della minzione, dolore nel perineo e all'inguine, mancanza di appetito e perdita di peso.

Un'analisi delle urine può anche confermare o confutare il cancro del rene e della vescica. Il paziente ha bisogno di andare in ospedale in quelle situazioni quando nota una certa violazione del processo di minzione. Spesso si tratta di un aumento di urgenze, incontinenza, svuotamento incompleto della vescica. Se il tumore cresce nel lume del canale, appariranno strisce di sangue nelle urine.

Come affermato all'inizio, vari processi oncologici possono progredire in modo asintomatico per lungo tempo. Pertanto, alcuni pazienti potrebbero non notare alcun cambiamento nel loro stato di salute fino a quando non viene rivelato un sanguinamento grave che è difficile da interrompere..

Secondo l'OMS, la patologia oncologica è una delle principali cause della mortalità mondiale. Negli ultimi 3 anni sono stati segnalati più di 14 milioni di malattie tumorali di nuova diagnosi. Sulla base delle previsioni dell'OMS, entro il 2035 questo importo potrebbe aumentare del 70%.

I metodi più efficaci per prevenire la progressione della malattia sono la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo della patologia. I metodi diagnostici prevedono l'uso di tecniche di laboratorio e strumentali.

Quindi, a seconda della posizione della neoplasia, sono ampiamente utilizzati:

La diagnosi di laboratorio si basa su uno studio sui fluidi corporei. Viene spesso eseguito un esame del sangue, in cui viene conteggiato il numero di globuli rossi e bianchi, viene determinata la formula dei leucociti, ESR. Sulla base dei risultati, vengono valutati il ​​livello della risposta immunitaria del corpo, il lavoro dei germogli ematopoietici e la presenza di agenti batterici e virali. Tuttavia, in questo articolo analizzeremo più attentamente l'analisi delle urine, senza la quale nessun esame in un istituto medico può fare.

Sulla base di un'analisi generale delle urine, è possibile studiare la funzione renale, il lavoro dei sistemi cardiovascolare e immunitario.

La colorazione giallo chiaro indica ipervolemia, diabete, disfunzione della concentrazione renale.

Il colore giallo scuro indica disidratazione, insufficienza cardiaca. In presenza del colore della "birra" vale la pena pensare a malattie del fegato, colelitiasi.

L'urina nel cancro ha una tonalità rossastra quando si osserva ematuria. Con un massiccio apporto di globuli rossi nelle urine, si nota il colore delle "polpette". Inoltre, tale colorazione è possibile con IBD, glomerulonefrite, assunzione di determinati farmaci.

L'opacizzazione delle urine si verifica quando vi è un gran numero di leucociti, globuli rossi, batteri, proteine, epitelio, che aumenta anche la sua densità.

Lo sviluppo del cancro può essere osservato sullo sfondo della disfunzione d'organo esistente, quindi, oltre al sangue nelle urine, esiste un alto rischio di rilevare una grande quantità di proteine, glucosio, corpi chetonici, bilirubina, leucociti, comparsa di batteri, cilindri, sali.

Oltre a uno studio generale, un test delle urine per il cancro può mostrare la presenza di marcatori tumorali, indicando lo sviluppo del processo oncologico, nonché le condizioni pre-tumorali.

Il tumore più comune della vescica nelle urine è l'UBS oncomarker. Questo frammento proteico indica un aumento del numero di cellule tumorali nella vescica. Non fatevi prendere dal panico se si trova nelle urine, perché la cosa principale è la sua quantità. Un segno sicuro sarà un aumento di 150 volte.

I risultati dell'analisi sono ottenuti il ​​5-7 ° giorno dopo la consegna del materiale. La raccolta delle urine deve essere effettuata al mattino dopo un'accurata toilette del tratto genitale. Lo studio dovrebbe essere condotto entro e non oltre 2 ore dalla raccolta.

A volte UBS può anche essere rilevato con cancro del sistema bronco-polmonare, ghiandole (mammarie, pancreas), sistema riproduttivo, intestino, fegato.

CYFRA 21-1 è più spesso rilevato nelle lesioni maligne del tessuto polmonare. Il suo livello elevato conferma la presenza di patologia, tuttavia, se non viene trovato, ciò non garantisce l'assenza di cancro.

L'analisi del marker tumorale non dovrebbe essere l'unico test di laboratorio. È necessaria una diagnosi completa che tenga conto dei reclami del paziente, dell'esame obiettivo, dei risultati di un laboratorio esteso e dell'esame strumentale.

Oltre alle analisi di cui sopra, a volte viene utilizzato lo studio di una proteina dell'apparato mitotico nucleare come componente della matrice nucleare, la determinazione dell'antigene mediante microscopia a fluorescenza e la proteina dell'epatoma..

La sensibilità di ciascun metodo dipende dallo stadio del processo oncologico..

Vale la pena notare che è la localizzazione di una neoplasia maligna nel tratto genito-urinario che uno dei primi sintomi include cambiamenti nelle urine (ematuria).

Separatamente, vale la pena notare che con una lesione della ghiandola prostatica, il tumore è localizzato nei tessuti, quindi il sangue nelle urine può apparire solo nelle 3, 4 fasi della malattia.

L'ematuria in questo caso indica la crescita della neoplasia all'esterno della capsula, che germoglia e coinvolge le strutture circostanti, gli organi (vescica, intestino, vescicole seminali) nel processo patologico.

Le indicazioni per il passaggio di un'analisi delle urine dovrebbero includere la presenza di disturbi caratteristici, ad esempio, deterioramento della potenza, sensazione di bruciore durante la minzione, dolore nel perineo, inguine con radiazioni nella regione lombare.

Per quanto riguarda il cancro del rene e la vescica, la disfunzione urinaria (svuotamento incompleto della vescica, urgenze frequenti, incontinenza) può diventare una ragione per andare in ospedale. Quando un tumore cresce nella cistifellea, solitamente nelle urine compaiono strisce (gocce) di sangue scarlatto fresco. Il dolore in questo caso può essere assente. Si verifica anche lo sviluppo di sanguinamento con il rilascio di coaguli..

Al fine di diagnosticare e prescrivere correttamente un trattamento adeguato, è necessario condurre un esame completo e sviluppare una definizione delle tattiche di gestione del paziente. Quindi, nel 60% dei casi, dopo la resezione della vescica, vengono registrate ricadute. A questo proposito, è richiesto un approccio integrato con l'implementazione di interventi chirurgici, corsi di radiazioni e chemioterapia.

Se esaminiamo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, sarà possibile scoprire che sono proprio i vari processi oncologici che sono più spesso di altre patologie che portano alla morte. Il cancro è una malattia abbastanza insidiosa e pericolosa, perché col tempo può progredire in modo asintomatico..

Nelle fasi iniziali, l'oncologia può essere gestita dal punto di vista medico o con un intervento chirurgico minimo. Sfortunatamente, negli ultimi stadi, quasi tutti i trattamenti sono esclusivamente di supporto e il margine di sopravvivenza a cinque anni è estremamente basso. Molti esperti prescrivono un test delle urine per l'oncologia, considera perché questo è necessario.

Quando eseguono uno studio di laboratorio sulla composizione delle urine, gli specialisti hanno l'opportunità di determinare il funzionamento dei reni, del cuore e dei vasi sanguigni e anche in quale stato si trova il sistema immunitario. Ad esempio, con una tonalità giallo chiaro di biomassa, è possibile diagnosticare diabete o ipervolemia..

Se l'urina ha una tonalità giallo scuro, il paziente non può essere escluso da disidratazione, insufficienza cardiaca, colelitiasi e patologie epatiche. Nel cancro, un'analisi delle urine indicherà che il fluido corporeo ha una tonalità rossastra. Ciò è dovuto al fatto che una certa quantità di sangue vi penetra.

Quando ci sono troppi globuli rossi nelle urine, l'urina assomiglierà al colore delle gocce di carne. Tuttavia, questo parametro può anche indicare che il paziente stava assumendo determinati farmaci, ha un'urolitiasi o una glomerulonefrite sta progredendo..

Inoltre, le persone che eseguono un test delle urine per l'oncologia possono notare che il fluido biologico ha una certa torbidità. Ciò è dovuto al fatto che la composizione contiene molti globuli bianchi, globuli rossi, batteri, proteine, epitelio. Di conseguenza, la densità o il peso specifico saranno necessariamente aumentati..

Affinché il cancro si sviluppi, ci deve essere un certo fattore che contribuisce. Se un organo o sistema interno non funziona correttamente, allora c'è un'alta probabilità che il processo oncologico inizi a progredire. In questo caso, un test delle urine mostrerà anche una maggiore concentrazione di sali, bilirubina, corpi chetonici, glucosio.

Tutti questi parametri, che sono stati descritti sopra, possono essere presenti non solo nei pazienti con patologia tumorale. Ecco perché un esame delle urine generale può solo capire che ci sono problemi nel corpo. Di conseguenza, se uno specialista ha nominato un'analisi, deve essere eseguita.

Il cancro può essere diagnosticato solo se viene eseguita un'analisi delle urine per determinare i marker tumorali, che indicano anche condizioni precancerose. Se esiste un'oncologia della vescica, il marker tumorale urinario UBS viene determinato nelle urine. Questo frammento fa parte della proteina. Si può parlare della progressione di una malattia pericolosa solo quando la sua norma viene superata 150 volte.

L'area di localizzazione del tumore da marcatori tumorali identificati. Fonte: medik.expert

La ricerca per determinare il cancro è raramente veloce. Quindi, ad esempio, quando si identificano i marker tumorali, saranno necessari dai 5 ai 7 giorni per ottenere risultati. Per quanto riguarda le regole per la raccolta di materiale biologico, sono standard e il paziente deve completare tutte le fasi della preparazione, come prima della normale analisi delle urine.

Vale la pena notare che il marker tumorale UBS può indicare la presenza di un tumore nel sistema mammario e pancreas, broncopolmonare e riproduttivo, nell'intestino e nel fegato. Nella maggior parte dei casi, se il processo patologico colpisce il tessuto polmonare, viene determinato un marker tumorale come CYFRA 21-1. Un aumento dei valori conferma la malattia, ma la sua assenza non significa che non vi sia alcun cancro.

Il processo di identificazione e conferma del cancro è piuttosto complesso e lungo. Per rilevare il problema e determinare l'area di localizzazione, è necessario un approccio integrato. Pertanto, l'analisi delle urine nel cancro è sempre integrata da altri metodi diagnostici di laboratorio e strumentali.

Nella maggior parte dei casi, lo studio del biofluido può diagnosticare il cancro alla vescica o la presenza di neoplasie negli organi del sistema riproduttivo in una fase iniziale di sviluppo. Ciò è dovuto al fatto che l'urina inizia a cambiare il suo colore, poiché un gran numero di globuli rossi vi entra, cioè si sviluppa l'ematuria.

Tuttavia, in quelle situazioni in cui il paziente sta progredendo di 1 o 2 gradi di carcinoma prostatico, questo sintomo sarà assente. Nelle urine, il sangue inizierà a essere rilasciato solo quando la patologia raggiunge il 3-4 ° stadio di sviluppo. Il paziente in questo stato si sente molto male, perché le strutture e gli organi circostanti sono coinvolti nel processo oncologico.

Se consideriamo le principali indicazioni per le quali è necessario eseguire un test delle urine per identificare l'oncologia, si tratta di lamentele dei pazienti relative a un deterioramento della loro salute, ad esempio: mancanza di desiderio sessuale, diminuzione della potenza, aumento della minzione, dolore nel perineo e all'inguine, mancanza di appetito e perdita di peso.

Un'analisi delle urine può anche confermare o confutare il cancro del rene e della vescica. Il paziente ha bisogno di andare in ospedale in quelle situazioni quando nota una certa violazione del processo di minzione. Spesso si tratta di un aumento di urgenze, incontinenza, svuotamento incompleto della vescica. Se il tumore cresce nel lume del canale, appariranno strisce di sangue nelle urine.

Come affermato all'inizio, vari processi oncologici possono progredire in modo asintomatico per lungo tempo. Pertanto, alcuni pazienti potrebbero non notare alcun cambiamento nel loro stato di salute fino a quando non viene rivelato un sanguinamento grave che è difficile da interrompere..

Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio.

L'analisi delle urine non è il metodo di test più informativo per il sospetto carcinoma della vescica. Il principale segno dello sviluppo dell'oncologia è la presenza di sangue nelle urine, ma questo stesso sintomo può anche indicare altre patologie. Per chiarire la diagnosi, si raccomanda al paziente di sottoporsi ai seguenti studi:

Per quanto riguarda l'analisi delle urine, di solito viene effettuato uno studio generale e l'esame del materiale per la presenza di marcatori tumorali. Nella diagnosi, vengono generalmente utilizzati diversi metodi di ricerca, associati alle specifiche della malattia e alle possibili metastasi a organi distanti. Se si sospetta metastasi, al paziente possono essere offerti metodi di ricerca come radiografia, palpazione rettale e scintigrafia se esiste il rischio di danno osseo.

Quando si analizza l'urina, è possibile rilevare altre deviazioni, ad esempio la precipitazione, la presenza di pus. Ciò indica un danno ad altri organi e l'attaccamento dell'infezione. L'oncologia è spesso accompagnata da insufficienza renale, cistite e nefrite di varia natura..

Oltre ai marker tumorali, lo studio utilizza antigeni per il cancro alla vescica. Questi ultimi sono considerati i più precisi nella diagnosi della malattia. Il test antigene ha una sensibilità più elevata ed è facile da eseguire. È questo studio che sta alla base dei test a casa per lo studio preliminare. Tuttavia, i sistemi di test sono caratterizzati da elevati risultati di errore, che non solo non consentono di determinare lo stadio della lesione, ma la sua presenza in generale.

Per chiarire i risultati diagnostici, si raccomandano studi più dettagliati. Pertanto, il rilevamento di globuli rossi freschi può indicare una lesione oncologica. La presenza di acido ialuronico nel materiale di prova conferma anche il cancro alla vescica. In assenza di processi infiammatori nel tratto urinario, le cellule tumorali trovate nei sedimenti possono essere una conferma dell'oncologia.

Se si sospetta il cancro, i seguenti studi sono prescritti per il paziente:

  • test generali e coltura batterica,
  • Ecografia,
  • cistoscopia.

Il trattamento della malattia è complicato dal fatto che i metodi di terapia locali non danno un risultato sostenibile. Ecco perché, dopo ogni fase del trattamento, è necessario condurre uno studio dei marcatori tumorali in dinamica. Con il cancro superficiale, si raccomanda la resezione, a seguito della quale il tumore può essere completamente sradicato. Per le piccole formazioni, viene utilizzato il metodo di elettrovaporizzazione, che prevede l'evaporazione del tessuto interessato a temperature elevate.

Con danni muscolari e recidive frequenti, è indicata la cistectomia radicale. Questo metodo prevede la completa rimozione della vescica con organi adiacenti del sistema genito-urinario. Negli uomini, questa è la prostata e le vescicole seminali, nelle donne, l'utero con appendici. Dopo la rimozione, è necessario creare le condizioni per la normale diversione urinaria, per la quale utilizzare ureteri esterni o interni o serbatoi intestinali.

L'esame ripetuto dei marker tumorali dopo il trattamento chirurgico dimostra un leggero aumento del livello o della sua norma. In assenza di metastasi, possiamo parlare della liberazione completa dalla malattia. Tuttavia, ciò non preclude l'attuazione della terapia di mantenimento e delle misure preventive. La più alta concentrazione di marcatori tumorali è presente nel sangue, motivo per cui un esame del sangue fornisce un risultato più accurato e aiuta a identificare i processi tumorali in una fase precoce o per prevenire una ricaduta. Il numero di marcatori tumorali nell'uomo varia, a seconda dell'età e della presenza di formazioni nel corpo, comprese cisti e tumori benigni.

Pertanto, la decisione sulla terapia basata sui risultati di studi di questo tipo dovrebbe essere presa esclusivamente dal medico, in base alla totalità di tutti i dati disponibili sulla salute del paziente.

Nell'oncologia moderna, una diagnosi precoce del processo tumorale svolge un ruolo enorme. L'ulteriore sopravvivenza e la qualità della vita dei pazienti dipende da questo. La vigilanza oncologica è molto importante, poiché il cancro può manifestarsi negli ultimi stadi o mascherare i suoi sintomi per altre malattie.

Esistono molte teorie per lo sviluppo del cancro, ma nessuna di esse fornisce una risposta dettagliata, perché si presenta comunque. I medici possono solo supporre che l'uno o l'altro fattore acceleri la carcinogenesi (crescita delle cellule tumorali).

Fattori di rischio del cancro:

  • Predisposizione etnica e razziale - Gli scienziati tedeschi hanno stabilito una tendenza: nelle persone dalla pelle bianca, il melanoma si verifica 5 volte più spesso rispetto ai neri.
  • Violazione della dieta: la dieta umana deve essere bilanciata, qualsiasi cambiamento nel rapporto tra proteine, grassi e carboidrati può portare a disturbi metabolici e, di conseguenza, al verificarsi di neoplasie maligne. Ad esempio, gli scienziati hanno dimostrato che un consumo eccessivo di alimenti che aumentano il colesterolo porta al cancro del polmone e un consumo eccessivo di carboidrati facilmente digeribili aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno. Inoltre, l'abbondanza di additivi chimici negli alimenti (esaltatori di sapidità, conservanti, nitrati, ecc.), Alimenti geneticamente modificati aumenta il rischio di oncologia..
  • Obesità - Secondo studi americani, il sovrappeso aumenta il rischio di cancro del 55% nelle donne e del 45% negli uomini.
  • Fumo: i medici dell'OMS hanno dimostrato che esiste una relazione causale diretta tra fumo e cancro (labbra, lingua, orofaringe, bronchi, polmoni). Nel Regno Unito, è stato condotto uno studio che ha dimostrato che le persone che fumano 1,5-2 pacchetti di sigarette al giorno sono inclini a sviluppare un cancro ai polmoni 25 volte superiore rispetto ai non fumatori.
  • Eredità: esistono alcuni tipi di tumore ereditati da un tipo autosomico recessivo e autosomico dominante, ad esempio il carcinoma ovarico o la poliposi intestinale familiare.
  • Esposizione alle radiazioni ionizzanti e ai raggi ultravioletti - le radiazioni ionizzanti di origine naturale e industriale causano l'attivazione dei carcinomi tiroidei pro-oncogeni e l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti durante l'insolazione (abbronzatura) contribuisce allo sviluppo di melanoma maligno della pelle.
  • Disturbi immunitari: una diminuzione dell'attività del sistema immunitario (immunodeficienze primarie e secondarie, immunosoppressione iatrogena) porta allo sviluppo di cellule tumorali.
  • Attività professionale: le persone che entrano in contatto con agenti cancerogeni chimici (resine, coloranti, fuliggine, metalli pesanti, carboidrati aromatici, amianto, sabbia) e radiazioni elettromagnetiche rientrano in questa categoria.
  • Caratteristiche dell'età riproduttiva nelle donne: le prime mestruazioni precoci (di età inferiore ai 14 anni) e la menopausa tardiva (di età superiore ai 55 anni) aumentano il rischio di carcinoma mammario e ovarico di 5 volte. In questo caso, la gravidanza e il parto riducono la tendenza alla comparsa di neoplasie degli organi riproduttivi
  • Lunghe ferite curative, fistole
  • L'escrezione di sangue nelle urine, sangue nelle feci, costipazione cronica, forma di feci a forma di nastro. Disfunzione della vescica e dell'intestino.
  • Deformazione delle ghiandole mammarie, comparsa di gonfiore di altre parti del corpo.
  • Perdita di peso drammatica, riduzione dell'appetito, difficoltà a deglutire.
  • Cambia il colore e la forma di talpe o segni di nascita
  • Sanguinamento uterino frequente o secrezione insolita nelle donne.
  • Tosse secca prolungata, non suscettibile di terapia, raucedine.

Dopo essere andato dal medico, il paziente deve ottenere informazioni complete su quali test indicano il cancro. È impossibile determinare l'oncologia mediante un esame del sangue, non è specifico in relazione alle neoplasie. Gli studi clinici e biochimici sono principalmente volti a determinare le condizioni del paziente con intossicazione da tumore e studiare il lavoro di organi e sistemi.
Un esame del sangue generale per l'oncologia rivela:

  • leucopenia o leucocitosi (globuli bianchi elevati o ridotti)
  • spostamento dei leucociti a sinistra
  • anemia (emoglobina bassa)
  • trombocitopenia (piastrine basse)
  • aumento dell'ESR (ESR costantemente elevato di oltre 30 in assenza di gravi reclami - causa di allarme)

L'analisi generale dell'urina in oncologia è piuttosto istruttiva, ad esempio con il mieloma nelle urine viene rilevata una specifica proteina Bens-Jones. Un esame del sangue biochimico consente di giudicare lo stato del sistema urinario, il metabolismo del fegato e delle proteine.

Cambiamenti nell'analisi biochimica per varie neoplasie:

Per sbarazzarsi dei parassiti, i nostri lettori usano con successo Intoxic. Vista la popolarità di questo prodotto, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi delle malattie inizia con un'analisi delle urine generale. Una persona, al rilevamento di segni della malattia, si rivolge in modo indipendente al laboratorio per l'analisi. Il medico dà direzione a questo studio durante l'esame preventivo annuale. Che cos'è un'analisi delle urine: decodifica e norma dei valori dei suoi valori.

I test delle urine sono un test di laboratorio, durante il quale vengono studiate le caratteristiche fisiche e chimiche dell'urina in pazienti adulti e bambini.

L'analisi clinica delle urine è notevole per il suo basso costo, facilità di implementazione, buon contenuto informativo, questo è un metodo popolare di diagnosi non invasiva. Sulla base di ciò che mostra l'analisi delle urine generale, il medico diagnosticherà, prescriverà un esame aggiuntivo e lo invierà a una consultazione con altri specialisti.

Grazie a questa analisi, i medici possono rilevare anomalie nei sistemi urinario e cardiovascolare, rilevare processi infiammatori e una serie di altre malattie che sono in fase iniziale. Questa opzione aiuta a prevenire i sintomi..

Affinché i test delle urine siano decifrati correttamente, è necessario seguire alcune regole per la raccolta del biomateriale:

  • la raccolta viene effettuata solo in un contenitore sterile;
  • l'urina deve essere mattina;
  • sciacquare a fondo i genitali esterni, asciugare con un panno di carta usa e getta;
  • nelle donne, la raccolta di urina durante le mestruazioni non viene effettuata;
  • La prima porzione di urina non deve essere raccolta in un contenitore, ma rilasciata nel gabinetto. Quindi, senza interrompere la minzione, raccogliere il resto dell'urina in un contenitore;
  • quando si passa un'analisi delle urine, il volume totale è di 100-150 ml;
  • chiudere bene il coperchio del contenitore;
  • l'urina non è soggetta a conservazione, pertanto entro 1-2 ore deve essere consegnata al laboratorio.

Se queste regole non vengono seguite, la decrittazione del test delle urine sarà considerata non valida (ad esempio: sangue mestruale in un contenitore o batteri caduti a causa di una conservazione a lungo termine porterà a un'interpretazione errata del risultato).

Cosa mostra l'analisi delle urine? Dalle caratteristiche fisiche dell'urina, vengono valutati i seguenti indicatori:

  • gravità specifica dell'urina;
  • Colore;
  • trasparenza;
  • odore;
  • reazione (acidità).

Le caratteristiche chimiche durante OAM includono:

  • la presenza di sostanze organiche: proteine, glucosio (zucchero), bilirubina;
  • esame dei sedimenti urinari per la presenza di chetoni, emoglobina, leucociti, globuli rossi (bld nei test delle urine), epitelio, cilindri, sali.

Il peso specifico dell'urina (Sg) è una caratteristica importante, con l'aiuto di esso è facile determinare come i reni affrontano la funzione di concentrazione. Quando si valuta la densità dell'urina, la norma va da 1,015 a 1,025.

I reni rimuovono i prodotti metabolici indipendentemente dalla quantità di liquido consumato. E quando più o meno sedimenti cadono su un volume del liquido rimosso, parlano di un peso specifico aumentato o ridotto. Esistono tre indicatori che determinano la densità dell'urina:

  • Iperstenuria - aumento della densità. Un aumento del peso specifico dell'urina appare spesso negli uomini e nelle donne. È il risultato di una forte sudorazione, l'uso di cibi grassi e salati, la tossicosi delle donne in gravidanza, un sovradosaggio di antibiotici. Oltre a motivi fisiologici, ci sono quelli patologici, dicono che il corpo ha disturbi endocrini, processi infiammatori acuti o cronici nel sistema urinario.
  • Ipostenuria - densità ridotta. Un peso specifico ridotto di urina è spesso osservato nei pazienti con tempo caldo, dopo aver assunto diuretici o malattie passate, in questo momento aumenta il volume di liquidi consumati. In tali casi, l'ipostenuria è un processo fisiologico e non richiede trattamento. Ma può anche essere causato da disturbi dovuti a diabete insipido, pielonefrite, processi infiammatori acuti nel sistema urinario.
  • L'isostenuria è una patologia in cui i reni non svolgono una funzione di concentrazione. I valori possono essere ridotti a 1.01..

Sg nelle analisi delle urine è un indicatore variabile, cambia durante il giorno, poiché i prodotti metabolici vengono escreti.

Questo indicatore dipende da molti fattori, non sempre un cambiamento nel colore del fluido biologico deve essere interpretato come un sintomo della malattia. L'urina concentrata ha un colore giallo scuro e non concentrata - una tonalità giallo chiaro. Vari alimenti, ad esempio: barbabietole, carote e farmaci, come metronidazolo, aspirina, vitamina B2, possono cambiare il colore delle urine.

Ci sono malattie, la cui diagnosi inizia con la determinazione del colore delle urine e quindi la decrittazione parla di una o un'altra patologia. Di seguito è riportata una tabella che descrive le varie deviazioni nel colore delle urine:

ColoreRagioni per l'apparenza
IncoloreZucchero, diabete insipido, insufficienza renale, elevata assunzione di liquidi.
Giallo scuroDisidratazione, infezioni acute, ristagno nel rene, eccesso di urocromo, urine concentrate - assunzione di liquidi insufficiente.
Rosso scuroGrave anemia.
Nero o marroneEmoglobina nelle urine, cirrosi, epatite, avvelenamento da fenolo, melanoma.
RossoUrolitiasi, tumore del sistema urinario, cistite, infarto renale.
Slops di carneDanno renale infettivo.
birraBilirubina e urobilinogeno nelle urine, sviluppo di ittero parenchimale.
Giallo verdastroBilirubina nelle urine, sviluppo di ittero ostruttivo.
Latte o biancoGrassi, pus, fosfati, chiluria.

Pertanto, le sfumature delle urine possono mostrare non solo disturbi nel funzionamento dei reni, ma anche tutto il corpo. E anche il colore del liquido mostra che la persona sta semplicemente aderendo al regime di consumo sbagliato o ha incluso la colorazione di frutta e verdura nella sua dieta.

Normalmente, l'urina è trasparente, ma ci sono tre gradi di trasparenza: piena, incompleta, torbida. L'opacità indica la presenza nell'analisi delle urine di globuli bianchi, batteri, grassi, linfa.

È importante determinare se l'urina è torbida o diventa così nel tempo. Se subito dopo la minzione si nota un annebbiamento delle urine, questo indica la presenza di pus, linfa, fosfati. Se diventa torbido dopo un po ', allora c'è urato nel fluido biologico, vengono precipitati quando viene riscaldato.

Per quanto riguarda l'odore, si dovrebbe dire che nell'analisi generale delle urine, un odore specifico, ma non acuto, è considerato la norma. Varia in base ad alcuni fattori:

  • l'uso di prodotti con un odore pungente (aglio, rafano) porta a un odore fetido;
  • con patologie della vescica (cistite) c'è un odore di ammoniaca;
  • se ci sono lesioni del sistema urinario associate a tessuti in decomposizione, l'odore di urina è putrido;
  • con diabete, l'urina odora di frutti acerbi;
  • quando c'è una fistola vescicorettale, l'urina odora di feci.

Un test delle urine include anche un'analisi del livello di pH, cioè acidità, questo indicatore indica la quantità di ioni idrogeno nelle urine. Il pH viene utilizzato per valutare l'equilibrio acido-base del corpo..

I valori normali sono 7 unità, ma possono deviare al lato acido (7). Allo stesso tempo, parlano rispettivamente di acidosi e alcalosi.

L'acidosi è una maggiore acidità delle urine, che si manifesta con chetonuria (acetone e chetoni nelle urine). È causato da fame, disturbi intestinali. Nei casi più gravi, l'acidosi provoca un grave disturbo ormonale - una mancanza di produzione di insulina. Si chiama chetoacidosi diabetica..

Alcalosi: urina altamente alcalina, si verifica contro un disturbo metabolico quando gli ioni idrogeno vengono escreti dal corpo (vomito grave, mancanza di acqua, lesioni).

Non è necessario disporre di un'educazione medica per decifrare autonomamente i risultati dello studio. Dopo aver studiato gli indicatori contenuti nella tabella, è facile decifrare l'analisi delle urine:

IndiceNormaPossibile causa di anomalia
Proteina0,033 grammi per litro> 0,033 - Infezioni acute, avvelenamento, giada.
SanguemancanteUrolitiasi, cistite, tumori, adenoma prostatico.
Glucosio200 mg / giorno> 200 mg / giorno.

Cloroformio, avvelenamento da fosforo, diabete mellito, steroidi in eccesso, pancreatite acuta.

chetoni50 mg / giorno> 50 mg / giorno.

Infezioni, intossicazione, diabete mellito, fame, tireotossicosi.

La bilirubinamancanteIttero meccanico e parenchimale.urobilinogen6-10 μmol / giorno> 6–10 μmol / giorno.

Ittero emolitico, tossicosi epatica.

EmoglobinamancanteSepsi, ipotermia, ustioni, avvelenamento, anemia emolitica.globuli bianchi0–3 nelle donne;

Il processo infiammatorio nel corpo

globuli rossiMancante o singoloAttività fisica intensa, standing prolungato o camminare.Epitelio

0–3 in più campi visivi.

0–3 in più campi visivi

ialino, granulare, ceroso, epiteliale, leucocitario, eritrocitario

Clima caldo, duro lavoro fisico, sovraccarico.fosfatisono assentiMangiare cibi salati e piccanti.limomancantePatologia nel sistema genito-urinario.

Quando c'è una norma nell'interpretazione e interpretazione dell'analisi non causa difficoltà, ma ci sono sintomi che indicano patologia, vale la pena consultare un medico. Per fare una diagnosi accurata, è necessario chiedere a uno specialista: "Decifrare, per favore, la mia analisi" e riferire tutte le manifestazioni di accompagnamento della malattia.

L'analisi clinica delle urine dice molto sul lavoro del corpo, ma il rilevamento della malattia non si limita a questo e il medico, nella maggior parte dei casi, utilizza metodi diagnostici aggiuntivi.

Per sbarazzarsi dei parassiti, i nostri lettori usano con successo Intoxic. Vista la popolarità di questo prodotto, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

La scarsa analisi delle urine in un bambino è una seria causa di preoccupazione per i genitori. Questo è un segno di malattia renale causata da infezione o altri effetti patologici. Quali sono le ragioni dei risultati insoddisfacenti dello studio e cosa farne, vale la pena capire.

Le gravi malattie del sistema urinario causano un cambiamento negli indicatori dell'analisi generale. In un bambino dei primi mesi di vita, la causa delle deviazioni patologiche può essere la pielonefrite di varie eziologie. Nei bambini più grandi, i risultati scarsi del test sono più spesso causati da glomerulonefrite, tubercolosi renale, nefrolitiasi (formazione di calcoli).

Ma capita spesso che le ragioni del cambiamento di indicatori risiedano nella violazione della tecnica di raccolta e preparazione per lo studio. L'uso di un gran numero di prodotti proteici al giorno porta a risultati falsi. Fornire anche un risultato negativo

  • bere troppo alla vigilia dei test o mancanza di liquidi;
  • la presenza nella dieta di frutta e verdura che colorano il biomateriale;
  • l'uso di alcune medicine, tisane.

Ragioni per la scarsa analisi relative alla tecnica di raccolta:

  • serbatoio non sterile per urina;
  • scarsa igiene genitale;
  • feci che entrano nel campione;
  • versare l'urina da una pentola in un contenitore per analisi;
  • spremere l'urina da pellicole, mutandine, pannolini o pile.

La conservazione errata del materiale raccolto influisce sul risultato dello studio. Se il contenitore si trova in un luogo caldo per lungo tempo (più di 12 ore), ciò causerà la crescita batterica, la sedimentazione dei sali e la distruzione delle cellule.

Oltre alla nota analisi generale, ci sono molti altri metodi per esaminare l'urina. Rivelano anche anomalie nel funzionamento del sistema urinario. Nella pratica pediatrica, al fine di chiarire la diagnosi, vengono prescritti i seguenti tipi di test delle urine qualitativi e quantitativi:

  • di Nechiporenko;
  • secondo la tecnica Amburge;
  • secondo Adiss-Kakovsky;
  • secondo Sulkovich;
  • secondo Zimnitsky;
  • test alfa-amilasi.

Questo è un metodo di ricerca semplice e informativo. Consiste nel contare il numero di leucociti, globuli rossi, cilindri in 1 ml di urina.

Per analisi, viene raccolta la (media) porzione media mattutina di urina. Il suo volume dovrebbe essere di almeno 10 ml. Gli assistenti di laboratorio contano queste cellule in 1 ml di biomateriale. Normalmente, il numero di globuli bianchi non deve superare i 4 mila, globuli rossi - 1 mila, cilindri - 250 in 1 ml.

Questa tecnica è simile allo studio precedente. Gli stessi elementi uniformi e unità regolatorie sono determinati allo stesso modo. Ma durante l'analisi di Amburge, viene studiato il numero di elementi rilasciati in 1 minuto.

Il giorno prima della raccolta del materiale, dovresti limitare l'uso di liquidi, non dovresti bere affatto durante la notte. Dopo essersi svegliato, il bambino urina nel gabinetto (o in un contenitore per analisi generali). L'ora esatta del mix è fissa. Rigorosamente dopo 3 ore, è necessario raccogliere l'intera porzione di urina e inviarla per l'analisi.

Per condurre questo studio, è necessario calcolare il numero di cilindri ed elementi sagomati nelle urine quotidiane. Alla vigilia della raccolta del materiale, il bambino dovrebbe essere alimentato con un alimento ricco di proteine ​​e la quantità di liquido consumata dovrebbe essere ridotta. Prima di dormire una notte, il tempo dell'ultimo mix è fisso. Dopo il risveglio, l'urina viene raccolta in un contenitore per 12 ore.

Dato che gli elementi sagomati durante la conservazione a lungo termine possono disintegrarsi, il tempo di raccolta è limitato e gli assistenti di laboratorio effettuano il conto per un giorno. Nell'interpretazione dell'analisi, si tiene conto del fatto che il numero di leucociti non deve superare i 4 milioni, gli eritrociti - 1 milione, i cilindri - 20 mila.

Questo test è un test di screening per l'escrezione urinaria di calcio. Una porzione mattutina di urina viene raccolta per l'analisi. Quindi, in condizioni di laboratorio, al reagente viene aggiunto il reagente Sulkovich a base di acido ossalico. Il calcio forma un precipitato insolubile con il reagente, causando torbidità.

Il grado di torbidità è espresso come "+" e determina la quantità di calcio. Gli indicatori normali sono 1-2 croci.

Questo studio consente di determinare la funzione di filtrazione e concentrazione dei reni. Alle 6.00, il bambino fa la prima minzione in un contenitore pulito. Devi registrare il tempo su di esso. Quindi ogni 3 ore durante il giorno raccolgono porzioni di urina in vasi separati firmati.

La nutrizione durante lo studio è normale. Se è necessario fare pipì prima, il bambino lo fa nel contenitore successivo. La prossima parte ci sta andando. Per interpretare i risultati, vengono calcolati la diuresi notturna, diurna e giornaliera. E misurare anche la densità dell'urina in ogni porzione.

L'alfa amilasi è secreta dalle cellule salivari e pancreatiche per abbattere i carboidrati complessi. Il suo livello nelle urine non deve superare le 17 unità / h. Esistono due modi per determinare l'enzima nelle urine: batch e giornaliero.

Per raccogliere l'urina porzionata, è necessario misurare e registrare il volume di materiale ottenuto durante la prima minzione dopo il sonno notturno. Quindi 30 ml vengono gettati in un contenitore sterile, il tempo viene fissato tra l'ultimo mix serale e la prima mattina.

Quando si raccolgono le urine quotidiane, la prima porzione (mattutina) viene versata nel gabinetto e tutto il resto viene raccolto in un contenitore che viene conservato nel frigorifero. Dopo un giorno, viene misurata e registrata la quantità giornaliera di materiale, il tempo dello studio. Successivamente, vengono versati 50 ml nel contenitore, che deve essere consegnato al laboratorio.

In un esame clinico generale delle urine, vengono presi in considerazione i seguenti indicatori:

  • Colore;
  • grado di trasparenza;
  • acidità;
  • densità relativa;
  • proteina;
  • globuli rossi;
  • globuli bianchi.

L'urina normale è gialla. La tonalità - dal pallido al luminoso - dipende dalla concentrazione e dalla quantità di sostanze disciolte in essa. La modifica di questo parametro può indicare una patologia. Ma potrebbe esserci un'interruzione temporanea a causa dell'uso di determinati alimenti o droghe..

Tali prodotti possono provocare una colorazione temporanea delle urine:

  • zucca, carote (arancia);
  • ciliegie, barbabietole, more, amidopirina (rossa);
  • rabarbaro, senna (marrone-verde);
  • olio di pesce (bianco);
  • metronidazolo (marrone scuro);
  • blu di metilene, indaco (blu).

Tra i processi patologici che cambiano il colore delle urine, si distinguono i seguenti:

  • infiammazione purulenta, parassitosi (bianco);
  • lesioni, infarto, glomerulonefrite, nefrolitiasi (rosso);
  • ittero ostruttivo (verde);
  • pielonefrite ("slops di carne");
  • alcaptonuria, anemia emolitica (nera).

Nei neonati, l'urina color mattone può apparire nella prima settimana di vita. Ciò è dovuto a uno stato di transizione - infarto dell'acido urico.

Questo indicatore dipende dalla concentrazione e dal tipo di sostanze disciolte nell'urina finale. Se non c'è patologia, la trasparenza è completa.

I batteri nei sedimenti possono causare annebbiamento delle urine. E si verifica anche in tali condizioni:

  • pielonefrite;
  • sali;
  • proteinuria;
  • infiammazione del tratto genito-urinario;
  • ematuria;
  • diabete;
  • cilindruria.

A seconda della presenza o dell'assenza di sostanze che neutralizzano la reazione acida dell'urina, viene determinato uno spostamento del pH in una direzione o nell'altra. Questo è un indicatore dinamico. Dipende in gran parte dalla natura del cibo consumato e dal regime di consumo..

Una reazione acida accompagna tali condizioni:

  • insufficienza renale;
  • allergia;
  • diabete;
  • tubercolosi renale;
  • errori dietetici.

L'alcalinizzazione delle urine è il risultato di tali processi:

  • vomito persistente di contenuto di stomaco acido;
  • bere pesantemente di soluzioni alcaline;
  • aumento dell'acidità del succo gastrico;
  • riassorbimento di edema;
  • infezioni del tratto urinario.

La densità relativa nella norma è 1.012-1.020 e può variare durante il giorno. Questo indicatore determina la concentrazione di sostanze disciolte nelle urine..

Le ragioni dell'aumento del peso specifico sono

  • disidratazione;
  • proteinuria grave;
  • oliguria di varie origini;
  • diabete;
  • insufficienza renale;
  • rigonfiamento.

La densità relativa diminuisce in tali condizioni:

  • assunzione di liquidi in eccesso;
  • grave insufficienza renale;
  • convergenza di edema;
  • diabete insipido.

Tra le cause fisiologiche delle fluttuazioni nel peso specifico dell'urina vi sono la quantità e la natura del cibo. Oltre alla densità dell'urina influisce sulla quantità di liquido consumato e sulla sua perdita con il sudore.

Con il normale funzionamento del sistema renale, le proteine ​​nelle urine non vengono rilevate o hanno concentrazioni trascurabili. Tra i processi e le condizioni che causano la proteinuria, si distinguono i seguenti:

  • glomerulonefrite;
  • insufficienza renale fisiologica del neonato;
  • infiammazione genitale;
  • patologia del tratto urinario;
  • tubulopatia;
  • tubercolosi renale;
  • insufficienza cardiaca;
  • trasformazioni oncologiche.

Ci sono cause fisiologiche di proteinuria, che non è un segno di cambiamenti patologici. Ad esempio, questo indicatore aumenta con l'assunzione eccessiva di proteine ​​dal cibo, con ipotermia o surriscaldamento. La lunga permanenza in posizione eretta nei bambini in età scolare può anche provocare la comparsa di proteine ​​nelle urine.

La leucocturia è un segno di un processo infiammatorio. È accettabile la presenza di una piccola quantità di globuli bianchi (fino a 10) nel campo visivo.

Assegna leucocituria vera e falsa. La prima fonte di questi elementi è il sistema urinario: alterazioni patologiche dell'infiammazione del tessuto renale, degli ureteri, della vescica e dell'uretra. La leucocituria falsa è determinata quando i globuli bianchi dai fuochi dell'infiammazione nel tratto genitale entrano nelle urine.

I globuli rossi possono essere presenti in una singola quantità (nelle ragazze, fino a 10 nel campo visivo). Molti globuli rossi sono un segno di sanguinamento a causa di danni alla mucosa urinaria.

Come la leucocituria, si distinguono la vera e falsa ematuria. Il primo si verifica con pielo- e glomerulonefrite, tumori, tubercolosi, malattie sistemiche, emobastosi, urolitiasi, cistite e uretrite.

La falsa ematuria viene diagnosticata se il sangue mestruale entra nelle urine o se gli organi genitali sono danneggiati..

Si distingue anche la microematuria, una condizione in cui il sangue viene rilevato solo al microscopio. La macroematuria è visibile ad occhio nudo..

Quando i risultati dello studio vanno oltre la norma, l'analisi dovrebbe essere ripetuta, osservando le regole per la raccolta di materiale. Se a un bambino vengono rilevati ripetutamente esami delle urine inadeguati, sarà necessario un esame più approfondito.

Un pediatra, un nefrologo o un urologo prescrivono procedure diagnostiche aggiuntive:

  • procedura ad ultrasuoni;
  • analisi biochimiche (proteine ​​totali e sue frazioni, urea, creatinina, azoto residuo e altri);
  • test funzionali (Reberg, clearance della creatinina endogena);
  • radiografia con contrasto;
  • TAC.

Il trattamento farmacologico è prescritto da un medico, che valuta il quadro clinico e i risultati dei test diagnostici. Nella maggior parte dei casi, affinché i test tornino alla normalità, è sufficiente seguire le regole di igiene personale. È anche necessario diversificare la dieta quotidiana e rafforzare il regime alimentare..

Per una digestione approfondita del cibo, una persona ha bisogno non solo di acido gastrico, ma anche di altri enzimi altrettanto importanti. È a questi enzimi che viene prodotta la diastasi, in altre parole, l'alfa-amilasi, la cui produzione viene effettuata nelle ghiandole salivari e nel pancreas. La funzione principale di questo enzima è considerata il metabolismo dei carboidrati, che ha origine nella cavità orale. Dopo la cavità orale in tutto il tratto gastrointestinale, questo enzima agisce sulla trasformazione di carboidrati complessi nelle sue forme semplici. Quindi, attraverso l'intestino, entra nel sistema circolatorio ed esce attraverso l'urina, attraverso i reni..

Vedi anche: Come viene trattata l'ipocromia in un test delle urine in un bambino

Nel processo di filtraggio del sangue nei reni, l'amilasi nella sua forma originale entra nelle urine e viene escreta con essa durante la minzione. Il livello di diastasi nelle urine e nel sangue, aiuta a determinare con precisione se uomini, donne o bambini hanno questa o quella malattia e prescrive anche un trattamento tempestivo. Vale la pena notare che un tale enzima come la diastasi delle urine è considerato un indicatore obbligatorio, la cui determinazione del livello è obbligatoria per varie malattie.

Gli enzimi digestivi necessari per la trasformazione degli alimenti sono prodotti in modo diverso, la loro intensità dipende direttamente dalle ore di assunzione degli alimenti e dalle sue caratteristiche di qualità. Nella fase iniziale, vale a dire durante la masticazione del cibo e con il suo ulteriore movimento lungo il percorso verso lo stomaco, il livello degli enzimi aumenta. Il livello di diastasi nelle urine in questo momento inizia a diminuire e il processo di aumento si verifica mentre il sangue inizia a filtrare attraverso i reni, in cui il livello di questo enzima raggiunge la sua massima quantità. In poche parole, il livello massimo di diastasi urinaria raggiunge la fine della digestione del cibo, ma all'inizio questo indicatore è minimo.

Vedi anche: Quale dovrebbe essere un'analisi delle urine con pielonefrite

Tutto quanto sopra è determinato dal fatto che il tasso di diastasi ha una gamma così ampia di 10-65 unità. per litro, perché durante il giorno il suo livello è costantemente fluttuante. Vale la pena notare che questo indicatore non ha assolutamente nulla a che fare con l'età o il sesso del paziente. Ciò suggerisce che il normale livello di diastasi urinaria negli uomini, nelle donne e nei bambini di età superiore ai 6 anni, non si qualifica per età.

Si possono osservare lievi differenze nelle prestazioni, ma dipende solo dal fatto che diversi laboratori utilizzano metodi diversi per determinare il livello di diastasi nel sangue e nelle urine..

Quando si diagnosticano varie malattie, il paziente viene prima inviato a fare un test delle urine, che può determinare il livello di diastasi nelle urine. Eventuali deviazioni negli indicatori, sia nella direzione della diminuzione, sia nella direzione dell'aumento, indicano la presenza di una malattia.

Un aumento della diastasi urinaria si verifica con patologie come:

  • malattie pancreatiche, inclusa pancreatite acuta;
  • infiammazione acuta delle ghiandole salivari;
  • infiammazione del mesentere dell'intestino, vale a dire peritonite;
  • patologia del tratto gastrointestinale;
  • abuso di alcool
  • varie lesioni di organi situati nella cavità addominale;
  • malattie del sistema genito-urinario.

La malattia più comune che è accompagnata da un aumento di amilasi è la pancreatite acuta. All'inizio del diciannovesimo secolo, Volgemut iniziò a utilizzare un test delle urine per questo enzima per rilevare le malattie del pancreas. Come risultato degli esperimenti, è stato dimostrato che il processo infiammatorio nelle cellule della ghiandola provoca il rilascio della quantità massima dell'enzima, che, nel decorso acuto della malattia, mantiene il suo livello per tre, anche quattro giorni.

Inoltre, si osserva un aumento del livello di diastasi nelle urine in malattie come appendicite, ulcera gastrica, ostruzione intestinale e colecistite acuta. Con queste malattie, il livello di questo indicatore diventa cruciale.

Vale la pena notare che con pancreatite acuta, il livello di diastasi può raggiungere fino a 512 unità. Altre malattie sono anche accompagnate da un aumento del livello di questo indicatore, ma non più di 500 unità.

Ci sono momenti in cui un aumento del livello di diastasi non sarà considerato un criterio diagnostico. In alcune malattie renali, l'ingresso di questo enzima nelle urine diventa incontrollato e raggiunge un livello elevato. A questo proposito, con patologie renali, tale analisi non darà risultati affidabili..

Una diminuzione del livello di diastasi a volte indica malattie del fegato. Inoltre, questo fenomeno può essere osservato in pazienti sottoposti a chirurgia pancreatica e durante la gravidanza..

Per ottenere risultati affidabili, è molto importante osservare rigorosamente le regole per la consegna dell'urina alla diastasi:

  1. Prima di tutto, è severamente vietato bere alcolici un giorno prima del test..
  2. In secondo luogo, in due ore non puoi mangiare cibo, ma puoi solo bere acqua.
  3. In terzo luogo, interrompere temporaneamente l'assunzione di farmaci.
  4. I contenitori di urina devono essere puliti sterili. È meglio se si tratta di un contenitore speciale acquistato in farmacia..
  5. La raccolta di urina per analisi dovrebbe essere effettuata al mattino. L'urina dovrebbe raggiungere il laboratorio solo quando è calda..
  6. Non viene raccolto tutto il materiale, ma deve essere saltata solo la sua parte centrale, ovvero la dose iniziale e finale di urina.