Esami del sangue per il linfoma

Teratoma

Un esame del sangue generale per il linfoma si riferisce alle prime fonti di informazioni su una violazione dell'attività del midollo osseo rosso, che normalmente produce piastrine, corpi rossi e bianchi. Questo studio è condotto in ogni clinica ed è obbligatorio in caso di reclami. La procedura non richiede molto tempo e i risultati possono indicare processi oncologici, quindi è importante condurre periodicamente un esame per non perdere la patologia.

Perché ho bisogno??

Vengono eseguiti esami del sangue per rilevare le violazioni della sintesi dei globuli rossi, dei corpi bianchi e dei loro componenti, piastrine e livelli di VES. Con lo sviluppo del linfoma, questi indicatori cambiano in modo specifico, il che rende possibile sospettare il processo oncologico e indirizzare il paziente verso i necessari metodi diagnostici aggiuntivi. Quando i linfonodi sono affetti da cancro, il numero di linfociti nel sangue cambia in base allo stadio di sviluppo patologico delle cellule, che può essere visto nei risultati della diagnostica di laboratorio.

Anche l'analisi biochimica cambia sotto l'influenza del linfoma. Questo esame richiede sangue venoso e mostra quanto il fegato e i reni sono stati colpiti dalla progressione della malattia. I risultati sono meno specifici, ma alcuni valori si discostano dalla norma nel caso dei linfomi. Con la diagnosi e il trattamento prescritti, tali studi vengono effettuati al fine di determinare l'efficacia del trattamento e normalizzare gli indicatori.

Nella rivista "Raccomandazioni cliniche per il trattamento dei linfomi non Hodgkin" hanno pubblicato informazioni sulla diagnosi precoce della malattia nelle persone che eseguono un'analisi generale a scopo preventivo.

Come preparare e fare analisi?

Attività prima della procedura

Prima di essere verificato, è necessario ridurre al minimo i fattori che possono influenzare la correttezza dei risultati. Per fare questo, è necessario:

  • Non mangiare cibo 12 ore prima della donazione di sangue. Consentito solo di bere acqua minerale senza gas.
  • La cena prima della procedura dovrebbe essere il più semplice possibile..
  • È vietato bere alcolici 3 giorni prima dell'analisi..
  • Non eseguire lavori fisici pesanti il ​​giorno prima dell'esame.
  • Il giorno del prelievo di sangue, la fisioterapia non è raccomandata.
  • È vietato fumare 3 ore prima dello studio.
  • Prima di effettuare l'analisi, il paziente deve calmarsi. La frequenza cardiaca è necessaria per riprendersi.
Torna al sommario

Procedura

Direttamente in ufficio, si verificano le seguenti azioni:

  1. Il sito di iniezione è lubrificato con alcool..
  2. Un laccio emostatico è posto sopra la puntura.
  3. Un ago viene inserito in una vena e vengono prelevati 10 ml di sangue..
  4. Un cerotto con un antisettico viene applicato sulla pelle danneggiata.
  5. Il materiale viene consegnato al laboratorio in cui viene eseguita la diagnostica..
Torna al sommario

decrittazione

Prestazione normale

Per identificare le violazioni, è necessario conoscere i risultati negli adulti sani:

IndiceNorma
globuli rossi3,7-4,7 mila / μl
Emoglobina120-160 g / l
globuli bianchi4-9 mila / μl
Gli eosinofili0-5%
Neutrofili nucleari di segmento42-72%
linfociti18-38%
I monociti2-9%
ESR2-15 mm / ora
Torna al sommario

Come identificare la patologia?

Gli specialisti notano che per il linfoma maligno è caratteristica una diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina, che si chiama anemia. I segni di tali cambiamenti sono pallore della pelle e delle mucose, manifestazioni asteniche, debolezza muscolare. La conta piastrinica è ridotta a causa del fatto che con il linfoma si riduce la sintesi di megacariociti nel midollo osseo. Il livello di ESR, neutrofili segmentali nucleari ed eosinofili aumenta in modo significativo.

Il numero di leucociti diminuisce nei primi stadi della malattia. Durante la generalizzazione del processo tumorale, i risultati mostrano un aumento del livello di queste cellule. La ragione di ciò è la sconfitta delle cellule cancerose dei globuli bianchi e della loro divisione incontrollata. Il livello dei linfociti nel linfoma è spesso ridotto, ma può anche aumentare. La sconfitta del sistema linfatico e dei linfonodi ha sempre cambiamenti linfocitari e non importa in che modo. Se vengono rilevate anomalie, si può sospettare l'oncologia.

In un esame del sangue biochimico, il cancro appare come un aumento del livello di lattato deidrogenasi, fosfatasi alcalina e creatinina. Questi risultati non sono specifici, poiché riflettono solo il funzionamento del fegato e dei reni nel soggetto. Con lo sviluppo attivo del linfoma, la concentrazione di queste sostanze aumenta rapidamente..

Funzionalità nei bambini

Il numero di linfociti e il loro rapporto con i neutrofili presenta differenze nelle diverse categorie di età. La linfocitosi assoluta è caratteristica dei neonati; al 5 ° giorno di vita, il livello dei linfociti è del 50-60% e quello dei neutrofili del 50-40%. Questo è chiamato il primo incrocio. Inoltre, i risultati nei bambini corrispondono a quelli negli adulti. A 5-6 anni, il numero di linfociti aumenta di nuovo al 50%.

Per diagnosticare il linfoma nei bambini, è necessario ricordare sempre queste intersezioni al fine di evitare una diagnosi errata.

Altri studi

Il controllo con le comuni misure diagnostiche di laboratorio non è sufficiente per fare una diagnosi oncologica, affermano gli oncologi. Un ulteriore metodo è l'analisi dei marker tumorali del linfoma. Queste sono sostanze specifiche che le cellule tumorali secernono a causa del metabolismo attivo. La loro rilevazione nel sangue del soggetto indica una lesione del sistema linfatico. Questo metodo viene utilizzato anche durante il trattamento per determinare la reattività del tumore e la sensibilità del trattamento..

Le tecniche strumentali comprendono l'ecografia e la biopsia mirata dei linfonodi interessati. Con l'aiuto di tale studio, vengono rilevate le cellule tumorali, viene determinato il loro grado di differenziazione, diffusione e attività di crescita del tumore. Utilizzando la risonanza magnetica e la TC, vengono determinati i siti di metastasi a distanza, le caratteristiche fisiche del focus primario, le caratteristiche dell'afflusso di sangue della neoplasia e il coinvolgimento dei tessuti sani nel processo patologico.

Linfomi non Hodgkin

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

I linfomi non Hodgkin sono un gruppo eterogeneo di malattie caratterizzate da proliferazione monoclonale di cellule linfoidi maligne nelle zone linforeticolari, inclusi linfonodi, midollo osseo, milza, fegato e tratto gastrointestinale.

La malattia di solito si manifesta con linfoadenopatia periferica. Tuttavia, in alcune forme non c'è aumento dei linfonodi, ma ci sono linfociti anormali nel sangue circolante. A differenza del linfoma di Hodgkin, la malattia è caratterizzata dalla diffusione del processo al momento della diagnosi. La diagnosi si basa su una biopsia del linfonodo o del midollo osseo. Il trattamento include radiazioni e / o chemioterapia, il trapianto di cellule staminali viene solitamente eseguito come terapia di salvataggio per remissione incompleta o recidiva della malattia.

Il linfoma non Hodgkin è più comune del linfoma di Hodgkin. Secondo la frequenza di insorgenza negli Stati Uniti, occupa il sesto posto tra le altre malattie oncologiche e circa 56.000 nuovi casi di linfomi non Hodgkin vengono registrati ogni anno tra tutte le fasce d'età. Tuttavia, il linfoma non Hodgkin non è una malattia, ma un'intera categoria di malattie maligne linfoproliferative. Il tasso di incidenza aumenta con l'età (l'età media è di 50 anni).

Codice ICD-10

Cause dei linfomi non Hodgkin

La maggior parte dei linfomi non Hodgkin (dall'80 all'85%) provengono da cellule B, in altri casi, la fonte del tumore sono le cellule T o i killer naturali. In tutti i casi, la fonte è costituita da cellule progenitrici precoci o mature..

La causa dei linfomi non Hodgkin è sconosciuta, sebbene, come nella leucemia, vi siano segni convincenti della natura virale della malattia (ad esempio, il virus della leucemia a cellule T / linfoma umano, virus di Epstein-Barr, HIV). I fattori di rischio per lo sviluppo di linfomi non Hodgkin sono l'immunodeficienza (immunosoppressione secondaria post-trapianto, AIDS, malattie immunitarie primarie, sindrome dell'occhio secco, AR), infezione da Helicobacter pylori, esposizione a determinati composti chimici e precedente trattamento per il linfoma di Hodgkin. I linfomi non Hodgkin sono il secondo tumore più comune nei pazienti con infezione da HIV; l'AIDS viene rilevato in molti pazienti con linfoma primario. Il riarrangiamento del C-tus è comune per alcuni linfomi associati all'AIDS.

La leucemia e i linfomi non Hodgkin hanno molti sintomi comuni, poiché si verifica sia la proliferazione dei linfociti che i loro progenitori. In alcuni tipi di linfomi non Hodgkin, un quadro clinico simile alla leucemia con linfocitosi periferica e coinvolgimento del midollo osseo è presente nel 50% dei bambini e nel 20% degli adulti. La diagnosi differenziale può essere difficile, ma di solito in pazienti con molti linfonodi (in particolare mediastinapnal) che coinvolgono un piccolo numero di cellule anormali circolanti e forme di esplosione nel midollo osseo (devono essere eseguiti 2 fattori di rischio, un trattamento più aggressivo o sperimentale. Per i linfomi indolenti si usa internazionale modificato) indice prognostico del linfoma follicolare (FLIPI).

Trattamento del linfoma non Hodgkin e "attesa vigile"

Esistono molti trattamenti affidabili per il linfoma non Hodgkin, ma non sorprenderti se il tuo oncologo ti consiglia di non passare alle cure intensive per ora. In medicina, questo approccio è spesso chiamato "attesa vigile". E a volte questo è il modo migliore per superare la malattia..

Il linfoma non Hodgkin è pericoloso in una fase precoce??

Il medico può consigliarti di attendere e controllare i sintomi. Ciò non significa che ti venga negato il trattamento. Passerai tutta la gamma necessaria di test e molto probabilmente sarai ricoverato in ospedale per tutta la durata della diagnosi. È solo che nel caso dei linfomi non Hodgkin nelle fasi iniziali, può essere difficile determinare il tipo di malattia e selezionare le procedure appropriate. Durante la fase di follow-up, discuterai su quale trattamento è il migliore.

Questo tipo di tumore si presta bene alla chemioterapia, alla radioterapia e all'immunoterapia, sia immediatamente dopo la diagnosi che dopo qualche tempo. E la maggior parte dei pazienti vive più a lungo (e forse anche più a lungo), perché è possibile raccogliere una storia più accurata e sviluppare una migliore strategia terapeutica.

In questo caso, molto probabilmente non dovrai affrontare gli effetti collaterali del trattamento, come perdita di capelli, nausea, infezioni concomitanti.

Finché si visita regolarmente un medico e lo si tiene informato di eventuali modifiche, non dovrebbero esserci ulteriori fattori di rischio.

Chi può essere avvisato da "un'attesa vigile"?

L'oncologo raccomanderà di osservare la malattia se si trova in una fase "lenta", cioè i sintomi non peggiorano, ma non migliora. Per fare questo, è necessario studiare attentamente tutti i test, eseguire una biopsia del tessuto linfatico interessato e monitorare il comportamento delle cellule tumorali.

Ad esempio, si consiglia di osservare un tipo di linfoma non Hodgkin chiamato linfoma follicolare prima di procedere con il trattamento attivo..

Lo stesso approccio si applica ad altre varietà:

    Linfoma della zona marginale;

Linfoma linfoplasmatico (noto anche come macroglobulinemia di Waldenstrom);

Leucemia linfocitica cronica (LLC) o linfoma linfocitario piccolo (MLL).

Anche il linfoma nodulare di Hodgkin con prevalenza linfoide deve essere osservato prima di iniziare il trattamento. Tuttavia, questa è una malattia piuttosto rara, solo il 5% di tutti i pazienti con linfoma di Hodgkin ha una diagnosi simile..

Linfoma non Hodgkin: prima del trattamento

La mancanza di un trattamento attivo non significa rifiutare di visitare un medico. Devi mostrarti all'oncologo ogni 3-6 mesi e raccontargli a fondo il tuo benessere. Prima di tutto, presta attenzione alla sensazione di affaticamento (quanto spesso si verifica, per quali motivi, quanto dura, ecc.).

Durante ogni visita, verrà eseguita una biopsia linfonodale per monitorare la crescita del tumore.

Un medico può anche prescrivere diversi tipi di esami del sangue e test di screening: tomografia computerizzata, risonanza magnetica o tomografia ad emissione di positroni (PET).

Inoltre, nelle fasi successive del linfoma, può essere necessaria una biopsia del midollo osseo..

Tutte queste procedure dovrebbero confermare che il tumore non influenza gli organi vitali (polmoni, cuore, reni) ed è ancora localizzato nei linfonodi.

Tali visite possono durare più a lungo che durante l'ispezione iniziale. Il medico deve assicurarsi che la condizione non peggiori e che tutto sia sotto controllo..

La diagnosi di linfoma non Hodgkin. Cosa fare durante l'attesa?

Negli intervalli tra i ricevimenti, monitorare attentamente la tua salute. Chiama subito il tuo oncologo se:

ho iniziato a perdere l'appetito e non riesco a mangiare;

perdere peso rapidamente, ma mangiare come al solito;

stancarsi più di prima e per molto tempo non è possibile ripristinare la forza;

sentire periodicamente calore intenso, sudare molto;

Senti prurito in diverse parti del corpo;

osservare la crescita dei linfonodi che erano già leggermente gonfiati.

Alcuni di questi sintomi possono causare altre malattie, come le infezioni. Un oncologo può consigliare di seguirli un paio di giorni per vedere se scompaiono. Se sono provocati dal linfoma non Hodgkin, in ogni caso ci sarà tempo per la preparazione per il trattamento.

Il tempo di monitoraggio della malattia dovrebbe essere usato con buoni risultati. In primo luogo, è necessario rivedere la dieta e, se necessario, perdere peso, in secondo luogo, abbandonare completamente l'alcol e il fumo e, in terzo luogo, iniziare l'esercizio fisico regolare e rafforzare l'immunità.

È indispensabile che il corpo riceva tutti i nutrienti e gli oligoelementi nelle giuste quantità. Pertanto, rifiuta snack casuali e cibo spazzatura, passa a frutta e verdura, cibi proteici e, se necessario, prendi vitamine.

È importante capire che una diagnosi di linfoma non Hodgkin non è una frase. Cerca di vivere una vita normale, fai le faccende quotidiane e lavora, non concentrarti sulle malattie. Mantenere il giusto atteggiamento mentale è fondamentale per combattere il cancro. Pertanto, cerca il supporto di parenti, trova gruppi di supporto su Internet o attraverso il tuo centro medico e cerca esperienza e consigli da persone che sono già riuscite a superare il cancro.

La prognosi per la vita con linfoma non Hodgkin. Nutrizione per il linfoma

Questo nome del gruppo di malattie è entrato in uso dal 1971 dallo scienziato Billroth.

Cliniche leader in Israele

Secondo le statistiche, la prognosi della vita è tale che solo il 25% dei pazienti è guarito da questa malattia.

Ma ci sono diversi fattori che influenzano l'esito della malattia. Questi fattori sono l'accesso tempestivo a un'istituzione medica, una diagnosi corretta, un trattamento qualificato, l'età e persino il genere del paziente. Pertanto, secondo gli studi, il linfoma non Hodgkin, le donne sono malate molto meno spesso degli uomini. È anche più comune negli anziani e negli adulti che nei bambini. Ma se la malattia si riscontra nei bambini (di solito di età superiore ai 5 anni) o negli adolescenti, l'NHL può provocare nuove malattie nel sistema degli organi e spesso questo porta alla morte.

Trapianto di midollo osseo

Il trapianto di midollo osseo (cellule staminali) è necessario dopo gli effetti aggressivi delle radiazioni e della chemioterapia sulle cellule di linfoma maligno, che hanno portato a una significativa violazione della funzione del sistema ematopoietico. L'introduzione di cellule staminali del midollo osseo sane nel corpo del paziente contribuisce al suo recupero dopo il trattamento.

Per il trapianto, è possibile utilizzare il biomateriale del paziente stesso o del donatore che è compatibile con lui da fattori immunologici. Dopo la procedura, nell'80% dei casi, esiste la possibilità di ottenere una remissione a lungo termine sostenibile, anche nei pazienti gravi.

Il trapianto di midollo osseo è una delle misure più complicate e costose. La procedura di trapianto è simile a una trasfusione di sangue convenzionale: il ricevente viene iniettato con il proprio midollo osseo o con il proprio donatore o con cellule staminali prelevate dal sangue periferico o del cordone ombelicale. Tutte le fasi, dalla preparazione alla riabilitazione, vengono eseguite sotto la continua supervisione di personale medico qualificato.

Il costo del trapianto di midollo osseo a Mosca è di 1 milione di rubli, a San Pietroburgo e in altre città russe - a partire da 2 milioni e oltre. Le istituzioni mediche straniere offrono questo servizio per un importo superiore a 100 mila dollari.

Quali cliniche posso contattare?

  • Istituto di ematologia pediatrica e trapianto R. M. Gorbacheva, San Pietroburgo.
  • Centro di ricerca ematologica (SSC) del Ministero della Salute della Federazione Russa, Mosca.
  • Clinica Assuta, Tel Aviv, Israele.
  • Clinica Charite, Berlino, Germania.

Ragioni per il NHL

Negli ultimi anni, questo tipo di tumore ha la tendenza ad aumentare. Questa malattia è particolarmente comune nelle persone di età superiore ai 40 anni e si colloca al sesto posto nella mortalità tra le malattie maligne. In questa situazione, naturalmente, gli scienziati fanno tentativi di studiare la vera causa della malattia. Ma ad oggi, un motivo affidabile non è stato completamente stabilito. Sulla base di osservazioni, studi sull'anamnesi di pazienti, i medici hanno identificato alcune cause del linfoma non Hodgkin. Considerali:

  • Eredità. Come si osserva spesso in molti tumori, se qualcuno in famiglia ha avuto il cancro, il rischio per la prossima generazione è alto. Questo è anche il caso del linfoma non Hodgkin. Accurati studi di laboratorio per dimostrarlo, no. Ma ci sono osservazioni statistiche che confermano questo fattore..
  • Vecchiaia e obesità. Spesso la malattia si manifesta dopo 60 anni. Forse questo è dovuto a varie eziologie acquisite a causa dell'età del paziente.
  • Ecologia. È stato stabilito che nelle aree in cui si è verificato un disastro causato dall'uomo, le persone sono spesso esposte al cancro, compresi i linfomi.
  • Infezione virale. È stato dimostrato che l'HIV, il virus di Epstein-Barr, l'epatite grave possono provocare l'insorgenza del linfoma, in quanto inibiscono l'immunità umana
  • Radiazione. Se il paziente ha avuto il cancro trattato con radioterapia, aumenta il rischio di linfoma. Ciò è dovuto al fatto che durante la radioterapia, le cellule del sangue sane sono deformate. Ciò può innescare la comparsa di un tipo di linfoma..

Questo elenco non è definitivo. Gli scienziati stanno anche studiando l'influenza di cattive abitudini, come il fumo, l'alcool, alcuni farmaci, vari tipi di agenti cancerogeni sulla formazione del sangue nell'uomo..

Cause e tipi di tumori del tessuto linfoide


grandi nodi del corpo umano affetti da linfoma
Nel processo della vita, il nostro corpo incontra costantemente molti fattori e influenze dannose, agenti estranei e microrganismi, che sono protetti dal tessuto linfoide. Una gigantesca rete di linfonodi, collegati da sottili vasi e che svolgono il ruolo di una sorta di filtro, intrappolando tutto ciò che è estraneo e pericoloso dalla linfa, è sparso in tutto il corpo. Inoltre, i linfonodi mantengono in sé le cellule tumorali con tumori di varia localizzazione, quindi parlano della loro lesione metastatica..

Per svolgere funzioni di barriera e partecipare alla difesa immunitaria, i linfonodi sono dotati di un intero complesso di cellule linfoidi mature e in maturazione, che a loro volta possono diventare una fonte di tumore maligno. In condizioni avverse o presenza di mutazioni, il processo di differenziazione (maturazione) dei linfociti è disturbato, le cui forme immature costituiscono la neoplasia.

Il linfoma cresce sempre al di fuori del midollo osseo, interessando i linfonodi o gli organi interni: milza, stomaco e intestino, polmoni e fegato. Man mano che il tumore si sviluppa, le sue cellule possono essere sfrattate oltre la localizzazione primaria, metastatizzando come il cancro ed entrando in altri organi e midollo osseo (leucemia del linfoma).


Figura: linfoma in stadio 4, organi bersaglio affetti da metastasi, leucemia linfoma mostrata

Le cause di linfomi e linfosarcomi sono:

  • Infezione virale (infezione da virus Epstein-Barr, virus T-linfotropico, HIV, virus dell'epatite C, ecc.).
  • Immunodeficienze - congenite o acquisite a causa di infezione da HIV, dopo radioterapia o uso di citostatici.
  • Malattie autoimmuni - lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide.
  • Le anomalie genetiche sono traslocazioni quando i geni si spostano da un cromosoma all'altro, si rompono le sequenze di DNA, ecc., A seguito della quale la divisione cellulare e la maturazione dei linfociti vengono interrotte.
  • Fattori cancerogeni esterni - polivinilcloruro, diossina, alcuni erbicidi.

Segni di malattia

Il quadro clinico con il linfoma neojkinskogo è molto brillante. Prima di tutto, il tessuto linfoide soffre. Questo gruppo di linfomi si manifesta in tre fasi:

  1. Ingrandito uno o più linfonodi. P principalmente il loro aumento si osserva sul collo, sulle ascelle, sull'inguine. Spesso diventano dolorosi al tatto.
  2. Il linfoma colpisce gli organi interni, questo fenomeno è chiamato tumore extranodale. Quindi, ad esempio, c'è un linfoma dello stomaco, del sistema nervoso centrale, congiuntiva, ecc. Allo stesso tempo, si intensificano nausea, vomito, perdita della vista, mal di testa. Se il linfoma colpisce le vie respiratorie, si verifica una tosse cronica, accompagnata da dolore allo sterno.
  3. Una persona perde peso in modo drammatico, fino all'anerexia, la temperatura sale a uno stato febbrile.

Fasi del linfoma non Hodgkin (NHL) con categorie

Palcoscenico:

  • Lo stadio I ha 2 sottostadi: I: è coinvolta una regione del linfonodo (ad esempio la tonsilla);
  • IE: è coinvolto un organo o una regione al di fuori dei linfonodi;
  • Stage II ha anche 2 sottostadi:
      II: sono coinvolte due o più aree dei linfonodi ed entrambe sono sopra o sotto il diaframma;
  • IIE: uno o più gruppi di linfonodi sono coinvolti sopra o sotto il diaframma e fuori dai linfonodi in un organo o regione sullo stesso lato del diaframma dei linfonodi interessati;
  • La fase III ha 4 sottostadi:
      III: sono coinvolte regioni dei linfonodi sopra e sotto il diaframma (ad es. Collo, torace e addome);
  • IIIE: gruppi coinvolti di linfonodi sopra e sotto il diaframma e fuori dai linfonodi in un organo o regione adiacenti;
  • IIIS: sono coinvolti gruppi di linfonodi sopra e sotto il diaframma e la milza;
  • IIIE + S: gruppi coinvolti di linfonodi sopra e sotto il diaframma, fuori dai linfonodi in un organo o regione adiacenti e nella milza;
  • La fase IV si verifica con:
      il coinvolgimento di uno o più organi che non fanno parte della regione linfatica, ma che si trovano nei linfonodi vicino a questi organi;
  • il coinvolgimento di un organo che non fa parte della regione linfatica e di organi o linfonodi distanti da tale organo;
  • coinvolgimento di fegato, midollo osseo, liquido cerebrospinale o polmoni.

    categorie:

    • E - "E" significa extranodale e indica che il linfoma si diffonde in un'area o organo al di fuori del sistema linfatico
    • S - "S" indica la milza e indica che il linfoma si trova in questo organo
    • X - "X" significa "malattia sovradimensionata". Questa è una massa nodale, la cui dimensione maggiore è di solito più di 10 cm o più di un terzo del diametro del torace durante la radiografia

    Una volta completati tutti gli studi diagnostici e graduali, il medico valuterà le informazioni, determinerà il sottotipo di NHL, determinerà quali aree del corpo sono coinvolte e inizierà a discutere le opzioni di trattamento con il paziente.

    Classificazione della malattia

    NHL ha 4 gradi di sviluppo e 3 tipi di decorso della malattia. La scelta e il metodo di trattamento e la prognosi dipendono dal grado e dal tipo di malattia. Considerali:

    1. Il primo stadio è il più semplice, poiché la malattia non si manifesta ancora. Sono possibili solo alcune modifiche all'analisi del sangue. Possibile aumento singolo dei linfonodi.
    2. Il secondo stadio è caratterizzato da cambiamenti primari negli organi interni, sono possibili tumori nei linfonodi periferici.
    3. Il terzo stadio mostra chiari segni della malattia. Si estende su entrambi i lati del diaframma e della cavità addominale.
    4. Il quarto stadio è caratterizzato da danni al sistema nervoso centrale, al midollo osseo e allo scheletro. Questa fase del linfoma non Hodgkin è la più difficile per il paziente e per gli specialisti nella scelta dei metodi di trattamento..

    Il linfoma non Hodgkin è diviso in tre tipi ovviamente. Sono chiamati aggressivi, indolenti e altamente aggressivi. È quando il quadro clinico è luminoso, con la manifestazione simultanea di tutti e quattro, questo indica un aspetto aggressivo del linfoma non Hodgkin. L'aspetto indolente è letargico e non si manifesta per molto tempo. Ma con una prognosi di sopravvivenza aggressiva, è molto meglio che con un decorso lento. È estremamente raro curare la forma indolente del linfoma non Hodgkin. Una specie altamente aggressiva è caratterizzata da un corso rapido e incontrollato del processo oncologico..
    I linfomi non Hodgkin sono divisi in cellule B e cellule T. A seconda del tipo di paziente malato, è possibile effettuare previsioni.

    Le cellule B includono:

    • Diffuso: si riferisce a un aspetto aggressivo, ma la possibilità di cura è alta. È localizzato nelle zone inguinali, cervicali e ascellari. Questo linfoma a grandi cellule include linfoma anaplastico a grandi cellule anaplastico, linfoma anaplastico a grandi cellule ALK-negativo.
    • Linfoma follicolare - è una specie indolente. Se il trattamento è iniziato in modo adeguato e puntuale, il tasso di sopravvivenza è del 60-70%.
    • Piccola cellula: si riferisce alle specie indolente. Il trattamento spesso non porta a un risultato positivo. A causa della diffusione lenta, questa malattia può vivere fino a 10 anni.
    • Linfoma a cellule del mantello - si verifica nel 6% dei pazienti. È una forma complessa.
    • Linfomi da cellule della zona marginale. Le cellule maligne si diffondono lentamente. Con un'adeguata terapia, è possibile ottenere una remissione rapida..
    • Linfoma mediastinico - trovato principalmente nelle donne. Si osserva solo nel 2% dei pazienti. La prognosi per il recupero è del 50%.
    • Il linfoma linfoplasmatico è caratterizzato da un aumento della viscosità del sangue, a causa della quale c'è una rottura dei capillari, la formazione di coaguli di sangue nei vasi. Si verifica solo nell'1% dei pazienti. La prognosi dipende dalla velocità della malattia. Può raggiungere fino a 20 anni.
    • Leucemia a cellule capellute - spesso presente negli anziani. Progredisce lentamente. Il trattamento non è sempre richiesto..
    • Linfoma di Burkitt: è aggressivo. Più spesso, gli uomini sotto i 30 anni soffrono. Viene utilizzata la chemioterapia intensiva. Ma le previsioni sono pessimistiche, poiché l'aspettativa di vita di soli 2-3 anni.
    • Linfoma del sistema nervoso centrale - colpisce il sistema nervoso centrale. Solo il 30% delle previsioni di sopravvivenza.
    • Plasmacitoma linfocitario - un tumore maligno si forma dalle cellule del midollo osseo e dai linfonodi.

    fasi

    Per i linfomi viene applicata la classificazione Ann Arbor, che considera le quattro fasi dello sviluppo del processo oncologico. I primi due stadi di questa malattia sono considerati locali o locali e III e IV - comuni.

    Inoltre, ogni stadio del linfoma a cellule B è contrassegnato dalle lettere "A" e "B". Se una persona ha sintomi come febbre, sudorazione notturna e perdita di peso, una "B" viene assegnata ai suoi stadi della malattia, altrimenti, in assenza delle manifestazioni cliniche elencate, viene aggiunta "A".

    Considera come appare la classificazione del linfoma nella seguente tabella..

    fasiDescrizione
    ioIl processo oncologico interessa solo un linfonodo o un gruppo di nodi.
    III cambiamenti maligni sono localizzati in due o più linfonodi su un lato del diaframma.
    IIII linfonodi su entrambi i lati del diaframma sono interessati.
    IVIl linfoma attivamente metastasi a strutture anatomiche adiacenti e distanti. Con il coinvolgimento multiplo dei linfonodi nel processo oncologico, questa fase è inoltre contrassegnata con la lettera "X". Lo stage è incurabile.

    Diagnostica

    Il linfoma non Hodgkin è un tipo di tumore estremamente grave, quindi la scelta del metodo diagnostico con la successiva scelta della terapia spetta agli ematologi oncologi. Lo stadio principale della diagnosi è una biopsia del tessuto linfonodale e una puntura del midollo osseo. Ma per chiarire la prognosi della vita, lo stato degli organi interni, una serie di procedure mediche, vengono anche eseguiti metodi diagnostici, come esami del sangue, radiografie, risonanza magnetica, ultrasuoni, linfoscintigrafia, scintigrafia ossea. Dopo un'accurata diagnosi e determinazione del tipo e dello stadio del linfoma non Hodgkin, se ne viene trovato uno, gli specialisti selezionano il tipo di terapia.

    Il decorso e il trattamento della malattia nei bambini, in gravidanza e in allattamento, anziani

    Bambini. A differenza dei linfomi di Hodgkin, i linfomi non Hodgkin sono molto più comuni durante l'infanzia e la patologia delle cellule B non fa eccezione. La loro caratteristica distintiva in pediatria è un alto grado di malignità. Le cause del linfoma di solito risiedono nell'immunità indebolita e nella predisposizione ereditaria di un piccolo paziente alle mutazioni cellulari.

    Il sito di oncologia primaria in un bambino, di regola, si sviluppa negli organi addominali. I segni iniziali della malattia sono febbre, grave disagio addominale, disturbi digestivi e ascite. Successivamente, può svilupparsi un'ostruzione intestinale. Meno comunemente, il linfoma colpisce gli organi respiratori e altri sistemi..

    Dopo aver confermato la diagnosi, viene prescritto un corso intensivo di chemioterapia. Per aumentarne l'efficacia, si raccomanda inoltre la radioterapia. Il trapianto di midollo osseo viene eseguito nei casi più difficili, per il trapianto è possibile utilizzare il biomateriale del paziente o del donatore.

    Per interrompere il processo maligno, viene spesso eseguita l'asportazione chirurgica del tumore. Il trattamento durante l'infanzia deve essere effettuato in un istituto medico specializzato sotto la costante supervisione del personale medico.

    Incinta I linfomi nelle donne in attesa possono svilupparsi sullo sfondo di infezioni virali, cambiamenti ormonali nel corpo, condizioni ambientali avverse, ecc. La malattia non influisce sullo sviluppo del bambino se è lento ed è caratterizzato da un basso grado di aggressività - in questi casi, il trattamento principale può essere ritardato il periodo postpartum.

    Quando la patologia progredisce rapidamente e le condizioni della donna peggiorano, le misure terapeutiche devono essere avviate immediatamente. Se il processo oncologico viene diagnosticato nel primo trimestre di gravidanza, gli esperti raccomandano vivamente di risolvere il problema con la sua interruzione sulla base della consultazione con un ematologo e altri specialisti ristretti, quindi procedere con il trattamento diretto della malattia di base.

    Se l'età gestazionale supera le 12 settimane, su richiesta della donna, la gravidanza può essere prolungata, ma il trattamento non può essere ritardato. In questo caso, le misure terapeutiche per combattere il linfoma saranno le stesse delle donne che non sono in posizione. La prognosi dipende dalla tempestività della diagnosi e del trattamento..

    Assistenza infermieristica Le cause del linfoma a cellule B in una donna che allatta al seno il suo bambino possono essere gli stessi fattori che provocano la malattia in altre popolazioni. Molto spesso, la patologia nelle prime fasi procede inosservata, quindi, durante l'allattamento, molti pazienti semplicemente non notano i suoi segni non specifici a causa dell'impiego con il bambino e si rivolgono a uno specialista nelle ultime fasi del processo oncologico.

    Dopo aver confermato la diagnosi, i medici selezionano la strategia di trattamento ottimale per la donna. Di norma, esclude la continuazione dell'allattamento al seno, poiché il paziente avrà ancora bisogno di forza e i resti di farmaci non sicuri per il bambino utilizzato nel processo di terapia possono entrare nel latte.

    Come trattamento, viene prescritta la mono o la polichemioterapia. I citostatici hanno un effetto devastante sui processi atipici nel corpo. In combinazione con la chemioterapia, l'esposizione è spesso raccomandata. Nelle forme gravi di patologia, in caso di grave distruzione del tessuto del midollo osseo, viene prescritto il trapianto di un organo donatore. Il trattamento chirurgico viene praticato con gravi danni alla milza e ai linfonodi. La prognosi della sopravvivenza nelle donne che hanno manifestato linfoma a cellule B durante l'allattamento sarà la stessa di altri pazienti..

    Gli anziani. Secondo le statistiche mediche, le lesioni non Hodgkin del tessuto linfoide, in particolare i linfomi a cellule B, si verificano più spesso nelle persone anziane e, più il paziente è anziano, peggiore è la prognosi della sopravvivenza.

    Il danno alla milza è caratteristico dei pazienti correlati all'età. Nelle prime fasi, la patologia procede in modo impercettibile: una persona inizia a perdere peso, ha dolore nell'ipocondrio giusto e mangia più velocemente con il cibo, anche in piccole quantità. Di norma, i pazienti anziani vanno dal medico tardi - al quarto stadio del processo del cancro, quando qualsiasi misura di trattamento non porta l'effetto desiderato.

    NHL: trattamento

    Nel confermare la diagnosi di NHL, i medici scelgono un regime di trattamento in base alla forma specifica di linfoma non Hodgkin di cui soffre il paziente, a quanto è diffusa la malattia all'interno del corpo, a quale stadio del linfoma è.

    I principali metodi di trattamento sono:

    1. Chemioterapia
    2. Radioterapia
    3. Chirurgia
    4. Trapianto di midollo osseo

    Il successo del trattamento dipende da quanto è progredita la malattia, in quale fase è. Se la malattia è localizzata e non ha la tendenza a svilupparsi, è possibile ottenere la completa distruzione del linfoma, curare o almeno prolungare la vita di una persona. Con la diffusione diffusa di tumori maligni, il trattamento è piuttosto complicato e mira ad aumentare l'aspettativa di vita e migliorare la qualità della vita del paziente. Con tipi di NHL super aggressivi e alcuni indalenti, quando la malattia non è suscettibile di terapia, il paziente non viene lasciato a se stesso. Fornisce assistenza spirituale e psicologica.

    Se la prognosi per NHL aggressivo è favorevole, esiste una terapia standard secondo lo schema ASOR (CHOP), che implica l'introduzione di farmaci: doxorubicina, oncovina, ciclofosfamide e prednisolone. Il trattamento è effettuato da corsi.

    Previsioni e prevenzione

    La prognosi del linfoma a cellule B dipende dallo stadio in cui è stata rilevata. Quando si diagnostica la patologia nella fase iniziale, si osserva la sopravvivenza a cinque anni nel novantacinque percento dei pazienti. Nel secondo stadio - nella metà dei pazienti, nel terzo - nel trenta percento, e nell'ultimo stadio del linfoma, sopravvivono solo otto persone su cento. La ricaduta nel linfoma nel primo anno dopo il trattamento si verifica nell'ottanta per cento dei casi e nel secondo anno in cinque.

    Non esiste una profilassi specifica del linfoma a cellule B, poiché le cause del suo aspetto non sono esattamente note. È possibile ridurre il rischio di sviluppare patologie se si riducono i fattori di rischio, si conduce uno stile di vita sano e si sottopone anche a un esame periodico con un medico.

    NHL: previsione

    È stato precedentemente notato che la prognosi dipende dal tipo di linfoma non Hodgkin, dal suo stadio. Con il linfoma a cellule B, la prognosi è più favorevole rispetto a quella a cellule T. Ma la medicina non si ferma. Come risultato di una terapia adeguata, la vita del paziente può essere prolungata di 10 anni e questo è un buon risultato. È importante essere consapevoli del proprio corpo..

    Con un accesso tempestivo alle istituzioni mediche, il rilevamento della malattia e la giusta scelta di trattamento, le possibilità di guarigione arrivano fino al 70%.

    I principali metodi di trattamento della malattia

    Il trattamento del linfoma non Hodgkin viene effettuato con metodi:

    • radioterapia (usando radiazioni a raggi X);
    • chemioterapia
    • intervento chirurgico (per la maggior parte viene effettuato per prelevare campioni del materiale per esame istologico).

    L'intensità di ciascun tipo di terapia dipende dallo stadio di sviluppo della malattia, dal suo grado di aggressività e dalla reazione a questo tipo di trattamento.

    Secondo le statistiche, la chemioterapia ha il massimo effetto terapeutico. L'irradiazione a raggi X viene utilizzata nei casi in cui la chemioterapia è controindicata. La rimozione chirurgica dell'area interessata è possibile quando è di natura locale. A volte la combinazione di questi metodi è la più efficace. Inoltre, potrebbero essere richiesti farmaci..

    Al termine del trattamento per il linfoma diffuso a grandi cellule B, il paziente deve essere sottoposto a un esame di follow-up per i primi due anni, che viene ripetuto ogni tre mesi. Quindi un'ispezione di controllo viene eseguita una volta ogni sei mesi per tre anni e poi una volta all'anno. Dopo 6, 12 e 24 mesi, viene eseguita la tomografia computerizzata delle lesioni primarie.

    Terapia popolare

    È importante passare alla medicina tradizionale, perché questo metodo di terapia può essere una buona aggiunta al regime di trattamento principale. Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che il linfosarcoma è trattato con rimedi popolari solo come una tecnica ausiliaria, che non può essere presa come base per condurre la terapia. Ecco alcune ricette che aiuteranno ad affrontare molte delle complicazioni in cui la chemioterapia e il trattamento con radiazioni sono ricchi..

    Retz. N. 1

    Se è stata eseguita la chemioterapia, è bene mangiare frutta e verdura di stagione. Sono al vapore con una quantità minima di grasso.

    Retz. Numero 2

    Se c'è un linfoma cronico non Hodgkin in remissione, allora molti segni aiuteranno a rimuovere i germogli di betulla, celidonia, castagne, assenzio. Le materie prime a base di erbe vengono acquistate in farmacia e utilizzate secondo le istruzioni..

    Retz. Numero 3

    I segni di intossicazione durante un'esacerbazione aiuteranno a superare il tè dalle foglie di ribes, lamponi. Devi berlo in una forma calda, sostituendo l'acqua normale. L'effetto diuretico ha anguria, cetrioli.

    Ricetta numero 4

    L'emoglobina viene rilevata nel sangue? Questo si trova spesso nelle ultime fasi della malattia. Introduci più fegato magro e carne nella tua dieta. Prendi la seguente composizione: prendi 200 g. grano saraceno, noci, miele scuro. Macina gli ingredienti solidi a uno stato simile a una farina e mescola con il miele. Alla reception è sufficiente 1 cucchiaio. cucchiai della massa risultante, mangiarlo prima del pasto principale.

    Ricetta numero 5

    Per le malattie dello stomaco che si sono manifestate come una complicazione della chemioterapia, è utile preparare la seguente miscela: 300 ml di cahors o vino fatto in casa di qualità non acida, 200 gr. fiore o liquido può miele e 100 gr. scarlatto. Le foglie della pianta vengono fatte passare attraverso un tritacarne a maglia fine. Tutti gli ingredienti vengono accuratamente miscelati, posti in una bottiglia di birra scura, coperti con un coperchio e lasciati riposare al fresco per 2 settimane. Prendi 30 ml 40 minuti prima di un pasto. Corso di trattamento di 3 settimane.

    Trattamento del linfoma a cellule B in Russia e all'estero

    Vi offriamo di scoprire come viene condotta la lotta contro il linfoma a cellule B in diversi paesi.

    Trattamento in Russia

    La scelta del programma di trattamento a Mosca e in altre città del paese dipende dal tipo di linfoma e dalle condizioni generali del paziente.

    I tumori indolenti non richiedono sempre un trattamento: in questo caso è possibile stabilire un'osservazione dinamica da parte di un oncologo o ematologo. Con la progressione della patologia, viene utilizzata la radioterapia, se stiamo parlando di focolai oncologici localizzati o chemioterapia per tumori generalizzati.

    I linfomi aggressivi richiedono un intervento urgente. Molto spesso, include la polichemioterapia e la rimozione chirurgica dei linfonodi interessati. Anche in Russia, viene praticato il sistema CHOP, combinando l'uso di citostatici con anticorpi monoclonali “Rituximab”.

    Si raccomanda di eliminare i linfomi altamente aggressivi usando la chemioterapia ad alte dosi con trapianto di midollo osseo. Nelle cliniche oncologiche domestiche, questo metodo viene raramente utilizzato a causa del costo della procedura e della mancanza di materiale donatore..

    Il costo del trattamento del linfoma a cellule B nelle cliniche di Mosca è di 200 mila rubli. se è necessario il trapianto di midollo osseo, a questo importo devono essere aggiunti almeno 1 milione di rubli in più.

    Quali cliniche in Russia posso contattare?

    • Clinica di ematologia e terapia cellulare intitolata a A.A. Maksimova, Mosca. Le moderne attrezzature della struttura medica consentono sia il trattamento tradizionale del linfoma (chemioterapia, radiazioni, ecc.) Sia la terapia utilizzando tecnologie avanzate, incluso il trapianto di midollo osseo.
    • Ematologia della NRC, Mosca. Ogni anno circa 4 mila pazienti con patologie del sangue ricevono cure qualificate presso la clinica. Allo stesso tempo, vengono eseguiti più di 1 mila interventi chirurgici, di cui oltre 200 eseguiti sul trapianto di midollo osseo..
    • Istituto di ricerca russo di ematologia e trasfusiologia, San Pietroburgo. Il centro è impegnato nello studio e nel trattamento di lesioni maligne di sangue e linfa..

    Considera le recensioni di queste cliniche.

    Anna, 28 anni. “Con il linfoma gastrico, è stata contattata dal Centro di ricerca sull'ematologia a Mosca. Grazie agli specialisti per il trattamento corretto, mi sento una persona sana ”.

    Olga, 39 anni. “Ho lottato con il linfoma a San Pietroburgo al centro di ematologia. Molte procedure sono state eseguite su base ambulatoriale, dimesse dalla clinica con buone previsioni "..

    Trattamento in Germania

    I seguenti metodi sono usati per combattere il danno linfatico al corpo nei centri di cancro tedeschi:

    • chemioterapia: viene prescritta sia autonomamente dai corsi, sia in combinazione con le radiazioni per aumentare l'efficacia del trattamento;
    • radioterapia - usata raramente in modo indipendente, solo nella fase I del processo oncologico o per scopi palliativi;
    • anticorpi monoclonali: un prodotto di origine di laboratorio, che neutralizza con successo l'attività delle cellule maligne, un'eccellente aggiunta ai metodi di cui sopra;
    • trapianto di midollo osseo - utilizzato nelle fasi successive come unico modo per salvare la vita di una persona, nonché in caso di patologie ricorrenti.

    Il costo della diagnosi per i linfomi non Hodgkin nelle cliniche tedesche è di 7800 €, un corso di chemioterapia - da 23 a 27 mila €, radioterapia - da 15 mila €, trapianto di midollo osseo - 120-150 mila €.

    Quali strutture mediche nel paese posso contattare?

    • Ospedale universitario di Dusseldorf. Un centro multidisciplinare che offre la massima gamma di servizi specializzati per la diagnosi e il trattamento dei linfomi di varia origine.
    • Clinica Charite, Berlino. Ha uno status accademico, che le consente di collaborare con le migliori università mediche del paese e di introdurre nuove tecnologie per combattere il cancro nella sua pratica diretta, salvando migliaia di vite umane.
    • Ospedale universitario di Essen. Conosciuta in tutto il mondo per i suoi risultati clinici e l'introduzione di metodi innovativi di diagnosi e trattamento nel campo dell'oncologia, dei trapianti, della pediatria, ecc..

    Considera le recensioni delle strutture mediche elencate.

    Vladimir, 34 anni. “Ha curato il linfoma nella città di Essen, in Germania. Tutto è stato organizzato al miglior livello in clinica, la chemioterapia ha contribuito a fermare il processo maligno. ".

    Nina, 24 anni. “Mi sono ammalato di linfoma, i tumori dal collo sono passati a cavità ascellari. Ho contattato la clinica tedesca Charite, il trattamento ha aiutato, sono molto grato ai dottori ".

    Trattamento del linfoma a cellule b in Israele

    Con i linfomi a cellule B, molti dei quali sono caratterizzati da un decorso aggressivo, gli oncologi israeliani applicano 3 metodi principali che possono risolvere efficacemente il problema:

    • una combinazione di chemioterapia e radioterapia;
    • puntura lombare - prelievo di liquido dal midollo spinale e introduzione di farmaci antitumorali al suo posto;
    • trapianto di cellule staminali.

    Un intero gruppo di specialisti, tra cui un oncologo, un ematologo, uno psicologo, ecc., È unito per formulare un protocollo di trattamento.Ci sono due tipi di protocolli: quello di routine e l'uso di citostatici biologici. Nella maggior parte dei casi, vengono prescritti 6 cicli di chemioterapia, dopo il terzo, la loro efficacia viene valutata usando il controllo della PET.

    Se manca il risultato atteso, l'arsenale israeliano di esperti ha una potente "arma": polichemioterapia ad alte dosi con trapianto di cellule staminali.

    Il costo del trattamento nei centri di oncologia del paese:

    • pacchetto diagnostico oncologico di base - $ 2900;
    • terapia non chirurgica del linfoma a cellule B - da $ 980;
    • escissione chirurgica del linfonodo ingrossato (una unità) - $ 11 mila;
    • trapianto di midollo osseo - da $ 50 mila.

    Quali cliniche in Israele posso contattare?

    • Clinica Assuta, Tel Aviv. Il trattamento delle patologie maligne del tessuto linfoide in questa istituzione medica garantisce che il paziente riceva misure diagnostiche mediche di alto livello.
    • Clinica Hadassah, Gerusalemme. Gli specialisti del centro introducono costantemente metodi innovativi che hanno sviluppato per combattere il cancro del sangue e dei linfonodi, come la radioimmunoterapia, la procedura del cavallo di Troia e molto altro. Tali approcci possono migliorare la prognosi della sopravvivenza anche nelle persone con forme gravi di lesioni linfatiche e leucemia..
    • Medico, Tel Aviv. Il trattamento del linfoma nella clinica viene effettuato secondo tecniche avanzate. Circa l'80% dei pazienti in questa struttura medica è stato in grado di dire addio alla malattia una volta per tutte.

    Considera le recensioni di queste cliniche.

    Anna, 36 anni. “Grazie per aver salvato il figlio dagli specialisti della clinica di Assuta. I medici russi hanno consigliato di curare il bambino qui ”.

    Svetlana, 40 anni. “La mamma ha avuto un linfoma mediastinico. Rivolto a Israele, ad Hadassah. L'aiuto fornito è completamente soddisfatto. ".

    Manifestazioni sintomatiche

    L'elevata malignità e il decorso aggressivo della malattia si manifestano nella formazione di tumori evidenti sulla testa, sul collo, sull'inguine e sulle ascelle. L'istruzione non fa male.

    Quando la malattia inizia nel torace o nella regione addominale, non è possibile vedere o sentire i nodi, in questo caso ci sono metastasi al midollo osseo, al fegato, alla milza o ad altri organi.

    Quando un tumore inizia a svilupparsi negli organi, si verificano i seguenti sintomi:

    • temperatura;
    • perdita di peso;
    • forte sudorazione di notte;
    • affaticabilità rapida;
    • debolezza generale;
    • mancanza di appetito.

    Se i linfonodi o gli stessi organi peritoneali sono interessati, il paziente può lamentare dolore addominale, costipazione, diarrea e vomito. Se i linfonodi sono colpiti nello sterno o nei polmoni e nel tratto respiratorio, si osservano tosse cronica e respiro corto.

    Quando le ossa e le articolazioni sono colpite, il paziente ha sensazioni dolorose nelle articolazioni. Se il paziente lamenta mal di testa, vomito e disturbi visivi, molto probabilmente il linfoma colpisce il sistema nervoso centrale.

    Importante: i sintomi del linfoma peggiorano una volta al mese, ma poiché i sintomi sono molto simili ad altre malattie che non hanno nulla a che fare con il linfoma, è necessario consultare uno specialista.

    Le recidive

    Il linfoma a cellule B differisce dalle altre lesioni maligne dell'apparato linfoide nella sua tendenza a frequenti ricadute. Anche con successo nel trattamento, le malattie ricorrenti nell'80% dei casi si sviluppano entro il primo anno dopo la dimissione dall'ospedale.

    L'esacerbazione del linfoma indica una prognosi in peggioramento. Un nuovo trattamento ha la possibilità di avere successo se lo si avvia in tempo. Si raccomanda ai giovani pazienti di sottoporsi a un trapianto urgente di midollo osseo - in questo caso avranno maggiori possibilità di una vita sana e lunga.

    Fasi di sviluppo

    La patogenesi del linfoma è generalmente divisa in quattro fasi:

    • Stadio locale, quando è interessato un singolo linfonodo o una coppia.
    • Stadio regionale, è interessato un gruppo concentrato di linfonodi.
    • Stadio generalizzato, la malattia è diffusa in tutto il corpo.
    • Stadio diffuso, la lesione è andata oltre il sistema linfatico.

    È anche consuetudine isolare il sottoscala A, in cui non vi è alcun segno di avvelenamento durante il decadimento del tumore, e B, in cui si verifica l'avvelenamento.

    Metodi necessari per identificare il linfoma


    L'ematologia moderna in Israele ha un approccio globale per risolvere il problema di determinare il tipo di linfoma. Solo un'identificazione accurata del tumore aiuterà a rispondere alla domanda se si tratta di cancro e quale dei linfomi è peggio. Non sempre la qualità della vita, la sopravvivenza e le possibilità di una cura dipendono dalla struttura istologica della neoplasia. Un ruolo importante è svolto dall'accesso tempestivo a uno specialista, metodi di diagnosi e trattamento. Il successo del trattamento del linfoma all'estero, in particolare nella clinica Meir, è possibile grazie a protocolli internazionali avanzati e specialisti altamente qualificati del centro oncologico.

    Per la corretta verifica del linfoma eseguire:

    • esame oncologo, un sondaggio dettagliato e raccolta di informazioni sulla storia medica;
    • radiografia del torace;
    • biopsia della puntura percutanea del midollo osseo rosso;
    • scansione dei radionuclidi del fegato e della milza mediante l'isotopo GA67;
    • angiografia contrastante dei vasi sanguigni degli organi interni.

    Sintomatologia

    I sintomi primari sono quasi invisibili. Molti di loro si mascherano come immagini sintomatiche di altre malattie. Ma rimangono 3 sindromi distintive: un linfonodo o più soffrono, appare un tumore extranadale di quasi tutti gli organi e si unisce l'intossicazione. Già nelle prime fasi della malattia, si può notare un aumento del linfonodo, più spesso è interessato il cervicale o l'ascella. Successivamente arrivano i segni caratteristici dell'organo interessato.

    Il quadro sintomatico è rapidamente completato da debolezza generale, prestazioni ridotte e resistenza allo stress. Sullo sfondo di una cattiva salute generale, appare un moderato aumento della temperatura. La condizione del subfebrile dura a lungo. Riduzione del peso corporeo, mal di testa e forte tormento della sudorazione.

    Questi sintomi sono abbastanza comuni, inerenti a molte malattie. È raro che uno specialista possa sospettare un linfoma in questa fase della lesione. Ma se viene ancora trovato un linfonodo ingrossato, allora vale la pena sottoporsi immediatamente a una diagnosi approfondita. È molto più facile identificare la malattia..

    Sintomi di tipi comuni di disturbo

    Il linfosarcoma anaplastico a grandi cellule, che porta a malfunzionamenti del sistema immunitario, si riferisce al linfoma a cellule T aggressivo. Il linfoma anaplastico a grandi cellule della pelle primaria è caratterizzato dalla formazione di dolorosi nodi bruno-rossastri che possono comparire simultaneamente in più punti. I risultati del decorso del tipo epatico-splenico sono un aumento persistente del fegato e della milza, una diminuzione dell'emoglobina, delle piastrine e dei globuli bianchi nel sangue. Ma non si ingrandisce un singolo linfonodo.

    Sintomi del linfoma linfoblastico

    Il linfoma linfoblastico preferisce svilupparsi nella cavità addominale. Si distingue per la formazione di grandi tumori oncologici, metastasi rapide e massicce, danni non solo agli organi della cavità addominale, ma anche al sistema urinario, al canale spinale e alla colonna vertebrale. Il linfoma linfoblastico non ha sintomi vividi, compaiono solo nella fase III-IV. A volte un linfonodo ingrossato o un gruppo di linfonodi viene rilevato accidentalmente durante un'operazione addominale pianificata o non programmata.

    previsione

    La previsione non è sempre favorevole. Con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato, il periodo di remissione può durare da 5 a 15 anni. Al fine di prevenire fasi più formidabili e pericolose della malattia, che non lasciano possibilità alla vita, il trattamento deve essere effettuato ai primi segni della malattia.

    ← Diagnosi del linfoma follicolare e suo trattamento

    Raccomandiamo di studiare materiali simili:

    1. 1. Anemia emolitica autoimmune nei bambini: cosa manca e come si manifesta
    2. 2. Come scegliere una dieta per gruppo sanguigno: stiamo perdendo peso insieme
    3. 3. Il livello di basofili negli adulti è diminuito: come trattare la basofilia
    4. 4. Norme del contenuto di neutrofili nel sangue e quali funzioni svolgono
    5. 5. Perché il corpo ha la bilirubina: le sue funzioni e come fare un'analisi per un indicatore
    6. 6. Linfociti durante la gravidanza: aumento e diminuzione degli indicatori
    7. 7. I linfociti in un bambino sono aumentati o diminuiti: cause e conseguenze delle deviazioni

    Sintomi del linfoma cutaneo

    La malattia è un tumore, manifestato in un aumento patologico dei linfociti. La malattia si manifesta con la formazione di noduli, placche e aree di eritema, nonché con un aumento dei linfonodi. Il linfoma cutaneo è diviso in due forme:

    I - la malattia cattura il derma.

    II - i linfociti maligni migrano dai linfonodi e dagli organi linfoidi.

    Questa oncologia si forma su uno sfondo di eczema. L'area interessata della pelle è infiammata, desquamata e diventa rossa. Inoltre, si osservano perdita di capelli, infiammazione generalizzata dei linfonodi e distrofia delle unghie..

    Dieta

    Qualsiasi malattia maligna è uno stress profondo per il corpo. Una corretta alimentazione può aumentare l'impatto dei metodi di trattamento e accelerare il periodo di recupero dopo aver usato droghe tossiche pesanti.

    Dieta nelle prime fasi del linfoma a grandi cellule B. Non ha una specificità specifica. Dovrebbe essere solo sano e pieno. Elenchiamo quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite durante questo periodo:

    • escludere cibi ipercalorici per evitare di guadagnare chili in più;
    • mangiare più frutta e verdura, pesce e pollame;
    • minimizzare i piatti a base di carne rossa;
    • aggiungere moderatamente sale e spezie al cibo;
    • eliminare completamente l'alcool.

    Pertanto, la dieta nelle fasi iniziali della malattia presenta alcune limitazioni. La dieta incontra un'alimentazione sana ed equilibrata.

    Una forma avanzata di linfoma. Quando si tratta di condurre più cicli di radiazioni e polichemioterapia, sorgono gravi problemi nel sistema immunitario e nei processi metabolici. Durante questo periodo, una persona ha bisogno di forza non solo per combattere la malattia, ma anche per la sopravvivenza elementare, poiché il suo corpo è sfinito dall'uso di droghe tossiche e patologia. Nelle fasi successive del linfoma diffuso a grandi cellule B, si raccomandano le seguenti regole:

    • frequenti pasti frazionari a intervalli regolari in piccole porzioni;
    • mangiare cibi ipercalorici con anoressia pronunciata;
    • masticare il cibo accuratamente e per lungo tempo, anche se è schiacciato o semiliquido;
    • osservare il regime alimentare;
    • astenersi dal cibo durante attacchi di nausea e avversione ai cibi.

    Quando si costruisce una dieta per un paziente, è importante procedere dalle sue condizioni generali e desideri, l'unico modo per stabilire un regime e ridurre gli effetti collaterali che si sono verificati durante la chemioterapia. La base della dieta in questo caso dovrebbe essere carne e frattaglie di pollame, pesce magro, frittate, cereali sull'acqua, purè di zuppe e verdure. Delle bevande, si consigliano tè debole, kissel, composta e succo appena spremuto.

    Periodo di riabilitazione dopo chemioterapia e dieta preventiva. È basato su principi simili. Da questo momento, ha lo scopo di ripristinare le funzioni perse e facilitare i processi patologici causati da un trattamento intensivo, che è indicato per il linfoma. La dieta dovrebbe ancora consistere in carne dietetica, pesce di mare, latticini, frutta, verdura e cereali. Alimenti alcolici, salati, in scatola e fritti sono severamente vietati. Particolare attenzione è rivolta al regime di consumo - si consiglia di bere liquidi almeno 2 litri al giorno.

    Terapia del disturbo

    Se il trattamento del linfoma non Hodgkin viene fornito secondo lo schema combinato, si può ottenere la remissione più lunga possibile e migliorare la prognosi del recupero. Tutti i tipi di oncologia rispondono meglio alla terapia se le misure terapeutiche vengono avviate nelle prime fasi della malattia. Elencheremo i regimi di trattamento più efficaci..

    Chemioterapia

    A seconda del tipo di linfoma (follicolare, a grandi cellule, a piccole cellule, diffusa, ecc.), Viene prescritta la monochemioterapia o la polichemioterapia. Il primo tipo di chemioterapia è prescritto nella fase iniziale della malattia (I o II), il secondo tipo - non solo nella fase avanzata, ma anche quando il tumore è aggressivo nel corso e nella sua malignità. Un gruppo di farmaci chemioterapici è selezionato da un chemioterapista. Risolve il problema di attrarre un radiologo, un chirurgo oftalmico per consultazione. Potrebbe essere necessaria una terapia di combinazione, specialmente se il linfoma linfoblastico.

    Va ricordato che questo tipo di terapia è molto aggressivo in relazione al lavoro degli organi interni, in particolare per il fegato, lo stomaco e i reni. I farmaci chemioterapici danno molte complicazioni e i pazienti le tollerano abbastanza duramente. Il tipo di trattamento viene utilizzato per i linfomi di Hodgkin (linfogranulomatosi), per la leucemia e per altri tipi di ocologia.

    Radioterapia

    Il linfoma non Hodgkin viene trattato con raggi solo al primo stadio della malattia o con tumori di grandi dimensioni non operabili. Il trattamento con radiazioni è particolarmente indicato per il trattamento delle lesioni cutanee e si possono tracciare risultati molto ottimistici della malattia. Con un regime di trattamento adeguatamente progettato, la chemioterapia potrebbe non essere necessaria. In effetti, l'introduzione dei citostatici porta a gravi complicazioni.

    Chirurgia

    Il linfosarcoma viene trattato chirurgicamente - questa è la rimozione di un tumore. Ma questo tipo di terapia non può sempre essere applicato nella pratica. Il tipo di tumore al cancro, le cattive condizioni generali di una persona, la presenza di gravi disturbi somatici concomitanti possono diventare la colpa. Ma secondo le statistiche, si può rintracciare che è il tandem del trattamento chirurgico, radioterapico e chemioterapico a dare la prognosi migliore: la remissione si verifica per 5-10 anni, indipendentemente da quale gruppo di patologie includa la malattia.

    Terapia farmacologica e palliativa

    La terapia palliativa (sintomatica) non influenza il processo oncologico stesso, ma aiuta il paziente a far fronte a numerose complicanze e a rimuovere i sintomi negativi. Viene effettuato nelle ultime fasi della malattia. Ecco una tabella di farmaci usati per alleviare le condizioni del paziente.

    1. Tabella delle medicine per la terapia palliativa
    N
    p / p
    Gruppo farmacologicoNome delle drogheNota
    1Analgesici non narcoticiAnalgin
    Pyramidon

    Come alleviare il dolore
    2Analgesici narcoticiOmnopon
    buprenorfina

    Con l'inefficacia degli analgesici non narcotici
    3Complessi vitaminiciconforme
    Alfabeto

    Per migliorare il funzionamento degli organi interni
    4epatoprotettoriGreenterol
    Cavehol

    Per migliorare la funzionalità epatica dopo chemioterapia aggressiva e radioterapia
    5immunostimolantiImudon
    Kagocel

    Aumenta la resistenza del corpo. Assumere solo dopo aver prescritto un medico

    Nelle fasi terminali della malattia, oltre ai farmaci, potrebbe essere necessario consultare uno psicologo. Inoltre, tale aiuto viene mostrato non solo al paziente, ma anche ai suoi parenti. È particolarmente importante che gli psicoterapeuti lavorino con i genitori di un bambino a cui viene diagnosticato il linfoma non Hodgkin. Spesso il medico viene sostituito da un mentore spirituale, un assistente sociale.

    Se il paziente ha costretto il riposo a letto, eseguono una terapia antidecubito, procedure igieniche e igieniche accurate, utilizzano collettori di urina e padella. È importante monitorare la temperatura nella stanza, ventilare la stanza e regolare l'umidità dell'aria. Alimenti facilmente digeribili ricchi di composizione vitaminica e minerale, frutti di mare, carni magre vengono introdotti nella nutrizione del paziente. L'assistenza al paziente di alta qualità consente di prolungare la vita di una persona per diversi mesi o anche di più.