Cos'è l'iperplasia prostatica (adenoma prostatico)

Lipoma

L'adenoma prostatico è una malattia che induce un uomo ad andare in bagno più volte a notte e il flusso di urina si assottiglia di tanto in tanto. Man mano che la patologia si sviluppa, si verificano ritardi nella minzione, accompagnati da dolori lancinanti. La causa del problema è l'iperplasia prostatica benigna (IPB, ipertrofia prostatica). I tessuti crescono e schiacciano la parte dell'uretra che passa attraverso la prostata. Questo non è il cancro. Il tumore non metastatizza e non produce tossine, ma in uno stato trascurato rappresenta una minaccia per la salute e persino la vita a causa di danni ai reni. Nel suo sviluppo, l'adenoma attraversa diverse fasi, da cui dipende il metodo di trattamento..

descrizione generale

L'adenoma si trova nel 30-40% degli uomini dopo 50 anni, nel 75-90% dopo 65 anni. Tali statistiche sono spiegate dal fatto che la prostata si sviluppa (si evolve) prima della pubertà, quindi inizia la sua lenta involuzione (estinzione delle funzioni). I tessuti ghiandolari si atrofizzano gradualmente, compaiono formazioni cistiche in essi - i primi precursori della malattia.

Lo sviluppo dell'adenoma inizia con la formazione di uno o più piccoli noduli nelle ghiandole periuretrale (Figura sotto) situata nello strato sottomucoso del collo della vescica (al bordo del collo e del tubercolo seminale). Sono separati dalla prostata da uno strato di muscoli lisci. A poco a poco, i noduli aumentano, formano masse sferiche e catturano nuovi tessuti - si sviluppa l'iperplasia nodulare della ghiandola prostatica. Il processo inizia sempre nella parte cranica (anteriore) della prostata.

Una sezione longitudinale della prostata: a - tessuto della ghiandola prostatica (stroma); b - uno strato di muscoli lisci; c - ghiandole periuretrale.

All'aumentare delle dimensioni, i nodi spingono i tessuti della ghiandola prostatica verso i bordi esterni. Di conseguenza, i tessuti vengono compressi, compattati, compressi con la membrana e formano una capsula chirurgica. Se l'adenoma viene rimosso in tempo, la pressione sul tessuto prostatico scompare e dopo circa 6-7 mesi possono ripristinare la loro struttura.

Tipi di adenoma

Un adenoma può svilupparsi da tre gruppi di ghiandole periuretrale: due ai lati dell'uretra posteriore e uno leggermente più in alto nella regione del triangolo della vescica urinaria (gruppo subcervicale). Nel primo caso, si forma un adenoma subvesicale (bilobare), che solleva la vescica su uno (monoblocco) o su entrambi i lati (bilobare). Dalle ghiandole del gruppo sottocervicale si sviluppa un adenoma intravesicale (lobo medio), che può sporgere nella vescica sotto forma di una lingua (cervicale). Possibile crescita di tutti e tre i gruppi di ghiandole.

Adenoma misto: 1 - adenoma intravesicale; 2 - adenoma subvesicale.

L'adenoma può essere asimmetrico, a grappolo o unilaterale. La superficie delle formazioni è sempre liscia, la consistenza dei contenuti al tatto è elastica, omogenea (omogenea).

A seconda di quali tessuti sono coinvolti nel processo adenomatoso, si distinguono i seguenti tipi di tumori:

  • Iperplasia prostatica adenomatosa (composta principalmente da tessuti ghiandolari);
  • Fibroso (dal tessuto connettivo fibroso);
  • Miomatoso (stromale, composto da tessuto muscolare).

L'ipertrofia ghiandolare della prostata è considerata un vero adenoma. Le forme miste sono principalmente diagnosticate. Il più pericoloso dal punto di vista dei prerequisiti per la degenerazione maligna è considerato iperplasia prostatica ghiandolare-stromale.

Tre tipi di tumori si distinguono per massa:

  1. Fino a 30 g - piccolo.
  2. Fino a 70 g - media.
  3. Fino a 250 g - grande.

A seconda della direzione di crescita dell'adenoma, ci possono essere tre tipi:

  • Intravesical (diretto nella vescica);
  • Rettale (proliferazione diretta verso il retto);
  • Misto.

La forma rettale è considerata la più sicura, in quanto non causa problemi di minzione, vescica e reni. I sintomi sono assenti e la proliferazione viene rilevata solo agli esami preventivi.

La forma della vescica si manifesta con un disturbo della minzione (dolore, perdite e ritenzione urinaria). L'uretra viene spremuta, i suoi tessuti sono gonfi e reagiscono bruscamente a fattori irritanti esterni: assunzione di alcol (anche in piccole quantità), ipotermia, sovraeccitazione sessuale.

Per la natura della diffusione del tumore, si distingue l'iperplasia prostatica focale e diffusa. Nel primo caso, il tumore è localizzato, nel secondo è colpita tutta la ghiandola..

Fasi dello sviluppo dell'adenoma

Ogni grado di sviluppo dell'adenoma corrisponde al proprio gruppo di sintomi associati a cambiamenti strutturali nei tessuti della vescica, del collo e dell'uretra. Le fasi principali:

  1. Compensatorio (preclinico). Il deflusso ostruito di urina è compensato dalla tensione dei muscoli liberatori della vescica (detrusore). Riesce ancora a svuotare completamente con un certo grado di sforzo. Negli uomini dopo 50 anni, un primo segno di adenoma può essere l'eiaculazione precoce e la comparsa di sangue nello sperma (a causa della rottura dei vasi sanguigni). Per alcuni, lo sforzo costante causa ernia ed emorroidi. Il potenziamento della libido è possibile in questa fase..
  2. Stadio di disuria. Le fibre di detrito sono parzialmente sostituite da fibre connettive, la minzione è difficile, la vescica si allunga, le sue pareti diventano più sottili e deformate. Appare la minzione incontrollata (imperativa). All'inizio, il sintomo si preoccupa solo di notte, quindi in qualsiasi momento della giornata. Un flusso di urina precipita verso il basso, quasi senza pressione. A causa del ristagno di urina, si formano calcoli nella vescica, si sviluppa la cistite. Una pressione elevata porta ad un'espansione degli ureteri e danni al tessuto renale, fino all'insufficienza renale inclusa. Ulteriori sintomi: secchezza delle fauci, sete, irritabilità.
  3. Ischuria paradossale: allocazione di urina su uno sfondo di ritardo. A causa dello stiramento e dell'atrofia parziale delle pareti della vescica, l'uomo non sente più il suo costante sovraffollamento, le perdite di urina a gocce. L'insufficienza renale si intensifica e la conseguente intossicazione porta a disturbi gastrointestinali, la pelle diventa secca, itterica.

Il processo di sviluppo dell'adenoma è illustrato di seguito:

Prostituzione eccessiva dell'adenoma prostatico normale Urina stagnante Formazione di calcoli Chiusura dell'ernia (diverticolo) Chiusura uretrale

Cause di adenoma

Dopo 45 anni, gli uomini iniziano un persistente spostamento dell'equilibrio ormonale nella direzione degli estrogeni femminili. Ciò è dovuto alla naturale estinzione della funzione endocrina dei testicoli. La produzione di testosterone diminuisce, la ghiandola pituitaria del cervello cerca di compensare questo stimolando la produzione di gonadotropine. Parallelamente, nei tessuti della prostata sotto l'influenza della 5-alfa reduttasi, si verifica un accumulo della forma attiva di testosterone - diidrotestosterone -. È lei che stimola la riproduzione delle cellule..

Una prostata ancora più attiva risponde a un eccesso di ormoni femminili. L'enzima aromatasi converte il testosterone in estradiolo, che favorisce anche la crescita dell'adenoma.

  • Stile di vita passivo;
  • Predisposizione genetica;
  • Aterosclerosi;
  • Peso in eccesso;
  • Fatica.
Cause di iperplasia prostatica

Alcuni ricercatori attribuiscono lo sviluppo dell'adenoma alla vita sessuale irregolare, ma la malattia viene spesso diagnosticata negli uomini sessualmente attivi..

Diagnostica

Ai primi segni di ritenzione urinaria, consultare un urologo. Dopo aver raccolto un'anamnesi, il medico esegue un esame di palpazione rettale della prostata. L'adenoma è percepito come una formazione elastica liscia. Il ferro viene ingrandito uniformemente, la presenza di nodi solidi può essere un segno di cancro.

L'ecografia fornisce una valutazione più accurata delle dimensioni e della struttura della prostata. L'uso di questo tipo di ricerca determina anche le condizioni degli ureteri, della vescica, della sua pienezza.

Per testare i reni, viene prescritto un esame del sangue biochimico. Indicatori importanti come azoto residuo, urea, creatinina. L'urina viene anche esaminata per sangue, infezioni e glucosio..

In caso di adenoma, una procedura diagnostica obbligatoria è quella di compilare un questionario IPSS e un diario della minzione. Il questionario contiene solo 7 domande, a cui è necessario scegliere una delle 6 possibili risposte. Il punteggio totale determina la gravità dei sintomi.

Agli uomini di età superiore ai 50 anni può essere prescritto un esame del sangue per il PSA (antigene prostatico specifico). Il superamento del valore, oltre all'adenoma, può anche indicare lo sviluppo di un processo maligno. Escludere aiuterà una biopsia. Usando un ago sottile in anestesia locale, il medico prende un pezzo di tessuto prostatico e lo invia per l'analisi istologica (cellulare).

La portata di urina viene misurata mediante misuratore di portata. Per questo, è sufficiente che un uomo urini in una nave collegata a un dispositivo speciale.

Per valutare l'interno delle pareti della vescica e dell'uretra mediante uretrocistoscopia. La procedura prevede l'inserimento uretrale di un dispositivo sottile con una videocamera. L'urografia TC fornisce un'immagine più accurata (una serie di radiografie eseguite dopo la somministrazione di un mezzo di contrasto).

Trattamento

Metodi conservativi e chirurgici sono usati per trattare gli adenomi. La scelta non dipende tanto dallo stadio e dalle dimensioni del tumore quanto dalla gravità dei sintomi. Ad esempio, con un adenoma intravesicale, la dimensione del tumore può essere minima, ma a causa della sua sporgenza sull'uretra sotto forma di valvola, si verifica la ritenzione urinaria.

Medicinali

Per alleviare i sintomi degli adenomi, vengono attivamente utilizzati gli alfa-bloccanti (terazosina, doxazosina). I farmaci agiscono sui recettori alfa situati nei muscoli della prostata, a seguito dei quali si rilassa, la minzione diventa più libera. L'aspetto negativo è che gli stessi recettori si trovano nelle pareti vascolari, il cui rilassamento provoca una diminuzione della pressione. Per gli uomini con ipotensione, questo può essere pericoloso. Questi farmaci non interferiscono con la crescita dell'adenoma, ma alleviano significativamente i sintomi.

Per ridurre il grado di influenza del diidrotestosterone sulla prostata, vengono utilizzati inibitori della 5-alfa reduttasi (Proscar, Avodart). Nel trattamento delle prime fasi degli adenomi, vengono anche utilizzati preparati a base di erbe che hanno un effetto antiandrogeno e antinfiammatorio. La capacità di sopprimere l'azione della 5-alfa reduttasi ha l'estratto di palma serena (preparati "Permikson", "Prostaseren"). L'estratto di prugna africana (Tadenan) inibisce la proliferazione delle cellule di adenoma. L'efficacia di questi farmaci è clinicamente confermata.

Tadenan è una fitopreparazione che viene utilizzata per i disturbi funzionali della minzione dovuti all'iperplasia prostatica benigna. Prezzo da 68 rub.

Nella fase iniziale dell'adenoma, possono essere utilizzati anche agenti a base di peptidi (Prostatilen, Roberone). Significativo sollievo dai sintomi è dato dal decorso di Cialis (inibitore della PDE-5 basato sul tadalafil).

La terapia farmacologica è integrata con la fisioterapia:

L'effetto antinfiammatorio è fornito da magnetoterapia, laser terapia, termoterapia. Il talasso e l'aeroterapia sono usati per stimolare l'immunità locale..

Metodi chirurgici

Molti uomini con adenoma si lamentano di avere vertigini da alcuni farmaci, impotenza da altri e spesso chiedono loro stessi al medico di prendere misure drastiche. In effetti, l'effetto della terapia conservativa è di breve durata e ci sono molti effetti collaterali.

Indicazioni per il trattamento chirurgico dell'adenoma:

  • Conservazione dell'urina residua in un volume superiore a 200 ml;
  • La formazione di calcoli nella vescica;
  • Infezione cronica del tratto urinario
  • Ritenzione urinaria acuta ripetuta.

L'essenza del trattamento chirurgico dell'adenoma è la pelatura del tessuto tumorale dalla membrana prostatica (adenomectomia). Esistono tre tipi di accesso chirurgico alla ghiandola:

  1. Metodo aperto - attraverso un taglio della pelle e dei muscoli.
  2. Endoscopico: lo strumento viene inserito attraverso l'uretra.
  3. Laparoscopia: la strumentazione viene somministrata attraverso diverse piccole forature nell'addome inferiore. Consigliato per grandi volumi di crescita eccessiva..

Metodi endoscopici di base:

  • TUR (escissione meccanica del tessuto adenoma).
  • Ablazione laser I tessuti dell'adenoma si raggrinziscono dal riscaldamento delle onde e rilasciano l'uretra. Sono possibili irritazione del tratto urinario e necessità di ripetere la procedura..
La resezione transuretrale della prostata (TUR) è un metodo per rimuovere tutta o parte della ghiandola prostatica. È usato per alleviare i sintomi da moderati a gravi causati da un ingrossamento della prostata.
  • Vaporizzazione laser. Evaporazione del raggio laser del tessuto adenomatoso.
  • Enucleazione laser (Holep). Il tessuto interessato viene asportato come un blocco intero, quindi rimosso pezzo per pezzo attraverso la strumentazione inserita..

Un tipo delicato di operazione è la vaporizzazione al plasma. Questa tecnica è più efficace delle precedenti, meno traumatica dell'asportazione laser. Non ci sono quasi cicatrici postoperatorie e fusione dell'uretra e non ci sono nemmeno sanguinamenti o disturbi della minzione. Il metodo può essere utilizzato per rimuovere adenomi di grandi dimensioni, nonché per i pazienti con patologie cardiovascolari..

Nel 2002, è stato introdotto un metodo per l'embolizzazione delle arterie prostatiche (EPA, trattamento endogascolare endogeno dell'adenoma). Il tumore perde nutrimento a causa del flusso sanguigno bloccato. Per questo, è sufficiente una puntura dell'arteria femorale. L'anestesia generale non è richiesta. Sotto il controllo dell'apparato radiografico, vengono guidati cateteri speciali, vengono trovati vasi che alimentano l'adenoma e vengono bloccati con sfere acriliche. Il controllo del risultato viene effettuato introducendo un mezzo di contrasto. Privato dell'afflusso di sangue, l'adenoma si asciuga e diminuisce di dimensioni.

Come vivere con l'adenoma

Se l'adenoma prostatico non causa grave disagio, in determinate condizioni è del tutto possibile convivere con esso. Prima di tutto, è necessario evitare fattori provocatori:

  1. Ipotermia.
  2. Alcol e abuso sessuale (masturbazione).
  3. Escludere carni affumicate, marinate, cibi piccanti e caffeina (dieta per l'adenoma prostatico).
  4. Non surriscaldare (è meglio non andare al bagno).

Per quanto riguarda il ciclismo, gli esercizi di canottaggio e simili carichi sulla regione inguinale, non sono controindicati. L'unica condizione è che il sedile sia morbido o dentellato. Il movimento, non un intenso sforzo fisico, allevia solo la condizione: migliora il flusso sanguigno e linfatico, rafforza il diaframma pelvico. Quello che non puoi fare è accovacciare con un peso pesante.

Miti sull'adenoma:

  • "Ogni secondo uomo è ammalato dopo 50 anni." La malattia dell'adenoma è considerata solo con l'inizio dei sintomi, la minzione compromessa.
  • "L'adenoma si verifica a causa della mancanza di sesso." Il sesso non ha effetti speciali.
  • "L'adenoma è un presagio di cancro alla prostata." Queste sono diverse malattie che in realtà non hanno nulla in comune tra loro..
  • "L'adenoma si risolve." È impossibile. Non può essere completamente curato in modo conservativo, riduce solo temporaneamente le dimensioni del 20-30% e allevia i sintomi.
  • "Dopo un intervento chirurgico su una vita intima, puoi porre fine a". Questo non è vero. Metodi lievi nel 90% dei casi consentono di salvare e migliorare la funzione erettile.

Prima si inizia il trattamento, meno conseguenze.

complicazioni

L'adenoma in sé non rappresenta una minaccia per la vita. Conseguenze pericolose del suo stato trascurato. La complicazione più grave è l'insufficienza renale acuta, che riempie i reni di urina, intossicazione. Di solito si verifica a causa della ritenzione urinaria acuta. È necessario un aiuto urgente: deviarlo dalla vescica attraverso un tubo per cistostomia, con il quale ci vorranno da alcune settimane a diversi mesi.

Tubo di drenaggio per ritenzione urinaria acuta

Altre complicazioni dell'adenoma:

  • Cistite e uretrite;
  • Infiammazione dei testicoli, appendici, prostata;
  • Pielonefrite cronica.

Il sangue nelle urine e nello sperma sullo sfondo dell'adenoma appare a causa della rottura dei vasi sanguigni e della loro fusione infiammatoria.

Prevenzione

Misure di prevenzione dell'adenoma:

  1. Evita l'ipotermia.
  2. Evita costipazione frequente e prolungata.
  3. Attiva periodicamente il flusso sanguigno nell'area pelvica: esegui esercizi speciali, fai jogging, conduci una vita sessuale regolare.
  1. Regola la dieta: minimizza la quantità di senape, carne affumicata, cibo in scatola, alcool, caffeina.
  2. Smettere di fumare.
  3. Non trattenere la minzione (non tollerare).
  4. Non bere molti liquidi durante la notte.

Uno stile di vita sano manterrà un normale equilibrio ormonale e previene lo sviluppo precoce dell'adenoma..

Recensioni

Mikhail, 54 anni: “Considero l'embolizzazione l'unico trattamento accettabile ed efficace per gli adenomi. Lo hanno fatto rapidamente, senza complicazioni, senza disagio. I sintomi spiacevoli sono diminuiti dalla prima settimana "..

Leo, 50 anni: “Avodart è stato prescritto per alleviare i sintomi degli adenomi. Da questo farmaco non è diventato più facile, ma all'inizio tutto lo sperma e poi un'erezione sono scomparsi strettamente. Solo dopo un anno tutto è guarito ”.

Conclusione

La diagnosi di "adenoma prostatico" non è ancora un'indicazione per un intervento chirurgico e una causa di panico. Nelle fasi iniziali, la terapia adeguatamente selezionata inibisce la proliferazione dei tessuti e previene l'insorgenza dei sintomi. In casi avanzati, non si dovrebbe sperimentare la medicina tradizionale e attendere il "riassorbimento". Esistono metodi minimamente invasivi a prezzi accessibili per la rimozione degli adenomi con un breve periodo di riabilitazione (2-3 giorni) e un minimo di effetti collaterali..

Adenoma prostatico: sintomi, cause, dieta e trattamento

L'adenoma è un tumore benigno che può formarsi in quasi tutti gli organi nelle cui strutture vi è un epitelio ghiandolare. Il meccanismo di sviluppo degli adenomi non è completamente compreso, tuttavia, dai fatti confermati c'è un effetto negativo di vari fattori sugli ormoni che regolano il funzionamento dell'epitelio ghiandolare.

Il nome della malattia deriva da due antiche parole greche: "ἀδήν" (ferro) e "-ομα" (tumore).

La localizzazione più diffusa di adenomi è la ghiandola prostatica, la ghiandola tiroidea, le ghiandole salivari, le ghiandole mammarie, il fegato, le ghiandole surrenali, l'ipofisi, la mucosa gastrointestinale e i bronchi.

Nell'articolo di oggi considereremo l'adenoma prostatico, il cui sviluppo, ovviamente, può verificarsi solo negli uomini. Così…

Cos'è l'adenoma prostatico?

L'adenoma prostatico è un tumore benigno, il cui sviluppo si verifica dall'epitelio ghiandolare della ghiandola prostatica o dalla componente stromale.

Altri nomi per la malattia sono iperplasia prostatica benigna o BPH (abbreviato).

Secondo le statistiche, questa neoplasia viene diagnosticata nel 50 e più percento degli uomini di età pari o superiore a 40 anni. Questo rende l'IPB la malattia urologica più comune..

Lo sviluppo della malattia si basa sulla crescita patogena dell'epitelio e del tessuto connettivo della ghiandola prostatica (prostata), aumentando così le sue dimensioni. E a causa del fatto che la parte superiore dell'uretra passa attraverso la prostata, il paziente di solito ha un deflusso normale di urina disturbato. A causa della costante ritenzione urinaria, la vescica e i reni possono essere ulteriormente coinvolti nel processo patologico..

I principali sintomi dell'adenoma prostatico sono difficoltà a urinare e frequenti stimoli.

Le principali cause dell'adenoma prostatico sono i cambiamenti ormonali nel corpo maschile, quando il livello di produzione di testosterone diminuisce e, allo stesso tempo, aumenta il livello di ormoni femminili, estrogeni.

Sviluppo dell'adenoma

Lo sviluppo della malattia si verifica durante 3 fasi.

Adenoma prostatico di 1 ° grado. Una neoplasia benigna dopo la comparsa può essere nel paziente per 1-12 anni, senza lo sviluppo di complicanze. Una persona di solito sente più spesso il bisogno di urinare, specialmente di notte. Il flusso di urina è lento e per lo svuotamento completo della vescica è spesso necessario allungare. Possono anche essere rari casi di incontinenza urinaria a breve termine..

Adenoma della prostata 2 gradi. La sintomatologia della malattia si intensifica. Il processo di minzione può essere interrotto e gli sforzi devono essere fatti per continuare. A causa dei frequenti sforzi nello svuotamento della vescica, un uomo può sviluppare ernie e, in rari casi, prolasso del retto.

Adenoma prostatico di 3 ° grado. È caratterizzato da un aumento delle dimensioni della vescica e da un deterioramento della funzione della sua contrazione. Il paziente è disturbato dalla sensibilità della vescica, a causa della quale una persona può pensare che la malattia si sia ritirata. In questa fase, spesso compaiono varie complicazioni, sotto forma di infezioni secondarie e comparsa di calcoli negli organi e nei modi urinari. I casi di incontinenza urinaria stanno diventando più frequenti. Inoltre, la mancanza di completo svuotamento della vescica contribuisce alla comparsa di sintomi di avvelenamento del corpo: una diminuzione dell'appetito, nausea, debolezza, costipazione e secchezza nella cavità orale.

statistica

Secondo le statistiche, a più del 50% degli uomini di età compresa tra 40 e 50 anni viene diagnosticata la BPH. Vari esperti medici ritengono che nel corso degli anni questa malattia sia presente in quasi l'85-90% della popolazione maschile. In almeno il 15% degli uomini anziani, invece dell'IPB, la stessa ghiandola prostatica viene ingrandita o atrofizzata.

O.I. Apolikhin et al (2011) notano che solo dal 2000 al 2009 il tasso di incidenza dell'IPB negli uomini in Russia è aumentato di una volta e mezza!

ICD-10: N40
ICD-9: 600

Sintomi

Le manifestazioni cliniche della malattia dipendono in gran parte dallo stato di salute del corpo, dal tipo di tumore e dal suo tasso di sviluppo, da fattori esterni e dall'età della persona.

I primi segni di adenoma prostatico

  • Aumento del bisogno di urinare (deurinazione);
  • Letargia del flusso durante la minzione;
  • Per svuotare la vescica, una persona deve fare uno sforzo.

La durata dei primi segni può raggiungere da 1 a 12 anni!

I principali sintomi dell'adenoma prostatico

  • Minzione frequente, soprattutto di notte (nicturia);
  • La pressione delle urine diventa più lenta, a volte intermittente;
  • La minzione diventa dolorosa, con una sensazione di bruciore, così come il dolore nella parte bassa della schiena e nella regione sovrapubica del corpo.
  • Per svuotare la vescica, è necessario sforzare i muscoli addominali, ad es. spingendo;
  • Anche dopo la deurinazione, il paziente sente che la sua vescica non è completamente vuota, a causa della quale quasi immediatamente vuole andare di nuovo in bagno;
  • Lo sviluppo di ischuria paradossa e minzione involontaria;
  • Ci sono segni di una forma cronica di insufficienza renale;
  • Ritenzione urinaria periodica prolungata, ristagno;
  • L'urina del paziente acquisisce una tinta torbida e in alcuni casi si osservano impurità di sangue o muco;
  • L'eiaculazione è dolorosa;
  • A causa della stagnazione, l'urina inizia ad avvelenare il corpo, i segni di una persona diventano: la comparsa di un odore di urina dalla bocca, secchezza delle fauci, debolezza e aumento della fatica, mancanza di appetito, nausea,
  • Stipsi.

complicazioni

Tra le complicazioni della malattia si possono identificare:

  • Ritenzione urinaria, con conseguente dolore alla vescica e incapacità di auto-urinare;
  • ematuria;
  • Lo sviluppo di malattie del tratto urinario - urolitiasi, idronefrosi, pielonefrite, cistite, uretrite, insufficienza renale, reflusso vescico-ureterale.
  • Aumento della suscettibilità degli organi interni, in particolare del sistema genito-urinario alle infezioni;

Cause di adenoma prostatico

Il motivo principale della comparsa dell'adenoma prostatico nella maggior parte degli uomini è i cambiamenti legati all'età, accompagnati da cambiamenti ormonali nel corpo. Dopo 40-50 anni, il corpo inizia il processo di riduzione della produzione dell'ormone maschile - il testosterone, che aumenta la quantità di ormone femminile - estrogeni. Questo periodo è anche chiamato menopausa maschile. Inoltre, il grilletto, ad es. i seguenti fattori possono fungere da attivatore del processo patologico.

I principali fattori nello sviluppo dell'adenoma

  • Predisposizione ereditaria all'iperplasia, quando uno dei genitori o dei nonni aveva una malattia simile;
  • Cattive abitudini - fumo, abuso di alcool;
  • Malattie endocrine - diabete mellito, ipotiroidismo;
  • Malattie del sistema cardiovascolare - aterosclerosi, sciatica e altri;
  • Malattie del sistema genito-urinario - prostatite, uretrite, urolitiasi, nonché sifilide, clamidia e altre malattie a trasmissione sessuale;
  • Stile di vita inattivo, obesità;
  • Esperienze regolari di stress;
  • Condizioni ambientali avverse nel luogo di residenza.

Le cause di esacerbazione della malattia possono essere:

  • Cattive abitudini: alcol, fumo;
  • Ipotermia del corpo;
  • Stile di vita inattivo, riposo a letto;
  • Svuotamento prematuro della vescica;
  • Costipazione frequente.

Classificazione

La classificazione della malattia è la seguente:

Nella direzione della crescita del tumore (localizzazione):

  • Intravesicale: lo sviluppo del tessuto tumorale avviene attraverso l'uretra nella direzione della vescica;
  • Subbubble: lo sviluppo del tessuto tumorale avviene verso il retto;
  • Retrotrigonale: i tessuti tumorali si trovano principalmente sotto il triangolo vescicale.
  • Multifocale - varie localizzazioni.

Secondo la morfologia (il tessuto predominante nel tumore):

  • ghiandolare;
  • Fibroso;
  • miomatoso;
  • Misto.

Fase (grado) di sviluppo

Fase 1 (compensazione) - caratterizzata da una ghiandola prostatica ingrossata, l'assenza di dolore e l'emergere di alcuni sforzi per lo svuotamento completo. Durata: da 1 a 3 anni o più, fino a 12 anni.

Stadio 2 (sottocompensazione) - caratterizzato dall'aggiunta di dolore, dalla presenza di urina residua dopo lo svuotamento, dallo sviluppo graduale del reflusso vescico-ureterale. e paradossale isuria.

Stadio 3 (scompenso) - caratterizzato dalla comparsa di ischuria paradossale, nonché dalla comparsa e dall'ulteriore aumento dei segni di insufficienza renale cronica.

Diagnostica

La diagnosi di adenoma prostatico comprende i seguenti metodi di esame:

  • Presa storia;
  • Esecuzione di un test dei sintomi prostatici (IPSS);
  • Tenere un diario della minzione per 3 o più giorni;
  • Esame dello stato della prostata con un dito;
  • Chimica del sangue;
  • Un esame del sangue per la presenza di PSA (antigene prostatico specifico) in esso;
  • Un esame del sangue per determinare in esso un prodotto metabolico azostatico (azoto e proteine), che dovrebbe essere escreto attraverso i reni (azotemia);
  • Analisi delle urine generale;
  • Ultrasuoni della ghiandola prostatica;
  • Ultrasuoni dei reni.

Ulteriori metodi di esame:

  • Urofluometria: determinazione della velocità del flusso di urina durante la minzione;
  • Ultrasuoni della vescica - per determinare la presenza di residui di urina;
  • Urografia escretoria;
  • uretrocistoscopia
  • Elettromiografia del pavimento pelvico.

Trattamento dell'adenoma prostatico

Come trattare l'adenoma prostatico? Il trattamento dell'adenoma prostatico comprende i seguenti punti di terapia:

1. Correzione dello stile di vita;
2. Trattamento farmacologico;
3. Fisioterapia;
4. Dieta;
5. Trattamento chirurgico.

Il metodo di trattamento e la scelta dei farmaci si basa solo sulla base di una diagnosi approfondita e dello stato di salute di vari organi.

1. Correzione dello stile di vita

Il trattamento non farmacologico dell'adenoma prostatico viene utilizzato nel caso di una forma lieve o nel primo grado della malattia 1. Allo stesso tempo, il paziente viene osservato da un andrologo o urologo ogni 6-12 mesi, per controllare il decorso della malattia, al fine di prevenirne la complicazione.

Le terapie non farmacologiche comprendono:

  • Ridurre al minimo l'assunzione di liquidi e i suoi prodotti 3 ore prima di coricarsi;
  • Svuotamento obbligatorio della vescica prima di coricarsi;
  • Rifiuto di assumere determinati farmaci senza istruzioni specifiche da parte del medico curante, soprattutto di sera: diuretici (diuretici), anticolinesterasi ("Galantamina");
  • Esegui esercizi di fisioterapia (terapia fisica) - "secondo Kegel" e altri.

Si consiglia di aderire a queste raccomandazioni con metodi conservativi di trattamento dell'IPB.

2. Trattamento farmacologico (farmaci)

Nella pratica medica conservativa per il trattamento dell'adenoma prostatico, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

Inibitori della 5-alfa reduttasi: questi farmaci aiutano a ridurre le dimensioni della ghiandola prostatica e ne prevengono anche la proliferazione patologica.

Tra gli inibitori della secrezione di 5-alfa reduttasi - "Dutasteride", "Finasteride".

I bloccanti alfa-adrenergici sono un gruppo di farmaci di scelta utilizzati per i sintomi moderati e gravi della malattia. L'azione si basa sull'effetto vasodilatatore, che consente non solo di abbassare la pressione sanguigna, ma anche di migliorare lo scarico di urina dalla vescica. Controindicazioni sono infezioni del tratto urinario, urolitiasi, sviluppo progressivo di insufficienza renale.

Tra i bloccanti alfa-adrenergici si distinguono "Alfuzosina", "Doxazosina", "Tamsulosina".

Inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 - questo gruppo di farmaci, nonostante il suo principale campo di applicazione - contro l'impotenza, ha mostrato efficacia nel trattamento dell'IPB.

Tra fosfodiesterasi di tipo 5 isolato - "Sildenafil".

Bloccanti del recettore muscarinico (M-anticolinergici) - usati per alleviare i sintomi del tratto urinario inferiore (LUTS) - minzione rapida, disuria, incontinenza urinaria, specialmente di notte.

Tra gli anticolinergici M si possono distinguere: "Solifenacina".

L'uso combinato di farmaci del gruppo degli inibitori della 5-alfa-reduttasi e dei bloccanti a-adrenergici è stato il più efficace..

Altri farmaci che un medico può prescrivere nel complesso per il trattamento dell'IPB:

"Tykveol", "Bioprost" - preparati a base di semi di olio di semi di zucca (bianchi), che impediscono un ulteriore allargamento delle cellule da parte della ghiandola prostatica, e di conseguenza le sue dimensioni. Inoltre, l'olio di semi di zucca ha effetti antisettici, coleretici, antisclerotici, antiulcera e di protezione del fegato. Questo è il motivo per cui molti uomini, da bambino, avevano consigliato ai nonni di mangiare semi bianchi.

"Tadenan" - il farmaco si basa su un estratto di corteccia di prugna africana (Prunus africana). L'effetto del farmaco si basa su una diminuzione della proliferazione (aumento del numero) delle cellule del tessuto connettivo (fibroblasti) della ghiandola prostatica, la cui crescita è dovuta al b-FGF (il principale fattore di crescita per i fibroblasti). Ciò porta alla prevenzione della proliferazione e della fibrosi del tessuto connettivo della prostata..

Esistono anche farmaci a base di estratto di prostata che, secondo molti esperti, non hanno efficacia dimostrata, pertanto non sono raccomandati per l'uso.

3. Metodi fisioterapici per il trattamento dell'adenoma prostatico

Questi tipi di terapia sono principalmente usati per rafforzare il corpo, minimizzare i sintomi e accelerare il recupero del paziente..

Ozonoterapia: l'uso di ossigeno attivo contribuisce a migliorare il metabolismo di vitamine, macro e microelementi (minerali) e altre sostanze. Inoltre, l'ozono ha una proprietà disinfettante..

Terapia fotodinamica - basata sull'introduzione nel corpo di fotosensibilizzanti (sostanze fotosensibili speciali) che, quando introdotte in tessuti o tumori danneggiati, attivano effetti antitumorali, antinfiammatori e altri benefici sull'organismo sotto l'influenza della luce.

I seguenti metodi di fisioterapia migliorano la circolazione sanguigna e stimolano le funzioni protettive del corpo: magnetoterapia, terapia laser, induttoterapia.

A loro volta, la crioterapia, la termoterapia a microonde transuretrale, l'ablazione termica colpiscono localmente la ghiandola prostatica, riducendo la sua infiammazione, riducendo i sintomi e inibendo lo sviluppo di complicanze.

Non dobbiamo dimenticare la terapia fisica per l'adenoma prostatico, perché l'esecuzione di una serie speciale di esercizi migliora non solo la circolazione sanguigna nell'area del processo infiammatorio, ma migliora anche la salute psico-emotiva del paziente.

4. Dieta per adenoma prostatico

La dieta, così come i metodi di trattamento conservativo, è un elemento chiave per il successo nella lotta contro l'IPB.

Per prevenire un ulteriore allargamento delle dimensioni della ghiandola prostatica, la dieta dovrebbe essere - leggera, ricca di vitamine e minerali, non contribuire all'aumento di peso e non portare a costipazione. Inoltre, è necessario limitare la quantità di fluido consumato..

La cottura deve essere bollita, in umido, al forno, al vapore. Dopo la cottura, la carne può essere fritta.

Cosa puoi mangiare con l'adenoma prostatico: carni magre (pollo, tacchino, manzo), zuppe (verdure, cereali, latticini, vegetariani), cereali (grano saraceno, miglio, orzo perlato), verdure (patate, carote, cavolfiore, barbabietole, pomodori, cetrioli, zucca, lattuga, zucchine, melone, anguria), frutta (quasi senza restrizioni), latticini (latte, kefir, panna acida, burro), uova (1 al giorno), bevande (succhi di frutta e verdura freschi e spremuti, tè o caffè debole, frutta in umido, gelatina, brodo di rosa selvatica), pane integrale, grassi vegetali (oliva, mais, girasole), miele, marmellata, prugne secche, albicocche secche, uva passa, albicocche, fichi.

Cosa non puoi mangiare: decotti (da funghi, pesce, carne), organi interni da animali (fegato, reni, cervello), grassi refrattari (da maiale, agnello, manzo), legumi (piselli, fagioli, lenticchie e altri), verdure ( ravanello, ravanello, spinaci, acetosa), bevande (alcool, tè o caffè forte, soda, cacao), cioccolato, cibo in scatola (origine di carne e funghi), muffin di farina.

Si prega di notare che la cena non dovrebbe causare pesantezza allo stomaco, nonché aumento della minzione durante la notte..

5. Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico per l'adenoma prostatico viene effettuato solo nei seguenti casi:

  • I metodi di trattamento conservativo non hanno portato a un risultato positivo o ci sono buone ragioni per non assumere farmaci;
  • Ci sono pietre nella vescica che non possono essere rimosse con altri metodi;
  • Rilevata insufficienza renale dovuta a BPH;
  • Ci sono fenomeni ripetuti di ritenzione urinaria, ematuria, infezione del tratto urinario;
  • Una forma grave della malattia in cui non c'è tempo per il trattamento farmacologico.

Tra i principali metodi chirurgici per il trattamento dell'adenoma prostatico sono:

La resezione transuretrale (TUR) è un metodo di chirurgia minimamente invasivo che praticamente non causa complicazioni e aumenta la velocità della riabilitazione postoperatoria. Viene utilizzato solo se la quantità di urina residua non supera i 150 ml e la dimensione dell'adenoma è di 60 ml di volume, nonché in assenza di insufficienza renale. L'operazione si basa su un'introduzione transuretrale di un resettoscopio all'adenoma che sporge nell'uretra (un dispositivo con una fotocamera, illuminazione e altri sistemi, non più di 1 cm di diametro), che taglia e rimuove i frammenti in eccesso della ghiandola prostatica. Di conseguenza, si apre un percorso normale per la minzione..

La vaporizzazione laser è anche un trattamento chirurgico minimamente invasivo, che si basa sulla rimozione di un sito patologico della prostata che sporge nell'uretra utilizzando un laser al titanilfosfato di potassio ad alta temperatura (laser KTP). Allo stesso tempo, quando un laser viene indirizzato alla prostata, il suo tessuto durante la cauterizzazione viene quasi immediatamente convertito in uno stato gassoso e scompare.

L'adenomectomia è una procedura chirurgica aperta in cui viene eseguita un'operazione per asportare un'area patologica della prostata utilizzando un bisturi. Viene utilizzato principalmente in casi estremi quando l'adenectomia diventa un metodo di trattamento incontestato. Dopo tale operazione, il paziente è ancora in riabilitazione per diversi giorni in ospedale e aderisce al programma di riabilitazione dopo.

Tra gli altri metodi chirurgici, ci sono:

  • Elettrovaporizzazione della prostata (TUVP);
  • Termoterapia a microonde transuretrale (TUMT);
  • Ablazione transuretrale dell'ago (TUIA);
  • Ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU);
  • Termoterapia indotta dall'acqua (WIT).

previsione

La prognosi per l'adenoma prostatico in una fase precoce della malattia con una visita tempestiva da un medico è favorevole.

Nelle fasi avanzate della malattia, quando sono presenti complicanze come l'insufficienza renale, la qualità della vita del paziente è in qualche modo compromessa. Tuttavia, con un trattamento complesso, un uomo può vivere il suo secolo senza problemi.

Trattamento dell'adenoma prostatico con rimedi popolari

Prima di utilizzare un rimedio popolare per l'adenoma prostatico, assicurati di consultare il medico!

Zucca. Abbiamo già detto nell'articolo che l'olio contenuto nei semi di zucca bianchi impedisce la crescita delle cellule della prostata. Tuttavia, non solo i semi, ma la polpa di zucca stessa ha una proprietà simile, non permettendo alla prostata di crescere di dimensioni. Per l'uso di zucche a scopi medicinali per questa malattia, è necessario aggiungere 1 cucchiaio.In 1 bicchiere di succo di zucca appena spremuto un cucchiaio di miele naturale. Il corso del trattamento - 1 bicchiere al giorno per 2-3 settimane.

Ancora una volta, tornando ai semi - i guaritori tradizionali raccomandano di mangiare 100 g di semi bianchi in una forma secca (non fritta!) Per un mese. Possono anche essere aggiunti schiacciati a varie insalate di frutta o verdura..

Arco. Mangia una cipolla piccola per 1-2 mesi, è particolarmente consigliato farlo prima di andare a letto.

Un rimedio valido e provato è l'infuso della buccia di cipolla. Per prepararlo, hai bisogno di 1 tazza di bucce ben lavate e versare 500 ml di acqua bollente e mettere a fuoco basso. Bollire per circa 5-7 minuti, quindi mettere da parte per insistere e raffreddare, per 45 minuti, filtrare il prodotto, sciogliere 3 cucchiai. cucchiai di miele e bere mezzo bicchiere 3 volte al giorno, per 5 giorni, quindi fare una pausa di 5 giorni. In questo momento, legati con un asciugamano imbevuto di soluzione salina (200 g di sale in 2 litri di acqua) e spremuto. Il rivestimento viene eseguito prima che gli asciugamani si asciughino. Dopo un ciclo di infusione di bucce di cipolla, ripetere.

Propoli. Le sostanze benefiche e i minerali contenuti nella propoli hanno la capacità di rimuovere il processo infiammatorio dalla ghiandola prostatica, aiutando a far fronte sia alla prostatite che all'adenoma prostatico. Per preparare il prodotto - candele naturali, è necessario mescolare tra loro 0,1 g di estratto di propoli e 2 g di burro di cacao. Quindi, forma piccole candele dal composto e avvolgile in un foglio o mettile in forme speciali destinate alle supposte vendute in farmacia. La candela preparata deve essere posizionata dopo il movimento intestinale, prima di coricarsi, per 1 mese, dopo di che viene effettuata una pausa di 3 settimane e il corso viene ripetuto.

Celidonia. Versare 1 cucchiaio. cucchiaino di erba secca tritata di celidonia 200 ml di acqua bollente, coprire i piatti con un coperchio e lasciare fermentare il prodotto per circa 2 ore. Filtrare e prendere 1 cucchiaio. infuso cotto a cucchiaio 3 volte al giorno, 20-25 minuti prima dei pasti.

Noce. Mescolare insieme 1 cucchiaio. un cucchiaio di noci sbucciate e semi di zucca, tritati con un macinacaffè o un frullatore, nonché miele. Il prodotto risultante è buono da usare con il tè, 3 volte al giorno.

Un altro strumento può essere partizioni di noce. Versare 350 ml di acqua bollente nei piatti e aggiungere 2 cucchiai. cucchiai di tramezzi. Metti il ​​piatto a fuoco basso per 20 minuti, quindi mettilo da parte per 2 ore. Filtra e bevi 100 ml 3 volte al giorno.

Prevenzione

La prevenzione dell'adenoma prostatico comprende:

  • Controllo periodico (ogni anno e mezzo o due) degli uomini dopo 45 anni di livello di PSA nel sangue;
  • Controlla il tuo peso corporeo, prevenendo l'obesità;
  • Controlla la tua dieta: minimizza il consumo di carne rossa, grassi animali (margarina, latte, burro), prodotti a base di farina e altri carboidrati facilmente digeribili, cibi piccanti e piccanti. Dare la preferenza a frutta e verdura;
  • Ridurre al minimo l'uso o rinunciare all'alcool, in particolare birra, smettere di fumare;
  • Ridurre al minimo il consumo di caffè
  • Evitare il trabocco della vescica;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Ridurre il consumo prima di coricarsi;
  • Conduci uno stile di vita attivo, muoviti di più;
  • Ridurre al minimo, e preferibilmente senza il consiglio di un medico, non assumere diuretici e altri decongestionanti, antistaminici;
  • Ai primi problemi con la funzione di minzione consultare un medico.

Quale medico contatterà?

  • Urologo
  • andrologo

video

fonti:

1. Linee guida europee per il trattamento dell'IPB. Autori: M. Olke, M. Amberton, S. Gravas e altri, 2005.

Informazioni sul motivo per cui può verificarsi l'adenoma prostatico e su come trattarlo

Adenoma prostatico (panoramica)

Adenoma prostatico - una neoplasia patologica nella prostata di un uomo che non passa ad altri tessuti e organi, in altre parole, è un tumore senza metastasi.

Manifestazioni di BPH

La crescita della ghiandola prostatica è simile alla formazione di una capsula al suo interno ed è associata ad un aumento del numero di ghiandole parauretriche. Esistono quattro forme di ingrossamento benigno della prostata..

  • Subbubble è la crescita della ghiandola nella direzione del retto. In questo caso, i sintomi dolorosi dell'adenoma prostatico sono ridotti al minimo. Il paziente potrebbe non sentirli affatto.
  • Intravesicale: la crescita della ghiandola prostatica nel volume della vescica. Con tali segni di adenoma prostatico, nel tempo, appare un disagio quasi costante nell'urea a causa dell'eccesso di urina residua in esso, se il trattamento dell'adenoma viene trascurato, allora non si possono evitare gravi complicazioni..
  • La forma retrotrigonale è un tumore in cui il deflusso di urina dalla vescica è difficile e l'uretra (uretra) è compressa. I sintomi primari si manifestano in un ritardo involontario prima della minzione, nella debolezza del flusso, in seguito in assenza di trattamento prostatico, i sintomi sono più acuti, la cosa più critica che può accadere è una completa ritenzione urinaria
  • L'allargamento multifocale della ghiandola prostatica è la manifestazione più dolorosa dell'IPB, accompagnata da tutti i sintomi sopra elencati..

Eziologia dell'iperplasia prostatica benigna

Le cause dell'adenoma dell'organo designato non sono chiaramente dimostrate, ma è possibile rintracciare la relazione della malattia con i seguenti fattori..

  • La crescita del tessuto prostatico, di conseguenza, prostatite cronica temporaneamente prolungata negli uomini.
  • La presenza di altre malattie (problemi del sistema cardiovascolare, genito-urinario, diabete mellito, in particolare di tipo 2 e altri)
  • Disfunzione delle ghiandole della secrezione interna (squilibrio ormonale).
  • L'adenoma prostatico negli uomini è favorito da una diminuzione o mancanza di attività fisica cosciente, un eccesso di cattive abitudini (alcol, fumo), eccesso di peso, nutrizione malsana e mancanza di conoscenze di base sull'autoconservazione del corpo. La prostatite adenoma può verificarsi a seguito di ipotermia. L'eccessiva luce solare sul corpo provoca e contribuisce all'aggravamento delle manifestazioni di prostatite negli uomini, così come alla prostatite cronica e all'IPB.
  • Età. Le statistiche mondiali informano che più una persona è vicina agli anni avanzati, maggiore è il rischio di manifestazione di adenoma della ghiandola. Nella categoria di età inferiore ai 50 anni, l'IPB colpisce il 7-8%, in 51-60 questo indicatore aumenta al 30% e all'età di settanta supera il 75%.

L'adenoma prostatico e il carcinoma, altrimenti il ​​cancro alla prostata sono due diverse malattie. Ad oggi, non è stata trovata alcuna relazione tra di loro.

Sintomi di adenoma prostatico negli uomini

Le manifestazioni delle malattie della prostata sono diverse, ma tutte si riducono al fatto che il corpo del paziente non è in grado, in un modo o nell'altro, di svuotare completamente l'urina. Ciò nonostante.

  • Voglia frequente e piuttosto acuta di urinare.
  • La difficoltà di iniziare lo svuotamento, che non può essere fatto senza una pausa e, successivamente, senza una contrazione cosciente dei muscoli che coprono la prostata e la vescica al fine di spingere (spingere) l'urina attraverso il canale ristretto della prostata.
  • Minzione urgente di notte più di una volta.
  • Deflusso uretrale intermittente.
  • Jet diluito durante l'atto di svuotamento.
  • Doloroso disagio nell'uretra (uretra), accompagnato da una sensazione di bruciore molto spiacevole.
  • Invariabile e lo stesso inconveniente malsano che una persona malata sente nella zona della vescica e leggermente più in basso.
  • Flusso di urina basso.
  • Sensazione di svuotamento incompleto (l'urina rimane costantemente nella vescica, non è possibile svuotarla completamente).

Diagnosi di adenoma prostatico

I sintomi dell'adenoma prostatico negli uomini richiedono un trattamento. Trascurare la ricerca, in questo caso, non è un'azione razionale. Molti non credono nell'efficacia di numerose opzioni di trattamento per l'adenoma prostatico. Lo scetticismo particolarmente simile si manifesta nei pazienti coinvolti nel trattamento non completamente riuscito della prostatite cronica. Non è spaventoso fare errori, è spaventoso fare errori. La diagnosi competente, il più accurata possibile, è semplicemente necessaria, poiché esistono metodi efficaci e altamente efficaci per combattere la prostatite e l'adenoma prostatico. Questo sito ne parla di uno. Cosa è incluso nella diagnosi completa?

  • Un medico autorevole con esperienza deve poter contare su un esame digitale rettale. Ti permette di determinare la consistenza del tessuto prostatico, in parte, la sua dimensione (ingrandita o non allargata), indolenzimento, presenza di un solco tra i lobi.
  • La diagnostica di laboratorio include: analisi delle urine (generale), donazione di sangue per uno specifico antigene prostatico (PSA), analisi del sangue biochimica (generale).
  • La velocità di svuotamento delle urine (uroflowmetry) è un indicatore relativo. Per una comprensione, sarà più preciso e migliore identificarlo in diverse condizioni del corpo, dopo un completo riposo, dopo aver mangiato, dormito e poi, in qualche modo: dopo alcuni tipi di attività fisica per il corpo (camminata normale o attiva, corsa o nuoto, ginnastica fisica) se sei abituato a tale.
  • La ricerca ecografica è un dettaglio estremamente importante per comprendere il quadro generale della malattia, ma è necessario sapere che i risultati oggettivi possono essere ottenuti solo con una certa quantità di abilità e conoscenze. Sii estremamente esigente nella scelta dell'attrezzatura diagnostica a ultrasuoni. Sfortunatamente, è sensibile ai cambiamenti ambientali e tende a distorcere le letture. Il più preciso è un'ecografia transrettale (sonda rettale inserita nel retto). Non bere quantità eccessive di liquidi durante la preparazione per la prostata TRAN. Basta 700-800 grammi. Tutto l'eccesso provocherà uno stato di spasmo della vescica e un ingannevole risultato negativo. Dopotutto, in realtà, non bevi così tanto liquido! Prima dell'esame, non immobilizzare a lungo, è meglio camminare verso la destinazione con un passo a piedi attivo. TRUSSES indicherà la presenza o l'assenza di corpi estranei nella vescica e nella prostata, il suo volume (in centimetri cubi). La norma per un organo sano è di 18-20 cm3. Il diagnostico ti fornirà i dati sulla quantità di urina residua nelle urine..
  • La presenza di complicanze consente di determinare la radiologia.

La totalità delle manifestazioni (sintomi clinici)

Si distinguono tre fasi di sviluppo dell'adenoma prostatico e ciascuna successiva dopo la prima aggrava gravemente lo stato malsano del paziente.

L'emergenza è una fase compensata. Con lei, la prostata di un uomo in volume è leggermente aumentata. I sintomi si manifestano con un breve ritardo prima dell'atto di svuotamento, è necessario stringere il gruppo muscolare nell'area inguinale per alleviare la tensione. La condizione generale non consente di rilassarsi e può anche portare a un disturbo psicologico. Sollecito frequente e talvolta imprevedibile di urinare le forze per scegliere un percorso di movimento sulla strada, per considerare altri fattori. I bordi della prostata, i lobi, sono chiaramente identificati, la sua consistenza è densa. La palpazione non provoca dolore. Il palcoscenico può durare un anno e tre e anche di più.

Il secondo stadio è chiamato subcompensato. Un'uretra schiacciata nella parte superiore impedisce il completo svuotamento e il paziente sente fisicamente il resto dell'urina nella vescica. La frequente tensione ispessisce le pareti dell'urea, l'utilità delle sue funzioni è ridotta al minimo. Può verificarsi minzione involontaria. Dalla costante presenza di urina residua ci sono complicazioni sotto forma di calcoli nei reni e nella vescica, sotto forma di insufficienza renale.

Il successivo, terzo stadio è scompensato. Questo è già estremamente pericoloso. A causa della quantità in costante aumento di urina residua, la vescica si deforma in modo significativo. In effetti, lo svuotamento si verifica da una goccia. Tutto porta a funzionalità renale compromessa irreversibile. Le condizioni del paziente possono essere accompagnate da un cattivo odore di urina dopo espirazione, costipazione problematica, mancanza di appetito e quindi perdita di peso, quindi anemia e un intero "mazzo" di cattiva salute.

Trattamento della prostatite e dell'adenoma prostatico

Trattamento della prostatite cronica

La relazione tra prostatite cronica e BPH è chiara e spesso l'adenoma maschile è il risultato di un trattamento inefficace della prostatite nella sua forma protratta. Pertanto, una descrizione delle opzioni per la sua terapia è qui. La malattia è identificata e classificata in quattro forme:

  • prostatite batterica cronica;
  • prostatite cronica asintomatica;
  • prostatite cronica, sotto forma di sindrome del dolore pelvico;
  • prostatite granulomatosa dello stesso tipo;

Il trattamento di tali diagnosi per gli urologi è un compito difficile. Il complesso di misure terapeutiche comprende farmaci antibatterici, assunti dai pazienti nel periodo da uno a un mese e mezzo. La sindrome del dolore viene interrotta dall'uso di supposte o compresse. In caso di difficoltà a urinare, si consiglia di assumere farmaci del gruppo bloccante alfa-1-adrenergico (Doxazosin, Tamsulosin, Omnik, ecc.). Tuttavia, la terapia di questo tipo, di regola, non dà un risultato eccezionale, sfortunatamente gli antibiotici non aiutano il 100% e la malattia progredisce di nuovo nel tempo. Per raggiungerlo (risultato), è necessario rafforzare l'immunità attraverso uno stile di vita sano. Sì, questo è un lavoro accurato e lungo, ma ne valgono la pena. Ciò include un corpo regolare, ma senza sovraccarico, educazione fisica (esercizi ginnici speciali, corsa, nuoto, camminata), una dieta ragionevole ed eliminazione completa delle cattive abitudini.

Trattamento dell'adenoma prostatico

Non è terribile fare errori, se c'è una tendenza all'analisi, allora puoi sempre correggerti. È estremamente negativo sbagliare e vivere in errore per anni. Spesso, dopo la diagnosi iniziale, viene consultato da un urologo, in particolare con sintomi lievi, si consiglia al paziente di assumere una posizione di attesa e di non trattare l'adenoma prostatico in un uomo. Perché tali raccomandazioni hanno un posto dove stare, in parte puoi indovinare. Innanzitutto, nella fase iniziale, l'adenoma potrebbe non progredire per anni. In secondo luogo, non vi è alcun effetto sensibile dall'assunzione di farmaci. Non è corretto. È necessario non solo monitorare regolarmente le condizioni della prostata, ma anche trattarlo.

Terapia farmacologica per iperplasia prostatica benigna

Con la diagnosi, vengono prescritti principalmente due tipi di farmaci:

  • farmaci alfa-1-bloccanti;
  • Inibitori della 5-alfa reduttasi;

Il componente principale dei bloccanti alfa-1-adrenergici, i recettori alfa-1-adrenergici, è concentrato nel collo della vescica, nell'uretra, nello stroma della prostata. Il loro scopo diretto è quello di alleviare lo spasmo della muscolatura liscia e, di conseguenza, modificare positivamente la funzione della vescica. I sintomi della resistenza sono ridotti al minimo nell'uretra.

Gli inibitori della 5-alfa reduttasi sono progettati per bloccare la conversione del testosterone in diidrotestosterone. Ciò implica una diminuzione del volume del tessuto prostatico. L'effetto dell'applicazione appare dopo sei mesi - un anno. Tra gli effetti collaterali, si nota la depressione, il cambiamento di voce (che diventa più sottile).

Trattamento alternativo (non operativo)

Esiste un metodo collaudato per il trattamento della prostatite cronica e dell'adenoma prostatico. È inserito nel volume di questo sito specializzato. L'essenza della conoscenza è la corretta comprensione dei processi fisiologici che si verificano nel corpo maschile e, di conseguenza, nella stessa applicazione priva di errori. Tale trattamento è innocuo, indolore, è il più efficace e porta, successivamente, allo stato sano più stabile. La base di tutto è la terapia fisica. Nessuno contesterà il fatto che si può ottenere un diverso grado di utilità da esso, o non può essere ottenuto affatto. Una chiara applicazione delle raccomandazioni migliorerà significativamente le funzioni protettive del corpo, la qualità della circolazione sanguigna, stabilizzerà il lavoro del muscolo cardiaco e le ghiandole della secrezione interna. Ancora più aggravare le tecniche di rilassamento. Gli organi umani sono un groviglio di interconnessioni continue e il loro ripristino a uno stato normale è la salute. Il divieto di sviluppo di tale educazione fisica esiste solo con l'urolitiasi.

Un ruolo importante è svolto dal rispetto delle regole della dieta e del cibo impostato. Una ricca colazione e una cena anticipata, un tabù per mangiare troppo, il controllo del proprio peso, tutto questo dovrebbe essere dato per scontato. Nella dieta, è necessario ridurre al minimo la quantità di grasso animale consumato, per aumentare la percentuale di alimenti ricchi di acidi grassi polinsaturi omega-3, il licopene. Sviluppa intelligibilità quando acquisti verdure, acquista il più alta qualità possibile e ne mangi di più ogni giorno. Ridurre al minimo il consumo di tutti i tipi di carne rossa. Bene, l'intera gamma di misure descritte nelle linee guida concordate ti darà, nel tempo, il ripristino di uno stato sano stabile.

Intervento chirurgico

È necessario un intervento chirurgico nei casi in cui è impossibile cambiare qualcosa durante la malattia, quando la condizione è vicina alla critica (ad esempio, con ritenzione urinaria acuta nella vescica).

L'adenomectomia transvesicale comporta l'asportazione del tessuto prostatico. Spenderlo nelle fasi più avanzate della malattia. Consiste nell'accesso al trattamento del corpo della ghiandola prostatica attraverso un'incisione nella parete della vescica. L'operazione è più traumatica e pertanto richiede un lungo recupero, monitoraggio e cura del paziente. Si presume che questo tipo di intervento chirurgico porti alla completa guarigione dall'iperplasia prostatica benigna, ma non è indicato che dopo tale misura ci siano molti effetti collaterali, a volte imprevisti.

Operazioni minimamente invasive, questo è di gran lunga lo standard ottimale, in quanto sono i meno traumatici. Non richiedono un'incisione e consistono nella pulizia parziale (enucleazione) del corpo della prostata attraverso attrezzature speciali. Questo è un laser a olmio di potenza preimpostato.

Negli ultimi anni, l'embolizzazione dell'afflusso di sangue alla prostata è stata sempre più effettuata. Consiste nel bloccare le arterie che forniscono sangue alla prostata. La morte effettiva di un organo in un organismo vivente (e senza apporto di sangue totale sarà così) non può essere associata al vero trattamento.

In un modo o nell'altro - l'intervento chirurgico di qualsiasi tipo dovrebbe essere considerato, di conseguenza, l'unica necessità per la quale non sono più possibili altre opzioni per liberarsene, (invasione chirurgica del corpo) è tutt'altro che una panacea e non è il miglior risultato nel risolvere questo problema.

Le complicazioni dopo l'intervento chirurgico di qualsiasi tipo sono le seguenti:

  • incontinenza urinaria nella vescica;
  • impotenza (impotenza);
  • eiaculazione retrograda, in cui un uomo sperma viene gettato nella vescica;
  • squilibrio ormonale imprevedibile nelle conseguenze;

Le statistiche indicano una bassa percentuale di decessi.

Prevenzione della prostatite cronica e iperplasia prostatica benigna

È necessario conoscere queste malattie fin dalla tenera età. Esiste, ovviamente, un fattore ereditario, ma la leggibilità delle connessioni, uno stile di vita sano in qualche modo: l'attività muscolare, l'eliminazione del danno deliberato al proprio corpo, la vita con un minimo di stress, conteranno e alleggeriranno questa difficile diagnosi.

Al fine di prevenire la ritenzione urinaria acuta con adenoma prostatico, si raccomanda:

  • evitare sia l'ipotermia che il calore (esposizione al corpo alla luce solare diretta);
  • rifiuto di alcol;
  • Non mangiare troppo, soprattutto nel pomeriggio;
  • prevenzione del trabocco della vescica;
  • la stessa prevenzione della costipazione;