Adenocarcinoma polmonare

Sarcoma

L'adenocarcinoma del polmone è una formazione maligna che proviene dalle strutture ghiandolari dei bronchi e dagli alveoli. In circa il 70% dei casi noti, la neoplasia ha origine dalle cellule basali dei piccoli bronchi (in tali situazioni, ha localizzazione periferica); solo nel 30% dei pazienti il ​​luogo di sviluppo della malattia sono le ghiandole mucose dei grandi bronchi (in queste situazioni, la patologia si trova in posizione centrale). La malattia in questione sta progredendo rapidamente; l'assenza semestrale di trattamento porta a un doppio aumento dell'area interessata.

Le nuove tecnologie arrivano in Russia.

Invitiamo i pazienti a partecipare a nuovi metodi di trattamento del cancro, nonché a studi clinici LAK-terapia e terapia TIL.

Feedback sul metodo del Ministro della Salute della Federazione Russa V. Skvortsova.

Questi metodi sono già applicati con successo in grandi cliniche oncologiche negli Stati Uniti e in Giappone..

Differenziazione

I tumori maligni possono avere diverse caratteristiche distintive, quindi la medicina li divide in tipi, tipi e sottospecie. L'adenocarcinoma polmonare altamente differenziato è caratterizzato da una trasformazione intracellulare, che consiste nel modificare le dimensioni del nucleo cellulare (si allunga). Con questo sviluppo, il processo patologico non è accompagnato da sintomi per lungo tempo; i primi segni compaiono solo dopo la crescita del tumore.

Forse la presenza di sintomi non specifici: debolezza, apatia, perdita di appetito.

Altamente differenziato

L'identificazione dell'adenocarcinoma polmonare altamente differenziato, di regola, si verifica nelle lesioni maligne del sistema polmonare (60% dei casi). Può sembrare un nodulo o un tumore di grandi dimensioni. Procede in acinato o in forma papillare. In entrambe le forme, si accumula muco..

Moderatamente differenziato

Per quanto riguarda l'adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato, per sua natura è simile al tipo altamente differenziato. Ma una tale patologia porta a cambiamenti ben definiti nelle strutture cellulari. Il rilevamento di cellule atipiche non causa particolari difficoltà, perché il loro numero sta crescendo rapidamente.

Inoltre, questa specie è caratterizzata da un decorso più grave con un alto rischio di manifestazione di deviazioni concomitanti. La forma considerata tende alla metastasi; nella maggior parte dei casi, le metastasi sono diagnosticate in pazienti di età superiore ai 30 anni.

Basso rango

L'adenocarcinoma di basso grado è caratterizzato dalla semplicità dello sviluppo cellulare. Nella sua struttura, è simile ad altri tessuti del corpo, quindi è piuttosto difficile valutarne la struttura e il meccanismo di sviluppo. Allo stesso tempo, una neoplasia di basso grado è caratterizzata da un alto grado di malignità. La crescita richiede un minimo di tempo; Questo tipo di oncologia è in grado di diffondersi in tutto il corpo nella fase iniziale di sviluppo. Questa forma di adenocarcinoma è considerata la più avversa..

Diagnosi di adenocarcinoma polmonare

L'identificazione tempestiva di formazioni patogene massimizza l'efficacia del trattamento. Qui molto dipende dalla persona che ha bisogno di chiedere aiuto in tempo.

La diagnosi di oncologia viene effettuata grazie alle seguenti procedure:

• Computer e risonanza magnetica: con il loro aiuto, uno specialista esamina il sistema respiratorio da varie angolazioni e ne valuta accuratamente le condizioni. Questi metodi ti consentono di vedere il quadro completo, valutarne la scala e identificare possibili metastasi.

• Esame broncoscopico - eseguito utilizzando un apparecchio chiamato endoscopio. Questo dispositivo ha un tubo in fibra ottica elastico, che è dotato di un dispositivo video e di un dispositivo di illuminazione. L'introduzione del tubo avviene per via intratracheale. Il medico valuta le condizioni della trachea sull'immagine visualizzata sul monitor.

• Esame del sangue per marcatori tumorali: uno studio simile può rilevare malattie maligne.

• Biopsie: comporta l'esame di un pezzo del tessuto interessato. Il campione analizzato aiuta a determinare con precisione il grado di malignità. Un elemento per analisi future viene preso contemporaneamente all'implementazione della broncoscopia..

Terapia

Il processo di trattamento per l'adenocarcinoma polmonare può includere chirurgia, chemioterapia e radiazioni. Di norma, i metodi terapeutici elencati sono applicati in modo completo; Un oncologo sviluppa un regime terapeutico accurato basato sui risultati degli studi.

La chirurgia viene necessariamente eseguita al 1 ° e al 2 ° stadio della malattia (si tratta di circa il 30% dei casi). Se le metastasi hanno iniziato a diffondersi ad organi distanti, il trattamento non sarà più basato solo su una tecnica operativa. Se il tumore si trova molto vicino alla trachea o il paziente soffre di gravi malattie cardiache, la chirurgia diventa completamente impossibile.

Il tipo specifico di operazione polmonare dipende dalle dimensioni e dalla posizione della lesione. Quindi, il medico può rimuovere una particella del lobo polmonare, l'intero lobo o l'intero polmone. In tali operazioni, vengono anche rimossi i linfonodi interessati..

Il periodo postoperatorio di recupero è abbastanza difficile; per diversi mesi, i pazienti sono attentamente monitorati. Nelle fasi iniziali del recupero, i pazienti possono avere difficoltà a respirare, possono esserci mancanza di respiro e dolore al petto.

Radioterapia

Applicare prima dell'operazione o dopo. L'essenza di tale esposizione è l'uso di raggi speciali che possono distruggere le cellule tumorali. Di norma, questa terapia è combinata con chirurgia e farmaci..

Secondo le indicazioni, viene prescritta la brachiterapia invece delle radiazioni standard. Questa tecnica è un tipo di radioterapia in cui un componente che emette radiazioni (rappresenta i granuli) viene posizionato direttamente nell'organo interessato.

La superiorità della brachiterapia è che le radiazioni non influenzano il tumore all'esterno; in altre parole, non ha bisogno di superare la stratificazione di tessuti sani. A questo proposito, tale terapia ha meno effetti collaterali. La radioterapia può essere utilizzata nei casi in cui il paziente per qualche motivo rifiuta l'intervento chirurgico o quando l'intervento chirurgico è inutile. Gli effetti collaterali comuni della radioterapia comprendono debolezza, aumento della suscettibilità alle malattie infettive, alterazione della coagulazione del sangue.

Chemioterapia

Può fermare la progressione delle cellule maligne, interferisce con la loro divisione ed è anche in grado di causare la morte delle cellule tumorali. Nelle fasi 3 e 4, l'effetto della chemioterapia può essere solo temporaneo, ad es. il processo non può più essere interrotto. La medicina moderna utilizza più di 60 tipi di sostanze chimiche. Di norma, combattono la patologia pericolosa con l'aiuto di:

Nella maggior parte dei casi, questi medicinali sono usati in combinazione, prescrivono farmaci sotto forma di compresse o sotto forma di iniezioni (somministrati per via endovenosa). Il dosaggio specifico è prescritto solo da uno specialista. Questo è un punto molto importante, perché una piccola dose renderà inefficace il trattamento e una maggiore concentrazione del farmaco può causare vari effetti collaterali. Di norma, la norma viene calcolata in base ai valori della superficie del tronco del paziente (PPT abbreviato). Il calcolo del PPT viene effettuato singolarmente. In questo processo, viene applicata una formula specializzata quando gli indicatori chiave includono il peso e l'altezza del paziente.

Puoi chiedere un metodo di trattamento efficace.

- metodi terapeutici innovativi;
- opportunità di partecipazione alla terapia sperimentale;
- come ottenere una quota per il trattamento gratuito presso il centro oncologico;
- questioni organizzative.

Dopo la consultazione, al paziente vengono assegnati il ​​giorno e l'ora di arrivo per il trattamento, il reparto cure, se possibile, il medico curante.

Adenocarcinoma polmonare

L'adenocarcinoma è una neoplasia maligna formata dai tessuti ghiandolari degli organi. Adenocarcinoma polmonare - danno all'organo responsabile della respirazione dell'aria da parte delle cellule ghiandolari cancerose.

È importante diagnosticare in tempo le malattie polmonari

Se in precedenza la malattia era stata diagnosticata nel 12% dei pazienti con cancro del sistema respiratorio, oggi questa percentuale è aumentata a 40, gli indicatori stanno crescendo ogni anno e la colpa non è solo lo stile di vita di una persona, ma anche l'ambiente. Più spesso gli uomini sono malati delle donne. Le spiegazioni scientifiche per tali statistiche non sono ancora chiare, ma il fatto rimane.

Indipendentemente dall'organo interessato, una formazione maligna durante la sua crescita è in grado di secernere sostanze specifiche, sotto forma di espettorato e muco con un odore sgradevole.

La cosa peggiore che può accadere con lo sviluppo della malattia è il periodo asintomatico delle fasi iniziale e successiva. Cioè, i pazienti spesso trovano un problema di salute già nelle ultime fasi.

Rilevazione della malattia

Per determinare un tumore maligno nell'organo, è sufficiente fare una semplice radiografia, che verrà decifrata da un buon specialista. Nelle immagini, l'adenocarcinoma dei polmoni si manifesta sotto forma di un gran numero di noduli di varie dimensioni e densità. Sulla superficie, l'ombra del tessuto interessato può essere grigia, bianca o giallo-marrone..

La composizione delle neoplasie non è altro che l'unione delle strutture ghiandolari. E possono formarsi sulla superficie dei piccoli bronchi, producendo muco. Ma ci sono eccezioni quando il tumore ha origine, che colpisce le cellule di grandi bronchi.

Classificazione della malattia

Con un certo grado di differenziazione, dipende la diagnosi stabilita. Pertanto, si verificano danni all'organo respiratorio:

Altamente differenziato
Moderatamente differenziato
Basso rango

Successivamente, le fasi sono divise in base al grado di attività delle cellule tumorali e danno questa definizione:

L'adenocarcinoma polmonare altamente differenziato presenta differenze rispetto ad altri stadi, un alto grado di crescita e divisione delle cellule tumorali. Hanno anche segretamente muco. Le neoplasie in questa fase sono spesso papillari e acinari.

Con un tipo moderatamente differenziato di sviluppo della malattia, le cellule hanno un grado medio di danno, a causa del quale non secernono molto fluido mucoso.

Il tipo a bassa differenziazione, caratterizzato dalla presenza di cellule solide e mucose, in questo caso si sviluppano uniformemente in quantità quasi uguali.

La malattia - come si sviluppa

L'adenocarcinoma polmonare ha determinate fasi, che sono anche determinate dall'entità del danno d'organo:

  • In scena, è caratterizzato dalla formazione di meno di tre centimetri senza la presenza di metastasi.
  • Lo stadio II ha metastasi nei nodi broncopolmonari e il tumore può aumentare a sei centimetri.
  • Lo stadio III ha una crescita cancerosa di sei centimetri e le metastasi possono influenzare quasi l'intera struttura cellulare dell'organo.
  • Stadio IV, si diffonde al secondo lobo del polmone, passando allo sviluppo della pleurite oncologica.

Nelle prime due fasi, la malattia è curabile. Quarto: il più pericoloso, al paziente viene somministrata una terapia per sostenere la vita, poiché la malattia non può essere curata.

Sintomi della malattia

Spesso, la patologia viene diagnosticata completamente per caso, durante una visita medica di routine. Raramente i pazienti si rivolgono a un medico con disturbi, spesso si riferiscono a un raffreddore comune o alle sue complicanze, cercando di sbarazzarsi dei sintomi da soli.

I sintomi della malattia compaiono già nella fase di separazione dell'espettorato da cellule maligne, ma ancora una volta, i casi sono individuali, poiché tutto dipende dalla posizione della neoplasia.

  1. Tosse, accompagnata da espettorazione di muco e espettorato, con odore e sangue spiacevoli.
  2. Dolore insolito e incomprensibile al petto.
  3. Mancanza di respiro, mancanza di respiro, mancanza di aria.
  4. Modifica della temperatura corporea.
  5. Gonfiore del viso e del collo.
  6. Affaticamento, anche con moderato sforzo fisico.
  7. Perdita di appetito, perdita di peso.
  8. Raucedine.
  9. Linfonodi ingrossati.
  10. Diagnosi frequente di pleurite.

Il rapido sviluppo del tumore può persino portare alla scoperta di sanguinamento interno. In caso di sintomi, consultare immediatamente un medico per diagnosticare e risolvere il problema. È controindicato trattare in modo indipendente sintomi manifestati separatamente e stabilire diagnosi; qui sono necessarie cure mediche urgenti.

Diagnosi e trattamento della malattia

La diagnosi precoce della malattia ti consente di eliminare completamente il tumore, ma la malattia ha una sua peculiarità: nei primi stadi asintomatici colpisce le cellule sane.

Il medico prima conduce un esame visivo, pone domande sulle condizioni generali e analizza i risultati. A colpo sicuro, per determinare le manifestazioni sintomatiche, il paziente deve essere testato e diagnosticato.

Rilevazione della malattia mediante risonanza magnetica

La tecnica di ricerca è:

  • RM e TC al torace,
  • Analisi generali e biochimiche del sangue,
  • Citologia dell'espettorato,
  • Radiografia dello sterno,
  • fluorography,
  • Biobsia,
  • broncoscopia,
  • Prelievo di sangue per marcatori tumorali.

Questo elenco di test consente di determinare lo stadio e il tipo di malattia sviluppata. Le immagini MRI e CT mostrano un tumore a livello cellulare, lo sviluppo e le dimensioni delle metastasi, se presenti. Un esame del sangue mostra resistenza alla patologia e allo sviluppo delle cellule tumorali nel corpo.

Gli oncologi fanno previsioni confortanti per i pazienti solo in presenza delle fasi iniziali della malattia. L'adenocarcinoma del polmone destro o sinistro, il grado di danno e la posizione del tumore, influenzano direttamente la tattica del trattamento.

Il cancro ghiandolare è una formazione maligna che danneggia il corpo ogni giorno sempre di più, quindi verranno offerti al paziente i seguenti metodi di trattamento:

operazione
Chemioterapia
Radioterapia
reinserimento

Con l'intervento chirurgico, a seconda del grado di danno all'organo, è possibile rimuovere il polmone destro o sinistro. Con una dimensione minima del tumore, viene eliminato solo il tessuto interessato. La rimozione dell'organo è la decisione dei chirurghi nella diagnosi di un paziente con un terzo e talvolta quarto stadio del cancro. Nelle ultime fasi del decorso della malattia, le prognosi non sono confortanti, l'adenocarcinoma di basso grado del polmone sinistro o destro porta alla morte.

Rimane uno dei metodi di trattamento: l'intervento chirurgico

Non eseguire interventi chirurgici in presenza di metastasi vicino alla trachea, nonché di pazienti con problemi cardiaci. Non è possibile eliminare l'adenocarcinoma polmonare assumendo solo farmaci, spesso i farmaci vengono prescritti dopo l'intervento chirurgico. La chemioterapia e la radioterapia sono attribuite alla correzione della chirurgia come mezzo per sopprimere le cellule tumorali e le metastasi..

Nei casi in cui il secondo polmone non è influenzato dalle metastasi nel quarto stadio, al paziente viene somministrata la chemioterapia obbligatoria prima dell'intervento chirurgico e diversi cicli di radiazioni e dopo alcuni giorni il tumore viene rimosso chirurgicamente.

La terapia con l'uso di medicinali chimici, ha un effetto dannoso sulle cellule tumorali. Il trattamento con questo metodo viene effettuato con una dose individuale del farmaco e solo per via endovenosa. Parallelamente, il paziente riceve la radioterapia, che in combinazione con il primo metodo influenza più efficacemente la rimozione del tumore.

La chemioterapia per l'adenocarcinoma polmonare, come le radiazioni, può essere prescritta prima e dopo l'intervento chirurgico. Tutto dipende dal singolo caso del paziente e dallo stadio della malattia. Un farmaco somministrato per via endovenosa viene immediatamente trasportato attraverso il sangue a tutti gli organi e cellule, sopprimendo e riducendo il tumore.

La radioterapia funziona localmente, con la corretta fornitura di raggi, influisce indolore sul corpo e sulla pelle del paziente. Le radiazioni sono dirette alla posizione del tumore e alle metastasi comuni.

Riabilitazione del paziente

Il periodo di riabilitazione per ogni paziente è molto importante, poiché non c'è solo il recupero del corpo dopo un trattamento intensivo, ma anche una comprensione morale della necessità di provare a voler continuare a vivere. In questo momento, è importante che persone vicine, supporto e comprensione siano nelle vicinanze. Programmare una persona per un buon risultato offre già ottime possibilità di recupero.

L'effetto della chemioterapia e dei raggi ha un effetto dannoso non solo sulle cellule tumorali, ma anche sul corpo umano stesso. Dopo il trattamento, è necessario prendere sul serio i metodi di recupero.

Cosa è importante sapere sugli effetti del trattamento:

  • Dopo il trattamento, i capelli cadono. Questo fatto è molto importante per le donne, i capelli sono un attributo della loro bellezza e femminilità..
  • Ci sono problemi con il sistema digestivo. L'assunzione di farmaci, la chemioterapia trasferita, colpisce gravemente gli organi digestivi, i pazienti possono lamentare dolore allo stomaco, al fegato, al pancreas.
  • Costante dolore alle articolazioni. La distruzione di ossa e cartilagine dopo il trattamento del cancro è una patologia abbastanza comune dei pazienti. Per risolvere il problema, i medici raccomandano di assumere vitamine per ripristinare la massa ossea..
  • Se c'è una predisposizione al verificarsi di tumori cancerosi, non puoi essere sotto l'influenza diretta della luce solare. Anche i massaggi e i bagni di fango non sono raccomandati..

La vita dopo una diagnosi

Il processo di recupero è molto lungo, quindi assicurati di aderire alle raccomandazioni e alle prescrizioni del medico.

Dopo aver sconfitto la malattia, non dovresti rilassarti, poiché gli anni di vita successivi richiederanno un monitoraggio costante e una diagnosi periodica. Devi condurre uno stile di vita sano, praticare sport con uno sforzo fisico moderato, mangiare bene, evitare situazioni stressanti e se l'area di residenza è dannosa per la tua salute, devi cambiare il luogo di alloggio, lavoro, ecc..

I pazienti ricevono risultati positivi per il completo recupero dopo l'intervento chirurgico e la terapia prescritta. Secondo gli indicatori generali, la percentuale di sopravvivenza e recupero è almeno del 60 e fino al 70%.

Il terzo stadio dello sviluppo del cancro è meno rassicurante e con il suo decorso e la rimozione di una parte di un organo vitale, si verifica un parziale recupero. Solo il 20–25 percento dei pazienti guarisce.

La sopravvivenza nel quarto stadio del cancro è del 2-3% di tutti i casi ed è praticamente zero se entrambe le parti dell'organo sono colpite da metastasi. In questo caso, la chirurgia non viene eseguita, poiché questa manipolazione può solo aggravare le condizioni del paziente. Un medico prescrive una terapia di mantenimento per alleviare il dolore.

Tecnica preventiva

Prevenire la malattia è molto più facile che curarla. Pertanto, vale la pena imparare alcune regole obbligatorie di prevenzione:

Per prevenire la malattia, dovresti smettere di fumare e condurre uno stile di vita sano.

  • Smetti di fumare completamente.
  • Non è nelle stanze dove c'è molta polvere e non c'è ventilazione.
  • Correttamente e in tempo per curare il raffreddore.
  • Mangiare sano e sano.
  • Essere in grado di recuperare correttamente e mantenere il corpo in forma fisica.
  • Non contattare agenti cancerogeni pericolosi.

Cause della malattia

Le cause esatte della manifestazione della patologia, così come altre varietà di tumori cancerosi, non sono state ancora determinate, ma si può dire con sicurezza che cattive abitudini, ecologia e molto altro possono influenzare lo sviluppo.

Ciò che è veramente dimostrato dalla pratica a lungo termine di medici e statistiche mediche - i fumatori hanno maggiori probabilità di soffrire di cancro ai polmoni. Inoltre, lo sviluppo della malattia può servire a fattori quali:

  • Predisposizione genetica.
  • La condizione del corpo che causa la pneumosclerosi è una graduale sostituzione del connettivo del tessuto polmonare.
  • Inalazione di agenti cancerogeni volatili nei polmoni per inalazione. Spesso accade in un posto di lavoro in cui il contatto con una sostanza velenosa è quasi costante.
  • Diagnosi di asbestosi - come disturbo professionale di una persona.
  • Sviluppare attivamente virus e microrganismi dannosi che penetrano nei bronchi o nei polmoni influenza la decomposizione della struttura del DN.

Trattamento all'estero

I metodi e i metodi di intervento medico nel nostro tempo sono stati migliorati per rendere la vita più facile alle persone con una diagnosi terribile e dare la minima possibilità di recupero. La rimozione di un tumore canceroso mediante un intervento chirurgico viene ora spesso effettuata all'estero utilizzando un laser o altri metodi più parsimoniosi rispetto all'utilizzo di un bisturi. L'assenza di cicatrici, una diminuzione delle possibilità di sanguinamento e un rapido recupero dopo l'intervento chirurgico sono gli aspetti positivi di un trattamento innovativo.

La sarcoidosi cutanea comporta la formazione di.

Adenocarcinoma polmonare: che cos'è, sintomi e trattamento

L'adenocarcinoma polmonare è un tumore formato dal tessuto ghiandolare dei polmoni e dei bronchi. Di norma, la neoplasia si trova sulla superficie dei piccoli bronchi, ma può anche essere localizzata su grandi bronchi.

Cos'è l'adenocarcinoma polmonare?

Questa patologia si manifesta sotto forma di piccoli noduli che si trovano nei polmoni. Questi noduli hanno dimensioni, densità e colore diversi. Più spesso i noduli hanno un colore grigio, ma ci sono tonalità bianche o bruno-giallastre. Inoltre, alcune cellule che non hanno un colore possono essere nel tumore, per questo motivo, parte della neoplasia può essere trasparente..

Cliniche leader in Israele

L'adenocarcinoma polmonare (codice ICD10 - C34) si riferisce a tumori che si sviluppano da derivati ​​delle cellule epiteliali, questa patologia ha un decorso maligno, un tipo invasivo di crescita e può produrre metastasi. Il cancro inizia a svilupparsi dalle ghiandole che rivestono la superficie dell'albero bronchiale.

Questo tipo di tumore colpisce il sistema respiratorio e può portare alla morte in brevissimo tempo. Una tale patologia è comune, - tra tutte le patologie polmonari, l'adenocarcinoma viene rilevato in 10-30 pazienti su cento. La posizione periferica e la capacità di una neoplasia rapida sono la causa dell'aumentata mortalità e, in assenza di una terapia adeguata, il tumore può crescere due volte.

I polmoni sono coperti da una membrana sierosa, chiamata pleura viscerale, costituita da un singolo strato di mesotelio. Gli organi secernono le vie respiratorie e la sezione respiratoria. Il polmone sinistro è composto da 2 parti, la destra - da tre.

Cause del tumore

Le cause e i fattori di rischio per l'insorgenza di questa oncologia includono:

  • predisposizione genetica;
  • malattie polmonari croniche;
  • abuso di cibo spazzatura (salato, piccante, grasso);
  • fumo - attivo e passivo;
  • esposizione cronica alle radiazioni;
  • lavorare in industrie pericolose;
  • consumo di alcool;
  • stile di vita sedentario;
  • vivere in una zona svantaggiata per l'ambiente.

Classificazione della malattia

L'adenocarcinoma polmonare può essere classificato in base al grado di differenziazione nei seguenti tipi:

  • basso rango;
  • moderatamente differenziato;
  • altamente differenziato.

Maggiore è il grado di differenziazione, più pericoloso è il processo del cancro e peggiore è la prognosi per il paziente. Tumori altamente differenziati producono rapidamente muco, una moderata differenziazione implica la struttura ghiandolare-mucosa del tumore, cellule poligonali che formano muco sono presenti nel tumore a bassa differenziazione.

Nell'aspetto, nella forma, nella struttura istologica, si distinguono i seguenti tipi di adenocarcinomi:

  1. adenocarcinoma mucinoso del polmone - è considerato il tipo di tumore più raro e pericoloso;
  2. nemucinous;
  3. tipo misto - mucinoso con nemucinoso;
  4. solido con mucina;
  5. acinar;
  6. bronchiolare alveolare;
  7. papillare;
  8. con sottotipi misti;
  9. adenocarcinoma a cellule chiare;
  10. cellula cricoide;
  11. fetale altamente differenziato.

Vuoi conoscere il costo della cura del cancro all'estero?

* Dopo aver ricevuto i dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

Fasi della malattia

Esistono quattro fasi di questa malattia:

Fase 1: la dimensione del tumore è inferiore a 3 cm La neoplasia si trova in un segmento e non metastatizza..

Fase 2: la dimensione del tumore non supera i 6 cm, ma si trova anche in un segmento, ma può dare metastasi ai linfonodi broncopolmonari.

Stadio 3 - un tumore con un diametro superiore a 6 cm, le sue cellule sono nello stesso lobo del polmone, c'è un focus di metastasi nei linfonodi della biforcazione o delle zone paratracheali.

Il cancro di quest'ultimo - 4 gradi - colpisce il secondo polmone, il processo del tumore si diffonde alle strutture vicine. Al 4 ° stadio, le metastasi colpiscono gli organi distanti, appare la pleurite cancerosa.

Sintomi della malattia

Nelle prime fasi, i segni di adenocarcinoma polmonare non sono osservati o sono insignificanti. Le prime manifestazioni non sembrano tipiche e sono simili ai sintomi di molte altre malattie:

  • sonnolenza;
  • affaticabilità rapida;
  • mancanza di appetito ridotta o completa;
  • riduzione delle prestazioni;
  • esaurimento, improvvisa perdita di peso.

All'aumentare delle dimensioni del tumore, altri segni della malattia si uniscono:

  • tosse persistente prolungata con rilascio di espettorato abbondante;
  • emottisi;
  • gonfiore del viso e del collo;
  • dolore dietro il petto;
  • apatia;
  • mancanza di respiro anche con piccoli carichi;
  • infiammazione dei linfonodi regionali;
  • lo sviluppo di anemia;
  • aumento della temperatura fino a 37 gradi;
  • la comparsa di polmonite e pleurite, che sono difficili da trattare.

Diagnosi della malattia

Inizialmente, il medico analizza i reclami del paziente e raccoglie un'anamnesi. Inoltre, per la diagnosi, vengono eseguiti i seguenti studi:

  • analisi dell'espettorato per citologia;
  • esame del sangue generale, biochimico, su marker tumorali;
  • puntura biopsia per istologia;
  • radiografia del torace;
  • RM, TC;
  • ultrasuono
  • broncoscopia.

Trattamento delle malattie

Più spesso, viene prescritto un trattamento complesso, che consiste in intervento chirurgico, chemioterapia e radioterapia. Il trattamento combinato può ottenere il miglior risultato..

Quando un tumore viene rilevato in una fase precoce della formazione ed è piccolo, l'intervento chirurgico può curare completamente il paziente e preservare una grande parte dell'organo. L'entità dell'operazione dipende dalla posizione e dalle dimensioni del tumore. Sono determinati tre tipi di interventi chirurgici:

  • segmentectomia: il medico rimuove uno o più segmenti del polmone affetti da cancro;
  • lobectomia: viene asportato un lobo del polmone;
  • polmonectomia: viene eseguita un'asportazione assoluta del polmone.

Contemporaneamente a uno di questi tipi di intervento chirurgico, viene fatta un'asportazione di linfonodi regionali, cioè correlati all'area toracica. Prima di eseguire l'operazione, i medici valutano il secondo polmone. Se non svolge abbastanza bene le sue funzioni, allora la chirurgia non viene eseguita e quindi ricorre a terapia chimica o radioterapia.

Per l'irradiazione viene utilizzato un coltello cibernetico, che influenza le radiazioni direttamente sul tumore.

La chemioterapia è considerata un trattamento efficace. Farmaci prescritti che uccidono le cellule non solo il tumore principale, ma anche le metastasi risultanti. La terapia chimica effettuata prima dell'intervento chirurgico può ridurre le dimensioni del tumore e condotta dopo che può prevenire la ricorrenza dell'adenocarcinoma.

La sopravvivenza in presenza di adenocarcinoma polmonare dipende dal suo stadio e dalla sua forma..

Molti metodi innovativi sono usati per combattere questa patologia. Questi metodi includono la termoterapia, una procedura in cui viene utilizzato uno scanner di volume che esegue la scansione dell'area interessata e consente di determinare con precisione la quantità di intervento chirurgico. La terapia mirata, in cui i farmaci utilizzati colpiscono specificamente le cellule tumorali, si è dimostrata valida..

Non perdere tempo a cercare un prezzo impreciso per il trattamento del cancro.

* Solo se si ottengono dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

Metodi alternativi dopo la chemioterapia

Metodi alternativi di lotta contro il cancro possono agire solo come terapia aggiuntiva. Non sono in grado di sostituire il trattamento di base. I metodi di medicina alternativa possono essere utilizzati per fermare la nausea e altri effetti collaterali della chemioterapia..

Una ricetta efficace è la seguente raccolta di erbe medicinali:

  • semi di lino;
  • foglie di ortica;
  • camomilla;
  • radice di ginseng;
  • fiori d'arancio;
  • colore mela;
  • foglie di aloe essiccate.

Tutti gli ingredienti sono frantumati, miscelati e preparati. Questo tè viene bevuto quotidianamente con miele in assenza di allergie..

L'uso di qualsiasi prescrizione di medicina tradizionale è preventivamente concordato con il medico, poiché l'automedicazione può peggiorare la situazione e causare gravi complicazioni e conseguenze.

Video correlato:

Prognosi della malattia

La prognosi della sopravvivenza dipende dal grado di malignità del tumore, da dove si trova, da quanti anni ha il paziente, in quale fase del trattamento della malattia è stata avviata e da come il corpo ha risposto al trattamento. Con il carcinoma polmonare dell'ultimo stadio, la prognosi è più sfavorevole.

Il terzo grado di cancro dopo il trattamento offre una probabilità di sopravvivenza a cinque anni del 10% dei pazienti. Con una resezione polmonare totale con tessuti e linfonodi interessati, il tasso di sopravvivenza raggiunge il 30%. La terapia nella prima fase della malattia offre una probabilità di sopravvivenza a cinque anni nel 60-70% dei pazienti.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione della malattia consiste nell'evitare fattori che possono essere l'impulso per l'insorgenza dell'oncologia nei polmoni:

  • smettere di fumare;
  • trattamento tempestivo e adeguato delle malattie virali;
  • nutrizione appropriata;
  • non entrare in contatto con amianto, arsenico, nichel e altri prodotti chimici, osservando le norme di sicurezza.

Adenocarcinoma polmonare

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'adenocarcinoma polmonare è considerato una delle forme più comuni di carcinoma polmonare non a piccole cellule. Tale malattia si verifica in circa il 40% delle neoplasie polmonari maligne diagnosticate. Presumibilmente, si verifica in strutture cellulari di grandi bronchi, ma quando viene rilevato, viene definito come un tumore polmonare periferico con un decorso asintomatico.

Codice ICD-10

Cause di adenocarcinoma polmonare

Secondo le statistiche, il più delle volte la malattia viene rilevata nei pazienti maschi. Ciò può essere spiegato dalle caratteristiche dell'attività professionale (lavoro in settori pericolosi, inalazione di sostanze chimiche e tossiche) e una maggiore propensione alle cattive abitudini. Nelle pazienti di sesso femminile, vengono rilevati più spesso solo alcuni tipi di malattia, ad esempio la forma broncopolmonare dell'adenocarcinoma.

I fattori predisponenti della formazione del tumore sono considerati:

  • lunga storia di fumo (è stato dimostrato che l'inalazione giornaliera di catrame e nicotina aumenta il rischio di tumori di 20-30 volte);
  • alcolismo;
  • caratteristiche ambientali dell'area di residenza (nelle vicinanze di grandi impianti industriali, autostrade, nonché indicatori insoddisfacenti di acqua, atmosfera, suolo);
  • errori nell'alimentazione (maggiore uso di agenti cancerogeni - semilavorati, fast food, grassi, cibi fritti);
  • soggiorno prolungato in ambienti con aria inquinata (polvere, fuliggine, ecc.);
  • lavori relativi alla produzione e al funzionamento dell'amianto;
  • regolare esposizione al radon nei polmoni, a causa della peculiarità della posizione geografica;
  • danno radioattivo ai polmoni;
  • malattie infettive croniche e virali dei polmoni;
  • predisposizione ereditaria.

La maggior parte delle diagnosi di adenocarcinoma polmonare vengono fatte ai pazienti dopo 60 anni, quindi l'età può anche essere considerata predisponente ai fattori della malattia..

Inoltre, l'uso continuo incontrollato di farmaci ormonali per il trattamento di altre patologie nel corpo può essere considerato una causa secondaria dello sviluppo della malattia..

Sintomi di adenocarcinoma polmonare

Sfortunatamente, le malattie maligne nella maggior parte dei casi non si manifestano con sintomi specifici e l'adenocarcinoma polmonare non fa eccezione.

Dei segni non specifici di oncologia, si può chiamare quanto segue:

  • appetito diminuito o scomparso;
  • debolezza generale, affaticamento, riduzione delle prestazioni;
  • sonnolenza
  • perdita di peso;
  • anemia progressiva.

In futuro, la sintomatologia cresce, si intensifica, compaiono sempre più nuovi segni:

  • tosse senza causa, spesso con una piccola quantità di espettorato;
  • mancanza di respiro durante l'attività fisica e con il tempo e il riposo;
  • dolore e stato di disagio dietro lo sterno;
  • linfonodi ingrossati sotto la mascella, sotto le ascelle, ecc.;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • malattie polmonari ricorrenti che rispondono in modo estremamente scarso al trattamento.

Se si sviluppano metastasi - cellule figlie del tumore che si diffondono in tutto il corpo - i sintomi dipenderanno dall'organo in cui si trova la metastasi.

Dove ti fa male?

Che preoccupazioni?

Fasi di adenocarcinoma polmonare

L'efficacia delle misure terapeutiche dipende direttamente dalla diffusione della malattia in tutto il corpo. Su questa base, si distinguono 4 fasi del processo tumorale:

  • nella prima fase, la malignità dei tessuti non lascia i polmoni;
  • nel secondo stadio, il tumore è piccolo, fino a 60 mm, ma le metastasi penetrano nei linfonodi;
  • nel terzo stadio, il tumore copre completamente l'intero lobo polmonare, sono presenti metastasi nei linfonodi;
  • nel quarto stadio, si osserva una lesione del secondo polmone e si trovano anche metastasi in organi distanti.

A causa della scarsità di sintomi, l'adenocarcinoma polmonare allo stadio 4 viene spesso rilevato. Tuttavia, una tale patologia può anche essere trattata con successo con metodi moderni..

Diagnosi di adenocarcinoma polmonare

La diagnosi tempestiva delle neoplasie maligne rende possibile rendere il trattamento più efficace e in oncologia questo è un punto molto importante. Certo, molto dipende dal paziente stesso, che deve cercare aiuto in tempo.

I seguenti metodi diagnostici vengono utilizzati per identificare il tumore o chiarire la diagnosi:

  • La radiografia del torace è una delle procedure più popolari per rilevare tumori maligni nei polmoni. I tumori vengono spesso rilevati accidentalmente, ad esempio durante la fluorografia profilattica.
  • L'imaging a risonanza magnetica e calcolata sono considerati i metodi più moderni per ottenere informazioni quando un medico può esaminare e valutare lo stato del sistema respiratorio da diverse angolazioni. Questo dà il quadro più completo della patologia, con la scala della neoplasia, diffusione e metastasi.
  • L'esame ecografico è anche la procedura n. 1 nella diagnosi della malattia, tuttavia, il suo contenuto informativo in oncologia è alquanto sopravvalutato..
  • L'esame broncoscopico viene effettuato utilizzando un apparecchio speciale - un endoscopio. Il dispositivo è costituito da un tubo in fibra ottica elastico dotato di un dispositivo video e un dispositivo di illuminazione. Il tubo viene inserito per via intratracheale e aiuta a esaminare lo stato interno della trachea con l'immagine visualizzata sul monitor.
  • Un esame del sangue per il contenuto dei marker tumorali indica la presenza di malattie maligne nel corpo.
  • Una biopsia è uno studio molto importante e fondamentale, senza il quale è difficile immaginare l'oncologia moderna. L'essenza del metodo consiste nel prendere un elemento del tessuto interessato con la sua ulteriore indagine. Dal campione prelevato, è possibile determinare con precisione la malignità del processo. Il materiale per analisi viene prelevato contemporaneamente alla broncoscopia o alla puntura transtoracica (che è meno desiderabile e viene eseguita solo come ultima risorsa).

Cosa devi esaminare?

Come sondare?

Quali test sono necessari?

Differenziazione dell'adenocarcinoma polmonare

I tumori cancerosi possono differire in vari segni e parametri, quindi sono spesso divisi in determinati tipi, tipi e sottospecie.

Ad esempio, in base alle caratteristiche distintive delle cellule maligne dai sani ai tumori, vengono utilizzate diverse categorie di differenziazione. A proposito, le strutture cellulari altamente differenziate e normali non sono praticamente diverse.

Il termine "adenocarcinoma polmonare altamente differenziato" spiega il fatto che la trasformazione intracellulare consiste solo in un cambiamento delle dimensioni del nucleo cellulare - si osserva il suo allungamento. Ciò suggerisce che questa forma della malattia per lungo tempo non si manifesta con alcun sintomo fino a quando non raggiunge una certa dimensione. Segni non specifici possono certamente essere presenti: si tratta di debolezza generale, apatia, perdita di interesse per il cibo, emaciazione, eritrocitopenia.

L'adenocarcinoma polmonare altamente differenziato si riscontra nel 60% di tutti i casi di lesioni maligne del sistema polmonare e molto spesso nei pazienti di sesso maschile. Questa patologia può assumere la forma di un nodulo o di un tumore di dimensioni considerevoli. Può verificarsi in forma acinosa (con una predominanza di struttura ghiandolare) o in forma papillare (con struttura papillare). Entrambe le correnti sono inclini a una maggiore formazione di muco..

Come abbiamo detto sopra, la malattia non appare inizialmente. Poco dopo, compaiono i primi segni:

  • il rilascio di una grande quantità di espettorato, possibilmente con particelle di pus o sangue;
  • attacchi di tosse, febbre (non rispondendo agli antipiretici convenzionali);
  • mancanza di respiro, sia durante l'esercizio fisico che a riposo.

Un adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato assomiglia a una malattia altamente differenziata per natura del processo. Tuttavia, in questo caso, c'è un pronunciato cambiamento nelle strutture cellulari. Ora sono relativamente facili da distinguere da quelli normali, poiché il numero di cellule con una struttura atipica e quelle che attraversano la fase di divisione sta crescendo costantemente ed è impossibile non notarle.

Inoltre, l'adenocarcinoma moderatamente differenziato è più grave di altri, con un alto grado di rischio di sviluppare malattie e conseguenze concomitanti. Questa forma di tumore è soggetta a metastasi, principalmente nel flusso linfatico e nei linfonodi più vicini. È interessante notare che nei pazienti di età inferiore ai 30 anni non si osservano praticamente metastasi con adenocarcinoma polmonare..

L'adenocarcinoma polmonare di basso grado è caratterizzato dallo sviluppo di cellule primitive. Tali strutture sono difficili da confrontare con qualsiasi tessuto corporeo, pertanto è difficile valutare la struttura e il meccanismo di sviluppo di questo tumore. Tuttavia, una neoplasia di basso grado ha il più alto grado di malignità. Il tumore cresce molto rapidamente e può già diffondersi in tutto il corpo nel periodo iniziale del suo sviluppo. Naturalmente, questa forma di adenocarcinoma è considerata la più sfavorevole indipendentemente dallo stadio di crescita..

Chi contattare?

Trattamento dell'adenocarcinoma polmonare

Il trattamento per l'adenocarcinoma polmonare può consistere nella rimozione chirurgica del tumore, nella chemioterapia e nelle radiazioni. Molto spesso, questi metodi terapeutici sono usati in combinazione: l'oncologo determina il regime di trattamento in base ai risultati dei test e degli studi del paziente.

Come con altri tumori maligni, l'obiettivo del trattamento è rimuovere completamente il tumore o, se ciò non può essere fatto, quindi prolungare la vita del paziente, alleviando la sua sofferenza.

Intervento chirurgico necessariamente utilizzato negli adenocarcinomi di stadio I e II, cioè in circa il 10-30% delle malattie. Se il processo di diffusione delle metastasi ad organi distanti è già iniziato, non è più necessario contare solo sulla chirurgia. Inoltre, l'intervento chirurgico potrebbe non essere possibile se la malignità si trova vicino alla trachea o se al paziente viene diagnosticata una grave malattia cardiaca.

Il tipo di intervento polmonare viene selezionato in base alle dimensioni e alla posizione della neoplasia. Ad esempio, il chirurgo può rimuovere una parte del lobo polmonare, l'intero lobo o completamente un polmone. Allo stesso tempo, i linfonodi interessati dal processo vengono rimossi..

Il periodo di riabilitazione nei pazienti postoperatori non è facile, i pazienti hanno bisogno di cure accurate, possibilmente per diversi mesi. Inizialmente, quelli operati avevano difficoltà a respirare, respiro corto, dolore al petto. I pazienti anziani hanno bisogno di una riabilitazione più lunga.

  • La radioterapia viene utilizzata prima o dopo l'intervento chirurgico. L'essenza delle radiazioni è l'uso di raggi speciali che possono distruggere le cellule tumorali. Nella maggior parte dei casi, la radioterapia è combinata con chirurgia e terapia farmacologica..

Inoltre, al posto dei raggi, può essere prescritta la brachiterapia. Questo metodo è una forma di radioterapia quando una sostanza che emette radiazioni viene posizionata direttamente sull'organo interessato sotto forma di granuli. Un enorme vantaggio di questo metodo è che le radiazioni non influenzano il tumore dall'esterno, cioè non devono superare gli strati di tessuti sani. A causa di ciò, la brachiterapia ha molti meno effetti collaterali e complicanze..

La radioterapia può essere utilizzata se per qualche motivo il paziente rifiuta l'intervento chirurgico o se l'operazione diventa impossibile o insignificante. Gli effetti collaterali dopo la radioterapia sono una sensazione di debolezza costante, affaticamento, aumento del grado di suscettibilità alle malattie infettive, una violazione della coagulazione del sangue.

Chemioterapia per adenocarcinoma polmonare ti permette di fermare lo sviluppo di cellule maligne, prevenirne la divisione e causare la morte. Sono noti più di sessanta tipi di farmaci chemioterapici. I più famosi tra questi sono i seguenti:

  • cisplatino
  • carboplatino
  • gemcitabina
  • vinorelbina
  • paclitaxel
  • docetaxel.

Molto spesso, tali farmaci non vengono assunti separatamente, ma in combinazione tra loro. Le medicine sono prescritte sia in forma di compresse che sotto forma di iniezioni endovenose. Il calcolo delle dosi durante la chemioterapia è puramente una decisione del medico, poiché è abbastanza difficile determinare la quantità esatta del farmaco: se la dose è troppo bassa, il trattamento diventerà inefficace e dosi eccessive sono irte di grave tossicità e comparsa di effetti collaterali pronunciati. In genere, la dose viene calcolata in base al valore di PPT - l'area della superficie del tronco del paziente. La PPT viene calcolata individualmente utilizzando una formula appositamente derivata, in cui gli indicatori chiave sono il peso corporeo e l'altezza del paziente.

Inoltre, uno dei metodi di dosaggio può essere considerato come la determinazione della quantità di un agente chemioterapico nel plasma sanguigno per un certo periodo di tempo, con conseguente aggiustamento della dose per un'azione ottimale. Quindi puoi calcolare l'effetto tossico minimo del farmaco sullo sfondo di un trattamento efficace del tumore.

Corso di trattamento farmacologico di solito dura diversi giorni. Alla fine del corso, al paziente viene concessa una pausa per recuperare e alleviare i sintomi di intossicazione, dopo di che riprende il trattamento. Il numero totale di procedure è calcolato individualmente.

È noto che i farmaci chemioterapici spesso causano effetti collaterali, sebbene i medici affermino che tali manifestazioni possono essere controllate. Di quali effetti collaterali stiamo parlando?

  • Aumentando la sensibilità del corpo alle infezioni - questa condizione si manifesta di solito dopo una settimana alla fine del corso, raggiungendo un massimo dopo 2 settimane. Successivamente, l'immunità inizia a riprendersi e si normalizza prima di riprendere il trattamento. Questo processo è controllato da periodici prelievi di sangue per analisi: se il quadro ematico non è soddisfacente, ulteriori procedure possono ritardare.
  • La comparsa di ematomi e sanguinamento è il risultato di un deterioramento della coagulazione del sangue a causa di una diminuzione della conta piastrinica. Questa condizione rappresenta un pericolo piuttosto grave, poiché il sanguinamento dei tessuti può svilupparsi in sanguinamento completo, che richiede cure mediche immediate.
  • L'anemia è un effetto collaterale molto comune. L'anemia si verifica a causa di una diminuzione del livello dei globuli rossi e, di conseguenza, dell'emoglobina, che si manifesta con una sensazione di affaticamento costante, debolezza e apatia.
  • Gli attacchi di nausea e vomito possono iniziare inaspettatamente. In tali casi, è necessario consultare un medico che prescriverà farmaci che eliminano questo problema..
  • La stomatite e le gengive irritate vengono eliminate con sciacqui regolari con la bocca. Per evitare inutili lesioni meccaniche della mucosa orale, dovresti mangiare cibo schiacciato e bere abbastanza liquido ipercalorico.
  • La perdita dei capelli è un effetto collaterale frequente e molto spiacevole, soprattutto per le pazienti di sesso femminile. Puoi chiedere al medico di sostituire il farmaco che causa questo effetto o di mettere e indossare una parrucca o una sciarpa. Nella maggior parte dei casi, l'attaccatura dei capelli viene ripristinata pochi mesi dopo l'ultimo ciclo di trattamento.

Il trattamento dell'adenocarcinoma non influenza sempre i pazienti allo stesso modo: un paziente ha una reazione dolorosa alle radiazioni, mentre l'altro non provoca conseguenze negative. Qualcuno soffre degli effetti collaterali dei farmaci, ma per qualcuno sono perfettamente adatti. Ecco perché i medici insistono su un approccio individuale al trattamento: è importante ascoltare il medico e seguire tutte le sue raccomandazioni.

Adenocarcinoma polmonare

L'adenocarcinoma polmonare è una neoplasia maligna emanata dall'epitelio ghiandolare della parete bronchiale. Nelle prime fasi dello sviluppo, è asintomatico o con lievi segni di intossicazione generale. Più tardi, una tosse umida, mancanza di respiro, dolore toracico si unisce, a volte è presente una sindrome paraneoplastica. La patologia viene diagnosticata utilizzando tecniche di imaging, broncoscopia, studi genetici e biopsie. Un trattamento radicale è una fronte, un bilobo o una polmonectomia, che è integrata da radiazioni, target o chemioterapia.

ICD-10

Informazione Generale

L'adenocarcinoma (carcinoma ghiandolare) del polmone si verifica nel 10-45% di tutti i pazienti con neoplasie polmonari maligne. È un tipo di carcinoma broncopolmonare non a piccole cellule. Colpisce principalmente le parti periferiche del polmone, varia in grado di differenziazione. In un gruppo separato, si distingue una forma speciale di adenocarcinoma altamente differenziato: il cancro bronchioloalveolare. Gli uomini si ammalano circa 3 volte più spesso delle donne. L'incidenza è più alta tra le persone della razza mongoloide. Nei non fumatori e nei pazienti di età inferiore ai 45 anni, l'adenocarcinoma è il tumore polmonare più comune.

Le cause

Le cause del processo neoplastico non sono completamente comprese. Il principale fattore eziologico è il fumo attivo e passivo. La probabilità di crescita del tumore dipende dall'intensità e dalla durata del fumo. Alcuni autori di articoli su oncologia e pneumologia associano un aumento dell'incidenza del carcinoma ghiandolare ad un alto contenuto di nitrosammine nel fumo di tabacco, formato dall'uso di popolari sigarette leggere "a basso contenuto di catrame".

Fattori di rischio

Altri fattori di rischio per la patologia includono:

  • Inquinamento atmosferico da sostanze nocive. Include ecologia avversa, rischi industriali e industriali. È stata stabilita la connessione tra lo sviluppo di neoplasie ghiandolari del tratto respiratorio e l'inalazione di polvere contenente amianto. L'adenocarcinoma polmonare viene spesso rilevato in pazienti che sono stati in contatto prolungato con radon, sali di metalli pesanti e gasolio..
  • Predisposizione genetica. A favore di una predisposizione ereditaria alla formazione del cancro polmonare, ci sono casi di insorgenza di questa patologia in diverse generazioni di parenti di sangue. L'adenocarcinoma familiare si forma con caratteristiche ereditarie degli enzimi del metabolismo cancerogeno e disturbi geneticamente determinati della riparazione del DNA.
  • Sfondo endogeno. L'adenocarcinoma polmonare si forma spesso nell'area della pneumofibrosi, proviene dal tessuto cicatriziale. Tali tumori sono spesso osservati in pazienti con tubercolosi, persone con post-tubercolosi e cambiamenti post-infiammatori nel sistema respiratorio. L'emergere di neoplasie contribuisce all'immunosoppressione..

patogenesi

Sotto l'influenza di agenti cancerogeni, si verificano numerose mutazioni genetiche, che portano alla divisione incontrollata di cellule epiteliali ghiandolari alterate. L'adenocarcinoma colpisce spesso la periferia del polmone. Cresce più lentamente del carcinoma a cellule squamose, ma prima metastatizza. Con un aumento delle dimensioni, il tumore germoglia pleura, pericardio, diaframma, si diffonde nel mediastino, vicino al lobo polmonare. La trachea, l'esofago e la colonna vertebrale possono essere coinvolti nel processo patologico..

L'adenocarcinoma delle metastasi polmonari attraverso le vie linfatiche ed ematogene. I linfonodi peribronchiali sono principalmente colpiti, quindi i linfonodi della biforcazione della trachea e del mediastino e, infine, il polmone opposto. Le metastasi ematogene si trovano nella pleura, pericardio. Nelle fasi successive della malattia, i cambiamenti di seconda mano sono spesso rilevati nel cervello, nelle ossa e nel fegato. Macroscopicamente, la neoplasia sembra un nodo bruno-giallastro o grigio nella sezione.

Classificazione

L'adenocarcinoma è una variante istologica del carcinoma polmonare non a piccole cellule. La struttura distingue formazioni striscianti, acinarie, papillari, solide e micropallarie. Le forme atipiche del tumore includono tipi colloidali, fetali e intestinali. A seconda della presenza o dell'assenza di formazione di muco, si distinguono le varianti mucinose e non mucinose del carcinoma ghiandolare. In termini di prevalenza di adenocarcinoma polmonare, succede:

  • Preinvasive. È rappresentato da una singola formazione fino a 3 cm di diametro con un tipo di crescita strisciante. Non c'è invasione di stroma, vasi sanguigni o pleura.
  • Con invasione minima. L'adenocarcinoma minimamente invasivo differisce dalla versione precedente per la presenza di invasione stromale non superiore a 5 mm.
  • dilagante La dimensione del tumore è superiore a 3 cm Il grado di invasione supera 0,5 cm La neoplasia germoglia vasi o pleura. La necrosi tumorale è presente.

Sintomi di adenocarcinoma polmonare

In una fase iniziale di sviluppo, la neoplasia non si manifesta. A volte ci sono piccoli sintomi della malattia, ai quali i pazienti di solito non attribuiscono importanza. La mancanza di respiro e l'aumento della fatica sono attribuiti ad altre cause. Più tardi, la sindrome del dolore, la tosse secca o produttiva si unisce. L'intensità del dolore toracico dipende dalla posizione e dalla prevalenza del processo. C'è un aumento del dolore con un respiro profondo, durante una tosse, risate.

Il paziente è più spesso infastidito da una tosse secca, a volte viene espulso espettorato mucoso liquido. In alcune forme di adenocarcinoma, viene tossita una grande quantità (2 o più litri al giorno) di muco acquoso. La germinazione di un tumore dei vasi sanguigni è accompagnata da emottisi, emorragia polmonare. La difficoltà respiratoria inizialmente si verifica solo con uno sforzo fisico significativo, quindi la mancanza di respiro aumenta gradualmente, si sviluppa grave insufficienza respiratoria.

Con una lesione secondaria della pleura e del pericardio, compaiono sintomi di accumulo di liquidi nella cavità pleurica, compaiono sacche di cuore. Una grande neoplasia a volte schiaccia o germoglia l'esofago, causando disfagia. Occasionalmente, un adenocarcinoma è localizzato nella regione dell'apice del polmone e si manifesta con la sindrome di Horner, un cambiamento nel timbro della voce e un intenso dolore alla spalla. I pazienti con carcinoma ghiandolare spesso ricevono un trattamento a lungo termine per la polmonite prolungata..

Con la progressione della malattia, ci sono segni di danni agli organi rimossi, sindrome paraneoplastica. Molto spesso, l'adenocarcinoma polmonare è accompagnato da manifestazioni di ipercalcemia. Il paziente è preoccupato per nausea e vomito, sete intensa. Il paziente perde peso, si notano sintomi di disidratazione, costipazione. A volte le deformità delle falangi terminali delle dita si trovano come bacchette.

complicazioni

Le complicanze vengono rilevate nelle fasi successive della malattia. L'adenocarcinoma polmonare invasivo provoca molto spesso un'arrosione della parete vascolare seguita da emorragia polmonare, che nel 10-80% dei casi provoca morte. La patologia è spesso accompagnata da grave polmonite paracancrotica, pleurite carcinomatosa. Il danno secondario al cervello e al fegato porta a funzioni compromesse di questi organi. Le metastasi ossee immobilizzano il paziente.

Diagnostica

Oncologi, pneumologi sono coinvolti nella diagnosi della malattia. Quando intervista un paziente, l'intensità e la durata del fumo, il percorso professionale vengono chiariti e viene presa in considerazione una storia familiare. L'ispezione e l'esame obiettivo nella fase iniziale della malattia non sono informativi. In casi avanzati, vengono rilevati sintomi di polmonite e ipossiemia. La diagnosi finale si basa su:

  • Metodi di ricerca della visualizzazione. Sul roentgenogramma dei polmoni sono visibili aree periferiche di infiltrazione con segni di crescita tumorale. La TC e la risonanza magnetica del torace aiutano a chiarire la localizzazione della neoplasia, a identificare le metastasi nei linfonodi regionali, il polmone controlaterale. La risonanza magnetica, le scansioni TC PET e l'osteoscintigrafia vengono utilizzate per determinare i cambiamenti di seconda mano a distanza..
  • Diagnosi endoscopica La fibrobronchoscopia consente di visualizzare un tumore maligno nel lume dei bronchi di grandi e medie dimensioni, per rilevare segni di broncostenosi. Con l'aiuto di questo metodo di ricerca, viene prelevata un'acqua di lavaggio, una biopsia transbronchiale.
  • Biopsia polmonare Permette di differenziare l'adenocarcinoma polmonare con altri tipi di tumori broncopolmonari, determina il grado di differenziazione e il tipo istologico. Il materiale ottenuto dalla biopsia è sottoposto a test genetici molecolari, seguiti dall'uso dei risultati per la nomina della terapia mirata.

Trattamento dell'adenocarcinoma polmonare

Puoi curare radicalmente una neoplasia maligna rimuovendo il tumore primario e i linfonodi colpiti dalle metastasi. Data la prevalenza del processo, viene prescritto un intervento chirurgico o viene eseguito un trattamento combinato o complesso, tra cui chemioterapia, immunoterapia, radioterapia e trattamento mirato. L'adenocarcinoma polmonare nella fase terminale viene trattato in modo sintomatico.

Chirurgia

Come monoterapia, la chirurgia viene utilizzata in pazienti con tumore non invasivo o minimamente invasivo. In quest'ultimo caso, a rischio di ricaduta, la tecnica chirurgica è integrata da radioterapia o chemioterapia. 1-2 lobi polmonari vengono rimossi. Con tumore localmente avanzato, viene eseguita una pneumonectomia. Allo stesso tempo, vengono eliminati i linfonodi colpiti dal processo tumorale.

Terapia conservativa

Le misure conservative comprendono radiazioni, chemioterapia e terapia mirata, trattamento con farmaci immunitari. L'uso adiuvante di radiazioni ionizzanti e agenti chemioterapici viene effettuato nel periodo postoperatorio, finalizzato alla distruzione dei resti della neoplasia. La terapia neoadiuvante è prescritta prima dell'intervento chirurgico per ridurre la massa tumorale. Il trattamento conservativo viene anche somministrato a pazienti con controindicazioni all'intervento chirurgico..

L'adenocarcinoma polmonare lanciato con metastasi a distanza è inutilizzabile e viene trattato in modo conservativo. Ai pazienti con determinate proprietà genetiche molecolari del tumore viene prescritta una terapia mirata. A tal fine, sono maggiormente utilizzati gli inibitori della tirosina chinasi e chinasi del linfoma anaplastico. I metodi standard includono anche l'immunoterapia. Le moderne medicine "addestrano" le cellule del sistema immunitario a riconoscere il tumore e distruggerlo. Studi clinici di nuovi farmaci immunoterapici.

Cure palliative

Le cure palliative sono fornite ai pazienti terminali in regime ambulatoriale o in un reparto specializzato - un ospizio. L'obiettivo principale di tale trattamento è quello di alleviare i sintomi della malattia gravemente tollerati e migliorare la qualità della vita dei pazienti. Un'adeguata analgesia è di grande importanza. Vengono utilizzati analgesici narcotici e non narcotici. Se necessario, vengono prescritti soppressori della tosse, broncodilatatori, viene utilizzata l'ossigenoterapia prolungata, viene fornito supporto psicologico.

Previsioni e prevenzione

L'adenocarcinoma polmonare precoce (fasi preinvasive, minimamente invasive) con trattamento chirurgico tempestivo è prognosticamente favorevole. Il recupero si verifica in quasi il 100% dei pazienti. La prognosi peggiora con il progredire della malattia. Il tasso di sopravvivenza dei pazienti con patologia nell'ultimo stadio è estremamente basso. A scopo preventivo, è necessario smettere di fumare, rispettare le norme di sicurezza quando si lavora in una fabbrica con condizioni dannose e sottoporsi a esami medici preventivi in ​​modo tempestivo.