Adenocarcinoma polmonare: cause, sintomi, diagnosi, trattamento, prognosi di tutte le fasi

Teratoma

Tra gli altri processi oncologici dell'apparato respiratorio, un terzo dei casi è adenocarcinoma e alcuni scienziati ritengono che almeno il 40%. Tra i non fumatori, i processi cancerosi nei polmoni spesso procedono proprio in questo scenario. Durante l'esame istologico, l'adenocarcinoma si manifesta come nodi di tonalità marrone, grigia, giallastra con elementi trasparenti separati. Spesso la forma periferica è accompagnata da una cicatrice.

Tipi e tipi

L'adenocarcinoma dei polmoni è un concetto collettivo che combina diverse varietà di processi tumorali. Con il normale adenocarcinoma, il tessuto contiene papille, tubi, strutture solide e acinari, comprese le cellule che generano le mucose. La ghiandola altamente differenziata è combinata con una bassa differenziazione.

La forma acinea è spesso formata da elementi ghiandolari che differiscono l'uno dall'altro per dimensioni e forma. L'adenocarcinoma papillare è una forma della malattia in cui si formano papille, tubercoli all'interno di complessi di ghiandole e tubuli. La versione solida è simile ai processi tumorali a grandi cellule. Con tale adenocarcinoma polmonare, non si formano elementi ghiandolari, papillari. Tale malattia è scarsamente differenziata, mentre i tipi acinari e papillari appartengono all'alto gruppo di differenziazione.

L'adenocarcinoma dei polmoni è una cellula grande, gigante, chiara, combinata con cellule ghiandolari e piatte. Possibile tumore carcinoide.

Come notare?

Quando la malattia sta appena iniziando a svilupparsi, non ci sono manifestazioni caratteristiche. Il tumore cresce, gradualmente il paziente inizia a preoccuparsi di una tosse inspiegabile. In questo caso, l'espettorato viene rilasciato in grandi quantità, spesso con una miscela di sangue. Mancanza di respiro inquietante, dolore al petto, la voce è disturbata. Con l'adenocarcinoma dei polmoni, i linfonodi diventano più grandi. L'incidenza di pleurite, la polmonite è in aumento. Spesso il paziente nota una temperatura leggermente elevata. C'è una forte perdita di peso.

Su cosa contare?

La prognosi dell'adenocarcinoma polmonare con diagnosi tardiva della malattia è sfavorevole, soprattutto se non viene praticato un trattamento adeguato. In media, è necessario un anno e mezzo per raddoppiare le dimensioni di un tumore. Man mano che la neoplasia cresce rapidamente, è caratterizzata dalla diffusione attiva delle metastasi in tutto il corpo.

Con adenocarcinoma, soffrono di tessuto osseo, fegato e ghiandole surrenali. Possibile infezione cerebrale. La sopravvivenza a cinque anni è stimata in media al 15%.

Aiutare il paziente

Il trattamento dell'adenocarcinoma polmonare viene selezionato in base al grado di avanzamento della malattia. Se è possibile identificare la formazione nella fase iniziale, il paziente viene inviato per un intervento chirurgico. Il medico determina le caratteristiche della localizzazione del processo tumorale, le dimensioni della formazione. Valutando le informazioni ricevute, decidono se è più efficace in un caso particolare rimuovere completamente un segmento, un lobo polmonare o un organo. Per ridurre al minimo il rischio di ricaduta, è necessario rimuovere i nodi vicini del sistema linfatico.

Allo stadio 4, l'adenocarcinoma polmonare non può essere curato con un metodo operativo. Nelle fasi precedenti, un tale intervento può essere controindicato per vari motivi. Se è impossibile operare, al paziente vengono prescritti chemioterapia, radiazioni. L'obiettivo principale dell'evento è rallentare l'avanzamento della condizione..

Caratteristiche della diffusione della malattia

Come dimostrano gli studi statistici, più spesso apprendono dalla propria esperienza cos'è l'adenocarcinoma polmonare, uomini. È noto che il rischio di sviluppare la malattia è maggiore se la persona al lavoro è costretta a venire a contatto con fattori pericolosi e dannosi. La probabilità di sviluppare il cancro è maggiore se una persona fuma. Il numero di donne con adenocarcinoma è significativamente inferiore al sesso più forte.

Come stabilito dai medici, studiando cos'è l'adenocarcinoma dei polmoni, la malattia è provocata da una grande varietà di fattori. Tra questi c'è il fumo: questa cattiva abitudine, come hanno dimostrato chiaramente studi specifici, aumenta il rischio di cancro di diverse decine di volte. Il pericolo è maggiore se una persona beve regolarmente, mangia cibi che contengono sostanze cancerogene, è in uno spazio polveroso da molto tempo o è costretta a lavorare con l'amianto.

Nota!

La probabilità di adenocarcinoma polmonare periferico è maggiore se una persona vive in una situazione ambientale sfavorevole, vicino a autostrade, strutture industriali e mangia anche cibo e acqua sporchi. Ci sono più pericoli se la zona giorno è contaminata dal radon, i polmoni sono stati esposti a radiazioni ionizzanti.

Gli studi hanno dimostrato che la probabilità dell'oncologia è più significativa se una persona soffre di malattie polmonari croniche o ha una predisposizione genetica all'oncologia. Più spesso, l'adenocarcinoma viene rilevato nelle persone di età superiore ai sessanta. I fattori secondari includono l'uso di farmaci ormonali..

Sintomi

Poiché non ci sono sintomi caratteristici dell'oncologia, l'adenocarcinoma è raramente in grado di essere rilevato nella fase iniziale. È noto che in alcuni pazienti l'appetito è scomparso a tal punto che le persone hanno rifiutato completamente il cibo. A volte una debolezza molto pronunciata è inquietante, la capacità lavorativa è ridotta, una persona è molto stanca. Nel pomeriggio, spesso si addormenta, il peso diminuisce gradualmente. Negli studi di laboratorio, puoi notare una progressiva riduzione del sangue dei corpi rossi. Tutte queste manifestazioni sono caratteristiche di varie malattie oncologiche, possono indicare il loro approccio o processi atipici che sono già iniziati.

Se lasci le manifestazioni primarie incustodite, altri sintomi oncologici si uniscono gradualmente. L'adenocarcinoma manifesta disagio al petto. I linfonodi crescono soprattutto sotto la mascella e nella fossa ascellare. Se l'adenocarcinoma è accompagnato da malattie del tratto respiratorio, è sempre più difficile curare.

Nel tempo, il processo del cancro porta alla formazione di metastasi. Le caratteristiche dell'aspetto in questa fase sono determinate dalla localizzazione dei fuochi secondari. In questa fase, l'adenocarcinoma polmonare è molto difficile da trattare..

Passo dopo passo

Lo stadio primario dell'adenocarcinoma è un piccolo tumore di dimensioni, situato rigorosamente nei polmoni. Il secondo stadio è un piccolo tumore, i linfonodi vicini sono colpiti da metastasi. Il terzo stadio - infezione del polmone completamente, si osservano metastasi nel sistema linfatico.

L'opzione più trascurata è la quarta fase della malattia. Gli studi possono rilevare metastasi nei linfonodi, vari organi interni. Il corso terapeutico è estremamente complesso, la probabilità di morte è alta. È vero, le tecniche moderne più efficaci danno una certa possibilità per una cura di successo..

Alcune ricerche

Sospettando un adenocarcinoma, il medico prescrive una radiografia. Questo approccio è il più semplice, disponibile in quasi tutte le cliniche e consente di determinare la presenza nei polmoni di un'area dubbia che può rivelarsi un tumore. Ci sono casi frequenti in cui un paziente viene indirizzato a una radiografia a causa del sospetto adenocarcinoma, ma per altri motivi e solo per caso è possibile rilevare una formazione maligna.

Per chiarire il caso usando la risonanza magnetica, CT. Attualmente, tali metodi forniscono le informazioni più precise e dettagliate sulle condizioni del paziente. Il medico studia i polmoni in diverse angolazioni, proiezioni. Sulla base delle informazioni ricevute, è possibile determinare quale metodo di trattamento darà i migliori risultati. Risonanza magnetica, TC - metodi con cui è possibile rilevare le metastasi, se presenti.

Condizione chiarificante

La diagnostica a ultrasuoni è un altro metodo popolare che consente di valutare le condizioni del paziente. Allo stato attuale, l'ecografia viene eseguita per tutte le persone che sospettano l'adenocarcinoma. Si ritiene che l'ecografia in sé per identificare una diagnosi accurata non sia informativa, ma fornisce ulteriori informazioni riguardo ai metodi diagnostici di cui sopra.

La biopsia è un metodo di analisi estremamente importante. Senza un tale studio, è impossibile diagnosticare con precisione un tumore di qualsiasi tipo. I campioni di tessuto vengono prelevati dal paziente per l'esame istologico per determinare il livello di malignità, in particolare le cellule atipiche. Durante una biopsia, viene eseguita la broncoscopia, studiando le condizioni dell'albero bronchiale dall'interno. Ciò consente di ottenere le informazioni più accurate sullo sviluppo del processo..

Differenziazione

È possibile un elevato livello di differenziazione. In questo caso, le cellule atipiche che compongono un adenocarcinoma sono il più vicino possibile a quelle sane nella loro struttura. In una fase iniziale, una tale malattia non si manifesta. Ci saranno alcuni sintomi comuni, ma molti non prestano attenzione a loro, confondendo una malattia oncologica con un comune raffreddore, affaticamento cronico. In generale, un elevato livello di differenziazione delle cellule atipiche indica una buona prognosi..

Un livello moderato di differenziazione delle cellule tumorali significa deviazioni significative dalla struttura normale. Un tale adenocarcinoma è pericoloso, può provocare complicazioni. Alta probabilità di infezione metastatica degli organi interni.

L'adenocarcinoma di basso grado viene diagnosticato se le cellule atipiche sono molto diverse da quelle sane. È estremamente difficile per un medico valutare la struttura dell'educazione, le caratteristiche del suo sviluppo, il che significa che è difficile scegliere un corso terapeutico di successo. L'adenocarcinoma di basso grado è soggetto a crescita esplosiva, maggiore aggressività. La prognosi per lei è la più sfavorevole.

Regole terapeutiche

La prognosi migliore è per chi è andato dal medico in una fase iniziale. Il risultato sarà probabilmente positivo. In una fase precoce, l'adenocarcinoma risponde bene al trattamento se il paziente segue il corso sviluppato da uno specialista. Il medico sta prendendo in considerazione misure per rimuovere completamente le cellule degenerate dal corpo. L'obiettivo del corso è fornire al paziente la massima aspettativa di vita. Se è impossibile curare, la terapia viene selezionata in modo che i sintomi della malattia siano tollerati in modo relativamente semplice e il più indolore possibile..

La chirurgia è possibile al primo, secondo stadio di una neoplasia tumorale. Una misura efficace sarà se non ci sono metastasi a organi distanti. Se la diffusione in tutto il corpo è iniziata, l'efficacia dell'operazione è troppo bassa, quindi nella maggior parte dei casi questo approccio al trattamento non è pratico.

Nuances di caso

L'adenocarcinoma può essere localizzato in una varietà di organi e tessuti del corpo umano. L'eccezione sono i vasi e il tessuto connettivo. Sebbene nella maggior parte dei casi, il cancro si riscontra in persone di età superiore ai 60 anni, è probabile che tutte le fasce di età si ammalino. Le caratteristiche della manifestazione di adenocarcinoma nei bambini e negli adulti, negli adulti, negli anziani non sono diverse.

In alcuni casi, è possibile sospettare l'adenocarcinoma dall'espettorato, che è caratterizzato da un odore sgradevole. Tracce di cellule atipiche si trovano nelle secrezioni. In pratica, a causa dell'espettorato, solo una piccola percentuale di pazienti si rivolge ai medici. A volte i pazienti sono preoccupati per il gonfiore del collo, del viso. Può voce rauca. Se l'adenocarcinoma si sviluppa molto rapidamente, aumenta la probabilità di sanguinamento interno.

Il trattamento dell'adenocarcinoma è possibile solo in una clinica specializzata con l'uso di prodotti farmaceutici e dispositivi speciali. L'automedicazione di tale tumore a casa non può avere successo in linea di principio, sarà solo una perdita di tempo prezioso, accelererà l'esito letale.

Cos'è l'adenocarcinoma polmonare e per quanto tempo vivrà una persona

Fino al trentacinque percento delle persone con carcinoma polmonare manifesta adenocarcinoma polmonare. Questo è un tumore che si sviluppa dal tessuto ghiandolare dei bronchi e dei polmoni. La composizione delle cellule della neoplasia è strutture ghiandolari, interconnesse. Più spesso il tumore è localizzato sulla superficie dei piccoli bronchi, ma a volte colpisce anche grandi bronchi. Nei casi più gravi, l'intero sistema bronco-polmonare è interessato.

Tre volte più spesso lo sviluppo del processo del cancro è registrato tra i maschi di età compresa tra i cinquanta e i sessanta anni. Durante questo tipo di tumore, compaiono numerosi noduli nei polmoni con dimensioni e densità diverse. Le neoplasie sono prevalentemente di colore grigio, ma a volte possono avere una tonalità bianca o bruno-giallastra. Anche nei tumori ci sono cellule che non hanno colore, quindi alcune aree della neoplasia sono trasparenti.

Le cause

A differenza di altre malattie oncologiche, la cui eziologia non è completamente compresa, gli scienziati possono quasi rispondere alla domanda "perché insorge il cancro ai polmoni". Le cause e i fattori di questa patologia oncologica includono:

  • effetti cancerogeni del fumo di tabacco con fumo attivo e passivo;
  • dipendenza da alcol;
  • abuso di cibo spazzatura (piccante, salato, grasso e cibo spazzatura);
  • vivere in aree ecologicamente inquinate;
  • lavoro pericoloso;
  • malattie polmonari croniche.

Di grande importanza è la predisposizione ereditaria. Una persona ha maggiori probabilità di affrontare il cancro ai polmoni se qualcuno della famiglia aveva già la malattia.

Classificazione

I tumori dei polmoni sono classificati in base al grado di differenziazione. E così una persona può essere diagnosticata con:

Più alto è questo grado, più il processo oncologico è maligno e peggiore è la prognosi per il paziente. Neoplasie altamente differenziate producono attivamente muco, con moderata differenziazione, la struttura del tumore è ghiandolare-mucosa, nel tumore a bassa differenziazione sono presenti cellule poligonali che formano il muco.

fasi

Per le dimensioni del tumore e il grado di diffusione del processo oncologico, ci sono quattro fasi del cancro del polmone:

  1. Nel primo stadio, la dimensione della neoplasia è inferiore a tre centimetri. Il tumore è localizzato in un segmento e non metastatizza..
  2. Nel secondo stadio, la dimensione del tumore non supera i 6 centimetri. Anche la neoplasia è limitata a un segmento, ma potrebbero esserci metastasi nei linfonodi broncopolmonari.
  3. Durante il terzo stadio, il tumore ha un diametro maggiore di sei centimetri, le cellule maligne sono localizzate su un lobo del polmone, ci sono metastasi nei linfonodi della biforcazione o nella regione paratracheale.
  4. Il carcinoma polmonare di quarto grado è il più grave, anche un altro polmone è interessato, il processo maligno va alle strutture vicine. Le metastasi possono colpire organi distanti; si verifica una pleurite cancerosa.

Prima viene condotto l'esame, maggiori sono le possibilità di una cura, poiché con un aumento dello stadio della malattia la prognosi peggiora.

Sintomi

Nelle prime fasi, i sintomi dell'adenocarcinoma polmonare sono assenti o così insignificanti che il paziente non li presta attenzione. Le prime manifestazioni del carcinoma polmonare ghiandolare non sono tipiche e possono verificarsi con molte altre malattie:

  • una persona si stanca rapidamente;
  • la capacità lavorativa diminuisce;
  • voglio costantemente dormire;
  • perdita di appetito;
  • si verifica perdita di peso ed esaurimento.
  • il sangue appare nell'espettorato;
  • la tosse costante inizia con espettorato abbondante;
  • gonfiore del viso e del collo;
  • fa costantemente male dietro il petto;
  • la persona diventa apatica;
  • mancanza di respiro si verifica anche con uno sforzo minore;
  • i linfonodi regionali si infiammano;
  • la polmonite e la pleurite si sviluppano spesso, che sono difficili da trattare.

Inoltre, i sintomi dipendono da quali organi sono stati colpiti dalle metastasi. Se non presti attenzione ai primi segni, il cancro polmonare ghiandolare può diventare quattro volte più in un anno.

Diagnostica

Per identificare la malattia, è necessaria la diagnosi in pneumologia:

  1. Studi di laboratorio - citologia dell'espettorato, analisi del sangue generale e biochimica, analisi dei marker tumorali;
  2. Biopsia tumorale da puntura per esame istologico;
  3. Esame radiografico del torace;
  4. Imaging a risonanza magnetica o tomografia computerizzata;
  5. Broncoscopia: esame con un broncoscopio;
  6. Diagnostica ad ultrasuoni per rilevare metastasi.

Se ai pazienti viene diagnosticato un adenocarcinoma polmonare, quindi dopo l'esame, la nomina di misure terapeutiche.

Metodi di trattamento

La possibilità di curare un paziente con adenocarcinoma polmonare dipende dallo stadio del cancro, dall'età del paziente e dal suo stato di salute. Più spesso, viene eseguito un trattamento complesso, che include interventi chirurgici, radioterapia e chemioterapia. Con questo approccio, puoi ottenere il miglior risultato, prolungare la vita di una persona o persino liberarlo da una neoplasia.

Intervento chirurgico

Se il tumore è stato rilevato in una fase iniziale di sviluppo e ha una dimensione ridotta, l'intervento chirurgico può curare completamente il paziente e salvare la maggior parte dell'organo. Il volume di operazione è determinato dalla posizione e dalle dimensioni della neoplasia. Esistono tre tipi di trattamento chirurgico:

  1. Con una segmentectomia, il medico rimuove uno o più segmenti di organi colpiti dalla neoplasia. Cioè, un tumore viene resecato con parte delle cellule che lo circondano.
  2. Durante la lobectomia, viene rimosso un lobo del polmone..
  3. Con la polmonectomia, viene eseguita una completa rimozione del polmone, che ha influenzato il processo oncologico..

Insieme a uno di questi tipi di intervento chirurgico, viene eseguita la rimozione dei linfonodi regionali, cioè quelli che appartengono alla zona del torace. Prima dell'operazione, i medici valutano le condizioni del secondo polmone. Se non funziona abbastanza bene, l'intervento chirurgico è controindicato e i medici ricorrono solo alla terapia chimica e alle radiazioni.

Radioterapia

L'irradiazione viene eseguita in modo da non danneggiare i tessuti sani. Per questo, viene utilizzato un cyberknife, che colpisce direttamente il tumore per radiazione, dopo che il medico ha determinato le sue coordinate e dimensioni. L'irradiazione viene eseguita contemporaneamente da diversi lati della neoplasia, che consente di distruggere le sue cellule.

Chemioterapia

Un trattamento efficace è la chemioterapia. Il medico prescrive farmaci per il paziente che uccidono le cellule non solo del tumore principale, ma anche delle neoplasie metastatiche. Prima dell'intervento, la terapia chimica aiuta a ridurre le dimensioni del tumore e, dopo l'intervento, aiuta a prevenire le ricadute. Lo svantaggio della chemioterapia per l'adenocarcinoma è che i farmaci agiscono in modo aggressivo non solo sulle cellule patologiche, ma anche su quelle sane.

Metodi tradizionali di medicina

I rimedi popolari nella lotta contro il cancro possono solo fungere da terapia aggiuntiva. In nessun caso possono sostituire il trattamento principale prescritto dal medico. La medicina alternativa può essere utilizzata per fermare la nausea e altri effetti collaterali della chemioterapia. Una ricetta efficace è quella di raccogliere erbe medicinali:

  • di semi di lino;
  • margherite;
  • colore mela;
  • fiori d'arancio;
  • foglie di ortica;
  • foglie di aloe essiccate;
  • radice di ginseng.

Tutte le piante devono essere frantumate, miscelate e preparate. Tale tè viene consumato con miele (se non c'è allergia) ogni giorno e molto.

Vale la pena ricordare che l'uso di qualsiasi prescrizione di medicina tradizionale dovrebbe essere concordato con il medico curante, poiché l'automedicazione può solo aggravare la situazione e portare a gravi complicazioni e conseguenze..

Previsioni e prevenzione

La percentuale di sopravvivenza per l'adenocarcinoma polmonare dipende dal grado di malignità del tumore, da dove è localizzato, da quanti anni ha il paziente, in quale fase del trattamento della malattia è stato avviato e da come l'organismo ha risposto. Con il carcinoma polmonare in stadio 4, la prognosi è la più sfavorevole, poiché la chirurgia in questa fase non fornisce risultati adeguati e non è inclusa nell'elenco delle misure di trattamento. Solo il due o il tre percento dei pazienti guarisce da radiazioni e chemioterapia..

Dopo il trattamento del terzo stadio, non più del dieci percento delle persone può aspettarsi una sopravvivenza a cinque anni. Se è stata eseguita una resezione totale del polmone con tessuti interessati e linfonodi, il tasso di sopravvivenza raggiunge il trenta percento. La terapia nella prima fase fornisce un risultato di sopravvivenza a cinque anni nel 60-70%.

La prevenzione della malattia è di evitare fattori che possono diventare un impulso per il processo oncologico nei polmoni:

  • smettere di fumare;
  • meno nelle stanze scarsamente ventilate;
  • trattamento tempestivo e corretto delle malattie virali;
  • aderire ad una corretta alimentazione;
  • non contattare con arsenico, amianto, nichel e altri prodotti chimici e se il lavoro prevede il contatto con essi, aderire alle norme di sicurezza e sottoporsi a ispezioni periodiche.

Uno stile di vita sano con regolare attività fisica aiuta a ridurre significativamente il rischio di adenocarcinoma polmonare.

Adenocarcinoma polmonare

L'adenocarcinoma polmonare (carcinoma polmonare ghiandolare) è un tumore non a piccole cellule che viene diagnosticato nel 40% di tutte le malattie polmonari oncologiche. Il principale pericolo di questo processo patologico è che nella maggior parte dei casi è asintomatico. Gli uomini di età compresa tra 50 e 60 anni sono i più sensibili alla malattia. Con un trattamento tempestivo, non causa complicazioni.

Eziologia

I medici osservano che questa malattia viene spesso diagnosticata negli uomini, il che può essere dovuto al costo del lavoro, al consumo eccessivo di nicotina e ad altri prodotti del tabacco.

L'eziologia di questa malattia è ben compresa. I fattori predisponenti del processo oncologico sono i seguenti:

  • fumatori;
  • consumo eccessivo di alcol;
  • il consumo sistematico di cibi grassi, piccanti, salati e veloci;
  • caratteristiche ambientali del luogo di residenza (situato vicino a impianti industriali, situazione ambientale sfavorevole in generale);
  • inalazione di sostanze tossiche;
  • terapia ormonale a lungo termine;
  • malattia polmonare cronica;
  • predisposizione genetica.

Va notato che l'adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato può anche svilupparsi in persone con una storia minima di fumo o in coloro che non fumano affatto. Con un sistema immunitario indebolito, è sufficiente essere un fumatore passivo, per essere a rischio.

Classificazione

In base al grado di differenziazione, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • moderatamente differenziato;
  • altamente differenziato;
  • basso rango.

Una forma altamente differenziata include disturbi con formazione attiva di muco. Per una forma moderata, lo sviluppo di una struttura ghiandolare-mucosa è caratteristico. L'adenocarcinoma polmonare di basso grado è caratterizzato dalla presenza di cellule poligonali che formano il muco..

Inoltre, a seconda dell'entità della lesione, si distinguono quattro fasi dello sviluppo del processo oncologico:

  • primo - non ci sono metastasi, la dimensione del tumore non è più di 3 centimetri;
  • il secondo - la dimensione del tumore raggiunge i 6 centimetri, viene diagnosticata la presenza di metastasi nei nodi broncopolmonari;
  • il terzo - la dimensione del tumore è superiore a 6 centimetri, il processo oncologico cattura l'intero lobo del polmone;
  • quarto - il processo del tumore si diffonde al secondo polmone, inizia lo sviluppo della pleurite del cancro.

Il trattamento è più efficace nel primo o nel secondo stadio della malattia polmonare. Se al paziente viene diagnosticato un quarto grado della malattia, allora non vi è alcun dubbio di un completo recupero. La terapia in questo caso ha lo scopo di sostenere la vita del paziente.

Sintomatologia

Nella fase iniziale dello sviluppo, la malattia, nella maggior parte dei casi, è asintomatica. Inoltre, il quadro clinico può differire dai segni generali, a seconda della posizione del tumore e dello stadio della lesione..

Man mano che la patologia si sviluppa, possono comparire i seguenti sintomi:

  • tosse prolungata con espettorato, che ha un odore sgradevole;
  • disagio e dolore al petto;
  • mancanza di aria;
  • temperatura corporea instabile;
  • gonfiore del viso e del collo;
  • affaticabilità rapida;
  • perdita di appetito e, di conseguenza, una forte perdita di massa;
  • raucedine nella voce;
  • linfonodi ingrossati;
  • pleurite frequente.

Se il tumore cresce rapidamente, il paziente può sviluppare emorragia polmonare. Con un simile quadro clinico, dovresti cercare immediatamente un aiuto medico. L'automedicazione è strettamente controindicata.

Diagnostica

La diagnosi precoce di questa malattia consente di curare quasi completamente il paziente. Tuttavia, questo è praticamente impossibile, poiché nella fase iniziale la malattia è asintomatica.

Inizialmente, il medico effettua un esame personale e accerta la storia medica del paziente, se lo stato della sua salute lo consente. Per una diagnosi accurata, vengono utilizzati i seguenti metodi di ricerca:

  • TC e risonanza magnetica del torace;
  • esami del sangue generali e biochimici;
  • citologia dell'espettorato;
  • radiografia del torace;
  • fluorography;
  • biopsia;
  • broncoscopia;
  • prelievo di sangue per marker tumorali.

Sulla base dei risultati dei test, il medico può determinare accuratamente la sottospecie e lo stadio di sviluppo di questo processo patologico.

Trattamento

Il trattamento dell'adenocarcinoma polmonare ha senso solo nelle fasi iniziali del processo oncologico. In generale, le tattiche di trattamento sono selezionate in base alla posizione e al grado di danno al polmone destro o sinistro.

Tipicamente, il trattamento per il cancro ghiandolare può includere quanto segue:

  • intervento operabile;
  • radioterapia;
  • chemioterapia.

Separatamente, il trattamento chirurgico dovrebbe essere evidenziato. A seconda del grado di danno, viene utilizzato uno dei seguenti metodi:

  • segmentectomia - rimozione della sola parte interessata del polmone;
  • lobectomia - rimozione del lobo del polmone;
  • polmonectomia - rimozione di un intero organo.

Di norma, l'ultimo tipo di intervento operabile viene utilizzato solo nella terza, a volte quarta fase. Va notato che l'operazione non viene eseguita se le metastasi sono vicine alla trachea o il paziente ha malattie concomitanti del sistema cardiovascolare.

La terapia farmacologica, come tipo separato di trattamento, con questa patologia non viene utilizzata. Di norma, il medico prescrive alcuni farmaci dopo l'intervento chirurgico in modo che il corpo del paziente recuperi il più rapidamente possibile. L'uso della medicina tradizionale, in questo caso, è fuori discussione.

previsione

Le migliori prognosi per il trattamento vengono fornite se al paziente viene diagnosticata la malattia in stadio 1-2. L'operazione o uno dei suddetti tipi di terapia fornisce risultati positivi. La sopravvivenza globale è del 60–70%.

Con la malattia oncologica nel terzo stadio, le prognosi non sono confortanti. L'operazione può portare a un recupero parziale. Secondo le statistiche, il tasso di sopravvivenza globale in questa fase del cancro è del 20-25%.

Il quarto stadio dell'adenocarcinoma polmonare ha prognosi estremamente negative. L'operazione, in questo caso, non viene eseguita. La terapia mira solo a mantenere la vita umana. Il tasso di sopravvivenza è del 2-3%.

Prevenzione

Prevenire il carcinoma polmonare ghiandolare è molto più facile che curarlo. Al fine di ridurre al minimo il rischio di sviluppare questo processo oncologico, dovrebbero essere applicate nella pratica le seguenti regole di prevenzione:

  • completa cessazione del fumo;
  • evitare la permanenza prolungata in locali polverosi e scarsamente ventilati;
  • trattamento tempestivo e adeguato delle malattie virali;
  • nutrizione appropriata;
  • moderata attività fisica regolare;
  • evitare il contatto con sostanze cancerogene pericolose, come arsenico, radon, amianto, nichel.

Inoltre, non bisogna dimenticare il passaggio regolare della fluorografia. Ciò contribuirà a rilevare la malattia in una fase precoce, il che consente di curarla completamente. Ai primi sintomi, dovresti consultare un medico e non essere trattato in modo indipendente.

Adenocarcinoma polmonare

Articoli di esperti medici

L'adenocarcinoma polmonare è considerato una delle forme più comuni di carcinoma polmonare non a piccole cellule. Tale malattia si verifica in circa il 40% delle neoplasie polmonari maligne diagnosticate. Presumibilmente, si verifica in strutture cellulari di grandi bronchi, ma quando viene rilevato, viene definito come un tumore polmonare periferico con un decorso asintomatico.

Codice ICD-10

Cause di adenocarcinoma polmonare

Secondo le statistiche, il più delle volte la malattia viene rilevata nei pazienti maschi. Ciò può essere spiegato dalle caratteristiche dell'attività professionale (lavoro in settori pericolosi, inalazione di sostanze chimiche e tossiche) e una maggiore propensione alle cattive abitudini. Nelle pazienti di sesso femminile, vengono rilevati più spesso solo alcuni tipi di malattia, ad esempio la forma broncopolmonare dell'adenocarcinoma.

I fattori predisponenti della formazione del tumore sono considerati:

  • lunga storia di fumo (è stato dimostrato che l'inalazione giornaliera di catrame e nicotina aumenta il rischio di tumori di 20-30 volte);
  • alcolismo;
  • caratteristiche ambientali dell'area di residenza (nelle vicinanze di grandi impianti industriali, autostrade, nonché indicatori insoddisfacenti di acqua, atmosfera, suolo);
  • errori nell'alimentazione (maggiore uso di agenti cancerogeni - semilavorati, fast food, grassi, cibi fritti);
  • soggiorno prolungato in ambienti con aria inquinata (polvere, fuliggine, ecc.);
  • lavori relativi alla produzione e al funzionamento dell'amianto;
  • regolare esposizione al radon nei polmoni, a causa della peculiarità della posizione geografica;
  • danno radioattivo ai polmoni;
  • malattie infettive croniche e virali dei polmoni;
  • predisposizione ereditaria.

La maggior parte delle diagnosi di adenocarcinoma polmonare vengono fatte ai pazienti dopo 60 anni, quindi l'età può anche essere considerata predisponente ai fattori della malattia..

Inoltre, l'uso continuo incontrollato di farmaci ormonali per il trattamento di altre patologie nel corpo può essere considerato una causa secondaria dello sviluppo della malattia..

Sintomi di adenocarcinoma polmonare

Sfortunatamente, le malattie maligne nella maggior parte dei casi non si manifestano con sintomi specifici e l'adenocarcinoma polmonare non fa eccezione.

Dei segni non specifici di oncologia, si può chiamare quanto segue:

  • appetito diminuito o scomparso;
  • debolezza generale, affaticamento, riduzione delle prestazioni;
  • sonnolenza
  • perdita di peso;
  • anemia progressiva.

In futuro, la sintomatologia cresce, si intensifica, compaiono sempre più nuovi segni:

  • tosse senza causa, spesso con una piccola quantità di espettorato;
  • mancanza di respiro durante l'attività fisica e con il tempo e il riposo;
  • dolore e stato di disagio dietro lo sterno;
  • linfonodi ingrossati sotto la mascella, sotto le ascelle, ecc.;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • malattie polmonari ricorrenti che rispondono in modo estremamente scarso al trattamento.

Se si sviluppano metastasi - cellule figlie del tumore che si diffondono in tutto il corpo - i sintomi dipenderanno dall'organo in cui si trova la metastasi.

Dove ti fa male?

Che preoccupazioni?

Fasi di adenocarcinoma polmonare

L'efficacia delle misure terapeutiche dipende direttamente dalla diffusione della malattia in tutto il corpo. Su questa base, si distinguono 4 fasi del processo tumorale:

  • nella prima fase, la malignità dei tessuti non lascia i polmoni;
  • nel secondo stadio, il tumore è piccolo, fino a 60 mm, ma le metastasi penetrano nei linfonodi;
  • nel terzo stadio, il tumore copre completamente l'intero lobo polmonare, sono presenti metastasi nei linfonodi;
  • nel quarto stadio, si osserva una lesione del secondo polmone e si trovano anche metastasi in organi distanti.

A causa della scarsità di sintomi, l'adenocarcinoma polmonare allo stadio 4 viene spesso rilevato. Tuttavia, una tale patologia può anche essere trattata con successo con metodi moderni..

Diagnosi di adenocarcinoma polmonare

La diagnosi tempestiva delle neoplasie maligne rende possibile rendere il trattamento più efficace e in oncologia questo è un punto molto importante. Certo, molto dipende dal paziente stesso, che deve cercare aiuto in tempo.

I seguenti metodi diagnostici vengono utilizzati per identificare il tumore o chiarire la diagnosi:

  • La radiografia del torace è una delle procedure più popolari per rilevare tumori maligni nei polmoni. I tumori vengono spesso rilevati accidentalmente, ad esempio durante la fluorografia profilattica.
  • L'imaging a risonanza magnetica e calcolata sono considerati i metodi più moderni per ottenere informazioni quando un medico può esaminare e valutare lo stato del sistema respiratorio da diverse angolazioni. Questo dà il quadro più completo della patologia, con la scala della neoplasia, diffusione e metastasi.
  • L'esame ecografico è anche la procedura n. 1 nella diagnosi della malattia, tuttavia, il suo contenuto informativo in oncologia è alquanto sopravvalutato..
  • L'esame broncoscopico viene effettuato utilizzando un apparecchio speciale - un endoscopio. Il dispositivo è costituito da un tubo in fibra ottica elastico dotato di un dispositivo video e un dispositivo di illuminazione. Il tubo viene inserito per via intratracheale e aiuta a esaminare lo stato interno della trachea con l'immagine visualizzata sul monitor.
  • Un esame del sangue per il contenuto dei marker tumorali indica la presenza di malattie maligne nel corpo.
  • Una biopsia è uno studio molto importante e fondamentale, senza il quale è difficile immaginare l'oncologia moderna. L'essenza del metodo consiste nel prendere un elemento del tessuto interessato con la sua ulteriore indagine. Dal campione prelevato, è possibile determinare con precisione la malignità del processo. Il materiale per analisi viene prelevato contemporaneamente alla broncoscopia o alla puntura transtoracica (che è meno desiderabile e viene eseguita solo come ultima risorsa).

Cosa devi esaminare?

Come sondare?

Quali test sono necessari?

Differenziazione dell'adenocarcinoma polmonare

I tumori cancerosi possono differire in vari segni e parametri, quindi sono spesso divisi in determinati tipi, tipi e sottospecie.

Ad esempio, in base alle caratteristiche distintive delle cellule maligne dai sani ai tumori, vengono utilizzate diverse categorie di differenziazione. A proposito, le strutture cellulari altamente differenziate e normali non sono praticamente diverse.

Il termine "adenocarcinoma polmonare altamente differenziato" spiega il fatto che la trasformazione intracellulare consiste solo in un cambiamento delle dimensioni del nucleo cellulare - si osserva il suo allungamento. Ciò suggerisce che questa forma della malattia per lungo tempo non si manifesta con alcun sintomo fino a quando non raggiunge una certa dimensione. Segni non specifici possono certamente essere presenti: si tratta di debolezza generale, apatia, perdita di interesse per il cibo, emaciazione, eritrocitopenia.

L'adenocarcinoma polmonare altamente differenziato si riscontra nel 60% di tutti i casi di lesioni maligne del sistema polmonare e molto spesso nei pazienti di sesso maschile. Questa patologia può assumere la forma di un nodulo o di un tumore di dimensioni considerevoli. Può verificarsi in forma acinosa (con una predominanza di struttura ghiandolare) o in forma papillare (con struttura papillare). Entrambe le correnti sono inclini a una maggiore formazione di muco..

Come abbiamo detto sopra, la malattia non appare inizialmente. Poco dopo, compaiono i primi segni:

  • il rilascio di una grande quantità di espettorato, possibilmente con particelle di pus o sangue;
  • attacchi di tosse, febbre (non rispondendo agli antipiretici convenzionali);
  • mancanza di respiro, sia durante l'esercizio fisico che a riposo.

Un adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato assomiglia a una malattia altamente differenziata per natura del processo. Tuttavia, in questo caso, c'è un pronunciato cambiamento nelle strutture cellulari. Ora sono relativamente facili da distinguere da quelli normali, poiché il numero di cellule con una struttura atipica e quelle che attraversano la fase di divisione sta crescendo costantemente ed è impossibile non notarle.

Inoltre, l'adenocarcinoma moderatamente differenziato è più grave di altri, con un alto grado di rischio di sviluppare malattie e conseguenze concomitanti. Questa forma di tumore è soggetta a metastasi, principalmente nel flusso linfatico e nei linfonodi più vicini. È interessante notare che nei pazienti di età inferiore ai 30 anni non si osservano praticamente metastasi con adenocarcinoma polmonare..

L'adenocarcinoma polmonare di basso grado è caratterizzato dallo sviluppo di cellule primitive. Tali strutture sono difficili da confrontare con qualsiasi tessuto corporeo, pertanto è difficile valutare la struttura e il meccanismo di sviluppo di questo tumore. Tuttavia, una neoplasia di basso grado ha il più alto grado di malignità. Il tumore cresce molto rapidamente e può già diffondersi in tutto il corpo nel periodo iniziale del suo sviluppo. Naturalmente, questa forma di adenocarcinoma è considerata la più sfavorevole indipendentemente dallo stadio di crescita..

Chi contattare?

Trattamento dell'adenocarcinoma polmonare

Il trattamento per l'adenocarcinoma polmonare può consistere nella rimozione chirurgica del tumore, nella chemioterapia e nelle radiazioni. Molto spesso, questi metodi terapeutici sono usati in combinazione: l'oncologo determina il regime di trattamento in base ai risultati dei test e degli studi del paziente.

Come con altri tumori maligni, l'obiettivo del trattamento è rimuovere completamente il tumore o, se ciò non può essere fatto, quindi prolungare la vita del paziente, alleviando la sua sofferenza.

Intervento chirurgico necessariamente utilizzato negli adenocarcinomi di stadio I e II, cioè in circa il 10-30% delle malattie. Se il processo di diffusione delle metastasi ad organi distanti è già iniziato, non è più necessario contare solo sulla chirurgia. Inoltre, l'intervento chirurgico potrebbe non essere possibile se la malignità si trova vicino alla trachea o se al paziente viene diagnosticata una grave malattia cardiaca.

Il tipo di intervento polmonare viene selezionato in base alle dimensioni e alla posizione della neoplasia. Ad esempio, il chirurgo può rimuovere una parte del lobo polmonare, l'intero lobo o completamente un polmone. Allo stesso tempo, i linfonodi interessati dal processo vengono rimossi..

Il periodo di riabilitazione nei pazienti postoperatori non è facile, i pazienti hanno bisogno di cure accurate, possibilmente per diversi mesi. Inizialmente, quelli operati avevano difficoltà a respirare, respiro corto, dolore al petto. I pazienti anziani hanno bisogno di una riabilitazione più lunga.

  • La radioterapia viene utilizzata prima o dopo l'intervento chirurgico. L'essenza delle radiazioni è l'uso di raggi speciali che possono distruggere le cellule tumorali. Nella maggior parte dei casi, la radioterapia è combinata con chirurgia e terapia farmacologica..

Inoltre, al posto dei raggi, può essere prescritta la brachiterapia. Questo metodo è una forma di radioterapia quando una sostanza che emette radiazioni viene posizionata direttamente sull'organo interessato sotto forma di granuli. Un enorme vantaggio di questo metodo è che le radiazioni non influenzano il tumore dall'esterno, cioè non devono superare gli strati di tessuti sani. A causa di ciò, la brachiterapia ha molti meno effetti collaterali e complicanze..

La radioterapia può essere utilizzata se per qualche motivo il paziente rifiuta l'intervento chirurgico o se l'operazione diventa impossibile o insignificante. Gli effetti collaterali dopo la radioterapia sono una sensazione di debolezza costante, affaticamento, aumento del grado di suscettibilità alle malattie infettive, una violazione della coagulazione del sangue.

Chemioterapia per adenocarcinoma polmonare ti permette di fermare lo sviluppo di cellule maligne, prevenirne la divisione e causare la morte. Sono noti più di sessanta tipi di farmaci chemioterapici. I più famosi tra questi sono i seguenti:

  • cisplatino
  • carboplatino
  • gemcitabina
  • vinorelbina
  • paclitaxel
  • docetaxel.

Molto spesso, tali farmaci non vengono assunti separatamente, ma in combinazione tra loro. Le medicine sono prescritte sia in forma di compresse che sotto forma di iniezioni endovenose. Il calcolo delle dosi durante la chemioterapia è puramente una decisione del medico, poiché è abbastanza difficile determinare la quantità esatta del farmaco: se la dose è troppo bassa, il trattamento diventerà inefficace e dosi eccessive sono irte di grave tossicità e comparsa di effetti collaterali pronunciati. In genere, la dose viene calcolata in base al valore di PPT - l'area della superficie del tronco del paziente. La PPT viene calcolata individualmente utilizzando una formula appositamente derivata, in cui gli indicatori chiave sono il peso corporeo e l'altezza del paziente.

Inoltre, uno dei metodi di dosaggio può essere considerato come la determinazione della quantità di un agente chemioterapico nel plasma sanguigno per un certo periodo di tempo, con conseguente aggiustamento della dose per un'azione ottimale. Quindi puoi calcolare l'effetto tossico minimo del farmaco sullo sfondo di un trattamento efficace del tumore.

Corso di trattamento farmacologico di solito dura diversi giorni. Alla fine del corso, al paziente viene concessa una pausa per recuperare e alleviare i sintomi di intossicazione, dopo di che riprende il trattamento. Il numero totale di procedure è calcolato individualmente.

È noto che i farmaci chemioterapici spesso causano effetti collaterali, sebbene i medici affermino che tali manifestazioni possono essere controllate. Di quali effetti collaterali stiamo parlando?

  • Aumentando la sensibilità del corpo alle infezioni - questa condizione si manifesta di solito dopo una settimana alla fine del corso, raggiungendo un massimo dopo 2 settimane. Successivamente, l'immunità inizia a riprendersi e si normalizza prima di riprendere il trattamento. Questo processo è controllato da periodici prelievi di sangue per analisi: se il quadro ematico non è soddisfacente, ulteriori procedure possono ritardare.
  • La comparsa di ematomi e sanguinamento è il risultato di un deterioramento della coagulazione del sangue a causa di una diminuzione della conta piastrinica. Questa condizione rappresenta un pericolo piuttosto grave, poiché il sanguinamento dei tessuti può svilupparsi in sanguinamento completo, che richiede cure mediche immediate.
  • L'anemia è un effetto collaterale molto comune. L'anemia si verifica a causa di una diminuzione del livello dei globuli rossi e, di conseguenza, dell'emoglobina, che si manifesta con una sensazione di affaticamento costante, debolezza e apatia.
  • Gli attacchi di nausea e vomito possono iniziare inaspettatamente. In tali casi, è necessario consultare un medico che prescriverà farmaci che eliminano questo problema..
  • La stomatite e le gengive irritate vengono eliminate con sciacqui regolari con la bocca. Per evitare inutili lesioni meccaniche della mucosa orale, dovresti mangiare cibo schiacciato e bere abbastanza liquido ipercalorico.
  • La perdita dei capelli è un effetto collaterale frequente e molto spiacevole, soprattutto per le pazienti di sesso femminile. Puoi chiedere al medico di sostituire il farmaco che causa questo effetto o di mettere e indossare una parrucca o una sciarpa. Nella maggior parte dei casi, l'attaccatura dei capelli viene ripristinata pochi mesi dopo l'ultimo ciclo di trattamento.

Il trattamento dell'adenocarcinoma non influenza sempre i pazienti allo stesso modo: un paziente ha una reazione dolorosa alle radiazioni, mentre l'altro non provoca conseguenze negative. Qualcuno soffre degli effetti collaterali dei farmaci, ma per qualcuno sono perfettamente adatti. Ecco perché i medici insistono su un approccio individuale al trattamento: è importante ascoltare il medico e seguire tutte le sue raccomandazioni.

Adenocarcinoma polmonare: che cos'è, sintomi e trattamento

L'adenocarcinoma polmonare è un tumore formato dal tessuto ghiandolare dei polmoni e dei bronchi. Di norma, la neoplasia si trova sulla superficie dei piccoli bronchi, ma può anche essere localizzata su grandi bronchi.

Cos'è l'adenocarcinoma polmonare?

Questa patologia si manifesta sotto forma di piccoli noduli che si trovano nei polmoni. Questi noduli hanno dimensioni, densità e colore diversi. Più spesso i noduli hanno un colore grigio, ma ci sono tonalità bianche o bruno-giallastre. Inoltre, alcune cellule che non hanno un colore possono essere nel tumore, per questo motivo, parte della neoplasia può essere trasparente..

Cliniche leader in Israele

L'adenocarcinoma polmonare (codice ICD10 - C34) si riferisce a tumori che si sviluppano da derivati ​​delle cellule epiteliali, questa patologia ha un decorso maligno, un tipo invasivo di crescita e può produrre metastasi. Il cancro inizia a svilupparsi dalle ghiandole che rivestono la superficie dell'albero bronchiale.

Questo tipo di tumore colpisce il sistema respiratorio e può portare alla morte in brevissimo tempo. Una tale patologia è comune, - tra tutte le patologie polmonari, l'adenocarcinoma viene rilevato in 10-30 pazienti su cento. La posizione periferica e la capacità di una neoplasia rapida sono la causa dell'aumentata mortalità e, in assenza di una terapia adeguata, il tumore può crescere due volte.

I polmoni sono coperti da una membrana sierosa, chiamata pleura viscerale, costituita da un singolo strato di mesotelio. Gli organi secernono le vie respiratorie e la sezione respiratoria. Il polmone sinistro è composto da 2 parti, la destra - da tre.

Cause del tumore

Le cause e i fattori di rischio per l'insorgenza di questa oncologia includono:

  • predisposizione genetica;
  • malattie polmonari croniche;
  • abuso di cibo spazzatura (salato, piccante, grasso);
  • fumo - attivo e passivo;
  • esposizione cronica alle radiazioni;
  • lavorare in industrie pericolose;
  • consumo di alcool;
  • stile di vita sedentario;
  • vivere in una zona svantaggiata per l'ambiente.

Classificazione della malattia

L'adenocarcinoma polmonare può essere classificato in base al grado di differenziazione nei seguenti tipi:

  • basso rango;
  • moderatamente differenziato;
  • altamente differenziato.

Maggiore è il grado di differenziazione, più pericoloso è il processo del cancro e peggiore è la prognosi per il paziente. Tumori altamente differenziati producono rapidamente muco, una moderata differenziazione implica la struttura ghiandolare-mucosa del tumore, cellule poligonali che formano muco sono presenti nel tumore a bassa differenziazione.

Nell'aspetto, nella forma, nella struttura istologica, si distinguono i seguenti tipi di adenocarcinomi:

  1. adenocarcinoma mucinoso del polmone - è considerato il tipo di tumore più raro e pericoloso;
  2. nemucinous;
  3. tipo misto - mucinoso con nemucinoso;
  4. solido con mucina;
  5. acinar;
  6. bronchiolare alveolare;
  7. papillare;
  8. con sottotipi misti;
  9. adenocarcinoma a cellule chiare;
  10. cellula cricoide;
  11. fetale altamente differenziato.

Vuoi conoscere il costo della cura del cancro all'estero?

* Dopo aver ricevuto i dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

Fasi della malattia

Esistono quattro fasi di questa malattia:

Fase 1: la dimensione del tumore è inferiore a 3 cm La neoplasia si trova in un segmento e non metastatizza..

Fase 2: la dimensione del tumore non supera i 6 cm, ma si trova anche in un segmento, ma può dare metastasi ai linfonodi broncopolmonari.

Stadio 3 - un tumore con un diametro superiore a 6 cm, le sue cellule sono nello stesso lobo del polmone, c'è un focus di metastasi nei linfonodi della biforcazione o delle zone paratracheali.

Il cancro di quest'ultimo - 4 gradi - colpisce il secondo polmone, il processo del tumore si diffonde alle strutture vicine. Al 4 ° stadio, le metastasi colpiscono gli organi distanti, appare la pleurite cancerosa.

Sintomi della malattia

Nelle prime fasi, i segni di adenocarcinoma polmonare non sono osservati o sono insignificanti. Le prime manifestazioni non sembrano tipiche e sono simili ai sintomi di molte altre malattie:

  • sonnolenza;
  • affaticabilità rapida;
  • mancanza di appetito ridotta o completa;
  • riduzione delle prestazioni;
  • esaurimento, improvvisa perdita di peso.

All'aumentare delle dimensioni del tumore, altri segni della malattia si uniscono:

  • tosse persistente prolungata con rilascio di espettorato abbondante;
  • emottisi;
  • gonfiore del viso e del collo;
  • dolore dietro il petto;
  • apatia;
  • mancanza di respiro anche con piccoli carichi;
  • infiammazione dei linfonodi regionali;
  • lo sviluppo di anemia;
  • aumento della temperatura fino a 37 gradi;
  • la comparsa di polmonite e pleurite, che sono difficili da trattare.

Diagnosi della malattia

Inizialmente, il medico analizza i reclami del paziente e raccoglie un'anamnesi. Inoltre, per la diagnosi, vengono eseguiti i seguenti studi:

  • analisi dell'espettorato per citologia;
  • esame del sangue generale, biochimico, su marker tumorali;
  • puntura biopsia per istologia;
  • radiografia del torace;
  • RM, TC;
  • ultrasuono
  • broncoscopia.

Trattamento delle malattie

Più spesso, viene prescritto un trattamento complesso, che consiste in intervento chirurgico, chemioterapia e radioterapia. Il trattamento combinato può ottenere il miglior risultato..

Quando un tumore viene rilevato in una fase precoce della formazione ed è piccolo, l'intervento chirurgico può curare completamente il paziente e preservare una grande parte dell'organo. L'entità dell'operazione dipende dalla posizione e dalle dimensioni del tumore. Sono determinati tre tipi di interventi chirurgici:

  • segmentectomia: il medico rimuove uno o più segmenti del polmone affetti da cancro;
  • lobectomia: viene asportato un lobo del polmone;
  • polmonectomia: viene eseguita un'asportazione assoluta del polmone.

Contemporaneamente a uno di questi tipi di intervento chirurgico, viene fatta un'asportazione di linfonodi regionali, cioè correlati all'area toracica. Prima di eseguire l'operazione, i medici valutano il secondo polmone. Se non svolge abbastanza bene le sue funzioni, allora la chirurgia non viene eseguita e quindi ricorre a terapia chimica o radioterapia.

Per l'irradiazione viene utilizzato un coltello cibernetico, che influenza le radiazioni direttamente sul tumore.

La chemioterapia è considerata un trattamento efficace. Farmaci prescritti che uccidono le cellule non solo il tumore principale, ma anche le metastasi risultanti. La terapia chimica effettuata prima dell'intervento chirurgico può ridurre le dimensioni del tumore e condotta dopo che può prevenire la ricorrenza dell'adenocarcinoma.

La sopravvivenza in presenza di adenocarcinoma polmonare dipende dal suo stadio e dalla sua forma..

Molti metodi innovativi sono usati per combattere questa patologia. Questi metodi includono la termoterapia, una procedura in cui viene utilizzato uno scanner di volume che esegue la scansione dell'area interessata e consente di determinare con precisione la quantità di intervento chirurgico. La terapia mirata, in cui i farmaci utilizzati colpiscono specificamente le cellule tumorali, si è dimostrata valida..

Non perdere tempo a cercare un prezzo impreciso per il trattamento del cancro.

* Solo se si ottengono dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

Metodi alternativi dopo la chemioterapia

Metodi alternativi di lotta contro il cancro possono agire solo come terapia aggiuntiva. Non sono in grado di sostituire il trattamento di base. I metodi di medicina alternativa possono essere utilizzati per fermare la nausea e altri effetti collaterali della chemioterapia..

Una ricetta efficace è la seguente raccolta di erbe medicinali:

  • semi di lino;
  • foglie di ortica;
  • camomilla;
  • radice di ginseng;
  • fiori d'arancio;
  • colore mela;
  • foglie di aloe essiccate.

Tutti gli ingredienti sono frantumati, miscelati e preparati. Questo tè viene bevuto quotidianamente con miele in assenza di allergie..

L'uso di qualsiasi prescrizione di medicina tradizionale è preventivamente concordato con il medico, poiché l'automedicazione può peggiorare la situazione e causare gravi complicazioni e conseguenze.

Video correlato:

Prognosi della malattia

La prognosi della sopravvivenza dipende dal grado di malignità del tumore, da dove si trova, da quanti anni ha il paziente, in quale fase del trattamento della malattia è stata avviata e da come il corpo ha risposto al trattamento. Con il carcinoma polmonare dell'ultimo stadio, la prognosi è più sfavorevole.

Il terzo grado di cancro dopo il trattamento offre una probabilità di sopravvivenza a cinque anni del 10% dei pazienti. Con una resezione polmonare totale con tessuti e linfonodi interessati, il tasso di sopravvivenza raggiunge il 30%. La terapia nella prima fase della malattia offre una probabilità di sopravvivenza a cinque anni nel 60-70% dei pazienti.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione della malattia consiste nell'evitare fattori che possono essere l'impulso per l'insorgenza dell'oncologia nei polmoni:

  • smettere di fumare;
  • trattamento tempestivo e adeguato delle malattie virali;
  • nutrizione appropriata;
  • non entrare in contatto con amianto, arsenico, nichel e altri prodotti chimici, osservando le norme di sicurezza.