Domande e risposte | Pagina 1

Carcinoma

Ciao Ani. Se si nota la progressione dopo aver usato paclitaxel, non ha senso tornare ad esso. L'ombelico può essere prescritto in una situazione simile. Il farmaco è efficace e spesso aiuta con 3 linee (oltre alla capecitabina). Ho molta esperienza nell'uso di Navelbin, Navelbin per somministrazione orale (tablet) si è dimostrato molto valido. È necessario ricordare che è necessario eseguire regolarmente la tomografia computerizzata del torace e degli organi addominali al fine di valutare l'efficacia del trattamento.

In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Se ti è piaciuta la risposta alla tua domanda, puoi ringraziarmi scrivendo una recensione sul sito Web ProDoctorov (https://prodoctorov.ru/spb/vrach/163922-krasnozhon/). Sarò molto contento.

Ciao Elena. Apparentemente, il trattamento nel tuo caso è stato iniziato con la chemioterapia, poiché secondo l'esame istologico stiamo parlando di patomorfosi terapeutica. Se si ottiene un buon patomorfismo terapeutico, allora non prescriverei xeloda. Naturalmente, sarebbe necessario chiarire lo stadio del carcinoma mammario e il coinvolgimento nel processo dei linfonodi ascellari. Di solito, Xeloda in modalità adiuvante è prescritto per carcinoma mammario tre volte negativo con insufficiente effetto della chemioterapia eseguita prima dell'intervento. In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Ciao Elena. Sì, in linea di principio è possibile un trattamento dentale durante la chemioterapia, è sufficiente coordinare questo problema con il proprio medico. Prima del trattamento dentale, ha senso assicurarsi che il conteggio dei globuli bianchi sia normale. Ha senso prescrivere una terapia antibiotica in caso di trattamento della carie profonda. In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Ciao marina. Sì, questo è possibile. Se i farmaci non possono essere immessi attraverso il porto, molto probabilmente c'era un eccesso del catetere. Di solito non ci sono limiti per i pazienti che hanno una porta per infusione endovenosa. Puoi dormire sul lato in cui è installata la porta. Devi consultare un medico per un esame. In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Ciao Larisa. Stiamo parlando di carcinoma mammario triplo negativo, purtroppo non hai indicato lo stadio del cancro. In linea di principio, nelle fasi 1-3, sono prescritti 8 cicli di trattamento prima dell'intervento chirurgico - 4 AS (adriablastina e ciclofosfamide) e 4 cicli di paclitaxel e quindi l'operazione è già eseguita (mastectomia, mastectomia con ricostruzione simultanea della ghiandola mammaria o operazione di conservazione dell'organo - per determinare il volume, è necessario cercare voi). Di solito per il carcinoma mammario tre volte negativo, raccomando un esame esteso - scintigrafia ossea, tomografia computerizzata del torace e degli organi addominali prima del trattamento. Sarebbe anche utile valutare l'efficacia della chemioterapia con l'aiuto della tomografia computerizzata (in ogni caso, ogni 2 cicli dovrebbe almeno eseguire un'ecografia delle ghiandole mammarie). In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Ciao Alena. Stiamo parlando di 4 stadi del cancro al seno, secondo uno studio immunoistochimico, il tumore è insensibile alla terapia ormonale, sensibile alla terapia mirata e ha un alto indice di attività proliferativa. In generale, in questi casi, è ottimale iniziare il trattamento con chemioterapia in combinazione con terapia mirata (trastuzumab). In generale, con carcinoma mammario ormone-dipendente, la prognosi è migliore, tuttavia, nel caso di un tumore sensibile alla terapia mirata, l'efficacia del trattamento può essere molto elevata. In una situazione del genere, dovrebbe essere effettuato anche un esame regolare al fine di valutare l'efficacia del trattamento.

Ciao Lyudmila. Non prescriverei questi farmaci - durante la chemioterapia, raccomanderei un normale esame del sangue biochimico. Certo, è ottimale ottenere una consulenza specialistica in malattie infettive.

Ciao Rufania. Hemlock non può essere preso precisamente, perché è un veleno. L'ASD è un rimedio inutile per il cancro in linea di principio. Propoli può essere preso. Non ha un effetto antitumorale, ma può effettivamente aumentare l'immunità. In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Ciao Svetlana. Il fatto è che con questo schema di chemioterapia si verifica spesso la leucopenia - una diminuzione del livello dei globuli bianchi. La leucopenia grave può essere la ragione del rinvio del prossimo ciclo di chemioterapia, pertanto Neupomax o altri analoghi di questo fattore stimolante le colonie possono essere somministrati 24-48 ore dopo l'infusione di farmaci chemioterapici. In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Ciao Svetlana. Se la funzione tiroidea è compensata, non dovrebbero esserci problemi con la chemioterapia. Dopo la rimozione della ghiandola tiroidea, di solito viene prescritta la tiroxina per ripristinare la funzionalità tiroidea persa. In ogni caso, devi essere guidato dal parere del medico curante.

Copyright © D.A. Krasnozhon, 2008-2020. La copia dei materiali è consentita solo con attribuzione

dopo 6 cicli di chemioterapia

Data registrazione: Jan 2015 Messaggi: 4 Ringraziato: 0 Ringraziamenti: 0 volte ->

dopo 6 cicli di chemioterapia

papà dopo 6 cicli di chemioterapia: carboplatino 448 mg., etoposide 720 mg., cisplatino 160 mg., lastet 200 mg. dopo circa 5-6 mesi le gambe erano intorpidite, una gamba fa male quando si piega e generalmente si trascina. Non posso camminare. Anche le mani fanno male e intorpidiscono. Dimmi, per favore, è reversibile? Come posso aiutarlo? Forse consigli quali farmaci per ripristinare la sensibilità? Il neurologo non ha aiutato!

Data registrazione: Jan 2015 Messaggi: 4 Ringraziato: 0 Ringraziamenti: 0 volte ->

Complicanze dopo la chemioterapia

Papa ha un carcinoma polmonare a piccole cellule dello stadio 3 senza metastasi. Ho ricevuto 6 cicli di chemioterapia: carboplatino 448 mg, etoposide 720 mg, cisplatino 160 mg, lastet 200 mg. e radioterapia per il cervello.
Dopo circa 3-4 mesi, la flessione del sudore appariva dolore alla gamba, quindi intorpidimento della pianta del piede. Ora, quasi 6 mesi dopo l'ultimo HT, la sua gamba ha smesso di funzionare, trascinandosi (fa male, diventa insensibile, brucia). Anche la seconda gamba è diventata insensibile. Mani doloranti, mani.
Il neurologo non ha prescritto alcun trattamento. Hanno eseguito una radiografia della parte bassa della schiena, lì va tutto bene. Lo studio ecografico ha mostrato un tumore con bassa ecogenicità del pancreas.
Fu mandato da un oncologo. MRI designata del cervello e TC dell'addome. A causa dell'alta priorità, non è possibile passare rapidamente i dati di ricerca (hanno nominato solo la traccia della metà del mese). Non sono accettate descrizioni da altre istituzioni mediche, spiegando che non possono leggere il disco.
Il tempo passa e papà peggiora ogni giorno!
Per favore, dimmi che la situazione con le gambe è reversibile? Come posso aiutarlo? Farmaci, massaggio? Potrebbe essere qualcos'altro? Ed esiste un modo per contribuire alla rimozione del platino dal corpo?
Eppure, il fatto è che a mia madre viene diagnosticato un carcinoma a grandi cellule dello stadio 2 senza metastasi. C'è stata un'operazione e radioterapia. Due anni dopo, furono scoperte accidentalmente metastasi nel lobo superiore di entrambi i polmoni. HT è ora prescritto con gli stessi farmaci di papà.
È possibile per lei adesso mentre è ancora sottoposta al 3 ° corso di chimica per prevenire possibili manifestazioni future degli stessi sintomi associati agli arti?
Aiutate se possibile. Sfortunatamente, nella nostra città non vogliono aiutare a sopravvivere in questa situazione.

Tra i corsi di chemioterapia: alimentazione e stile di vita

Ogni fase successiva del trattamento è come la Via del Calvario. Il malato di cancro tra i corsi di chemioterapia dovrebbe fare tutto il possibile per recuperare, prepararsi per il prossimo effetto tossico sul corpo e sopravvivere, sopravvivere nella lotta contro il tumore.

Ritorna in vita dopo un altro contagocce

Tra i corsi di chemioterapia

Se il paziente non si lamenta e non chiede, l'oncologo non parlerà sempre di come recuperare tra i corsi di chemioterapia. Nella migliore delle ipotesi, il medico spiegherà brevemente cosa mangiare e come vivere, nel peggiore dei casi: l'infermiera fornirà un opuscolo con un set minimo di informazioni sul trattamento medico dell'oncologia.

Ma nei casi in cui tutto va male nell'analisi e il malato di cancro esprime i suoi problemi, il medico fornirà sicuramente consigli utili per il trattamento sintomatico delle complicanze della TC. E consigliare come vivere tra i corsi di trattamento antitumorale.

In ogni caso, è necessario conoscere e comprendere: tra i corsi di chemioterapia è necessario creare le massime condizioni per mantenere e ripristinare tutte le funzioni vitali del corpo, utilizzando per questo, prima di tutto, cambiamenti nella nutrizione e nello stile di vita. Inoltre, è importante utilizzare i farmaci prescritti dal medico e mantenere uno stato psicologico ottimale..

Tra i corsi di chemioterapia: caratteristiche nutrizionali

L'uso della chemioterapia uccide non solo le cellule tumorali nascoste e preservate, ma anche le strutture cellulari sane del corpo. L'obiettivo principale della nutrizione è garantire il ripristino delle cellule del sangue, dare energia ai tessuti e aiutare gli organi e i sistemi a tornare al normale funzionamento. Per fare ciò, utilizzare i seguenti consigli:

  • Assicurati di introdurre nella dieta carne giovane e fresca (vitello, agnello, coniglio, pollo), al vapore o in umido;
  • Il cibo dovrebbe essere proteico e ipercalorico (una varietà di noci, formaggio a pasta dura, latticini, uova, pesce, cereali);
  • Il cibo proteico è meglio combinato con le verdure;
  • Di frutta, gli alimenti ricchi di micronutrienti sono ottimali che aiutano a ripristinare le cellule del sangue e migliorare il metabolismo (melograni, banane, agrumi, mele);
  • Non rifiutiamo pane e dolci, ma questi prodotti dovrebbero essere un'aggiunta ai principali alimenti ad alta energia e proteine ​​(i cibi dolci sono le migliori opzioni digeribili utili: mousse, budino, panna, crema, gelato);
  • Puoi e dovresti aggiungere burro e olio vegetale, maionese, panna acida ai piatti di tutti i giorni;
  • Non sono desiderabili cibi molto freddi o troppo caldi, fritti, grassi e acidi, fast food e surrogati di carne, che provocheranno e / o aggraveranno le complicazioni associate alla chemioterapia.

La nutrizione tra i corsi di chemioterapia e il comportamento nutrizionale in remissione sono diversi: nel primo caso, è necessario mangiare in modo tale da dare al corpo la massima energia e sostanze vitali, nel secondo - in nessun caso creare condizioni per il ritorno dell'oncologia.

Stile di vita

Fatica costante, complicanze della TC e sensazione di perdita di vitalità. Tutto ciò deve essere sperimentato usando i seguenti suggerimenti:

  • Notte completa e sonno diurno (almeno 8 ore di notte e brevi periodi di sonno 2-3 volte durante il giorno);
  • Attività fisica moderata (non importa quanto sia dura, non importa come ti senti sdraiato con uno sguardo di sofferenza martirica, devi muoverti: fai esercizi mattutini, fai brevi passeggiate, fai qualche lavoro domestico);
  • Non ci nascondiamo dalle persone nel bozzolo della nostra malattia (è importante comunicare con amici e parenti);
  • Prenditi cura del tuo corpo (non puoi essere ferito, hai bisogno di cura della pelle e dei capelli, monitoriamo la regolarità delle feci);
  • Ricordiamo un hobby dimenticato, cerchiamo cose positive nella vita e, se necessario, cerchiamo aiuto psicologico;
  • Assicurati di usare le raccomandazioni del tuo oncologo per la prevenzione e il trattamento delle complicanze e degli effetti collaterali della chemioterapia.

Il percorso verso il recupero in oncologia non è più semplice di un martirio che sale sulla collina, specialmente se si usano combinazioni di citostatici ed esposizione a più portate. Ogni sforzo dovrebbe essere fatto tra i corsi di chemioterapia per aiutare il proprio corpo a sopravvivere alla battaglia contro il cancro..

consultazioni

Alle domande risponde il VINCITORE DEL MIGLIORE ONOMOLOGO NOMINATION SKVORTSOV VITALY ALEXANDROVICH, medico di altissima categoria, kmn, mammologo, chirurgo plastico, oncologo GPOD

DOMANDA: Ciao! Ho 43 anni, c'erano 6 cicli di chemioterapia, dopo che la 5a mestruazione si è fermata, 1,5 mesi dopo la chemioterapia prendo il tamoxifene. Mensile e n. E 'normale? grazie.

RISPOSTA: Ciao! Certo, è normale, hai la castrazione chimica e per qualche tempo non lo saranno, ma poi il ciclo verrà ripristinato di nuovo.

DOMANDA: Buon pomeriggio! Oggi ho notato che un'area della pelle rientrata di 1,5x1,5 cm è apparsa sul mio petto vicino al capezzolo. Questo significa che il trattamento prescritto non aiuta, prima ancora che il torace fosse uniforme? Ha superato un corso di chimica rossa.

RISPOSTA: Ciao! Ciò può significare molto, inclusa la riduzione delle dimensioni del tumore, è meglio contattare l'oncologo con questa domanda, soprattutto sullo sfondo della chemioterapia.

DOMANDA: Ciao. Per favore, dimmi perché, dopo 1 chimica, quindi non 2, ma 3 lavaggi.

RISPOSTA: Ciao! Sono un oncologo e faccio anche la chemioterapia e non faccio il rossore. Non capisco di cosa si tratta? Forse chiami un altro processo un lavaggio. Di solito il paziente riceve un ciclo di chemioterapia e va a casa per 21 giorni e non ci sono risciacqui, ma in ogni caso, è necessario seguire le raccomandazioni del medico.

DOMANDA: Ciao, all'età di 34 anni, l'11.11.2019 presumibilmente ha rimosso il fibroadenoma della MF destra (mediante biopsia) 16 * 9.5 * 16.5mm. Analisi immunoistochimica del carcinoma mammario: in pezzi di tessuto mammario, la crescita del carcinoma infiltrativo di una malignità non specifica di tipo II (3/2/2 = 7/9 punti con focolai di carcinoma duttale in situ, senza segni affidabili di invasione vascolare, ai margini della resezione, focolai di crescita tumorale, pr-8b, er-8b, her2neu “0”, ki 67-35%. Radiografia dei polmoni pulita, osteoscintigrafia pulita, nessuna mutazione di BRSA 1/2 rilevata.
27/11/19 resezione della ghiandola mammaria con desolazione linfatica, nei bordi e nel tessuto dei tessuti rimossi della ghiandola è pulita, le cellule di crescita nella sezione intraoperatoriamente, in 2 l / u metastasi di cancro, 12 l / u pulite. Abbiamo prescritto 4 corsi X / T secondo lo schema DC (docetaxel 75 mg / m2 i / m il 1 ° giorno + ciclofosfamide 600 mg / m2 iv il 1 ° giorno) -1 volte in 3 settimane + filgrastim ogni corso da 2-6 giorni. Dopo il completamento, goserelin 3,6 mg sc una volta ogni 4 settimane + tamoxifene 20 mg / die al giorno - 5 anni. Vorrei sapere la tua opinione se il trattamento e la prognosi sono prescritti correttamente. grazie.

RISPOSTA: Ciao! Hai un carcinoma mammario B luminale e deve essere trattato con chemioterapia. Sono d'accordo con il tuo trattamento con la chemioterapia, ma poiché c'è un cancro in situ ai margini della resezione, anche la radioterapia deve essere eseguita! Con successiva endocrinoterapia con tamoxifene e Zoladex!

DOMANDA: Ciao. Il trattamento è prescritto correttamente? Triple, G2, ki67 - 70%, T1N0M0. Assegnato 6 taxani con platino. Rosso non assegnato.

RISPOSTA: Ciao! Forse giusto, poiché con il cancro triplo negativo questo è il miglior regime di trattamento. Ma per una risposta più accurata, hai bisogno di molti segni: età, indicatori delle mutazioni di BRCA, un esame completo ed età.

DOMANDA: Ciao Vitaliy Alexandrovich. Nei primi giorni dopo la chemioterapia, è possibile bere molta acqua, fino a 1,5-2 litri di acqua pura? Per facilitare la funzionalità epatica e aiutare i reni a rimuovere le tossine? O i farmaci chimici possono essere lavati più velocemente per questo motivo e non hanno alcun effetto terapeutico completo? Grazie in anticipo per la tua risposta..

RISPOSTA: Ciao! Certo, puoi e dovresti, con la chemioterapia è dimostrato di bere molta acqua.

DOMANDA: Il desametasone può essere somministrato prima della chemioterapia per il diabete?

RISPOSTA: Ciao! Tutti i trattamenti devono essere concordati con il medico. Di solito, è possibile la somministrazione di desametasone prima della chemioterapia. Come una dose di sedazione.

DOMANDA: Buon pomeriggio! 39 anni, è stato trovato un carcinoma invasivo del tipo non specifico G2 nel seno destro. Le dimensioni degli ultrasuoni sono 1,8 * 1,5 mm. Il risultato di IHC: estrogeno 10%, progesterone 1%, HER2 +++, KI67 - 30%. Lo stadio 2a è stato impostato e lo schema è stato assegnato: 4AC (2 già fatto e il tumore si sta restringendo) -> chirurgia di risparmio degli organi -> raggi (ancora in dubbio) -> 4 corsi di chimica con taxani, mentre il medico non parla per herceptin. Anche le ovaie non sono programmate per essere "disconnesse" separatamente ancora. Si prega di chiarire quanto correttamente è stato prescritto il trattamento nel mio caso e se Herceptin mi è stato prescritto (possibilmente contemporaneamente all'insorgenza dei taxani XT)? Inoltre, sembra che durante l'operazione di conservazione degli organi i raggi dovrebbero essere obbligatori o non sempre ?! Il medico ha anche detto che avrebbe rimosso tutti i linfonodi, è necessario anche questo? ((E in generale, con una bassa espressione dell'ormone, a quale tipo di tumore appartiene, ci saranno compresse dopo il trattamento?! Grazie per le risposte.

RISPOSTA: Ciao! I tassisti ti vengono mostrati con la somministrazione simultanea di trastuzumab, quindi l'operazione di conservazione degli organi, se ti è già stato detto di questa operazione e solo dopo la radioterapia. I linfonodi dopo la chemioterapia e se sono interessati dai metodi di esame ecografico, devono anche essere rimossi, questo è lo standard. L'endocrinoterapia verrà anche prescritta contemporaneamente alla radioterapia e al trastuzumab

15%, radioterapia, tamoxifene 5 anni). Recidiva, RRLMZH 27/09/19 (Carcinoma mammario invasivo IHC di tipo non speciale, grado 2. ER-positivo 90%, 8 punti, PR positivo 15%, 5 punti, HER2 / neu-negativo (0), Ki67-60%.) IHC è stato in grado di ottenere i risultati solo a dicembre 2019, dopo che sono trascorsi più di 2 mesi dall'operazione. La conclusione di un chemioterapista è un inferno. Il PTX è poco pratico, solo l'anastrazolo è prescritto per lungo tempo. E questo nonostante il fatto che il Ki67-60%. Questa è la decisione giusta..

RISPOSTA: Ciao! Se dopo l'operazione sono trascorsi più di 60 giorni, allora non c'è motivo per la chemioterapia e viene indicato solo anastrozolo e questo è tutto, nonostante l'alto Ki 67. Il grande vantaggio è che è G2, cioè il tumore non è ancora così aggressivo.

DOMANDA: Buon pomeriggio! Per prevenire raffreddori e infezioni, è stato prescritto poliossidonio durante la somministrazione di palbocyclib (insieme ad esso). Domanda: il poliossidonio può essere sostituito dal licopide? E quanto più efficace sarà?

RISPOSTA: Ciao! Non prenderei nulla in parallelo con Palbotsiklib, non vedo il punto in questo. Se si verificano raffreddori, il poliossidonio e il licopide certamente non aiuteranno. Ma in questo caso, consulta ancora il tuo medico e chiarisci questa domanda.

DOMANDA: Ciao! Dopo il primo corso (sessione) di chemioterapia AS, dopo 10 giorni, è apparso dolore alla schiena nella regione inferiore dei reni, la domanda è: è correlata a complicanze, cosa fare per rimuoverli?

RISPOSTA: Ciao! Non puoi sparare nulla da solo. È necessario contattare il proprio medico per assicurarsi che la diagnosi sia corretta. In questo caso, può essere qualsiasi cosa: dalle manifestazioni dell'osteocondrosi alle complicanze della funzione renale. Il tuo medico può aiutarti..

DOMANDA: Ciao Vitaliy Alexandrovich! Grazie in anticipo per la tua risposta! Ho un corso di chemioterapia una volta ogni 21 giorni. A causa della celebrazione del nuovo anno, il giorno successivo si è svolto il corso successivo. E il prossimo corso si sposta anche due giorni dopo a causa del fatto che il mio medico non sarà in clinica. Ciò può influire negativamente sull'efficacia del trattamento.?

RISPOSTA: Ciao! Questi sono cambiamenti insignificanti ed è senza paura, a volte devi passare anche fino a una settimana. Non preoccuparti, ciò non influirà sull'efficacia del trattamento..

DOMANDA: Ciao! È stato determinato un tumore ovarico. Il marker tumorale CA125 era di 600 unità. È stata eseguita un'operazione per rimuovere l'utero, la cervice e le ovaie. L'operazione è passata. Hanno anche fatto la chemioterapia come prescritto da un medico. Un mese dopo la chemioterapia, CA125 era di 5 unità. Il medico insiste per una seconda chemioterapia. Lei è necessaria??

RISPOSTA: Ciao! Continua il trattamento con un oncoginecologo, questa ristretta area di questi specialisti, sono un oncammologo.

DOMANDA: Grazie mille per la tua risposta! Vitaliy Alexandrovich, cosa pensi sia meglio di paclitaxel o abraxan? Per i vasi sanguigni e il cuore, probabilmente quest'ultimo. È molto interessante ascoltare la tua opinione..

RISPOSTA: possono essere considerati diversi farmaci e sono prescritti in diverse situazioni. Colpiscono le navi e il cuore allo stesso modo e questi farmaci non sono così cardiotossici..

DOMANDA: Ciao! Possono verificarsi metastasi durante la chemioterapia?

RISPOSTA: Ciao! Ovviamente. pertanto, gli standard di ricerca includono determinati studi per escludere il processo metastatico. Con la chemioterapia profilattica (adiuvante), questo è quasi impossibile, poiché inizialmente il focus principale sul tumore è stato rimosso.

DOMANDA: Buona sera! Dimmelo per favore. Ho una tripla. L'operazione è stata la prima fase, la chemioterapia è stata avviata dopo 42 giorni. Si tratta di un divario molto ampio e di quanto peggiora la previsione? grazie.

RISPOSTA: Ciao! Ciò non peggiora la prognosi, poiché secondo le raccomandazioni deve essere effettuata entro 60 giorni dall'intervento.

DOMANDA: Ciao! Ho 58 anni. Una mastectomia è stata eseguita il 26 agosto 2019, pT2 N1 M0, stadio 2B, ER (8+), PR (7+), HER2neu (-), Ki67 (30%), dopo di che sono stati eseguiti 4 cicli di chemioterapia (doxorubina, ciclofosfamide), sebbene in precedenza su Il consiglio ha annunciato la nomina di 8 chemioterapia e radioterapia. Dopo 4 prove chemioterapiche, senza prove o esami, tutto è stato cancellato e trasferito nel tamoxifene 20. Secondo te, tale trattamento è sufficiente?

RISPOSTA: Sì, tutto è corretto, 4 corsi di chemioterapia con traduzione in tamoxifene sono sufficienti per te. Ci sarebbero molti più 4 corsi per te, la tua età è molto favorevole per questa malattia e hai un tipo di cancro al seno luminale.

DOMANDA: Ho superato 4 chimica rossa. Sono andato a vedere il capo del dipartimento del Centro Oncologico Repubblicano con i risultati degli ultrasuoni e della mammografia. Il manager ha detto che un'operazione dovrebbe essere eseguita, poiché la chimica aiuta poco e anche il bianco potrebbe non aiutare. L'ecografia ha detto il contrario. Posso vedere perché ho un'operazione?

RISPOSTA: Ciao! Di solito, tutta la chemioterapia termina prima dell'intervento chirurgico, cioè prima 4 portate di uno e poi 4 portate di un altro, e successivamente viene valutato l'effetto. A volte, a discrezione del medico, viene prescritta un'operazione dopo 4 portate. In ogni caso, devi porre questa domanda al tuo medico e sarà in grado di risponderti sul motivo per cui prescrive un'operazione, quando hai ancora bisogno di ricevere corsi di chemioterapia.

DOMANDA: Ciao! A mia madre (70 anni) T4bN3aM0, di tipo triplo negativo, è stata prescritta la chemioterapia doxorubicina 60 mog / m3 + ciclofosfamide 600 mog / m2 dopo 21 giorni, quindi paclitaxel 80 mog / m2 settimanali 12 iniezioni. Dimmi se il trattamento è prescritto correttamente e quali sono le possibilità di remissione?

RISPOSTA: Salve, sono assolutamente d'accordo con il regime terapeutico, e ancora di più all'età di 70 anni, se mia madre è in grado di trasferire tali regimi terapeutici! È difficile parlare della prognosi, molto spesso i pazienti dopo tutto il trattamento a una data età sono in remissione da molto tempo e soffrono di malattie concomitanti! Penso che sarà in grado di ricevere tutta la chemioterapia, di essere operata e ulteriormente osservata da un oncologo! Ora è inutilizzabile e deve essere trattato con farmaci.

DOMANDA: Ciao! Voglio ringraziarti per aver risposto alle nostre domande (a volte inappropriate e fuori tema), ma la tua opinione è molto necessaria e importante per noi. Ho 58 anni, ad agosto 2019 ho subito una mastectomia, quindi 4 corsi di CT. Successivamente, ho avuto sensazioni spiacevoli sulla pelle della mia schiena, come se formicolio, come dopo un'ortica. A volte c'è arrossamento. E per quasi un mese, un leggero intorpidimento della gamba. Potrebbero essere queste le conseguenze dopo HT? O è un'altra malattia? Cosa fare?

RISPOSTA: Ciao! Sensazioni spiacevoli sulla schiena possono essere associate all'operazione, cambiamenti post-traumatici, perché tutte le terminazioni nervose nell'area del torace sono associate alla schiena. Intorpidimento lieve può anche essere associato alla chemioterapia, poiché durante la chemioterapia soffrono di piccole terminazioni nervose.

DOMANDA: Dimmi, è possibile rimuovere un dente che è molto doloroso nel corso della chimica bianca?

RISPOSTA: Ciao! È possibile rimuovere un dente in caso di emergenza. il trattamento è indesiderabile, ma il dentista decide. È necessario discutere questo problema con uno specialista.

DOMANDA: Buon pomeriggio! Qual è il periodo di tempo per un'operazione dopo la chemioterapia neoadiuvante? Neoadiuvante HT Risultati buoni.

RISPOSTA: Ciao! Puoi operare 21 giorni dopo l'ultimo corso e preferibilmente entro 45 giorni dopo il corso di chemioterapia. A volte questo periodo può raggiungere fino a 60 giorni, a seconda delle condizioni del paziente..

DOMANDA: Buon pomeriggio! Ho 35 anni. Dimmi, per favore, il risultato di una biopsia di trepan è Pn> 10%, pe> 10, her2 neu 1+, ki 67 33%, è stata eseguita un'operazione di conservazione degli organi, dopo l'operazione i dati: tumore 1,5 cm. 1 cucchiaio. Senza i linfonodi MTS, i bordi della resezione sono puliti. Terapia chimica assegnata per 4AS. Ma poi, quando è arrivata alla chimica, il medico ha cambiato il farmaco per docetaxel 4 volte dopo 21 giorni. E poi il dottore ha detto che faremo un altro 4 rosso, e forse non lo faremo. Vedremo. Com'è? Poi ha detto un'altra radiazione e pillole per 5 anni. Enorme richiesta, spiega perché il corso del trattamento è cambiato così tanto.

RISPOSTA: Ciao! In questo caso, ti viene mostrata la chemioterapia in ogni caso. Quanti anni hai? Lo schema internazionale 4AC (rosso) + 4 T (i taxani sono bianchi per te). Data la tua fase iniziale, puoi spendere 4 corsi di antracicline (rosso) o 4 corsi di Taxanes (bianco). Perché cambia tattica, non lo so! Chiedi a un dottore La radioterapia e le pillole di 5 anni sono corrette. La radioterapia viene eseguita perché hai avuto un intervento chirurgico di risparmio di organi e l'endocrinoterapia ha 5 anni, perché il tumore è ormonale-dipendente.

DOMANDA: Ciao. Mi è stato assegnato il numero di corsi di chemioterapia numero 8. 4 corsi AC + 4 corsi con taxane. Come viene decodificato? Dovrebbe esserci chimica rossa da 5 a 8?

RISPOSTA: Ciao! Questo schema è composto da 4 corsi di antracicline e 4 corsi di taxani, questo schema è internazionale e i primi quattro corsi li chiami "rosso", quindi da 5 corsi a 8 corsi è solo "bianco".

DOMANDA: Ciao Vitaly Alexandrovich! È normale che dopo 2 sostanze chimiche rosse i linfonodi sopraclaveari siano ancora ingranditi? Cosa può significare?

RISPOSTA: Ciao! Per valutare l'effetto del trattamento, viene eseguito dopo 4 cicli di chemioterapia e dopo 2 corsi per valutare il trattamento precoce e i linfonodi ingrossati possono essere in questa fase.

Recupero dopo chemioterapia: assunzione di farmaci e rimedi popolari

Come recuperare dopo la chemioterapia, dirà il medico curante

Come sono gli effetti della terapia chimica

La chemioterapia ha sempre effetti indesiderati, nei pazienti oncologici si manifestano in diversi modi: in alcuni - in misura lieve, in altri - più duri.

  • disturbo della digestione;
  • nausea e vomito;
  • debolezza e affaticamento;
  • perdita di appetito;
  • anemia;
  • la comparsa di emorroidi.

Effetti collaterali spiacevoli ma caratteristici sono difetti estetici: perdita di capelli, secchezza e desquamazione della pelle, unghie fragili con la comparsa di strisce longitudinali su di esse.

Quanto recuperare dopo la chemioterapia

La riabilitazione a livello cellulare inizia immediatamente dopo la fine del ciclo di chemioterapia, che porta ad un indebolimento e riduzione degli effetti collaterali. Ma quanto velocemente scompaiono i sintomi spiacevoli dipende dal decorso della malattia..

Secondo il piano di riabilitazione del paziente:

  1. la composizione del sangue e del midollo osseo migliora;
  2. le cellule epatiche danneggiate e la microflora intestinale vengono rianimate;
  3. l'immunità e il metabolismo sono ripristinati.

Inoltre, è richiesta la cura cosmetica della pelle e dei capelli. Sarà anche richiesto l'aiuto di uno psicoterapeuta..

I moderni farmaci antitumorali prescritti per il cancro hanno un effetto più delicato, il che rende più facile tollerare la loro somministrazione. Dopo alcuni mesi, in assenza di ricaduta, i pazienti possono tornare al loro solito stile di vita. Ma a volte il corpo è così indebolito che un completo recupero può allungarsi a due anni.

Quali farmaci accelerano la riabilitazione

Nel periodo di recupero, il medico può prescrivere un ciclo di assunzione di farmaci che alleviano i sintomi spiacevoli. Può includere:

  • prodotti farmaceutici contro il vomito;
  • epatoprotettori per ripristinare le cellule del fegato;
  • medicinali per stomatite;
  • enterosorbenti per la pulizia dell'intestino;
  • farmaci che aumentano il livello dei globuli bianchi;
  • anti-anemia.

Dopo la terapia, il paziente ha un forte bisogno di vitamine che accelerano il processo di recupero e normalizzano le funzioni del corpo. Per aumentare le capacità rigenerative delle strutture cellulari e far fronte alla trombocitopenia, saranno necessari complessi contenenti acido ascorbico e folico, carotene e vitamina B9.

Cosa includere nella dieta per migliorare il benessere

Dopo il trattamento, è necessario prestare particolare attenzione al menu del paziente. Quando lo si crea, si deve procedere dai principi di una dieta sana, arricchendo la dieta con vitamine e minerali necessari per migliorare il funzionamento di tutte le strutture organiche.

Il menu giornaliero del malato di cancro dovrebbe includere:

  • latticini;
  • frutta e verdura in umido, bollite e fresche;
  • uova, carne magra, pesce magro;
  • colture di cereali.

Di particolare beneficio sono le bacche blu e rosse - mirtilli rossi, more, ribes, lamponi, mirtilli, fragole, mirtilli rossi. Hanno un effetto diuretico, che aiuta ad eliminare le sostanze nocive..

Le bacche rosse e blu aiuteranno a purificare il corpo dalle tossine..

Se il paziente è preoccupato per attacchi di nausea, per ridurne l'intensità, puoi bere bevande alla frutta di ribes o vino rosso secco in piccole quantità.

Dopo un ciclo di chemioterapia, i cibi in scatola, in salamoia e affumicati vengono banditi. Inoltre, al fine di accelerare la rimozione delle tossine dal corpo, si consiglia di consumare più liquidi: almeno due litri al giorno.

Come stanno il fegato rianimato

Le cellule epatiche - gli epatociti - subiscono il danno più grave, poiché questo organo è direttamente responsabile della neutralizzazione di sostanze tossiche e componenti del farmaco.

Oltre al corso degli epatoprotettori, si consiglia di utilizzare l'avena. I flavonoidi e i composti polifenolici inclusi nella sua composizione contribuiscono al miglioramento del metabolismo lipidico, alla normalizzazione delle funzioni intestinali e epatiche.

Per gli epatociti si rigenerano più velocemente, a casa è meglio cuocere la gelatina di avena. Un cucchiaio di chicchi di avena viene versato in un bicchiere di latte e fatto bollire per 15 minuti, dopo di che insistono tanto. Bere in piccole porzioni durante il giorno.

Come aumentare lo stato immunitario

Antiossidanti e vitamine sono prescritti per aumentare la difesa immunitaria. Potrebbe anche richiedere misure che contribuiscono al ripristino delle forze immunitarie e ad accelerare l'eliminazione delle tossine:

  • trattamento speciale in un sanatorio;
  • procedure fisioterapiche;
  • drenaggio linfatico;
  • Terapia fisica.

La ginnastica terapeutica consente di eliminare gonfiore e dolore, stimola il corpo a rimuovere rapidamente le cellule tumorali. Le procedure di drenaggio linfatico aiutano a fermare i processi infiammatori e rafforzare la difesa immunitaria, nonché a stimolare il metabolismo cellulare.

Cosa aiuterà a migliorare le condizioni dei vasi sanguigni

Dopo un ciclo chemioterapico, le vene diventano quasi invisibili, il che comporta problemi quando si eseguono i test. È anche difficile installare un contagocce con soluzione salina, che elimina i prodotti chimici dal corpo. Gli ematomi compaiono nei siti di iniezione, prurito e prurito.

Dopo la chemioterapia, la flebite, un'infiammazione delle pareti vascolari, diventa un evento frequente..

Per eliminare tali problemi, vengono utilizzate lozioni alcoliche, impacchi da foglie di cavolo o piantaggine. A volte è accettabile usare unguenti se non c'è allergia.

Cosa fare per far crescere i capelli più velocemente

La calvizie è un effetto collaterale comune del trattamento, ma non funziona allo stesso modo per tutti. In alcuni pazienti si nota l'alopecia parziale, in altri - completa perdita di capelli sia sulla testa che sul corpo. Se i capelli rimangono in alcuni punti, saranno secchi, fragili, senza vita..

Per accelerare la crescita di nuovi, è necessario:

  • Non asciugare con un asciugacapelli caldo, ma lasciare asciugare naturalmente;
  • quando lavi i capelli, usa composti per capelli asciutti, indipendentemente dallo strumento che hai usato prima;
  • non arricciare o raddrizzare;
  • pettinare con una spazzola eccezionalmente morbida;
  • evitare l'esposizione alla luce solare diretta;
  • includere nel menu piatti ricchi di minerali sani.

Per rafforzare e accelerare la crescita, puoi applicare maschere nutrienti, ad esempio a base di uova, miele, pane di segale o kefir. Ma non acquistato, ma fatto in casa, esclusivamente con prodotti naturali.

La velocità con cui crescono i capelli dipende molto dalla cura adeguata.

Il tempo di recupero per la crescita dei capelli dipende dalle caratteristiche individuali della persona. Ma i capelli caduti ricresceranno sicuramente. È interessante notare che diventano spessi, spessi e forti. Il tono può cambiare leggermente, diventare più luminoso e più saturo.

Come riprendersi dalla chemioterapia usando rimedi popolari

La medicina tradizionale ha un arsenale abbastanza grande di ricette riparative. I più popolari includono decotti:

  • Erba e achillea di San Giovanni - ti permettono di purificare l'intestino. Un grosso cucchiaio di una miscela di erbe medicinali viene mescolato in un bicchiere di acqua bollente, insistito e bevuto due volte al giorno;
  • semi di lino - aiuta ad eliminare le sostanze tossiche. Insistere per un quarto d'ora 15 g di semi di lino in 250 ml di acqua bollente. Quindi viene filtrato e consumato in un cucchiaio cinque volte al giorno, indipendentemente dal cibo;
  • Rhodiola rosea - per ripristinare l'immunità. Un grande cucchiaio di materiale vegetale viene versato in 0,5 litri di acqua bollente. Lasciare in infusione per 6-8 ore. La tintura viene filtrata e bevuta tre volte al giorno per un quarto d'ora prima di un pasto;
  • Aloe - come rimedio contro l'infiammazione. Il succo spremuto dalle foglie richiederà 80 ml più 10 ml di vodka. I componenti vengono miscelati, il farmaco viene assunto in un cucchiaino tre volte al giorno per una settimana.

Per migliorare il sistema digestivo, è consentito il succo di piantaggine appena spremuto. Se il sangue si coagula male, il brodo di ortica o il tè a base di medunica aiuteranno. Quest'ultimo non solo normalizza la coagulabilità, ma impedisce anche l'ulteriore formazione di cellule mutate. Per rimuovere le sostanze tossiche dal corpo, è necessario utilizzare tè al cinorrodonte.

Se sai come recuperare dalla chemioterapia, puoi farlo abbastanza rapidamente. È importante scegliere il giusto corso di riabilitazione e iniziare le attività sin dai primi giorni di trattamento.

Interessante anche da leggere: il cancro ai polmoni nelle donne

Chemioterapia: miti e fatti

La chemioterapia è un metodo di trattamento delle neoplasie maligne in cui le cellule tumorali vengono distrutte o soppresse con l'aiuto di sostanze chimiche tossiche introdotte nel corpo. Una volta nel sangue, questi farmaci sono distribuiti in tutto il corpo e influenzano il cancro.

Questa tecnica consente sia di ridurre le dimensioni di un tumore maligno prima dell'intervento, sia di distruggere le singole cellule tumorali che rimangono nel corpo dopo l'intervento chirurgico.

Trattamento chemioterapico

La chemioterapia, come metodo di trattamento del cancro, è integrata da radioterapia e terapia chirurgica ed è prescritta nei seguenti casi:

  • prima dell'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del tumore maligno e distruggere piccole neoplasie;
  • dopo l'intervento chirurgico per prevenire e prevenire la formazione di nuove metastasi;
  • pazienti con oncopatologie che non sono suscettibili di trattamento con altri metodi (leucemia, emocrastosi, ecc.)
  • con danno ai nodi del sistema linfatico.

Quanto dura la chemioterapia

Il metodo e il metodo per il trattamento delle neoplasie maligne sono determinati da un oncologo..

Un medico può prescrivere la chemioterapia in diverse fasi dello sviluppo della malattia..

Di solito viene eseguito un ciclo di chemioterapia:

  • corso di chemioterapia;
  • una pausa per osservare i risultati (diverse settimane, mesi);
  • visita medica.

Il numero di tali cicli è determinato dal medico curante in base alla complessità della malattia e ai risultati del trattamento.

La durata del corso immediato di chemioterapia è di alcuni giorni.

Il corpo dopo la chemioterapia

I prodotti chimici attivi utilizzati in questo trattamento sono tossici e non solo distruggono le cellule maligne, ma possono anche influenzare negativamente tutti gli organi e i tessuti del corpo malato.

Il grado di esposizione è determinato non solo dalla composizione del farmaco stesso, ma anche dalla tolleranza individuale del corpo umano.

Effetti collaterali della chemioterapia

Gli effetti collaterali più comuni di questo metodo di trattamento sono:

  • disturbi digestivi e disturbi digestivi generali;
  • disturbi del cuoio capelluto fino a completare la caduta dei capelli;
  • aumento della temperatura corporea;
  • muscoli e mal di testa;
  • debolezza, mancanza di appetito;
  • diminuzione generale dell'immunità.
Sangue dopo la chemioterapia

La maggior parte dei farmaci chemioterapici provoca un calo dei livelli di emoglobina, inibisce lo sviluppo e la riproduzione delle cellule del sangue, in particolare dei leucociti e dei globuli rossi..

Ciò può portare all'anemia, allo sviluppo di processi infiammatori nel midollo osseo, all'infezione da malattie virali e infettive..

Globuli bianchi dopo chemioterapia

La conseguenza più pericolosa della chemioterapia è una violazione del midollo osseo, che causa lo sviluppo della leucopenia - una diminuzione del livello dei globuli bianchi nel sangue. E questo a sua volta porta a una forte diminuzione delle funzioni immunitarie protettive dell'intero organismo.

Un'altra conseguenza può essere un linfonodo gonfio e gonfio..

Capelli dopo la chemioterapia

Come risultato del danno ai follicoli piliferi nella maggior parte dei pazienti, l'alopecia inizia in 15-20 giorni dopo il corso del trattamento chemioterapico - perdita di capelli, che porta alla completa scomparsa della linea sottile in alcune aree o in tutto il corpo del paziente.

Il grado di sviluppo della malattia dipende dai farmaci antitumorali utilizzati nel trattamento.

I farmaci usati nel trattamento del cancro nella fase iniziale sono meno tossici e violano solo la struttura e la salute dei capelli, preservando allo stesso tempo i follicoli e l'attaccatura dei capelli.

Chemioterapia leggera

La medicina moderna ci consente di determinare la comparsa di tumori maligni nella prima fase di sviluppo e di iniziare tempestivamente il loro trattamento.

In questo caso, viene utilizzata la chemioterapia leggera, in cui al paziente vengono somministrati farmaci mirati che colpiscono le cellule tumorali, danneggiando minimamente le cellule sane del corpo. Di conseguenza, ci sono molti meno effetti collaterali rispetto alla chemioterapia convenzionale.

Questo metodo di trattamento è anche prescritto per pazienti immunocompromessi, bambini e adolescenti..

Trattamento chemioterapico

La durata del trattamento riabilitativo e i farmaci necessari sono determinati dal medico curante, a seconda del tipo di tumore, della composizione dei farmaci utilizzati, del grado e della natura degli effetti collaterali.

Prima di tutto, vengono prescritti farmaci per il recupero:

  • il sistema immunitario del corpo;
  • funzioni del midollo spinale;
  • sistema circolatorio;
  • fegato e cellule renali danneggiate;
  • apparato digerente;
  • condizioni di capelli e unghie;
  • sistema nervoso.

Recupero della chemioterapia

Per ripristinare completamente il corpo dopo la chemioterapia, viene eseguito un corso di riabilitazione in conformità con un regime speciale:

  • l'uso di farmaci per alleviare gli effetti collaterali;
  • un'alimentazione sana con un alto contenuto di vitamine e minerali;
  • ginnastica medica e procedure fisioterapiche;
  • riabilitazione psicologica.

Nella lotta contro il cancro, l'organizzazione professionale del trattamento e la riabilitazione tempestiva sono le basi per una terapia di successo.

Sottotitolo h4

  • 46129 Spiegazioni del Ministero della Salute: come lavorare nel 2020?
  • 44083 Il cane di Pavlov: cos'è, l'essenza dell'esperimento
  • 36258 Quattro modi per ottenere punti NMO gratuitamente
  • 23189 Moratoria sui certificati medici: cosa significa?

Vuoi tenere il passo con le ultime notizie mediche?

Quindi iscriviti alla nostra newsletter settimanale!

125009, Russia, Mosca,
Vicolo dei giornali, d. 3-5, p. 1

TIN 7703429438
Cambio 770301001

Organizzazione autonoma senza fini di lucro della formazione professionale continua
Accademia di educazione medica

Licenza educativa
039358 Controllare la licenza

Non ancora registrato sul nostro sito?

La presente Informativa sulla privacy per i dati personali (di seguito - l'Informativa sulla privacy) si applica a tutte le informazioni pubblicate sul sito Web su Internet all'indirizzo: medobr.com (di seguito - il Sito) che i visitatori di questo sito possono ricevere sull'Utente durante l'utilizzo del Sito, i suoi servizi, programmi e prodotti.

L'uso dei servizi del Sito implica il consenso incondizionato dell'Utente alla presente Politica e alle condizioni per l'elaborazione delle sue informazioni personali specificate in esso; in caso di disaccordo con queste condizioni, l'utente deve astenersi dall'utilizzare i servizi.

1. DISPOSIZIONI GENERALI

1.1. Nell'ambito di questa politica, le informazioni personali dell'utente significano:

1.1.1. Informazioni personali che l'Utente fornisce su se stesso al momento della registrazione (creazione di un account) o nel processo di utilizzo dei Servizi, inclusi i dati personali dell'Utente. Le informazioni richieste per la fornitura dei Servizi sono contrassegnate in modo speciale. Altre informazioni sono fornite dall'Utente a sua discrezione..

1.1.2. Dati che vengono automaticamente trasferiti ai servizi del Sito nel corso del loro utilizzo utilizzando il software installato sul dispositivo dell'Utente, inclusi indirizzo IP, dati dei cookie, informazioni sul browser dell'utente (o altro programma che accede ai servizi), tecnico caratteristiche delle apparecchiature e del software utilizzati dall'utente, data e ora di accesso ai servizi, indirizzi delle pagine richieste e altre informazioni simili.

1.1.3. Altre informazioni sull'Utente, il cui trattamento è previsto dall'Accordo sull'uso del Sito.

1.1.4. La presente Informativa sulla privacy si applica solo al sito Web medobr.com. Il sito medobr.com non controlla e non è responsabile per i siti di terze parti a cui l'utente può fare clic sui collegamenti disponibili sul sito medobr.com.

2. OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI PERSONALI DEGLI UTENTI

2.1. Il sito raccoglie e archivia solo le informazioni personali necessarie per la fornitura di servizi o l'esecuzione di accordi e contratti con l'utente, a meno che la legge non preveda la conservazione obbligatoria delle informazioni personali per un periodo specificato dalla legge.

2.2. Il sito Web elabora le informazioni personali dell'utente per i seguenti scopi:

2.2.1. Identificazione dell'utente che ha compilato il modulo sul sito per inviare lettere, inviare messaggi SMS al cellulare specificato, effettuare chiamate all'utente.

2.2.2. Fornire all'utente l'accesso a risorse personalizzate del sito.

2.2.3. Stabilire feedback con l'Utente, incluso l'invio di notifiche, richieste riguardanti l'uso del Sito, la fornitura di servizi, l'elaborazione di richieste e applicazioni da parte dell'Utente.

2.2.4. Determinare la posizione dell'utente per garantire la sicurezza, prevenire le frodi.

2.2.5. Conferme dell'accuratezza e completezza dei dati personali forniti dall'Utente.

2.2.6. Creazione di un account per l'accesso al portale remoto, se l'utente ha accettato di creare un account.

2.2.7. Notifiche all'utente del sito in merito a notizie e modifiche verificatesi con il proprietario del sito.

2.2.8. Fornire all'Utente un supporto clienti e tecnico efficace in caso di problemi associati all'utilizzo del Sito.

2.2.9. Implementazione di attività promozionali con il consenso dell'Utente.

2.2.10. L'implementazione di mailing di massa di e-mail, l'invio di messaggi SMS, l'utilizzo del pixel di retargeting, per la pubblicità, l'utilizzo di cookie, la determinazione della posizione, lo svolgimento di sondaggi.

3. CONDIZIONI DI TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI PERSONALI DEGLI UTENTI E DEL SUO TRASFERIMENTO A TERZI

3.1. Il sito memorizza le informazioni personali degli utenti in conformità alle normative interne di servizi specifici.

3.2. Per quanto riguarda le informazioni personali dell'utente, la sua riservatezza viene mantenuta, tranne nei casi in cui l'utente fornisce volontariamente informazioni su di sé per l'accesso generale a un numero illimitato di persone. Quando utilizza determinati servizi, l'Utente accetta che una determinata parte delle sue informazioni personali diventi disponibile al pubblico.

3.3. Il sito Web ha il diritto di trasferire le informazioni personali dell'utente a terzi nei seguenti casi:

3.3.1. L'utente ha accettato tali azioni..

3.3.2. Il trasferimento è necessario per l'utilizzo da parte dell'utente di un determinato servizio o per l'esecuzione di un accordo o contratto specifico con l'utente.

3.3.4. Il trasferimento è previsto dalla legislazione russa o da altre normative applicabili nell'ambito della procedura stabilita dalla legge.

3.3.5. Nel caso della vendita del Sito, tutti gli obblighi di rispettare i termini della presente Politica in relazione alle informazioni personali da lui ricevute sono trasferiti all'acquirente.

3.4. Il trattamento dei dati personali dell'utente viene effettuato senza limiti di tempo con qualsiasi mezzo legale, anche nei sistemi di informazione dei dati personali utilizzando strumenti di automazione o senza tali strumenti. Il trattamento dei dati personali degli utenti viene effettuato in conformità con la legge federale del 27 luglio 2006 N 152-ФЗ "Dati personali".

3.5. In caso di perdita o divulgazione di dati personali, l'amministrazione del sito informa l'utente della perdita o della divulgazione di dati personali.

3.6. L'amministrazione del sito adotta le misure organizzative e tecniche necessarie per proteggere le informazioni personali dell'utente da accessi non autorizzati o accidentali, distruzione, alterazione, blocco, copia, distribuzione, nonché da altre azioni illegali di terzi.

3.7. L'amministrazione del sito insieme all'Utente adotta tutte le misure necessarie per prevenire perdite o altre conseguenze negative causate dalla perdita o dalla divulgazione dei dati personali dell'utente.

4. OBBLIGHI DELLE PARTI

4.1. L'utente deve:

4.1.1. Fornire informazioni sui dati personali necessari per utilizzare il Sito.

4.1.2. Aggiorna, completa le informazioni fornite sui dati personali in caso di modifica di tali informazioni.

4.2. L'amministrazione del sito è obbligata:

4.2.1. Utilizzare le informazioni ricevute esclusivamente per gli scopi specificati nella presente Informativa sulla privacy.

4.2.2. Garantire la conservazione segreta delle informazioni riservate, non divulgarle senza la previa autorizzazione scritta dell'Utente e non vendere, scambiare, pubblicare o divulgare in alcun altro modo i dati personali trasferiti dell'Utente, ad eccezione di quanto previsto dalla presente Informativa sulla privacy.

4.2.3. Prendere precauzioni per proteggere la riservatezza dei dati personali dell'utente in conformità con la procedura normalmente utilizzata per proteggere questo tipo di informazioni nelle transazioni commerciali esistenti.

4.2.4. Bloccare i dati personali relativi all'Utente rilevante dal momento del contatto o della richiesta dell'Utente o del suo rappresentante legale o ente autorizzato per la protezione dei diritti degli interessati per il periodo di verifica in caso di rivelazione di dati personali inesatti o azioni illegali.

5. RESPONSABILITÀ DELLE PARTI

5.1. L'amministrazione del sito, che non ha adempiuto ai propri obblighi, è responsabile per le perdite subite dall'Utente in relazione all'uso illecito di dati personali, in conformità con la legislazione della Federazione Russa.

5.2. In caso di perdita o divulgazione di informazioni riservate, l'amministrazione del sito non è responsabile se queste informazioni riservate:

5.2.1. È diventato di dominio pubblico prima della sua perdita o divulgazione.

5.2.2. È stato ricevuto da una terza parte fino a quando non è stato ricevuto dall'amministrazione del sito.

5.2.3. È stato divulgato con il consenso dell'utente.

6. RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

6.1. Prima di presentare ricorso al tribunale con un reclamo per controversie derivanti dal rapporto tra l'utente del sito e l'amministrazione del sito, è obbligatorio presentare un reclamo (una proposta scritta per la risoluzione volontaria della controversia).

6.2. Il destinatario del reclamo entro 14 giorni di calendario dalla data di ricevimento del reclamo deve comunicare per iscritto al richiedente i risultati dell'esame del reclamo.

6.3. Se non viene raggiunto un accordo, la controversia sarà sottoposta al tribunale in conformità con la legislazione vigente della Federazione Russa.

6.4. L'attuale legislazione della Federazione Russa si applica alla presente Informativa sulla privacy e al rapporto tra l'utente e l'amministrazione del sito..

7. CONDIZIONI AGGIUNTIVE

7.1. L'amministrazione del sito ha il diritto di apportare modifiche alla presente Informativa sulla privacy senza il consenso dell'utente.

7.2. La nuova Informativa sulla privacy entra in vigore dal momento in cui è pubblicata sul Sito, se non diversamente previsto dalla nuova versione dell'Informativa sulla privacy.

7.3. Tutti i suggerimenti o domande riguardanti la presente Informativa sulla privacy devono essere segnalati a [email protected]

7.4. L'attuale Informativa sulla privacy è disponibile su: medobr.com

7.5. La presente Informativa sulla privacy è parte integrante del Contratto sull'uso del Sito, che si trova nella pagina all'indirizzo: medobr.com

Informazioni per informazioni:

Secondo la parte 5 dell'art. 18 della legge federale del 27 luglio 2006 N 152-ФЗ "Sui dati personali" durante la raccolta di dati personali, anche attraverso la rete di informazioni e telecomunicazioni Internet, l'operatore è tenuto a garantire la registrazione, la sistematizzazione, l'accumulazione, la conservazione, il chiarimento (aggiornamento, modifica), il recupero dati personali dei cittadini della Federazione Russa che utilizzano banche dati situate sul territorio della Federazione Russa, ad eccezione dei casi di cui ai paragrafi 2, 3, 4, 8 parti 1 dell'Art. 6 della legge federale del 27 luglio 2006 N 152-ФЗ "Dati personali".