4 o 6 corsi di chemioterapia

Carcinoma

A seconda delle condizioni del paziente, lo specialista prescrive un certo numero di procedure: 4 o 6 chemioterapia. Il principale fattore decisivo è la presenza del numero di cellule tumorali, più ci sono, più intensi e forti dovrebbero essere i farmaci.

6 chemioterapia è molto?

Per eliminare l'oncologia in via di sviluppo, è necessario utilizzare non solo il metodo operativo, ma anche applicare diversi corsi di chemioterapia, ad esempio sei. Il numero di tali procedure non può essere previsto in anticipo, pertanto gli specialisti dopo ogni sessione, ciclo e corso devono sostenere i test di persona.

Grazie all'uso della chemioterapia, c'è un rallentamento nello sviluppo e nell'attività delle cellule tumorali o la loro completa distruzione si verifica se la malattia viene rilevata in una persona nelle fasi iniziali e non compaiono metastasi. In caso di domande: qual è il ciclo o tutto sulla chemioterapia, l'oncologo dirà al medico curante. Le formazioni maligne si trovano più spesso nelle aree:

  • vicino ai vasi sanguigni;
  • avere accesso diretto all'ossigeno.

Tale disposizione rende molto difficile l'intervento chirurgico (il ciclo di operazione), il cui pericolo è il rischio di danneggiare i vasi sanguigni o le arterie e causare gravi emorragie interne o esterne, quindi gli specialisti prescrivono da 4 a 6 corsi di chemioterapia, facilitando le condizioni del paziente e salvandogli la vita. C'è un certo intervallo tra le sessioni di trattamento, che consente al corpo di recuperare un po 'dopo lo stress.

Pausa consentita tra i corsi: con la terapia intensiva, la sua durata può variare da 1 a diversi giorni e il periodo di riposo può essere di diversi mesi. Il più forte è la chemioterapia intensiva (corsi VI), il suo svantaggio è il prezzo e un forte effetto sul corpo. Un aspetto positivo di questa azione è l'incapacità del paziente di abituarsi ai farmaci utilizzati e un'alta percentuale di efficacia nell'influenzare il cancro.

Come comportarsi con un paziente durante una procedura di chemioterapia

Molti pazienti pongono la domanda: quanti giorni dura un corso e quali sono i limiti durante tale procedura, influisce sul prezzo del corso. È consentito un leggero sforzo fisico su muscoli e articolazioni, ginnastica e yoga, che consente di rallegrare e aumentare la flessibilità. Durante 6 chemioterapie, se non ci sono reazioni allergiche nel corpo e non ci sono problemi con il sistema gastrointestinale e i reni, dovresti spesso bere succhi di frutta e verdura - mezzo bicchiere al giorno, acqua potabile ordinaria, la quantità totale di liquido che bevi dovrebbe essere di circa 2 litri.

È vietato bere bevande gassate e alcoliche durante 6 chemioterapia, il fumo è controindicato e prima di bere acqua minerale, consultare il medico.

Il divieto include una sauna, un'abbronzatura al sole e un solarium, i vestiti devono essere a maniche lunghe, non è possibile utilizzare una doccia calda o un bagno.

Supporto psicologico con 6 chemioterapia

La procedura della 6 chemioterapia può cambiare radicalmente non solo lo stile di vita del paziente, ma anche i suoi tratti caratteriali, quando si usano i farmaci, si verificano processi irreversibili nel sistema nervoso umano. Perché prima dell'operazione e un complesso di 6 chemioterapia al paziente vengono consigliate emozioni positive ed evitamento dello stress:

  • la presenza di ormoni della felicità consente al corpo di affrontare più facilmente i carichi derivanti;
  • una persona trova la forza in se stessa per combattere ulteriormente la malattia;
  • anche l'autoipnosi svolge un ruolo fondamentale, così come l'uso di droghe.

Dopo la seconda fase dell'oncologia, è necessario ricorrere all'uso della 6 chemioterapia, insieme all'intervento chirurgico. L'uso di metodi complessi per combattere la malattia emergente evita un aumento della neoplasia e la sua diffusione agli organi e sistemi interni vicini.

Gli esperti raccomandano che, prima di condurre una sessione di 6 chemioterapia, trovi un nuovo hobby per te stesso, inizia a leggere un libro interessante o inizia a fare ricami.

È meglio stabilire per te uno o due obiettivi reali che puoi fare dopo 6 chemioterapia. Vari metodi di rilassamento possono aiutare ad alleviare la tensione muscolare, calmare il sistema nervoso ed essere di buon umore. Il medico curante deve porre tutte le domande che sono sorte, questo eviterà incomprensioni e stress inutili.

Come è il corso del trattamento: lo specialista determina la dose del farmaco, le regole di somministrazione o somministrazione e osserva la dinamica positiva o negativa dell'attività dei tumori cancerosi dopo un ciclo di 6 chemioterapia.

Se il trattamento ha avuto successo, tali procedure potrebbero non essere ripetute; in casi avanzati, sono necessari diversi cicli per fermare la crescita del tumore ed eliminare la diffusione della malattia.

Una clinica oncologica in Israele accetta i cittadini stranieri per il trattamento. Ulteriori trattamenti oncologici in Israele sono disponibili sul sito web della clinica http://assutatop.com/

Chiedi a un medico un oncologo

Se hai domande per gli oncologi, puoi chiedere sul nostro sito Web nella sezione di consultazione

Diagnosi e trattamento dell'oncologia nei centri medici di Israele informazioni dettagliate

Iscriviti alla newsletter di oncologia e tieniti aggiornato con tutti gli eventi e le novità nel mondo dell'oncologia.

Chemioterapia

La chemioterapia è un metodo comune di trattamento dei tumori cancerosi introducendo sostanze chimiche o farmaci speciali nel corpo, i cosiddetti agenti chemioterapici antitumorali (antineoplastici). La terapia consiste nell'uso di agenti che hanno un effetto distruttivo sulla formazione maligna. Le cellule tumorali con una struttura specifica vengono distrutte o la loro crescita viene arrestata. L'azione principale della procedura è di ridurre il tumore prima dell'intervento chirurgico, per prevenire la diffusione di metastasi dopo l'intervento chirurgico.

Il metodo di terapia prevede l'uso di agenti altamente tossici che influenzano negativamente il corpo nel suo insieme. La chemioterapia per l'oncologia può essere di diversi tipi e gradi di esposizione. La procedura si svolge sotto la supervisione e il controllo del medico curante. Il chemioterapista decide quale tipo di chimica usare in base allo stadio del tumore e all'età, al sesso del paziente. Le malattie concomitanti sono prese in considerazione.

Vantaggi della chimica

I punti di forza dell'uso di medicinali chimici per eliminare le neoplasie maligne sono l'effetto distruttivo sulle cellule maligne, anche nelle aree difficili da raggiungere del tumore. Un risultato simile non si ottiene quando si utilizza l'esposizione alle radiazioni. In chemioterapia, è possibile influenzare il focus di una lesione maligna a livello locale iniettando nel sito della lesione.

Grazie alla chimica, le dimensioni del tumore sono ridotte, il che riduce il rischio e la complessità della chirurgia. Dopo l'intervento chirurgico, l'uso della terapia riduce il rischio di recidiva, il ritorno delle cellule maligne. I prodotti chimici influenzano a distanza le lesioni secondarie, eliminano le metastasi e il rischio del loro verificarsi.

Indicazioni per la terapia

Questo metodo di trattamento è prescritto nei seguenti casi:

  • Leucemia.
  • Hemoblastosis.
  • coriocarcinoma.
  • rabdomiosarcoma.
  • Cancro dell'ultimo, quarto stadio.
  • La rapida diffusione delle metastasi.
  • Remissione del cancro.
  • Radioterapia.
  • Operazione chirurgica.

La chemioterapia viene utilizzata come procedura separata per eliminare il tumore e oltre alle radiazioni o alla terapia chirurgica. Viene praticata la terapia antitumorale preoperatoria, che riduce le dimensioni del tumore e riduce la complessità della procedura chirurgica..

Esame del sangue durante il trattamento

Prodotti chimici e medicinali influenzano le cellule tumorali e i microrganismi sani. Il fatto provoca una violazione della produzione di cellule del sangue nel midollo osseo di una persona. Quando sottoposti a chemioterapia, l'immunità soffre e la resistenza alle malattie virali e ai batteri diminuisce. Il paziente soffre di anemia, debolezza muscolare, mancanza di forza fisica.

Per controllare il contenuto di elementi vitali nel sangue, viene eseguito un esame del sangue sistematico, che viene sottoposto a esami clinici di laboratorio. Per ripristinare una struttura del sangue sana, al paziente viene prescritta una dieta terapeutica speciale, mangiando abbastanza frutta e verdura fresca. Inoltre, le passeggiate all'aria aperta e le emozioni positive avranno un effetto benefico sulle condizioni fisiche di una persona con oncologia..

Tipi di terapia

La classificazione e i tipi di procedure vengono applicati in base allo stadio dell'oncologia, alle condizioni fisiche del paziente, all'età e al sesso. La chemioterapia è divisa in tipi:

  • Neoadiuvante. Un altro nome è induzione. Viene utilizzato prima dell'intervento chirurgico per ridurre la malignità. La chimica sistemica eseguita con successo può ridurre la complessità della chirurgia. È prescritto in caso di sensibilità del tumore alla sostanza. Uno studio patomorfologico consente di determinare il grado di riduzione delle neoplasie maligne, di selezionare un regime per la somministrazione di farmaci dopo l'intervento chirurgico o in caso di recidiva.
  • Adiuvante. Lo scopo di questo tipo di chimica è di eliminare le micrometastasi dopo un'operazione chirurgica, oltre a prevenire la formazione di nuove. La terapia aumenta la probabilità di prognosi libera da recidiva per i pazienti.
  • Mirata. Questa specie ha un effetto bloccante sulle molecole della membrana e sul fuoco canceroso. La sintesi proteica viene interrotta e la divisione delle cellule maligne si interrompe. La procedura viene eseguita a livello genetico-molecolare. Con l'aiuto di un calcolo accurato del metabolismo delle cellule maligne, si ottiene la loro autodistruzione. Allo stesso tempo, l'effetto sui microrganismi sani è ridotto al minimo; pertanto, le complicanze dopo la chemioterapia sono basse. Penetrando nel sangue, la sostanza si diffonde in tutto il corpo, entrando nelle aree remote di neoplasie maligne. Questi effetti contribuiscono a un esito positivo del corso del trattamento..
  • Ipertermica. Un farmaco ad alta temperatura viene introdotto al centro di un tumore maligno. La procedura viene utilizzata per tumori maligni di grandi dimensioni, nonché per la diffusione intraorganica di metastasi. Grazie alla combinazione delle temperature dei farmaci, il risultato desiderato viene raggiunto nel minor tempo possibile. Le conseguenze per il corpo e gli effetti della chimica sono in fase di sviluppo.
  • Platino. Per il trattamento di questo tipo, viene utilizzata una sostanza al platino. Un metodo viene utilizzato quando altri trattamenti non hanno dato risultati positivi. Eliminano le neoplasie maligne nella vescica, nei polmoni e nei testicoli. Il metodo del platino è in grado di influenzare tali parti del corpo umano in cui altri farmaci si sono dimostrati impotenti. È caratterizzato da una maggiore efficacia, una prognosi positiva dopo un ciclo di terapia.
  • Gentle. Per la procedura vengono utilizzati preparati chimici che hanno un effetto meno aggressivo sul corpo. È usato per trattare i tumori maligni nei pazienti anziani o in quelli le cui condizioni fisiche sono indebolite, così come nelle fasi iniziali dell'oncologia. Questo metodo di trattamento ha effetti collaterali minimi per il corpo..
  • Dose elevata. La chemioterapia di questo tipo viene utilizzata in caso di recidiva o resistenza del tumore. In ogni fase della procedura vengono utilizzate sostanze speciali che non si intersecano nella resistenza. La monoterapia viene effettuata con il farmaco, che ad un certo livello viene scelto come dominante.
  • palliativo Questo corso di chemioterapia viene effettuato per prolungare la vita del paziente e alleviare il dolore dei sintomi. Viene utilizzato quando non è possibile il recupero, nelle fasi finali dell'oncologia. La remissione persistente si ottiene attraverso la chimica.

Dopo ciascuna delle opzioni utilizzate, viene assegnato il tempo per il ripristino del corpo. Al paziente viene somministrata la procedura prescritta da un chemioterapista professionista in base alla complessità e allo stadio della malattia. L'obiettivo principale nel trattamento è quello di sopprimere la diffusione delle cellule tumorali e distruggere il focus maligno. Senza la necessità di interrompere una procedura non programmata, si consiglia vivamente.

Classificazione dei colori dei componenti

I tipi di chemioterapia differiscono nella composizione dei farmaci usati per fermare l'attività del cancro. Oggi eseguono i tipi di procedure specificati che differiscono nei colori:

  1. Chemioterapia rossa È considerato aggressivo e spietato per il corpo umano. Dopo il decorso, il sistema immunitario diminuisce sensibilmente, la protezione contro le infezioni virali e i batteri si indebolisce. L'obiettivo della terapia è quello di distruggere le cellule cancerose maligne e fermare la loro crescita. I farmaci per la chemioterapia di questo tipo sono utilizzati sottogruppi di antracicline e hanno una tinta rossa. Questo fatto spiega il nome. La durata della procedura viene stabilita dal medico, facendo delle pause tra le sessioni, in modo che il corpo si riprenda dopo l'azione delle tossine.
  2. Chemioterapia blu. Vengono utilizzate mitomicina e mitoxantrone, che mostrano una dominante di colore blu. L'effetto sul corpo è inferiore al metodo precedente. Lo scopo della procedura è prevenire la ricaduta e la riproduzione di cellule maligne. Tra le sessioni di utilizzo di sostanze, gli spazi sono fatti in modo che una persona possa riposare da sostanze tossiche.
  3. Chemioterapia gialla. Per questa procedura vengono utilizzati i seguenti farmaci: ciclofosfamide, fluorouracile o metotrexato. Queste sostanze sono delicate, è più facile trasferirle a un malato di cancro, il cui corpo è indebolito, impoverito dalla malattia. Il periodo di auto-guarigione dopo il corso non dura a lungo.
  4. Chemioterapia bianca. La composizione della sostanza include Taxol. È usato nel trattamento dei tumori al seno maligni nelle donne. È considerato il più parsimonioso per il corpo umano ed è facilmente tollerato..

I tipi di terapia differiscono nel grado di impatto sul corpo. Metodi separati di trattamento mostrano un aumento degli effetti collaterali. A seconda dell'aggressività del cancro, della posizione del tumore, dell'età e delle condizioni fisiche del paziente, vengono utilizzati metodi appropriati, terapia terapeutica di supporto. La chimica ad alte dosi è prescritta quando il corpo ha una grave intossicazione e la prevalenza di cellule maligne. La dose del farmaco è determinata dall'oncologo..

Preparazione per le procedure

Prima di condurre un corso di chemioterapia, è necessario prepararsi, sottoporsi a un esame completo del corpo. Se ci sono malattie croniche della forma acuta, la chemioterapia è fortemente scoraggiata per evitare complicazioni. Durante la terapia, il corpo ha bisogno di nutrienti, vitamine. Pertanto, una dieta equilibrata e corretta è importante. Al momento della chimica, è importante mantenere l'equilibrio emotivo e mentale, per evitare shock e stress.

I preparati chemioterapici includono smettere di fumare e bere alcolici. Le sostanze nocive possono interrompere il corso del trattamento, portare a gravi complicazioni. È anche importante il supporto dei propri cari e di coloro che hanno sconfitto con successo l'oncologia e sono tornati alle loro vite abituali. Un atteggiamento positivo, oltre alla motivazione darà forza e determinazione a non arrendersi, a non arrendersi. Al momento delle procedure chimiche dovrebbe limitare l'attività fisica. Per questo motivo, alcuni pazienti si congedano durante l'esame e la terapia..

Si consiglia di effettuare una pulizia preliminare del corpo dalle tossine prima di iniziare il trattamento. Dovrai prenderti cura di assumere farmaci che proteggano i reni, il fegato e lo stomaco dagli effetti aggressivi della chimica. Le medicine saranno prescritte dal medico curante, tenendo conto delle esigenze e delle caratteristiche del corpo del paziente. L'automedicazione porterà a una violazione del trattamento e aumenterà gli effetti collaterali dei farmaci.

I principi della chemioterapia

Il metodo di trattamento in oncologia è sotto la stretta supervisione di un chemioterapista. In alcuni casi, viene prescritta l'irradiazione del corpo. La differenza nell'effetto sul tumore. La radioterapia ha un effetto localizzato direttamente sulla lesione, uccidendo le cellule maligne. A differenza della radioterapia, la chimica è in grado di raggiungere aree remote e inaccessibili di neoplasie pericolose. La durata del corso con intervalli di riposo di diversi giorni offre al corpo l'opportunità di recuperare e riposare da sostanze tossiche. Durante la procedura, il paziente è generalmente isolato dal rumore estraneo e dagli stimoli esterni.

Secondo il metodo di applicazione, la chemioterapia è endovenosa, intramuscolare. Le sostanze possono essere utilizzate per via orale in compresse, per via sottocutanea, nonché direttamente al centro di una lesione maligna. L'oncologo seleziona l'opzione per l'uso di medicinali dopo aver studiato lo stadio di sviluppo dell'oncologia, le malattie concomitanti del paziente e la localizzazione del tumore. Il medico imposta anche il decorso e il regime di trattamento per una persona in particolare, in base alle caratteristiche e ai bisogni del corpo. Il numero di sessioni dipende dallo stadio dell'oncologia, dalle caratteristiche e dai bisogni del paziente. In alcuni casi, applicare più sessioni di seguito.

Chemioterapia e tipi di tumore

I metodi di trattamento dipendono dalla localizzazione dell'oncologia. I tipi di cancro e i metodi di terapia raccomandati sono elencati di seguito:

  • Tumore ai polmoni. In questo caso, vengono utilizzate sostanze mirate che influenzano i recettori della neoplasia maligna. Un risultato positivo è evidente con effetti collaterali minimi per le cellule sane del corpo..
  • Cancro al seno nelle donne. Utilizzare tipi di olio chimici prima e dopo l'intervento chirurgico. Le dimensioni della neoplasia sono ridotte con l'aiuto della medicina introdotta e dopo l'intervento chirurgico, la terapia viene utilizzata per prevenire la diffusione di metastasi negli organi interni. Per controllare il livello delle cellule maligne, viene utilizzata la chimica secca, con l'aiuto della quale vengono misurate le proteine ​​nel sangue. Il rispetto delle raccomandazioni del medico prima e dopo il trattamento aiuterà a sopravvivere all'eliminazione dei tumori maligni senza conseguenze negative a livello globale..
  • Cancro allo stomaco. Il trattamento oncologico è combinato con la radioterapia. I tessuti dello stomaco non sono sensibili ai farmaci chimici, pertanto la terapia viene utilizzata in combinazione con radiazioni ioniche. Durante il trattamento, i fondi per il vomito dei riflessi e della nausea sono necessariamente prescritti per attenuare la tolleranza della procedura. Se necessario, viene prescritta una doppia dose della sostanza.

La chemioterapia è prescritta separatamente per il paziente; non esiste un trattamento standard adatto a tutti. A seconda della posizione, oltre che nella fase della malattia, possono essere richiesti interventi chirurgici, rimozione del tumore maligno, nonché radiazioni, radiazioni ioniche alle cellule tumorali. In alcuni casi, viene utilizzato un set di metodi applicati..

Effetti collaterali sul corpo

La chemioterapia si riferisce a metodi aggressivi di trattamento che danneggiano le cellule sane degli organi interni e i processi vitali. A causa della sua composizione chimica, un medicinale non può essere completamente innocuo, senza alcun effetto negativo. La gravità e la gravità degli effetti collaterali dipendono dallo stadio del cancro, dalle condizioni fisiche del paziente. Ci sono violazioni del tratto digestivo, perdita di capelli, secrezione purulenta. Di grande importanza è lo stato emotivo del paziente, la sua determinazione e la sua predisposizione al recupero. Sintonizzati su un risultato deliberatamente negativo, una persona cade nello spirito, abbassa le mani e smette di combattere. In questo caso, la probabilità di un esito positivo della terapia è ridotta..

La risposta del corpo alla chemioterapia è diversa nelle persone. I farmaci di ultima generazione hanno lo scopo di ridurre al minimo i sintomi negativi e l'effetto distruttivo sulle cellule sane degli organi interni. È impossibile prevedere in anticipo come si sentirà il paziente dopo le procedure. I sintomi possono essere gravi o completamente assenti. Lo stato emotivo di una persona influisce sull'esito del trattamento, quindi il supporto e la comprensione da parte di parenti e amici sono importanti. È importante evitare lo stress e lo sconvolgimento emotivo. In caso di preoccupazioni eccessive, puoi chiedere aiuto a uno psicologo, bere farmaci rilassanti su base naturale.

Nausea e vomito

I farmaci introdotti nel corpo hanno una maggiore tossicità, influenzano le mucose, il fegato e le funzioni cerebrali. Spesso durante il corso della terapia, i pazienti manifestano nausea e vomito. Più una persona con cancro ha paura di un sintomo, maggiore è la probabilità che lo sperimenterà. Il cervello è sintonizzato sull'implementazione delle paure, attivando il centro del vomito. Gli sviluppi moderni hanno portato un rimedio con il sintomo più ridotto di nausea e vomito rispetto a dieci anni fa. In alcuni casi, il vomito e la sensazione di nausea possono essere evitati..

vomito

Prima di tutto, il medico curante dovrebbe parlare della sensazione di disagio. La scelta dei farmaci che alleviano i sintomi viene effettuata separatamente per ciascun paziente, tenendo conto delle caratteristiche del corpo. Durante il trattamento, si raccomanda di osservare una serie di regole:

  • Mantenere una dieta sana e salutare. Escludere l'uso di prodotti che hanno un effetto irritante sulle funzioni del corpo. Sarà necessario ridurre al minimo l'uso di cibi grassi, fritti e piccanti. È importante evitare gli additivi alimentari chimici e sintetici. Prima di acquistare un prodotto, si consiglia di studiare attentamente la composizione per il contenuto di componenti dannosi.
  • Bevi molta acqua pulita a temperatura ambiente o calda durante il giorno. Ciò accelererà il metabolismo e il metabolismo, contribuendo ad eliminare le tossine dal corpo. Bevi liquidi a piccoli sorsi per evitare di provocare i riflessi del vomito. La nausea in alcuni casi è spiegata da una malattia dei reni o dello stomaco, del tratto digestivo. Pertanto, è importante ascoltare le raccomandazioni del medico..
  • Dopo l'introduzione di sostanze chimiche nel sangue, non puoi mangiare cibo nel prossimo futuro. Prima della procedura, con un'acuta sensazione di fame, è consentito assumere una piccola quantità di cibo, a condizione che il corpo sia ben tollerato. Prima di mangiare, dovresti consultare il tuo medico.
  • In alcuni casi, vi è una maggiore sensibilità e intolleranza all'odore dei prodotti. Pertanto, è meglio salvare una persona malata dal processo di cottura affidando questo compito a un altro membro della famiglia.
  • È necessario aderire allo schema prescritto dal medico per l'uso di farmaci, anche in assenza di sintomi negativi. Ciò ridurrà la concentrazione di effetti collaterali e dolore.

Il rispetto delle raccomandazioni dell'oncologo e la mancanza di iniziativa agevoleranno il processo di terapia, per ottenere i massimi benefici per il corpo.

Perdita di capelli, deformazione di unghie e pelle

I principali effetti collaterali delle sostanze chimiche sono la caduta dei capelli, i cambiamenti nella struttura della pelle e le unghie fragili. Questi fenomeni privano le donne di forza emotiva, perché l'aspetto sta cambiando in peggio. Negli uomini, questa fase del trattamento è meno dolorosa, ma la salute deve essere monitorata..

Con la chemioterapia, la calvizie è un evento comune, ma non tutti i farmaci chimici provocano la caduta dei capelli. Le cellule del bulbo pilifero sono in un continuo processo di divisione, quindi, nel processo di terapia sono esposte all'effetto distruttivo dei farmaci. Se i capelli non cadono, la struttura cambia ancora. Diventano magri, opachi e rari sulla testa e su altre parti del corpo ricoperte di peli. La perdita dei capelli si verifica due settimane dopo l'inizio del corso di terapia e alla fine del trattamento ricrescono.

Cosa fare con la calvizie

Per facilitare il processo di caduta dei capelli, si consiglia di seguire una serie di suggerimenti:

  • Per lavare i capelli, devi selezionare con cura tipi delicati di shampoo su ingredienti naturali. Pulisci i capelli con cura, senza schiacciare o torcere. È meglio limitare l'uso di asciugacapelli, ferri da stiro e cazzuole..
  • Quando inizia il processo di caduta, l'azione successiva è inevitabile. Si consiglia di tagliare i capelli brevemente o di radersi la testa calvo. Dopo la procedura di trattamento, i capelli ricresceranno.
  • È necessario indossare un cappello per proteggere il cuoio capelluto da fattori esterni ed effetti dannosi.
  • Vale la pena prendersi cura della selezione di una parrucca in anticipo. Una prima ricerca dell'abito ti permetterà di scegliere un accessorio per mascheratura il più vicino possibile al tono naturale dei capelli.

Si noti che l'intensità della caduta dei capelli e i cambiamenti nella struttura dei capelli dipendono direttamente da un'accurata e accurata cura dei capelli prima della chemioterapia. Il ripristino completo dei capelli avviene dopo tre mesi dal completamento delle procedure chimiche.

Nel trattamento dell'oncologia, non solo i capelli sono influenzati dalla chimica. Le unghie subiscono deformazioni: iniziano a rompersi, esfoliare, cambiare colore e struttura. Per prevenire la deformazione della lamina ungueale, è necessario prendersi cura della salute delle unghie prima del corso della terapia. È importante monitorare la sterilità degli strumenti durante la manicure. Esegui i compiti nei guanti protettivi, proteggendo le unghie e la pelle delle mani dagli effetti di sostanze nocive nei detergenti. In estate, è importante utilizzare la protezione solare, per proteggere la pelle del corpo dai raggi ultravioletti diretti.

Tratto digerente

I tessuti e le membrane mucose del corpo vengono continuamente aggiornati. Pertanto, durante il periodo di chemioterapia, si verifica un'interruzione del funzionamento di queste cellule. Una persona avverte disturbi sotto forma di costipazione, gonfiore, diarrea e disturbi dell'apparato digerente. Il trattamento deve essere accompagnato da una dieta equilibrata e sana. Una forte immunità e forza fisica aiuteranno a superare l'oncologia. I medici raccomandano di seguire un elenco di raccomandazioni:

  • Mangiare dovrebbe essere regolare e nutriente. È meglio mangiare in piccole porzioni, fino a cinque volte al giorno. Evitare di mangiare troppo, allungare lo stomaco e creare un onere aggiuntivo per la chemioterapia.
  • È importante bere abbastanza liquidi durante il giorno. Il volume giornaliero di acqua dovrebbe essere di almeno 2,5 litri.
  • Si consiglia di concentrarsi su alimenti che contengono fibre. Questi sono cereali, crusca, cereali.
  • È necessario escludere l'uso di alcol e fumo di tabacco. Queste cattive abitudini distruggono il corpo e durante il periodo di terapia creeranno difficoltà, priveranno la forza fisica.
  • I medici raccomandano di evitare cibi grassi, ricchi brodi di carne da carni grasse, additivi chimici e sintetici.

Il rispetto dei suggerimenti di cui sopra attenuerà l'effetto collaterale, manifestato sotto forma di violazione del tratto gastrointestinale. Il medico prescriverà una dieta e una dieta adeguate.

Regimi di chemioterapia

In precedenza, la monochemioterapia era usata per combattere l'oncologia, implicando l'uso di una sola sostanza chimica. Ma si è scoperto che questo principio di azione crea dipendenza dal farmaco e si perde l'effetto sui tumori maligni. Oggi, le sessioni terapeutiche durano fino a un mese e viene fatta una pausa sistematica tra i corsi per consentire al corpo di riabilitare e recuperare.

La chimica differisce dall'irradiazione in quanto il farmaco con sangue penetra nelle aree remote del tumore. È possibile distruggere una formazione maligna direttamente al centro della localizzazione delle cellule tumorali. In questo caso, il paziente è ferito, l'oncologia più grave della fase avanzata provoca sindromi da dolore molto più. I regimi chemioterapici includono l'uso integrato di due o più farmaci. Nelle malattie con oncologia, vengono prescritti farmaci che agiscono sul sito del tumore in diversi modi, il che può facilitare i processi distruttivi nel corpo.

Nuovi schemi vengono costantemente sviluppati, durante la ricerca e lo sviluppo. Quindi, con il linfoma e il cancro del colon sigmoideo, la chemioterapia viene utilizzata secondo il regime AS, la cui sostanza principale è il phaslodex. E il cancro dello stomaco, del fegato, del tratto digestivo, nonché i tumori delle cellule germinali del testicolo negli uomini e nel sistema genito-urinario sono trattati secondo il regime MCF. In alcuni casi, i farmaci vengono somministrati attraverso un trachiostoma, con cancro del tratto respiratorio. I prodotti chimici trattano anche malattie diverse dall'oncologia. Medicinali usati per trattare la tubercolosi.

Nel trattamento del quarto stadio dell'oncologia, vengono utilizzate sostanze narcotiche che hanno un effetto analgesico sul corpo, che allevia le sindromi dolorose della malattia. Per prima cosa devi discutere con il tuo medico su cosa portare con te alla procedura chimica, questo aiuterà nel trattamento. L'applicazione delle raccomandazioni del medico, il rispetto di tutti i punti di preparazione aiuteranno ad appianare i punti negativi nella conduzione di terapie pericolose.

La durata del corso terapeutico

Il corso standard di chimica è l'introduzione di iniezioni una volta al mese. In alcuni casi, con un corpo forte e una percezione relativamente stabile dei farmaci, la procedura viene ripetuta ogni due settimane. L'intervallo di somministrazione del farmaco è assegnato a ciascun paziente separatamente, in base allo stadio di sviluppo dell'oncologia, all'età del paziente e alle condizioni fisiche.

Dopo ogni iniezione, vengono eseguiti esami del sangue clinici per studiare l'efficacia del farmaco. In assenza di risultati, viene prescritto un altro agente che sarà efficace nella lotta contro l'oncologia. Un ciclo standard di chemioterapia dura sei mesi, con un intervallo mensile di infusione iniettabile. Tra una sessione e l'altra, fai delle pause per consentire al corpo di acquisire forza e tornare al normale funzionamento dopo una terapia pericolosa.

Il volume del farmaco iniettato nel corpo umano dipende dalle dimensioni e dall'aggressività della natura del tumore. Il chemioterapista si assicura di non bruciare organi e sistemi vicini con l'introduzione di una sostanza chimica. Per tutto il tempo del trattamento terapeutico, il paziente deve essere sotto la supervisione del medico curante per monitorare il decorso della malattia, l'effetto dei farmaci sui focolai tumorali.

Processo di riabilitazione

Dopo ogni ciclo di chemioterapia, è necessario allocare tempo per il ripristino e la riabilitazione del corpo. Il medico curante prescrive un complesso di farmaci che aiutano il paziente a normalizzare la propria salute e tornare alla vita normale. Le conseguenze del trattamento dipendono dallo stadio del cancro, dalla negligenza della malattia, dall'età del paziente. Nelle fasi primarie delle neoplasie maligne, la chimica procede senza gravi conseguenze, si ottiene l'autoguarigione..

Non è possibile prendere una decisione di rifiutare la terapia. Anche nella fase finale del cancro, il trattamento può portare a remissione completa, migliorare la qualità della vita. In caso di rifiuto del trattamento, le metastasi si diffondono in tutto il corpo e negli organi interni, portando alla morte prematura del paziente.

L'automedicazione in oncologia è inammissibile ed estremamente pericolosa! Scegliendo un metodo di terapia, un regime di assunzione di farmaci, la frequenza delle sessioni di chemioterapia, si dovrebbe aderire alle raccomandazioni di un medico. Con un trattamento adeguato e una diagnosi tempestiva, la lotta contro l'oncologia diventerà possibile. È importante seguire una dieta consolidata, aderire a una corretta alimentazione, uno stile di vita sano. Emozioni positive e passeggiate all'aria aperta gioveranno al corpo e prevengono le ricadute dopo un ciclo di terapia.

Chemioterapia per il cancro: come viene eseguita la procedura e quanto dura il corso del trattamento

La chemioterapia è ampiamente usata per combattere i tumori maligni nella medicina moderna. Molti pazienti delle cliniche oncologiche si chiedono: come viene eseguita la chemioterapia e quanto sia efficace il trattamento?

La tecnica si basa sull'introduzione nel corpo del paziente di potenti veleni che uccidono le cellule tumorali. In molti casi, il trattamento chemioterapico per i tumori del cancro è l'unica possibilità per salvare la vita di un paziente. Questo articolo esaminerà più in dettaglio come vengono condotte le sessioni di chemioterapia e quali sono le possibili conseguenze del trattamento..

Quando viene prescritta la chemioterapia??

La chemioterapia è una tecnica sistemica volta a combattere le neoplasie maligne. L'oncologo prescrive farmaci speciali al paziente che uccide le cellule tumorali.

Sfortunatamente, la chemioterapia agisce non solo sulle cellule maligne, ma anche su quelle sane che si dividono rapidamente (midollo osseo, follicoli piliferi, tratto gastrointestinale, ecc.). Ciò provoca spiacevoli effetti collaterali..

Insieme alla radioterapia e all'intervento chirurgico, un corso di chemioterapia è considerato uno dei 3 metodi efficaci per il trattamento delle neoplasie maligne. Spesso tutti questi metodi si combinano insieme. Se ci sono molte metastasi nel corpo, la chimica è considerata il modo più efficace per aiutare il paziente.

Il trattamento chemioterapico consente di:

  • prima dell'operazione, ridurre le dimensioni della neoplasia;
  • distruggere le cellule maligne lasciate dopo l'intervento chirurgico;
  • combattere le metastasi;
  • migliorare l'efficacia del trattamento;
  • prevenire la ricorrenza del cancro.

La scelta della tecnica dipende dalla posizione e dal tipo di neoplasia, nonché dallo stadio del cancro. La combinazione più efficace di più opzioni contemporaneamente..

I medici scelgono un metodo di trattamento in base allo stadio del tumore e alla posizione del tumore.

La chemioterapia, come metodo principale di lotta contro il cancro, viene utilizzata per patologie oncologiche sistemiche che colpiscono diversi organi: cancro del sangue, linfoma maligno, ecc..

Inoltre, la chemioterapia, come primo stadio del trattamento, è indicata per i pazienti con tumore di dimensioni significative, che viene visualizzato durante un esame diagnostico: sarcoma, carcinoma, ecc..

Inoltre, la chemioterapia può essere prescritta a un paziente per prevenire la ricorrenza del cancro, migliorare i risultati del trattamento o l'assenza di una neoplasia visibile dopo l'intervento chirurgico. Se un paziente trova singoli noduli di natura maligna, il corso viene prescritto per ridurne il numero e le dimensioni.

In base al tipo di effetto sul corpo del paziente, la chemioterapia è divisa in 2 gruppi:

  1. Cellule maligne citotossiche e letali.
  2. Citostatico - enzimi che interrompono la vita delle cellule patologiche. Alla fine, si verifica la necrosi tumorale..

La chemioterapia per l'oncologia, il più delle volte, viene eseguita in corsi - l'introduzione di farmaci viene alternata a interruzioni del trattamento in modo che il corpo possa recuperare dopo l'introduzione delle tossine. Oncologo o chemioterapista seleziona il regime più efficace in base all'anamnesi del paziente.

I seguenti fattori influenzano la scelta dei regimi chemioterapici:

  • luogo di localizzazione e tipo di neoplasia;
  • la reazione del paziente all'introduzione di alcuni farmaci;
  • l'obiettivo finale che l'oncologo persegue (prevenire le ricadute, ridurre la neoplasia, uccidere completamente il cancro, ecc.).

Grazie a misure diagnostiche, il paziente determina lo stadio della malattia e il tipo di cancro, valuta lo stato di salute. I farmaci vengono somministrati sia in ospedale che in regime ambulatoriale. Alcuni farmaci vengono somministrati per via endovenosa, altri vengono prescritti in compresse..

Alcuni tumori sono trattati con un'infusione isolata: sono esposti a un tumore canceroso con un'alta dose del farmaco, mentre il veleno non entra nel corpo.

In un processo oncologico che colpisce il sistema nervoso centrale, viene indicata la chemioterapia intratecale: il farmaco viene iniettato nel liquido cerebrospinale del midollo spinale o del cervello.

La combinazione di alcuni farmaci dipende dal tipo di cancro e dall'obiettivo perseguito dal medico. La durata del corso di terapia e i tempi della sua attuazione dipendono dalla gravità del processo oncologico nel corpo. La chemioterapia viene eseguita da 14 giorni a 6 mesi. L'oncologo monitora costantemente la salute del paziente e regola i regimi di trattamento..

Come sta la chemioterapia?

2 tipi di chemioterapia sono praticati in tutto il mondo: polichemioterapia e monochemioterapia. Mono prevede l'introduzione di un singolo farmaco nel corpo del paziente e dei poli - gruppi di farmaci usati a turno o contemporaneamente.

Gli scienziati hanno scoperto che la polichemioterapia correttamente selezionata funziona molto meglio di un singolo farmaco. Alcuni tipi di medicinali sono adatti solo per neoplasie di un certo tipo, altri - per tutti i tipi di oncologia.

Un agente tossico viene iniettato nel corpo del paziente usando un ago sottile attraverso una vena periferica o usando un catetere nella vena centrale. In alcuni casi, attraverso l'arteria, il farmaco viene iniettato direttamente nel tumore. Alcuni tipi di chemioterapia vengono iniettati sotto la pelle o i muscoli..

Un farmaco tossico viene iniettato nel corpo attraverso una vena periferica.

Se il medicinale deve penetrare lentamente nel corpo del paziente (in 2-3 giorni), viene utilizzata una pompa speciale per controllare la somministrazione di farmaci.
In ogni caso, il trattamento di un tumore oncologico con l'aiuto della chimica ha le sue caratteristiche individuali. Prima di tutto, il tipo di terapia viene selezionato in base al tipo di processo del cancro.

Ove possibile, i pazienti e i loro parenti cercano di acquistare medicinali dai produttori in Europa.

Il motivo è una migliore qualità dei farmaci a causa della disciplina della produzione impeccabile nei paesi sviluppati. Ad esempio, non vi è alcun risparmio sui dipendenti delle aziende farmaceutiche e lo stato non si pone il compito di effettuare acquisti al prezzo più basso possibile, come nel caso della Russia.

Un malato di cancro potrebbe non avere una "seconda possibilità" per sottoporsi a chemioterapia, quindi è meglio "pagare in eccesso" per un risultato prevedibile.

È vero, per l'acquisto di molti farmaci in Europa, è necessaria una prescrizione. In Finlandia, il servizio "Prescrizioni per farmacie finlandesi per residenti in Russia" dal centro medico MedFIN (Helsinki).

Per ricevere una prescrizione elettronica europea, è sufficiente la nomina di un medico curante russo. I medici MedFIN studieranno la storia, porranno domande chiare su Internet o richiederanno i risultati della ricerca necessari e scriveranno una prescrizione per l'acquisto di medicinali nelle farmacie finlandesi. Tutta la comunicazione avviene in russo.

Successivamente, un medico MedFIN emetterà una prescrizione elettronica finlandese, che è accettata in qualsiasi farmacia in Finlandia. Costa 48 euro.

Durata dei corsi di chemioterapia

Un oncologo stabilisce il numero di corsi di chemioterapia e la loro durata. Al paziente possono essere prescritti farmaci giornalieri, senza una pausa.
Ci sono anche regimi settimanali quando a un paziente viene prescritto un farmaco 1-2 volte a settimana.

Ma lo schema più comune è mensile. I farmaci vengono somministrati per diversi giorni e dopo un mese lo schema viene ripetuto. Sulla base dell'analisi e dello studio diagnostico, il medico determina quale schema è più adatto per il paziente e con quale frequenza somministrare i farmaci.

Effetti collaterali della chemioterapia

L'organismo nel suo insieme soffre degli effetti aggressivi dei farmaci utilizzati nella chemioterapia sul corpo: tratto gastrointestinale, pelle, unghie e capelli, mucose, ecc..

I principali effetti collaterali dell'introduzione della chemioterapia:

  • Perdita di capelli totale o parziale. Ma, dopo l'interruzione della somministrazione di farmaci aggressivi, la crescita dei capelli sulla testa riprende di nuovo.
  • Osteoporosi, che si manifesta come un indebolimento del tessuto osseo.
  • Vomito, diarrea e nausea - effetti della chemioterapia sul tratto gastrointestinale.
  • Malattie infettive che causano una generale riduzione dell'immunità del corpo.
  • Anemia, un fattore concomitante di debolezza e grave affaticamento.
  • Infertilità temporanea o completa.
La perdita dei capelli è uno degli effetti collaterali della chemioterapia.

Se la chemioterapia ha minato troppo il sistema immunitario, possono verificarsi gravi conseguenze: polmonite (polmonite), infiammazione del cieco (tiflite) e infezione anorettale.

Sulla base di quanto precede, prima di scegliere un regime terapeutico, l'oncologo valuta i possibili rischi. Se il paziente non è in grado di resistere agli effetti collaterali, le dosi dei farmaci vengono ridotte o il medicinale viene sostituito con un.

Il trattamento può essere interrotto?

Se si sono verificati gravi effetti collaterali, molti pazienti sono interessati a un oncologo - è possibile interrompere la terapia per un po 'al fine di consentire al corpo di recuperare?

La risposta è di solito no. Se la terapia viene interrotta, il corso del processo oncologico viene aggravato, compaiono nuovi tumori. Le condizioni del paziente peggiorano, persino fatali.

Pertanto, è assolutamente vietato interrompere l'uso di farmaci raccomandati dall'oncologo.

Chemioterapia oncologica Cos'è la chemioterapia e come va?

La chemioterapia è uno dei principali trattamenti per i tumori del cancro. Questa procedura prevede l'uso di farmaci speciali che distruggono e inibiscono la crescita delle cellule tumorali.

Quasi tutti sanno che la chemioterapia è un trattamento difficile e anche parzialmente pericoloso. Può portare a effetti collaterali spiacevoli come perdita di capelli, pelle secca, disturbi dell'apparato digerente, deterioramento delle condizioni generali. Molti pazienti, temendo conseguenze negative, rifiutano completamente la chemioterapia, che non è del tutto corretta. Molti tumori non sono suscettibili di rimozione chirurgica e trattamento con radioterapia, quindi sono trattati con chemioterapia..

Diamo uno sguardo più approfondito a cosa serve, in quali casi, perché e perché è necessaria la chemioterapia..

A cosa serve la chemioterapia??

Questo metodo di trattamento del cancro consiste nell'utilizzare farmaci speciali che hanno un effetto dannoso sulle cellule tumorali. I farmaci chemioterapici distruggono le cellule tumorali o ne inibiscono la riproduzione. I primi hanno un effetto citotossico, i secondi citotossici.

Cliniche leader in Israele

Quando viene prescritta la chemioterapia? Indicazioni per:

  • Tumori maligni, che possono essere eliminati solo con l'aiuto di farmaci chemioterapici (corionocarcinoma, emmoblastosi, leucemia, ecc.);
  • Riduzione del tumore prima dell'intervento chirurgico;
  • È usato in combinazione con il principale metodo di terapia.

Molti pazienti hanno una domanda: la chemioterapia sta uccidendo le metastasi? La chemioterapia è ampiamente usata in presenza di metastasi e con il sospetto che si verifichino in futuro. Pertanto, in alcuni casi, un corso preventivo di chimica.

Quando le cellule tumorali nei linfonodi sono interessate, è necessaria la chemioterapia, nonostante le dimensioni delle neoplasie..

Chemioterapia oncologica: quali sono i vantaggi?

La chemioterapia ha diversi vantaggi, nonostante abbia un effetto tossico sul corpo. Il trattamento chemioterapico rende possibile:

  1. Ridurre le dimensioni della formazione del tumore prima dell'intervento chirurgico e distruggere le cellule tumorali che potrebbero rimanere dopo la rimozione chirurgica, prevenendo così il rischio di recidiva;
  2. Agire in remoto su focolai secondari di oncologia (metastasi) e cellule tumorali che entrano nel flusso sanguigno.

Il principio di azione della terapia è il seguente: la chemioterapia, penetrando nel sangue, si diffonde in tutto il corpo. Ciò consente di influenzare sistemicamente il corpo, distruggendo le cellule tumorali e le metastasi, indipendentemente da dove siano localizzate. Pertanto, fanno la chemioterapia a colpo sicuro in presenza o sospetto di metastasi agli organi vicini.

Nonostante gli effetti collaterali dopo la chemioterapia, l'effetto positivo da esso non è inferiore. Il chemioterapista ti aiuterà a scegliere un regime di trattamento individuale, fornirà consigli su come migliorare le condizioni generali durante il corso e determinerà quanti cicli di chemioterapia il paziente può trasferire.

Tipi di chemioterapia

Esistono diversi tipi di chemioterapia, a seconda dei farmaci utilizzati. Il medico prescrive il trattamento sotto forma di uno schema composto da lettere latine. Il paziente è più comprensibile è la designazione del metodo di trattamento in base ai colori dei farmaci.

Quindi quali sono i tipi di chemioterapia?

La chemioterapia può essere nei seguenti colori:

    Chemioterapia bianca - vengono utilizzati farmaci bianchi Taxotel e Taxol;

mitomicina

  • Chemioterapia gialla: viene eseguita con l'uso di metotrexato, fluorouracile, ciclofosfamide. Tale chemioterapia è la più semplice e ben tollerata dai pazienti;
  • Chemioterapia blu: usa i farmaci Mitomicina e Mitoxantrone;
  • La chemioterapia rossa è la più difficile di tutte. È effettuato usando antacyclins - soluzioni di colore rosso pronunciato. Questo tipo di terapia inibisce le forze immunitarie del corpo..
  • Inoltre, ci sono questi tipi di chemioterapia:

    • Chemioterapia neoadiuvante - è prescritta per ridurre il tumore prima della sua rimozione chirurgica. Questo metodo di trattamento ridurrà il rischio di metastasi;
    • Chemioterapia adiuvante - eseguita dopo l'asportazione chirurgica del tumore. La chimica adiuvante serve anche come misura preventiva per l'ulteriore sviluppo di un tumore canceroso, elimina i focolai secondari nascosti e più piccoli dell'oncologia, che non possono sempre essere rilevati. Questo metodo viene utilizzato in presenza di qualsiasi tumore canceroso;
    • Chemioterapia di induzione o terapeutica - è prescritta in caso di processi oncologici inoperabili, come leucemia, linfoma, tumore a cellule germinali del testicolo, formazioni trofoblastiche. Inoltre, la chemioterapia di induzione funge da terapia palliativa per prolungare la durata della vita del paziente nelle fasi finali della malattia;
    • La chemioterapia ipertermica (nota anche come calda) è un metodo per influenzare le cellule tumorali mediante alte temperature e chemioterapia. Il tumore è esposto a una temperatura di 41 gradi. Questo metodo di terapia aiuta nella lotta contro i grandi tumori. La chimica calda è efficace nelle metastasi. Il vantaggio di questo metodo è che è meno tossico e l'effetto da esso è molto migliore rispetto alla chemioterapia tradizionale;
    • Chemioterapia al platino - è prescritta nei casi in cui altri metodi di terapia sono inefficaci. Questo metodo prevede l'uso di farmaci che contengono platino (fenantriplatino, ciplastina). Le indicazioni per l'uso della chimica del platino sono il cancro ai polmoni, le ovaie, i testicoli e la vescica. Molti credono che la chimica del platino venga fatta nell'ultimo stadio del cancro, ma questo non è del tutto vero. I farmaci a base di platino possono combattere tumori inaccessibili;
    • La chemioterapia mirata è uno dei trattamenti più efficaci per i tumori maligni nella medicina moderna. La procedura viene eseguita con l'aiuto di speciali farmaci anti-cancro che influenzano i disturbi genetici nelle cellule. Tale metodo di trattamento è prescritto dopo uno studio genetico preliminare;
    • Chemioterapia delicata: viene utilizzata utilizzando la chemioterapia meno aggressiva con pochi effetti collaterali. Tale trattamento è meno efficace;
    • La chemioterapia ad alte dosi è un metodo di trattamento dei tumori con alte dosi di chemioterapia. L'appuntamento della chimica ad alte dosi è più comune nei casi di linfomi (linfoma non Hodgkin, cellule di maintino, ecc.). Alte dosi del farmaco uccidono le cellule tumorali in breve tempo ed evitano la resistenza delle cellule tumorali ai farmaci chemioterapici. Questo metodo di trattamento è più tossico per l'uomo;
    • La chemioterapia palliativa è prescritta nella fase terminale, quando non vi è alcuna possibilità di recupero. Questo metodo di terapia ha lo scopo di alleviare il dolore regolare, inibire l'ulteriore crescita del tumore, ridurre l'effetto tossico dell'assunzione di droghe e prolungare la vita del paziente. Vengono mostrate le cure palliative per le persone in grado di prendersi cura di se stesse..

    Modi per usare i farmaci chemioterapici

    La medicina moderna offre un intero elenco di farmaci chemioterapici utilizzati durante il corso del trattamento. Inibiscono i processi biochimici nelle cellule tumorali, pertanto i processi della loro divisione e crescita sono sospesi. Diversi farmaci sono prescritti contemporaneamente con un diverso principio di esposizione. Il chemioterapista determina il regime di trattamento, la sua durata e il dosaggio dei farmaci.

    La terapia chimica può durare da un giorno a diversi, quindi viene fatta una pausa per un periodo da una settimana a un mese, dopo di che seguono un nuovo corso. Di solito fanno 6-8 corsi, la cui durata, in generale, dura da 3 a 9 mesi. Le pause sono necessarie per ripristinare la forza del corpo a causa dell'elevata tossicità dei farmaci e del rischio di effetti collaterali.

    Prima di iniziare la chemioterapia, ai pazienti viene chiesto come va?

    I farmaci chemioterapici si presentano sotto forma di compresse e iniezioni. L'efficacia del trattamento dipende dalla forma del farmaco. I migliori risultati si ottengono con la somministrazione endovenosa di farmaci che si diffondono più velocemente attraverso il corpo con il flusso sanguigno, senza provocare alcun danno speciale all'apparato digerente. I preparati orali sono adatti per il trattamento a casa, ma l'effetto di questo è peggiore e le reazioni avverse dal tratto gastrointestinale non possono essere evitate.

    L'introduzione di farmaci per via endovenosa sotto forma di iniezioni e contagocce, nonché il loro uso sotto forma di compresse, ha una natura sistemica dell'azione. Inoltre, ci sono rimedi locali sotto forma di vari unguenti e applicazioni che sono rilevanti nel trattamento del cancro della pelle, della cavità orale, ecc..

    La chemioterapia può agire sia come metodo di trattamento indipendente, sia in combinazione con radioterapia e chirurgia. Con un tumore di grandi dimensioni, la presenza di metastasi e una cattiva salute del malato di cancro, l'operazione non ha senso. In questo caso, la chemioterapia consente di alleviare il dolore e prolunga la vita del paziente. Ma se il paziente si sente in modo soddisfacente, è possibile eseguire la terapia prima e dopo l'intervento chirurgico per evitare la ricaduta.

    La radioterapia viene spesso eseguita insieme alla chemioterapia. I raggi influenzano il tumore stesso al posto della sua localizzazione, mentre la chimica agisce sistematicamente su tutto il corpo, prevenendo il rischio di metastasi e recidive nel cancro.

    Prima dell'intervento chirurgico, viene utilizzata la chemioterapia neoadiuvante, che aiuta a ridurre le dimensioni della neoplasia e crea condizioni confortevoli per un ulteriore trattamento.

    A causa dell'effetto tossico dei farmaci e delle possibili reazioni avverse, potrebbe essere necessario trovare il paziente in ospedale, poiché potrebbe essere necessario l'aiuto di personale medico. Se il paziente si sente normale dopo aver assunto i farmaci, è possibile rifiutare il trattamento ospedaliero e condurlo ambulatorialmente a casa.

    Preparazione per il trattamento

    Nel corso della chemioterapia, l'attività fisica dovrebbe essere ridotta. Pertanto, si consiglia di fare una vacanza durante il trattamento. Dovresti condurre uno stile di vita sano e abbandonare eventuali cattive abitudini, poiché l'uso di alcol e tabacco nelle malattie del cancro riduce l'aspettativa di vita.

    Prima di iniziare un corso di chemioterapia, è necessario:

    • Sottoporsi a cure per altre malattie;
    • Detergere il corpo dalle sostanze tossiche per ottenere il miglior risultato dall'assunzione di farmaci chemioterapici;
    • Proteggi il tratto digestivo, i reni e il fegato dagli effetti dei farmaci antitumorali con altri medicinali.

    Il paziente non interferirà con la comunicazione con le persone che la chemioterapia ha aiutato. Questo aiuta a fornire un significativo supporto psicologico e morale per il trattamento..

    Video sull'argomento - Chemioterapia

    Come viene somministrata la chemioterapia?

    Esistono diversi metodi di chemioterapia. È possibile utilizzare farmaci antitumorali sotto forma di iniezioni e contagocce per via endovenosa, vengono somministrati per via intramuscolare e sottocutanea, che non è assolutamente doloroso, e anche i farmaci vengono applicati localmente e internamente sotto forma di compresse.

    Il trattamento deve essere effettuato secondo lo schema prescritto dal medico, che a sua volta è prescritto a seconda del tipo di oncologia e dello stadio della malattia. Il complesso di farmaci chemioterapici viene selezionato tenendo conto del raggiungimento dell'effetto massimo della procedura e del numero minimo di reazioni avverse.

    Il regime di trattamento è composto dai seguenti farmaci:

    • taxani;
    • Farmaci a base di platino;
    • Le antracicline;
    • antimetaboliti;
    • Agenti alchilanti;
    • Gli antibiotici;
    • epipodofillotossine.

    Lo schema è prescritto dall'oncologo individualmente, poiché ci sono controindicazioni ad alcuni farmaci.

    Quanto dura la chemioterapia?

    I corsi di chemioterapia e il numero di sessioni sono prescritti esclusivamente da un oncologo. I farmaci chemioterapici vengono assunti sia quotidianamente che settimanalmente a seconda del regime prescritto. Un ciclo di trattamento dura un mese medio, dopo di che viene effettuata una pausa.

    Un buon risultato si ottiene dalla chemioterapia una volta ogni 2 settimane, ma non tutti i pazienti possono sopportarlo, poiché questo è un grosso carico per il corpo. Possono verificarsi complicazioni e, di conseguenza, sarà necessario ridurre la dose di farmaci o interrompere il corso del trattamento, a causa del quale i suoi termini aumenteranno.

    Vuoi ottenere un preventivo per il trattamento?

    * Solo a condizione di ottenere dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare la stima esatta per il trattamento.

    Controindicazioni alla chemioterapia

    La chemioterapia è vietata nei seguenti casi:

    • Con un alto contenuto di bilirubina nel sangue;
    • Con metastasi nel cervello;
    • Con metastasi nel fegato;
    • Con intossicazione organica;
    • Con cachessia.

    Le controindicazioni dipendono dal tipo di tumore, dallo stadio della malattia, dalla presenza di metastasi e dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente.

    Esempi di trattamento per vari tumori

    La chemioterapia nel trattamento del carcinoma polmonare viene effettuata con l'uso di agenti mirati che agiscono su alcune neoplasie. Ciò riduce al minimo gli effetti collaterali e consente di ottenere il risultato desiderato..

    Con un tumore al seno, il primo tra oncologia nelle donne, la chemioterapia (olio) viene utilizzata sia prima che dopo l'intervento chirurgico. In primo luogo, con l'aiuto della chimica, le dimensioni del tumore vengono ridotte e, dopo l'operazione, con l'aiuto della chimica, probabilmente le rimanenti cellule tumorali vengono rimosse. I moderni metodi di chemioterapia consentono al malato di cancro di condurre uno stile di vita familiare e di condurre un trattamento in qualsiasi momento della giornata in oncologia oa casa, invece del trattamento ospedaliero.

    Durante la chemioterapia, vengono prescritti farmaci per nausea e vomito, in modo che sia più facile per il paziente trasferire la procedura.

    Nei tumori gastrici, la chemioterapia viene utilizzata in combinazione con radioterapia e chirurgia, poiché il cancro gastrico è meno sensibile alla chimica. Un trattamento completo aiuterà a ottenere buoni risultati se il tumore viene rilevato in tempo.

    Gli esempi precedenti chiariscono che la chemioterapia non può agire allo stesso modo per tutte le formazioni tumorali e in alcuni casi non può essere sostituita da radiazioni o interventi chirurgici.

    Effetti collaterali

    La chemioterapia non può essere definita una procedura sicura, quindi è necessario sapere tutto sulla procedura, cosa è pericoloso per la chimica del corpo, quali sono le conseguenze dell'assunzione di farmaci antitumorali e come eliminarli.

    Le reazioni avverse più comuni sono:

    • Nausea e vomito;
    • Calvizie e deterioramento delle condizioni delle unghie;
    • Malessere generale;
    • Problema uditivo;
    • Scarso appetito;
    • Rumore nelle orecchie;
    • Cambiamenti nella composizione del sangue;
    • Coordinamento alterato;
    • Insufficienza intestinale.

    I sintomi collaterali possono manifestarsi in diversi modi. Per alcuni sono pronunciati, per altri sono manifestati debolmente. La sindrome da vomito può verificarsi immediatamente dopo l'uso del prodotto e si osserva una perdita di capelli un paio di settimane dopo la fine delle sessioni.

    Se si verificano reazioni avverse durante l'assunzione di altri farmaci, è possibile sospendere il corso del trattamento. Questo non è praticato nel caso della chemioterapia, poiché in molti casi non può essere sostituito con un altro metodo di trattamento. Questo è il motivo per cui il trattamento deve essere continuato secondo le istruzioni del medico. In caso di malessere, i pazienti che assumono la chemioterapia devono essere monitorati dal personale medico..

    Dopo aver completato il corso della terapia, si osserva un ripristino graduale di tutte le funzioni del corpo, il tratto digestivo si normalizza e i capelli vengono ripristinati.

    Esame del sangue per il trattamento

    Poiché la chemioterapia colpisce non solo le cellule tumorali, ma anche le cellule sane, ciò influisce sulla produzione di cellule del sangue da parte del midollo osseo rosso. Di conseguenza, un paziente sottoposto a un corso di chimica soffre di anemia, le forze immunitarie del corpo si indeboliscono. Gli esami del sangue sono generalmente caratterizzati da un numero ridotto di globuli bianchi, globuli rossi e piastrine, quindi il paziente si sente debole, non può resistere alle infezioni.

    Per aumentare il livello di emoglobina, è necessario arricchire la dieta con prodotti contenenti ferro, come carne, legumi, verdure. In alcuni casi, è necessaria una trasfusione di sangue. Si consiglia di trascorrere più tempo nella natura, rilassarsi, dormire otto ore al giorno..

    Per aumentare il livello dei leucociti, l'ipotermia dovrebbe essere evitata, meno probabilità di trovarsi in luoghi affollati per evitare infezioni e anche bere vitamine.

    Quanto costa la chemioterapia?

    Il costo della chemioterapia a Mosca può variare da alcune decine di migliaia a un milione di rubli. Tutto dipende dal tipo di tumore, dalla sua posizione e dalle sue dimensioni.

    I farmaci più costosi per la chimica sono antracicline e vincalcaloidi e il trattamento più costoso è il trattamento di tumori cerebrali, pancreas e tumore del sangue, poiché viene eseguita la chemioterapia puntuale.

    Nutrizione dopo la chemioterapia

    I pazienti sottoposti a chemioterapia non devono seguire una dieta specifica. Si raccomanda di limitare l'assunzione di cibi grassi, piccanti, cipolle, aglio e spezie. Il vantaggio sarà il consumo di frutta e verdura. La dieta del malato di cancro dovrebbe contenere alimenti come carne, pollame, pesce, frutti di mare, legumi, noci e latticini. Aiuteranno a reintegrare l'energia persa durante il periodo di trattamento..

    Riabilitazione dei malati di cancro dopo la chemioterapia

    Un punto importante è il recupero dopo la chemioterapia. Con l'oncologia nella fase iniziale, è sufficiente seguire 1-2 corsi di chimica. Man mano che la malattia progredisce, la chimica dovrà essere eseguita più volte. Le reazioni avverse agiscono come una reazione protettiva del corpo ai farmaci chemioterapici. Uno stile di vita sano, una dieta equilibrata, passeggiate all'aria aperta e le vitamine aiuteranno a recuperare..

    Esistono metodi popolari per il recupero dopo la chimica. Ma prima di ricorrere ai rimedi popolari, dovresti verificare con il tuo medico se l'autotrattamento degli effetti collaterali e gli effetti della chimica è efficace o meno..

    Riassumere. Dopo aver studiato più in dettaglio cos'è la chemioterapia, ci siamo resi conto che non è un metodo così pericoloso per il trattamento dei tumori. Tutto dipende dalle caratteristiche individuali del corpo, a quale stadio del trattamento del cancro è stato avviato. Non è possibile rifiutare il trattamento, anche se la chemioterapia è stata prescritta per 4 fasi della malattia ed essere trattata senza consultare un medico. L'automedicazione può essere fatale. Un oncologo, osservando le condizioni del paziente e le fasi della malattia, sarà in grado di prescrivere il corso necessario di trattamento, esaminare quanti corsi una persona può sopportare e dopo che tempo condurre sessioni di terapia. È impossibile dire inequivocabilmente quanto vivono dopo la chemioterapia, poiché questo indicatore può variare da diversi mesi a diversi anni.